Archivio tag

matera

Assemblea elettiva Unpli Basilicata Aps “Pro Loco: appuntamento il 19 Maggio

in Appuntamenti

Assemblea elettiva Unpli Basilicata Aps “Pro Loco: appuntamento il 19 Maggio 2024 a Matera

Convocata per domenica 19 maggio, presso Basilicata Open Space nel Palazzo dell’Annunziata di Matera, in Piazza Vittorio Veneto, l’Assemblea elettiva Unpli Basilicata Aps “Pro Loco: Appartenenza e passione per il proprio territorio” finalizzata al rinnovo delle cariche dirigenziali del Comitato regionale per il mandato 2024/2028. Dopo il via all’accreditamento dei partecipanti previsto dalle ore 9:30 alle ore 11:00, l’apertura dei lavori dell’assemblea. Ad introdurre lo svolgimento sarà il Presidente del Comitato regionale Unpli Basilicata APS, Vito Sabia. Seguiranno i saluti istituzionali di Domenico Bennardi, Sindaco di Matera; Antonio Lionetti, componente direttivo Pro Loco della città di Matera; Piero Marrese, Presidente della Provincia di Matera; Andrea Bernardo, Presidente ANCI Basilicata; Antonio Nicoletti, Direttore Generale APT Basilicata. Infine, la parola ad alcuni rappresentanti Pro Loco Unpli: Rocco Lauciello, Presidente UNPLI Puglia; Filippo Capellupo, Presidente UNPLI Calabria; Tony Lucido, Presidente UNPLI Campania; Antonello Grosso La Valle, consigliere nazionale UNPLI Calabria; Antonio La Spina, Presidente Nazionale UNPLI. Alle ore 11:15 ci sarà la presentazione dei candidati con l’apertura dei seggi fino alle 12:30, poi il via alle operazioni di spoglio con la proclamazione del nuovo eletto Presidente insieme ai consiglieri regionali, al consigliere nazionale, ai componenti dell’organo di controllo e del collegio dei Probiviri. Novità di questo nuovo mandato è il passaggio dell’elezione da dieci consiglieri anziché sei.
L’UNPLI Basilicata APT costituisce saldamente un punto di riferimento a livello regionale per le affiliate 83 Pro Loco presenti sul territorio lucano. Quarantacinque sono le sedi di Servizio Civile attive ad oggi con un progetto di servizio civile in atto che vede in campo circa 80 volontari impegnati; un numero importante per gli abitanti della Basilicata. Le Pro Loco affiliate all’UNPLI possono usufruire di numerose convenzioni locali e nazionali, consultabili nel dettaglio sul sito ufficiale dell’UNPLI. Migliaia i vantaggi anche per i cittadini che attivano la tessera annuale del socio Pro Loco affiliata all’UNPLI, contribuendo così al divenire continuo di un mondo che vede coinvolti oltre 600.000 cittadini associati nel territorio nazionale divisi nelle 6.200 associazioni Pro Loco e che permette di essere parte attiva in termini di sostengo della promozione di storia, turismo, tradizioni e cultura; all’unisono in tutta Italia.
I patrocinanti dell’evento sono: la Regione Basilicata, l’APT Basilicata, la Provincia di Matera, il Comune di Matera e la Pro Loco Matera.

Otto nuovi laureati oggi in Scienze infermieristiche all’ASM di Matera

in Cronaca

Otto nuovi laureati oggi in Scienze infermieristiche all’ASM di Matera

Si è svolta oggi la seduta di laurea nella sede dell’Azienda Sanitaria Locale per i ragazzi della facoltà di Infermieristica dell’Università di Foggia, polo formativo di Matera.

