Archivio categoria

Emergenza Covid-19

Covid19, Basilicata 28 nuovi positivi

in Emergenza Covid-19

Covid19, Basilicata 28 nuovi positivi, tasso di positività al 4.2%. Zero i decessi, nessun paziente in terapia intensiva.Vaccinazioni e test Covid-19, aggiornamento del 24/6 (dati 23/6): tasso

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 23 giugno, sono state effettuate 3.326 vaccinazioni. Ad oggi sono 278.350 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (50,3 per cento) e 151.070 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (27,3 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 429.420 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane). Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 673 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 28 (tutti relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata sono state registrate 35 guarigioni (28 delle quali relative a residenti in Basilicata).

Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi sarà consultabile dopo le ore 14,00 di oggi collegandosi alla pagina web

Emergenza Covid19, la sezione con le notizie e i bollettini

GIALLO INTERNAZIONALE: TROVATE LE SEQUENZE DI VIRUS “SCOMPARSE”

Nuovo colpo di scena nella ricerca delle origini del SarsCov2: il ricercatore americano Jesse Bloom, del Fred Hutchinson Cancer Research Center, ha identificato dati che contengono sequenze del virus che risalgono all’inizio dell’epidemia di Covid-19 a Wuhan e che erano state rimosse deliberatamente dall’archivio delle sequenze dei National Institute of Health (Nih) americani.
Il ricercatore, come si legge su Biorxiv (che raccoglie gli articoli non ancora vagliati dalla comunità scientifica) e anche sul sito della rivista Science, ha recuperato i file cancellati da Google Cloud e ricostruito le sequenze parziali di 13 virus dei primi tempi dell’epidemia. Secondo Bloom un gruppo di ricercatori cinesi avrebbe raccolto campioni di virus dai primi malati di Covid-19 a Wuhan, pubblicato le sequenze virali sulla banca dati americana Sequence Read Archive e le avrebbe rimosse qualche mese più tardi “per oscurarne l’esistenza”. Bloom dice di aver chiesto ai ricercatori cinesi dell’ospedale universitario Renmin di Wuhan il perché della rimozione dei dati dal database americano, senza pero’ ottenere risposta, mentre il Nih ha appena pubblicato una dichiarazione in cui spiega che le sequenze sono state rimosse su richiesta del ricercatore cinese, che aveva spiegato che le informazioni sulle sequenze erano state aggiornate e sarebbero state pubblicate su un’altra banca dati.

L’intero articolo su Ansa

 

Richiami Astrazeneca a Matera

in Emergenza Covid-19

Richiami Astrazeneca  a Matera nella tenda Qatar e Circo, le tabelle sul sito web dell’Asm

Il Direttore Sanitario Giuseppe Magno d’intesa con l’assessore Raffaele Tantone del Comune di Matera, ha deciso di ripartire i richiami del vaccino Astrazeneca, effettuati durante l’open day del 12, 13 e 14 aprile, nei punti vaccinali della Tenda del Qatar e del “Circo” di via Sallustio. Si chiede agli utenti di attenersi all’orario e al giorno indicati nelle tabelle pubblicate sul sito web dell’ASM, rispettando l’ordine alfabetico di vaccinazione e la sede indicata.

Le principali notizie su vaccinazioni e contagi Covid19 in Basilicata e nel Metapontino nella sezione dedicata.

Covid19, tredici nuovi positivi in Basilicata

in Emergenza Covid-19

Covid19, tredici nuovi positivi in Basilicata:  nella giornata di ieri, 22 giugno, sono state effettuate 4.373 vaccinazioni. Tasso positività all’1,7%. Zero decessi e nessun paziente in terapia intensiva

Nel Metapontino 3 nuovi positivi a Pisticci. A Policoro 7 guariti.

A ieri sono 275.894 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (49,9 per cento) e 150.191 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (27,1 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 426.085 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane).

Sempre nella giornata di ieri sono stati processati 684 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 13 (e tra questi 12 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata sono state registrate 81 guarigioni, di cui 79 relative a residenti in Basilicata.

Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi sarà consultabile dopo le ore 14,00 di oggi collegandosi alla pagina web

Il precedente bollettino in Basilicata

VIA LA MASCHERINA ALL’APERTO 

“La mascherina è e resta uno strumento fondamentale – ha detto -. Ho appena firmato un’ordinanza dove si dispone che cade l’obbligo di usarla sempre all’aperto. Va indossata necessariamente solo quando non si può rispettare il distanziamento ma resta un punto fondamentale della nostra strategia”. “E’ vero che i nostri numeri sono migliori rispetto a un mese fa, ma – ha avvertito il ministro – non dobbiamo considerare chiusa la partita”.

“Fermo restando quanto previsto dall’articolo I del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 2 marzo 2021, che prevede, tra l’altro, l’obbligo sull’intero territorio nazionale di avere sempre con sé dispositivi di protezione delle vie respiratorie, a partire dal 28 giugno 2021 – si legge nell’ordinanza firmata dal ministro Speranza – nelle ‘zone bianche’ cessa l’obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie negli spazi all’aperto, fatta eccezione per le situazioni in cui non possa essere garantito il distanziamento interpersonale o si configurino assembramenti o affollamenti, per gli spazi all’aperto delle strutture sanitarie, nonché in presenza di soggetti con conosciuta connotazione di alterata funzionalità del sistema immunitario”. L’ordinanza è valida dal 28 giugno 2021 e fino al 31 luglio 2021. [Ansa]

Covid19 Basilicata, tasso positività all’1.9%

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilicata, tasso positività all’1.9%. Vaccinazioni e test covid-19, aggiornamento del 22 giugno in Basilicata: 34 guariti, 13 nuovi positivi su 669 tamponi molecolari processati, zero decessi e nessun paziente in terapia intensiva. Nel Metapontino: 2 nuovi positivi a Policoro

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 21 giugno, sono state effettuate 4.258 vaccinazioni.A ieri sono 273.619 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (49,5 per cento) e 148.091 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (26,8 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 421.710 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane).
Sempre nella giornata di ieri sono stati processati 669 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 14 (fra questi 13 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata sono state registrate 37 guarigioni di cui 34 relative a residenti in Basilicata. Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi sarà consultabile dopo le ore 14,00 di oggi collegandosi alla pagina web.

Green pass, Basilicata: come ottenere la certificazione verde 

DISCOTECHE APERTE CON GREEN PASS

Entro i primi dieci giorni di luglio le discoteche potranno aprire e penso che il criterio del green pass possa essere applicato anche alle discoteche”. Lo ha detto il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, su RTL 102.5 durante il programma Non Stop News che ne ha diffuso il testo. “Ho appena avuto un colloquio su questo con il ministro Speranza. Questa settimana indicheremo una data in cui le discoteche potranno tornare a fare le loro attività, perché questo settore è ad oggi, rimasto l’unico senza avere una prospettiva e credo sia dovere della politica dare una risposta anche a questo”. “Ci aspettiamo di poter riaprire il 4 luglio, perché andare oltre sarebbe insostenibile. Ci aspettiamo buonsenso. Il Governo non ci faccia perdere il primo weekend di luglio perché le nostre attività sono aperte al massimo due volte a settimana. Per il Paese quella data non cambierebbe nulla, ma a noi tanto. [Ansa]

 

 

Covid19, 417.452 vaccinati, 40 nuovi positivi

in Emergenza Covid-19

Covid19, 417.452 vaccinati, 40 nuovi positivi. Situazione epidemiologica 19 e 20 Giugno 2021 in Basilicata: 40 contagi, 33 ricoveri, un decesso. Tasso positività al 4,8%.

Nel Metapontino: 5 nuovi casi a Pisticci. I guariti: 2 Montalbano Jonico, 5 Nova Siri, 28 Pisticci, 10 Policoro, 2 Rotondella, 1 Scanzano Jonico, 1 Valsinni

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 20 giugno, sono state effettuate 4.012 vaccinazioni. A ieri sono 271.456 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (49,1 per cento) e 145.996 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (26,4 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 417.452 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane). Sempre nella giornata di ieri sono stati processati 226 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 4 (tutti relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata sono state registrate 40 guarigioni, tutte relative a residenti in Basilicata. Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi sarà consultabile dopo le ore 14,00 di oggi collegandosi alla pagina web.

