Archivio tag

scanzano jonico

VIDEO. Ordinanza di misura cautelare: 24 gli indagati nel Metapontino: fra le accuse estorsione, droga, autoriciclaggio

in Cronaca

“In data odierna, a conclusione di indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia presso la Procura della Repubblica di Potenza in costante coordinamento con la Direzione Nazionale Antimafia (che ha garantito la costante applicazione del Magistrato di collegamento alle indagini in corso) e condotte dai Carabinieri e dai Finanzieri delle rispettive Compagnie di Policoro, è stata data esecuzione ad una ordinanza di misura cautelare personale, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Potenza, nei confronti di 24 indagati “ritenuti responsabili di aver fatto parte, a vario titolo, di un’associazione dedita al traffico ed allo spaccio di sostanze stupefacenti, operante in diversi comuni della provincia di Matera (Policoro, Scanzano Jonico, Colobraro, Valsinni, Bernalda e Tursi) nonché di reati di estorsione, incendio, trasferimento fraudolento di valori, autoriciclaggio ed impiego di denaro di provenienza illecita”, è quanto riportato nel comunicato diffuso oggi e firmato dal procuratore distrettuale, Francesco Curcio.

Tra gli arrestati, 12 sono stati associati presso diverse Case Circondariali ed altri 6 sono stati sottoposti agli arresti domiciliari; inoltre è stata applicata nei confronti di 6 persone la misura dell’obbligo di dimora nel comune di residenza.

Le indagini coordinate dalla AG e “sviluppate in modo approfondito, completo e professionale dalla indicata polizia giudiziaria, hanno disvelato, in particolare il più raffinato ed insidioso meccanismo di riciclaggio e reimpiego di denaro di provenienza illecita (e segnatamente dal narcotraffico anche di livello internazionale) per milioni e milioni di euro, in attività produttive che, nel settore agricolo, si era mai potuto constatare in Basilicata”.

L’Ufficio di Procura ha anche contestato il reato di associazione mafiosa, che tuttavia “non è stato ritenuto assistito da gravi indizi dal Gip di Potenza”, è specificato nel comunicato.

I principali reati contestati agli indagati sono:associazione finalizzata al traffico ed allo spaccio di sostanze stupefacenti (artt. 74 e 73 del D.P.R. 309/1990); estorsione (artt. 629 ed 81 cpv c.p.); trasferimento fraudolento di valori (art. 12 quinquies D.L. 306/92, convertito in L. 356/92, ora art. 512-bis c.p.), impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita e autoriciclaggio (artt. 648-ter e 648-ter 1 c.p.), incendio (art. 423 c.p.); induzione a rendere dichiarazioni mendaci all’A.G. (art. 377-bis c.p.).

L’attività investigativa svolta, come spiegato nella nota stampa, “si è sviluppata mediante intercettazioni, pedinamenti, perquisizioni e sequestri, sfociati anche in arresti in flagranza di reato. I tipi di droga maggiormente commercializzati dal sodalizio sono risultati essere cocaina, marijuana ed hashish”.

Nel corso dell’attività di indagine sono stati complessivamente sottoposti a sequestro, in diversi momenti, circa 7 kg di marijuana, 230 gr. di cocaina e 640 gr. di hashish, nonché di un’area di 10.000 mq adibita alla coltivazione di marijuana con circa 1000 piante di cannabis a dimora e 300 essiccate.

Diversi i canali di approvvigionamento del sodalizio (Puglia, Calabria, Campania ed Albania), ma anche da produzione in proprio attraverso la coltivazione di vasti appezzamenti su cui veniva impiantata cannabis.

Sempre secondo gli investigatori, l’organizzazione criminale è risultata avere un diretto collegamento con ambienti criminali di spessore radicati nella vicina Calabria. [Ultima modifica 13 Maggio 2021]

 

Basilicata, 129 nuovi positivi conteggiati nel fine settimana, 4 decessi, 227 guariti

in Emergenza Covid-19

Emergenza Covid-19, aggiornamento del 10 maggio dati aggregati dell’8 e 9 maggio 2021: 129 positivi in regione. Nel Metapontino: 3 a Bernalda, 4 a Nova Siri, 4 a Pisticci, 3 a Policoro, 4 a Rotondella, 2 a Scanzano Jonico. Nelle terapie intensive della Basilicata 10 i pazienti totali

