Archivio categoria

Emergenza Covid-19 - page 2

Covid19 in Basilicata: 11 nuovi positivi. Tre a Bernalda

in Emergenza Covid-19

Covid19 in Basilicata: 11 nuovi positivi. Tre a Bernalda. Positività all’1.8%. Nel Metapontino 3 guariti a Pisticci.  Nell’infografica  i dati aggregati del fine settimana. Nella giornata di ieri, su 111 tamponi processati nessun positivo. Dal Governo: Il green pass con il ciclo completo di vaccinazione dovrebbe entrare in vigore ad agosto.

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 18 luglio, sono state effettuate 4.419 vaccinazioni.  A ieri sono 330.870 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (59,8 per cento) e 211.327 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (38,2 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 542.197 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane).

 Sempre nella giornata di ieri sono stati processati 111 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui nessuno è risultato positivo.

Nella stessa giornata sono state registrate 4 guarigioni, tutte di residenti in Basilicata. Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi sarà consultabile dopo le ore 14,00 di oggi collegandosi alla pagina web.

Segui ilMet su Instagram

 

GREEN PASS, GOVERNO A LAVORO

Sono in arrivo le convocazioni per le riunioni del Comitato tecnico scientifico (Cts) e poi della cabina di regia con il presidente del Consiglio Mario Draghi sulla spinosa questione del green pass che porterà al nuovo decreto anti-Covid da varare in settimana con un “lasciapassare” allargato e più stringente. In questo clima trovare la via all’italiana richiederà la mediazione e il decisionismo del premier. “Inutile creare confusione intorno al green pass. Gli allarmismi sono dannosi per i cittadini, il Turismo e per tutta l’economia nel suo complesso”.

Lo dice il ministro del turismo Massimo Garavaglia, che sottolinea: “Il green pass ha senso solo per entrare in discoteca o allo stadio o per partecipare a grandi eventi, che prevedono una grande affluenza di pubblico”.

Il green pass allargato – con il ciclo completo di vaccinazione e non più con una sola dose – dovrebbe entrare in vigore a inizio agosto anche per evitare cambi di colore delle Regioni e mantenere l’Italia bianca almeno fino a metà mese. Il certificato per immunizzati, guariti dal Covid o ‘tamponati’ negativi entro le 48 ore potrebbe essere obbligatorio anche per i ristoranti al chiuso, ma ci sarà battaglia. Scontato che venga richiesto per stadi, piscine, palestre, concerti e tutte le attività collettive. I nuovi parametri di rischio per le Regioni e la proroga dello stato d’emergenza dovrebbero incontrare meno ostacoli, secondo le previsioni.

PROSEGUE L’AUMENTO DEI CONTAGI

Intanto la pandemia domenica fa segnare un altro giorno oltre i 3.200 casi, con un tasso di positività che a fronte dell’usuale crollo dei test del sabato sale fino all’1,9%. I pazienti in terapia intensiva però dopo tre giorni di aumento tornano a calare e quelli nei reparti ordinari salgono di 25, non un dato impressionante. Le vittime sono solo 3, ai livelli tra i più bassi dell’anno. Spiccano però i 471 positivi nel Lazio e i 404 in Sicilia e così alcune Regioni, come la Sardegna, annunciano o varano provvedimenti per controllare i turisti in arrivo, tra cui i tamponi in aeroporto.

Viaggi all’estero sì ma con dPLF: il passenger locator form

Viaggi all’estero sì ma con dPLF: il passenger locator form

in Emergenza Covid-19

Viaggi all’estero sì ma con dPLF, il passenger locator form. Attenzione a non dimenticare di compilarlo altrimenti si rischia di fare come i passeggeri diretti in Grecia che a Malpensa sono stati respinti nonostante avessero il green pass. Ma non avevano appunto il dPLF.  Nel pianificare il viaggio all’estero quindi è necessario prestare più attenzione del solito, il rischio è quello di non essere imbarcati. E potrebbe non bastare il green pass o il tampone negativo, prima di partire ricordarsi di avere proprio tutto e che in alcuni casi potrebbe essere necessario aver compilato il dPLF almeno 24 ore prima. Infine, molto utile potrebbe risultare la consultazione approfondita del portale del Governo dedicato.

