Archivio tag

asm

Lagevrio o Paxlovid: disponibili i farmaci anti Covid19

in Senza categoria

Lagevrio o Paxlovid: disponibili i farmaci anti Covid19. A comunicarlo l’Asm (Matera): “Dal 24 febbraio tutti i pazienti affetti da COVID-19, non ospedalizzati, potranno avvalersi dell’utilizzo dei nuovi farmaci antivirali orali: Lagevrio o Paxlovid”

 

Vaccinazioni e test Covid-19, aggiornamento del 23 febbraio
La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 22 febbraio, sono state effettuate 1.202 vaccinazioni.
A ieri sono 466.892 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (84,4 per cento), 435.319 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (78,7 per cento) e 334.372 (60,4 per cento) quelli che hanno ricevuto la terza dose per un totale di somministrazioni effettuate pari a 1.236.583 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane). In totale sono 110 le persone ricoverate: 64 nell’ospedale San Carlo di Potenza, di cui 1 in terapia intensiva, e 46 nell’ospedale Madonna delle Grazie di Matera, di cui 1 in terapia intensiva. Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 2.997 tamponi (molecolari ed antigenici) per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 523 sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 536 guarigioni.

Il report completo disponibile collegandosi alla pagina web dedicata sarà possibile consultare il bollettino quotidiano (infografica) con i dati riassuntivi.

UTILIZZO DEI NUOVI FARMACI ANTIVIRALI ORALI: LAGEVRIO O PAXLOVID

L’Azienda Sanitaria di Matera comunica che da domani 24 febbraio tutti i pazienti affetti da COVID-19, non ospedalizzati, potranno avvalersi dell’utilizzo dei nuovi farmaci antivirali orali: Lagevrio o Paxlovid. La Commissione tecnico-scientifica (CTS) dell’Agenzia italiana del farmaco ha definito i criteri di utilizzo del medicinale Paxlovid per la cura di COVID-19.

Questi medicinali sono indicati per il trattamento di pazienti adulti con infezione recente da SARS-CoV-2 che non necessitano di ossigenoterapia e con condizioni cliniche concomitanti che rappresentino specifici fattori di rischio quali patologia oncologica/oncoematologica in fase attiva, insufficienza renale cronica, broncopneumopatia severa, immunodeficienza primaria o acquisita, obesità, malattia cardiovascolare grave, diabete mellito non compensato.

Il trattamento con Lagevrio o Paxlovid deve essere iniziato entro 5 giorni dall’insorgenza dei sintomi e ha una durata di 5 giorni.
Le modalità di erogazione di questi farmaci sono state pianificate con gli uffici competenti dell’ ASM e garantiranno un rapido ed agevole percorso a favore dei pazienti. Questo grazie alla collaborazione tra i Medici di Medicina Generale, i Medici USCA e gli specialisti pneumologi della UOC Pneumologia Ospedaliera dell’ Ospedale Madonna delle Grazie che da due anni sono impegnati nella cura dei pazienti affetti da polmonite interstiziale SARS-COV2 correlata complicata da severa insufficienza respiratoria da trattare con CPAP o ventilazione meccanica non invasiva presso la UOSD di Terapia Semintensiva Intermedia Respiratoria.

 

Le principali notizie sull’epidemia Covid19 che riguardano la Basilicata nella categoria dedicata.

Covid19 Basilicata: 252 nuovi contagi

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilicata: 252 nuovi contagi. Un decesso. Il tasso di positività in regione è all’ 11,6%. 43 i guariti. Nel Metapontino: 5 nuovi casi a Bernalda, 6 a Pisticci, 6 a Policoro, 7 a Tursi.

 

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 23 dicembre, sono state effettuate 3.368 vaccinazioni.

A ieri sono 443.416 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (80,1 per cento) e 411.312 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (74,3 per cento) e 136.494 quelli che hanno ricevuto la terza dose (24,7 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 991.222 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane). In totale sono 42 le persone ricoverate: 22 nell’ospedale San Carlo di Potenza; 20 nell’ospedale Madonna delle Grazie di Matera. Nessun ricovero nei reparti di terapia intensiva Covid. Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 2.170 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 262 (e tra questi 252 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 45 guarigioni, di cui 43 relative a residenti in Basilicata.

