Archivio tag

rotondella

Emergenza Covid-19 in Basilicata: sono 60 i nuovi positivi, 35 i guariti

in Emergenza Covid-19

 Aggiornamento del 5 gennaio su dati del 4 gennaio 2021

 

La task force regionale comunica che ieri, 4 gennaio, sono stati processati 928 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 60 (e fra questi 51 residenti in Basilicata) sono risultati positivi.

Le positività riscontrate riguardano: 2 residenti in Abruzzo in isolamento a Matera ed a Sant’Angelo le Fratte, 3 residenti in Emilia Romagna in isolamento a Castelsaraceno, 1 residente e in isolamento in Campania, 3 residenti e in isolamento in Puglia, 3 di Avigliano, 1 di Balvano in isolamento a Potenza, 2 di Banzi, 1 di Bella, 5 di Brienza di cui 1 in isolamento a Roma, 1 di Craco in isolamento a Pisticci, 1  Genzano di Lucania, 1 di Ginestra, 1 di Laurenzana, 1 di Lauria, 4 di Lavello, 1 di Maratea, 2 di Matera, 1 di Oppido Lucano, 1 di Pietragalla, 1 di Pignola, 1 di Pisticci, 2 di Pomarico, 5 di Potenza, 3 di Rapolla, 3 di Rionero in Vulture, 2 di Rotondella, 4 di Sant’Angelo Le Fratte, 1 di Tito, 3 di Vaglio Basilicata.

Nella stessa giornata risultano guarite 35 persone

(34 residenti e 1 non residente che si trovava in isolamento in Basilicata): 1 di Chiaromonte, 1 di Irsina, 3 di Lauria, 5 di Marsicovetere, 1 di Matera, 4 di Melfi, 2 di Montemurro, 4 di Paterno, 1 di Pietragalla, 6 di Potenza, 3 di Rionero in Vulture, 1 di Ripacandida, 1 di Tito in isolamento a Potenza, 1 di Venosa, 1 cittadino straniero.

Inoltre, è deceduta 1 persona residente a Potenza. Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 5.967 (5.951 all’ultimo aggiornamento, a cui si aggiungono 51 positività di residenti e si sottraggono 34 guarigioni di residenti e 1 decesso), di cui 5.870 in isolamento domiciliare. Sono 4.627 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 261 quelle decedute.  Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 97: a Potenza 35 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 25 in Pneumologia, 1 in Terapia intensiva e 11 in Medicina d’urgenza dell’ospedale San Carlo; a Matera 13 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 3 in Terapia intensiva e 9 in Pneumologia dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 187.668 tamponi, di cui 174.292 risultati negativi, e sono state testate 119.357 persone.

Covid-19, in Basilicata 155 positivi, nel Metapontino sono 15; 4 a Scanzano Jonico

in Emergenza Covid-19

La task force regionale comunica che ieri, 30 dicembre, sono stati processati 1.354 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 155 (e fra questi 145 residenti in Basilicata) sono risultati positivi.
           
Le positività riscontrate riguardano: 2 residenti in Emilia Romagna in isolamento a Brienza ed a Ferrandina, 2 residenti ed in isolamento in Campania, 1 residente ed in isolamento in Lombardia, 5 residenti ed in isolamento in Puglia, 8 di Avigliano di cui 1 in isolamento a Pietragalla, 13 di Baragiano, 2 di Bella, 1 di Bernalda, 6 di Brienza, 1 di Ferrandina, 3 di Lagonegro, 3 di Lauria, 10 di Lavello, 2 di Maratea, 1 di Marsico Nuovo, 1 di Marsicovetere, 8 di Matera, 1 di Melfi, 2 di Miglionico, 1 di Moliterno in isolamento in Toscana, 3 di Montalbano Jonico, 6 di Muro Lucano, 1 di Nova Siri, 6 di Oppido Lucano, 10 di Picerno, 7 di Pignola, 3 di Pisticci, 2 di Policoro, 1 di Pomarico, 20 di Potenza, 2 di Rotondella, 4 di Scanzano Jonico, 2 di Spinoso, 5 di Stigliano di cui 1 in isolamento in Lombardia, 1 di Terranova del Pollino, 3 di Tito, 1 di Vaglio di Basilicata, 3 di Venosa, 2 di Vietri di Potenza.

