Autore

Redazione

Redazione ha pubblicato 1901 articoli

Redazione

Droga nel Metapontino: in esecuzione ordinanze cautelari

in Cronaca

Droga nel Metapontino: in esecuzione ordinanze cautelari: Scanzano Jonico, Bernalda e Marconia di Pisticci i centri principali. Sono 19 i provvedimenti.

Il coinvolgimento di un bambino di undici anni, “pestaggi, minacce, violenze ed attività di ritorsione”: sono le due principali “strategie diversificate” utilizzate dai componenti di un’associazione per delinquere finalizzata al traffico di droga, con base nel Metapontino, sgominata oggi dai Carabinieri delle Compagnie di Pisticci e Matera che hanno eseguito  l’arresto di 17 persone – dieci in carcere e sette ai domiciliari – e l’obbligo di dimora per altre due. L’operazione – con appendici eseguite in Puglia e nel Lazio – è stata coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Potenza perché l’associazione ha agito con l’aggravante del numero dei componenti – oltre dieci – dal possesso di armi e “dall’utilizzo del metodo mafioso”.

L’operazione, nella quale sono stati impegnati circa cento carabinieri, con unità cinofile dei Nuclei di Tito Scalo (Potenza) e Modugno (Bari), ha interessato le province di Matera, Bari, Taranto e Roma.

Da quanto emerso dalla conferenza stampa sotto la lente degli investigatori anche un presunto attentato nei confronti di persone ritenute “informatori dei carabinieri”. L’episodio sarebbe stato evitato grazie al sequestro di materiale esplosivo che verosimilmente sarebbe stato impiegato se l’intento delittuoso di fosse concretizzato.

Sono stati sequestrati stupefacenti come cocaina, hashish e marijuana.  3.550 euro in contanti, 20 candelotti esplosivi artigianali di varie dimensioni.

Ultimo aggiornamento alle 15:50 del 18 Maggio 2022

Segui ilMet su Instagram

Zes Jonica e piattaforma logistica Valbasento: fra gli obiettivi la ri-perimetrazione

in Economia

Zes Jonica e piattaforma logistica Valbasento: fra gli obiettivi la ri-perimetrazione. Inoltre: riprendere l’interlocuzione con il tavolo sulla Valbasento

“E’ finalmente ripartita l’interlocuzione sulla piattaforma logistica in Valbasento. A breve chiederò un incontro con tutte le parti interessate, compresi i rappresentanti regionali e dell’Autorità Portuale”. Lo ha dichiarato il presidente della Provincia di Matera, Piero Marrese, a margine di un incontro con la commissaria della Zes Jonica, Floriana Gallucci, e il vice sindaco di Ferrandina, Angelo Zizzamia.

L’importanza dell’area della Valle del Basento e della sua retroportualità sono state ribadite oggi nel corso di un incontro che si è svolto nella sede della Provincia di Matera tra il presidente, Piero Marrese, la commissaria della Zes Jonica, Floriana Gallucci, e il vice sindaco di Ferrandina, Angelo Zizzamia, presenti anche la segretaria generale della Provincia, Mariella Ettorre, e il dirigente dell’area tecnica, Domenico Pietrocola.

“Vogliamo dare effettiva realizzazione alla piattaforma logistica di Ferrandina – ha dichiarato Marrese – e riprendere l’interlocuzione con il tavolo sulla Valbasento al quale sono presenti, oltre alla Provincia e ai Comuni interessati, anche le associazioni datoriali e sindacali. Per questo ho già chiesto un incontro all’assessore regionale alle Attività Produttive, Alessandro Galella, con l’obiettivo di riprendere l’attività del già citato tavolo, con la presenza del presidente dell’Autorità Portuale di Taranto, Sergio Prete

In quella sede sottoporremo la questione di una nuova perimetrazione dell’area della Zes lucana, anche per dare risposte ai sindaci che l’hanno posta. La Provincia di Matera – ha concluso Marrese – sarà in prima linea per salvaguardare, tutelare e rilanciare il territorio”.