Un nuovo decesso. Ora ora sono 607 i lucani uccisi dal virus dall’inizio dell’emergenza sanitaria. L’Azienda Sanitaria di Matera ha comunicato in questi giorni che “per motivi organizzativi,

saranno sottoposti a tampone solo le persone munite di autoprenotazione sul portale o chi presenti la prescrizione del MMG autorizzata”.

Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi  consultabile collegandosi alla pagina web dedicata.

 

ACCORCIATI I TEMPI PER LE TERZE DOSI: 4 MESI

“Sulla base delle esigenze organizzative della campagna vaccinale – si legge nella circolare – inidicherà la data di effettiva attuazione del nuovo intervallo temporale previsto”.

L’anticipo è stato deciso per fronteggiare il dilagare dei contagi a causati dalla variante Omicron.

Il ministero della Salute ha, infatti, emesso la circolare a firma di Gianni Rezza, con una nota allegata sottoscritta anche da Franco Locatelli, Silvio Brusaferro e Nicola Magrini, con la quale di dà l’avvio alle terza dose a 4 mesi.

 

Inoltre, la terza dose o dose booster sarà estesa ai giovani tra i 16-17 anni e gli adolescenti fragili tra i 12-15. E’ quanto prevede la circolare del ministero della Salute. Le dosi potranno essere somministrate a partire dal 27 dicembre [ANSA]

 

Disturbi neurosviluppo: Asm potenzia la diagnosi molecolare

in Cronaca

Disturbi neurosviluppo: Asm potenzia la diagnosi molecolare  A Matera sequenziamento di nuova generazione (NGS) e di citogenomica (CGH-ARRAY)

L’ASM informa che il laboratorio di Genetica del P.O. “Madonna delle Grazie”, nonché Centro di Riferimento Regionale, per poter meglio comprendere le cause che possono essere alla base dei disturbi del neurosviluppo (NDD), ha potenziato la diagnostica molecolare mediante l’applicazione delle più recenti tecnologie di sequenziamento di nuova generazione (NGS) e di citogenomica (CGH-ARRAY). Tutto ciò al fine di poter assolvere ai quesiti provenienti dalle UUOO di Neuropsichiatria Infantile, Neonatologia e Pediatria e dai pediatri di libera scelta (PLS), che operano sia a livello regionale che extraregionale.
Gli esami utili, in questi casi, sono l’analisi di citogenomica mediante CGH-array; lo studio del gene FMR1 (X-fragile); il pannello multigenico mediante sequenziamento massivo e parallelo (MPS); l’esoma clinico.
A tutt’oggi il laboratorio di Genetica, l’unico in Basilicata che esegue questi esami, ha eseguito 580 esami di CGH-ARRAY e 510 esami per lo studio della patologia denominata X fragile collegata ai disturbi del neurosviluppo.
“La Basilicata – dichiara l’assessore regionale alla Salute e Politiche sociali, Rocco Leone – può contare su un Centro di eccellenza NDD a cui possono rivolgersi le famiglie. Per il governo regionale è una priorità quella di dare risposte concrete a chi tutti i giorni deve affrontare questo tipo di situazioni”.

PER LA PRENOTAZIONE DEGLI ESAMI

Contattare il C.U.P. ai seguenti numeri telefonici:

• se si chiama da rete fissa bisogna telefonare al numero 848.814.814
• se si chiama dal cellulare bisogna telefonare al numero 0971/471373
• Per esami urgenti contattare la segreteria del laboratorio: tel. 0835253439

foto dal sito istituzionale comune.matera

Tumori: al Madonna delle Grazie lo studio dei geni BRCA

ASM Matera: prenotazioni terze dosi 60-79 anni

in Emergenza Covid-19

ASM Matera: prenotazioni terze dosi 60-79 anni. Dal 12 dicembre i punti vaccinali di Matera, Policoro e Pisticci aperti anche nei festivi

L’ Azienda Sanitaria di Matera di concerto con la Regione Basilicata comunica che a partire dalle ore 10:00 del 09/12/2021 anche per la fascia di età 60-79 anni, l’accesso alla somministrazione vaccinale per la terza dose Covid avverrà solo previa prenotazione sull’apposita piattaforma di Poste Italiane.