La task force regionale comunica che nei giorni 8 e 9 maggio, sono stati processati 1.891 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 129 (e tra questi 126 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Le positività riguardano: 4 persone residenti ad Acerenza, 1 ad Albano di Lucania in isolamento a Potenza, 2 ad Anzi, 1 ad Atella, 6 ad Avigliano, 1 a Baragiano, 3 a Bernalda, 6 a Cancellara, 2 a Ferrandina, 1 a Filiano, 2 a Genzano di Lucania di cui 1 in isolamento a Potenza, 4 a Lagonegro, 3 a Lauria, 5 a Lavello, 8 a Matera, 2 a Melfi, 1 a Moliterno, 1 a Montemilone, 1 a Montescaglioso, 1 a Muro Lucano, 4 a Nova Siri, 1 a Pietragalla in isolamento a Potenza, 10 a Pietrapertosa, 4 a Pignola, 4 a Pisticci, 3 a Policoro, 18 a Potenza di cui 1 in isolamento a Vaglio di Basilicata, , 2 a Rapolla, 10 a Rionero in Vulture, 2 a Rivello, 4 a Rotondella, 4 a Ruoti, 1 a San Fele, 2 a Scanzano Jonico, 1 a Stigliano, 1 a Vietri di Potenza, 1 persona residente in Piemonte ed in isolamento a Lauria, 2 persona residente in Puglia e lì in isolamento.

Nelle stesse giornate sono decedute 4 persone: 1 residente a Balvano, 1 a Lagonegro, 1 a Policoro, 1 a Scanzano Jonico.

Le persone guarite sono 227, di cui 226 residenti in Basilicata: 23 persone residenti ad Atella, 14 ad Avigliano, 3 a Balvano, 3 a Baragiano, 6 a Barile di cui 1 in isolamento a Rionero in Vulture, 3 a Bernalda, 1 a Brienza, 2 a Brindisi di Montagna, 1 a Campomaggiore, 3 a Cancellara, 2 a Corleto Perticara entrambe in isolamento a Chiaromonte, 1 a Ferrandina, 2 a Forenza, 1 a Garaguso, 3 a Grassano, 1 a Marsico Nuovo in isolamento a Picerno, 20 a Matera, 4 a Melfi, 2 a Miglionico di cui 1 in isolamento a Matera, 1 a Montalbano Jonico, 13 a Montescaglioso di cui 1 in isolamento a Matera, 3 a Muro Lucano, 12 a Oppido Lucano, 10 a Picerno, 6 a Pignola in isolamento a Tolve, 6 a Policoro, 3 a Rapolla, 19 a Rionero in Vulture, 5 a Ripacandida, 1 a Ruoti, 7 a Ruvo del Monte di cui 1 in isolamento a Rapone, 1 a Sant’Arcangelo, 1 a Sasso di Castalda, 5 a Scanzano Jonico, 1 a Stigliano, 10 a Tito, 23 a Tolve, 1 a Trivigno, 3 a Vietri di Potenza, 1 residente in Stato estero in isolamento a Chiaromonte.

 Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 5.716, di cui 5.575 in isolamento domiciliare. Sono 18.180 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 531 quelle decedute. Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 141: a Potenza 32 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 28 in Pneumologia, 10 in Medicina d’urgenza, 9 nel reparto di Medicina interna Covid e 6 in Terapia intensiva dell’ospedale San Carlo; a Matera 30 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 17 in Pneumologia, 5 nel reparto di Medicina interna Covid e 4 in Terapia intensiva dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 335.430 tamponi molecolari, di cui 307.813 sono risultati negativi, e sono state testate 193.861 persone.

Covid-19, 121 positivi su 1488 tamponi, 270 guariti, 2 decessi. Dal 10 Maggio Basilicata “gialla”

in Emergenza Covid-19

Covid-19, aggiornamento dell’8 maggio, rispetto a dati 7 maggio 2021: 121 positivi totale. i dati nel Metapontino 8 a Bernalda, 2 a Montalbano Jonico, 1 a Pisticci, 4 a Policoro, 4 a Scanzano Jonico. In regione 270 persone guarite. Dal 10 Maggio la Basilicata in “zona gialla”

