Archivio tag

basilicata

Coronavirus Basilicata, sono 124 i nuovi positivi in Basilicata

in Emergenza Covid-19

Emergenza Covid-19, aggiornamento 4 marzo su dati 3 marzo 2021

La task force regionale comunica che ieri, 3 marzo, sono stati processati 1.134 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 124 (e fra questi 119 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Le positività riguardano: 1 persona residente nel Lazio e in isolamento a Matera, 1 persone residente in Piemonte e in isolamento a Montescaglioso, 1 persona di nazionalità estera in isolamento a Scanzano Jonico, 2 persone residenti e in isolamento in Campania, 1 residente ad Atella, 2 a Bella, 5 a Ferrandina (di cui 1 in isolamento a Montescaglioso), 1 a Filiano, 3 a Francavilla in Sinni, 2 a Grottole, 1 a Lagonegro, 1 a Latronico, 5 a Lauria, 34 a Matera, 3 a Melfi, 12 a Montescaglioso, 4 a Palazzo San Gervasio, 1 a Pignola, 1 a Pisticci, 2 a Policoro, 21 a Potenza, 2 a Rivello, 3 a Rotondella (di cui 1 in isolamento a Matera), 1 a Sant’Arcangelo, 8 a Senise, 1 a Tito e 5 a Viggianello.

Nella stessa giornata è deceduta 1 persona residente a Miglionico e sono guariti 180 lucani, a cui si aggiunge 1 persona residente in Abruzzo e in isolamento a Sant’Arcangelo, così distribuiti sul territorio: 3 ad Accettura, 2 ad Acerenza, 1 ad Anzi, 1 ad Avigliano, 2 a Bernalda (di cui 1 in isolamento a Matera), 4 a Corleto Perticara (3 dei quali in isolamento a Guardia Perticara), 1 a Episcopia (in isolamento a Sant’Arcangelo), 4 a Ferrandina (3 dei quali in isolamento a Matera), 8 a Gorgoglione, 1 a Grassano, 2 a Guardia Perticara, 2 a Maratea, 83 a Matera, 5 a Melfi (di cui 1 in isolamento a Potenza), 1 a Montescaglioso, 3 a Nova Siri, 1 a Pietragalla (in isolamento a Potenza), 2 a Pignola, 1 a Pisticci, 4 a Policoro, 15 a Potenza, 2 a Rionero in Vulture, 6 a Rotondella, 1 a Ruoti (in isolamento a Potenza), 1 a San Martino d’Agri, 1 a San Mauro Forte, 8 a Sant’Arcangelo, 4 a Sarconi, 1 a Spinoso, 7 a Stigliano, 2 a Tolve e 1 a Tursi (in isolamento a Sant’Arcangelo).  Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 3.968, di cui 3.861 in isolamento domiciliare. Sono 11.336 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 364 quelle decedute. Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 107: a Potenza 30 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 23 in Pneumologia, 6 in Medicina d’urgenza e 3 in Terapia intensiva dell’ospedale San Carlo; a Matera 27 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 11 in Pneumologia e 7 in Terapia intensiva dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 245.100 tamponi molecolari, di cui 226.635 sono risultati negativi, e sono state testate 149.988 persone.

Coronavirus Basilicata: 149 i nuovi casi su 1.776 tamponi processati

in Emergenza Covid-19

Emergenza Covid-19, aggiornamento 2 marzo su dati del 1° marzo

La task force regionale comunica che ieri, 1° marzo, sono stati processati 1.776 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 149 (e fra questi 146 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi.

Le positività riguardano: 1 persona residente in Campania e in isolamento a Teana, 2 persone residenti e in isolamento in Puglia, 8 residenti ad Avigliano, 1 a Castelmezzano, 1 a Castronuovo di Sant’Andrea, 3 a Ferrandina, 1 a Filiano, 1 a Forenza, 4 a Lagonegro, 3 a Lauria, 1 a Marsico Nuovo, 1 a Marsicovetere, 20 a Matera, 3 a Melfi, 10 a Montescaglioso, 1 a Palazzo San Gervasio, 1 a Paterno, 1 a Pietragalla, 1 a Pignola, 2 a Pisticci, 4 a Policoro, 43 a Potenza (di cui 1 in isolamento a Pignola), 1 a Rapone (in isolamento a Rionero in Vulture), 3 residenti a Rionero in Vulture (di cui 1 in isolamento a Venosa), 1 a Ripacandida, 1 a Rivello, 1 a Roccanova (in isolamento a Castronuovo di Sant’Andrea), 2 a Sant’Arcangelo, 9 a Satriano di Lucania, 7 a Senise, 1 a Tolve, 1 a Tricarico, 1 a Trivigno, 6 a Venosa e 2 a Viggiano.