Pertanto a partire dal 09/12/21 sarà attivo il sistema di prenotazione su tutta la fascia di età dai 18 ai 79 anni per la somministrazione della dose addizionale (booster )

Si comunica altresì che a far data dal 12/12/2021 i punti vaccinali di maggiore afflusso dell’ASM, PVT di Matera, di Policoro e di Pisticci (Tinchi) saranno aperti anche nei giorni festivi dalle ore 08:00 alle ore 14:00.

Il bollettino Covid19 della Basilicata del 7 Dicembre 2021

L’ISTANTANEA NAZIONALE DAI DATI FIASO 

Covid, in due settimane +32% no vax e -33% vax in Terapia intensiva

I dati degli ospedali sentinella Fiaso (Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere) confermano il trend di aumento dei ricoverati in gravi condizioni non vaccinati. Tra i vaccinati tutti soggetti con ciclo vaccinale completato oltre i 4 mesi. I dati della rilevazione nell’ultima settimana del network degli ospedali sentinella di Fiaso mostrano un incremento complessivo delle ospedalizzazioni per Covid pari al 10,1%. Si passa da 810 pazienti del 30 novembre a 892 degenti del 7 dicembre.

L’età media di chi finisce in ospedale è più alta, pari a 75 anni, tra i vaccinati e più bassa, pari a 64 anni, tra i non vaccinati con uno scarto di ben 11 anni.

I numeri più significativi e indicativi dell’evoluzione della pandemia sono quelli dei reparti di Terapia intensiva dove finiscono i pazienti in gravi condizioni.

La malattia in forme gravi, infatti, colpisce sempre più i non vaccinati.

Il focus sulle terapie intensive
Crescono ancora i pazienti no vax in Terapia intensiva mentre continuano a diminuire quelli vaccinati. E, tra i ricoverati in gravi condizioni, non ci sono soggetti che hanno completato il ciclo vaccinale da meno di 4 mesi.
L’ultimo report del 7 dicembre degli ospedali sentinella di Fiaso conferma e consolida il trend, già evidenziato nella rilevazione del 30 novembre, delle ospedalizzazioni Covid nei reparti di Rianimazione: in una settimana sono aumentati del 15% i pazienti ospedalizzati non vaccinati e sono diminuiti del 22% i ricoverati vaccinati.

Dall’analisi della tendenza degli ultimi 15 giorni, dunque, emerge come i no vax in Terapia intensiva abbiano avuto un rapido incremento del 32% e, di contro, i vaccinati in Terapia intensiva si siano ridotti del 33%.

Complessivamente sono 97 i ricoverati nelle Terapie intensive dei 16 ospedali sentinella con un incremento del 2% rispetto a una settimana fa quando erano 95. I pazienti non vaccinati sono 77 mentre quelli vaccinati risultano 20. Da sottolineare come i vaccinati siano tutte persone che hanno completato il ciclo vaccinale da oltre 4 mesi. Si tratta, inoltre, per il 75% dei casi di soggetti affetti da gravi comorbidità e con un’età media di 69 anni. Numeri differenti, invece, per i no vax. I soggetti finiti in Rianimazione senza aver mai avuto una dose di vaccino sono in media più giovani, 62 anni, e nel 42% dei casi sono persone sane che non soffrono di altre patologie. Interessante anche la differenza del range di età che fra i vaccinati è fra 47 e 85 anni e fra i non vaccinati fra 21 e 83 anni.
“In una settimana si consolida il trend di crescita di ospedalizzazioni di pazienti non vaccinati in Terapia intensiva e di contestuale riduzione dei vaccinati in gravi condizioni – spiega il Presidente della Fiaso, Giovanni Migliore –. Si tratta di un’ulteriore conferma dell’efficacia della vaccinazione nella protezione dalle forme gravi del Covid. Abbiamo comunque scelto di analizzare la condizione dei pazienti vaccinati in Rianimazione e abbiamo rilevato come siano tutti soggetti che hanno completato il ciclo vaccinale da oltre 4 mesi: questo da una parte suggerisce la buona protezione della vaccinazione nei primi mesi, dall’altra conferma una volta di più l’importanza di una anticipazione della terza dose soprattutto per gli anziani fragili. Occorre dunque accelerare sulla somministrazione della terza dose allo scadere dei 5 mesi così come disposto dal Ministero della Salute”.

