Archivio tag

pisticci

Droga: eseguito un arresto a Marconia di Pisticci

in Cronaca

Droga: eseguito un arresto a Marconia di Pisticci. Dalle ricostruzioni investigative risulterebbe che nell’abitazione dell’indagato siano state trovate banconote e dosi di cocaina

 

La Polizia di Stato ha arrestato in Marconia di Pisticci un uomo di 40 anni “perché trovato in possesso di diverse dosi di cocaina più materiale utile al confezionamento, bilancini e un’ingente somma di denaro, presunto provento di attività di spaccio”, è scritto nel comunicato stampa diffuso dalla Questura di Matera.

E, ancora:  “La droga, che sarebbe stata così pronta per essere immessa sul mercato, è stata sequestrata unitamente al denaro e agli strumenti utilizzati per la sua preparazione”.
L’operazione è stata svolta dagli agenti del Commissariato di P.S. di Pisticci nell’ambito di una mirata attività di indagine finalizzata al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti nel centro urbanizzato di Marconia di Pisticci.
A seguito di uno specifico servizio di osservazione e appostamento – come spiegato nella nota stampa degli investigatori – predisposto nei pressi dell’abitazione dell’uomo, sarebbe stato notato “un sospetto andirivieni da parte di più soggetti consumatori di sostanze stupefacenti”.
“La consistenza dei movimenti ha fatto presumere che l’abitazione fosse stata allestita a luogo di occultamento e smercio di droga.
Dopo l’ennesima sortita sospetta, gli agenti hanno pertanto deciso di verificare effettuando una perquisizione domiciliare. All’arrivo degli agenti, l’uomo teneva nelle mani un barattolo che ha cercato di occultare. Al suo interno gli operatori hanno rinvenuto diverse “cipolline” di cocaina. Sempre all’interno dell’abitazione, ben occultati in un sacchetto contenente mangime per cani, sono stati rinvenuti un bilancino di precisione, un rotolo di nastro isolante. È stata individuata, inoltre, all’interno della cappa di aspirazione dei fumi della cucina, avvolta dal cellophane, la somma di denaro di 8 mila euro suddivisa in banconote di piccolo taglio”.
La droga, il denaro e il materiale sopra indicato sono stati sequestrati. Date le risultanze investigative raccolte e su disposizione dell’Autorità, il sospettato è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Segui ilMet su Instagram

Covid19 Basilica: 3 nuovi decessi e 532 guarigioni

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilica: 3 nuovi decessi e 532 guarigioni. Nelle ultime 24 ore processati 2.707 tamponi (molecolari ed antigenici) di cui 494 sono risultati positivi

Vaccinazioni e test Covid-19, aggiornamento del 4/3 (dati 3/3)

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 3 marzo, sono state effettuate 522 vaccinazioni. A ieri sono 467.304 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (84,5 per cento), 437.943 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (79,2 per cento) e 340.238 (61,5 per cento) quelli che hanno ricevuto la terza dose per un totale di somministrazioni effettuate pari a 1.245.491 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane). In totale sono 95 le persone ricoverate: 53 nell’ospedale San Carlo di Potenza, di cui 1 in terapia intensiva, e 42 nell’ospedale Madonna delle Grazie di Matera, di cui nessuno in terapia intensiva.
Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 2.707 tamponi (molecolari ed antigenici) per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 494 sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 532 guarigioni. Inoltre, è stato registrato il decesso di 3 persone: 1 residente a Picerno, 1 residente a Teana e 1 residente a Pisticci.

Nella categoria dedicata le principali notizie sulla pandemia Covid19 in Basilicata

ISTANTANEA NAZIONALE: CONTINUA LA DISCESA DEI CASI

Continua la discesa dell’incidenza settimanale dei casi di Covid-19 a livello nazionale: 433 ogni 100.000 abitanti (25/02/2022-03/03/2022) contro 552 ogni 100.000 abitanti (18/02/2022 -24/02/2022) della scorsa settimana.

