Autore

Redazione

Redazione ha pubblicato 2136 articoli

Redazione

Chirurgia oculistica: all’ospedale di Policoro si amplia la squadra operatoria

in Cronaca

Oculistica, all’ospedale di Policoro si amplia la squadra operatoria: si avvia alla normalità l’attività chirurgica

Si avvia alla normalità l’attività operatoria di Chirurgia Oculistica nel plesso ospedaliero di Policoro.
Per fare fronte alla domanda di salute nella branca di oftalmologia, la Direzione Strategica della ASM ha disposto che la squadra operatoria sia composta da chirurghi afferenti al DEA di primo livello di Matera e da chirurghi afferenti al P.O di Policoro attraverso una fattiva e necessaria integrazione funzionale.
Lo rende noto il Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Locale di Matera, Dott.ssa Sabrina Pulvirenti di concerto con l’Assessore alla Salute e alle Politiche Sociali, Avv. Francesco Fanelli.

 

Foto a scopo illustrativo, fonte PX

 

Agricoltura e giovani: in Basilicata trend incoraggiante

in Economia

Agricoltura e giovani: in Basilicata trend incoraggiante. Istat conferma buon numero aziende agricole under 40. “Il ricambio generazionale sta dando giovamento”

I nuovi risultati del 7° Censimento generale dell’Agricoltura diffusi in questi giorni dall’Istat, in particolare sulla presenza dei giovani, consentono elementi di valutazione per noi importanti in vista degli impegni che ci attendono per la programmazione del PSR dei prossimi cinque anni. E’ quanto afferma l’assessore alle Politiche Agricole, Forestali, Alimentari Francesco Cupparo riferendo che le aziende con capoazienda di età fino a 40 anni censite dall’Istat nella nostra regione ammontano a 3.436 con poco più di 78mila ettari di superfice agricola utile in totale. Il numero – commenta l’assessore – è una buona base di ripartenza per assicurare il ricambio generazionale in agricoltura specie se il raffronto è con altre regioni come Toscana ed Emilia da cui ci distanziano un migliaio di aziende under 40 in meno. Quanto al titolo di possesso di terreni, sempre delle aziende con titolari sino a 40 anni, 1.789 con terreni di proprietà, 1.631 con terreni in affitto.

Il censimento Istat rileva anche la propensione dei giovani imprenditori agricoli lucani verso un modello gestionale più moderno rispetto al passato per una serie di attività connesse, tra le quali l’agriturismo, la trasformazione diretta dei prodotti, l’agricoltura sociale, la fattoria didattica e la produzione di energia rinnovabile solare.

Inoltre, il capo azienda giovane ha un titolo di studio più elevato della media (solo uno su cinque non va oltre la licenza elementare, rispetto ai tre su cinque tra i capo azienda over 40) e frequenta corsi di aggiornamento (il 46,5% ha frequentato almeno un corso di formazione; fra gli over 40 il 27,2%).

Le indicazioni che raccogliamo – afferma Cupparo – riguardano le caratteristiche innovative: le imprese agricole giovani sono più digitalizzate, multifunzionali e competitive ma ancora troppo poche per tenere il passo con un settore che offre invece molte potenzialità. In generale ci sono aziende agricole di piccole dimensioni, meno terreni di proprietà, più multifunzionalità; ma anche maggiori difficoltà nei processi di innovazione rispetto agli altri settori economici: ritardo nella digitalizzazione, inadeguata formazione professionale del capo azienda, forti discrepanze territoriali.

Sono indicazioni che – continua l’assessore – ci servono a proseguire l’impegno ad intercettare la volontà dei giovani a restare nel proprio paese e a dedicarsi all’agricoltura, volontà che dobbiamo incentivare con sostegni ed aiuti. Ricordo in proposito che attraverso i quattro bandi “Aiuto all’avviamento di imprese per i giovani agricoltori” della Programmazione 2014-2022 abbiamo costituito in totale 887 imprese giovanili. Certamente il contributo forfettario di 70 mila euro per le aziende ricadenti in aree montane e di 60 mila euro per quelle ricadenti in aree diverse è stata una buona motivazione ma non l’unica. Si pensi che il numero complessivo di nuove aziende giovanili costituisce l’equivalente occupazione di una grande fabbrica, a riprova che il ricambio generazionale in agricoltura può dare buoni risultati.