Il focus sui pazienti pediatrici
Il totale dei pazienti di età inferiore ai 18 anni ricoverati negli ospedali sentinella Fiaso è di 19 di cui 1 in terapia intensiva. In una settimana le ospedalizzazioni sono state complessivamente stabili. La metà dei ricoverati ha più di 5 anni.
“Il 50% dei bambini ricoverati per Covid, secondo i dati Fiaso, rientra nella fascia di età che potrà accedere alla vaccinazione – analizza Migliore -. L’avvio della campagna vaccinale per i pazienti tra 5 e 11 anni, a partire dalla prossima settimana, dunque, ci consentirà di proteggere anche i più piccoli. Le Aziende sono al lavoro per organizzare sedute vaccinali a misura di bambino con clown, supereroi e babbi Natale perché il momento della vaccinazione si trasformi in festa”.

Segui ilMet su Instagram

A Policoro si è discusso di sanità: “Se paghi puoi curarti”

in Cronaca

A Policoro si è discusso di sanità: “Se paghi puoi curarti”. Sotto i riflettori delle associazioni la governance della Sanità in Basilicata

Un incontro con il Prefetto e l’inoltro delle segnalazioni alla Corte dei Conti: ad annunciarlo è stata Maria Antonietta Tarsia, presidente regionale Cittadinanza Attiva Basilicata, nel corso della conferenza pubblica svoltasi sabato pomeriggio nella sala consiliare di Policoro.

La disanima fatta nel corso dell’iniziativa “Sanità in Basilicata: dove andremo a curarci?” è stata impietosa: mancanza di interlocuzione con i cittadini, poco personale medico-santario, la “mancanza di date” per prestazione come Tac, risonanza, mammografia, urologia, turni assurdi e strutture mortificate nelle loro funzioni. “Il Pronto Soccorso di Policoro è utilizzato come centro di accettazione: i pazienti arrivano per essere poi accompagnati in altri presidi”, ha detto Maria Antonietta Tarsia. Che nel corso dell’intervento, nel parlare dell’insufficienza di personale, ha precisato:

“Un ringraziamento va a tutti gli operatori, medici, infermieri, OSS e personale in generale, tutti impegnati a fare ore di lavoro non programmate pur di fronteggiare la situazione”.

Nel parlare dell’ospedale di Tinchi (Pisticci) ha aggiunto: “E’ ormai una struttura vuota, svolge la funzione di poliambulatorio”.

La relazione ha toccato le diverse strutture sanitarie che operano in Basilicata e ha messo in evidenza le tantissime criticità e quelli che secondo Cittadinanza Attiva rappresentano sprechi finanziari meritevoli di essere posti all’attenzione dei magistrati della Corte dei Conti. “invieremo i dati in nostro possesso alla Corte dei Conti per segnalare lo spreco di denaro per la Riabilitazione Pneumologia territoriale di Matera fuori regione con 200 mila euro, visto che abbiamo una stanza super attrezzata nel Distretto di Matera”.

Infine la triste considerazione legata alle prestazioni e ai “tempi” necessari per erogarle: “Quando sono intramoenia vengono erogate subito. In sostanza chi ha i soldi può curarsi. Chi non li ha non può curarsi”.

Annamaria Lardo, Cittadinanza Attiva Policoro, ha messo in evidenza la mancanza di dialogo fra aziende sanitarie e cittadini.

I saluti iniziali sono stati affidati al vicesindaco di Policoro, Nicola Celano.

Hanno inoltre partecipato Francesco Labriola del Comitato cittadino Pro Ospedale, il quale, nel suo intervento,  ha sottolineato la carenza di personale: “l’ospedale di Policoro opera con la metà dei lavoratori che servirebbero. Endoscopia a Policoro si fonda su un medico e un infermiere sui quali gravano migliaia di prestazioni ogni anno”.

Fra gli altri relatori: Francesco Manolio, “Giustizia per i diritti” Cittadinanza Attiva, Francesca Picciani, coordinatrice regionale Tribunale per i diritti del malato e Anna Padula dell’associazione Autismo in Movimento. Il dibattito è stato moderato dal medico e giornalista, Filippo Mele.

