Archivio tag

tamponi

Covid19, tutti negativi i tamponi effettuati al personale dell’Ospedale di Policoro

in Emergenza Covid-19

La notizia è stata lanciata in queste ore, 1 Aprile 2020,  dal sindaco di Policoro, Enrico Mascia: tutti negativi i 50 tamponi effettuati al personale all’ospedale di Policoro.

Su 217 tamponi, 11 sono quelli positivi. In tutta la regione sono in totale 227 i pazienti Covid-19

in Emergenza Covid-19

La task force regionale comunica che in tutta la giornata di ieri, 31 marzo, sono stati effettuati 217 test per l’infezione da Covid – 19. Di questi:

206 sono risultati negativi e 11 positivi.

I casi positivi riguardano:

1 il Comune di Potenza;

7 il Comune di Matera;

1 il Comune di Nova Siri;

1 il Comune di Pisticci;

1 il Comune di Policoro;

Con questo aggiornamento i casi di contagio confermati in tutta la regione sono 227 (aggiungendo gli 11 positivi e sottraendo al totale le due persone decedute ieri a Paterno e Irsina) su un totale di 2262 tamponi analizzati. La Task force precisa che nel computo analitico dei Comuni sono state effettuate, in seguito ad approfondito ed ulteriore controllo, le seguenti modifiche: 1 paziente che dal 29 marzo era stato conteggiato a Rionero è stato accertato quale residente a Melfi; 1 paziente che dal 22 marzo era stato conteggiato a Potenza è stato accertato quale residente a Satriano di Lucania.

Ai 227 positivi vanno aggiunte 9 persone decedute (3 di Potenza, 2 di Paterno, 1 di Spinoso, 1 di Moliterno, 1 di Villa d’agri, 1 di Irsina), 3 persone guarite, 1 paziente di Gravina di Puglia riscontrato dall’Asm, 1 paziente di Gioia del Colle ed 8 pazienti diagnosticati in altre regioni, residenti in Basilicata dove attualmente si trovano in isolamento domiciliare.

Attualmente in Basilicata i pazienti ricoverati presso strutture ospedaliere lucane (Azienda ospedaliera San Carlo e Ospedale Madonna delle Grazie) sono 54 persone così suddivisi: Azienda ospedaliera San Carlo: malattie infettive 18, terapia intensiva 9, pneumologia 5; Ospedale Madonna delle Grazie: malattie infettive 16 e terapia intensiva 6. Un paziente del San Carlo è migliorato ed è stato trasferito dalla rianimazione al reparto di malattie infettive.

La Task force precisa inoltre che le persone guarite con terapia domiciliare sono state sottoposte al secondo tampone, che ha restituito esito negativo, ma per la formale diagnosi di guarigione clinica è necessario attendere la certificazione di assenza di sintomi clinici che l’azienda sanitaria competente rilascerà a breve.

Tutti i test positivi verranno inviati all’Istituto superiore di sanità per la conferma di seconda istanza. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti avuti dalle persone risultate positive.

Il prossimo aggiornamento domani, 2 aprile, alle ore 12,00.

(VIDEO) Filippo Mele: “Regione e Asm a noi medici di famiglia ci avete abbandonato”

in Emergenza Covid-19

Con la voce più volte rotta dal pianto, l’appello di Filippo Mele, medico di medicina generale nonché storico cronista della Gazzetta del Mezzogiorno e blogger. “Andiamo a visitare i pazienti a mani nude. L’abbigliamento tecnico che usiamo non è quello adeguato per assistere eventuali pazienti conclamati Covid-19. Noi continuiamo a fare visite domiciliari. Rischiamo la vita”

Poi, Mele lancia l’appello: “come accaduto al personale sanitario del San Carlo di Potenza, anche ai medici di famiglia tamponi rapidi e dispositivi di sicurezza all’altezza della gravissima emergenza sanitaria”.

EMERGEMZA CORONAVIRUS. MEDICI DI FAMIGLIA DELLA BASILICATA A MANI NUDE AL DOMICILIO DEI PAZIENTI

Così noi medici di medicina generale della Basilicata andiamo a casa dei pazienti allettati. Ho registrato questo video con le lacrime agli occhi per la rabbia ed il dolore. L'ho fatto per me, la mia famiglia, i miei amici e colleghi, i miei pazienti. Ho 67 anni e lotto contro il cancro alla prostata. Sono un siggetto a rischio Covid-19 per età e patologia. Ma combatterò contro il Coronavirus sino a quando esso non sarà sconfitto. Senza paura.