Nel periodo 9 febbraio 2022-22 febbraio 2022, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è invece stato pari a 0,75 (range 0,67-0,96), al di sotto della soglia epidemica, rispetto allo 0,73 della scorsa settimana.
Lo evidenzia il monitoraggio settimanale ministero della Salute-Istituto superiore di sanità.

La percentuale dei casi rilevati attraverso l’attività di tracciamento dei contatti è in leggera diminuzione (16% contro il 18% della scorsa settimana). È in aumento la percentuale dei casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (35% contro il 33%), come anche quella dei casi diagnosticati attraverso attività di screening (49% contro il 48%).

Il tasso di occupazione per pazienti Covid nei reparti di aree mediche a livello nazionale è al 14,7% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 3 marzo) rispetto al 18,5% (rilevazione Ministero della Salute al 24 febbraio) della settimana precedente. Il tasso di occupazione dei reparti di area medica scende dunque sotto la soglia di allerta del 15% per la prima volta dallo scorso 23 dicembre, quando era stato pari al 13,9% .
Il tasso di occupazione in terapia intensiva è invece al 6,6% (rilevazione giornaliera Ministero Salute al 3 marzo) rispetto all’8,4% (rilevazione Ministero al 24 febbraio) della settimana precedente [Ansa]

Covid19 Basilicata: 4 nuovi decessi e 1042 nuovi guariti

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilicata: 4 nuovi decessi e 1042 nuovi guariti. Vaccinazioni e test Covid-19, aggiornamento del 15 febbraio. 5.360 tamponi (molecolari ed antigenici) processati

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 14 febbraio, sono state effettuate 1.797 vaccinazioni.
A ieri sono 466.058 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (84,2 per cento), 431.626 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (78,0 per cento) e 326.563 (59,0 per cento) quelli che hanno ricevuto la terza dose per un totale di somministrazioni effettuate pari a 1.224.247 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane).
In totale sono 99 le persone ricoverate: 51 nell’ospedale San Carlo di Potenza, di cui 1 in terapia intensiva, e 48 nell’ospedale Madonna delle Grazie di Matera, di cui 3 in terapia intensiva.
Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 5.360 tamponi (molecolari ed antigenici) per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 867 sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 1.042 guarigioni.

Inoltre, è stato registrato il decesso di 4 persone: 1 residente a Pisticci, 1 a Lauria, 1 a Banzi, 1 residente in Toscana.

ISTANTANEA NAZIONALE:GREEN PASS ADDIO? “SCENARIO POSSIBILE”

La possibile eliminazione del Green Pass il 31 marzo “è uno scenario possibile, oggi dobbiamo completare la somministrazione delle terze dosi con questo ritmo è ragionevole pensare che per marzo potremmo avere completato la campagna vaccinale aprendo un nuovo scenario con progressivo allentamento delle misure restrittive, Green Pass compreso”. Così a ‘Radio Anch’io’ su Rai Radio1, il sottosegretario alla Salute Andrea Costa. Obiettivo del governo, ha aggiunto, è “riportare alla normalità il Paese. Credo che sicuramente lo stato d’emergenza non verrà più rinnovato e da quel momento inizierà certamente una fase nuova”. (ANSA).

Coopbox Valbasento: si torna in produzione

in Economia

Coopbox Valbasento, da lunedì 21 si torna in produzione. L’assessore ha comunicato che saranno trasferite ai dirigenti aziendali documentazioni complete delle misure messe in campo dalla Regione per la reindustrializzazione e lo sviluppo industriale della Val Basento

