Spese notarili: quanto costa un atto dal notaio?

in Economia

Quella del notaio è una figura fondamentale, poiché si tratta di un professionista abilitato, il cui compito è verificare alcuni atti ufficiali e controllare che tutto venga eseguito secondo le norme. Tuttavia rappresenta anche un costo considerevole, da tenere in conto quando si devono eseguire alcuni procedimenti come il rogito notarile per l’acquisto di un immobile, una successione ereditaria o una donazione. Diamo un’occhiata alle principali spese notarili per capire quanto costa realmente un atto dal notaio.

Costi notarili per la compravendita di immobili

Una delle occasioni più comuni per rivolgersi a un notaio è durante una compravendita immobiliare. In questi casi, prima di acquistare un’abitazione è indispensabile eseguire il rogito notarile, un documento con il quale viene certificato l’effettivo passaggio di proprietà dell’immobile, di un terreno o di qualsiasi altra unità edificata. In questo caso il costo del notaio non dipende soltanto dall’onorario del professionista, in quanto bisogna versare anche una serie di imposte, tra cui la tassa di registro, quella ipotecaria e l’imposta catastale.

Un dato molto importante è il valore catastale dell’immobile, che si ottiene moltiplicando la rendita catastale per un coefficiente di 155,5 per la prima casa, oppure di 126 per le seconde abitazioni. Da tale riferimento dipendono alcuni costi come l’imposta di registro (2% del valore catastale se prima casa altrimenti 9%), perciò più il valore dell’abitazione e dell’ipoteca sono elevati maggiore sarà la spesa complessiva da sostenere.

Infine è necessario pagare anche la parcella del notaio, il cui servizio per la compravendita immobiliare dipende da due fattori principali, la presenza o meno di un mutuo ipotecario e il valore dell’abitazione. In linea di massima, per una casa da 250 mila euro l’onorario del notaio è di circa l’1%, perciò intorno ai 2.500 euro. Queste cifre sono vincolate alle tabelle ufficiali del Ministero della Giustizia, dunque è possibile controllare i valori riportati sulla Gazzetta Ufficiale prima di contattare l’esperto.

Spese notarili per le successioni ereditarie

Un altro evento abbastanza comune è la successione ereditaria, che occorre quando una persona scomparsa mette a disposizione il proprio patrimonio. In questi casi esistono due procedimenti principali da seguire, il testamento o la successione legittima. La prima opzione è una delle più utilizzate, poiché consente ad ogni persona di indicare espressamente a chi devono andare le proprietà detenute in vita, specificando per ogni erede i beni o le quote del patrimonio che riceverà.

La successione legittima invece avviene quando non esiste un documento testamentario, perciò un giudice interviene e tramite le norme del Diritto ereditario individua gli eredi legittimi. Dopodiché bisogna realizzare la dichiarazione di successione, attraverso l’accettazione dell’eredità e la formalizzazione dell’atto dal notaio, senza dimenticare le comunicazione da fare presso l’Agenzia delle Entrate. Le imposte di successione prevedono un’esenzione per i patrimoni fino a 1 milione di euro, per i gradi di parentela prossimi come coniugi e figli, altrimenti il limite è di 100 mila euro.

Oltre tale soglia bisogna versare un’imposta fissa, pari al 4% per i figli e il coniuge del defunto, oppure al 6 e all’8% per gli altri gradi di parentela (fratelli, nipoti, ecc…). Infine c’è sempre l’atto di successione, un documento ufficiale da firmare davanti a un notaio competente, il cui costo può andare da 300 a 900 euro, in base al valore del patrimonio e alla complessità dell’operazione da eseguire.

Come risparmiare sul costo del notaio?

Grazie alle nuove tecnologie, oggi è possibile utilizzare delle soluzioni evolute anche per i servizi notarili. Rivolgendosi a delle piattaforme specializzate si possono ottenere preventivi gratuiti online, per conoscere il costo del notaio in anticipo e scegliere l’opzione con il miglior rapporto qualità-prezzo. Alcuni portali propongono infatti dei sistemi per il calcolo online della spesa per l’atto notarile da realizzare, riempiendo un veloce questionario per ricevere le proposte dei professionisti più adatti a svolgere il servizio.

Si tratta di un sistema molto utile per farsi un’idea della spesa da sostenere, per affrontare una compravendita immobiliare, una donazione o redigere un testamento in maniera più oculata. Inoltre oggigiorno si possono trovare velocemente notai online, selezionando gli esperti della propria zona tramite il web, invece di recarsi dal primo nome indicato da un amico o da un parente. L’importante è che all’interno del preventivo siano sempre specificati tutti i costi, in maniera dettagliata e trasparente, affinché sia possibile valutare adeguatamente ogni proposta ricevuta.