Certificazione verde, dove e come ottenerla

 

Cos’è il dPLF?

I Passenger Locator Forms (PLFs) sono moduli utilizzati dalle Autorità Sanitarie nel caso in cui i passeggeri siano stati esposti ad una malattia infettiva durante un viaggio a bordo di qualsiasi mezzo di trasporto (nave, aereo, treno, autobus o automobile) al fine di facilitare il tracciamento dei contatti. Le informazioni fornite nei PLF possono essere utilizzate dall’Autorità Sanitarie dei Paesi di destinazione al fine di poter contattare rapidamente i passeggeri, con l’obiettivo di proteggere la loro salute e quella dei loro contatti, oltre che a prevenire l’ulteriore diffusione di malattie. I PLF sono quindi uno fondamentale strumento a tutela della salute sia individuale che collettiva.

I Paesi che richiedono la compilazione dei PLF, attualmente utilizzano moduli cartacei o PLF digitali online. Al fine di fronteggiare la pandemia da COVID-19, è stato sviluppato un sito web per promuovere l’utilizzo di un unico modulo digitale europeo – EU digital Passenger Locator Form (dPLF), con lo scopo di facilitare l’uso dei PLF nella risposta a minacce sanitarie transfrontaliere. Questo formato digitale permetterà, infatti, una più facile e rapida raccolta e scambio di dati, rendendo la ricerca di contatti più efficace ed efficiente a contrastare la diffusione del COVID-19.

 

Covid19: Basilicata al 36.9% i vaccinati con 2 dosi

in Emergenza Covid-19

Covid19: Basilicata al 36.9% i vaccinati con 2 dosi. Processati 573 tamponi molecolari, 11 i positivi. Tre guariti: 2 a Bernalda e 1 a Scanzano Jonico. Tasso di positività 1.9%. Zero i decessi, nessun paziente in terapia intensiva. Nel Metapontino due contagi a Bernalda e 2 a Tursi. Sale l’RT nazionale, Roberto Speranza: “nei cambi di colore delle Regioni peserà di più il tasso di ospedalizzazione”

Vaccinazioni e test Covid-19, aggiornamento del 17/7 (dati 16/7)
La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 16 luglio, sono state effettuate 5.927 vaccinazioni. A ieri sono 327.500 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (59,2 per cento) e 204.422 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (36,9 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 531.922 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane). Sempre nella giornata di ieri sono stati processati 573 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 11 (tutti di residenti) sono risultati positivi. Nella stessa giornata sono state registrate 4 guarigioni, di cui 3 di residenti in Basilicata. Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi alla pagina web.

IN ITALIA SALE ALL’ 1.4% IL TASSO DI POSITIVITA’

Covid, 3.121 nuovi casi nelle ultime 24 ore in Italia e 13 morti.

Sono 2.898 i positivi ai test per i Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 2.455. Sono 205.602 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati. Ieri erano stati 190.922. Il tasso di positività è dell’1,4%, in ulteriore crescita rispetto all”1,3% di ieri. La situazione di preoccupazione diffusa in tutto il Paese sta facendo ripensare anche alla ridefinizione dei criteri per quanto riguardai “cambi di colore”delle regioni italiane,  il ministro della Salute, Roberto Speranza, in queste ore ha precisato: “nei cambi di colore delle Regioni peserà di più il tasso di ospedalizzazione”

I pazienti in terapia intensiva per il Covid sono 161, in aumento di 8 nel saldo tra entrate e uscite, secondo giorno di fila di risalita del dato. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 13 (ieri 11). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.088, quindi in calo di appena uno rispetto a ieri.