 Nella stessa giornata risultano guarite 90 persone (89 residenti e 1 non residente che si trovava in isolamento in Basilicata): 7 di Avigliano, 1 di Ferrandina, 1 di Genzano di Lucania, 1 di Irsina, 4 di Lagonegro, 17 di Lauria, 12 di Lavello, 1 di Maratea, 3 di Marsico Nuovo, 7 di Matera, 10 di Melfi, 2 di Montemilone, 10 di Palazzo San Gervasio, 1 di Paterno, 1 di Pomarico, 2 di Potenza, 3 di Rivello, 1 di Rotonda, 1 di Sant’Arcangelo, 2 di Sasso di Castalda, 2 di Venosa, 1 residente in Campania. Ieri, inoltre, è deceduta 1 persona residente a Ruoti. Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 5.861 (5.806 all’ultimo aggiornamento, a cui si aggiungono 145 positività di residenti e si sottraggono 89 guarigioni di residenti e 1 deceduto), di cui 5.768 in isolamento domiciliare. Sono 4.390 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 249 quelle decedute. Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 93: a Potenza 36 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 1 in Terapia intensiva, 27 in Pneumologia e 7 in Medicina d’urgenza dell’ospedale San Carlo; a Matera 9 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 4 in Terapia intensiva e 9 in Pneumologia dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.
Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 184.291 tamponi, di cui 171.304 risultati negativi, e sono state testate 117.865 persone.

Pasquale Dimatteo è il nuovo coordinatore delle Città dell’Olio della Basilicata

in Economia

L’assemblea dei soci ha nominato la nuova squadra, il Vice Sindaco di Rotondella guiderà il Coordinamento delle 14 Città dell’Olio lucane

 

Pasquale Dimatteo, Vice Sindaco di Rotondella (MT) è il nuovo Coordinatore regionale delle Città dell’Olio della Basilicata. L’elezione all’unanimità è avvenuta sabato scorso durante il Coordinamento regionale che si è tenuto in modalità online alla presenza del presidente dell’Associazione nazionale Michele Sonnessa e del direttore Antonio Balenzano.

Insieme a Pasquale Di Matteo sono stati eletti anche il Coordinatore Vicario Antonio Murano (Sindaco di Barile), i Vice Coordinatori Cristian Giordano (Sindaco di Vietri di Potenza) e Franco Mastandrea (Sindaco di Forenza) che con il Consigliere nazionale Carmine Lisanti (Assessore di Ferrandina) completano la squadra di governo delle Città dell’Olio Basilicata.

”Ringrazio i colleghi e il presidente Michele Sonnessa per la fiducia che hanno riposto in me, sono molto contento per questo incarico ma allo stesso tempo sento la responsabilità  per far sì che con le Città dell’Olio della nostra regione lavoreremo in rete per valorizzare l’olio extravergine d’oliva e il paesaggio olivicolo del nostro territorio, collaborando con i nostri olivicoltori nonché alla divulgazione della cultura di qualità, la tutela e promozione dell’ambiente ha dichiarato Pasquale Dimatteo”.

“Faccio i miei complimenti e gli auguri di buon lavoro a Pasquale Dimatteo e all’ottima squadra del neoeletto coordinamento regionale. Sono certo, che gli amministratori che ne fanno parte contribuiranno a far crescere il protagonismo delle Città dell’Olio lucane all’interno della nostra grande associazione – ha dichiarato Michele Sonnessa presidente dell’Associazione Città dell’Olio – da lucano credo fortemente che unendo le forze, condividendo buone pratiche e facendo sinergia, possiamo ottenere risultati importanti nella diffusione della cultura dell’olio, nella valorizzazione del paesaggio olivicolo e nella costruzione di un’offerta turistica mirata alla conoscenza del prodotto e del territorio”.

“Rotondella 360°”, il virtual tour nel terzo borgo più bello d’Italia

in Cultura

Al via “Rotondella 360°”

Si chiama “Rotondella 360°”, un virtual tour a puntate studiato per accompagnare i turisti nei luoghi più suggestivi del terzo borgo più bello d’Italia.E’ la nuova iniziativa social a cura del Progetto di Comunità Rotondella Turistica che attraverso l’omonima pagina facebook vuole consentire visite virtuali a chi per via delle restrizioni da covid19 non può raggiungere direttamente il “balcone sul Metapontino”.