Nella stessa giornata è deceduta 1 persona residente a Sant’Arcangelo e sono guariti 54 lucani, a cui si aggiungono 2 persone residenti in Campania in isolamento una a Policoro e l’altra a Vietri di Potenza.

I guariti residenti in Basilicata sono così distribuiti: 3 residenti ad Acerenza, 1 a Banzi, 1 a Castelsaraceno (in isolamento a Lauria), 2 a Filiano, 6 a Lauria, 11 a Lavello, 1 a Maschito, 2 a Montescaglioso, 1 a Palazzo San Gervasio, 2 residenti a Picerno  (di cui 1 in isolamento a Vietri di Potenza), 1 a Pisticci, 3 a Policoro, 10 a Potenza, 1 a Rotondella, 1 a Ruoti, 1 a Ruvo del Monte, 1 a Scanzano Jonico, 5 a Venosa, 1 a Vietri di Potenza.

 

Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 3.968, di cui 3.867 in isolamento domiciliare. Sono 11.096 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 363 quelle decedute.

Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 101: a Potenza 30 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 21 in Pneumologia, 10 in Medicina d’urgenza e 4 in Terapia intensiva dell’ospedale San Carlo; a Matera 20 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 11 in Pneumologia e 5 in Terapia intensiva dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 242.627 tamponi molecolari, di cui 224.415 sono risultati negativi, e sono state testate 148.507 persone

Covid-19, in Basilicata 120 casi. A Pisticci 4, Bernalda e Policoro 3, a Scanzano 1

in Emergenza Covid-19

Emergenza Covid-19, aggiornamento 23 febbraio, dati 22 febbraio 2021. Fra l’ospedale Madonna delle Grazie di Matera e il San Carlo di Potenza, 5 in totale i pazienti in terapia intensiva

La task force regionale comunica che ieri, 22 febbraio, sono stati processati 1.430 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 120 (e fra questi 114 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Le positività riguardano: 1 persona residente in Lombardia e in isolamento a Matera, 5 persone residenti e in isolamento in Puglia, 2 residenti ad Accettura, 1 ad Avigliano, 3 a Bernalda, 1 a Ferrandina, 7 a Genzano di Lucania, 1 a Grottole, 1 a Lauria, 9 a Maratea, 18 a Matera, 5 a Melfi, 2 a Moliterno, 7 a Montescaglioso, 2 a Oppido Lucano, 3 a Palazzo San Gervasio, 1 a Picerno, 2 a Pignola, 4 a Pisticci, 3 a Policoro, 21 a Potenza, 1 a Rapone, 3 a Rionero in Vulture, 1 a Scanzano Jonico, 16 a Venosa.

La task force fa sapere che al computo delle positività totali della Regione, per successivo caricamento in piattaforma Covid-19, si aggiungono ulteriori 36 positività riferite allo scorso 20 febbraio, data a partire dalla quale le persone interessate sono state comunque prese in carico dall’Azienda sanitaria territorialmente competente.

Le 36 positività sono relative a 1 persone di nazionalità estera in isolamento a Matera, 3 residenti ad Accettura, 1 a Colobraro, 3 a Ferrandina, 1 a Matera, 1 a Montalbano Jonico, 10 a Montescaglioso, 3 a Pisticci, 11 a Policoro, 1 a Scanzano Jonico, 1 a Tursi (in isolamento a Policoro). Nella giornata di ieri 22 febbraio è deceduta 1 persone residente a Potenza e sono guariti 44 lucani, a cui si aggiungono 1 residente nel Lazio in isolamento a Muro Lucano, 1 residente nelle Marche in isolamento a Castelgrande, 1 persona residente e in isolamento in Campania e 1 persona residente e in isolamento in Puglia.

