Archivio tag

matera

A Policoro si è discusso di sanità: “Se paghi puoi curarti”

in Cronaca

A Policoro si è discusso di sanità: “Se paghi puoi curarti”. Sotto i riflettori delle associazioni la governance della Sanità in Basilicata

Un incontro con il Prefetto e l’inoltro delle segnalazioni alla Corte dei Conti: ad annunciarlo è stata Maria Antonietta Tarsia, presidente regionale Cittadinanza Attiva Basilicata, nel corso della conferenza pubblica svoltasi sabato pomeriggio nella sala consiliare di Policoro.

La disanima fatta nel corso dell’iniziativa “Sanità in Basilicata: dove andremo a curarci?” è stata impietosa: mancanza di interlocuzione con i cittadini, poco personale medico-santario, la “mancanza di date” per prestazione come Tac, risonanza, mammografia, urologia, turni assurdi e strutture mortificate nelle loro funzioni. “Il Pronto Soccorso di Policoro è utilizzato come centro di accettazione: i pazienti arrivano per essere poi accompagnati in altri presidi”, ha detto Maria Antonietta Tarsia. Che nel corso dell’intervento, nel parlare dell’insufficienza di personale, ha precisato:

“Un ringraziamento va a tutti gli operatori, medici, infermieri, OSS e personale in generale, tutti impegnati a fare ore di lavoro non programmate pur di fronteggiare la situazione”.

Nel parlare dell’ospedale di Tinchi (Pisticci) ha aggiunto: “E’ ormai una struttura vuota, svolge la funzione di poliambulatorio”.

La relazione ha toccato le diverse strutture sanitarie che operano in Basilicata e ha messo in evidenza le tantissime criticità e quelli che secondo Cittadinanza Attiva rappresentano sprechi finanziari meritevoli di essere posti all’attenzione dei magistrati della Corte dei Conti. “invieremo i dati in nostro possesso alla Corte dei Conti per segnalare lo spreco di denaro per la Riabilitazione Pneumologia territoriale di Matera fuori regione con 200 mila euro, visto che abbiamo una stanza super attrezzata nel Distretto di Matera”.

Infine la triste considerazione legata alle prestazioni e ai “tempi” necessari per erogarle: “Quando sono intramoenia vengono erogate subito. In sostanza chi ha i soldi può curarsi. Chi non li ha non può curarsi”.

Annamaria Lardo, Cittadinanza Attiva Policoro, ha messo in evidenza la mancanza di dialogo fra aziende sanitarie e cittadini.

I saluti iniziali sono stati affidati al vicesindaco di Policoro, Nicola Celano.

Hanno inoltre partecipato Francesco Labriola del Comitato cittadino Pro Ospedale, il quale, nel suo intervento,  ha sottolineato la carenza di personale: “l’ospedale di Policoro opera con la metà dei lavoratori che servirebbero. Endoscopia a Policoro si fonda su un medico e un infermiere sui quali gravano migliaia di prestazioni ogni anno”.

Fra gli altri relatori: Francesco Manolio, “Giustizia per i diritti” Cittadinanza Attiva, Francesca Picciani, coordinatrice regionale Tribunale per i diritti del malato e Anna Padula dell’associazione Autismo in Movimento. Il dibattito è stato moderato dal medico e giornalista, Filippo Mele.

 

 

DDA: “In Basilicata innegabile la presenza criminale mafiosa”

in Cronaca
Giustizia: il tribunale di Potenza

DDA: “In Basilicata innegabile la presenza criminale mafiosa”. Secondo la Direzione distrettuale antimafia il fenomeno è diffuso in egual misura nelle province di Matera e Potenza

In Basilicata “la presenza criminale, a base marcatamente mafiosa, rappresenta una realtà ormai innegabile che investe, in egual misura, le province di Potenza e Matera”.
Lo sostiene la Direzione distrettuale antimafia di Potenza, valutando le conclusioni dell’inchiesta che ha portato all’esecuzione, oggi, di 37 arresti (28 in cercare e nove ai domiciliari) a carico dei presunti componenti del clan guidato da Renato Martorano e Dorino Stefanutti.
Nel rilevare che la “consorteria potentina” è “ampiamente riconosciuta dalla ‘ndrangheta calabrese e dai clan mafiosi lucani, siciliani e pugliesi”, la Dda ha parlato di “capillare compenetrazione del sodalizio potentino nel tessuto economico ed imprenditoriale cittadino, perseguita anche attraverso il reiterato ricorso ad eclatanti azioni intimidatorie”. In sostanza, le indagini della Polizia hanno consentito di “tracciare il solco di un nuovo corso criminale attivo nella città di Potenza”, entrato fino “nelle sfere istituzionali, come nel caso di una sigla sindacale attiva nel comparto sanitario”[ansa]

Bardi su operazione antimafia in Basilicata

Il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, esprime a nome suo, del governo regionale e di tutti i lucani il più vivo e sincero sentimento di gratitudine nei confronti delle forze dell’ordine per la operazione compiuta oggi contro il clan Martorano-Stefanutti, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Potenza, che ha portato all’adozione di misure restrittive nei confronti di 37 persone.
“Ringrazio il ministro degli Interni Lamorgese, la Direzione distrettuale antimafia di Potenza e la Polizia di Stato per questo duro colpo inferto alla criminalità organizzata. E’ la testimonianza più concreta che in Basilicata lo Stato c’è”.