Incendio lido a Scanzano. Bardi: La Dia strumento di difesa

in Cronaca

Incendio lido a Scanzano. Bardi: “La Dia strumento di difesa”. Il governatore della Basilicata Vito Bardi: “Tutelare imprenditori onesti”

 

Come Regione siamo a disposizione del Comune di Scanzano jonico, del Commissario prefettizio e degli imprenditori onesti per qualsiasi intervento in favore della legalità, un valore imprescindibile per il rilancio economico e sociale della nostra Regione.

“La mia più totale vicinanza e solidarietà come Istituzione ai titolari del Lido Baia delle Scimmie di Scanzano Jonico, distrutto da un incendio sulla cui natura stanno già indagando gli inquirenti. Il nostro Metapontino è una grande risorsa per la Basilicata, gli imprenditori lucani vanno tutelati e sono sicuro che la DIA di recente istituzione in Basilicata sarà un ulteriore strumento per difendere il nostro territorio. Come Regione siamo a disposizione del Comune di Scanzano jonico, del Commissario prefettizio e degli imprenditori onesti per qualsiasi intervento in favore della legalità, un valore imprescindibile per il rilancio economico e sociale della nostra Regione. Presto sarò nel Metapontino per portare il sostegno concreto della Regione a tutti coloro che si battono per la legalità”. Lo afferma in una nota il Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi.

Segui ilMet su Instagram

 

Il ritorno del capriolo sull’Appennino Lucano

in Cronaca

Il ritorno del capriolo sull’Appennino Lucano. a testimoniarne la presenza è la ripresa di una fototrappola montata in un’area fluviale di Sasso di Castalda (PZ). La presenza di questa specie in Basilicata, seppur ancora sporadica, è un segnale positivo per la biodiversità regionale

 

Il capriolo è tornato sull’Appennino Lucano: a testimoniarne la presenza è la ripresa di una fototrappola montata in un’area fluviale di Sasso di Castalda (PZ), nel cuore del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano. L’esemplare, videotrappolato nelle prime ore diurne del 5 maggio 2022, è stato “scoperto” dal dott. Fabrizio Gerardo Lioy del Gruppo Ricerca Naturalistica di Fuorisentiero, durante il progetto di monitoraggio in corso del gatto selvatico europeo nell’Appennino Lucano. Il video mostra il passaggio di un individuo femmina appartenente alla sottospecie italica (Capreolus capreolus italicus), una specie endemica italiana un tempo presente nell’areale lucano. Il capriolo italico è una specie autoctona italiana, classificato da IUCN come specie “Vulnerabile”. Negli ultimi anni la specie è stata oggetto di alcuni piani di reintroduzione nei Monti della Tolfa, Parco Nazionale dell’Aspromonte, Parco Nazionale del Cilento e Parco Regionale di Gallipoli Cognato.

L’esemplare videotrappolato non è il primo avvistamento della specie in Basilicata oltre i confini del Parco Regionale di Gallipoli Cognato e Piccole Dolomiti Lucane: in data 11 marzo 2021 una Guida del Parco Appennino Lucano, Emanuele Sileo, ha avvistato per la prima volta un capriolo nel Parco Nazionale dell’Appennino Lucano. In quel caso, la guida ha avuto la prontezza di filmarlo con un telefono, prima che l’esemplare fuggisse.

Inoltre è da segnalare un altro avvistamento nel territorio del Parco Regionale del Vulture il 29 giugno 2021: in questo caso è stato videotrappolato, durante una ricognizione, un esemplare maschio di capriolo italico dal tecnico Donato Franculli, membro del Gruppo Ricerca Naturalistica di Fuorisentiero. Il video non è stato ancora divulgato, in quanto oggetto di uno studio sulla specie in territorio lucano.

La ormai attestata presenza di questa specie in Basilicata, seppur ancora sporadica, è un segnale positivo per la biodiversità regionale; il potenziale incremento numerico della specie andrebbe a regolare l’intero ecosistema boschivo, in quanto stabilirebbe una competizione con gli altri ungulati presenti in numero eccessivo, oltre ad equilibrare la presenza dei predatori.