 

 

Covid19 Basilicata: 28 nuovi positivi e 20 guariti

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilicata: 28 nuovi positivi e 20 guariti. Leone: “situazione ospedaliera sotto controllo”. All’Asm di Matera ok a pneumologia territoriale

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 3 novembre, sono state effettuate 1.041 vaccinazioni.
A ieri sono 433.100 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (78,3 per cento) e 394.459 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (71,3 per cento) e 8.233 quelli che hanno ricevuto la terza dose per un totale di somministrazioni effettuate pari a 835.772 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane).
Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 676 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 28 (dei quali 27 residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 20 guarigioni, tutte relative a residenti in Basilicata.
Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi consultabile  collegandosi alla pagina web.

“La campagna vaccinale in Basilicata ha dei numeri molto positivi e infatti come certifica la Fondazione GIMBE, la situazione ospedaliera è totalmente sotto controllo:

la nostra regione è molto al di sotto della soglia di emergenza, con il 7% dei posti letto occupati in area medica, e lo 0% nelle terapie intensive. Due dati molto positivi che voglio condividere con medici, sanitari e volontari che hanno realizzato uno sforzo corale. Le vaccinazioni in Basilicata sono in perfetta media nazionale. Adesso dobbiamo spingere maggiormente sulle terze dosi. Mi unisco all’appello del Presidente Bardi di ieri: anche io farò la dose booster nei prossimi giorni”. Lo afferma in una nota l’Assessore alla Sanità della Regione Basilicata, Rocco Leone.

A MATERA AMBULATORIO LONG – COVID
Si comunica che presso la Pneumologia Territoriale dell’ASM di Matera è operativo, il primo e il terzo lunedì di ogni mese, l’Ambulatorio Long-COVID, dedicato a pazienti colpiti dall’ infezione da SARS-CoV-2 che, nonostante abbiano superato la fase acuta della malattia, continuano a manifestare, per quattro settimane e oltre, sintomatologia soprattutto a carico dell’apparato respiratorio.
I sintomi respiratori riferiti dai pazienti riguardano soprattutto tosse, dispnea, sensazione di oppressione toracica ed affaticamento.
Questi pazienti possono afferire alla struttura aziendale previo accordo diretto fra gli Specialisti della Pneumologia Territoriale e i Medici di famiglia e/o altri Medici Specialisti che abbiano seguito il percorso di cura nella fase acuta.
Potrà così essere effettuato, sempre presso la Pneumologia Territoriale, l’iter diagnostico-terapeutico con valutazione clinico-funzionale respiratoria completa; si procederà inoltre alla valutazione relativa alla necessità di ossigenoterapia e alla prescrizione di terapie e ottimizzazione di quelle in corso.
A completamento della “presa in carico globale” dei pazienti si effettueranno, ove necessario, prescrizioni di esami strumentali e di consulenze specialistiche, con indicazione della data dei controlli pneumologici successivi.

 

Covid19 Basilicata: 39 nuovi contagi

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilicata: 39 nuovi contagi. Sono invece 32 i guariti, due i pazienti in terapia intensiva. Tasso di positività al 3.3% in regione. 1180 i tamponi molecolari processati.
Nel Metapontino i nuovi contagi: 1 a Pisticci, 4 a Policoro, 1 a Tursi. I guariti nel comprensorio jonico lucano: 1 a Bernalda, 1 a Montalbano, 1 a Pisticci, 3 a Policoro.

Gli over 80 potranno recarsi direttamente con tessera sanitaria nei centri vaccinali. La condizione è che siano trascorsi 180 giorni dall’ultima somministrazione di vaccino.

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 30 settembre, sono state effettuate 1.168 vaccinazioni. A ieri sono 421.329 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (76,2 per cento) e 377.329 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (68,2 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 798.658 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane). Sempre nella giornata di ieri sono stati processati 1.180 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 39 (tutti residenti in Basilicata), sono risultati positivi. Nella stessa giornata sono state registrate 34 guarigioni, di cui 32 relative a residenti in Basilicata. Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi consultabile collegandosi alla pagina web dedicata.

BARDI: “DAL 4 OTTOBRE TERZA DOSE PER OVER 80 E ULTRAFRAGILI”

“La campagna vaccinale in Basilicata affronta un nuovo step: gli Over 80 ossia le persone con età minima di 80 anni (data di nascita 1941 e precedenti) e gli ultrafragili, da lunedì 4 ottobre potranno ricevere la terza dose.

La condizione necessaria è che siano trascorsi almeno 180 giorni (6 mesi) dall’ultima somministrazione.