Foto a scopo illustrativo, non si riferisce al fatto descritto nell’articolo

Elezioni Provincia di Matera: tre liste presentate

in Politica

Elezioni Provincia di Matera: tre liste presentate. Le elezioni di “secondo grado” avranno luogo il prossimo 18 Dicembre

Sono state consegnate questa mattina nel Palazzo della Provincia di Matera le liste dei candidati al Consiglio Provinciale di Matera, che sarà rinnovato il prossimo sabato 18 dicembre. Sono tre le liste presentate. Si tratta di Provincia Unita, composta da dieci candidati (Viviana Verri, Emanuele Pilato, Francesco Mancini, Pasquale Doria, Filomena Bucello, Carmine Alba, Antonietta Rago, Giuseppe Candela, Giovanni De Santis, Beatrice Di Fesca), Provincia Civica, composta da otto candidati (Nunzio Carriero, Nunzio Gallotta, Gianluca Modarelli, Francesco Micucci, Stefania Cuccarese, Carmen Tufaro, Nicola Domenico Verde, Adriana Violetto), e Uniti per la Provincia di Matera, composta da cinque candidati (Augusto Toto, Sergio Pascale, Maria Pina Cosentino, Camillo Donato Pierro, Antinesca Petrigliano).

L’Ufficio elettorale della Provincia provvederà ora alle verifiche dei documenti presentati e ufficializzerà le candidature per le elezioni del prossimo 18 dicembre.

PROVINCE, ELEZIONI DI SECONDO GRADO: PROCEDURE ELETTORALI
Sono eleggibili a consigliere provinciale i sindaci e i consiglieri comunali in carica. Il Consiglio dura in carica 2 anni. Sono eleggibili a presidente della Provincia tutti i sindaci della provincia. Il Presidente dura in carica 4 anni. Eleggono il presidente e il consiglio provinciale, i sindaci e i consiglieri dei comuni della provincia. l consiglio provinciale è composto da:
– il Presidente della Provincia
– 16 componenti nelle province con popolazione superiore a 700.000 abitanti;
– 12 componenti nelle province con popolazione da 300.000 a 700.000 abitanti;
– 10 componenti nelle province con popolazione fino a 300.000 abitanti.
(Legge 56/14 comma 67)
Per l’elezione dei consigli provinciali è prevista l’espressione di un voto di lista. Ciascun elettore può inoltre esprimere un voto di preferenza per uno dei
candidati alla carica di consigliere provinciale compreso nella lista.

Due ristoranti lucani stellati nella “Guida Michelin”

in Storie di Frutta

Due ristoranti lucani stellati nella “Guida Michelin”: Stella confermata, nella 67esima edizione della “Guida Michelin”, per due ristoranti lucani: “Don Alfonso 1890 San Barbato” di Lavello e “Vitantonio Lombardo” di Matera

Gli Ispettori della Guida MICHELIN sono riusciti a trovare – anche quest’anno – ottimi standard ed originalità, che sono poi i tratti costitutivi del DNA nazionale

Le recensioni dedicate ai due ristoranti, nella guida stellata, puntano sulla creatività e l’elevato standard qualitativo offerto dalle strutture lucane, con particolare attenzione alle materie prime e alla rivisitazione dei piatti della nostra terra.
Per il “Don Alfonso 1890 San Barbato” di Lavello, “troviamo l’ispirazione non solo dei proverbiali classici – è scritto nella ‘Guida Michelin’ – ma anche rivisitazioni di ricette più regionali con la massima esaltazione d’ingredienti locali come il peperone crusco. Una cucina moderna, tecnica, volta a dare voce a piccole produzioni del territorio e a sapori dimenticati. Ottima selezione di vini del sud, e non solo, a complemento di una tappa gastronomica da non perdere.”
Parole di elogio anche per il ristorante “Vitantonio Lombardo” di Matera: “Piatti creativi si affiancano ad una linea più territoriale, ma pur sempre rivisitata con gusto moderno, e nuove ricette in un menu che può andare dalle cinque alle dodici portate. Di origini lucane, Vitantonio Lombardo ha il merito di aver portato la prima stella Michelin nella storia di Matera”.
“Siamo orgogliosi per l’ambito riconoscimento ottenuto da due ristoranti della Basilicata che si confermano nuovamente tra i big dell’alta cucina italiana – commenta il vicepresidente e assessore alle Politiche agricole, alimentari e forestali Francesco Fanelli – dando lustro a un intero territorio, dove la ristorazione può contare su materie prime della migliore qualità e chef di comprovate esperienze.

“All’insegna dell’inventiva e della qualità, la gastronomia italiana è sempre pronta a rinnovarsi, tra idee originali, grandi firme e – talvolta – anche un pizzico di follia che in momenti come questi, dopo mesi di “pausa forzata”, certamente è di grande sprono”, è riportato nel sito ufficiale di Guida Michelin.
“E’ difficile stare al passo con la continua evoluzione del Bel Paese, nazione per eccellenza vocata al dinamismo e al cambiamento per quanto concerne la buona tavola; la quantità di nuove aperture e tendenze più alla moda non si è lasciata, infatti, scoraggiare dalle difficoltà della contingenza socio-sanitaria, e in un territorio così esteso in lunghezza ed articolato come il nostro, gli Ispettori della Guida MICHELIN sono riusciti a trovare – anche quest’anno – ottimi standard ed originalità, che sono poi i tratti costitutivi del DNA nazionale”.