Crescono comuni con almeno 1 caso, più giovani. “Ci sono due dati importanti: il numero dei comuni con almeno un caso non decresce piu ma si va verso la ricrescita. Nelle settimane precedenti erano 2165 ora sono 2267 comune . In molte regioni c’è inoltre una inversione ed una ricrescita”. Lo ha detto il presidente dell’Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro, alla conferenza stampa sull’analisi dei dati del Monitoraggio settimanale della Cabina di regia. Più colpita, ha detto, è la popolazione giovanile tra 20-29 e 10-19.

 

Focolai Covid19 a Bernalda: “tracciamento accurato”

Focolai Covid19 a Bernalda: “tracciamento accurato”

in Emergenza Covid-19

Focolai Covid19 a Bernalda: “tracciamento accurato”, la nota del commissario prefettizio di Bernalda, Iaculli

In seguito ai focolai di casi Covid-19 registrati nel territorio di Bernalda è stato chiesto oggi al Commissario dell’ASM di provvedere con l’urgenza che il caso richiede :
al tracciamento accurato;

all’esecuzione in loco, nei confronti di cittadini che ne facciano richiesta, di tamponi naso-faringei.

Infatti la recente recrudescenza, con la conseguente impennata di casi positivi al virus Sars Cov 2 tra i cittadini di questo territorio pone all’attenzione una forte criticità che richiede urgenti interventi al fine di contenere il diffondersi dello stesso, soprattutto in considerazione del fatto che Bernalda, con la frazione di Metaponto Lido, è una località turistica meta, in questo periodo, di numerosi visitatori. Su questo scenario ben si comprende come il rischio di un passaggio della Città in fascia di rischio elevato determinerebbe il tracollo della già provata e fragile economia, senza parlare dell’allarme conseguente all’elevato numero di presenze che costituisce un pericolo per la salute pubblica, con il possibile moltiplicarsi di casi in seguito ai contagi.

Segui ilMet su Instagram

A Bernalda 5 nuovi positivi al Covid19

A Bernalda 5 nuovi positivi al Covid19

in Emergenza Covid-19

A Bernalda 5 nuovi positivi al Covid19. In regione ieri processati 309 tamponi molecolari: 10 nuovi positivi in Basilicata. Sono invece 13 i guariti. Nessun paziente in terapia intensiva. Zero decessi. Tasso positività al 3.2%. Fra prima e seconda dose di vaccino, Basilicata sono 525.976 le somministrazioni totali.

Nel Metapontino 5 contagi a Bernalda (nella foto d’apertura uno scorcio del panorama cittadino), sempre nella stessa città sono 2 i guariti. Situazione nazionale: sale l’RT ma fortunatamente nessuna Regione e Provincia Autonoma supera la soglia critica di occupazione dei posti letto in terapia intensiva o area medica.

Basilicata Covid-19, aggiornamento del 16/7 (dati 15/7). La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 15 luglio, sono state effettuate 6.536 vaccinazioni. A ieri sono 325.658 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (58,9 per cento) e 200.318 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (36,2 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 525.976 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane). Sempre nella giornata di ieri sono stati processati 309 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 10 (tutti di residenti) sono risultati positivi. Nella stessa giornata sono state registrate 15 guarigioni, di cui 13 di residenti in Basilicata. Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi sarà consultabile dopo le ore 14,00 di oggi collegandosi alla pagina web. Tamponi molecolari gratuiti anche all’ospedale di Policoro.

Asm, anche in provincia di Matera è attiva la piattaforma per la prenotazione gratuita dei tamponi molecolari

 COVID19: ISTANTANEA NAZIONALE

Impennata dell’Rt e in rialzo anche l’incidenza, rispettivamente a 0,91 (0,66 la scorsa settimana) e a 19 casi su 100 mila abitanti (dati di ieri contro 11 casi su 100mila 7 giorni fa). Sono questi – secondo quanto si apprende, i dati contenuti nella bozza di monitoraggio settimanale dell’Iss- Ministero della Salute sull’andamento dei contagi ora all’esame della cabina di regia e che saranno presentati oggi. 