La task force regionale comunica che ieri, 7 maggio, sono stati processati 1.488 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 121 (e tra questi 117 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi.
Le positività riguardano: 11 persone residenti ad Acerenza, 1 ad Atella, 11 ad Avigliano (di cui 1 in isolamento a Filiano), 1 a Balvano, 8 a Bernalda (di cui 1 in isolamento a Ferrandina), 1 a Filiano, 1 a Garaguso, 2 a Grassano, 7 a Lavello, 1 a Maschito, 8 a Matera, 4 a Melfi, 1 a Miglionico, 5 a Moliterno, 2 a Montalbano Jonico, 4 a Muro Lucano, 3 a Picerno, 2 a Pignola, 1 a Pisticci (in isolamento a Bernalda), 4 a Policoro, 16 a Potenza, 6 a Rapolla, 1 a Rapone, 5 a Rionero in Vulture, 2 a Ripacandida, 1 a Rivello, 1 a Ruoti, 1 a Salandra, 4 a Scanzano Jonico, 1 a Tito, 1 a Tolve, 1 persona residente in Calabria e lì in isolamento, 1 persona residente nel Lazio e lì in isolamento, 2 persone residenti in Puglia e lì in isolamento.
Nella stessa giornata sono decedute 2 persone, residenti in Basilicata, la prima a Castelluccio Superiore, la seconda a Pescopagano.
Le persone guarite sono 270, di cui 266 residenti in Basilicata: 1 residente ad Atella, 6 ad Avigliano, 1 a Balvano, 5 a Banzi, 8 a Bella, 4 a Bernalda, 19 a Filiano, 1 a Forenza, 7 a Genzano di Lucania (di cui 1 in isolamento a Potenza), 3 a Grassano, 56 a Lavello, 4 a Maschito, 22 a Matera, 7 a Melfi, 1 a Montalbano Jonico, 3 a Montemilone, 26 a Palazzo San Gervasio, 4 a Pescopagano, 1 a Pietragalla (in isolamento a Filiano), 18 a Pignola, 3 a Pomarico, 4 a Potenza (di cui 1 in isolamento a Pignola), 1 a Rapolla, 23 a Rionero in Vulture, 3 a Ruvo del Monte, 1 a San Costantino Albanese (in isolamento a Rionero in Vulture), 2 a Sasso di Castalda, 1 a Satriano di Lucania (in isolamento a Filiano), 3 a Scanzano Jonico, 1 a Senise, 1 a Teana, 25 a Venosa, 1 a Viggiano, 1 persona residente in Molise in isolamento a Lavello, 1 residente in Sicilia in isolamento a Venosa, 1 residente in Calabria e lì in isolamento, 1 residente nel Lazio e lì in isolamento.

Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 5.820, di cui 5.664 in isolamento domiciliare.

Sono 17.954 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 527 quelle decedute.
Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 156: a Potenza 35 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 32 in Pneumologia, 11 in Medicina d’urgenza, 13 nel reparto di Medicina interna Covid e 4 in Terapia intensiva dell’ospedale San Carlo; a Matera 32 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 17 in Pneumologia, 9 nel reparto di Medicina interna Covid e 3 in Terapia intensiva dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.
Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 333.539 tamponi molecolari, di cui 306.051 sono risultati negativi, e sono state testate 193.061 persone.

La Basilicata dal 10 Maggio è zona gialla. “È il primo effetto della campagna vaccinale che procede senza sosta, sopra la media nazionale e molto sopra i target assegnati dal Generale Figliuolo. Voglio ringraziare i lucani, condividere con loro questo risultato ma anche avvertire che i comportamenti individuali fanno e faranno la differenza”, ha scritto in una nota il governatore della Basilicata, Vito Bardi.

Nelle ultime settimane abbiamo avuto tanti contagiati soprattutto a causa di assembramenti in famiglia, che è la situazione più pericolosa e quindi assolutamente da evitare.

Dobbiamo essere responsabili, anche per consentire la riapertura di tante attività economiche che sono state penalizzate da questa pandemia e che da lunedì potranno tornare a respirare. La pandemia non è solo una questione sanitaria, ma anche sociale ed economica. Servono prevenzione e responsabilità da parte di tutti”, ha concluso Vito Bardi.

Covid-19, in Basilicata 74 nuovi casi ma sono 78 i guariti. Due i decessi.

in Emergenza Covid-19

Emergenza Covid-19, aggiornamento del 4 maggio (dati 3 maggio) sono 74 i nuovi positivi. Nel Metapontino: 1 a Bernalda, 2 a Craco, 3 a Policoro, 2 a Rotondella, 1 a Scanzano Jonico. Due i decessi in regione, mentre sono 78 le persone guarite di cui 18 di Montalbano, 8 di Policoro, 2 a Rotondella e Scanzano Jonico.