Nella sessione odierna si sono laureati 8 nuovi infermieri professionali che, a breve, si affacceranno nel mondo della professione in un ruolo sempre più importante e riconosciuto. La cerimonia di proclamazione e consegna delle lauree si è svolta alla presenza del Commissario Straordinario dell’ASM, Maurizio Friolo, della Responsabile della Unità operativa semplice dipartimentale Qualità, Accreditamento e Servizio Professioni Sanitarie e Sociali dell’ASM, Angela Braia, e dei rappresentanti dell’Università di Foggia. Nel formulare gli auguri agli 8 neo dottori, il commissario Friolo ha sottolineato che la figura dell’infermiere è al centro del servizio sanitario, insieme con i medici e gli assistenti socio sanitari.

“L’infermiere – ha aggiunto Friolo- è la figura cresciuta maggiormente come livello di professionalità. Oggi, la tenuta di qualunque struttura sanitaria di basa sul supporto degli infermieri. Il mercato del lavoro offre molte possibilità sia nel settore pubblico che privato dove i giovani infermieri hanno la possibilità di essere coinvolti nella ricerca clinica, nell’identificazione di nuovi trattamenti e nel miglioramento delle pratiche di assistenza. È una professione che richiede un grande apporto umano e tanti sacrifici ma può dare anche molteplici soddisfazioni. Auguro a questi ragazzi di proseguire con entusiasmo il loro percorso di vita, consapevoli di poter spendere al meglio le competenze professionali acquisite in questa struttura ed auspicando che i neolaureati possano esercitare la loro professione nella nostra ASM”.

Convenzione ASM – AIL: nuovi professionisti a supporto gratuito dei laboratori di ematologia

in Cronaca

Convenzione ASM – AIL: nuovi professionisti a supporto gratuito dei laboratori di ematologia al Madonna delle Grazie di Matera

 

Promuovere progetti di ricerca, studi clinici, sperimentazioni e supporto gratuito alle attività dell’Unità Operativa di Ematologia dell’Ospedale Madonna delle Grazie di Matera. È questa, in sintesi, la finalità della convenzione siglata oggi tra l’Azienda Sanitaria Locale di Matera e la locale sezione dell’AIL, Associazione Italiana Contro le Leucemie Linfomi e Mieloma.

Nella sede dell’ASM, questa mattina, il Commissario Straordinario Maurizio Friolo e il presidente di MATERAIL, Alberto Fragasso, hanno firmato la convenzione che permetterà all’ASM di avvalersi gratuitamente di figure specializzate come biologi, psicologi ma anche data manager che collaboreranno con il laboratorio “Muscas” dell’Unità Operativa di Ematologia, figure selezionate e finanziate dalla stessa AIL attraverso borse di studio.

Alla firma erano presenti anche il Direttore della Struttura Interaziendale Complessa, Michele Pizzuti e la Responsabile della Struttura Semplice Dipartimentale di Ematologia, Clara Mannarella. La convenzione prevede anche l’acquisto da parte di AIL di strumenti, reattivi e materiali diagnostici utili a progetti di ricerca relativi a malattie ematologiche realizzati nel laboratorio “MUSCAS” o in altri laboratori del Presidio Ospedaliero di Matera.

“La convenzione firmata oggi – afferma il Commissario Friolo- permetterà di incrementare le attività di ricerca dei laboratori di Ematologia supportando il nostro personale sanitario nei progetti di cura delle leucemie e delle altre malattie del sangue in linea con gli obiettivi dell’AIL. Ringrazio la sezione materana dell’Associazione Italiana Leucemie che, già in passato, ha finanziato attività di ricerca nei nostri laboratori con la finalità di migliorare i servizi e l’assistenza socio-sanitaria a favore dei malati di leucemia e delle loro famiglie”.

La convenzione ha l’obiettivo di garantire supporto e vicinanza al paziente ed alla sua famiglia in ogni fase della malattia fornendo un riferimento costante lungo tutto il cammino verso l’auspicata guarigione.

Cicloturismo in Basilicata: a Matera il Bike Forum. Fra gli ospiti Vittorio Brumotti

in Economia

“La Regione Basilicata è seriamente impegnata a valorizzare il cicloturismo perché rappresenta un settore dalle grandi opportunità sia per lo sviluppo economico che per la crescita occupazionale”. Lo ha detto stamani l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Michele Casino, aprendo al cinema comunale Guerrieri, a Matera, il primo Basilicata Bike Forum.