Nessuna Regione e Provincia Autonoma supera la soglia critica di occupazione dei posti letto in terapia intensiva o area medica.

 Il tasso di occupazione in terapia intensiva è 2%, con una diminuzione nel numero di persone ricoverate che passa da 187 (06/07/2021) a 157 (13/07/2021).

Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale rimane al 2%. Il numero di persone ricoverate in queste aree passa da 1.271 (06/07/2021) a 1.128 (13/07/2021). Lo rileva, secondo quanto si apprende, la bozza di monitoraggio settimanale dell’Iss- Ministero della Salute sull’andamento dei contagi ora all’esame della cabina di regia.  La circolazione della variante Delta è in aumento in Italia. Questa variante sta portando ad un aumento dei casi in altri paesi con alta copertura vaccinale, pertanto è opportuno realizzare un capillare tracciamento e sequenziamento dei casi ed è necessario raggiungere una elevata copertura vaccinale ed il completamento dei cicli di vaccinazione per prevenire ulteriori recrudescenze di episodi di aumentata circolazione del virus. Lo rileva, secondo quanto si apprende, la bozza di monitoraggio settimanale dell’Iss- Ministero della Salute ora all’esame della cabina di regia. E’ opportuno, si avverte, mantenere elevata l’attenzione.

I contagi da Covid-19 aumentano soprattutto tra i giovani. Lo rileva, secondo quanto si apprende, la bozza di monitoraggio settimanale dell’Iss- Ministero della Salute sull’andamento dei contagi ora all’esame della cabina di regia. La trasmissibilità sui soli casi sintomatici, si spiega, aumenta rispetto alla settimana precedente, sebbene sotto la soglia epidemica, espressione di un aumento della circolazione virale principalmente in soggetti giovani e più frequentemente asintomatici. L’agenzia europea per le malattie prevede un forte aumento dei casi di Covid, quasi cinque volte di più, entro il 1 agosto rispetto ai livelli della settimana scorsa. In particolare, secondo il rapporto settimanale del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) si registreranno 420 casi di coronavirus ogni 100.000 abitanti, rispetto a poco meno di 90 della scorsa settimana [ansa]

A Policoro due casi di variante brasiliana

in Emergenza Covid-19

A Policoro due casi di variante brasiliana, lo riferisce in un tweet di poche ore fa il governatore Vito Bardi.Rispetto al bollettino di ieri, 14 luglio, sono 5 i nuovi contagi Covid19 e 4 guariti, in Basilicata la positività allo 0.7%. Sono 698 i tamponi processati. Nel Metapontino: 1 nuovo caso a Pisticci, 2 a Bernalda. Guariti nel Metapontino: 1 Bernalda, 1 Montalbano Jonico. A Bernalda la campagna vaccinale straordinaria per soggetti fragili ed estremamente vulnerabili.