La task force regionale comunica che ieri, 3 maggio, sono stati processati 1.453 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 74 (e fra questi 72 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Le positività riguardano: 1 persona residente ad Albano di Lucania, 1 ad Anzi, 1 ad Avigliano, 2 a Balvano, 2 a Baragiano, 4 a Barile (di cui 1 in isolamento a Rionero in Vulture), 1 a Bernalda, 2 a Craco, 4 a Irsina, 2 a Lavello, 15 a Matera, 1 a Melfi, 3 a Miglionico, 1 a Montemilone, 1 a Montescaglioso, 1 a Muro Lucano, 2 a Palazzo San Gervasio, 1 a Picerno, 1 a Pietragalla (in isolamento a Potenza), 3 a Policoro (di cui 1 in isolamento a Rotondella), 9 a Potenza, 3 a Rapolla, 3 a Rionero in Vulture, 1 a Ripacandida, 2 a Rotondella, 1 a Sant’Arcangelo, 1 a Savoia di Lucania (in isolamento a Potenza), 1 a Scanzano Jonico, 2 a Senise, 2 persone residenti in Puglia e lì in isolamento.
Le persone decedute sono 2, residenti in Basilicata: 1 a Melfi, 1 a Sant’Arcangelo. Le persone guarite sono state 78, tutte residenti in Basilicata: 2 a Balvano, 2 a Ferrandina (di cui 1 in isolamento a Matera), 10 a Grottole, 1 a Marsico Nuovo, 13 a Matera, 9 a Melfi, 18 a Montalbano Jonico, 1 a Montescaglioso, 1 a Muro Lucano, 8 a Policoro, 6 a Potenza (di cui 1 in isolamento a Matera), 1 a Rionero in Vulture, 2 a Rotondella, 2 a Satriano di Lucania, 2 a Scanzano Jonico.
Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 5.999, di cui 5.827 in isolamento domiciliare. Sono 17.236 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 522 quelle decedute.
Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 172: a Potenza 32 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 34 in Pneumologia, 12 in Medicina d’urgenza, 21 nel reparto di Medicina interna Covid e 4 in Terapia intensiva dell’ospedale San Carlo; a Matera 31 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 21 in Pneumologia, 12 nel reparto di Medicina interna Covid e 5 in Terapia intensiva dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.
Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 327.492 tamponi molecolari, di cui 300.560 sono risultati negativi, e sono state testate 190.289 persone.

Covid-19, sono 304 i nuovi positivi su 2664 tamponi. Sei i decessi, 290 i guariti

in Emergenza Covid-19

Emergenza Covid-19, aggiornamento del 3 maggio rispetto ai dati aggregati del 30/04 e 1-2/05. Nel Metapontino: 3 a Bernalda, 3 a Colobraro, 2 di Montalbano Jonico, 5 Nova Siri, 7 di Pisticci, 20 Policoro, 13 Rotondella, 5 Scanzano Jonico

La task force regionale comunica che nei giorni 30 aprile, 1 e 2 maggio, sono stati processati 2664 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 304 (e fra questi 300 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Le positività riguardano: 2 persona di Anzi, 1 di Atella, 28 di Avigliano, 4 di Balvano di cui 1 in isolamento a Potenza e 1 a Rionero in Vulture, 1 di Banzi, 1 di Baragiano, 4 di Barile, 4 di Bella di cui 1 in isolamento a Potenza, 3 di Bernalda, 1 di Cancellara, 2 di Castelluccio Inferiore, 4 di Castelluccio Superiore, 3 di Colobraro, 1 di Ferrandina, 3 di Filiano, 1 di Garaguso, 2 di Genzano di Lucania, 3 di Grassano, 1 di Grumento Nova, 2 di Lagonegro, 1 di Lauria, 17 di Lavello, 25 di Matera, 9 di Melfi, 1 di Moliterno, 2 di Montalbano Jonico, 5 di Nova Siri, 1 di Palazzo San Gervasio, 1 di Pescopagano, 3 di Picerno, 5 di Pietragalla, 14 di Pignola, 7 di Pisticci, 20 di Policoro, 2 di Pomarico, 35 di Potenza, 3 di Rapolla, 22 di Rionero in Vulture, 5 di Ripacandida, 13 di Rotondella, 3 di Ruoti, 1 di Ruvo del Monte, 2 di Salandra, 1 di San Fele, 5 di Scanzano Jonico, 8 di Spinoso, 6 di Stigliano, 4 di Tito di cui 1 in isolamento a Potenza, 3 di Tolve, 1 di Vaglio di Basilicata, 1 di Venosa, 3 di Vietri di Potenza, 1 residente in Calabria in isolamento a Castelluccio Inferiore, 1 residente in Toscana in isolamento ad Avigliano, 1 residente in Campania e lì in isolamento, 1 residente in Puglia e lì in isolamento.

Nelle stesse giornate risultano decedute 6 persone di cui 5 residenti in Basilicata: 1 residente ad Abriola, 1 a Bernalda, 1 a Craco, 1 a Muro Lucano, 1 a Rionero in Vulture, 1 residente in Stato estero.