Appuntamento con l’ecologia: al parco archeologico di Policoro “Puliamo il mondo”

in Appuntamenti

Appuntamento con l’ecologia: al parco archeologico di Policoro “Puliamo il mondo pe r un clima di pace”

Venerdì, 30 settembre 2022, alle ore 9:30, al Parco Archeologico di Policoro: PULIAMO IL MONDO.
Ricorre quest’anno la trentesima edizione con “PULIAMO IL MONDO PER UN CLIMA DI PACE”, per sottolineare l’importanza del Clima e della pace sul pianeta. L’iniziativa è stata promossa dal COMUNE di Policoro e dal Circolo locale per dare bellezza ad un luogo che ci racconta l’antica storia della nostra città e, purtroppo , trascurata nella manutenzione e nel rispetto del posto data la presenza di rifiuti di vario genere.
“Puliamo il Mondo” diventa un’occasione per promuovere buone pratiche a favore dell’ambiente e invitando cittadini volontari a contribuire con il proprio operato a ripulire, valorizzare e conservare il proprio territorio.  Un appello rivolto a tutti, a partire dai più giovani con la presenza della scuola, con l’intento di sviluppare consapevolezza civica per il luogo in cui si vive e rispetto per l’ambiente che ci circonda.

Gratteri e Nicaso incontrano gli studenti degli Istituti superiori di Ferrandina

in Appuntamenti

Gratteri e Nicaso incontrano gli studenti degli Istituti superiori di Ferrandina, appuntamento venerdì 7 ottobre  al Cineateatro Bellocchio su “Mafia e territorio”

Venerdì 7 ottobre, per Percorsi Culturali Italiani, il procuratore della Repubblica di Catanzaro Nicola Gratteri ed Antonio Nicaso, docente universitario ed autore, dialogheranno con gli studenti degli Istituti d’istruzione superiore di Ferrandina. L’incontro si terrà alle ore 11.30, al Cineteatro Bellocchio.
Autori di opere importanti come La Mafia fa schifo, Lettere da un paese che non si rassegna (2011), Acqua Santissima (2013), Ossigeno illegale (2020), Complici e colpevoli (2021), saranno introdotti dal professor Donato Santeramo, direttore artistico del Matera Film Festival. Interverranno, inoltre, il sindaco di Ferrandina Carmine Lisanti, l’assessora all’Istruzione e Ambiente Maria Murante e il presidente della Provincia di Matera Piero Marrese.
“Mafia e territorio” il tema dell’incontro. Il 23 maggio del 1992 Giovanni Falcone, la scorta e sua moglie vengono uccisi nella Strage di Capaci. Pochi mesi dopo Paolo Borsellino e cinque agenti della scorta perdono la vita nella strage di Via D’Amelio. A 30 anni dalla loro morte, nel recente libro Non chiamateli eroi, Gratteri e Nicaso focalizzano storie e personaggi per raccontare ai ragazzi di Ferrandina il loro coraggio e per continuare a lottare contro le mafie nel loro nome. Gli autori ricordano le vite di chi, guardando la mafia negli occhi, ha deciso di difendere le proprie idee, la propria dignità.