LA BASILICATA NELLA GUIDA MICHELIN

 

Abruzzo (4)
Civitella Casanova (PE) – La Bandiera
Guardiagrele (CH) – Villa Maiella
Roseto degli Abruzzi / Montepagano (TE) – D.One Restaurant
San Salvo / San Salvo Marina (CH) – Al Metrò

Basilicata (2)
Lavello (PZ) – Don Alfonso 1890 San Barbato
Matera (MT) – Vitantonio Lombardo

Calabria (7)
Catanzaro (CZ) – Abbruzzino
Isola di Capo Rizzuto / Praialonga (KR) – Pietramare Natural Food
Lamezia Terme (CZ) – Luigi Lepore N
Marina di Gioiosa Ionica (RC) – Gambero Rosso
San Giovanni in Fiore (CS) – Hyle N
Santa Cristina d’Aspromonte (RC) – Qafiz
Strongoli (KR) – Dattilo

Campania (40)
Amalfi (SA) – La Caravella dal 1959
Amalfi (SA) – Glicine
Bacoli (NA) – Caracol
Isola di Capri / Capri (NA) – Mammà
Isola di Capri / Capri (NA) – Le Monzù
Castellammare di Stabia (NA) – Piazzetta Milù
Conca dei Marini (SA) – Il Refettorio
Eboli (SA) – Il Papavero
Isola d’Ischia / Lacco Ameno (NA) – Indaco
Maiori (SA) – Il Faro di Capo d’Orso
Massa Lubrense / Nerano (NA) – Taverna del Capitano
Massa Lubrense / Termini (NA) – Relais Blu
Napoli (NA) – ARIA N
Napoli (NA) – Il Comandante
Napoli (NA) – George Restaurant
Napoli (NA) – Palazzo Petrucci
Napoli (NA) – Veritas
Nola (NA) – Rear Restaurant N
Nola (NA) – Re Santi e Leoni
Paestum (SA) – Osteria Arbustico
Paestum (SA) – Le Trabem
Pompei (NA) – President
Positano (SA) – Li Galli N
Positano (SA) – La Serra
Positano (SA) – Zass
Quarto (NA) – Sud
Ravello (SA) – Il Flauto di Pan
Ravello (SA) – Rossellinis
Salerno (SA) – Re Maurì
Sant’Agnello (NA) – Don Geppi
Somma Vesuviana (NA) – Contaminazioni Restaurant N
Sorrento (NA) – Il Buco
Sorrento (NA) – Lorelei
Sorrento (NA) – Terrazza Bosquet
Telese Terme (BN) – La Locanda del Borgo
Torre del Greco (NA) – Josè Restaurant – Tenuta Villa Guerra
Vallesaccarda (AV) – Oasis – Sapori Antichi
Vico Equense (NA) – Antica Osteria Nonna Rosa
Vico Equense / sulla SS 145 Sorrentina (NA) – Maxi
Vico Equense / Ticciano (NA) – Cannavacciuolo Countryside N

Città di San Marino (1)
San Marino – Righi

Emilia-Romagna (19)
Bagno di Romagna / San Piero in Bagno (FC) – Da Gorini
Bologna (BO) – I Portici
Borgonovo Val Tidone (PC) – La Palta
Carpaneto Piacentino (PC) – Nido del Picchio
Castel Maggiore (BO) – Iacobucci
Cesenatico (FC) – La Buca
Codigoro (FE) – La Capanna di Eraclio
Codigoro (FE) – La Zanzara
Modena (MO) – L’Erba del Re
Parma (PR) – Inkiostro
Parma (PR) – Parizzi
Pennabilli (RN) – Il Piastrino
Polesine Parmense (PR) – Antica Corte Pallavicina
Quattro Castella / Rubbianino (RE) – Ca’ Matilde
Rimini (RN) – Abocar Due Cucine
Rimini / Miramare (RN) – Guido
Rubiera (RE) – Arnaldo – Clinica Gastronomica
Savigno (BO) – Trattoria da Amerigo
Torriana (RN) – Osteria del Povero Diavolo

Friuli-Venezia Giulia (5)
Cormons (GO) – Trattoria al Cacciatore – La Subida
Dolegna del Collio / Vencò (GO) – L’Argine a Vencò
Ruda (UD) – Osteria Altran
San Quirino (PN) – La Primula

Sappada (BL) – Laite

Lazio (25)
Acquapendente / Trevinano (VT) – La Parolina
Acuto (FR) – Colline Ciociare
Fiumicino (RM) – Pascucci al Porticciolo
Fiumicino (RM) – Il Tino
Genazzano (RM) – Aminta Resort
Labico (RM) – Antonello Colonna Labico
Pontinia (LT) – Mater1apr1ma N
Isola di Ponza / Ponza (LT) – Acqua Pazza
Roma / Centro storico (RM) – Acquolina
Roma / Centro storico (RM) – Il Convivio Troiani
Roma / Centro storico (RM) – Idylio by Apreda
Roma / Centro storico (RM) – Imàgo
Roma / Centro storico (RM) – Per Me Giulio Terrinoni
Roma / Centro storico (RM) – Pipero Roma
Roma / Parioli (RM) – All’Oro
Roma / Roma antica (RM) – Aroma
Roma / Roma antica (RM) – Marco Martini Restaurant
Roma / San Pietro-Città del Vaticano (RM) – Enoteca La Torre
Roma / Stazione Termini (RM) – Moma
Roma / Stazione Termini (RM) – La Terrazza
Roma / Trastevere-Testaccio (RM) – Glass Hostaria
Roma / Trastevere-Testaccio (RM) – Zia
Terracina (LT) – Essenza
Viterbo (VT) – Danilo Ciavattini
Vitorchiano (VT) – Casa Iozzìa