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 14 luglio, sono state effettuate 5.675 vaccinazioni.
A ieri sono 324.055 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (58,6 per cento) e 195.571 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (35,3 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 519.626 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane). Sempre nella giornata di ieri sono stati processati 698 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 5 (tutti relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata sono state registrate 4 guarigioni, tutte di residenti in Basilicata.
Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi di oggi collegandosi alla pagina web. Nella categoria dedicata le principali notizie riguardanti la pandemia in Basilicata e non soltanto.
FRAGILI E NON DEAMBULANTI, A BERNALDA LA CAMPAGNA DAL  26 LUGIO 2021
Bernalda,  dal prossimo 26 Luglio (ore 9.00- 12.30 / 15.00- 21.00) la campagna vaccinale straordinaria con unità mobile  della Difesa, con il coordinamento locale del generale Pirro, presso il poliambulatorio di Bernalda  e presso il domicilio della persone fragili e non deambulanti. Nell’ordine saranno rispettate le seguenti priorità:
Soggetti fragili ed estremamente vulnerabili
Ultraottantenni
Fascia età :70-79 anni
Fascia età :60-69 anni
Fascia età :12-19 anni e tutto il personale impegnato nel settore scolastico
A seguire tutti gli altri in ordine di anzianità.
I medici di medicina generale che intendano offrire la propria disponibilità a coadiuvare, nell’attività di vaccinazione, il team mobile della Difesa, sono invitati a contattare il referente com.le del servizio di protezione geom. Brescia Emanuele al n. tel 0835-540231 cell. 3392651710.
Tutti i cittadini non ancora vaccinati sono invitati a fornire le proprie generalità all’Ufficio di Polizia locale ai nn. tel. 0835 540242/ 540243 o al geom. Brescia Emanuele al n. tel 0835-540231 cell. 3392651710,
per la predisposizione di un elenco dei vaccinandi che saranno contattati con indicazione del giorno e ora prevista per le operazioni di vaccinazione.
Tale sistema di vaccinazione delocalizzata, capillare e prossima ai cittadini ha l’obiettivo di completare l’immunizzazione della popolazione per scongiurare una nuova ondata pandemica.  L’unità mobile rimarrà sul territorio fino al 30 luglio 2021 per assicurare il completamento delle vaccinazioni su tutta la popolazione residente.

Covid19 Basilicata: 3 nuovi contagi nel Metapontino

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilicata: 3 nuovi contagi nel Metapontino. Positività allo 0.5%. Nessun paziente in terapia intensiva e nessun decesso. I 3 nuovi pazienti a Bernalda.

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 12 luglio, sono state effettuate 5.443 vaccinazioni. A ieri sono 320.552 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (57,9 per cento) e 187.523 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (33,9 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 508.075 su 553.261 residenti (dati portale Poste italiane). Sempre nella giornata di ieri sono stati processati 535 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 3 (tutti residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata sono state registrate 6 guarigioni, tutte di residenti in Basilicata. Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi  consultabile alla pagina web.

VARIANTE DELTA, SPERANZA: “RIPRESA CONTAGI IN ITALIA E EUROPA”

In Italia e in Europa ci sono elementi significativi di ripresa dei contagi per la variante Delta” del coronavirus Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza, nel suo intervento al ‘Women20 Summit’ a Roma ribadendo: “Siamo ancora dentro alla pandemia, guai ad abbassare la guardia”. “La Francia – ha continuato il ministro – sull’obbligo della vaccinazione del personale sanitario” contro Covid-19 “ha seguito il nostro approccio. Il decreto è stato approvato in Italia già l’1 aprile. Siamo stati il primo Paese europeo a introdurre questo obbligo. Altri ci stanno seguendo”.

Oggi – ha aggiunto – abbiamo superato i 58 milioni di dosi” di vaccino anti-Covid “somministrate”. La campagna procede al ritmo di oltre 500mila dosi al giorno, ha evidenziato: 550mila le somministrazioni di ieri.

“Questo è un momento in cui in tutto il mondo, in Europa in particolare e in alcuni Paesi come Spagna, Portogallo e Uk, vi è una circolazione importante della variante Delta” di Sars-CoV-2 “che si connota per una contagiosità decisamente superiore alla già più contagiosa variante inglese. I dati che abbiamo a disposizione ci raccontano di persone con una sola dose di vaccino che possono sviluppare patologia in qualche caso anche grave. (l’intero articolo)

 

 

Basilicata: positività 1.1. A Pisticci 4 casi

in Emergenza Covid-19

Basilicata: positività 1.1. A Pisticci 4 casi

In regione il dato aggregato del 10 e 11 Luglio 2021, in regione sono trenta i guariti e 5 i nuovi contagi, nessun decesso e nessun paziente in terapia intensiva. Invece, solo nella giornata di ieri, domenica 11 Luglio, sono stati processati 88 molecolari di cui nessuno è risultato positivo.