Da lunedì 21 febbraio alla Coopbox di Ferrandina riprenderà la produzione. E’ il risultato dell’incontro che si è tenuto in serata al Dipartimento Attività Produttive presieduto dall’assessore Francesco Cupparo alla presenza dei rappresentanti sindacali, di una delegazione di lavoratori, di rappresentanti del Gruppo Happy di Cremona, dei sindaci di Ferrandina, Miglionico, Pomarico e Pisticci e dei consiglieri regionali Acito, Braia e Perrino. In apertura di riunione l’assessore Cupparo ha chiesto ai rappresentanti dell’azienda – che da tempo ha interrotto l’attività produttiva dello stabilimento creando grandi apprensioni tra lavoratori ed amministratori locali – di conoscere le esigenze reali del Gruppo per garantire la continuità di produzione e per assicurare gli attuali livelli occupazionali (35 unità). L’assessore ha comunicato che saranno trasferite ai dirigenti aziendali documentazioni complete delle misure messe in campo dalla Regione per la reindustrializzazione e lo sviluppo industriale della Val Basento e saranno anticipate alcune azioni già in programma a sostegno dell’apparato industriale. Di qui l’annuncio dei vertici aziendali di riavviare la produzione in attesa di studiare ed approfondire le soluzioni più idonee da adottare. Per Cupparo si è trattato di un incontro efficace perché – ha detto – non abbiamo concesso più nessun alibi per l’interruzione specie in riferimento al prodotto che esce dallo stabilimento di Ferrandina che ha un buon mercato. E’ anche questa la testimonianza che la cooperazione tra Regione, sindacati, lavoratori, Amministrazioni Comunali dà buoni risultati in quanto le misure che abbiamo deciso per la Val Basento sono un forte incoraggiamento non solo a proseguire le attività esistenti ma soprattutto per nuovi investimenti.

Foto archivio, non si riferisce al fatto descritto nell’articolo

Revenge porn: fermo nei confronti del sospettato

in Cronaca

Revenge porn: fermo nei confronti del sospettato. Secondo gli investigatori avrebbe indotto la presunta vittima a versare somme per  24.052 euro

La Polizia ha eseguito un “fermo” nei confronti di un nigeriano domiciliato a Marconia indiziato di revenge porn e di estorsioni continuate ai danni di una donna

“I “guai” per la donna iniziati dopo aver avviato una relazione su Instagram con un sedicente ingegnere navale statunitense”.

La Polizia di Stato di Matera ha eseguito un provvedimento di fermo di indiziato di delitto nei confronti di un trentenne di nazionalità nigeriana, residente a Marconia di Pisticci, disposto dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Matera in ordine ai reati di “estorsioni continuate e aggravate, tentate e consumate e di diffusione illecita di immagini sessualmente esplicite (cosiddetto revenge porn), ipotizzati ai danni di una donna residente fuori regione”, si legge nella nota stampa diffusa in queste ore dalla Questura di Matera.

E, ancora: “A seguito della denuncia della parte offesa, la Squadra Mobile e la Sezione della Polizia Postale di Matera hanno svolto le indagini che hanno portato all’individuazione dell’uomo e di soggetti con lui concorrenti. La donna era stata contattata sulla piattaforma social “Instagram” da qualcuno che, tramite un falso profilo, era riuscito a carpirne la fiducia e aveva iniziato con la stessa una relazione, dapprima solo amicale e successivamente più stretta. La vittima, invaghitasi del sedicente “ingegnere navale statunitense”, era stata dallo stesso indotta a inviargli delle foto, alcune delle quali ritraevano le sue parti intime. Era stata poi indotta dal presunto amico a effettuare dei cospicui bonifici in suo favore su alcune carte prepagate. Quando poi la donna si è rifiutata di versare ulteriori somme, l’uomo ha iniziato a pretenderle con insistenza minacciandola di inviare le sue foto intime ai suoi familiari e amici su Facebook. La persona offesa ha continuato allora a versare altre somme sulle carte indicate dall’indagato, fino a un’ultima insostenibile cospicua richiesta, dopo la quale ha deciso di presentare denuncia. Visto il rifiuto della donna, l’indagato avrebbe messo in atto le sue minacce inviando le foto delle sue parti intime a tre suoi amici su Facebook.