Le persone guarite sono state 290, di cui 288 residenti in Basilicata: 1 di Acerenza, 9 di Atella, 22 di Avigliano di cui 1 in isolamento a Melfi, 1 di Balvano, 4 di Barile, 1 di Castelgrande, 1 di Castelluccio Inferiore, 1 di Castelmezzano in isolamento a Tito, 1 di Episcopia, 5 di Ferrandina, 3 di Forenza, 1 di Garaguso, 2 di Grassano, 2 di Grumento Nova, 1 di Guardia Perticara, 1 di Laurenzana, 2 di Lauria, 1 di Lavello, 3 di Maratea, 4 di Marsicovetere, 26 di Matera, 11 di Melfi di cui 1 in isolamento in Toscana, 12 di Moliterno di cui 1 in isolamento a Sarconi, 9 di Montescaglioso, 1 di Muro Lucano, 3 di Nova Siri, 3 di Oppido Lucano, 4 di Pescopagano, 13 di Picerno, 12 di Pignola, 3 di Pisticci, 17 di Policoro, 15 di Pomarico, 2 di Potenza, 11 di Rapolla, 6 di Rionero in Vulture, 1 di Ripacandida, 1 di Rivello, 8 di Ruvo del Monte, 2 di San Chirico Raparo, 8 di San Fele, 8 di Sant’Arcangelo, 1 di Sarconi, 14 di Satriano di Lucania, 6 di Scanzano Jonico, 1 di Teana, 3 di Tito, 1 di Trecchina, 1 di Trivigno, 1 di Tursi in isolamento a Nova Siri, 2 di Vietri di Potenza, 16 di Viggiano, 1 residente in Campania in isolamento a Muro Lucano, 1 residente in Emilia Romagna in isolamento a Marsicovetere.

Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 6.007, di cui 5.837 in isolamento domiciliare. Sono 17.158 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 520 quelle decedute. Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 170: a Potenza 34 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 35 in Pneumologia, 14 in Medicina d’urgenza, 14 nel reparto di Medicina interna Covid e 3 in Terapia intensiva dell’ospedale San Carlo; a Matera 32 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 21 in Pneumologia, 13 nel reparto di Medicina interna Covid e 4 in Terapia intensiva dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 326.039 tamponi molecolari, di cui 299.181 sono risultati negativi, e sono state testate 189.687 persone.

Covid-19, 170 nuovi casi in Basilicata, nel Metapontino 37. Sono stati processati 1523 tamponi

in Emergenza Covid-19

Nel Metapontino, 1 a Bernalda, 1 a Craco, 7 a Pisticci, 8 a Policoro, 5 a Nova Siri, 1 Rotondella, 2 Scanzano Jonico, 1 Tursi. Undici i nuovi casi a Montalbano Jonico. In Basilicata sono attualmente 6 i ricoverati in terapia intensiva. Tre i nuovi decessi. Sono 136 i guariti.

La task force regionale comunica che ieri, 28 aprile, sono stati processati 1.523 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 170 (e fra questi 167 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi.

Le positività riguardano: 1 persona residente ad Anzi, 2 ad Atella di cui 1 in isolamento a Rionero in Vulture, 3 di Balvano, 1 di Baragiano, 1 di Bernalda, 4 di Brienza, 1 di Calciano, 1 di Castelluccio Inferiore, 1 di Castelluccio Superiore, 1 di Craco, 4 di Ferrandina, 7 di Garaguso, 1 di Genzano di Lucania, 1 di Guardia Perticara, 18 di Lavello, 1 di Marsicovetere, 9 di Matera, 2 di Melfi, 1 di Moliterno, 11 di Montalbano Jonico, 4 di Montemilone, 3 di Montemurro di cui 1 in isolamento a Moliterno, 4 di Muro Lucano, 5 di Nova Siri, 6 di Palazzo San Gervasio, 2 di Pignola, 7 di Pisticci, 8 di Policoro, 1 di Pomarico, 13   di Potenza di cui 1 in isolamento ad Avigliano e 1 in isolamento a Guardia Perticara; 2 in isolamento a Pignola, 3 di Rapolla, 1 di Rapone, 19 di Rionero in Vulture, 1 di Rotondella, 3 di Ruoti, 1 di Ruvo del Monte, 2 di Scanzano Jonico, 3 di Tito, 1 di Tolve, 1 di Trivigno   in isolamento a Potenza, 1 di Tursi in isolamento a Policoro, 3 di Venosa, 1 di Vietri di Potenza, 3 di Viggianello, un residente in Puglia in isolamento a Pignola, un residente in Stato estero in isolamento a Viggianello, 1 residente in Puglia e lì in isolamento. Le persone decedute sono 3, tutte residenti in Basilicata: 1 a Castelmezzano, 1 a Lavello, 1 a Matera.
Le persone guarite sono state 136, di cui 132 residenti in Basilicata: 1 di Atella, 3 di Banzi, 3 di Barile    in isolamento a Rionero in Vulture, 2 di Bernalda, 1 di Calvera, 3 di Episcopia, 2 di Fardella, 1 di Ferrandina, 1 di Francavilla in Sinni, 1 di Gallicchio, 5 di Genzano di Lucania, 2 di Grassano, 2 di Grottole di cui 1 in isolamento a Matera, 2 di Irsina, 3 di Lauria, 16 di Lavello, 3 di Maschito, 15 di Matera, 8 di Melfi, 2 di Montescaglioso, 6 di Nova Siri, 15 di Palazzo San Gervasio, 1 di Pisticci, 3 di Policoro, 3 di Pomarico, 2 di Rotonda di cui 1 in isolamento a Policoro, 1 di Sant’Arcangelo, 1 di Sarconi, 1 di Scanzano Jonico in isolamento a Tursi, 1 di Senise, 3 di Teana, 2 di Tursi di cui 1 in isolamento a Policoro, 17 di Venosa, 3 di Stato estero in isolamento a Tursi, 1 residente in Puglia. Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 5.929, di cui 5.755 in isolamento domiciliare. Sono 16.744 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 512 quelle decedute. Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 174: a Potenza 34 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 34 in Pneumologia, 10 in Medicina d’urgenza, 15 nel reparto di Medicina interna Covid e 3 in Terapia intensiva dell’ospedale San Carlo; a Matera 36 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 21 in Pneumologia, 18 nel reparto di Medicina interna Covid e 3 in Terapia intensiva dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 321.997 tamponi molecolari, di cui 295.615 sono risultati negativi, e sono state testate 187.817 persone.