Dati aggregati week end nel Metapontino 4 nuovi casi a Pisticci. I guariti: 1 a Scanzano Jonico, 4 Bernalda, 1 Pisticci, 2 Valsinni.

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 11 luglio 2021, sono state effettuate 5.053 vaccinazioni. A ieri sono 318.917 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (57,6 per cento) e 183.702 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (33,2 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 502.619 su 553.258 residenti (dati portale Poste italiane). Sempre nella giornata di ieri sono stati processati 88 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui nessuno è risultato positivo. Nella stessa giornata sono state registrate 6 guarigioni, tutte di residenti in Basilicata.

Il bollettino quotidiano con i dati .

La variante Delta è presente anche in Basilicata

 

NOTIZIE DAL NAZIONALE

Vaccino ReiThera: risposta anticorpale al 93% già dopo prima dose

Il vaccino ReiThera funziona. Già tre settimane dopo la prima dose si osserva una risposta anticorpale contro la proteina Spike in oltre il 93% dei volontari, e si raggiunge il 99% dopo la seconda somministrazione. A cinque settimane dalla prima vaccinazione il livello degli anticorpi che legano la proteina Spike e che neutralizzano il virus, è comparabile a quello misurato in un gruppo di riferimento di pazienti convalescenti dall’infezione COVID-19. E’ quanto annuncia la società biotech con sede a Castel Romano.

I risultati dopo le prime cinque settimane dall’inizio della vaccinazione confermano quanto già osservato nella Fase 1: il vaccino è ben tollerato alla prima somministrazione e ancor meglio tollerato alla seconda. Gli eventi avversi, per la maggior parte di grado lieve o moderato e di breve durata, sono principalmente riferibili a dolore e tensione al sito di iniezione, senso di affaticamento, dolori muscolari e mal di testa. Non si sono registrati eventi avversi seri correlabili al vaccino.

A revisionare i dati preliminari di sicurezza e immunogenicità delle prime cinque settimane di studio nel corso di una riunione congiunta il Data Safety Monitoring Board, Comitato indipendente per la valutazione della sicurezza, e lo Steering Committee, Comitato scientifico per la valutazione dell’efficacia. I due comitati si sono espressi favorevolmente sui dati analizzati e hanno raccomandato la prosecuzione dello sviluppo clinico del vaccino GRAd-COV2.

Lo studio, iniziato lo scorso 18 marzo in 24 centri clinici distribuiti su tutto il territorio italiano, è stato condotto su 917 volontari di cui il 25% di età superiore a 65 anni e/o con condizioni associate ad un aumentato rischio di malattia severa in caso di infezione da SARS-CoV-2 [Ansa]

La variante Delta è presente anche in Basilicata

in Emergenza Covid-19

“La variante Delta è arrivata anche in Basilicata: tre casi a Venosa e uno a Potenza. Nessun allarmismo, ma prudenza, prevenzione e responsabilità”. Lo ha scritto su Twitter nelle ultime 24 ore  il governatore della Regione Basilicata, Vito Bardi.
I casi di variante Delta sono stati scoperti dopo il sequenziamento fatto all’ospedale San Carlo di Potenza. Le persone a cui sono stati riscontrati i casi di variante Delta – secondo quanto si è appreso da fonti della Regione Basilicata –

non sono ricoverate e non hanno sintomi gravi:

sono state segnalate come sospette dall’Azienda sanitaria di Potenza. A fine Giugno, l’Asm di Matera aveva annunciato che in Basilicata la sola variante presente era quella inglese, evidentemente il quadro pandemico è mutato anche in Basilicata come nel resto d’Italia.