Aperte le biglietterie Trenitalia di Metaponto e Maratea

in Economia

Aperte le biglietterie Trenitalia di Metaponto e Maratea: Stimolo ad avvio stagione turistica. Le stazioni di Maratea e di Metaponto sono strategiche per l’intero territorio regionale anche in virtù del transito dei treni lunga percorrenza, quali servizi Intercity e Frecciarossa “Taranto – Milano” a Metaponto e di Intercity, Frecciargento e Frecciarossa per Maratea

“Le biglietterie delle stazioni di Maratea e di Metaponto sono state già aperte, come richiesto dalla Regione a Trenitalia, per favorire la grande fase di ripresa dei flussi turistici che ci aspettiamo dopo due anni di restrizioni dovute alla crisi pandemica”.

Lo comunica l’assessore alle Infrastrutture Donatella Merra ribadendo l’importanza di questa iniziativa all’approssimarsi di una stagione estiva sulla quale operatori e viaggiatori ripongono enormi aspettative.

“Le stazioni di Maratea e di Metaponto sono strategiche per l’intero territorio regionale – commenta l’assessore – sotto il profilo turistico, ma anche in virtù del transito dei treni lunga percorrenza, quali servizi Intercity e Frecciarossa “Taranto – Milano” a Metaponto e di Intercity, Frecciargento e Frecciarossa per Maratea.  Questa stagione turistica sarà determinante per la nostra regione che, come tutte le altre, ha subito i confinamenti del Covid e le conseguenti criticità economiche. Vogliamo rilanciare il settore creando condizioni favorevoli per chi sceglierà le nostre località balneari, e non solo, potenziando il trasporto pubblico e ottimizzando l’offerta complessiva per ridare fiducia alla collettività dopo momenti difficili che dobbiamo finalmente buttarci alle spalle”.

 

foto archivio

Incidente stradale: 3 auto coinvolte. Sul posto l’elisoccorso

in Cronaca

Incidente stradale: 3 auto coinvolte. Sul posto l’elisoccorso. Lo scontro è avvenuto lungo la Val D’Agri (ss 598) nel comune di Sant’Arcangelo

 

I Vigili del fuoco del Comando di Potenza, ieri pomeriggio alle ore 19.00 circa, sono intervenuti per incidente stradale SS 598 km 89 nel comune di Sant’Arcangelo (Pz).
I VV.F. in servizio presso le sedi distaccate di Villa d’Agri e San Chirico Raparo, si sono portati sul posto e hanno trovato tre autovetture coinvolte, una Audi A3 con un uomo, una Mini con una donna ed una Toyota con due persone a bordo. A supporto anche una squadra del Comando di Matera del distaccamento di Policoro.
La donna a bordo della Toyota era incastrata all’interno dell’abitacolo, mentre nel vano motore era in atto un principio di incendio, i Vigili del fuoco hanno subito spento le fiamme ed estratto la donna per poi affidarla al 118, successivamente hanno messo in sicurezza gli altri veicoli per evitare l’insorgere di incendi.
I VV.F. sono intervenuti con tre autopompe e tre fuoristrada per un totale di quindici unità.
La strada è stata temporaneamente chiusa al traffico.
Sul posto sono intervenuti Carabinieri, il 118 con due autoambulanze ed elisoccorso.

“Virus”: il singolo che apre al nuovo album dei Krikka Reggae

in Cultura

“Virus”: il singolo che apre al nuovo album dei Krikka Reggae. Uscito il primo inedito tratto dal nuovo album della band lucana, in uscita per il prossimo autunno

 

E’ uscito venerdì (13 maggio 2022) il nuovo singolo di Krikka Reggae, prodotto da Lucania Sound Digital e distribuito da Artist First: “Virus” è il primo dei due brani che anticipano la pubblicazione del 6° disco, attesa in autunno.