In totale, le somme versate ammontano a 24.052 euro”.

Attesi i gravi indizi di colpevolezza emersi a carico dell’uomo di nazionalità nigeriana e vista la sussistenza di un concreto pericolo di fuga, l’Autorità giudiziaria procedente ha disposto il provvedimento di Fermo a carico dell’uomo che è stato condotto in carcere.

Segui ilMet su Instagram

Covid19 Basilicata: 1378 i nuovi casi e 1155 le guarigioni.

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilicata: 1378 i nuovi casi e 1155 le guarigioni. Un decesso a Lauria e sei pazienti nelle terapie  intensive regionali.

 

Vaccinazioni e test Covid-19, aggiornamento del 25/1 (dati 24/1)

 La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 24 gennaio, sono state effettuate 4.577 vaccinazioni. A ieri sono 459.466 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (83,0 per cento), 421.107 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (76,1 per cento) e 270.233 (48,8 per cento) quelli che hanno ricevuto la terza dose per un totale di somministrazioni effettuate pari a 1.150.796 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane). In totale sono 90 le persone ricoverate: 49 nell’ospedale San Carlo di Potenza, di cui 4 in terapia intensiva, e 41 nell’ospedale Madonna delle Grazie di Matera, di cui 2 in terapia intensiva. Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 7.709 tamponi (molecolari ed antigenici) per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 1.378 sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 1.155 guarigioni. Inoltre è stato registrato il decesso di una persona residente a Lauria. Dalle ore 17,00 di oggi è disponibile  il report completo  collegandosi alla pagina web dedicata. Sarà possibile consultare il bollettino quotidiano (infografica) con i dati riassuntivi.

COVID19, ISTANTANEA NAZIONALE

Covid: 186.740 positivi, 468 vittime. Il tasso di positività in calo al 13%, +9 le intensive
Cresce in 12 Regioni la percentuale di occupazione nei reparti.

A livello nazionale quota stabile al 30%. Terapie intensive ferme al 17%, 7 regioni oltre il 20%Sono 186.740 i nuovi contagi da Covid nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute.

Ieri erano stati 77.696. Le vittime sono invece 468, mentre ieri erano state 352.
Dei 468 decessi registrati nelle ultime 24 nel bollettino Covid del ministero della Salute, 186 sono avvenuti nei giorni precedenti secondo quanto comunicato da alcune regioni (Sicilia, Campania, Veneto, Umbria).
Dall’inizio della pandemia sono 10.212.621 gli italiani contagiati dal Covid, secondo i dati del ministero della Salute. Gli attualmente positivi sono 2.689.166, con una diminuzione di 20.691 nelle ultime 24 ore mentre i morti sono 144.343. I dimessi e i guariti sono invece 7.379.112, con un incremento di 231.500 rispetto a ieri.
Sono 1.397.245 tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 519.293.

Il tasso di positività è al 13,36%, in calo rispetto al 15% di ieri. Sono 1.694 le terapie intensive, nove in più di ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 130. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 20.027, ovvero 162 in più rispetto a ieri.
A livello giornaliero la percentuale di posti occupati da pazienti Covid nei reparti ospedalieri resta al 30% in Italia ma cresce in 12 regioni: Abruzzo(32%), Emilia Romagna(29%), Friuli(36%), Lazio (32%), Lombardia(33%), Marche(29%), Molise(11%), PA Bolzano(22%), PA Trento(28%), Puglia(25%), Toscana(27%) e Val d’Aosta(57%). Cala solo in Liguria (40%) e Veneto (24%). Stabile in Basilicata (al 25%), Calabria (40%), Campania(31%), Piemonte(31%), Sardegna(18%), Sicilia(38%), Umbria(29%); 10 superano il 30%: Abruzzo, Campania, Calabria, Friuli, Lazio, Liguria, Lombardia, Piemonte, Sicilia, V. d’Aosta. Questi i dati Agenas al 24 gennaio.
La percentuale di terapie intensive occupate da pazienti Covid resta al 17% in Italia ma 7 sono oltre il 20%: Trento (27%), Piemonte (24%), Friuli e Toscana (22%), Lazio, Marche e Val d’Aosta (21%). A livello giornaliero, il tasso cala in 4 regioni: Lazio (21%), PA Bolzano(17%), Piemonte (24%), Puglia(13%). Cresce, però, in altrettante: Basilicata(8%), PA Trento(27%), Toscana(22%), Veneto(17%). E’ stabile in Abruzzo(20%), Calabria(16%), Campania(12%), Emilia Romagna(17%), Friuli(22%), Liguria(18%), Lombardia(15%), Marche(21%), Molise(5%), Sardegna(15%), Sicilia(19%), Umbria(9%), Val d’Aosta(21%). Questi i dati Agenas del 24 gennaio.