Nel portare i saluti del presidente della Regione, Vito Bardi, Casino ha ricordato che il governo regionale ha rifinanziato il programma Parti (Piano di Azione per la Ripresa del Turismo In Basilicata) con un investimento di circa 2 milioni di euro. “E’ nostra intenzione – ha detto Casino – continuare a sostenere questo comparto produttivo ed i tanti imprenditori che stanno dando prova di grande maturità e professionalità a giudicare dai tanti apprezzamenti che stiamo guadagnando negli ultimi anni”.

A moderare l’incontro Patrizio Roversi, noto per aver condotto diversi programmi di successo insieme a Syusy Blady come, solo per citarne uno, “Turisti per caso”.

Dopo il saluto di Vittorio Brumotti che sul palco del Guerrieri ha dato un piccolo saggio della sua abilità sulle 2 ruote, è intervenuto il direttore di Apt Basilicata, Antonio Nicoletti; ““Il cicloturismo è un segmento di viaggio che nel Mezzogiorno sta crescendo più che nelle altre parti d’Italia. Secondo Legambiente, dal 7 percento del 2019 siamo passati al 17,4 percento nel 2022. La Basilicata, per le azioni messe in campo, sta contribuendo a questa crescita, ma c’è ancora molto da fare. Il bike forum si muove in questa direzione perché serve a costruire reti fra il nostro territorio e realtà leader nel settore ed è un giorno dedicato, ancora una volta, a far parlare di Basilicata nel mondo degli appassionati delle due ruote. Ma è anche una opportunità di crescita per gli operatori che vogliono dedicare una parte delle loro attività a questo genere di offerta”.

Sono seguiti una serie di interventi da parte di rappresentanti di aziende ed esperti del settore, a partire da Silvia Levoni, esperta di marketing territoriale: “La bicicletta ed il cicloturismo possono diventare ambasciatori di attrattori e tematiche turistiche che contraddistinguono la regione diventando cassa di risonanza delle caratteristiche identitarie. Grazie al target di persone che lo pratica, il cicloturismo crea un indotto economico sui territori in maniera orizzontale coinvolgendo e valorizzando le diverse attività economiche”.

La comunicazione resta un elemento fondamentale per promuovere itinerari e strutture, partendo dalla qualità dei percorsi come ha sottolineato Andrea Borchi, Tuscany Trail: “E’ importante per il territorio creare eventi proponendo percorsi di altissima qualità e pronti a rispondere ad ogni esigenza. Il nostro evento non è una competizione, ma un’avventura capace di generare 7 milioni di euro”.

A parlare di racconto dei territori è stato anche Giovanni Moro, Caporedattore di Dove Viaggi: “Vedere i luoghi è facile perché si può farlo anche virtualmente, ma ciò che rende speciale un viaggio è l’incontro con le persone che quel luogo lo vivono. E’ importante trovare sui territori una rete di persone che aiuti il turista a calarsi nel territorio, nella vita reale. E’ questa la priorità assoluta che emerge negli ultimi anni”.

Non meno importante la tecnologia che può ulteriormente rinforzare la comunicazione come ha evidenziato Fabio Galetto, direttore Italia Google Travel: “Andiamo verso un marketing di precisione perché ci rivolgiamo sempre di più a un turismo fatto di segmenti. Per raggiungere risultati importanti, quindi, bisogna capire bene la domanda precisa dell’utente. Molto gira sulla sostenibilità, e nelle nostre pagine è nata una certificazione per strutture o luoghi che si chiama Climate Change”.

