Archivio tag

covid19

ASM Matera: prenotazioni terze dosi 60-79 anni

in Emergenza Covid-19

ASM Matera: prenotazioni terze dosi 60-79 anni. Dal 12 dicembre i punti vaccinali di Matera, Policoro e Pisticci aperti anche nei festivi

L’ Azienda Sanitaria di Matera di concerto con la Regione Basilicata comunica che a partire dalle ore 10:00 del 09/12/2021 anche per la fascia di età 60-79 anni, l’accesso alla somministrazione vaccinale per la terza dose Covid avverrà solo previa prenotazione sull’apposita piattaforma di Poste Italiane.

Pertanto a partire dal 09/12/21 sarà attivo il sistema di prenotazione su tutta la fascia di età dai 18 ai 79 anni per la somministrazione della dose addizionale (booster )

Si comunica altresì che a far data dal 12/12/2021 i punti vaccinali di maggiore afflusso dell’ASM, PVT di Matera, di Policoro e di Pisticci (Tinchi) saranno aperti anche nei giorni festivi dalle ore 08:00 alle ore 14:00.

Il bollettino Covid19 della Basilicata del 7 Dicembre 2021

L’ISTANTANEA NAZIONALE DAI DATI FIASO 

Covid, in due settimane +32% no vax e -33% vax in Terapia intensiva

I dati degli ospedali sentinella Fiaso (Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere) confermano il trend di aumento dei ricoverati in gravi condizioni non vaccinati. Tra i vaccinati tutti soggetti con ciclo vaccinale completato oltre i 4 mesi. I dati della rilevazione nell’ultima settimana del network degli ospedali sentinella di Fiaso mostrano un incremento complessivo delle ospedalizzazioni per Covid pari al 10,1%. Si passa da 810 pazienti del 30 novembre a 892 degenti del 7 dicembre.

L’età media di chi finisce in ospedale è più alta, pari a 75 anni, tra i vaccinati e più bassa, pari a 64 anni, tra i non vaccinati con uno scarto di ben 11 anni.

I numeri più significativi e indicativi dell’evoluzione della pandemia sono quelli dei reparti di Terapia intensiva dove finiscono i pazienti in gravi condizioni.

La malattia in forme gravi, infatti, colpisce sempre più i non vaccinati.

Il focus sulle terapie intensive
Crescono ancora i pazienti no vax in Terapia intensiva mentre continuano a diminuire quelli vaccinati. E, tra i ricoverati in gravi condizioni, non ci sono soggetti che hanno completato il ciclo vaccinale da meno di 4 mesi.
L’ultimo report del 7 dicembre degli ospedali sentinella di Fiaso conferma e consolida il trend, già evidenziato nella rilevazione del 30 novembre, delle ospedalizzazioni Covid nei reparti di Rianimazione: in una settimana sono aumentati del 15% i pazienti ospedalizzati non vaccinati e sono diminuiti del 22% i ricoverati vaccinati.

Dall’analisi della tendenza degli ultimi 15 giorni, dunque, emerge come i no vax in Terapia intensiva abbiano avuto un rapido incremento del 32% e, di contro, i vaccinati in Terapia intensiva si siano ridotti del 33%.

Complessivamente sono 97 i ricoverati nelle Terapie intensive dei 16 ospedali sentinella con un incremento del 2% rispetto a una settimana fa quando erano 95. I pazienti non vaccinati sono 77 mentre quelli vaccinati risultano 20. Da sottolineare come i vaccinati siano tutte persone che hanno completato il ciclo vaccinale da oltre 4 mesi. Si tratta, inoltre, per il 75% dei casi di soggetti affetti da gravi comorbidità e con un’età media di 69 anni. Numeri differenti, invece, per i no vax. I soggetti finiti in Rianimazione senza aver mai avuto una dose di vaccino sono in media più giovani, 62 anni, e nel 42% dei casi sono persone sane che non soffrono di altre patologie. Interessante anche la differenza del range di età che fra i vaccinati è fra 47 e 85 anni e fra i non vaccinati fra 21 e 83 anni.
“In una settimana si consolida il trend di crescita di ospedalizzazioni di pazienti non vaccinati in Terapia intensiva e di contestuale riduzione dei vaccinati in gravi condizioni – spiega il Presidente della Fiaso, Giovanni Migliore –. Si tratta di un’ulteriore conferma dell’efficacia della vaccinazione nella protezione dalle forme gravi del Covid. Abbiamo comunque scelto di analizzare la condizione dei pazienti vaccinati in Rianimazione e abbiamo rilevato come siano tutti soggetti che hanno completato il ciclo vaccinale da oltre 4 mesi: questo da una parte suggerisce la buona protezione della vaccinazione nei primi mesi, dall’altra conferma una volta di più l’importanza di una anticipazione della terza dose soprattutto per gli anziani fragili. Occorre dunque accelerare sulla somministrazione della terza dose allo scadere dei 5 mesi così come disposto dal Ministero della Salute”.