Posted by Filippo MELE on Tuesday, March 31, 2020

Covid-19, test diagnostici rapidi: in Usa il via libera. Il Cts in Italia frena

in Emergenza Covid-19

In un recente comunicato il Cts ha ribadito: ” “A oggi  l’approccio diagnostico standard rimane quello basato sulla ricerca dell’Rna nel tampone rino-faringeo”.

 

Test diagnostici sì o no? Molte regioni italiane a causa dei numeri sempre più elevati di richieste di “tamponi” – che restano il sistema migliore per diagnosticare la presenza o meno dell’infezione da Covid-19 – stanno manifestando in queste ore “interesse” verso i test rapidi. Nelle ultime ore, il senatore Saverio De Bonis in una nota diffusa alla stampa ha rivolto appello al Governo affinché “prenda seriamente in considerazione l’ipotesi di chiedere agli Stati Uniti di aprire al mercato europeo, magari a prezzi calmierati, i test diagnostici rapidi del Covid-19, oggi disponibili solo in territorio americano”.

Il test a cui fa riferimento De Bonis infatti ha ottenuto il via libero nelle ultime 48 ore dalla statunitense Food and Drug Administration (Fda) “per un nuovo test molecolare Covid-19 portatile che secondo l’azienda può fornire risultati positivi in appena cinque minuti e risultati negativi in ​13 minuti”.

Resta che attualmente l’unico test che serve nella lotta al coronavirus è quello che si fa cercando il genoma virale nei secreti respiratori. Altri test “rapidi” o “fai da te”, così come precisato dal Comitato Tecnico Scientifico (Cts), organo che ha lo scopo di fornire consulenza al capo del dipartimento della protezione civile in merito all’adozione delle misure di prevenzione necessarie a fronteggiare la diffusione del nuovo coronavirus, potranno essere utili più avanti.  Lo stesso virologo Roberto Burioni ha precisato: “il test rapido che cerca gli anticorpi potrà essere utile più avanti per capire, ad esempio, se una persona guarita può reinfettarsi o se invece rimane immune come per il morbillo . Ora abbiamo a disposizione solo questo tipo di test, che dà la risposta in qualche ora e può essere fatto da laboratori specializzati, non ce ne sono altri di dimostrata efficacia”.

In un recente comunicato il Cts ha ribadito: ” “A oggi  l’approccio diagnostico standard rimane quello basato sulla ricerca dell’Rna nel tampone rino-faringeo”.

Ultima modifica 14:07 del 30 Marzo 2020

 

 

 

 

 

VIDEO. Bernalda, Pisticci, Policoro aggiornamenti. Tampone negativo per il sindaco Tataranno

in Emergenza Covid-19

BERNALDA, 29 Marzo 2020. Il sindaco Raffaele Domenico Tataranno nel suo videomessaggio di oggi (domenica) ha informato la comunità dell’esito negativo del tampone effettuato nei giorni scorsi. Inoltre ha annunciato alcune novità che riguarderanno l’attività amministrativa diretta a fronteggiare l’emergenza Covid-19. Sarà infatti istituito lo sportello di sostegno psicologico del comune di Bernalda, lunedì 30 Marzo sulla pagina facebook ufficiale del comune di Bernalda l’assessore alle politiche sociali ne illustrerà il funzionamento.

Martedì è attesa la delibera di Giunta comunale che chiarirà le modalità di accesso per le fasce più deboli della popolazione agli aiuti del Governo nazionale, della Regione e del comune.

Inoltre il comune di Bernalda ha acquistato seimila mascherine, per richiederle il numero di telefono di riferimento è: 0835 540222; attivo dalle 10 alle 12:30,

Casi di tamponi positivi a Bernalda e Metaponto: 3.

Tamponi in corso: 1.

*EMERGENZA CORONAVIRUS* AGGIORNAMENTO ALLE 16.15 DEL 29 MARZO 2020.Casi di contagio accertati in Basilicata: 200.Casi di contagio accertati a Bernalda e Metaponto: 3.Tamponi in corso: 1.Il videomessaggio del Sindaco Domenico Tataranno.

Posted by Comune Di Bernalda on Sunday, March 29, 2020

 

PISTICCI, 29 Marzo 2020. Il sindaco Viviana Verri ha annunciato tre nuovi pazienti positivi ai tamponi, quindi con l’infezione da Covid-19. “Si tratta di pazienti ricoverati nelle struttura riabilitativa Don Gnocchi di Tricarico”, ha spiegato Verri. Che ha aggiunto: “Le loro condizioni di salute sono stabili e sono tutti sotto osservazione. Non hanno avuto contatti con i parenti nelle ultime settimane così come già previsto dai decreti ministeriali”. I pazienti in totale nel territorio di Pisticci sono 6.  Ci sono altri tamponi in corso, “quello che riguarda un operatore che risiede nel territorio pisticcese e lavora nella struttura riabilitativa al Don Gnocchi è risultato negativo”. Per quanto riguarda i parenti dei casi accertati, il sindaco ha spiegato che i tamponi non sono stati ancora effettuati. Ha precisato: “Le persone in questione sono in isolamento. I tamponi non sono stati effettuati perché c’è una difficoltà oggettiva da parte della Regione nel reperirli”.