Diversi i casi di successo portati sul palco del Guerrieri. Claudia Zancolli, di Adler spa Resorts & Lodges: “Nel 2016 abbiamo scelto di investire nell’e-bike accompagnando lo sviluppo di itinerari, cartine, di tour speciali in stretta collaborazione fra enti pubblici e privati. Resta molto importante organizzare esperienze con gli ospiti”. Come del resto ha raccontato Pierpaolo Romeo, Ceo di Girolibero: “Organizziamo tour sia in bici che barche. Lo scorso anno 44 percento del nostro noleggio è stato di e-bike. Nove persone su dieci che viaggiano in bicicletta organizzano la vacanza da sole ed è a queste persone che dobbiamo offrire servizi. Il 60 percento dei nostri clienti è anglosassone”.

Andrea Girlanda, Community manager di Komoot Italy, ha raccontato come funziona questa piattaforma ormai famosa in tutto il mondo: “La missione è rendere accessibile l’avventura outdoor a chiunque. Komoot è un canale di comunicazione capace di adattarsi a tutti i bisogni e offre agli utenti la possibilità di condividere all’interno della community la propria esperienza”.

A chiudere il forum Marco Poggi, presidente Mida: “Siamo nell’epoca della narrazione. Raccontando un territorio lo si valorizza. Lo spot colpisce, ma il racconto punta ad emozionare. Cerchiamo qualcosa in cui immedesimarci e questo lo consente il racconto di una storia”.

Oggi press tour per 15 giornalisti in città. Domani pedalata nei Sassi e presso la diga di San Giuliano.

Agricoltura: incontro in Prefettura. “Solidarietà al mondo agricolo”

in Economia

Agricoltura: incontro in Prefettura. “Solidarietà al mondo agricolo”. Il 12 febbraio a Policoro Consiglio provinciale aperto.

Il presidente della Provincia di Matera, Piero Marrese, ricevuto dal prefetto, S. E. Cristina Favilli, insieme a una delegazione di agricoltori lucani e al consigliere provinciale Giuseppe Maiuri, manifesta “piena solidarietà al mondo agricolo”. Il 12 febbraio a Policoro Consiglio provinciale aperto

“Piena e totale solidarietà agli agricoltori lucani che manifestano da giorni e lottano quotidianamente per vedere riconosciuti diritti e istanze necessari anche a pianificare un futuro certo e meno fosco”.

L’ha manifestata il presidente della Provincia di Matera, Piero Marrese, che è stato ricevuto dal Prefetto della città dei Sassi, S.E. Cristina Favilli, insieme al consigliere provinciale Giuseppe Maiuri e a una delegazione del mondo agricolo composta da Angelo Marone, allevatore di Scanzano Jonico, Maurizio D’Aloisio, frutticoltore di Montalbano Jonico; Savino Rocco Falanga, cerealicoltore di Genzano di Lucania, e Rocco Albini, orticoltore di Policoro.

“L’audizione – ha spiegato Marrese – è stata caratterizzata da un proficuo scambio di idee e prospettive tra gli agricoltori e noi rappresentanti istituzionali: sono stati affrontati temi cruciali come la sostenibilità e la sicurezza e, in generale, tutte le problematiche che in questo momento attanagliano il comparto.

Voglio pubblicamente ringraziare S. E. Cristina Favilli per averci ricevuti e ascoltati, a conferma dell’impegno delle istituzioni affinché si favorisca una fattiva collaborazione nell’interesse dell’intero settore agricolo che, è bene ricordarlo, in Basilicata è trainante”.

Marrese ha poi reso noto di aver convocato per il 12 febbraio alle ore 17, a Policoro, un Consiglio provinciale aperto con l’obiettivo di “offrire uno spazio di democrazia partecipata, dedicato alle preoccupazioni che oggi affliggono il comparto agricolo e zootecnico. La Provincia di Matera conferma il suo personale impegno per fare sintesi sulle criticità che investono il settore agricolo stante la congiuntura economica internazionale e le scelte politiche comunitarie, nazionali e locali che stanno penalizzando fortemente il settore, onde coordinare enti locali e aziende di settore nel tentativo di risolvere le questioni attualmente sul tavolo e consentire la sopravvivenza delle aziende e il loro futuro”.