Il focus sui pazienti pediatrici
Il totale dei pazienti di età inferiore ai 18 anni ricoverati negli ospedali sentinella Fiaso è di 19 di cui 1 in terapia intensiva. In una settimana le ospedalizzazioni sono state complessivamente stabili. La metà dei ricoverati ha più di 5 anni.
“Il 50% dei bambini ricoverati per Covid, secondo i dati Fiaso, rientra nella fascia di età che potrà accedere alla vaccinazione – analizza Migliore -. L’avvio della campagna vaccinale per i pazienti tra 5 e 11 anni, a partire dalla prossima settimana, dunque, ci consentirà di proteggere anche i più piccoli. Le Aziende sono al lavoro per organizzare sedute vaccinali a misura di bambino con clown, supereroi e babbi Natale perché il momento della vaccinazione si trasformi in festa”.

Segui ilMet su Instagram

Covid19 Basilicata: 55 nuovi positivi e 19 guariti

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilicata: 55 nuovi positivi e 19 guariti. Tasso di positività in regione al 6%. Nessun decesso e nessun paziente nelle terapie intensive

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 6 dicembre, sono state effettuate 5.382 vaccinazioni. A ieri sono 439.303 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (79,4 per cento) e 407.302 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (73,6 per cento) e 76.387 quelli che hanno ricevuto la terza dose (13,8 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 922.992 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane).
Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 854 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 55 (e tra questi 52 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 19 guarigioni, di cui 18 tutte relative a residenti in Basilicata.  Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi  consultabile collegandosi alla pagina web dedicata.

 

Basilicata, terza dose solo con prenotazione dal 10 dicembre per 18-79 anni

Dal 10 dicembre l’accesso ai punti vaccinali potrà avvenire solo previa prenotazione, per chi ha da 18 a 79 anni. L’accesso libero, senza prenotazione, resterà solo per gli Over 80.Per la fascia di età 60-79, il sistema di prenotazione sul Portale Poste sarà aperto già il giorno 9 dicembre dalle ore 10. I punti vaccinali della Basilicata saranno aperti anche di domenica.

Vaccini anti covid ai bambini, in Regione incontro organizzativo

In Regione si lavora alla pianificazione della campagna vaccinale anti covid-19 rivolta ai bambini dai 5 agli 11 anni di età che partirà nei prossimi giorni, subito dopo la consegna prevista per il 15 dicembre delle 12 mila dosi equamente divise tra le due province.
Questa mattina, nel dipartimento Politiche della persona, l’assessore regionale alla Salute, Rocco Leone, affiancato dal coordinatore della Task force Coronavirus lucana Michele Labianca, ha incontrato i segretari di Matera e Potenza della Federazione italiana medici pediatri (Fimp), Eustachio Sarra e Antonio Bochicchio, per fare il punto sulle tappe da seguire per creare dei percorsi esclusivi per i bambini negli hub vaccinali dedicati presenti sul territorio.
Sono circa 30 mila i minori in regione rientranti nella fascia 5-11 anni e 20 i pediatri che sinora hanno dato la disponibilità a supervisionare le operazioni vaccinali, affiancati da personale infermieristico. Tra le ipotesi emerse nella riunione preliminare odierna, quella di effettuare le somministrazioni il sabato e la domenica, in modo da andare incontro alle esigenze lavorative e scolastiche dei genitori e dei ragazzi.
Un incontro più dettagliato legato agli aspetti organizzativi, a cui prenderanno parte anche i direttori sanitari dell’Asm e dell’Asp, si terrà giovedì mattina in Regione.