https://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2022/01/25/covid-cresce-in-12-regioni-la-percentuale-di-occupazione-nei-reparti-_e9f21956-e5cf-4aaf-bad1-75b64e44c9ca.html

Pisticci: tre ragazzi perdono la vita in un incidente stradale

in Cronaca

Pisticci: tre ragazzi perdono la vita in un incidente stradale. L’auto su cui viaggiavano, una Mini Cooper, è finita in una scarpata

Tre giovani – di circa 20 anni – sono morti in un incidente stradale avvenuto nella tarda serata di ieri sulla provinciale Pisticci-San Basilio, in provincia di Matera. Per cause in fase di accertamento, l’automobile, una Mini Cooper, su cui erano a bordo, è finita in una scarpata. Secondo quanto si è appreso, due dei giovani sono morti all’istante mentre il terzo è deceduto poco dopo in ospedale. Sul posto hanno operato 118, Vigili del Fuoco e Carabinieri [ansa]

Come riportato dal sito sito rainews i ragazzi erano in auto insieme, intorno alle 23 quando la loro vettura – per cause ancora da accertare – si sarebbe scontrata, in uscita da una curva, con un’altra che sopraggiungeva sulla corsia opposta. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Pisticci, i vigili del fuoco e personale del 118.
“Due dei giovani sono morti all’istante; il terzo, poco dopo in ospedale. Si chiamavano Lucio Lopatriello, Simone Andriulli e Luciano Carone“.
Non sarebbero gravi, invece, le condizioni delle due persone che erano a bordo dell’altra auto.
Sulla pagina FB  “Città di Pisticci” è riportato il seguente messaggio: “Il Sindaco, interpretando il sentimento dell’intera cittadinanza, proclamerà il lutto cittadino per la tragedia che la scorsa notte ha colpito la comunità pisticcese”

“Una vera tragedia che colpisce tutti noi. Ci stringiamo intorno al dolore delle famiglie”, ha scritto su Twitter il presidente della Regione, Vito Bardi
Foto archivio, non ri riferisce al fatto descritto nell’articolo

Segui ilMet su Instagram

Ultimo aggiornamento h 14:56 del Gennaio 2022

 

Covid19 Basilicata: 1369 nuovi casi e 873 guariti

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilicata: 1369 nuovi casi e 873 guariti. Un decesso e 3 pazienti in terapia intensiva. Tasso di positività al 19,8%.

I nuovi contagi nel Metapontino: 35 Bernalda, 2 Craco, 13 Montalbano Jonico, 19 Nova Siri, 76 Pisticci, 59 Policoro, 1 Rotondella, 30 Scanzano Jonico, 4 Tursi

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 20 gennaio, sono state effettuate 5.254 vaccinazioni.
A ieri sono 457.312 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (82,7 per cento), 418.987 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (75,7 per cento) e 255.578 (46,2 per cento) quelli che hanno ricevuto la terza dose per un totale di somministrazioni effettuate pari a 1.131.880 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane).
In totale sono 93 le persone ricoverate: 51 nell’ospedale San Carlo di Potenza, di cui 2 in terapia intensiva, e 42 nell’ospedale Madonna delle Grazie di Matera, di cui 1 in terapia intensiva.
Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 6.910 tamponi (molecolari ed antigenici) per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 1.397 sono risultati positivi.