Come ottenere il green pass, la certificazione verde

MASCHERINE ALL’APERTO
Il 28 giugno, quando tutta l’Italia sarà bianca: potrebbe essere questa, secondo riferiscono fonti qualificate, la data in cui il Paese potrà uscire dal bavaglio della mascherina all’aperto. Una data su cui oggi ragionerà il Cts, all’interno del quale non si esclude però uno slittamento in avanti di questo giorno fatidico, fino almeno alla settimana successiva, il 5 luglio.

VACCINAZIONI OVER 12
Sì a vaccinare tutti gli over 12 contro il Covid-19 e no a prescrivere farmaci finalizzati alla prevenzione degli eventuali eventi avversi postvaccinici. Sono due degli 8 punti contenuti in documento approvato dal Consiglio direttivo della Società Italiana di Pediatrica (Sip), che entra nel vivo di uno dei temi che in questo periodo fanno più discutere nelle famiglie italiane, ovvero la vaccinazione dei minori.

Zona bianca, la Basilicata c’è

in Emergenza Covid-19

Zona bianca, la Basilicata c’è: Paese tutto bianco ad eccezione della Valle D’Aosta che resterà gialla

Un Paese tutto bianco da lunedì, con l’unica eccezione della Valle d’Aosta che resterà gialla fino al 28 giugno. Anche Basilicata, Calabria, Campania, Marche, Toscana, Sicilia e Provincia autonoma di Bolzano entrano nell’area senza restrizioni che non siano mascherine, distanziamento, igiene delle mani e divieto di assembramento. Un Paese tutto bianco da lunedì 21 Giugno 2021, con l’unica eccezione della Valle d’Aosta che resterà gialla fino al 28 giugno.

Stop alle mascherine tra il 28 giugno e il 5 luglio

Il 28 giugno, quando tutta l’Italia sarà bianca: potrebbe essere questa, secondo quanto riportato dall’Ansa, la data in cui il Paese potrà uscire dal bavaglio della mascherina all’aperto. Una data su cui domani ragionerà il Cts, all’interno del quale non si esclude però uno slittamento in avanti di questo giorno fatidico, fino almeno alla settimana successiva, il 5 luglio. Nell’incontro che si terrà tra i 12 membri del Comitato Tecnico Scientifico si annuncia un confronto con diverse sfumature: una sintesi che emergerà forse già domani o potrebbe slittare di qualche giorno. Nei giorni scorsi, il report dell’Istituto Superiore di Sanità, ha ritenuto la Basilicata a rischio moderato, precisando tuttavia che ” “Nessuna Regione o provincia autonoma supera la soglia critica di occupazione dei posti letto in terapia intensiva o area medica”.

IN ITALIA POSITIVITA’ STABILE

Sono 881 i positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 1.197. Sono invece 17 le vittime in un giorno, mentre ieri erano state 28. Sono 150.522 i tamponi molecolari e antigenici. Ieri erano stati 249.988. Il tasso di positività è dello 0,59%, sostanzialmente stabile rispetto a ieri quando era allo 0,48%. Sono 389 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, con un calo di 5 rispetto a ieri nel saldo quotidiano tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono stati 12 (ieri erano stati 10). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 2.444, in calo di 60 unità rispetto a ieri.

 

Covid19, in Basilicata 13 nuovi casi. Circa 409mila i vaccinati in regione

in Emergenza Covid-19

Covid19, in Basilicata 13 nuovi casi. 91 i guariti, 1 decesso. Tasso positività all’1,9%. Circa 409mila i vaccinati in regione

Nel Metapontino i nuovi positivi sono 7, 5 a Pisticci, 1 a Rotondella, 1 Bernalda. I guariti: 5 Montalbano Jonico, 21 Bernalda, 2 Colobraro, 1 Craco, 10 Pisticci, 9 Policoro, 1 Tursi, 4 Valsinni.

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 18 giugno, sono state effettuate 4.488 vaccinazioni. A ieri sono 267.081 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (48,3 per cento) e 141.885 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (25,6 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 408.966 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane). Sempre nella giornata di ieri sono stati processati 693 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 13 (tutti di residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata sono state registrate 92 guarigioni, 91 residenti e 1 domiciliato. Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi sarà consultabile dopo le ore 14,00 di oggi collegandosi alla pagina web 

Mascherine all’aperto
Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha inviato oggi una richiesta di parere formale al Comitato Tecnico-Scientifico “relativamente alle modalità e ai termini della permanenza dell’obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie all’aperto”. Lo rende noto il ministero.