“La pandemia ha cambiato profondamente il turismo e per questo dopo un’estate con un cartellone molto fitto – dichiara il Project Manager di Rotondella Turistica RudyMarranchelli– ci stiamo rinventando la promozione”.

Un’estate “speciale” quella che ha vissuto Rotondella. Nonostante le misure imposte dal Covid-19 la promozione del territorio e il richiamo di “ospiti” (e non turisti, come dicono da queste parti) sono andati avanti con buoni risultati al punto da diventare una “best practice” per il turismo e per le attività produttive della filiera da portare ad esempio per il Paese.

“Internet riesce a portare il mondo a coloro che rimangono a casa, ecco che attraverso foto a 180° e 360°, foto 3D, gif e brevi video, vogliamo portare Rotondella, con le sue bellezze architettoniche e paesaggistiche, nelle abitazioni  deifollower della nostra pagina facebook. Il nostro progetto – aggiunge Marranchelli – nasce come esperienza da vivere. Tuttavia oggi avvertiamo la necessità di rimodulare le nostre iniziative per far sentire il calore e la vicinanza a tutti i rotondellesi sparsi per il mondo e alle tante persone che hanno dovuto rinviare la propria vacanza a Rotondella. Attraverso l’iniziativa social cercheremo di rivalutare luoghi poco conosciuti e i futuri turisti potranno avere un assaggio di un territorio ricco di storia e di cultura”.

L’iniziativa prenderà il via il 6 dicembre (notte di San Nicola) e si concluderà il 6 gennaio (Epifania) con post settimanali immaginati  per raccontare i luoghi di maggiore interesse, lasciando aperto l’invito a vivere l’esperienza in presenza, appena sarà possibile, in una terra ricca di storia e di magia. In un comune dove ancora oggi si può assaporare il gusto della tranquillità e provare emozioni uniche, come quelle che si vivono con le persone del luogo, veri custodi del territorio, capaci di trasmettere la passione per la propria terra e farti togliere le vesti da turista per farti sentire cittadino temporaneo,”Rutunnaro”.

Al centro il turismo esperienziale chepunta a emozionare il viaggiatore: un prodotto turistico si acquista, ma è l’esperienza che si vive ad essere ricordata nel tempo e non si può acquistare. L’idea del turismo lento prevede una valorizzazione della qualità dell’esperienza turistica e un’immersione del viaggiatore nella cultura locale del territorio, basandosi prima di tutto sulla scoperta del luogo che ospita. Per questa ragione non si è fatto fatica in pochi anni ad incuriosire e promuovere Rotondella,  la sua storia ed i piatti della tradizione.

“Oggi, nonostante le difficoltà causate dal covid19 – conclude il Project Manager di Rotondella Turistica – stiamo lavorando per rendere le attività sostenibili per arrivare alla costituzione di una vera impresa di comunità, capace di creare e distribuire valore”.

 

 

 

Rotondella, il gruppo di maggioranza FCR su assenze minoranze: “rinuncia alle prerogative”

in Politica

Il gruppo di maggioranza “Fare Comunità per Rotondella” del Consiglio Comunale di Rotondella intende stigmatizzare, con la presente, il mancato apporto politico del Gruppo di minoranza “Impegno Comune – Rotondella in cammino”.

Le assenze – anche se in parte giustificate – nelle ultime assise comunali (un solo rappresentante nella terzultima seduta, l’assenza di tutti e tre i rappresentati tanto  nel Consiglio Comunale del 29 settembre u.s quanto in quello odierno) si traducono in termini politici in un’autoesclusione di quell’esercizio critico e propositivo, di quell’attività di controllo sull’amministrazione che sono le prorogative di chi ricopre il ruolo di Consigliere di Minoranza.

Siamo convinti – continua la nota – che fare Politica non significhi solo elezioni, non significhi solo consultazioni popolari, non significhi competizione tra gruppi consiliari; Politica è anche e soprattutto dialettica tra maggioranza e minoranza sui grandi e piccoli temi che interessano la comunità di Rotondella.