Pertanto, potranno recarsi con accesso diretto presso tutti i punti vaccinali dell’ASM e dell’ASP tutti coloro che hanno ricevuto la seconda dose entro il 31 marzo 2021. Ricordiamo che gli Over 80 hanno ricevuto esclusivamente i vaccini Pfizer e Moderna e che l’adesione alla vaccinazione è libera, volontaria e consigliata”. Lo afferma in una nota il Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi. Gli over 80 e gli ultrafragili potranno recarsi direttamente presso i punti vaccinali presenti in Regione, presentando semplicemente la tessera sanitaria. Gli over 80 che sono stati vaccinati a domicilio saranno invece contattati dalle rispettive Asl di appartenenza.

Da ASM ok a “Centro per le Famiglie”

in Cronaca

Da ASM ok a “Centro per le Famiglie”: attività specifiche dell’area sociale e sanitaria a supporto delle famiglie

L’Azienda Sanitaria di Matera ha approvato il progetto “Centro per le Famiglie” e avviato attività specifiche di affiancamento e supporto alle famiglie, alle gestanti e, in generale, a persone in situazioni problematiche, che chiamano in campo diverse professionalità dell’area sociale e sanitaria. Presso i Consultori Familiari di Matera e Policoro è stato attivato uno “Spazio per la Famiglia”, pensato per dare risposte più adeguate ai bisogni della comunità in tema di genitorialità e dinamiche familiari. Inoltre, è stato istituito il servizio di Mediazione Familiare e attivato lo “Spazio Neutro”, in un ambiente appositamente strutturato, il cui obiettivo è quello di far recuperare, mantenere e migliorare la relazione parentale, sostenendo le capacità genitoriali, nel rispetto dei bisogni evolutivi dei minori. Lo Spazio Neutro, infatti, che si ispira ai principi enunciati dall’art. 9 della convenzione ONU dei Diritti dell’Infanzia, è un servizio che si attiva a seguito di un provvedimento dell’ Autorità Giudiziaria, per garantire incontri assistiti, tra genitori e figli.

Il progetto “ Centro per le Famiglie” ha permesso di potenziare le attività consultoriali in sede distrettuale.

Nello specifico, i servizi erogati riguardano: colloqui d’informazione e orientamento alle giovani coppie, sportello di ascolto genitori, sportello di ascolto genitori di minori adolescenti, corsi di preparazione alla nascita, promozione dell’allattamento al seno, interventi di psicoterapia di coppia .

“Il progetto Centri per le Famiglie – spiega il Dott. Gentile, prevede l’istituzione di spazi d’azione, in un’ottica multidisciplinare”.

Questi gli interventi:

  • sostegno alla genitorialità nelle fasi iniziali, tramite i percorsi nascita con il coinvolgimento di madri e padri;
  • sostegno alla genitorialità nei passaggi critici del ciclo di vita (infanzia, adolescenza, età adulta) con spazi di ascolto e supporto sociale,  psicologico,  medico e  gruppi di mutuo aiuto;
  • sostegno alla genitorialità in fase di crisi con percorsi di mediazione familiare;
  • sostegno alla genitorialità in fasi di complessi cambiamenti, quali l’affidamento e l’adozione con spazi di ascolto e supporto sociale e psicologico e conduzione di gruppi;
  • sostegno alla coniugalità, con interventi sociali integrati dalla consulenza legale stragiudiziale.

Il servizio di sportello del Centro è  aperto in orario pomeridiano dalle ore 15.00 alle ore 19.00 nei giorni di lunedì e mercoledì e ogni quindici giorni anche di sabato mattina, orario 8.30-13.30. Ma, in considerazione delle necessarie cautele derivanti dalla situazione pandemica, l’accesso è consentito previa prenotazione telefonica, ai numeri diretti dei due consultori:

  • Consultorio Familiare di Matera, via Montescaglioso, 2 . Tel. 0835/253690 – 0835/253833
  • Consultorio Familiare di Policoro, via Moncenisio, snc, Tel. 0836/986452 –  0835/986500

Nella categoria dedicata le principali notizie di cronaca

 

 

Tamponi rapidi ai turisti in spiaggia a Scanzano Jonico

in Emergenza Covid-19

Tamponi rapidi ai turisti in spiaggia: si parte 7 agosto. L’iniziativa sollecitata dalla proposta di Giuseppe Ferrara, manager del Lido Sabbia D’Oro a Scanzano Jonico. Tutte le date previste: 7 – 8 – 14 e 15 Agosto 2021

Un Hub dove poter effettuare tamponi rapidi ai turisti che ne facciano richiesta, al fine di garantire la sicurezza sulle spiagge. È l’iniziativa promossa dal Sabbia D’oro Beach Club di Scanzano Jonico, che la Provincia di Matera ha accolto favorevolmente e sostenuto per l’importanza che riveste in termini di prevenzione, sicurezza e tutela della salute.