Liguria (9)
Alassio (SV) – Nove
Bergeggi (SV) – Claudio
Genova (GE) – The Cook
Genova (GE) – San Giorgio N
Imperia / Porto Maurizio (IM) – Sarri
Lavagna / Cavi (GE) – Impronta d’Acqua
Moneglia (GE) – Orto by Jorg Giubbani N
Noli (SV) – Il Vescovado
San Remo (IM) – Paolo e Barbara

Lombardia (48)
Albavilla (CO) – Il Cantuccio
Almè (BG) – Frosio
Bellagio (CO) – Mistral
Bergamo (BG) – Casual
Bergamo (BG) – Impronte
Calvisano (BS) – Al Gambero
Campione d’Italia (CO) – Da Candida
Cavernago (BG) – Il Saraceno
Cernobbio (CO) – Materia
Certosa di Pavia (PV) – Locanda Vecchia Pavia “Al Mulino”
Como (CO) – Kitchen
Como (CO) – I Tigli in Theoria
Corte Franca / Borgonato (BS) – Due Colombe
Desenzano del Garda (BS) – Esplanade
Fagnano Olona (VA) – Acquerello
Gardone Riviera / Fasano (BS) – Lido 84
Gargnano (BS) – La Tortuga
Laveno-Mombello (VA) – La Tavola
Madesimo (SO) – Il Cantinone e Sport Hotel Alpina
Manerba del Garda (BS) – Capriccio
Mantello (SO) – La Présef
Milano / Centro storico (MI) – Cracco
Milano / City Life-Sempione (MI) – Iyo
Milano / City Life-Sempione (MI) – Tano Passami l’Olio
Milano / Isola-Porta Nuova (MI) – AALTO
Milano / Isola-Porta Nuova (MI) – Berton
Milano / Isola-Porta Nuova (MI) – Viva Viviana Varese
Milano / Navigli (MI) – Contraste
Milano / Navigli (MI) – Sadler
Milano / Porta Romana-Porta Vittoria (MI) – L’Alchimia
Milano / Stazione Centrale (MI) – Felix Lo Basso home & restaurant N

Felix Lo Basso home & restaurant ©Modestino Tozzi
Felix Lo Basso home & restaurant ©Modestino Tozzi
Milano / Stazione Centrale (MI) – Joia
Milano / Zona urbana Nord-Ovest (MI) – Innocenti Evasioni
Oggiono (LC) – Bianca sul Lago by Emanuele Petrosino N
Olgiate Olona (VA) – Ma.Ri.Na.
Orzinuovi (BS) – Sedicesimo Secolo
Pralboino (BS) – Leon d’Oro
San Paolo d’Argon (BG) – Umberto De Martino
Sirmione (BS) – La Rucola 2.0
Sirmione (BS) – La Speranzina Restaurant & Relais N
Sorisole (BG) – Osteria degli Assonica N
Stradella (PV) – Villa Naj
Trescore Balneario (BG) – LoRo
Treviglio (BG) – San Martino
Viganò (LC) – Pierino Penati
Vigevano (PV) – I Castagni
Villa d’Almè (BG) – Osteria della Brughiera
Villa di Chiavenna (SO) – Lanterna Verde

Marche (4)
Loreto (AN) – Andreina
Pesaro (PU) – Nostrano
Porto San Giorgio (FM) – L’Arcade N
Porto San Giorgio (FM) – Retroscena N

Piemonte (40)
Acqui Terme (AL) – I Caffi
Alba (CN) – Larossa
Alba (CN) – Locanda del Pilone
Alessandria / Spinetta Marengo (AL) – La Fermata
Caluso (TO) – Gardenia
Canale (CN) – All’Enoteca
Cherasco (CN) – Da Francesco
Domodossola (VB) – Atelier
Isola d’Asti (AT) – Il Cascinalenuovo
La Morra (CN) – Damiano Nigro N
La Morra (CN) – Massimo Camia
La Morra / Annunziata (CN) – Osteria Arborina
Monforte d’Alba (CN) – Borgo Sant’Anna
Monforte d’Alba (CN) – Fre
Novara (NO) – Cannavacciuolo Cafè & Bistrot
Novara (NO) – Tantris
Orta San Giulio (NO) – Locanda di Orta
Penango / Cioccaro (AT) – Locanda Sant’Uffizio Enrico Bartolini
Pinerolo (TO) – Zappatori
Piobesi d’Alba (CN) – 21.9
Pollone (BI) – Il Patio
Priocca (CN) – Il Centro
San Maurizio Canavese (TO) – La Credenza
Santo Stefano Belbo (CN) – Il Ristorante di Guido da Costigliole
Serralunga d’Alba / Fontanafredda (CN) – Guido
Soriso (NO) – Al Sorriso
Tigliole (AT) – Ca’ Vittoria
Torino (TO) – Del Cambio
Torino (TO) – Cannavacciuolo Bistrot
Torino (TO) – Carignano
Torino (TO) – Casa Vicina
Torino (TO) – Condividere
Torino (TO) – Magorabin
Torino (TO) – Piano 35
Torino (TO) – Spazio7
Torino (TO) – Unforgettable N
Torino (TO) – Vintage 1997
Treiso (CN) – La Ciau del Tornavento
Venaria Reale (TO) – Dolce Stil Novo alla Reggia
Vernante (CN) – Nazionale N

Puglia (11)
Carovigno (BR) – Già Sotto l’Arco
Conversano (BA) – Pashà
Lecce (LE) – Bros’
Lecce (LE) – Primo Restaurant N
Manduria (TA) – Casamattam
Ostuni (BR) – Cielo
Peschici (FG) – Porta di Basso N
Putignano (BA) – Angelo Sabatelli
Savelletri (BR) – Due Camini
Trani (BT) – Casa Sgarra
Trani (BT) – Quintessenza