Le 44 guarigioni di residenti sono così distribuite sul territorio regionale: 1 ad Avigliano, 1 a Castelgrande, 3 a Lagonegro, 4 a Lauria, 1 a Marsicovetere, 7 Matera, 6 a Melfi, 1 a Miglionico, 1 a Montalbano Jonico, 1 a Muro Lucano, 3 a Paterno, 2 a Pietragalla, 2 a Pignola, 3 a Policoro, 1 a Pomarico, 1 a Potenza, 1 a Rionero in Vulture, 1 a Tito e 4 a Tolve. Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 3.476, di cui 3.392 in isolamento domiciliare. Sono 10.786 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 357 quelle decedute. Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 84: a Potenza 27 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 21 in Pneumologia, 9 in Medicina d’urgenza e 2 in Terapia intensiva dell’ospedale San Carlo; a Matera 13 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 9 in Pneumologia e 3 in Terapia intensiva dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 232.955 tamponi molecolari, di cui 215.589 sono risultati negativi, e sono state testate 142.341persone.

Covid-19, in Basilicata 142 nuovi casi: 1.642 i tamponi processati

in Emergenza Covid-19

La task force regionale comunica che ieri, 18 febbraio, sono stati processati 1.642 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 142 (e fra questi 136 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi.
Le positività riguardano: 1 persona residente ad Abriola, 7 ad Avigliano, 1 a Baragiano, 3 a Barile (di cui 1 in isolamento a Rionero in Vulture), 6 a Genzano di Lucania, 1 a Grottole, 2 a Lauria, 1 a Lavello, 30 a Maratea, 7 a Matera, 11 a Melfi, 2 a Montalbano Jonico, 13 a Montescaglioso, 2 a Nova Siri (di cui 1 in isolamento a Rotondella) 6 a Potenza, 8 a Rionero in Vulture, 2 a Rotondella, 4 a Sant’Arcangelo, 2 a Senise, 2 a Tito, 1 a Tolve, 1 a Tursi, 1 a Vaglio di Basilicata, 3 a Venosa, 5 persone residenti in Calabria e lì in isolamento, 1 persona residente in Puglia e lì in isolamento.

Nella stessa giornata sono decedute 3 persone: 1 residente ad Avigliano, 1 a Miglionico, 1 a Tolve.

Sono 72 le persone guarite (di cui 69 residenti in Basilicata): 1 persona residente ad Accettura, 8 ad Acerenza, 8 ad Avigliano, 1 a Balvano, 3 a Baragiano, 4 a Bella, 1 a Campomaggiore, 2 a Filiano, 1 a Lauria, 2 a Maratea, 6 a Matera, 3 a Melfi, 1 a Picerno, 1 a Pignola, 2 a Policoro, 6 a Potenza (di cui 1 in isolamento a Pietragalla), 2 a Rapolla, 4 a Rionero in Vulture, 1 a Scanzano Jonico, 6 a Tito (di cui 1 in isolamento a Picerno e 1 a Vaglio di Basilicata), 2 a Vaglio di Basilicata, 3 a Vietri di Potenza (di cui 1 in isolamento a Tito), 1 a Viggiano, 1 persona di nazionalità estera in isolamento a Matera, 1 persona residente in Veneto e in isolamento a Scanzano Jonico, 1 persona residente e domiciliata in Campania.

Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 3.317, di cui 3.236 in isolamento domiciliare. Sono 10.610 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 350 quelle decedute.
Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 81:

a Potenza 28 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 22 in Pneumologia, 8 in Medicina d’urgenza e 2 in Terapia intensiva dell’ospedale San Carlo; a Matera 13 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 6 in Pneumologia e 2 in Terapia intensiva dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 228.386 tamponi molecolari, di cui 211.374 sono risultati negativi, e sono state testate 139.752 persone.

Covid-19, a Policoro 19 casi. In Basilicata processati 988 tamponi, 104 i nuovi positivi

in Emergenza Covid-19

Sono 104 i nuovi positivi in Basilicata nelle ultime 24 ore. A Policoro, sono 19 i nuovi casi.  A Pisticci 4