Come ottenere il green pass: le istruzioni

VACCINAZIONE ETEROLOGA

Se le persone che hanno meno di 60 anni, dopo aver ricevuto una prima dose di vaccino AstraZeneca, rifiutano di fare la seconda dose con un vaccino a mRna, possono avere una seconda dose di vaccino AstraZeneca, dopo aver firmato un consenso informato. Lo rende noto il ministero della Salute in una circolare nella quale afferma che secondo il Comitato Tecnico Scientifico l’indicazione prioritaria resta comunque la seconda dose con un vaccino a mRna.

La circolare riguarda in particolare la “somministrazione della seconda dose vaccinale rispetto a quelle persone di età inferiore ai 60 anni che, dopo aver ricevuto la prima dose di vaccino Vaxzevria, rifiutano il crossing a vaccino a mRNA e dichiarano di voler proseguire nel richiamo con lo stesso vaccino impiegato per la prima dose”.

Certificazione verde, dove e come ottenerla

in Emergenza Covid-19

Certificazione verde, dove e come ottenerla: sul sito istituzionale , tramite fascicolo regionale (Basilicata) elettronico, con tessere sanitaria o carta d’identità, attraverso Appimmuni o App Io, con l’aiuto di medici e farmacisti

La Certificazione verde COVID-19 – (EU digital COVID certificate) nasce su proposta della Commissione europea per agevolare la libera circolazione in sicurezza dei cittadini nell’Unione europea durante la pandemia di COVID-19. È una certificazione digitale e stampabile (cartacea), che contiene un codice a barre bidimensionale (QR Code) e un sigillo elettronico qualificato. In Italia, viene emessa soltanto attraverso la piattaforma nazionale del Ministero della Salute.

La Certificazione attesta una delle seguenti condizioni:aver fatto la vaccinazione anti COVID-19 essere negativi al test molecolare o antigenico rapido nelle ultime 48 ore, essere guariti dal COVID-19 negli ultimi sei mesi.

La Certificazione verde COVID-19 può essere richiesta, in Italia,  per partecipare a eventi pubblici, per accedere a residenze sanitarie assistenziali o altre strutture, spostarsi in entrata e in uscita da territori classificati in “zona rossa” o “zona arancione”. Regioni e Province autonome possono prevedere altri utilizzi della Certificazione verde COVID-19. Dal 1 luglio la Certificazione verde COVID-19 sarà valida come EU digital COVID certificate e renderà più semplice viaggiare da e per tutti i Paesi dell’Unione europea e dell’area Schengen

COME OTTENERE LA CERTIFICAZIONE
Tramite questo sito dgc.gov

Con identità digitale. Dopo esserti autenticato con le tue credenziali SPID o CIE, puoi acquisire la Certificazione verde COVID–19. Richiedi tramite Spid e Cie

Con Tessera Sanitaria o documento di identità. Puoi ottenere la Certificazione verde COVID–19 senza utilizzare l’identità digitale (SPID o CIE).

Tramite il Fascicolo Sanitario Elettronico. Puoi acquisire la certificazione verde COVID-19 accedendo al tuo Fascicolo Sanitario Elettronico, con le modalità previste nella tua Regione di assistenza (Basilicata):

La Certificazione verde COVID-19 è messa a disposizione in formato scaricabile e stampabile (PDF)

La certificazione può essere ottenuta tramite App Immuni. Puoi acquisire la Certificazione verde COVID-19 utilizzando l’App Immuni attraverso l’apposita sezione “EU digital COVID certificate” visibile nella schermata iniziale della APP. Puoi acquisire la Certificazione verde COVID-19 utilizzando l’App IO.

Con l’aiuto di medici di medicina generale, pediatri di libera scelta, farmacie. Il medico e il farmacista, accedendo con le proprie credenziali al Sistema Tessera Sanitaria, potranno recuperare la tua Certificazione verde COVID-19. Serviranno il tuo codice fiscale e i dati della Tessera Sanitaria che dovrai mostrare loro. La Certificazione verde COVID-19 ti sarà consegnata in formato cartaceo o digitale.