Al Consiglio provinciale aperto saranno invitati anche il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, e tutta la Giunta regionale, i sindaci della provincia e i rappresentanti delle sigle sindacali e di categoria del comparto agricolo: nel corso dell’assemblea verrà approvato un ordine del giorno concernente le richieste degli agricoltori.

Biblioteca Stigliani: approvato il progetto di valorizzazione

in Cronaca

Biblioteca Stigliani: approvato il progetto di valorizzazione. Passo importante per la crescita del presidio culturale.

Biblioteca Stigliani, il presidente della Provincia di Matera, Piero Marrese, accoglie “con piacere l’approvazione da parte della Giunta regionale del progetto di valorizzazione. Ribadiamo la richiesta di un incontro con l’assessore Casino per programmare un futuro stabile e certo alla biblioteca”

“Accogliamo con piacere l’approvazione da parte della Giunta regionale del progetto presentato dalla Provincia di Matera sulla biblioteca Stigliani. L’approvazione, infatti, ci permetterà di garantire l’apertura dell’importante presidio culturale per l’anno in corso, in attesa poi di ricevere i fondi che il presidente Bardi si è già impegnato a corrispondere”.

Così il presidente della Provincia di Matera, Piero Marrese, ha commentato l’approvazione del progetto di valorizzazione dell’importante presidio culturale da parte dell’esecutivo regionale. Il presidente, però, ha aggiunto: “Nelle more ribadiamo la richiesta di un incontro con l’assessore Michele Casino per discutere del problema relativo alle risorse umane da assegnare alla biblioteca e, in modo particolare, per attivare le procedure necessarie al reclutamento di qualificate figure da assumere: non possiamo infatti prescindere dalla valorizzazione reale, concreta del presidio culturale di Matera, con un occhio alla sua definitiva stabilità, affinché possa essere assicurato un futuro delineato ad una delle strutture più prestigiose di tutto il Sud Italia, bene comune, punto di riferimento della cultura a livello territoriale e regionale, presidio e garanzia anche dell’attuazione del fondamentale diritto allo studio, sancito a livello costituzionale.

Colgo l’occasione per ringraziare il dirigente della Direzione Generale per la Programmazione e la Gestione delle Risorse Strumentali e Finanziarie e tutta la Regione Basilicata per la sensibilità e l’attenzione dimostrate, nonché per la capacità di mantenere il dialogo proficuo e sinergico che ha sempre caratterizzato i nostri rapporti. Elementi che, in sinergia, hanno consentito di rinvenire soluzioni concrete nel preminente interesse di scongiurare il rischio della chiusura e garantire alla città la permanenza di un servizio così rilevante.

Sono fiducioso che tale dialogo possa essere la cifra costante che conduca alla risoluzione concreta di altre questioni sottoposte dalla Provincia di Matera all’attenzione della Regione”.

Provincia di Matera: rinnovato il consiglio che resterà in carica due anni

in Politica

Provincia di Matera: rinnovato il consiglio che resterà in carica due anni. La lista Provincia Unita ha espresso sette consiglieri

Il nuovo Consiglio provinciale di Matera, che rimarrà in carica per 2 anni, sarà composto dai consiglieri Francesco Mancini (voto ponderato: 8.824); Pasquale Sodo (7.911); Carmine Alba (7.792) Emanuele Pilato (7.622); Filomena Bucello (6.663); Carlo Ruben Stigliano (6.572); Nunzio Gallotta (6.058); Concettina Sarlo (5.918); Giuseppe Maiuri (5.020); Pasquale Doria (4.725).

Dei 10 consiglieri, 7 sono della lista Provincia Unita, che ha totalizzato 56.901 voti ponderati, 2 di Provincia Civica (18.149) e 1 di Insieme per la Provincia di Matera.
Su 404 aventi diritto, hanno votato in 311, con 3 schede nulle e 1 bianca.

Consiglio provinciale di Matera: tre liste in campo

in Politica

Consiglio provinciale di Matera: tre liste in campo. Il rinnovo avverrà il 20 Dicembre. Il muovo consiglio resterà in carica due anni.