Eventi calamitosi e gelate, richiesti interventi urgenti e ristori immediatamente fruibili

in Economia

Ristori diretti e immediatamente fruibili e una strategia nazionale per gli agricoltori del territorio. Sono le richieste avanzate dai sindaci dei comuni di Montalbano, Nova Siri, Pisticci, Rotondella, Policoro, Tursi, Craco e Valsinni, e dai commissari di Scanzano e Bernalda.
Questa mattina, nel palazzo del Comune di Policoro, si è tenuta una riunione per fare il punto della situazione sugli eventi calamitosi dovuti alle gelate dell’8 e del 9 aprile scorsi, che hanno causato ingenti danni alle produzioni agricole. A promuovere l’iniziativa è stato il presidente della provincia di Matera Piero Marrese, che ha coinvolto i comuni interessati al fine di trovare una soluzione agli atavici problemi dell’intero settore agricolo. “Ormai da diversi anni il comparto agricolo del nostro territorio vive una grossa crisi ed è costretto a fronteggiare una serie di emergenza dovute a tanti fattori, tra cui le ripetute calamità naturali – spiega il presidente Marrese -. A ciò si aggiunge anche la pandemia da Covid 19, che ha ulteriormente aggravato la già fragile situazione del settore, facendo precipitare nella disperazione e in situazioni ai limiti della povertà decine di imprese e centinaia di lavoratori. Per questo oggi più che mai diventa fondamentale attivare gli indennizzi diretti e immediati per i danni del 2021 con un provvedimento speciale per ristorare i produttori per la perdita delle produzioni in atto al momento dell’evento meteorico eccezionale dell’8 e del 9 aprile per le colture in fase di fioritura e le colture erbacee in produzione del Metapontino”.
I sindaci e i commissari hanno elaborato un documento nel quale si chiede di destinare lo scostamento di bilancio dei 40 milioni di euro ottenuto dal Governo all’agricoltura e al settore ortofrutticolo, nonché avviare un tavolo nazionale per la modifica della Legge 102/2004 in una forma più aggiornata e consona all’evoluzione che le imprese agricole (sopravvissute) hanno avuto negli ultimi anni. “Per scongiurare l’imminente tracollo del settore agricolo territoriale, occorre attivare provvedimenti straordinari e urgenti che sostengano gli agricoltori e risollevino il comparto. Chiediamo quindi – conclude Marrese – un incontro urgente con il Ministro e con l’assessore Regionale all’Agricoltura al fine di coordinare interventi finalizzati a dare un sostegno all’intero settore agricolo, messo in ginocchio dai recenti eventi calamitosi. Oggi è quantomai importante fare quadrato e collaborare a livello istituzionale tutti insieme, per far sì che Comuni, Regione e Governo procedano nella stessa direzione al fianco delle imprese agricole”.