Covid19 Basilicata: positività al 5.4%

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilicata: positività al 5.4%. Dal dato aggregato del fine settimana risultano 63 nuovi positivi e 37 guariti. Nel Metapontino 4 nuovi casi a Bernalda e uno a Tursi. Sono 1162 i tamponi molecolari processati in regione nel week end.

 

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 5 dicembre, sono state effettuate 55 vaccinazioni.
A ieri sono 438.910 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (79,3 per cento) e 406.919 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (73,6 per cento) e 71.705 (13,00 per cento) quelli che hanno ricevuto la terza dose per un totale di somministrazioni effettuate pari a 917.534 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane).
Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 462 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 4 (tutti relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 9 guarigioni, tutte di residenti in Basilicata.
Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi sarà consultabile dopo le ore 14,00 di oggi collegandosi alla pagina web: https://bit.ly/3fLEgGd

COVID19: ISTANTANEA NAZIONALE

Sono 9.503 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute.
Ieri erano stati 15.021. Sono invece 92 le vittime in un giorno, ieri erano state 43. Sono 235.835 gli attualmente positivi al Covid in Italia, 3.835 in più nelle ultime 24 ore. Dall’inizio della pandemia i casi totali sono 5.118.576, i morti 134.287. I dimessi e i guariti sono invece 4.748.454, con un incremento di 5.567 rispetto a ieri.
Sono 301.560 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus. Ieri erano stati 525.108. Il tasso di positività è al 3,1%, in aumento rispetto al 2,9% di ieri. Sono invece 743 i pazienti in terapia intensiva in Italia, 7 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 45. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 5.879, ovvero 282 in più rispetto a ieri.
La buona notizia è che nelle ultime due settimane abbiamo ottenuto circa 390mila nuovi vaccinati”. Lo ha detto Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe [ANSA]

 

 

Covid19 Basilicata:39 nuovi contagi e 31 guariti

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilicata:39 nuovi contagi e 31 guariti. Sono 737 i tamponi molecolari processati. Nessun paziente in terapia intensiva e zero decessi.  Nel Metapontino i nuovi casi: 2 a Nova Siri, 3 a Policoro. I nuovi guariti nel comprensorio jonico lucano: 10 tutti a Policoro. Il tasso di positività in regione è al 5.2%.

Vaccinazioni e test Covid-19, aggiornamento del 4 dicembre

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 3 dicembre, sono state effettuate 5.836 vaccinazioni. A ieri sono 438.563 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (79,3 per cento) e 406.440 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (73,5 per cento) e 66.690 quelli che hanno ricevuto la terza dose (12,1 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 911.693 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane).
Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 737 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 43 (e tra questi 39 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 31 guarigioni, tutte relative a residenti in Basilicata. Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi consultabile collegandosi alla pagina web dedicata.

IL VACCINO ANTINFLUENZALE RIDUCE IL RISCHIO SARS-COV-2

“La vaccinazione influenzale sembra in grado di ridurre del 14% il rischio di infezione da Sars-CoV-2: lo suggerisce la metanalisi di studi osservazionali che hanno coinvolto Italia, Spagna, Israele e Stati Uniti pubblicata su Vaccines. Nel caso in cui avvenga il contagio, si avrà in altri termini un Covid meno grave”. Lo ha detto il presidente della Società italiana di gerontologia e geriatria (Sigg) Francesco Landi, in occasione del congresso nazionale che si tiene a Roma.