Nato in occasione di feste e dance hall, durante l’estate del 2001 sulle spiagge della costa jonica, il gruppo è noto per le sue trascinanti commistioni tra dialetto lucano e musica giamaicana, che di album in album danno vita a un repertorio originale dalla marcata connotazione performativa. “Virus”, ora disponibile su tutte le piattaforme digitali, ha un titolo che può trarre in inganno: il suo contenuto è sì legato alla fine delle restrizioni anti-covid – fine datata al 1° maggio scorso –, però, già a un primo ascolto non può non risultare spiazzante. Dopo due anni in cui il momento catartico del live ci è stato precluso, infatti, l’unico virus da cui vogliamo essere contagiati è quello della musica: la metrica pungente dei due cantanti, mista a un ritmo incalzante da dance hall e a sonorità elettroniche come EDM, Trance e House, potrebbe essere la soluzione per esorcizzare il ricordo di tempi così poco clementi, come quelli che ci siamo appena lasciati alle spalle.
“Virus è un brano importante – spiega uno dei due cantanti, Manuel Brando Tataranno – perché apre la strada al nuovo disco, un brano che abbiamo scritto durante la pandemia pensando proprio al momento attuale, ovvero a quando tutte le restrizioni sarebbero cadute. E adesso che è di nuovo possibile vogliamo diffondere il virus più potente che esista, la musica, quello che ci fa ballare senza sosta!”

Contestualmente al brano esce su Youtube anche il visual diretto da Martin Caezza.

IlMet su Instagram

SEGUI KRIKKA REGGAE SU:

krikkareggae eu

Credits brano – VIRUS (Tataranno/Cammisa/Di Biase)
Scritto da Manuel Brando & Big Simon

Composto e arrangiato da Wise Koala
Mix & Mastering: Ricky Ohmguru Rinaldi
Edito e prodotto da Lukania Sound Digital

Distribuito da Artist First

I Krikka reggae sono:
Manuel Brando Tataranno – voce
Big Simon Cammisa – voce
Frank The commendator Magliocca – batteria
Ivano Tarallo Grieco – tastiere, synth & programming
Enzo The Sceriff Russo – basso
Matteo Wise Koala Di Biase – chitarra

Carenza di medici in Basilicata: linee guida per assunzioni nei Pronto soccorso

in Cronaca

Carenza di medici in Basilicata: linee guida per assunzioni nei Pronto soccorso. Le linee guida sono misure straordinarie applicabili nel caso risulti oggettivamente impossibile reperire medici in possesso della specializzazione richiesta

 

In considerazione della grave mancanza di personale medico, la giunta regionale, su proposta dell’assessore alla Salute, Francesco Fanelli, ha adottato le linee di indirizzo regionali per garantire provvisoriamente il fabbisogno di professionisti nei Pronto Soccorso. In base al documento approvato dall’esecutivo lucano, le aziende sanitarie previa selezione,

hanno la possibilità di assumere a tempo determinato presso i servizi di Pronto Soccorso i laureati iscritti al terzo anno alla Scuola di Specializzazione in Medicina e Chirurgia di Accettazione e Urgenza (Mcau) o in specializzazioni equipollenti.

In alternativa, le Asl possono ampliare la platea dei partecipanti ammettendo alle procedure di selezione i medici che abbiano un’esperienza di almeno tre anni, maturata negli ultimi cinque, nei servizi di Pronto Soccorso. In subordine, è sufficiente l’idoneità all’esercizio dell’attività di emergenza – urgenza, conseguita all’esito del corso di formazione specifica per medici del 118 o una documentata formazione universitaria post – laurea nel settore dell’emergenza- urgenza. “E’ un problema la carenza di medici e in particolare di specialisti, in Italia come in Basilicata. Alcuni settori registrano – commenta l’assessore Fanelli – situazioni di criticità più di altri. Una situazione causata dal numero chiuso della facoltà di medicina e dal sistema di accesso alle specializzazioni. Tra tutti, il sistema di emergenza urgenza è in particolare affanno a causa della grave sofferenza di organico. Le linee guida sono misure straordinarie applicabili nel caso risulti oggettivamente impossibile reperire medici in possesso della specializzazione richiesta, ma necessarie per garantire un servizio pubblico indifferibile. La nostra priorità, comunque, rimangono i concorsi e le assunzioni a tempo indeterminato”.