Nella stessa giornata si sono registrate 908 guarigioni.

Si segnala, inoltre, un nuovo decesso di persona residente a Brindisi di Montagna. Dopo le ore 17,00 di oggi sarà inviato il report completo e collegandosi alla pagina web:  sarà possibile consultare il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi.

Quarantena, le regole introdotte nel 2022.

 

VACCINI BAMBINI, LEONE: BASILICATA SOPRA MEDIA NAZIONALE

La Basilicata è la sesta regione in Italia per il tasso di copertura vaccinale nella fascia 5-11 anni. Infatti, il 23,3% dei bambini lucani ha ricevuto almeno una dose. “È un risultato importante reso possibile da un lavoro di squadra e dal senso di responsabilità di genitori e bambini”, dichiara l’assessore alla salute Rocco Leone, commentando l’aggiornamento della Fondazione GIMBE del 19 gennaio 2022.
“La metà dei contagi in età scolare è proprio nella fascia fino a 11 anni – osserva Leone – ed è importante continuare con lo stesso impegno e la stessa perseveranza di Aziende sanitarie e pediatri. I dati riferiti alle prenotazioni delle vaccinazioni sulla Piattaforma di Poste per la fascia 5-11 anni, registrano un trend costante e rappresentano quindi un segnale di speranza per superare prima possibile questo momento delicato”.

Segui ilMet su Instagram

 

Quarantena Covid19: nuove regole

 

 

 

 

In Piemonte la riqualificazione del Sangone è a firma lucana

in Cultura

In Piemonte la riqualificazione del Sangone è a firma lucana: nel team un’ingegnera, Grazia Bruna Albano, e le architette Grazia Albano
e Lidia Di Pinto

Grazia Bruna Albano, Lidia Di Pinto e Grazia Albano le progettiste del riverfront del Parco urbano fluviale”. A dar forma, funzionalità e sostanza al riverfront del torrente Sangone a Beinasco in provincia di Torino sarà il progetto di tre cervelli lucani: un’ingegnera, Grazia Bruna Albano, e le architette Grazia Albano e Lidia De Pinto, sono le autrici della proposta progettuale risultata vincente.Sì, perché il tutto è nato dalla partecipazione al “Concorso internazionale di idee per la riqualificazione del parco fluviale lungo il torrente Sangone” indetto dal comune piemontese e dalla Fondazione per l’Architettura di Torino. Autorevole iniziativa, dunque, che ha visto trionfare genio e creatività lucana che ha come interpreti tre progettiste che, come spesso accade, hanno trovato spazi e opportunità lontano dalla terra d’origine.La notizia del successo ottenuto dalle lucane è stata rilanciata dal portale web degli ingegneri di Matera. Nello specifico, il concorso di idee per la realizzazione del masterplan, come spiegato sul sito della Fondazione per l’Architettura è “finalizzato a valorizzare e riqualificare il territorio comunale di Beinasco, con particolare attenzione alle aree del parco fluviale del torrente Sangone”.

Lo studio paesaggistico riguarda il territorio in prossimità del torrente, punto di interesse e di sviluppo di itinerari turistici e naturalistici.

“Obiettivo del concorso è quello operare una riqualificazione del riverfront del Sangone, attraverso la progettazione di un parco urbano fluviale che, nel rispetto dell’ambiente, costituisca una fascia verde con attrezzature ludiche e sportive per la cittadinanza, collegate tra loro e con il torrente attraverso percorsi ciclopedonali.

