Futuro delle crypto: il Bitcoin detronizzato

in Economia

Le criptovalute occupano la mente di tanti, sono tra gli asset più richiesti e per tantissimo sono indiscutibilmente il futuro. Tutti vogliono salire sul carro, nessuno è disposto a restare indietro e per questo tantissimi truffatori approfittano della buona volontà e del desiderio di piccoli risparmiatori di guadagnare per fregarli alla bella e meglio.

Sono tante le realtà sicure dove potete apprendere molte cose sulle criptovalute, come Criptovalute 24, e le piattaforme sicure su cui investire, proviamo a vedere qualche nozione in più sull’argomento.

La situazione del Bitcoin

Nonostante i Bitcoin siano da sempre la parola che ci viene naturale associare a quella di criptovaluta, visto che è con essi che questa realtà si è fatta conoscere da tutti, anche chi del trading non conosce neppure le basi o non si interessa, non sono più i Bitcoin il toker più scambiato.

Essi rappresentano sempre il 70% circa di tutto il valore del mercato del mondo per quel che riguarda gli asset digitali, restando la capostipite e la più importante tra le criptovalute, ma deve lasciare il passo alla criptovalutaTether per quel che riguarda lo scambio giornaliero e mensile, nonostante questa abbia una capitalizzazione di mercato 30 volte più piccola.

Questo accade perché Tether a differenza di altre valute è stata ideata con l’idea di essere una “stablecoin”, ovvero una criptovaluta nata per essere ferma, con un livello privo di fluttuazioni improvvise, che tiene il passo di uno a uno col dollaro. Sono questi i motivi che la portano ad essere la più usata.

Nel podio delle valute digitali più scambiate, dopo Tether e Bitcoin spicca subito dopo a distanza di poco Etherum.

Come funzionano le criptovalute

Per capire il funzionamento delle criptovalute, bisogna tornare sempre alla madre di tutte le criptovalute, il Bitcoin, e osservare la sua storia.

Ideata da SatoshiNakamoto nel 2009, il Bitcoin è stato subito seguito da altre criptovalute emergenti, che hanno visto una strada primaria nascere e pensato che il mercato si potesse allargare anche a loro. Queste sono spesso definite Altcoins.

Nonostante la nascita di queste valute digitale parallele, Bitcoin ha tenuto negli anni il suo status, arrivando a raggiungere anche la cifra di 1000 dollari per singolo bitcoin.

Le criptovalute sono un mezzo di scambio alla pari delle classiche monete, ma che posseggono al loro interno lo scopo di scambiare informazioni in digitale attraverso un processo crittografico.

La crittografia è qui usata per proteggere le transazioni e per controllare le creazione di nuove monete.  La differenza tra le modalità delle banche e la criptovalute, consiste nell’assenza di un controllore per quel che riguarda la quantità di denaro stampato. Questo avviene perché tutto è già prestabilito in precedenza e niente e nessuno può alterare in maniera illecita il valore della criptovaluta.

Criptovalute, estremamente sicure

Quello che rende molto sicure le criptovalute è la loro “composizione”, è molto difficile trovare i bug nei set di un hash, questo grazie al ruolo che la crittografia possiede, che garantisce la sicurezza di ogni transazione e garantisce il possesso delle criptovalute.

Sicurezza che però rischia di venire meno viste le continue truffe che circondano questo mondo, purtroppo in tantissimi vengono attirati dal nome di Bitcoin o di criptovalute generalmente, viste anche le notizie che si sono accumulate negli anni, che hanno visto i fortunati possessori di bitcoin ritrovarsi in pochi anni una vera e propria fortuna tra le mani.

Questo attira gli utenti più ingenui e i personaggi più furbi, i quali lasciano credere di poter funzionare da Exchange, prendendo il denaro dei primi e scomparendo nell’arco di pochi mesi. Per questo bisogna sempre investire su piattaforme sicure e regolamentate.