Auspichiamo che il gruppo di Minoranza comprenda appieno il “mestiere dell’opposizione”: opposizione è rimanere in aula, criticare, proporre, cercare minuziosamente difetti e scelte sbagliate dell’amministrazione in carica.

La speranza è che dalla loro attività politica nasca un esercizio critico, costruttivo ed utile, non soltanto per tutti gli elettori che hanno creduto in loro, ma soprattutto per l’interà comunità di Rotondella che non deve assolutamente smarrire il senso ultimo della democrazia, quale il confronto tra forze politiche.

Antonio Latronico: “dopo 22 anni dall’incidente un intervento alla mano che mi dona nuova funzionalità e tanta speranza”

in Cronaca
ROTONDELLA – La gratitudine per un intervento chirurgico che ridona nuova vitalità e gioia dopo tanti anni, un grande grazie alla struttura che lo ha accolto e aiutato in un momento in cui le strutture ospedaliere sono intasate e non sempre è possibile ottenere la giusta attenzione.
Antonio Latronico, trentunenne di Rotondella, ritrova così la funzionalità della mano dopo quasi 22 anni.

Ricorderò per tutta la vita questo mio 31esimo compleanno. Il più bel regalo l’ho ricevuto con l’intervento alla mano e con gli ottimi benefici che ne ho ottenuto. Ho cominciato la scalata per una nuova vita, speranzoso che tutto possa continuare per il meglio. Voglio dire grazie all’ospedale Sol et Salus di Rimini, in particolar modo alla dottoressa Ferri che mi ha preso a cuore, così come i fisioterapisti e tutto lo staff ospedaliero”.

Le immagini del prima e del dopo danno la dimensione di quanto sia importante  il risultato raggiunto per la concreta funzionalità di vita. Antonio, che oggi ha 31 anni, conviveva con il problema sin da quando, a 9 anni, ebbe un grave incidente con importanti conseguenze.

Covid-19, sono 290 i nuovi tamponi positivi in Basilicata

in Emergenza Covid-19

La task force regionale comunica che ieri, 18 novembre, sono stati processati 2.147 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 290 (e fra questi 270 residenti in Basilicata) sono risultati positivi.

Le positività riscontrate riguardano 18 residenti in Puglia e lì in isolamento, 1 residente in Campania e lì in isolamento, 1 residente in Calabria in isolamento a Irsina, 12 residenti ad Abriola, 5 ad Accettura di cui 1 in isolamento a Tito, 3 ad Avigliano di cui 1 in isolamento a Tito, 1 a Balvano in isolamento a Tito, 1 a Baragiano, 1 a Barile, 7 a Bella, 1 a Brindisi di Montagna, 1 a Calciano, 1 a Calvello, 1 a Cancellara, 1 a Castelluccio Inferiore, 1 a Castelsaraceno, 1 a Corleto Perticara, 1 ad Episcopia, 10 a Ferrandina, 12 a Forenza, 4 a Gallicchio, 5 a Grassano di cui 1 in isolamento a Tricarico, 3 a Grottole, 1 ad Irsina, 4 a Lagonegro, 1 a Latronico, 2 a Lauria, 3 a Lavello, 2 a Maratea, 6 a Marsicovetere, 18 a Matera, 14 a Melfi, 1 a Miglionico, 1 a Missanello, 1 a Moliterno, 2 a Montalbano, 2 a Montemilone di cui 1 in isolamento a Palazzo San Gervasio, 3 a Montescaglioso, 1 a Muro Lucano, 1 a Nova Siri, 1 a Palazzo San Gervasio, 14 a Paterno, 2 a Picerno di cui 1 in isolamento a Tito, 1 a Pietragalla, 13 Pignola di cui 1 in isolamento ad Abriola 1 in isolamento a Calvello e 4 in isolamento a Tito, 4 a Pisticci, 4 a Policoro, 1 a Pomarico, 32 a Potenza di cui 1 in isolamento ad Accettura 11 in isolamento a Tito e 1 in isolamento a Tricarico, 9 a Rionero, 2 a Ripacandida, 1 a Rivello, 1 a Roccanova, 1 a Rotondella, 1 a Ruvo del Monte, 1 a Salandra, 1 a San Mauro Forte, 1 a Sant’Angelo le Fratte, 8 a Sant’Arcangelo, 1 a Sasso di Castalda, 3 a Satriano, 5 a Scanzano, 1 a Stigliano, 11 a Tito di cui 1 in isolamento a Potenza, 2 a Tramutola di cui 1 in isolamento a Tito, 1 a Tricarico, 1 a Trivigno, 2 a Vaglio, 7 a Venosa di cui 1 in isolamento a Forenza e 1 in isolamento a Tito, 3 a Vietri di cui 1 in isolamento a Tito. Nella stessa giornata sono guarite 11 persone (1 di Matera, 1 di Calvello, 3 di Potenza, 4 di Moliterno e 2 di Lauria) e sono decedute 2 persone (1 di Lauria e 1 di Venosa). Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 4.592 (4.335 all’ultimo aggiornamento, a cui si aggiungono 270 positività di residenti e si sottraggono 11 guarigioni di residenti e 2 decessi) e di questi 4.417 si trovano in isolamento domiciliare.