Covid-19, nuova impennata a Policoro: 19 casi. Il virus corre nel Metapontino. 6 decessi in regione

in Emergenza Covid-19

Nel Metapontino: 6 a Bernalda, 9 a Montalbano Jonico, 2 a Pisticci, 19 a Policoro, 3 a Rotondella, 4 a Scanzano Jonico. Casi complessivi in regione 191 su 1.796 tamponi molecolari processati

La task force regionale comunica che ieri, 27 aprile, sono stati processati 1.796 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 191 (e fra questi 187 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi.
Le positività riguardano: 2 persone residenti ad Abriola, 2 ad Atella, 3 ad Avigliano, 1 a Balvano, 3 a barile, 6 a Bernalda, 1 a Brienza, 1 a Castelluccio Superiore, 5 a Corleto Perticara, 1 a Ferrandina, 1 a Filiano (in isolamento a Balvano), 1 a Grassano, 2 a Lauria, 9 a Lavello, 3 a Marsicovetere (di cui 1 in isolamento a Tramutola), 19 a Matera, 6 a Melfi, 4 a Miglionico, 9 a Montalbano Jonico, 1 a Muro Lucano, 1 a Palazzo San Gervasio, 1 a Picerno, 3 a Pietragalla, 1 a Pignola, 2 a Pisticci, 19 a Policoro, 13 a Potenza, 1 a Rapone, 35 a Rionero in Vulture (di cui 2 in isolamento a Melfi e 1 a Salandra), 3 a Ripacandida, 3 a Rotondella, 1 a Ruoti, 2 a Ruvo del Monte, 2 a Salandra, 8 a Sant’Arcangelo, 4 a Scanzano Jonico, 5 a Tito (di cui 2 in isolamento a Tramutola), 1 a Tolve, 1 a Tramutola, 1 a Venosa, 1 persona residente in Puglia e in isolamento a Matera, 1 residente in Molise e lì in isolamento, 2 residenti in Puglia e lì in isolamento.

Le persone decedute sono 6, tutte residenti in Basilicata: 1 a Bella, 1 a Pisticci, 1 a Pomarico, 2 a Potenza, 1 a Vietri di Potenza.

Le persone guarite sono state 105, di cui 102 residenti in Basilicata: 4 persone residenti ad Atella, 6 ad Avigliano, 2 a Cancellara, 1 a Castelmezzano, 2 a Chiaromonte, 1 a Corleto Perticara, 4 a Episcopia, 1 a Fardella, 3 a Ferrandina, 2 a Filiano, 1 a Forenza, 4 a Francavilla in Sinni, 1 a Maratea, 10 a Matera, 2 a Miglionico, 1 a Montescaglioso, 14 a Picerno, 1 a Pisticci, 10 a Policoro, 1 a Pomarico, 2 a Potenza, 2 a Ruoti, 2 a Ruvo del Monte, 2 a San Costantino Albanese (di cui 1 in isolamento a Francavilla in Sinni), 1 a San Giorgio Lucano, 1 a Sasso di Castalda, 1 a Scanzano Jonico, 6 a Senise, 5 a Teana, 3 a Terranova del Pollino, 5 a Tolve; 2 persone residenti in Umbria e in isolamento ad Atella, 1 persona residente in Campania e lì in isolamento.

Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 5.897 (il numero dei casi attuali è ridotto di n. 2 unità per errata indicazione dei dati anagrafici relativi ad un unico soggetto di nazionalità estera, non residente, e domiciliato nel Comune di Moliterno), di cui 5.726 in isolamento domiciliare. Sono 16.642 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 509 quelle decedute.

Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 171: a Potenza 35 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 30 in Pneumologia, 10 in Medicina d’urgenza, 16 nel reparto di Medicina interna Covid e 5 in Terapia intensiva dell’ospedale San Carlo; a Matera 34 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 20 in Pneumologia, 17 nel reparto di Medicina interna Covid e 4 in Terapia intensiva dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 320.474 tamponi molecolari, di cui 294.262 sono risultati negativi, e sono state testate 187.083 persone.

In allegato il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi.

Scanzano Jonico, il PD su proroga commissario: “Interdetti ma pronti al dialogo”

in Politica

Come cittadini scanzanesi, la notizia circa la proroga dello scioglimento del Consiglio Comunale per ulteriori sei mesi, non può che lasciarci interdetti sia per quanto tale proroga implica sia per la necessità del nostro paese di avere nuovamente il prima possibile un’amministrazione eletta, la cui mancanza, mai come durante questa pandemia, si fa sentire. Per questo motivo, preso atto della proroga, il Circolo del Partito Democratico di Scanzano Jonico intende sollecitare la Commissione Straordinaria a intensificare il proprio lavoro a beneficio della comunità. È sotto gli occhi di tutti lo stato in cui versa il nostro paese che richiede interventi immediati. È necessario procedere allo sfalcio del verde urbano e al rifacimento del manto stradale sia nel centro urbano che nelle zone periferiche. Si tratta di piccole ma significative azioni che permettano al paese di riacquistare il proprio decoro, considerando in particolar modo l’avvicinarsi della stagione turistica e l’arrivo dei turisti. Quello che chiediamo è che sia garantito il lavoro ordinario nell’amministrazione del Comune a fronte ormai di due anni in cui l’assenza di una guida politica ha privato Scanzano di iniziative e investimenti a favore della sua crescita.