 

Tre liste si contenderanno i dieci seggi del Consiglio provinciale di Matera, al rinnovo il prossimo 20 dicembre
“Provincia Unita”, “Insieme per la Provincia di Matera” e “Provincia Civica”. Sono i nomi delle tre liste presentate all’ufficio elettorale di via Ridola per il rinnovo del Consiglio provinciale, in programma il 20 dicembre dalle 8 alle 20.
I candidati di “Provincia Unita” sono: Carmine Alba, Filomena Bucello, Valentina Celsi, Giovanni Desantis, Pasquale Doria, Francesco Mancini, Emanuele Pilato, Concettina Sarlo, Cinzia Scarciolla e Pasquale Sodo.
Insieme per la Provincia” si affida a Giuseppina Cirigliano, Pancrazio Centola, Silvana Pedatella, Carlo Ruben Stigliano, Leonardo Rocco Tauro.
Provincia Civica” candida invece Nunzio Gallotta, Nunzio Carriero, Giuseppe Maiuri, Nicola Domenico Verde, Maria Francesca Santagata e Carmen Tufaro.

Va ricordato che il corpo elettorale è composto da sindaci e consiglieri comunali dei 31 paesi della provincia: gli aventi diritto al voto sono 404 e potranno esprimere una sola preferenza.

Lo scrutinio sarà effettuato dopo la chiusura del seggio, una volta espletate le formalità di rito, e nel computo sarà applicato il principio del voto ponderato, con i comuni suddivisi in 5 fasce a seconda della popolazione. Per i centri fino a 3mila abitanti (scheda di colore azzurro) il voto di ogni elettore, applicando il codice di ponderazione, vale 62; fino a 5mila (scheda arancione), invece, il valore sale a 176; per i comuni inseriti nella fascia fino a 10mila abitanti (scheda grigia) il valore è di 290; fino a 30mila abitanti (scheda rossa) ciascun voto vale 475 e, infine, fino a 100mila abitanti (scheda verde) il voto ponderato è pari a 945 per ogni preferenza espressa.
Il nuovo Consiglio durerà in carica due anni.

Cultura lucana, 4 giochi tradizionali della regione

in La Grande Bellezza

Cultura lucana, 4 giochi tradizionali della regione

L’Italia è un paese meraviglioso per tutta la cultura e la storia che ha ereditato e costruito nel corso dei secoli. Così tra arte, storia, letteratura e molto altro, emerge nelle tradizioni popolari il segno distintivo di ogni regione. Emblema di queste tradizioni sono i giochi, che non sono solo dei passatempi ma una diversa espressione della cultura di un popolo. Come quello lucano, tanto attaccato e geloso della propria cultura e delle proprie tradizioni, sia che si tratti di giochi di carte, come possono essere la scopa, la briscola o il tressette, o dei classici giochi da strada come pizzicantò, mazza e pizzico o tuzza muro. Ma oggi c’è anche da dire che i giochi tipici provano a resistere alla straordinaria evoluzione del mondo del gioco, che di questi tempi prende la forma del gaming online, tra console di videogame, app e sale da gioco virtuali. Alcuni articoli di recensione delle piattaforme di gioco e dei loro differenti bonus, come ad esempio il codice promozionale William Hill qui recensito da esperti, dimostrano in maniera chiara quanto sia vasta l’offerta di giochi tradizionali trasformatisi in versione totalmente digitale, a partire dal poker e arrivando alle slot machine. Ma per fortuna accanto all’evoluzione tecnologica la tradizione non viene messa da parte e tanti giochi restano vivi e proseguono anche nelle nuove generazioni.

Giochi di carte

Come in tante altre regioni, anche in Basilicata sono diffusissimi i giochi di carte tradizionali, con i classici mazzi di carte napoletane con i semi di coppe, denari, spade e bastoni. Accanto ad essi, da qualche anno va tanto di moda il mazzo di carte lucano con, tra le figure, il fante al posto della donna. Ma che sia con le lucane o con le napoletane in Lucania si gioca a tanti giochi di carte tradizionali come la scopa, la briscola e il tressette, giochi di concezione semplice ma per i quali serve tanta memoria e strategia nel giocare le carte giuste.