Sardegna (5)
Arzachena / Baia Sardinia (OT) – Somu N
Arzachena / Porto Cervo (OT) – ConFusion
Cagliari (CA) – Dal Corsaro
Pula (CA) – Fradis Minoris N
San Teodoro (OT) – Gusto by Sadler N

Sicilia (14)
Bagheria (PA) – I Pupi
Caltagirone (CT) – Coria
Catania (CT) – Sapio
Isole Eolie / Vulcano (ME) – Il Cappero
Isole Eolie / Salina (ME) – Signum
Linguaglossa (CT) – Shalai
Modica (RG) – Accursio
Palermo (PA) – Gagini Restaurant N
Ragusa (RG) – Locanda Don Serafino
Riposto / Archi (CT) – Zash
Taormina (ME) – Otto Geleng
Taormina (ME) – St. George by Heinz Beck
Taormina / Lido di Spisone (ME) – La Capinera
Terrasini (PA) – Il Bavaglino

Toscana (34)
Arezzo (AR) – Octavin N
Castelnuovo Berardenga (SI) – L’Asinello
Castelnuovo Berardenga (SI) – La Bottega del 30
Castelnuovo Berardenga (SI) – Poggio Rosso
Castiglione d’Orcia / Rocca d’Orcia (SI) – Osteria Perillà
Castiglione della Pescaia / Badiola (GR) – La Trattoria Enrico Bartolini
Chiusdino (SI) – Meo Modo
Chiusi (SI) – I Salotti
Cortona / San Martino (AR) – Il Falconiere
Firenze (FI) – Borgo San Jacopo
Firenze (FI) – Gucci Osteria da Massimo Bottura
Firenze (FI) – La Leggenda dei Frati
Firenze (FI) – Il Palagio
Forte dei Marmi (LU) – Bistrot
Forte dei Marmi (LU) – Lorenzo
Forte dei Marmi (LU) – Lux Lucis
Forte dei Marmi (LU) – La Magnolia
Forte dei Marmi (LU) – Il Parco di Villa Grey
Gaiole in Chianti (SI) – Il Pievano
Lamporecchio (PT) – Atman a Villa Rospigliosi
Lucca (LU) – Giglio
Lucca / Marlia (LU) – Butterfly
Marina di Bibbona (LI) – La Pineta
Marina di Grosseto (GR) – Gabbiano 3.0
Marina di Pietrasanta (LU) – Franco Mare
Montalcino / Poggio alle Mura (SI) – Sala dei Grappoli
Porto Ercole (GR) – Il Pellicano
San Casciano dei Bagni / Fighine (SI) – Ristorante Castello di Fighine
San Gimignano (SI) – Linfa
Scarperia / Lucigliano (FI) – Virtuoso Gourmet – Tenuta Le Tre Virtù
Seggiano (GR) – Silene
Tavarnelle Val di Pesa (FI) – La Torre
Tavarnelle Val di Pesa / Badia a Passignano (FI) – Osteria di Passignano
Viareggio (LU) – Lunasia
Viareggio (LU) – Romano

Trentino-Alto Adige (24)
Appiano sulla Strada del Vino / San Michele (BZ) – Osteria Acquarol N

Osteria Acquarol ©Laura
Osteria Acquarol ©Laura
Appiano sulla Strada del Vino / San Michele (BZ) – Zur Rose
Arco (TN) – Peter Brunel Ristorante Gourmet
Bolzano (BZ) – In Viaggio – Claudio Melis
Bressanone (BZ) – Apostelstube
Castelbello Ciardes (BZ) – Kuppelrain
Cavalese (TN) – El Molin
Collepietra (BZ) – Astra
Dobbiaco (BZ) – Tilia
Falzes / Molini (BZ) – Schöneck
Madonna di Campiglio (TN) – Dolomieu
Madonna di Campiglio (TN) – Il Gallo Cedrone
Madonna di Campiglio (TN) – Stube Hermitage
Merano (BZ) – Sissi
Merano / Freiberg (BZ) – Prezioso
Moena (TN) – Malga Panna
Nova Levante (BZ) – Johannesstube
Ortisei (BZ) – Anna Stuben
Renon / Soprabolzano (BZ) – 1908 N
Rovereto (TN) – Senso Alfio Ghezzi Mart
Selva di Val Gardena (BZ) – Alpenroyal Gourmet
Tesimo (BZ) – Zum Löwen
Trento / Ravina (TN) – Locanda Margon
Vigo di Fassa / Tamion (TN) – ‘L Chimpl

Umbria (3)
Baschi (TR) – Casa Vissani
Norcia (PG) – Vespasia
Perugia (PG) – L’Acciuga N