Il sindaco ha infine smentito la notizia (“falsa”) del decesso di una cittadina che è stato attribuito al coronavirus ma dovuto in realtà ad altre cause.

Aggiornamento quotidiano sull’emergenza Coronavirus e attività in corso nel territorio comunale.

Aggiornamento quotidiano sull’emergenza Coronavirus e attività in corso nel territorio comunale.#coronavirus #covid19

Posted by Viviana Verri on Sunday, March 29, 2020

 

 

POLICORO, 29 Marzo 2020. “Nella nottata è giunta comunicazione che altri due nostri concittadini ricoverati al Don Gnocchi di Tricarico sono risultati positivi per Covid-19. Sono in corso approfondimenti”. Raggiunti tutti i contatti dei due casi segnalati questa mattina non sono emerse criticità”, è quanto riportato sulla bacheca facebook ufficiale del comune di Policoro.

Di seguito il video-messaggio del sindaco di Policoro Enrico Mascia del 28 Marzo 2020

EMERGENZA CORONAVIRUS: aggiornamenti del 28.03.2020

Posted by Città di Policoro on Saturday, March 28, 2020

 

Sale a 200 il numero dei positivi, ieri altri 32 tamponi positivi.

in Emergenza Covid-19

Con questo aggiornamento i casi di contagio confermati in tutta la regione sono 200 ai quali vanno aggiunti 4 deceduti, un guarito ed 8 positivi diagnosticati in altre regioni ma residenti in Basilicata e in isolamento in Basilicata.

 

Emergenza Covid-19: aggiornamento del 28 marzo

La task force regionale comunica che in tutta la giornata di ieri, 28 marzo, sono stati processati 164 tamponi per l’infezione da Covid-19. Di questi 132 sono risultati negativi e 32 positivi.

 

I nuovi positivi sono così distribuiti:

 

Tricarico            6

Salandra.            1

Policoro.             2

Pisticci.              3

Nova Siri.           2

Montescaglioso 1

Matera.               3

Grassano.           1

Ferrandina.         2

Teana.                 1

  1. Paolo Albanese 1
  2. Chirico Nuovo. 2.

Rionero.                 2

Potenza                  1

Moliterno.               1

Melfi.                       1

Corleto Perticara.   1

Atella.                       1

 

 

 

Con questo aggiornamento i casi di contagio confermati in tutta la regione sono 200 ai quali vanno aggiunti 4 deceduti, un guarito ed 8 positivi diagnosticati in altre regioni ma residenti in Basilicata e in isolamento in Basilicata.

In Basilicata ci sono 150 persone in isolamento domiciliare e 50 ricoveri di cui 18 in terapia intensiva.

Ultima modifica ore 20:54 del 29 Marzo 2020

Basilicata, altri 18 tamponi positivi. Il 26 Marzo processati 208 tamponi di cui 190 negativi

in Emergenza Covid-19

La task force regionale comunica che in tutta la giornata di ieri, 26 marzo, sono stati processati 208 tamponi per l’infezione da Covid-19. Di questi 190 sono risultati negativi e 18 positivi.

I nuovi positivi sono così distribuiti:

Avigliano 1

Villa d’Agri 1

Montemurro 2

Potenza 5

Rapolla 1

Tramutola 2

Matera 2

Policoro 2

Valsinni 2

Con questo aggiornamento i casi di contagio confermati in tutta la regione sono 144 su un totale di 1254 tamponi analizzati. Registrato un primo caso di guarigione.

In Basilicata ci sono 103 persone in isolamento domiciliare e 37 ricoveri di cui 15 in terapia intensiva. Tutti i test positivi verranno inviati all’Istituto superiore di sanità per la conferma di seconda istanza. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti avuti dalle persone risultate positive. Il prossimo aggiornamento domani, 28 marzo, alle ore 12,00.

DATI EPIDEMIOLOGICI SCHEMATICI

Basilicata. “I tamponi devono essere decisi dai medici di famiglia dopo anamnesi”

in Emergenza Covid-19

Emergenza Covid-19, tamponi disposti dai medici di famiglia

Sono i medici di medicina generale, d’intesa con i medici di igiene e sanità pubblica, a decidere, dopo aver effettuato l’anamnesi, se i loro assistiti devono fare il tampone per il Covid – 19.