A Potenza l’iniziativa la Notte Europea dei Ricercatori

in Cultura

A Potenza l’iniziativa la Notte Europea dei Ricercatori. Il 30 Settembre il “SuperScienceMe – ReSearch is your Re-Source”,
In mattinata evento per le scuole nel Campus di Macchia Romana; dalle ore 16.30 il convegno della Notte dei ricercatori – a seguire concerto dei JoyCut

Venerdì 30 settembre 2022 si svolgerà a Potenza “SuperScienceMe – ReSearch is your Re-Source”, la Notte Europea dei Ricercatori 2022 che l’Università degli Studi della Basilicata ha organizzato con gli Atenei calabresi, il CNR, la Regione Calabria e gli Uffici Scolastici Regionali. Dal 2005, in oltre 300 città d’Europa, l’ultimo venerdì del mese di settembre si svolge simultaneamente la “European Researcher’s Night” (Notte Europea dei Ricercatori), un’iniziativa promossa dalla Commissione Europea che coinvolge ogni anno migliaia di ricercatrici e ricercatori appartenenti a istituzioni di ricerca in tutti i Paesi europei. L’obiettivo è quello di diffondere la cultura scientifica e la conoscenza delle professioni della ricerca, e di creare occasioni d’incontro tra ricercatori e cittadini, senza distinzione di età, in un contesto informale e stimolante. Il programma inizierà al mattino nel campus di Macchia Romana, a Potenza, con un evento dedicato alle scuole che partecipano al progetto “Art& Science across Italy” sulle discipline STEAM (acronimo di Science, Technology, Engineering, Art and Mathematics).
Dalle ore 16.30, nel teatro Stabile del capoluogo lucano, verranno affrontate le cinque priorità essenziali – lanciate dalla Commissione Europea con il programma “Horizon Europe”- prese a cuore dal mondo della ricerca: adattamento ai cambiamenti climatici, far rivivere oceani e acque, un patto europeo per i suoli, realizzare città intelligenti a impatto climatico zero, salute benessere e lotta al cancro. Discuteranno questi temi, con la guida di Donatella Caniani, Ornella Albolino, Faustino Bisaccia, Tania Gioia, Sergio Longhitano e Valerio Tramutoli, dell’Unibas, e Monica Salvia del CNR-IMAA. Marika Calenda e Alessandro Desiderio affronteranno, poi, il tema dell’educazione come strumento per raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile per il 2030. I musicisti Pasquale Pezzillo e Gaël Califano racconteranno, invece, il forte legame della loro musica con le tematiche della manifestazione. Interverranno, per i saluti iniziali, il Rettore dell’Università della Basilicata, Ignazio Marcello Mancini, il Sindaco di Potenza, Mario Guarente, il Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, la Presidente dell’Area Territoriale di Ricerca del CNR di Potenza, Gelsomina Pappalardo, il Comandante Gruppo Carabinieri Forestale di Potenza, colonnello Francesco Alberti, l’assessore all’Università e alla Ricerca del Comune di Potenza, Michele Napoli, e il Prorettore Unibas al Public Engagement, Nicola Cavallo. Chiuderà la manifestazione il concerto dei JoyCut, gruppo musicale di origine lucana che ha legato la propria ricerca musicale a tematiche ambientali e della sostenibilità. Il concerto è stato reso possibile grazie al contributo del Comune di Potenza e di Nasce Un Sorriso Soc. Coop. Sociale. Il Rettore Mancini ha evidenziato che

“si tratta di una manifestazione di assoluta importanza, che consente ai ricercatori di raccontarsi e di far comprendere la straordinaria importanza del proprio lavoro al servizio della conoscenza e della ricerca di soluzioni alle criticità del pianeta che ci ospita.