Pizzicantò

Qui si entra nel campo dei giochi della pura tradizione locale, legati strettamente alla storia e alla tradizione religiosa, dove servono solo alcune persone coraggiose. Si tratta infatti di costruire delle torri umane. Tredici persone che formano una piramide attraverso uno schema preciso distribuito su tre piani con i partecipanti che si inerpicano attorno ad un palo di legno su cui aggrapparsi man mano che si sale. Un rituale, un gioco, impreziosito anche da alcune filastrocche dialettali che i pizzicantari cantano mentre si esibiscono in questa prova.

Albero della cuccagna

Questo è un gioco e una tradizione molto diffusa in diversi paesi del mondo. Parte tutto dalla tradizionale concezione per cui nella cuccagna si debba cercare di raggiungere il meritato premio dopo uno sforzo, una specie di metafora della vita. E così in Basilicata e in manifestazioni presenti in alcuni Comuni, come il famoso Maggio di Accettura, c’è un momento della festa in cui i ragazzi del posto scalano una pertica cosparsa di grasso per raggiungere la cima dove si trova la “cuccagna” e recuperare il premio.

Mazza e Pizzico

Ci sono poi dei giochi che non richiedono prove di forza e nemmeno sono legati a usi e costumi religiosi o, ancora prima, pagani, ma fanno parte del divertimento semplice dei ragazzi quando una volta non c’erano tanti soldi per comprare giochi costosi. Uno dei più diffusi è la mazza e pizzico. Lo svolgimento del gioco è facile e intuitivo, dove servono pochissimi attrezzi, anche da oggetti di recupero, e un po’ di scaltrezza. Serve, dunque, una mazza di legno e un pezzo di legno più piccolo, o comunque un altro oggetto leggero. Lo scopo del gioco è colpire l’oggetto piccolo con la mazza e indirizzarlo verso un punto prestabilito con meno colpi possibile.

Tuzza Muro

Infine tuzza muro. I ragazzi di una volta dovevano dotarsi di alcune monetine o, ancora più semplice, di una manciata di bottoni, magari una volta avanzati dai lavoretti alla macchina da cucire che le nonne facevano in casa. Ci si posizionava davanti a un muro e si doveva lanciare il proprio bottone il più vicino ad altri posizionati precedentemente. Chi si avvicinava di più catturava tutte le altre.

Grillo e Ligorio sono i nuovi segretari provinciali di Azione Basilicata

in Politica

Grillo, per la provincia di Potenza,  e Ligorio per quella di Matera, sono i nuovi segretari provinciali di Azione Basilicata

Ivana Grillo e Vincenzo Ligorio sono i nuovi segretari provinciali di Azione Basilicata, eletti nei congressi di Potenza e Matera e che si sono svolti venerdì 10 e sabato 11 novembre. Contestualmente, sono stati scelti anche i presidenti delle assemblee provinciali, Cristiano Sampogna per la provincia di Potenza e Concetta Sarlo per quella di Matera. “Sono molto soddisfatto per il risultato di questi due congressi e per la grande partecipazione delle azioniste e degli azionisti lucani a questi due importanti momenti democratici del nostro partito”, ha commentato il segretario regionale di Azione Basilicata, Donato Pessolano. “Grillo e Ligorio, così come Sampogna e Sarlo, – ha continuato Pessolano- rappresentano per noi un importante investimento politico in una generazione compiutamente riformista e realmente radicata nel territorio. I nostri nuovo dirigenti – ha concluso Pessolano- sapranno dare un contributo determinante per la crescita di Azione in tutta la regione e per il lavoro che ci aspetta in vista delle prossime scadenze elettorali, a partire dalle elezioni regionali.”

1 2 3 24
Torna su