Lo ribadisce Ernesto Esposito, responsabile della Task force regionale, rispondendo in particolare alla segnalazione di una persona di Potenza, che lamenta di accusare sintomi influenzali dal 14 marzo e che fino ad ora non gli è stato fatto il test per il Coronavirus. Questa persona sostiene di aver lavorato nel locale pubblico di Potenza, chiuso dall’8 marzo scorso, dove i gestori sono risultati positivi.

Nel caso specifico – chiarisce Esposito – se fino ad oggi il test non è stato eseguito molto probabilmente i sanitari che hanno preso in carico il paziente non hanno ritenuto necessario farlo.

Nell’evidenziare che proprio per supportare meglio le esigenze dei cittadini nei diversi i territori sono state istituite le “Unità speciali Covid – 19”, composte da medici di medicina generale (titolari e supplenti), medici di continuità assistenziale (titolari e supplenti) e medici di igiene e sanità pubblica, che hanno il computo di coordinare le azioni da eseguire, Esposito assicura che la Regione verificherà se, nel caso segnalato, la procedura è stata seguita correttamente ed invita i cittadini a segnalare problemi e difficoltà che si dovessero verificare nell’assolvimento di questo servizio.

Covid-19, in Basilicata 127 i casi positivi, 1046 i tamponi totali

in Emergenza Covid-19

Emergenza Covid-19: aggiornamento del 26 marzo, ore 12.00

DATI EPIDEMIOLOGICI IN SINTESI

 

La task force regionale comunica che in tutta la giornata di ieri, 25 marzo, sono stati effettuati 189 test per l’infezione da Covid – 19.

Di questi: 168 sono risultati negativi e 21 positivi.

I casi positivi riguardano:

9 il Comune di Potenza;

5 il Comune di Matera;

2 il Comune di Montemurro;

2 il Comune di Spinoso;

1 il Comune di Latronico;

1 il Comune di Marsicovetere;

1 il Comune di Melfi.

Con questo aggiornamento salgono a 127 i casi positivi confermati in tutta la Basilicata su un totale di 1.046 tamponi analizzati.

Attualmente in Basilicata ci sono 88 persone in isolamento domiciliare e 38 ricoverati, dei quali 16 in terapia intensiva.

Tutti i test positivi verranno inviati all’Istituto superiore di sanità per la conferma di seconda istanza. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti avuti dalle persone risultate positive.

20 nuovi casi in Basilicata. Al 25|03|20, sono 106 i positivi al Covid-19 in Basilicata

in Emergenza Covid-19

Emergenza Covid-19: aggiornamento del 25 marzo, ore 12.00

DATI EPIDEMIOLOGICI SINTETICI “COVID-19” BASILICATA BollettinoCOVID25marzo

 

Potenza, 25 Marzo 2020. La task force regionale comunica che in tutta la giornata di ieri, 24 marzo, sono stati effettuati 113 test per l’infezione da Covid – 19. Di questi 93 sono risultati negativi e 20 positivi.

I positivi sono così distribuiti

Policoro.                 1

Matera.                   6

Montescaglioso.    4

Potenza.                 2

Salandra.                2

Rotondella.             1

Marconia.                1

Bernalda                  1

Avigliano.                 1

Sant’Arcangelo.       1

Al momento i casi positivi confermati in tutta la Basilicata sono 106 su un totale di 857 tamponi analizzati.

Attualmente in Basilicata ci sono 71 persone in isolamento domiciliare, 34 ricoverati totali dei quali 14 in terapia intensiva.

Tutti i test positivi verranno inviati all’Istituto superiore di sanità per la conferma di seconda istanza. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti avuti dalle persone risultate positive.

Il prossimo aggiornamento domani, 26 marzo alle ore 12,00.

Si allega il bollettino quotidiano con tutti i dati riassuntivi.

Nuovo traguardo nella raccolta fondi promossa dalla Regione Basilicata e finalizzata a sostenere il servizio sanitario lucano durante l’emergenza coronavirus. Ad oggi sono stati donati da aziende e cittadini 168.858 euro da utilizzare per l’acquisto di dispositivi individuali di sicurezza. L’iniziativa rientra nell’ambito della campagna regionale di comunicazione “Scacco matto al coronavirus”. Questo il conto corrente sul quale è possibile effettuare una donazione: IBAN IT19Q0542404297000000000382 – Banca Popolare di Bari, intestato a “Regione Basilicata”.

Torna su