Policoro. Mascia: “Ho portato la nave in porto”

in Politica

Conferenza stampa fine mandato Amministrazione Mascia.  “Ho portato la nave in porto”

“5 anni intensi, a volte controvento, ma sempre con la barra dritta”

“Ho portato la nave in porto. Con l’equipaggio che mi ha accompagnato in questi cinque anni. A volte controvento, ma sempre con la barra dritta”. Esordisce così la sua relazione di fine mandato, il sindaco Enrico Mascia, che ha illustrato, insieme ad una delegazione dell’Amministrazione Comunale, a poche ore dall’avvio della prossima campagna elettorale il percorso quinquennale 2017/2022 in cui l’Amministrazione ha affrontato le difficoltà legate al turnover del personale e alla pandemia che, di fatto, ha rallentato la macchina amministrativa. Con l’ausilio di alcune immagini illustrate in sala consiliare, il Sindaco ha presentato il rendiconto delle attività condotte dai vari assessorati, percorrendo cinque anni di idee progettuali, molte delle quali portate a compimento, altre in dirittura d’arrivo.

Tra i vessilli più importanti, il mantenimento delle prerogative che vedono Policoro ancora una volta Bandiera Blu e, per la prima volta e prima in Basilicata, anche Bandiera Lilla,

a sottolineare come la città sia a portata di tutti, anche delle persone portatrici di bisogni speciali, con la riqualificazione del parco giochi della villa comunale con percorso pedonale e l’installazione di attrezzature ludico-ricreative anche per bambini con disabilità, l’acquisto di ulteriori sedie job, di mappe tattili e totem multimediali con accesso facilitato.

Tra le prerogative dei lavori pubblici, la candidatura di due importanti progetti di riqualificazione dell’area dell’ex Zuccherificio con i fondi del PNRR; il completamento delle infrastrutture, in particolare quelle scolastiche, nonché il completamento della piazza centrale al lido, per il quale si è ottenuto un finanziamento di 1 mln e mezzo di euro e si è acceso un mutuo presso la Cassa Depositi e Prestiti pari ad 1 mln e 700 mila euro.

La realizzazione del cartellone degli eventi sia estivo che natalizio per potenziare l’offerta turistica; la manutenzione degli spogliatoi e dei bagni del Campo sportivo “R. Perriello”. E ancora, l’istituzione, per la prima volta del Servizio Civile Universale; la rete solidale per affrontare il periodo pandemico; l’imminente inaugurazione della struttura del Dopo di Noi, l’importante casa per disabili che restano senza familiari, ultimata con i lavori di ripristino degli allacciamenti delle utenze, con l’acquisto dei mobili e con l’espletamento della gara per l’affidamento del relativo servizio; la Panchina rosa per dire no alla violenza sulle donne, il progetto di accoglienza di minori stranieri non accompagnati; l’assistenza specialistica agli alunni disabili anche a domicilio nel periodo della pandemia, l’intitolazione della rotonda adiacente all’ospedale dedicata ai defunti per Covid-19; l’istituzione dello sportello FAMI per migranti. Nel corso del mandato, inoltre, sono stati approvati diversi regolamenti comunali, tra cui quello per le attività di comunicazione e informazione del Comune di Policoro. Sul fronte culturale, la valorizzazione dell’area archeologica attraverso la realizzazione di eventi finanziati con fondi regionali per la promozione del patrimonio intangibile. Grazie al sostegno dell’Amministrazione, è stato realizzato a Policoro il primo “Festival delle letterature” che ha visto la partecipazione di scrittori di fama nazionale, oltre a editori e sceneggiatori. La concertazione territoriale dell’area costiera, la manutenzione e l’asfaltatura delle strade rurali, nonché il miglioramento dei servizi pubblici. Il Censimento delle aree verdi, con l’aggiornamento della “mappa regionale degli alberi monumentali”, 16 dei quali sono stati individuati nel territorio comunale. “Attività per le quali – ha concluso il sindaco Mascia – abbiamo lavorato sodo con l’unico obiettivo di portare a compimento il nostro mandato elettorale esclusivamente nell’interesse della città e dei nostri concittadini”.