La task force regionale comunica che ieri, 10 febbraio, sono stati processati 988 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 104 (e fra questi 101 residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Le positività riguardano: 1 persona di nazionalità estera in isolamento a Policoro, 2 persone residenti e in isolamento in Campania, 1 persona residente ad Atella, 2 ad Avigliano, 3 a Baragiano, 1 a Bernalda, 1 persona residente a Campomaggiore e in isolamento a Potenza, 3 residenti a Castelluccio Inferiore, 3 a Ferrandina, 2 a Forenza, 2 a Irsina, 2 a Lagonegro, 3 a Lauria (di cui 1 in isolamento a Castelluccio Inferiore), 1 a Lavello, 9 a Maratea, 9 a Matera, 5 a Melfi, 6 a Montescaglioso, 1 a Nova Siri, 1 a Oppido Lucano, 1 a Picerno, 1 a Pietrapertosa, 1 a Pignola, 4 a Pisticci, 19 a Policoro, 7 a Potenza, 1 a Rapolla, 1 a Rionero in Vulture, 1 a Rotondella, 1 a Ruoti, 1 a Sant’Arcangelo, 2 a Satriano di Lucania, 1 a Stigliano, 1 a Trecchina e 4 a Viggianello. A seguito di verifica e riallineamento tra le piattaforme Covid-19 della Regione Basilicata e dell’Istituto Superiore di Sanità, con il bollettino odierno si registrano 91 guarigioni relative al periodo antecedente. Si tratta di soggetti già dichiarati guariti, nei tempi e nelle modalità previste dalle vigenti circolari ministeriali, dai servizi delle Aziende sanitarie territorialmente competenti.

Alle 91 guarigioni dovute al riallineamento se ne sommano 55 odierne, per un totale di 146 guarigioni.

Le 55 guarigioni, tutte di persone residenti in Basilicata, sono così distribuite: 1 ad Acerenza, 3 ad Atella, 1 ad Avigliano, 2 a Corleto Perticara, 2 a Filiano, 10 a Grumento Nova, 12 a Melfi, 2 a Picerno, 1 a Pietragalla, 4 a Pignola, 6 a Potenza, 3 a Rapolla, 1 a Rionero in Vulture, 2 a Ruoti, 1 a Sant’Angelo Le Fratte, 1 a Tramutola, 1 a Matera, 1 a Rotondella e 1 a Scanzano Jonico.

Nella giornata di ieri è deceduta 1 persona residente a Melfi.   Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 3.071, di cui 2.989 in isolamento domiciliare. Sono 10.189 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 335 quelle decedute. Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 82: a Potenza 32 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 29 in Pneumologia, 3 in Medicina d’urgenza e 3 in Terapia intensiva dell’ospedale San Carlo; a Matera 8 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 5 in Pneumologia e 2 in Terapia intensiva dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 219.886 tamponi molecolari, di cui 203.583 sono risultati negativi, e sono state testate 134.784 persone

Al via interventi per il pieno ripristino della Canna del Sinni

in Cronaca

Gli interventi interesseranno una condotta di un diametro di 3 metri in tre tratti: Valsinni, Colobraro e Marconi di Pisticci e a valle della diga di Monte Cotugno

Per ripristinare la completa funzionalità della Canna del Sinni, la conduttura che porta acqua da Senise alla Puglia, si è tenuta questa mattina in Regione una videoconferenza alla presenza del direttore generale del Dipartimento Ambiente, Giuseppe Galante.
Gli interventi di manutenzione e riparazione sono finanziati dalla Regione Basilicata con Fondi Fesr e Fsc per 2 milioni e 150 mila euro e fanno parte di un programma finalizzato all’aumento della capacità di invaso delle dighe di Basilicata.

“La riunione di oggi si è resa necessaria – spiega l’assessore Gianni Rosa – per raccordare tutti i soggetti coinvolti nelle articolate attività che sono: Acquedotto Pugliese, Acquedotto Lucano, Consorzio di Bonifica della Basilicata, Consorzio Jonico Cosentino, ArcelorMittal ex Ilva, Consorzio di Bonifica Stornara e Tara e l’E.i.p.l.i. che ha redatto i progetti e appaltato gli interventi. Per circoscrivere gli enti interessati alle operazioni previste dall’interruzione idrica – aggiunge Rosa – abbiamo fissato un calendario di interventi da attuare entro la fine di marzo. Ciò anche per non determinare disagi alle popolazioni di Basilicata e Puglia e impatti sulla stagione irrigua”.