L’iniziativa, che vedrà anche la collaborazione della Protezione Civile di Scanzano Jonico, partirà sabato 7 agosto e proseguirà nelle giornate di domenica 8, sabato 14 e domenica 15 agosto (weekend di Ferragosto),

all’interno della struttura balneare sita in via Lido Torre 27 a Scanzano, dove verrà ubicato un apposito gazebo.

“Abbiamo accolto con favore la richiesta del Sabbia D’oro Beach Club, supportando l’iniziativa che, in un periodo così complesso, impegnativo e delicato, come quello che stiamo vivendo a livello sanitario, rappresenta un’azione utile a gestire l’emergenza e garantire al tempo stesso la sicurezza dei turisti e di quanti si riversano sulle nostre spiagge durante l’estate – spiega il presidente della provincia Piero Marrese -. Un ringraziamento a Giuseppe Ferrara gestore della struttura, all’Azienda Sanitaria di Matera, agli operatori sanitari, ai volontari della protezione civile e a quanti saranno impegnati in questa iniziativa, perché è anche grazie ad attività come queste che si promuove e sostiene il turismo della costa jonica che può vivere una nuova fase di rilancio e fare da precursore per iniziative simili a livello locale e nazionale”.

Segui ilMet su Instagram

Sicurezza attività scolastiche: in Basilicata vaccinazioni 12-19 anni

in Emergenza Covid-19

Basilicata: vaccinazioni 12-19 anni per il riavvio delle attività scolastiche in sicurezza

Come già anticipato nei giorni scorsi dal Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, e in applicazione dei provvedimenti del Governo, che cambiando i criteri per le zone bianche, gialle, arancioni e rosse, hanno stabilito un numero minimo di tamponi, ASP e ASM, le Azienda Sanitarie di Potenza e Matera hanno posto in essere una programmazione per raggiungere tale scopo. In tal senso

si vedrà incrementare l’effettuazione di tamponi biomolecolari

utilizzando anche l’equipe delle aziende sanitarie al seguito dei team della Struttura del Commissario Straordinario e della Difesa impegnati nella campagna vaccinale anti-COVID nei comuni della provincia di Potenza. Infine, presso il POD di Chiaromonte e presso il POD di Maratea, vi sarà l’effettuazione di tamponi biomolecolari per SARS-CoV-2, in attuazione per programma “Turismo Covid-Free”.

In Provincia di Matera vi sarà il programma di screening “COVID free area”, per le categorie maggiormente a rischio e anche nelle aree a maggiore vocazione turistica. Si potranno prenotare i tamponi attraverso la piattaforma aziendale online e saranno effettuati presso le sedi di Matera, Policoro, Stigliano, Tinchi e Tricarico.

Asm, anche in provincia di Matera è attiva la piattaforma per la prenotazione gratuita dei tamponi molecolari

Su precisa indicazione dell’Assessore alla Politiche della persona, Rocco Leone,

già da domani ci saranno invece iniziative organizzate dalle due Aziende sanitarie per le vaccinazioni della fascia di età dai 12 ai 19 anni,

volta a pianificare il riavvio delle attività scolastiche in sicurezza. Si partirà dalla provincia di Potenza e successivamente in provincia di Matera, appena arriverà la prossima fornitura vaccinale. A tale modalità di vaccinazione potranno partecipare anche gli assistiti già prenotati sulla piattaforma POSTE in data successiva al 30 luglio 2021.

In sede di prenotazione sarà possibile scaricare la modulistica da compilare e consegnare presso il Punto Vaccinale di prenotazione, ivi compreso il modello da redigersi a cura dei genitori o rappresentanti legali per gli assistiti minorenni. Infine, nella giornata di oggi sono state superate le 600.000 inoculazioni in Basilicata.

Segui ilMet su Instagram

1 2 3 14
Torna su