Ai positivi vanno aggiunti nel complesso: 101 deceduti (2 di Spinoso, 16 di Potenza, 4 di Paterno, 4 di Moliterno, 4 di Villa D’Agri / Marsicovetere, 2 di Irsina, 2 di Rapolla; 2 di Montemurro, 3 di Pisticci; 8 di Matera; 1 di San Costantino Albanese, 3 di Avigliano, 2 di Tursi, 1 di Aliano; 1 di Bernalda; 2 di Grumento, 2 di Tramutola; 3 di Marsico Nuovo; 1 di Viggiano; 1 di San Chirico Raparo; 1 di Sarconi, 2 di Roccanova; 1 di Garaguso, 1 di Pietrapertosa; 1 di Tolve, 1 di Castelsaraceno, 1 di Rotonda; 3 di Venosa; 5 di Lavello; 3 di San Fele; 1 di Rionero in Vulture; 1 di Latronico: 4 di Melfi; 1 di San Mauro Forte; 1 di Sant’Angelo le Fratte; 1 di Montescaglioso; 1 di Brienza; 2 di Ferrandina; 2 di Montalbano Jonico; 1 di Salandra; 1 di Accettura; 1 di Episcopia, 1 di Lauria), 939 guariti ed altre 118 persone, fra stranieri e residenti in altre regioni italiane che si trovano in isolamento in Basilicata e cittadini lucani positivi in isolamento in altre regioni (il dettaglio nel bollettino epidemiologico). Sono 175 le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane: a Potenza 38 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 16 in Terapia intensiva, 17 in Pneumologia e 15 in Medicina d’urgenza dell’ospedale San Carlo; a Matera 64 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 12 in Terapia intensiva e 13 in Pneumologia dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 134.214 tamponi, di cui 127.443 risultati negativi.

Emergenza Covid-19: 354 tamponi positivi in Basilicata sui 2.269 processati

in Emergenza Covid-19

La task force regionale comunica che ieri, 12 novembre, sono stati processati 2.269 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 354 sono risultati positivi. Le positività riscontrate riguardano: 44 residenti in Puglia e lì in isolamento; 1 residente in Emilia Romagna, 1 residente in Toscana, 1 residente in Campania, 2 residenti in Campania in isolamento a Marsicovetere, 1 residente in Sicilia in isolamento a Rotonda, 1 residente in Puglia in isolamento a Matera, 1 residente in Calabria in isolamento a Stigliano, 1 residente in Lombardia in isolamento a Potenza,  1 residente in Lombardia in isolamento a Ripacandida, 6 residenti ad Accettura, 1 ad Albano di Lucania, 1 ad Anzi, 1 ad Atella, 2 ad Avigliano, 1 a Balvano, 1 a Baragiano, 1 a Barile, 2 a Bella, 6 a Bernalda, 1 a Brindisi di Montagna, 2 a Episcopia, 17 a Ferrandina, 1 a Forenza, 1 a Francavilla in Sinni, 4 a Genzano di Lucania, 3 a Grassano, 2 a Grottole, 2 a Irsina di cui 1 in isolamento a Matera,18 a Lagonegro di cui 1 in isolamento a Potenza, 3 a Latronico, 1 a Laurenzana, 7 a Lauria, 29 a Lavello, 3 a Maratea, 3 a Marsico Nuovo, 6 a Marsicovetere di cui 1 in isolamento a San Chirico Raparo, 57 a Matera di cui 1 in isolamento a Bernalda, 13 a Melfi, 1 a Montalbano, 1 a Montemilone, 4 a Montescaglioso, 5 a Paterno, 5 a Policoro di cui 1 in isolamento a Scanzano, 5 a Pomarico, 39 a Potenza di cui 1 in isolamento a Gallicchio, 4 a Rionero in Vulture, 2 a Ripacandida, 2 a Rotonda, 1 a Rotondella, 1 a San Fele, 1 a San Mauro Forte, 3 a Scanzano Jonico, 1 a Senise, 5 a Spinoso, 4 a Stigliano, 1 a Terranova di Pollino, 2 a Tito, 1 a Tolve, 1 a Trecchina, 3 a Tricarico, 1 a Tursi, 7 a Venosa, 5 a Viggianello.