Landi ha spiegato che questo risultato “probabilmente è merito della cosiddetta trained immunity, il fenomeno per cui dopo una vaccinazione di qualsiasi tipo c’è un incremento e un’accelerazione della risposta immunitaria in caso di contatto con un altro agente patogeno. L’antinfluenzale insomma ‘allena’ il sistema immunitario e in caso di contatto con il coronavirus può ridurre le possibilità di positività da Covid grazie alla maggiore azione antivirale” [ANSA]

 

Covid19 Basilicata: Bene dati ospedalizzazione ma contagi in aumento

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilicata: Bene dati ospedalizzazione ma contagi in aumento. “Vaccinazioni sopra media nazionale. Indietro su terze dosi”. In regione sono 41 i nuovi contagi totali rispetto ai 1340 tamponi molecolari processati.

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 1 dicembre, sono state effettuate 3.748 vaccinazioni.
A ieri sono 437.956 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (79,2 per cento) e 405.712 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (73,3 per cento) e 56.853 quelli che hanno ricevuto la terza dose (10,3 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 900.521 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane).
Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 1.340 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 41 (e tra questi 37 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 34 guarigioni, tutte relative a residenti in Basilicata.

IN BASILICATA CONTAGI IN AUMENTO: IL DATO EMERGE DAL REPORT GIMBE

“L’odierno report della Fondazione GIMBE rileva notizie confortanti per la Basilicata: siamo la Regione con il più basso tasso di ospedalizzazione e l’unica con le terapie intensive vuote. Per quanto riguarda le vaccinazioni, siamo sopra la media nazionale per popolazione vaccinata e solo un 2,3% indietro rispetto alla media nazionale delle terze dosi, avendo effettuato un recupero poderoso nelle ultime due settimane. I contagi sono però in aumento, per cui bisogna tenere la massima attenzione, osservare le misure di distanziamento sociale, indossare la mascherina nei luoghi chiusi. I nostri comportamenti individuali fanno la differenza. Ringrazio i medici, i sanitari e i volontari per lo sforzo che stanno sostenendo. A breve partiranno gli sms a tutti gli Over 60 della Basilicata che non hanno ancora effettuato la terza dose: tale categoria in Basilicata continua ad avere la priorità, visto che la nostra strategia funziona. Sempre la Fondazione GIMBE rileva che solo il 6,4% degli Over 50 in Basilicata non ha nemmeno una dose di vaccino. A loro mi appello affinché si rechino quanto prima presso i nostri punti vaccinali: per chi deve fare ancora la prima dose, non è necessaria la prenotazione”. Lo afferma in una nota il Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi.

Segui ilMet su Instagram

Covid19 Basilicata: 44 i nuovi contagi e 32 i guariti

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilicata: 44 i nuovi contagi e 32 i guariti. I tamponi molecolari processati sono stati 1.015. Nessun paziente è ricoverato nelle terapie intensive della Basilicata. Nessun decesso dall’ultimo report. Il tasso di positività in regione è al 4.3%.

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 30 novembre, sono state effettuate 4.342 vaccinazioni.
A ieri sono 437.760 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (79,1 per cento) e 405.365 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (73,3 per cento) e 53.605 quelli che hanno ricevuto la terza dose (9,7 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 896.730 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane).
Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 1.015 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 48 (e tra questi 44 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 32 guarigioni, tutte relative a residenti in Basilicata.
Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi consultabile collegandosi alla pagina web dedicata.

IL GRUPPO POSTE ITALIANE CONSEGNA IL VACCINO MODERNA ALLE STRUTTURE SANITARIE LUCANE

Potenza – 1° Dicembre 2021. Domani, in mattinata, Poste Italiane, tramite il suo corriere espresso Sda, scortato da militari dell’Esercito Italiano distribuirà in Basilicata 7.000 dosi di vaccino “Moderna”. 4.600 dosi a Venosa e 2.400 a Matera.
L’azienda, che già da tempo collabora con il Commissario Straordinario, ha attrezzato 40 furgoni con celle frigo da 1.300 litri ognuna e si occupa della consegna sul territorio nazionale con un network dedicato.

Covid19 Basilicata: 31 nuovi contagi e 21 guariti

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilicata: 31 nuovi contagi e 21 guariti. Nel Metapontino 4 nuovi contagi: 1 a Montalbano Jonico, 3 a Scanzano Jonico. Il tasso di positività è al 2.9% in Basilicata. Zero decessi e nessun paziente attualmente ricoverato nelle terapie intensive della Basilicata. Sono stati processati 1044 tamponi molecolari nelle ultime 24 ore.