Covid19, in Basilicata zero decessi e nessun paziente in terapia intensiva

in Emergenza Covid-19

In Basilicata tasso di positività al 2,1%, “0” decessi e “0” pazienti in terapia intensiva, 14  nuovi contagi e 51+2 guariti.

Nel Metapontino 2 nuovi casi a Pisticci. Guariti: 5 Policoro 2 Nova Siri, 1 Scanzano Jonico

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 17 giugno, sono state effettuate 4.424 vaccinazioni. A ieri sono 264.863 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (47,9 per cento) e 139.631 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (25,2 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 404.494 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane). Sempre nella giornata di ieri sono stati processati 660 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 14 (tutti di residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata sono state registrate 53 guarigioni, 51 residenti e 2 domiciliati.

Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi sarà consultabile dopo le ore 14,00 di oggi collegandosi alla pagina web

 

COVID19, RISCHIO MODERATO PER LA BASILICATA

Sono, secondo quanto si apprende, i dati contenuti nella bozza di monitoraggio Iss-Ministero della Salute, ora all’esame della cabina di regia, che saranno presentati oggi.
Secondo il rapporto, tutte le Regioni e le province autonome sono classificate a rischio basso, tranne tre: Basilicata, Friuli-Venezia Giulia e Molise, che sono invece classificate a rischio moderato. Tutte hanno comunque un valore dell’Rt compatibile con uno scenario di tipo uno.

GREEN PASS PER VIAGGI IN EUROPA

Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha firmato il Decreto che definisce le modalità di rilascio delle Certificazioni verdi digitali COVID-19 che faciliteranno la partecipazione ad eventi pubblici, l’accesso alle strutture sanitarie assistenziali (RSA) e gli spostamenti sul territorio nazionale. Con la firma del Dpcm – informa una nota – si realizzano le condizioni per l’operatività del Regolamento Ue sul “Green Pass”, che a partire dal prossimo 1° luglio garantirà la piena interoperabilità delle certificazioni digitali di tutti i Paesi dell’Unione. Sarà possibile ottenere una delle certificazioni verdi Covid 19 anche in farmacia.

 

Ultima modifica 15:44 del 18 Giugno 2021

Covid19, Basilicata: rischio moderato

in Emergenza Covid-19

Covid19, Basilicata: rischio moderato, stessa valutazione per Friuli Venezia Giulia e Molise. Le altre regioni italiane rischio basso.

Secondo il report Iss (Istituto Superiore Sanità)  “tutte le Regioni sono a rischio basso tranne la Basilicata, Friuli Venezia Giulia e Molise a rischio moderato”. Nessuna regione, invece, supera la soglia critica delle terapie intensive, sotto la soglia critica anche la pressione sugli ospedali.
Per l’Istituto Superiore è “indispensabile completare il ciclo vaccinale per prevenire recrudescenze”, mentre “il rischio varianti richiede tracciamento capillare e sequenziamento”.
L’indice Rt nazionale è 0.69, la scorsa settimana era a 0.68. E’ quanto emerso in queste ore dalla riunione della Cabina di regia per il monitoraggio Covid19.  Continua inoltre il calo dell’incidenza con 19 casi su 100mila abitanti.
Quanto alle terapie intensive:

 “Nessuna Regione o provincia autonoma supera la soglia critica di occupazione dei posti letto in terapia intensiva o area medica.

Il tasso di occupazione in terapia intensiva è 6%, sotto la soglia critica, con una diminuzione nel numero di persone ricoverate che passa da 688 a 504. Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale scende ulteriormente (6%). Il numero di persone ricoverate in queste aree passa da 4.685 a 3.333″, si legge ancora.

Ieri la Basilicata ha superato  quota 400 mila vaccinazioni, un dato importante per il passaggio in zona bianca.

La discesa della pandemia in Basilicata è inoltre confermata dal monitoraggio settimanale della Fondazione Gimbe: “Nella settimana dal 9 al 15 giugno risulta in miglioramento l’indicatore relativo ai casi attualmente positivi per centomila abitanti e si registra una diminuzione dei nuovi casi rispetto alla settimana precedente. Sotto soglia di saturazione i posti letto in area medica e terapia intensiva occupati da pazienti covid-19”.

1 2 3 42
Torna su