Covid19 Basilicata: un decesso a Potenza

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilicata: un decesso a Potenza. Dai dati aggregati del fine settimana risultano 31 nuovi positivi, mentre sono 43 i guariti.
Due i pazienti in terapia intensiva. 1.073 i tamponi molecolari processati. Nel Metapontino i nuovi contagi: 2 a Bernalda e 1 a Policoro.
Sempre nel comprensorio jonico lucano i guariti totali sono 3, tutti di Bernalda.

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 21 novembre, sono state effettuate 611 vaccinazioni. A ieri sono 435.874 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (78,8 per cento) e 401.036 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (72,5 per cento) e 27.862 (5,0 per cento) quelli che hanno ricevuto la terza dose per un totale di somministrazioni effettuate pari a 864.772 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane). Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 237 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, 29 dei quali 1 (relativo a un residente in Basilicata) è risultato positivo. Nella stessa giornata si sono registrate 15 guarigioni, tutte di residenti in Basilicata.

Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi consultabile collegandosi alla pagina web dedicata.

ISTANTANEA NAZIONALE. TERZA DOSE: AL VIA LE SOMMINISTRAZIONI

Apre ufficialmente da oggi in Italia la somministrazione della terza dose di vaccino anti-Covid per gli over-40.
“Si parla e si ipotizza, e credo sarà la scelta definitiva, di prevedere l’obbligo di terza dose per tutti i cittadini per cui è previsto attualmente l’obbligo vaccinale”, ovvero gli operatori sanitari e sociosanitari. “Credo questo sia conseguenza logica e di buon senso”. Lo ha detto il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, intervenendo a su Tg2 Italia, su Rai 2 in merito alla somministrazione della terza dose del vaccino anti Covid, aggiungendo che sono “scelte che verranno prese ragionevolmente già in questa settimana”.
“A seguito del ricovero in terapia intensiva i pazienti Covid hanno una possibilità di decesso dal 30 al 75%. Dobbiamo evitare questi ricoveri. Il nostro appello è chiaro: chiediamo a tutti gli italiani di vaccinarsi e ai vaccinati da più di 6 mesi di fare la terza dose, e di attenersi all’uso delle mascherine e igiene delle mani”. Così Antonino Giarratano, presidente della Società Italiana Anestesia Analgesia Rianimazione e Terapia Intensiva (Siaarti). “Chiediamo al governo di mettere in atto subito manovre per una maggiore attenzione, senza attendere il colore ‘giallo’ che significa già 15% di ricoveri in più e nuovi morti”. “Siamo in piena quarta ondata pandemica. C’è grande preoccupazione: le terapie intensive rischiano l’intasamento entro un mese”. Lo afferma Antonino Giarratano, presidente della Società Italiana di Anestesia Analgesia Rianimazione e Terapia Intensiva (Siaarti) [ansa]

Ultimi articoli in Emergenza Covid-19

Torna su