Dall’Europarlamento, Cooke: “Dai dati che vediamo su Omicron i vaccini autorizzati sono efficaci e continuano a salvare le persone da forme gravi e dalla morte”

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 29 novembre, sono state effettuate 4.221 vaccinazioni. A ieri sono 437.495 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (79,1 per cento) e 404.923 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (73,2 per cento) e 49.963 quelli che hanno ricevuto la terza dose (9 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 892.381 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane).

Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 1.044 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 34 (31 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 21 guarigioni (tutte relative a residenti in Basilicata).

EUROPARLAMENTO INTERROGA LA DIRETTRICE EMER COOKE

La direttrice esecutiva dell’Agenzia europea per i medicinali, Emer Cooke, ha riposto sugli sugli ultimi sviluppi del COVID-19.

Dai dati che vediamo” su Omicron “i vaccini autorizzati sono efficaci e continuano a salvare le persone da forme gravi e dalla morte. Anche se la nuova variante si diffonderà di più, i vaccini che abbiamo continueranno a garantire protezione”, ha detto la direttrice esecutiva dell’Ema, insistendo però sulla necessità di fare i richiami, visto che la copertura dei sieri si indebolisce col tempo. Di fronte alla variante Omicron “dobbiamo lavorare anche più duramente che in passato per aumentare il tasso delle vaccinazioni nell’Ue, specialmente negli Stati membri dove il tasso è pericolosamente basso. Questo è particolarmente importante mentre apprendiamo nuovi aspetti” di Omicron”. Se per affrontare Omicron “dovessimo adattare i vaccini” siamo nella posizione di approvarli “in tre-quattro mesi”. Ma prima occorre stabilire “se serve l’adattamento”. Sul mix di vaccini per i richiami “stiamo analizzando tutti i dati e speriamo di fare una dichiarazione congiunta con l’ Ecdc possibilmente entro la fine di questa settimana”.

“Il nuovo vaccino di Novavax potrebbe essere autorizzato nel giro di alcune settimane. Abbiamo approvato i vaccini a tempo record, e in meno di un anno abbiamo consegnato un miliardo di dosi ai nostri Stati membri” [ansa]

Covid19 Basilicata: due nuovi decessi

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilicata: due nuovi decessi. Dai dati aggregati del weekend risulta che siano 50 i nuovi positivi e 29 i guariti. Nel Metapontino 11 nuovi casi, di cui  7 a Bernalda

Dai dati aggregati del fine settimana sono 50 i nuovi contagi e 29 i guariti. Complessivamente sono stati processati 797 tamponi molecolari. Due i decessi registrati in Basilicata: un paziente di Rionero e un altro di Stigliano. Nessun paziente è ricoverato in terapia intensiva. I positivi totali attuali in Basilicata sono 1081. Il tasso di positività regionale è al 6.2%.

Nel Metapontino sono in totale 11 i nuovi casi di Covid-19 così suddivisi: 7 a Bernalda, 1 a Nova Siri, 2 a Policoro, 1 a Scanzano Jonico. I guariti nel comprensorio jonico lucano: 11 a Bernalda, 2 a Montalbano Jonico, 1 a Policoro.  Sono 46575 i pazienti che hanno ottenuto la terza dose.

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 28 novembre, sono state effettuate 623 vaccinazioni.

A ieri sono 437.234 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (79 per cento) e 404.362 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (73,1 per cento) e 46.575 quelli che hanno ricevuto la terza dose (8,4 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 888.171 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane).

Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 221 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 3 (tutti relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 9 guarigioni (delle quali 8 relative a residenti in Basilicata). Ieri, inoltre, si è registrato il decesso nell’ospedale San Carlo di Potenza di una persona residente a Stigliano.

Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi consultabile collegandosi alla pagina web dedicata.