Basilicata: positività 1.1

Segui ilMet su Instagram

IN ITALIA. “VACCINI E TAMPONI PER ARGINARE L’AVANZATA DELLA VARIANTE DELTA”

Vaccinare il maggior numero possibile di persone e aumentare i tamponi, soprattutto molecolari, per garantire un efficace tracciamento dei casi da Covid-19. Ecco la strategia per frenare l’arrivo di una possibile quarta ondata alla fine dell’estate. L’avanzare della variante Delta allarma gli scienziati e preoccupa il governo, che guarda al resto d’Europa e cerca di utilizzare al meglio il vantaggio temporale di circa due mesi rispetto ad altri Paesi. Ma soprattutto frena sugli allentamenti già previsti per evitare di ripetere gli errori commessi la scorsa estate.

In Italia nei reparti ospedalieri l’occupazione di posti letto è a livelli normali e fortunatamente le terapie intensive si sono svuotate. Eppure, nonostante questi segnali tranquillizzanti, i dati e le curve epidemiologiche confermano la risalita dei contagi. L’analisi settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità diffusa venerdì mostra l’andamento in ascesa della curva e conferma come il Covid-19 mutato colpisca soprattutto i giovani: l’età media è scesa drasticamente, ora è intorno ai 35/36 anni.

Uno studio riservato a disposizione dell’esecutivo fotografa la situazione e monitora l’evoluzione della pandemia confrontandola con quanto sta accadendo negli altri Paesi. In particolare con la Gran Bretagna, dove la Delta ha già avuto un picco. L’analisi prevede che — senza un monitoraggio e un tracciamento adeguato — in Italia a fine luglio si potrebbe arrivare a 3 mila nuovi positivi ogni giorno per raggiungere al 30 agosto un numero di casi che potrebbe oscillare tra gli 8 mila e gli 11 mila. Una nuova ondata, che potrebbe coincidere con la ripresa della vita normale dopo le vacanze estive e la ripartenza della scuola. Un’ondata che non avrebbe le stesse, gravissime conseguenze delle precedenti proprio perché «il vaccino rappresenta una barriera efficace agli effetti peggiori del Covid-19 che, pur continuando a circolare, viene depotenziato in maniera significativa». Ma porterebbe comunque effetti pesanti.

“La variante Delta è arrivata anche in Basilicata: tre casi a Venosa e uno a Potenza. Nessun allarmismo, ma prudenza, prevenzione e responsabilità”.

Lo ha scritto, in serata, su twitter, il presidente della Regione, Vito Bardi.
I casi di variante Delta sono stati scoperti dopo il sequenziamento fatto all’ospedale San Carlo di Potenza. Le persone a cui sono stati riscontrati i casi di variante Delta – secondo quanto si è appreso da fonti della Regione Basilicata – non sono ricoverate e non hanno sintomi gravi: sono state segnalate come sospette dall’Azienda sanitaria di Potenza.

Vaccinare il maggior numero possibile di persone e aumentare i tamponi, soprattutto molecolari, per garantire un efficace tracciamento dei casi da Covid-19. Ecco la strategia per frenare l’arrivo di una possibile quarta ondata alla fine dell’estate. L’avanzare della variante Delta allarma gli scienziati e preoccupa il governo, che guarda al resto d’Europa e cerca di utilizzare al meglio il vantaggio temporale di circa due mesi rispetto ad altri Paesi. Ma soprattutto frena sugli allentamenti già previsti per evitare di ripetere gli errori commessi la scorsa estate.

In Italia nei reparti ospedalieri l’occupazione di posti letto è a livelli normali e fortunatamente le terapie intensive si sono svuotate. Eppure, nonostante questi segnali tranquillizzanti, i dati e le curve epidemiologiche confermano la risalita dei contagi. L’analisi settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità diffusa venerdì mostra l’andamento in ascesa della curva e conferma come il Covid-19 mutato colpisca soprattutto i giovani: l’età media è scesa drasticamente, ora è intorno ai 35/36 anni.