“Per un efficace coordinamento delle attività – spiega il direttore generale del Dipartimento Ambiente, Giuseppe Galante- sono state previste tre interruzioni rispettivamente di 24, 44 e 60 ore. Le interruzioni sono fissate a partire dal 23 febbraio la prima, a partire dal 9 marzo la seconda è l’ultima di 60 ore dal 23 marzo. Solo quest’ultima – sottolinea Galante- potrebbe comportare la riduzione di erogazione all’utenza che sarà preventivamente comunicata. Per rispettare questo calendario confidiamo in condizioni meteo clementi. Per verificare l’andamento delle temperature e confermare le date ci siamo dati appuntamento al prossimo 18 febbraio”.
Gli interventi interesseranno una condotta di un diametro di 3 metri in tre tratti: Valsinni, Colobraro e Marconi di Pisticci e a valle della diga di Monte Cotugno.
La perdita da riparare è invece al confine tra Puglia e Basilicata nel punto di massima depressione del fiume Bradano e interessa un bacino d’utenza totale di cinque milioni di abitanti tra Puglia, Basilicata e Calabria.
E.i.p.l.i. effettuerà inoltre altri interventi sulla stessa condotta per l’efficientamento delle centraline oleodinamiche e per la protezione delle tubazioni in alcuni tratti interessati dall’attraversamento di torrenti. Data la rilevanza degli accordi a carattere interregionale tra i vari soggetti coinvolti, la riunione di oggi è stata coordinata dall’Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Meridionale.

Per gli studenti delle Superiori di Basilicata e Calabria “Masterclass” al Cern

in Cultura

Le Masterclass si svolgono contemporaneamente in 60 diversi paesi, coinvolgono oltre 200 tra i più prestigiosi enti di ricerca e università del mondo

Sono circa 160, quest’anno, le studentesse e gli studenti delle scuole superiori della Calabria e della Basilicata che l’11 febbraio e il 24 marzo potranno fare esperienza diretta di come funzionano le ricerche del CERN. Gli eventi fanno parte dell’iniziativa internazionale Masterclass, organizzata da International Particle Physics Outreach Group (IPPOG) e coordinata in Italia dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), realizzata in collaborazione con l’Università della Calabria. Le ragazze e i ragazzi saranno accompagnati in un viaggio alla scoperta delle proprietà delle particelle ed esploreranno i segreti dell’acceleratore LHC (Large Hadron Collider) del CERN di Ginevra, il tunnel di 27 km a 100 metri sottoterra dove le particelle si scontrano quasi alla velocità della luce e nel luglio 2012 è stato scoperto l’ormai celebre bosone di Higgs.

L’inizio delle Masterclass coincide con l’International Day of Women and Girls in Science e prevede l’11 febbraio una masterclass dedicata solo alle studentesse, mentre il 24 marzo gli eventi sono aperti sia a studentesse sia a studenti.

Quest’anno gli incontri si svolgeranno online, a causa della pandemia di COVID-19, ma il programma prevede sempre lezioni e seminari sugli argomenti fondamentali della fisica delle particelle al mattino, seguite nel pomeriggio da esercitazioni al computer su uno degli esperimenti dell’acceleratore LHC.

In particolare, le studentesse e gli studenti analizzeranno dati provenienti dall’esperimento ATLAS per scoprire caratteristiche e proprietà del bosone W. Poiché le masterclass si svolgono nelle stesse giornate in tutto il mondo, dopo le esercitazioni, proprio come in una vera collaborazione internazionale, ci sarà il collegamento in videoconferenza con il CERN e tra tutti gli studenti partecipanti per discutere insieme i risultati emersi dalle esercitazioni. L’iniziativa, giunta alla 17° edizione, fa parte delle Masterclass internazionali organizzate da IPPOG (International Particle Physics Outreach Group) e, in Italia, dall’INFN. Le Masterclass si svolgono contemporaneamente in 60 diversi paesi, coinvolgono oltre 200 tra i più prestigiosi enti di ricerca e università del mondo e più di 13.000 studenti delle scuole secondarie di II grado. Per l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare oltre al gruppo collegato di Cosenza quest’anno sono presenti le sezioni di Bari, Bologna, Cagliari, Ferrara, Firenze, Genova, Lecce, Milano Bicocca, Milano, Napoli, Padova, Parma, Pavia, Perugia, Pisa, Salerno, Sapienza Università di Roma, Roma Tor Vergata, Roma Tre, Torino, Trento, Trieste e Udine, e i Laboratori Nazionali di Frascati.