 

 

 

 

 

Covid19 Basilicata: 32 nuovi contagi

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilicata: 32 nuovi contagi. Cinque nuovi positivi nel Metapontino di cui 3 a Scanzano Jonico e 2 a Bernalda. In regione il tasso di positività è al 3.6%. I guariti totali nelle ultime 24 ore sono 18. Tre i pazienti nelle terapie intensive della Basilicata, per fortuna nessun decesso. I tamponi molecolari processati sono stati 853.

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 26 novembre, sono state effettuate 4.372 vaccinazioni. A ieri sono 436.864 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (79 per cento) e 403.534 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (72,9 per cento) e 42.311 quelli che hanno ricevuto la terza dose (7,6 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 882.709 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane).

Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 853 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 34 (e tra questi 32 relativi a residenti in Basilicata e 2 domiciliati) sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 18 guarigioni, tutte relative a residenti in Basilicata.

 

Variante Omicron, un caso sospetto in Germania

Olanda, 61 persone arrivate dal Sudafrica positive al Covid: in isolamento ad Amsterdam. Analisi per capire se sia Omicron. L’Omicron mette paura e l’Europa si blinda, mentre il Sudafrica accusa i governi che hanno chiuso le frontiere di aver “punito” il Paese per aver per primo individuato la nuova variante.Ma dopo il Belgio, anche la Germania registra un possibile caso, e in Olanda scatta quarantena in hotel per 61 persone giunte ad Amsterdam con due voli dal Sudafrica risultate positive. In Italia ministero Salute raccomanda alle Regioni di rafforzare e monitorare tracciamento e sequenziamento in caso di viaggiatori da Paesi, o in caso di focolai, caratterizzati da rapido ed anomalo incremento di casi [ansa]

Covid19: in Basilicata positività al 5.2%

in Emergenza Covid-19

Covid19: in Basilicata positività al 5.2%: 761 i tamponi molecolari odierni. Sono 40 i nuovi contagi e 31 i guariti. Tre pazienti in terapia intensiva.  Nel Metapontino 8 nuovi casi di positività: a Scanzano Jonico 4, a Bernalda 2, 1 a Nova Siri, 1 a Policoro. I guariti nel comprensorio Jonico lucano: 4 a Montalbano Jonico, 1 a Bernalda, 1 a Pisticci, 1 a Policoro e tre a Scanzano Jonico.

Dal mondo: B.1.1.529 è la nuova variante che sta creando agitazione. Presto meeting di esperti a Ginevra.

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 25 novembre, sono state effettuate 4.231 vaccinazioni. A ieri sono 436.636 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (78,9 per cento) e 402.993 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (72,8 per cento) e 38.699 quelli che hanno ricevuto la terza dose (7,0 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 878.328 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane). Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 761 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 45 (e tra questi 40 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 31 guarigioni, tutte relative a residenti in Basilicata.

B.1.1.529: E’ LA NUOVA VARIANTE CHE PREOCCUPA IL MODO. A GINEVRA RIUNIONE DI ESPERTI

E’ stata identificata in Sudafrica una nuova variante (B.1.1.529) del virus SarsCoV2 che desta preoccupazione, non essendo ancora noto il suo impatto. Si sa che presenta numerose mutazioni della proteina Spike che potrebbero teoricamente aumentarne la trasmissibilità e la capacità di eludere gli anticorpi. L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) la sta monitorando e ha annunciato che si terrà a Ginevra una riunione di esperti. L’obiettivo è di chiarire se siamo di fronte ad una variante di “interesse” o di una variante di “preoccupazione”. Ma ci vorranno diverse settimane per sapere cosa significa potenzialmente in termini di contagiosità e l’impatto su diagnosi, terapie e vaccini.
Anche il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) sta studiando lo sviluppo della situazione e pubblicherà un documento di valutazione delle minacce. Dal canto suo anche l’azienda farmaceutica Pfizer sta studiando la nuova variante di Covid-19 e conta di avere i primi risultati “al più tardi entro due settimane”. La questione determinante, infatti, è capire se la nuova variante di coronavirus possa eludere i vaccini. [ANSA]

 

1 2 3 33
Torna su