Siamo contenti di tornare liberamente, dopo questi anni, tra la gente e interagire direttamente con tanti giovani che, forse, un giorno diverranno ricercatori. Noi facciamo del nostro meglio, ma è necessario che ogni cittadino abbia coscienza e consapevolezza dei problemi e si comporti responsabilmente. All’Unibas non facciamo solo ricerca e didattica, quindi, ma contribuiamo allo sviluppo dei cittadini del futuro, ponendoli al centro delle nostre azioni e coinvolgendoli nei temi di cui ci occupiamo. Le sinergie e la condivisione d’intenti che ci accomuna con gli altri Atenei e il CNR hanno dato, e continueranno a dare, buoni frutti e costituiscono un’ulteriore prova che uniti si possono affrontare con incisività, efficienza ed efficacia tutte le sfide che il mondo moderno ci pone di fronte”.
Il Prorettore Cavallo ha invece spiegato che “quest’anno siamo riusciti a portare il messaggio che ‘la ricerca è un’inesauribile fonte di ispirazione per rendere l’Europa migliore per la prossima generazione’ in tutto il territorio regionale, raggiungendo quasi venti comuni con oltre sessanta interventi di divulgazione scientifica prima della manifestazione finale di venerdì 30 settembre. Lo abbiamo fatto con il CNR e l’ASI di Matera, condividendo passione e competenze. Ma non finisce qui: tra ottobre e novembre raggiungeremo oltre venti istituti scolastici assegnando ai ragazzi dei veri compiti da ‘ricercatore’ i cui risultati verranno restituiti nella prossima primavera e aumenteranno il bagaglio di conoscenze di noi ricercatori. Siamo tutti molto soddisfatti, quindi, di esser riusciti a raggiungere quasi duemila persone, prevalentemente giovani, e confidiamo che tutti abbiano compreso l’importanza della ricerca scientifica, tecnica, sociale, umanistica e del benessere”.

Per il concerto dei JoyCut l’ingresso é libero ma è necessaria la prenotazione. Per partecipare è sufficiente registrare la propria presenza su eventbrite

Gas gratis anche alle imprese: “l’UE lo consente”

in Economia

Gas gratis anche alle imprese: “l’UE lo consente”. Il Presidente di Confapi Matera evidenzia che la disciplina comunitaria sul Temporary Framework dà alle Regioni la possibilità di chiedere alla Commissione Europea l’autorizzazione a concedere una deroga, a causa della crisi energetica conseguente alla guerra russo-ucraina.

“Le prossime settimane e i prossimi mesi saranno cruciali per la sopravvivenza delle piccole e medie imprese lucane, per cui si rende necessario e urgente trovare soluzioni a questa devastante emergenza energetica”.

Con una nota inviata al Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, il Presidente di Confapi Matera, Massimo De Salvo, ha affermato che sarebbe possibile concedere il gas gratis anche alle imprese, escluse dalla recente legge regionale sul presupposto del divieto di aiuti di Stato.

Infatti, come è facilmente desumibile dal sito ufficiale della Commissione Europea, fino alla fine di quest’anno le Regioni possono chiedere la deroga. Ma andiamo con ordine.
La legge regionale che consente ai cittadini lucani di abbattere il costo della bolletta del gas non si applica alle imprese a causa della norma sul divieto di aiuti di Stato.

A tale proposito, nella nota inviata anche al Presidente del Consiglio Cicala, agli assessori all’Ambiente Latronico e alle Politiche di Sviluppo Galella, il Presidente di Confapi Matera evidenzia che la disciplina comunitaria sul Temporary Framework dà alle Regioni la possibilità di chiedere alla Commissione Europea l’autorizzazione a concedere una deroga, a causa della crisi energetica conseguente alla guerra russo-ucraina. Allo stato attuale, tale possibilità di deroga è concessa fino al 31.12.2022.

Infatti, con due successive Comunicazioni (24.3.2022 e 21.7.2022) la Commissione Europea ha adottato il nuovo “Quadro temporaneo di crisi per misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia a seguito dell’aggressione della Russia contro l’Ucraina”, che consente alla Commissione di dichiarare compatibili con il mercato interno gli aiuti destinati a ovviare ai danni arrecati dalle calamità naturali oppure da altri eventi eccezionali (art. 107, par. 2, lett. b) del TFUE) per porre rimedio a un grave turbamento dell’economia di uno Stato membro (art. 107, par. 3, lett. b) del TFUE).

Poiché le misure di aiuto devono essere previamente notificate e autorizzate dalla Commissione UE, la procedura prevede che la Regione emani una propria legge in tal senso, in cui individui anche la copertura finanziaria. Tale legge regionale, poi, viene inviata alla Commissione Europea per il tramite del Ministero degli Affari Europei.