 Nella stessa giornata risultano guarite 46 persone: 18 di Genzano di Lucania, 1 di Venosa, 1 di Potenza, 13 di Avigliano, 1 di Banzi, 1 di Baragiano, 5 di Brienza, 1 di Matera; 1 di Maratea, 1 di Nemoli, 1 di Potenza, 1 di Rionero in Vulture, 1 di Vaglio Basilicata.

Una persona di Lavello è deceduta.

 Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 3.439 (3.187 all’ultimo aggiornamento a cui si aggiungono 300 positività di residenti e si sottraggono 46 guarigioni di residenti, 1 decesso e  1 positività erroneamente conteggiata ieri) e di questi 3.275 si trovano in isolamento domiciliare.

Ai positivi vanno aggiunti nel complesso: 73 deceduti (2 Spinoso, 12 Potenza, 4 Paterno, 4 Moliterno, 4 Villa D’agri/Marsicovetere, 2 Irsina, 2 Rapolla; 2 Montemurro, 3 Pisticci; 4 Matera; 1 San Costantino Albanese, 3 Avigliano, 1 Tursi, 1 Aliano; 1 Bernalda; 2 Grumento, 2 Tramutola; 2 Marsico Nuovo; 1 Viggiano; 1 San Chirico Raparo; 1 Sarconi, 2 Roccanova; 1 Garaguso, 1 Pietrapertosa; 1 Tolve, 1 Castelsaraceno, 1 Rotonda; 1 Venosa; 4 Lavello; 1 San Fele; 1 Rionero in V.; 1 Latronico, 2 Melfi, 1 San Mauro Forte);  804 guariti ed altre 106 persone, fra stranieri e residenti in altre regioni italiane che si trovano in isolamento in Basilicata e cittadini lucani positivi in isolamento in altre regioni (il dettaglio nel bollettino epidemiologico).

Sono 164 le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane: a Potenza 38 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 11 in Terapia intensiva, 19 in Pneumologia e 16 in Medicina d’urgenza dell’ospedale San Carlo; a Matera 56 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 12 in Terapia intensiva e 12 in Pneumologia dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 123.016 tamponi, di cui 117.702 risultati negativi.

Inquinamento falda Itrec: convocata Conferenza di servizi

in Cronaca

Rosa: manteniamo fede agli impegni assunti al termine della riunione che si è svolta il 21 ottobre

 

L’Ufficio Prevenzione e controllo ambientale del Dipartimento Ambiente della Regione Basilicata, in qualità di Autorità competente, ha indetto la Conferenza di Servizi istruttoria che si svolgerà, in videoconferenza, martedì 17 novembre alle 9,30 sul tema: Stato di attuazione degli interventi di messa in sicurezza operativa e risultati delle analisi eseguite dall’Arpab – Struttura Rifiuti, Suolo e Siti Contaminati sui campioni di acque sotterranee prelevati in contradditorio il 22 e 24 settembre nell’impianto Itrec di Rotondella.