Infine, come avvenuto in altre occasioni, ribadiamo la nostra disponibilità al confronto e alla collaborazione, nonché l’invito alla Commissione al dialogo con i cittadini scanzanesi: per troppo tempo ne sono stati privati!

Segretario PD Scanzano Jonico Avv. Rocco Durante

Sono 94 i nuovi positivi in Basilicata, lo stesso giorno del 2020 il report era a zero contagi

in Emergenza Covid-19

Nel Metapontino i nuovi casi Covid-19 sono così distribuiti:  5 a Bernalda, 3 a Montalbano Jonico, 2 a Pisticci, 2 a Policoro,

Non si raggiungono per fortuna le tre cifre con il report “Covid-19” odierno, ma lo stesso bollettino, riferito allo stesso giorno dello scorso anno (27 Aprile 2020), riportava “zero” nuovi contagi su (soli) 287 tamponi molecolari processati nel giorno precedente. Venticinque i decessi totali; nelle terapie intensive lucane erano ricoverati 7 pazienti totali. Il totale dei tamponi processati: 10364.

Tornando all’attualità: la task force regionale comunicache ieri, 26 aprile 2021, sono stati processati 1.939 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 94 (e fra questi 86 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi.
Le positività riguardano: 3 persone residenti ad Avigliano, 1 a Balvano, 1 a Bella, 5 a Bernalda, 3 a Castelluccio Inferiore, 3 a Castelluccio Superiore, 1 a Ferrandina, 3 a Filiano, 5 a Genzano di Lucania, 7 a Grassano, 9 a Lavello, 7 a Matera, 3 a Montalbano Jonico, 1 a Palazzo San Gervasio, 3 a Pignola, 2 a Pisticci, 2 a Policoro, 18 a Potenza, 5 a Rionero in Vulture, 1 a Senise, 1 a Tito (in isolamento a Potenza), 1 a Venosa, 1 a Vietri di Potenza, 1 persona residente in Campania (in isolamento a Senise), 1 residente in Emilia Romagna (in isolamento a Potenza), 2 persone di nazionalità estera (1 in isolamento a Viggianello, 1 a Potenza), 3 persone residenti in Puglia e lì in isolamento, 1 persona di nazionalità estera in isolamento in altra regione.

Le persone decedute sono 4, tutte residenti in Basilicata: 1 a Lavello, 1 a Picerno, 1 a Policoro, 1 a Stigliano (quest’ultima, indicata nel bollettino, fa riferimento a persona deceduta il 25 aprile e comunicata il 26 aprile).

Le persone guarite sono state 91, tutte residenti in Basilicata: 1 ad Avigliano, 1 a Campomaggiore (in isolamento a Potenza), 1 a Cancellara, 1 a Fardella, 1 a Francavilla in Sinni, 2 a Grassano, 4 a Lauria (di cui 1 in isolamento a Chiaromonte), 1 a Maratea, 16 a Matera, 1 a Melfi (in isolamento a Tito), 1 a Montescaglioso, 3 a Oppido Lucano, 3 a Picerno, 1 a Pisticci, 2 a Pomarico, 3 a Potenza (di cui 1 in isolamento a Tito), 1 a Rivello, 1 a Roccanova, 3 a San Costantino Albanese, 4 a San Fele, 1 a Sant’Angelo Le Fratte (in isolamento a Tito), 3 a Senise, 2 a Teana, 28 a Tito, 4 a Tolve, 2 a Tursi.

Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 5.820, di cui 5.644 in isolamento domiciliare. Sono 16.540 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 503 quelle decedute.
Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 176: a Potenza 35 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 33 in Pneumologia, 10 in Medicina d’urgenza, 15 nel reparto di Medicina interna Covid e 4 in Terapia intensiva dell’ospedale San Carlo; a Matera 37 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 20 in Pneumologia, 16 nel reparto di Medicina interna Covid e 6 in Terapia intensiva dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.
Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 318.678 tamponi molecolari, di cui 292.657 sono risultati negativi, e sono state testate 186.246 persone.

1 2 3 12
Torna su