Pertanto, considerato che, a conti fatti, per le imprese sarebbero a disposizione circa 65 milioni di metri cubi per anno, verrebbero meno sia le “ragioni di sostenibilità della misura”, sia le “questioni attinenti alla configurazione di aiuti di Stato alle imprese”, come si legge nella relazione illustrativa del disegno di legge regionale.

Il Presidente De Salvo, dunque, ha chiesto al Presidente Bardi di avviare un rapido confronto con le Associazioni imprenditoriali, in cui verificare la fattibilità della nostra proposta, che comunque è facilmente desumibile dal sito ufficiale della Commissione Europea.

“Quello che Le chiediamo, ha dichiarato De Salvo al Presidente Bardi, è un atto di estrema urgenza che va al di là delle misure regionali per la transizione energetica, ma che si propone di correre velocemente ai ripari prima che il nostro già fragile tessuto imprenditoriale venga irrimediabilmente compromesso”.

“Tagliare la bolletta del gas anche alle imprese, dunque, avrebbe la conseguenza di salvare centinaia di aziende e migliaia di posti di lavoro, atteso che i prossimi tre mesi, di qui alla fine dell’anno, si annunciano molto difficili, come dimostrano le istanze di ricorso alla cassa integrazione che si stanno preparando”.

“La preghiamo, pertanto, di non attendere la formazione del nuovo Governo, ma di avviare l’iter nell’arco di pochi giorni per concluderlo in tempi altrettanto brevi”.

L’I.I.S Pitagora partecipa alla Festa dei lettori

in Cultura

L’I.I.S Pitagora partecipa alla Festa dei lettori: “Homo sapiens?” Il liet motive delle due giornate che inizieranno venerdì 30 settembre”

“La lettura è, come l’amore, un modo di essere”. (Daniel Pennac)
Questo, il messaggio che l’I.I.S Pitagora vuole offrire ai suoi studenti partecipando alla festa dei lettori, organizzata dal Presidio del libro Magna Grecia presieduto dal professor Francesco Roseto. Una due giorni intensa per i ragazzi dell’istituto policorese diretto dalla Ds Maria Carmela STIGLIANO che affronteranno temi importanti e quanto mai attuali. “Homo sapiens?” Il liet motive delle due giornate che inizieranno venerdì 30 settembre. A relazionare con gli studenti del Pitagora di Policoro, la dottoressa Marta Golin che affronterà il tema “Homo sapiens, origine, vita evoluzione” e lo scrittore Giuseppe Balena, che presenterà il suo libro “Il web nascosto”.
Sabato 1 Ottobre, invece sarà l’economia circolare e la sua importanza, l’argomento principale del dibattito. Sarà presentato il progetto dell’Enea “School living lab sull’economia circolare” che ha visto la partecipazione dell’I.I.S Pitagora.
A relazionare la dottoressa Carolina Innella. Seguirà la relazione di Uccio Santochirico su “The economy of Francesco”.
Prenderanno parte alla due giorni anche l’Assessore alla cultura del comune di Policoro, Massimiliano Scarcia e l’Assessore all’Ambiente Massimiliano Padula.
Le due manifestazioni si svolgeranno nell’aula magna dell’Istituto a partire dalle ore 9.30.
“Leggere è vita – dichiara la Ds Maria Carmela Stigliano – e la scuola deve essere promotrice di eventi che portino i ragazzi ad amare la lettura. Per questo siamo lieti di ospitare queste due giornate dedicate ai lettori, perché attraverso momenti di confronto e di dialogo, i nostri ragazzi riusciranno ancor di più a comprendere come la lettura può arricchirli e aiutarli a pensare e a crescere. Ringraziamo il Presidio del libro Magna Grecia per aver coinvolto il nostro Istituto che inizia in questo modo il suo anno nel miglior modo possibile.”

Avviso per assegnazione contributo prima casa a privati

in Economia

Avviso per assegnazione contributo prima casa a privati. L’intervento  ha l’obiettivo di sostenere progetti di acquisto del patrimonio  esistente

 

L’Avviso pubblico “Assegnazione contributi acquisto prima casa a privati” è stato pubblicato oggi, lunedì 26 settembre 2022, sul Bur (Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata), Speciale numero 49.