Valle d’Aosta (2)
Aosta (AO) – Vecchio Ristoro
Courmayeur (AO) – Petit Royal

Veneto (31)
Altissimo (VI) – Casin del Gamba
Arzignano (VI) – Damini Macelleria & Affini
Asiago (VI) – Stube Gourmet
Asiago (VI) – La Tana Gourmet
Barbarano Vicentino (VI) – Aqua Crua
Bardolino (VR) – La Veranda del Color
Borgoricco (PD) – Storie d’Amore
Castelfranco Veneto (TV) – Feva
Cavaion Veronese (VR) – Oseleta
Cortina d’Ampezzo (BL) – Sanbrite
Cortina d’Ampezzo (BL) – Tivoli
Malcesine (VR) – Vecchia Malcesine
Malo (VI) – La Favellina N
Oderzo (TV) – Gellius
Pieve d’Alpago (BL) – Dolada
Pontelongo (PD) – Lazzaro 1915
Puos d’Alpago (BL) – Locanda San Lorenzo
Romagnano (VR) – La Cru
Roverchiara (VR) – Locanda le 4 Ciacole N
San Pietro in Cariano / Corrubbio (VR) – Amistà
Schio (VI) – Spinechile
Scorzè (VE) – San Martino
Venezia (VE) – Local N
Venezia (VE) – Oro Restaurant
Venezia (VE) – Quadri
Venezia (VE) – Wistèria N
Venezia (VE) – Zanze XVI N
Venezia/Mazzorbo (VE) – Venissa
Verona (VR) – Il Desco
Verona (VR) – 12 Apostoli
Vicenza (VI) – Matteo Gran

Le notizie e le storie legate alle “materie prime” della cucina della Basilicata e non solo. Le storie di aziende che fanno dell’agricoltura e della sostenibilità la loro forza raccontate nella categoria Storie di Frutta.

Cocaina: arrestato perché sospettato di spaccio

in Cronaca

Cocaina: arrestato perché sospettato di spaccio. L’uomo di Montascaglioso “trovato in possesso con 120 gr circa di cocaina”

La Polizia di Stato di Matera ha arrestato “in flagranza di reato un 51enne di Montescaglioso per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e sequestrato quasi 120 gr di cocaina”, è scritto in una nota della Questura di Matera diffusa in queste ore.

E, ancora: “Nel corso di specifici servizi finalizzati al contrasto del traffico e dello spaccio di droga, sulla SP ex SS n.175 gli agenti della Squadra Mobile hanno fermato per un controllo un’autovettura che viaggiava in direzione Montescaglioso. Ma all’alt intimato dagli operatori, l’autista anziché fermarsi ha accelerato bruscamente cercando di dileguarsi. È stato allora prontamente inseguito dai poliziotti sull’auto di servizio, che lo hanno in breve raggiunto e bloccato. Alla guida, c’era il 51enne, unica persona a bordo, già conosciuto per precedenti specifici in materia di stupefacenti, che non ha saputo dare giustificazioni per non essersi fermato all’alt”.

Nella nota stampa è poi riportato: “Nei suoi confronti gli agenti hanno proceduto alla perquisizione personale, veicolare e domiciliare, rinvenendo un involucro in cellophane contenente 118,3 gr di cocaina nella tasca interna del giubbino che indossava e una dose di 1,1 gr della stessa sostanza nascosta sotto il tappetino del lato guida dell’auto. In un locale nella disponibilità dell’individuo è stato poi rinvenuto del materiale impiegato per il confezionamento delle dosi di stupefacente: un pentolino, ritagli di carta stagnola, un rotolo di nastro isolante e alcuni fogli di cellophane. La droga e il materiale per il suo confezionamento sono stati sequestrati insieme alla somma di 430 euro in banconote da piccolo taglio detenuta dal soggetto nel portafogli, ritenuta provento dell’illecita attività di spaccio.L’uomo è stato arrestato e condotto nella casa circondariale di Matera a disposizione dell’Autorità giudiziaria. Il Gip del Tribunale di Matera ha successivamente convalidato l’arresto confermando la custodia in carcere”.

Nella categoria dedicata le notizie di cronaca della regione e del territorio

Scanzano Jonico: il Prefetto nomina la dottoressa Camerini

in Cronaca

Scanzano Jonico: il Prefetto nomina la dottoressa Camerini. Al commissario sono conferiti i poteri spettanti al sindaco, alla Giunta e al Consiglio comunale sino a quando non saranno rinnovati con altra elezione

La Prefettura di Matera ha decretato: “la dottoressa Rosalia Ermelinda Camerini, viceprefetto in quiescenza, è nominata commissario prefettizio per la provvisoria gestione del comune di Scanzano Jonico”.

Il segretario comunale di Scanzano Jonico è incaricato dell’esecuzione nonché della notifica de presente provvedimento.

“Avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso giurisdizionale al T.A.R. di Basilicata ovvero ricorso straordinario al presidente della Repubblica rispettivamente nel termine di 60 e 120 giorni decorrenti dalla data di notifica.

Nel prima parte del documento, che ha come data quella del 9 Novembre 2021,  del Prefetto è scritto che: “da successivi accertamenti è emerso a carico del signor Mario Altieri risulta sussistere causa di incandidabilità ai sensi dell’articolo 10 comma 1 lettera C. Detta circostanza è stata notificata, da parte della competente Commissione elettorale circondariale di Matera ai sensi e per gli effetti di cui agli articoli 10, c 3 e 12 c 4 del suddetto decreto legislativo 235 del 2012, al presidente dell’adunanza dei presidenti di sezione per gli adempimenti di competenza, in sede di proclamazione degli eletti.

Covid19 Basilicata: 28 nuovi positivi e 20 guariti

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilicata: 28 nuovi positivi e 20 guariti. Leone: “situazione ospedaliera sotto controllo”. All’Asm di Matera ok a pneumologia territoriale

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 3 novembre, sono state effettuate 1.041 vaccinazioni.
A ieri sono 433.100 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (78,3 per cento) e 394.459 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (71,3 per cento) e 8.233 quelli che hanno ricevuto la terza dose per un totale di somministrazioni effettuate pari a 835.772 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane).
Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 676 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 28 (dei quali 27 residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 20 guarigioni, tutte relative a residenti in Basilicata.
Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi consultabile  collegandosi alla pagina web.