Uno studio riservato a disposizione dell’esecutivo fotografa la situazione e monitora l’evoluzione della pandemia confrontandola con quanto sta accadendo negli altri Paesi. In particolare con la Gran Bretagna, dove la Delta ha già avuto un picco. L’analisi prevede che — senza un monitoraggio e un tracciamento adeguato — in Italia a fine luglio si potrebbe arrivare a 3 mila nuovi positivi ogni giorno per raggiungere al 30 agosto un numero di casi che potrebbe oscillare tra gli 8 mila e gli 11 mila. Una nuova ondata, che potrebbe coincidere con la ripresa della vita normale dopo le vacanze estive e la ripartenza della scuola. Un’ondata che non avrebbe le stesse, gravissime conseguenze delle precedenti proprio perché «il vaccino rappresenta una barriera efficace agli effetti peggiori del Covid-19 che, pur continuando a circolare, viene depotenziato in maniera significativa». Ma porterebbe comunque effetti pesanti.

Covid19 Basilicata: 9 nuovi positivi

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilicata: 9 nuovi positivi. Nel Metapontino: 1 a Bernalda, 1 a Policoro, 1 a Pisticci. Sono 22 le nuove guarigioni.

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 9 luglio, sono state effettuate 5.413 vaccinazioni. A ieri sono 315.766 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (57,1 per cento) e 176.244 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (31,9 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 492.010 su 553.258 residenti (dati portale Poste italiane). Sempre nella giornata di ieri sono stati processati 499 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 9 (7 residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata sono state registrate 22 guarigioni, tutte di residenti in Basilicata. Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi collegandosi alla pagina web.

Asm, anche in provincia di Matera sarà attiva la piattaforma per la prenotazione gratuita dei tamponi molecolari

VARIANTE DELTA, BRUSAFERRO: “IN CRESCITA IN ITALIA”

La variante Delta del covid in Italia “cresce, dal 5,2% di maggio al 27,7% di giugno”. Così il presidente dell’Istituto superiore di Sanità (Iss), Silvio Brusaferro, nel corso della conferenza stampa sull’analisi dei dati del Monitoraggio regionale Covid-19 della Cabina di Regia. “L’andamento delle diverse varianti nel periodo dal 22 aprile al 5 luglio mostra che la Delta e la Kappa stanno progressivamente crescendo, coinvolgendo più province italiane”. Rimane dominate, ad oggi, “la variante Alfa”, ma le varianti Kappa e Delta, “rispetto al 5% del mese di maggio, oggi sono al 27,7%. Quindici giorni fa erano al 16,7%. Rimane importante la variante Gamma, la famosa brasiliana, sempre circolante nel nostro Paese, che si attesta al 12%”sottolinea il presidente dell’Istituto superiore di sanità. La variante Delta, comunque, “è più trasmissibile rispetto alla variante Alfa. E le proiezioni dei modelli ci dicono che tenderà, nelle prossime settimane, a diventare dominate tra le varianti circolati nel nostro Paese”. Infine, nel mese di giugno “la percentuale di sequenziamento ha superato il 6% ed è in netta crescita”, ha detto Brusaferro.

“La scorsa settimana abbiamo censito come la decrescita si fosse fermata, oggi censiamo il fatto che ci sono più Regioni che hanno cominciato una lieve ricrescita”, ha spiegato ancora Brusaferro, aggiungendo: “L’infezione tende a colpire sempre più l’età giovane, parliamo di un’età mediana di 31 anni, per chi contrae l’infezione. Ma anche per i ricoveri comincia a scendere: l’età mediana di chi viene ricoverato in ospedale è di 52 anni. E’ in leggera decrescita anche l’età di chi viene ricoverato in ospedale che si attesta intorno ai 63 anni, mentre i decessi restano in una fascia di età di 78 anni”.

L’intero articolo

Torna su