 

Contatti locali: Dip. di Fisica Università della Calabria Ponte Bucci, Aula seminari (cubo 31C,V piano), Arcavacata di Rende (Cosenza), Marcella Capua (marcella.capua@fis.unical.it)

Maggiori informazioni per l’11 febbraio

Maggiori informazioni per il 24 marzo

Per informazioni sulle Masterclass nazionali: Ufficio Comunicazione INFN – Cecilia Collà Ruvolo, 346 3338917, cecilia.collaruvolo@lnf.infn.it – foto d’apertura Ufficio stampa INFN

 

Covid-19 Basilicata, sui 1.136 tamponi processati, 107 quelli positivi. A Policoro 15 nuovi casi

in Emergenza Covid-19

Emergenza Covid-19, aggiornamento 9 febbraio, dati 8 febbraio 2021. Sono 3 i pazienti nelle terapie intensive degli ospedali lucani

La task force regionale comunica che ieri, 8 febbraio, sono stati processati 1.136 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 107 (e fra questi 104 residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Le positività riguardano: 1 persona di nazionalità estera in isolamento a Valsinni, 1 persona di nazionalità estera in isolamento a Matera, 1 persona residente e in isolamento in Puglia, 2 persone residenti ad Abriola, 2 ad Accettura, 1 ad Atella, 2 ad Avigliano, 1 a Barile, 1 a Bella, 3 a Bernalda, 1 a Castelgrande, 4 a Castelluccio Inferiore, 1 a Episcopia, 1 a Filiano, 3 a Forenza (di cui 1 in isolamento a Venosa), 1 a Grassano, 2 a Latronico, 6 a Lauria, 1 a Maratea, 6 a Matera, 6 a Melfi, 1 a Montalbano Jonico, 1 a Montescaglioso, 1 a Nova Siri, 1 a Paterno, 1 a Pietragalla, 1 a Pisticci, 15 a Policoro, 14 a Potenza, 2 a Rapolla, 1 a Rionero in Vulture, 1 a Rotondella, 2 a Ruoti (di cui 1 in isolamento a Potenza), 1 a San Fele, 8 a Sant’Arcangelo, 1 a Scanzano Jonico, 2 a Stigliano, 2 a Trecchina, 2 a Tursi (di cui 1 in isolamento a Policoro e 1 a Stigliano), 2 a Venosa e 1 Vietri di Potenza.

A seguito di verifica e riallineamento tra le piattaforme Covid-19 della Regione Basilicata e dell’Istituto Superiore di Sanità, con il bollettino odierno si registrano 74 guarigioni relative al periodo antecedente. Si tratta di soggetti già dichiarati guariti, nei tempi e nelle modalità previste dalle vigenti circolari ministeriali, dai servizi delle Aziende sanitarie territorialmente competenti.

Alle 74 guarigioni legate al riallineamento se ne sommano 8 odierne, per un totale di 82 guarigioni. Le nuove 8 guarigioni di residenti in Basilicata, a cui se ne aggiunge 1 relativa a una persona residente e in isolamento in Campania, sono così distribuite: 1 ad Abriola, 2 a Matera, 1 a Potenza, 1 a Rapolla, 2 a Oppido Lucano e 1 a Rotondella.

Nella giornata di ieri è deceduta 1 persona residente a Potenza. Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 3.069, di cui 2.984 in isolamento domiciliare. Sono 9.999 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 333 quelle decedute.

Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 85: a Potenza 31 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 30 in Pneumologia, 8 in Medicina d’urgenza e 1 in Terapia intensiva dell’ospedale San Carlo; a Matera 8 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 5 in Pneumologia e 2 in Terapia intensiva dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 218.064 tamponi molecolari, di cui 201.963 sono risultati negativi, e sono state testate 133.854 persone

“Con il brand Fragola Matera® si consolida il percorso della sostenibilità: un vero e proprio patto con la natura”

in Storie di Frutta

“Con il brand Fragola Matera® si consolida il percorso della sostenibilità: un vero e proprio patto con la natura”

SCANZANO JONICO. “La sostenibilità non è uno slogan ma un percorso: noi lo abbiamo avviato già 4 anni fa e anno dopo anno abbiamo aggiunto un tassello”, così Francesco Nicodemo, presidente della Frutthera Growers, organizzazione di produttori della Basilicata nata dall’esperienza trentennale del gruppo di lavoro, Nicofruit.