L’area in questo modo diverrà fruibile sia dalla cittadinanza che dai turisti: particolare attenzione dovrà essere dedicata al sistema delle
aree verdi urbane, per le quali è essenziale garantire la massima accessibilità e la configurazione di una rete in modo tale da garantire
la creazione di percorsi di connessione”. Un progetto avvincente e che arricchirà di valore l’area e il patrimonio
infrastrutturale del Piemonte. L’auspicio è che anche la Basilicata ricorra sempre più spesso allo strumento dei “concorsi di idee”, una
strategia valida e che potrebbe dare opportunità ai tecnici e ai creativi. Lucani compresi.

Link utili per approfondire la notizia

Covid19 Basilicata: 145 nuovi positivi e 276 guarigioni

in Emergenza Covid-19
Covid19 Basilicata: 145 nuovi positivi e 276 guarigioni.  Sono cinque i nuovi decessi in regione. Nuovi positivi nel Metapontino: 5 Montalbano Jonico, 9 Nova Siri, 3 Pisticci (n. 1 domiciliato a Montalbano Jonico), 14 Policoro, 4 Rotondella, 7 Scanzano Jonico, 5 Tursi
Vaccinazioni e test Covid-19, aggiornamento del 17 gennaio
La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 16 gennaio, sono state effettuate 3.530 vaccinazioni. A ieri sono 455.859 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (82,4 per cento), 417.909 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (75,5 per cento) e 235.571 (42,6 per cento) quelli che hanno ricevuto la terza dose per un totale di somministrazioni effettuate pari a 1.109.339 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane).
In totale sono 90 le persone ricoverate: 49 nell’ospedale San Carlo di Potenza, di cui 1 in terapia intensiva, e 41 nell’ospedale Madonna delle Grazie di Matera, di cui 1 in terapia intensiva.
Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 618 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 145 (e di questi 141 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi.
Nella stessa giornata si sono registrate 276 guarigioni, di cui 254 relative a residenti.
Inoltre, sul bollettino odierno sono riportati 5 decessi relativi a persone residenti a Venosa, Senise, Accettura, Matera e Pomarico.
Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi sarà consultabile nelle prossime ore collegandosi alla pagina web dedicata.
Segui ilMet su Instagram
ISTANTANEA NAZIONALE
La percentuale di posti nei reparti di area non critica occupati da pazienti Covid sale al 29% in Italia
e in Valle d’Aosta arriva al 69%. In 24 ore, cresce in altre 11 regioni: Abruzzo (al 29%), Basilicata (26%), Calabria (41%), Campania (29%), Emilia Romagna (27%), Lombardia (34%), Marche (27%), Piemonte (30%), Puglia (21%), Sardegna (15%), Toscana (25%). Cala in Umbria (33%) e Veneto (23%). Stabile Friuli (29%), Lazio (27%), Liguria (38%), Molise (13%), Pa Bolzano (18%), Pa Trento (25%), Sicilia (35%). Questi i dati Agenas aggiornati al 16 gennaio. Superano la soglia del 30%: Calabria, Liguria, Lombardia, Sicilia, Valle d’Aosta.
Sempre secondo i dati Agenas, la percentuale di terapie intensiva occupate da pazienti Covid è stabile al 18% in Italia, ma 8 regioni superano la soglia del 20% (Abruzzo, Friuli, Lazio, Marche, Trento, Toscana, Piemonte, Valle d’Aosta). A livello giornaliero, il tasso cresce in Puglia (12%) e Sicilia (20%). Cala in Campania (12%), Liguria (19%), Lombardia (15%), Marche (24%), Bolzano (17%). Stabile in 14 regioni: Abruzzo (al 21%), Basilicata (3%), Calabria (19%), Emilia Romagna (17%), Fvg (23%), Lazio (22%), Molise (5%), Trento (23%), Piemonte (23%), Sardegna (14%), Toscana (22%), Umbria (14%), Val d’Aosta (24%), Veneto (18%). [ansa]
1 2 3 20
Torna su