Archivio tag

pannelli

Ad Anzi i pannelli per le affissioni elettorali diventano museo stradale per fotografi e pittori

in Cultura

Vi siete mai chiesti che fine fanno i pannelli elettorali per le affissioni dei manifesti dei partiti, ad elezioni concluse? Spesso rimangono per mesi o anni al loro posto con brandelli di nomi o slogan o simboli di partiti che il tempo sbiadisce. Altre volte i Comuni li smontano e finiscono nei depositi ad ingolfare ancora di più i magazzini già pieni.

Ed allora ad Anzi, un piccolo Comune in Provincia di Potenza, si è deciso per un uso creativo ed originale di questi pannelli. Che eviti il lavoro dello smontaggio e del deposito e che liberi appunto i magazzini.

Il progetto si chiama MUSA (museo urbano stradale anzese) e prevede che su questi severi pannelli metallici, quando non ci sono eventi elettorali, appaiano magicamente forme d’arte: fotografie, parole, dipinti stampati.

Un museo stradale aperto dunque 24ore, gratuito, soprattutto fruibile inevitabilmente da tutti i passanti.

E’ l’arte che va nelle strade inondandole di colori, forme, suggestioni e pensieri.

E’ l’arte che subisce anche la sua degradazione lenta dovuta alla pioggia, al sole, al tempo che passa.

Anche questo lento decadimento dell’opera d’arte fa parte del progetto Musa: non c’è vita senza arte, ma anche l’arte non ha una vita infinita e dunque scolorata una mostra se ne affigge un’altra.

Il MUSA inaugura SABATO 3 AGOSTO con il fotografo-paesologo ANGELO GABRIELE MAZZOLLA, giovanissimo talento che, con i suoi ‘PAESAGGI LUCANI’ coglie le sfumature e i colori dell’ambiente geografico ma anche umano della Basilicata contemporanea.

Un taglio antropologico che si pone tra la formalità pura della fotografia e il documento etnografico.

La direzione creativa del progetto Musa è di Vincenzo PETRONE (lucano che da quasi 20 anni dirige a Roma la nota galleria d’arte contemporanea ‘MONDRIAN SUITE’ nel quartiere di San Lorenzo).

Montalbano Jonico, potabilizzatore e depuratore presto saranno alimentati a energia solare

in Cronaca

Acquedotto Lucano ha aggiudicato la realizzazione di due impianti fotovoltaici con un investimento di 200.000 euro

 

Acquedotto Lucano ha aggiudicato la gara per realizzare due impianti fotovoltaici che produrranno l’energia necessaria al funzionamento del potabilizzatore e del depuratore di Montalbano Jonico.  L’installazione dei pannelli fotovoltaici consentirà di produrre circa 142 MWh già dal primo anno per il funzionamento dell’impianto di potabilizzazione. L’altro impianto fotovoltaico, a servizio del depuratore, consentirà di produrre circa 56 MWh l’anno.

I due progetti – che dovranno essere completati entro 150 giorni dalla consegna – rientrano nel programma di Acquedotto Lucano per l’efficientamento energetico e il miglioramento della qualità dell’ambiente. L’importo dell’investimento complessivo delle opere da realizzare è di circa 200.000 euro, rivenienti dal Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) 2014-2020 assegnati con il Patto per lo Sviluppo della Basilicata.

“Acquedotto Lucano attraverso gli investimenti nel fotovoltaico – afferma l’amministratore unico, Giandomenico Marchese – prosegue l’impegno nell’uso sostenibile dell’energia da fonti alternative; ciò determinerà ulteriori risparmi nella spesa energetica della società e conseguenti dirette ripercussioni nella bolletta del servizio idrico degli utenti. Pertanto – conclude Marchese – con la realizzazione di tali opere si garantisce un futuro sempre più ecosostenibile che nell’arco dei 25 anni di vita utile degli impianti consentirà di ridurre di 2,2 milioni di chili le emissioni di anidride carbonica.”

Torna su