L’Avviso è finanziato con le risorse del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione del Piano Sviluppo e Coesione della Regione Basilicata, pari a Euro 10.000.000,00 in attuazione di quanto disposto dalla Deliberazione di Giunta regionale n. 566 del 24/08/2022.

L’intervento proposto a finanziamento ha l’obiettivo di sostenere progetti di acquisto del patrimonio edilizio esistente, con priorità per gli immobili ubicati nei centri storici e nelle aree soggette a piani di recupero urbano comunque denominati e di rimuovere gli squilibri economico-sociali rivolgendosi specificatamente a famiglie con disagio e bisogno abitativo.

“Ringrazio l’Ufficio Edilizia e tutto il Dipartimento Infrastrutture e mobilità che hanno lavorato, in tempi ristretti, all’Avviso pianificando le relative coperture finanziarie e le conseguenti attività. Il nostro impegno a favore dei cittadini sulla casa – dichiara l’Assessore Merra – non è mai mancato, anzi è stato potenziato rispetto al passato perché riteniamo che occorra fare di più in questa particolare e complicata contingenza in cui il futuro delle persone e delle famiglie è stato fortemente destabilizzato dagli eventi internazionali. Anche gli operatori del settore otterranno quella boccata di ossigeno necessaria a rilanciare le attività edilizie messe in difficoltà dall’aumento dei prezzi delle materie prime, dalla reperibilità dei materiali e dalla più bassa propensione all’acquisto dei beni conseguente alle varie criticità economiche”.

Basilicata: allerta meteo arancione

in Cronaca

E ‘passata ad arancione l’allerta meteo sulla Basilicata.

La criticità era rossa tuttavia viste le precipitazioni delle ultime ore, la Protezione Civile ha deciso di rivedere la situazione.

La criticità riguarda zone come il Vulture Melfese e il bacino del Bradano. “Si tratta in particolare di una criticità idrogeologica ovvero non rischio connesso a violenti temporali o bombe d’acqua ma a possibile smottamenti e frane causati dalle piogge continue delle ultime ore” .

Bardi: in Basilicata premiato il centrodestra

in Politica

 

Bardi: in Basilicata premiato il centrodestra. Il governatore plaude al risultato di Casellati e Caiata. “Lega in Basilicata al di sopra della media nazionale”.

Le elezioni di ieri hanno premiato il centrodestra sia a livello nazionale che a livello lucano. Faccio i miei auguri a Giorgia Meloni, che sarà la prima donna a ricevere dal nostro Presidente Mattarella l’incarico di formare il nuovo governo. Un evento che resterà per sempre nella storia del nostro Paese. Sono felicissimo per l’elezione nei collegi uninominali – con grande distacco – di Maria Elisabetta Casellati e di Salvatore Caiata, così come voglio sottolineare il dato di Forza Italia, molto sopra la media nazionale e il risultato della Lega che è il migliore del mezzogiorno. Adesso speriamo che nella bizzarra assegnazione dei seggi, il centrodestra lucano possa “vincere” un altro deputato.
Quello che va sottolineato è che in Basilicata il centrodestra unito ha dato dimostrazione di essere vincente e questo ci è di monito, anche imparando la lezione da qualche errore del recente passato.

Il centrodestra è vincente in tantissimi comuni lucani, battendo sia il M5S che il centrosinistra, oggi divisi ma domani sicuramente uniti, a Roma come in Basilicata.

Adesso dobbiamo dare continuità e stabilità all’azione di governo della Regione: dopo il provvedimento che darà il gas gratis a tutti i lucani, le nostre attenzioni sono già concentrate su acqua ed energia elettrica. Abbiamo ereditato una situazione disastrosa, i cui artefici sono stati bocciati dai lucani, ma stiamo lavorando per realizzare quel “cambiamento” che i nostri concittadini hanno richiesto anche ieri, premiando ancora una volta il centrodestra. Non possiamo tradire le aspettative del nostro popolo.

Torna su