“Con il brand Fragola Matera® –  che racchiude la produzione di fragole dell’areale della provincia di Matera che si contraddistinguono per gusto, qualità, elevato grado brix e shelf life – possiamo dire di essere arrivati ad un punto importante del percorso: abbiamo istituito  la linea con packaging 100% compostabile, forti della consapevolezza che viene dagli studi condotti già dal 2014 nell’ambito del progetto Carbon Footprint”, ha detto Nicodemo che ha poi spiegato: “Gli studi svolti da Frutthera hanno messo in rilievo che, in quello che è il ciclo produttivo – dal campo allo scaffale – il momento più critico, e quindi più impattante in termini di emissioni atmosferiche, è quello del packaging. La nostra risposta è stata quella di abbattere totalmente, con il ridetto packaging,   quella criticità impiegando materiali che a fine vita diventano compost, cioè fertilizzante per la terra. Questa pratica rappresenta il nostro modo di attuare la raccolta differenziata e rafforzare il nostro  patto con la natura”.

Nicodemo, nello spiegare le pratiche agro-ecologiche accolte in azienda e rispettivi partner,  ha spiegato:  “Sostenibilità per noi è poi  l’impiego dei bombi che favoriscono l’impollinazione naturale, ma è anche il ricorso agli insetti utili capaci di annientare l’azione deleteria dei parassiti. L’idea di sostenibilità aziendale la applichiamo mediante l’utilizzo di coperture riciclabili negli impianti produttivi. L’impiego dell’acqua è razionalizzato grazie all’adozione di pratiche agricole, come le pacciamature,  che consentono di salvaguardare la preziosa risorsa idrica ed evitare gli sprechi”.

Francesco Nicodemo ha infine parlato di sostenibilità etica e sociale: “In tutti questi anni abbiamo stretto rapporti anche umani con i nostri collaboratori, la raccolta delle fragole è un lavoro molto artigianale, formiamo quindi i nostri lavoratori, pertanto abbiamo con loro rapporti consolidati nel tempo. Infatti c’è anche l’aspetto generazionale:  ci sono genitori  che hanno avviato al lavoro i figli e che oggi sono stabilmente occupati da noi”.

E, infine, quanto alla provenienza, ha spiegato: “Molta manodopera proviene dalla Basilicata e dalla Puglia;  altri collaboratori provengono dall’Africa e da Paesi dell’Est Europa.  Grazie al lavoro che hanno imparato a fare si sono stabilmente integrati in Italia. Per noi sostenibilità etica e sociale significa anche questo”.

 

Nova Siri Genetics dà il via al “Club Varietale”

in Senza categoria/Storie di Frutta

Nova Siri Genetics, azienda di Policoro (Matera) specializzata nell’attività di ricerca, sperimentazione e moltiplicazione di nuove varietà di fragola è ideatrice e promotrice del Club Varietale della fragola, un progetto di valorizzazione, dedicato a tutti gli attori della filiera, vivaisti, produttori e distributori.
‘’Il Club Varietale NSG – spiega Alida Stigliano (nella foto d’apertura), responsabile marketing e comunicazione – giunge in un momento nel quale la competizione nel mercato delle fragole è basata sul prezzo. Con questo progetto intendiamo sostenere tutte le realtà della filiera mettendo a disposizione le nostre migliori selezioni con un approccio di segmentazione dell’offerta e politiche di marca profilate per soddisfare differenti fasce di mercato, presidiare lo scaffale sino a 8-9 mesi l’anno’’, completa. L’elemento differenziante del Club è dunque sviluppare un’offerta contraddistinta da brands che identificano posizionamenti chiari, distintivi sulla base di differenti cluster di consumatori.
I singoli brands sono accomunati dai valori che contraddistinguono Nova Siri Genetics e il progetto Club in termini di ‘’filiera virtuosa’’ in grado di offrire produzioni dalle aree più vocate del Bacino del Mediterraneo, sicurezza alimentare, qualità organolettica e sostenibilità grazie a cultivar innovative a basso impatto ambientale.
Il progetto prende in queste settimane vita con il lancio del brand Rossetta®, che identifica la fascia premium dell’offerta del Club, disponibile da gennaio a giugno. Rossetta®, che attualmente comprende la varietà NSG 120, si distingue per una shelf-life elevata, per un calibro medio-grande, una colorazione rosso medio uniforme, una buona consistenza della polpa e un grado Brix elevato.
Nelle prossime settimane sarà attivata una campagna di promo-comunicazione rivolta in particolare al target B2B e finalizzata a sviluppare la notorietà e la penetrazione commerciale del brand premium sul mercato domestico.

1 2 3 31
Torna su