“La campagna vaccinale in Basilicata ha dei numeri molto positivi e infatti come certifica la Fondazione GIMBE, la situazione ospedaliera è totalmente sotto controllo:

la nostra regione è molto al di sotto della soglia di emergenza, con il 7% dei posti letto occupati in area medica, e lo 0% nelle terapie intensive. Due dati molto positivi che voglio condividere con medici, sanitari e volontari che hanno realizzato uno sforzo corale. Le vaccinazioni in Basilicata sono in perfetta media nazionale. Adesso dobbiamo spingere maggiormente sulle terze dosi. Mi unisco all’appello del Presidente Bardi di ieri: anche io farò la dose booster nei prossimi giorni”. Lo afferma in una nota l’Assessore alla Sanità della Regione Basilicata, Rocco Leone.

A MATERA AMBULATORIO LONG – COVID
Si comunica che presso la Pneumologia Territoriale dell’ASM di Matera è operativo, il primo e il terzo lunedì di ogni mese, l’Ambulatorio Long-COVID, dedicato a pazienti colpiti dall’ infezione da SARS-CoV-2 che, nonostante abbiano superato la fase acuta della malattia, continuano a manifestare, per quattro settimane e oltre, sintomatologia soprattutto a carico dell’apparato respiratorio.
I sintomi respiratori riferiti dai pazienti riguardano soprattutto tosse, dispnea, sensazione di oppressione toracica ed affaticamento.
Questi pazienti possono afferire alla struttura aziendale previo accordo diretto fra gli Specialisti della Pneumologia Territoriale e i Medici di famiglia e/o altri Medici Specialisti che abbiano seguito il percorso di cura nella fase acuta.
Potrà così essere effettuato, sempre presso la Pneumologia Territoriale, l’iter diagnostico-terapeutico con valutazione clinico-funzionale respiratoria completa; si procederà inoltre alla valutazione relativa alla necessità di ossigenoterapia e alla prescrizione di terapie e ottimizzazione di quelle in corso.
A completamento della “presa in carico globale” dei pazienti si effettueranno, ove necessario, prescrizioni di esami strumentali e di consulenze specialistiche, con indicazione della data dei controlli pneumologici successivi.

 

A Montalbano Jonico gli studenti incontrano Mariolina Venezia

in Cultura

A Montalbano Jonico gli studenti incontrano Mariolina Venezia, iniziativa in programma nell’ambito del cartellone “Percorsi culturali italiani”

A Montalbano Jonico gli studenti incontrano la scrittrice Mariolina Venezia. L’appuntamento è per domani, martedì 19 ottobre, alle 11.30, ed è l’ultimo degli eventi del cartellone “Percorsi culturali italiani”, la manifestazione promossa dalla Provincia di Matera. Per l’occasione le classi dell’istituto di istruzione superiore “Pitagora” dialogheranno con la scrittrice del libro “Via del riscatto”, avendo così la possibilità di approfondire alcuni aspetti del romanzo e di soddisfare le curiosità e gli interrogativi che ha suscitato in loro la lettura del testo. “L’obiettivo del progetto – spiega Piero Marrese, presidente della Provincia di Matera – è quello di promuovere interesse per la lettura, con la partecipazione dell’autore, contribuendo così a creare interessanti spazi di aggregazione culturale”. Altra iniziativa collaterale degna di nota è la distribuzione gratuita di copie del romanzo agli studenti. Il romanzo è il quarto della serie con Imma Tataranni protagonista, ma si può leggere anche senza conoscere i precedenti. È un giallo che talvolta tende al rosa, pervaso di ironia. La trama gialla inizia lentamente, poi quasi si disperde tra tanti temi collaterali e nel finale accelera il ritmo e l’inatteso colpevole viene svelato. Dopo aver visto su Raiuno la fiction tratta dai tre romanzi precedenti, magistralmente interpretata dall’attrice Vanessa Scalera, si apprezza ancora di più la vivace personalità della protagonista e la magnifica ambientazione a Matera. L’autrice Mariolina Venezia è nata a Matera. Attualmente vive a Roma, dove lavora per teatro, cinema e televisione. Ha pubblicato alcuni libri di poesie in Francia e, per Einaudi, i romanzi Mille anni che sto qui, vincitore del Premio Campiello 2007, Come piante tra i sassi (2009 e 2018), la raccolta di racconti Altri miracoli (Theoria 1998, Einaudi 2009), Da dove viene il vento (2011), Maltempo (2013 e 2018), Rione Serra Venerdì (2018) e Via del Riscatto (2019). Dai gialli di Imma Tataranni è stata prodotta la serie televisiva di successo per Raiuno.

DA RAIPLAY

Imma Tataranni è un sostituto procuratore dalla memoria prodigiosa abituata a risolvere i casi che le vengono affidati con metodi poco ortodossi. Ad accompagnarla nelle sue indagini attraverso la Basilicata è l’appuntato Ippazio Calogiuri, ragazzo timido e insicuro con cui si instaura un rapporto di grossa complicità. Ma Imma è anche moglie e mamma e a casa la aspettano suo marito Pietro, che è il suo esatto opposto, e sua figlia Valentina, alle prese con un’adolescenza ribelle.

Due arresti: sospettate di spaccio di eroina

in Cronaca

Due arresti:  sospettate di spaccio di eroina. L’operazione è avvenuta a Montescaglioso, sequestrati 123 gr di eroina

“La Polizia di Stato di Matera ha arrestato in flagranza di reato due donne per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso tra loro e sequestrato 123 gr di eroina”, è scritto nella nota diffusa alla stampa in queste ore dalla Questura di Matera.