Lo rende noto l’assessore all’Ambiente Gianni Rosa. “Manteniamo fede – commenta – agli impegni assunti al termine della riunione, da me convocata, che si è svolta lo scorso 21 ottobre. Il presidente Bardi, il Governo regionale e il Dipartimento Ambiente seguono con la massima attenzione gli sviluppi della vicenda che ha suscitato forti preoccupazioni nelle comunità di Rotondella e dell’area territoriale vicina all’Impianto Itrec.

La Conferenza di Servizi istruttoria che abbiamo convocato ha, pertanto, lo scopo di sviluppare un approfondimento sulla procedura di disinquinamento e messa in sicurezza avviata. Ciascuna Amministrazione dovrà esprimere le proprie valutazioni e formulare eventuali proposte in riferimento alle specifiche attribuzioni di propria competenza.

Ribadisco e sottolineo che, come il presidente Bardi ha sempre sostenuto, per l’Amministrazione regionale la tutela della salute e dell’ambiente è prioritaria e che il nostro impegno per affrontare e risolvere le questioni che emergono è forte e costante”.

Alla riunione sono stati invitati a partecipare i massimi rappresentanti di Sogin ed Enea del Centro di Rotondella, i sindaci di Rotondella, Policoro e Nova Siri, la Provincia di Matera, l’Arpab, l’Asm.  

foto archivio

Rotondella entra nella rete internazionale dei greeters  

in Cultura

“Greeters è un’organizzazione mondiale senza scopo di lucro. Destinazioni in tutto il mondo offrono ai visitatori passeggiate personali e private con la gente del posto”

Rotondella entra nella rete internazionale dei greeters ovvero semplici cittadini che accolgono i turisti per una visita fuori dal comune nella propria città di residenza.Ultima esperienza, in ordine di tempo, la visita di un nutrito gruppo dalla regione Marche, occasione per provare un atto di un più complesso gioco di comunità ideato sulla figura mitologica della Monachella (o Monachedd) dispettosa. Sceneggiata e diretta da Rudy Marranchelli – Rotondella Turistica – la rappresentazione di strada ha suscitato un grande successo tra i visitatori, grazie soprattutto all’interpretazione del giovane attore rotondellese Felice Pascale (nei panni della monachella dispettosa) e della coinvolgente maestra di ballo Roberta Lillo. Il gioco di comunità ha l’obiettivo di accompagnare studenti e turisti alla scoperta del centro storico, con tappe nei pressi delle Cappelle di San Rocco, dell’Annunziata, della Madonna del Carmelo, della Chiesa di Sant’Antonio e della Chiesa Santa Maria delle Grazie, tra viuzze, scalinate e antichi portali in pietra dai mascheroni e disegni antropologici. Un gioco per raccontare Rotondella e la sua gente tra devozione e credenze popolari. Con momenti gastronomici e workshop didattici per far conoscere usi, costumi, saperi e sapori di una comunità ospitale che si vuole candidare a capitale del turismo emozionale. Intorno alle chiese e il territorio si sta costruendo anche un docufilm, contando sulla collaborazione del videographer Giuseppe Losignore che vanta una maturata esperienza e lavori presso importanti programmi su reti nazionali. I Greeters rappresentano un nuovo e importante componente del progetto di comunità, dove ogni associazione o singolo cittadino è un tassello per completare il fantastico puzzle di Rotondella Turistica. Puzzle da incastonare in una rete di condivisioni di idee e progettualità che guarda i comuni di Valsinni, Nova Siri, Tursi e Montalbano J. come partner per eventi, itinerari e destinazioni anche in una logica di destagionalizzazione. “Greeters è un’organizzazione mondiale senza scopo di lucro – Racconta  Maximilian Puerstl – Destinazioni in tutto il mondo offrono ai visitatori passeggiate personali e private con la gente del posto. Le nostre passeggiate, chiamate Greets, sono totalmente gratuite, il nostro vuole essere un saluto, un volto amichevole, per chi visita una città o un paese come Rotondella. Qui a Rotondella possiamo contare su tanti volontari, per la visita di oggi un grazie particolare al greeter Salvatore Sagaria”.E’ sempre il “modello” di Rotondella Turistica che sperimenta a partire dai sui protagonisti: volontari che amano così tanto la loro città che vogliono mostrarti il ​​loro posto, non come guida, più come un amico appena incontrato.

Torna su