 

Basilicata Wow: il visitatore protagonista del territorio

in Appuntamenti

Il 12 maggio si terrà una conferenza stampa itinerante a cura dell’associazione Basilicata Wow, all’insegna della valorizzazione del Metapontino.

L’intento di Basilicata Wow è quello di creare “sinergie culturali e territoriali” tra l’Italia e nazionalità straniere. Il visitatore non sarà più un semplice spettatore, ma protagonista del territorio.

L’associazione Basilicata Wow nasce a Scanzano Jonico con l’intento di valorizzare le numerose peculiarità presenti sul territorio lucano (nello specifico costa jonica) dal punto di vista culturale, naturalistico, enogastronomico, della cultura materiale e immateriale, nello specifico.

Basilicata Wow, inoltre, mette a disposizione della Città di Scanzano Jonico la propria sede quale fulcro d’informazioni turistico-culturali da fornire ai visitatori. L’obiettivo è quello di valorizzare una sorta di “turismo esperienziale”.

Provengo da una comunità nota alle vicende di cronaca, parlo di Scanzano Jonico, in cui sembra impossibile poter sperare di fare turismo, oppure cultura. Ecco, la nostra associazione è nata con la volontà di dimostrare il contrario, perché non solo Scanzano, ma l’intero Metapontino, merita di essere valorizzato e promosso ad un pubblico vasto” queste le dichiarazioni di Cosimo Bianco, Presidente dell’Associazione Basilicata Wow che continua “Siamo onorati di ospitare S.E. l’Ambasciatore del Regno del Marocco in Italia e la Console Generale della Romania Lucretia Tanase, come anche i consoli onorari”.

Dai viaggiatori antichi a quelli contemporanei …

Il Metapontino, sin dall’antichità, è luogo di frequentazione da parte di numerosi studiosi e viaggiatori, ad esempio Strabone, Jean-Claude Richard de Saint-Non, François Lenormant, per citarne alcuni, i quali hanno illustrato itinerari turistico-culturali di notevole importanza. La costa ionica, inoltre, ha dato i propri natali a personaggi determinanti nel mondo dell’economia italiana, basti pensare a Nicola Ielpo (inventore delle 500 lire), Nicola Romeo, fondatore della nota casa automobilistica Alfa Romeo, ma anche a poeti illustri come Albino Pierro e Francesco Lomonaco, di questi ultimi, oggi, ne resta una forte testimonianza attraverso i parchi letterari siti a Tursi e Montalbano Jonico.

Altresì, la costa jonica è stata attenzionata da parte di numerose Università Italiane e straniere, come quella di Heidelberg, Parigi, Perugia, Roma “La Sapienza”, Bologna con Lorenzo Quilici, tanto per citarne alcune; ricordiamo la presenza di archeologi di fama mondiale, ad esempio come Bernhard Neutsch e Dinu Adamesteanu (molteplici le pubblicazioni scientifiche edite). Terra ricca di cultura e colture uniche, il Metapontino è in grado di offrire un’offerta turistica ineguagliabile e diversificata all’insegna di “esperienze” che resteranno nelle menti e nei cuori di chi deciderà di visitarla.

La conferenza stampa itinerante quale strumento di conoscenza del territorio diventa “evento”.

Durante gli spostamenti saranno presenti un archeologo, una guida delle colture antiche, un’esperta naturalista, esperta/critico d’arte, giornalisti di testate regionali e nazionali, al fine di fornire un quadro completo del territorio in termini di “offerta turistica e di conoscenze multidisciplinari”. Visite a beni storico – archeologici – monumentali delle città interessate dalla conferenza stampa, nonché, in aziende agricole e turistico – ricettive. Ospiti d’eccezione, per citarne alcuni, l’Ambasciatore del Regno del Marocco presso la Repubblica Italiana Youssef Balla, la Console Generale della Romania in Puglia, Basilicata, Molise e Calabria Lucretia Tanase, il console onorario dello Zambia Francesco Cossu, il già console onorario del Marocco Vincenzo Abbinante, il prof. Associato Riccardo Santolini dell’Università di Urbino, membro del Capitale Naturale e sui Servizi Ecosistemici.

(foto archivio a solo scopo illustrativo)

Torna su