Dalla ricostruzione fatta dagli investigatori risulterebbe che “un’autovettura sia stata fermata per un controllo mentre giungeva a Matera proveniente dalla S.S. 99 direzione Altamura”. E, ancora, scrivono gli investigatori: “Sul veicolo viaggiavano cinque persone. Indosso a una donna che era a bordo, di 42 anni residente a Montescaglioso, sono stati rinvenuti due involucri in cellophane contenenti in totale 100 gr di eroina”.

Nel corso della perquisizione domiciliare effettuata nell’attuale domicilio della sospettata “sono stati rinvenuti altri 23 gr della stessa sostanza stupefacente suddivisa in 19 involucri di cellophane chiusi con nastro adesivo”, è scritto nel comunicato stampa.

E, ancora: “L’ulteriore quantitativo di droga è stato trovato all’interno di un borsello nelle mani della suocera della sospettata” la quale secondo gli agenti avrebbe “cercato di nasconderlo agli agenti e di occultarlo sotto il tavolo. In un mobile della cucina sono stati rinvenuti inoltre ritagli circolari di cellophane ritenuti utili per il confezionamento delle dosi della droga e 3 bilancini di precisione”.

Tale materiale è stato sequestrato insieme alla droga. Le due donne sono state arrestate in flagranza di reato e sottoposte ai domiciliari. Gli altri quattro occupanti la vettura fermata sono stati denunciati all’Autorità giudiziaria per lo stesso reato. L’arresto e la perquisizione sono stati successivamente convalidati dal Gip del Tribunale di Matera. L’attività è stata svolta congiuntamente dalla Squadra Mobile e dalla Squadra Volante.

Nella categoria dedicata le principali notizie di cronaca regionale e del territorio.

Segui ilMet su Instagram

Merra: “A dicembre il progetto definitivo per la Matera – Ferrandina”

in Economia

Merra: “A dicembre il progetto definitivo per la Matera – Ferrandina”. E’ una delle novità illustrate dalla commissaria Vera Fiorani nel corso di un incontro organizzato per fare il punto sul percorso procedurale.

Presumibilmente a dicembre, dopo il rilascio della Valutazione di Impatto ambientale da parte del ministero della Transizione ecologica, Vera Fiorani, commissaria straordinaria di alcune opere di rilevanza nazionale e amministratrice delegata di Rete Ferroviaria Italiana (Rfi) sarà nuovamente in Basilicata per firmare, insieme al presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, il progetto definitivo per il completamento della tratta ferroviaria Ferrandina – Matera.

E’ una delle novità emerse nel corso di un incontro, svoltosi questo pomeriggio nel Palazzo della Regione di Matera, presieduto dall’assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti, Donatella Merra, e a cui hanno partecipato il sindaco di Matera, Domenico Bennardi, l’assessore comunale all’Urbanistica, Rossella Nicoletti, funzionari di Rfi e Italfer. Tra i partecipanti alla riunione, di carattere prettamente operativo, anche i dirigenti degli uffici Trasporti e Infrastrutture della Regione, Donato Arcieri e Giovanni Di Bello e il responsabile investimenti Area Sud di Rfi, Roberto Pagone.

Nel corso dell’incontro è stato ricordato che l’investimento complessivo è di 365 milioni di euro di cui 50 milioni già disponibili grazie al Pnrr per un tracciato lungo circa 20 chilometri lungo il quale si snodano la galleria denominata “Miglionico” e 12 viadotti.

Ad oggi si stanno concludendo gli iter autorizzativi presso tutti gli enti e le istituzioni coinvolte. Dopo la firma congiunta Regione Basilicata e Commissaria si procederà alla gara di appalto per il progetto esecutivo che dovrebbe avvenire entro l’estate del prossimo anno. L’opera dovrebbe entrare funzionante nel 2026.

“Oggi – afferma l’assessore Merra – è un’altra tappa importantissima con l’annuncio da parte della commissaria Fiorani della firma a dicembre del progetto definitivo. Nella riunione odierna siamo scesi un po’ più nel dettaglio degli interventi come, solo per fare un esempio, il controguscio che sarà realizzato nella galleria Miglionico per aumentare la sicurezza. Sono molto soddisfatta – aggiunge Merra – perché si tratta di impegni molto concreti. Rfi sta seguendo la Basilicata con grande attenzione tanto che sta già ragionando intorno a tre ipotesi per collegare Matera alla dorsale adriatica. Ma oggi per noi è stato fondamentale mettere un punto fermo sul progetto della Ferrandina – Matera perché per troppo tempo si sono spese tante parole e tanti soldi senza portare a nulla. Oggi invece possiamo dire con assoluta certezza che la Matera La Martella – Ferrandina comincia a essere realtà grazie anche al prezioso lavoro della struttura commissariale, grazie a un grande alleato come a Rfi e all’impegno della Regione Basilicata. Insieme cambieremo il volto di questa regione”. La Commissaria Fiorani ha anche annunciato che Rfi sta iniziando a ragionare intorno ai collegamenti fra la Stazione Ferroviaria di La Martella e Matera città anche con soluzioni molto moderne ed innovative. Queste ipotesi verranno presentate al Comune e alla Regione nelle prossime settimane.

Segui ilMet su Instagram

Foto archivio, non si riferisce al fatto descritto nell’articolo

1 2 3 16
Torna su