Archivio tag

isabella morra

Lo “spirito” del padre di Isabella Morra torna a Valsinni

in Appuntamenti

Lo “spirito” del padre di Isabella Morra torna a Valsinni. Sono trascorsi cinque secoli. Appuntamento per il 3 Maggio 2023

DOPO CINQUE SECOLI LO “SPIRITO” DEL PADRE DI ISABELLA
TORNA A (FAVALE) – VALSINNI.

Mercoledì 3 maggio arriveranno a Valsinni, dalla Francia, Catherine e Jean de Moras con i rispettivi coniugi. I due de Moras sono i discendenti del ramo francese di Giovanni Michele Morra, padre della poetessa Isabella.
Questo ramo della famiglia baronale ebbe origine da Cesare Morra, fratello di Isabella, sicuramente estraneo alla nota tragedia e più vicino alla poetessa per aver condiviso con lei il servizio presso il principe Pietro Antonio Sanseverino da Bisignano, dal 1543 al 1546.
Cesare Morra, nelle contabilità del principe Sanseverino è qualificato ”giardiniere”, termine che va inteso come soprintendente ai giardini non come prestatore di opera manuale, e dal Principe ebbe molti riconoscimenti e molti benefici e tra questi il feudo detto della Bufalaria.
Nonostante questa condizione di privilegio nel Principato di Bisignano, ad un certo punto, Cesare decise di raggiungere il Padre ed i fratelli in Francia dove si sposò due volte e, dalla seconda moglie, Gabriella Faulcon, ebbe dei figli, i primi della numerosissima discendenza che, nell’attuale generazione, annovera anche Catherine e Jean.
Catherine e Jean, affascinati dalla narrazione della storia della loro famiglia che evidentemente è rimasta viva nei secoli, hanno deciso di tornare al castello del loro avo Giovanni Michele Morra e della poetessa Isabella.
La loro venuta al castello, per tutti i cultori della storia e della poesia di Isabella, può essere considerata “il ritorno”, dopo cinque secoli, di Giovanni Michele Morra “in Spirito” al suo castello. Egli lo abbandonò in fretta, dopo la sconfitta militare della Francia, sicuramente con la speranza di potervi fare ritorno, una speranza che si rilevò vana per lui e per i suoi discendenti.

Vogliamo credere che solo ora, con la venuta di Catherine e Jean, tornerà nel castello lo “Spirito” di Giovanni Michele e che Isabella ed il Padre, tanto amato ed invocato da lei, finalmente, potranno ricongiungersi ed, in questo modo, entrambi potranno rimuovere dalla loro pace eterna l’ultima pena.

La venuta di Catherine e Jean de Moras è un evento al quale i cultori della poetessa di Favale vogliono dare la giusta importanza e farne un’occasione di celebrazione di Isabella che a distanza di secoli continua a dare lustro e notorietà al nostro piccolo borgo.
È sembrato, quindi, opportuno alla famiglia Rinaldi, proprietaria del castello ormai da 102 anni, al Comune ed alla Pro-Loco di Valsinni organizzare una accoglienza degli ospiti francesi in forma ufficiale e pubblica, secondo il programma che, in sintesi, si è riportato sopra.

Dopo cinque secoli i Morra dalla Francia a Favale

Programma
Giovedì 4 maggio 2023
Ore 10 –
Catherine e Jean de Moras in visita al Comune, ricevuti dal Sindaco che li accoglie e consegna loro una targa celebrativa della loro venuta a Valsinni;
Ore 11 –
Arrivo ufficiale dei discendenti della famiglia Morra al castello della Poetessa
– consegna simbolica delle chiavi –
– Incontro nella sala Guerricchio con autorità e una rappresentanza della cittadinanza favalese (valsinnese)
– rievocazione di alcuni aspetti della figura di Isabella Morra e del suo posto nella letteratura Italiana a cura di Vincenzo Rinaldi.
Ore 13, 30 – interruzione per il pranzo
Ore 17,00 –
– Reading di Poeti a cura di “ Universo Culturale Lucano”
0re 18,00 – Saluti e fine manifestazione

 

Segui ilMet su Instagram

Riparte l’Estate d’Isabella a Valsinni: dal 7 agosto

in Cultura

Riparte l’Estate d’Isabella a Valsinni: dal 7 agosto. Tornano gli appuntamenti con la cultura, la poesia, la magia e i paesaggi mozzafiato di “Favale”. Il borgo medievale pronto ad accogliere turisti e amanti del genere

Riparte il 7 agosto “L’estate d’Isabella”, la manifestazione estiva dedicata alla Poetessa Morra che giunge quest’anno alla sua XXXI edizione. Organizzata dalla Pro Loco di Valsinni, in collaborazione con il Comune, nell’ambito delle attività del Parco Letterario Isabella Morra, è annoverata tra gli eventi più importanti e rappresentativi della Basilicata.
Dal 7 agosto fino al 22 e nei giorni 27, 28 e 29, i vicoli dell’antico “feudo di Favale” torneranno a rivivere e a vestirsi di antico.
Alle ore 20.00 l’appuntamento è in piazza Accannata. Seguirà la visita al castello baronale dove guide in abiti d’epoca illustreranno la vicenda umana e poetica di Isabella. Alle 21.00 la rappresentazione teatrale “Isabella vivrà” di Gennaro Olivieri nel teatro Valle della Donna. A seguire il concerto dei “Menestrelli senza…Re”, con la partecipazione straordinaria delle Zingare Lucane. In conclusione di serata la proiezione del videomapping “Io, Isabella”, una produzione Opera per la regia di Gianpiero Francese.
Per assistere allo spettacolo e per visitare il castello è obbligatorio prenotarsi e avere la certificazione verde inerente la vaccinazione Covid, anche una sola dose, eccetto per i minori di 12 anni accompagnati dai genitori, oppure un tampone effettuato 48 ore prima, salvo diverse disposizioni.
Come di consueto, poi, i cenacoli sotto le stelle permetteranno di gustare i piatti tipici lucani.
Per la sua proposta turistico – culturale, Valsinni è stato insignito della Bandiera Arancione, marchio di qualità turistico – ambientale conferita dal Touring Club Italia.
Gli animatori vi aspettano a Valsinni per vivere insieme un viaggio nella poesia e nel sogno.
Per info e prenotazioni:
Tel 392 3922551
parcomorra@tiscali.it

Segui ilMet su Instagram

Valsinni bandiera arancione

Basilicata, la vacanza che hai sempre sognato è realtà

in Economia

Una terra magica, dai contorni eterogenei, dai paesaggi  che imprimono nell’anima del visitatore forti suggestioni emotive. L’immensità del mare, le spiagge ampie e sabbiose del litorale jonico e la proverbiale accoglienza degli abitanti e delle strutture ricettive. La Basilicata è il luogo ideale per chi cerca relax totale e per chi sogna la vacanza attiva, fatta di scoperta, di esperienze culturali, di sport e straordinarie proposte gastronomiche.

 

Basilicata, sport e cultura

Visitare la Basilicata significa vivere un’esperienza appagante, lasciarsi sedurre dagli eventi culturali in cui si è direttamente coinvolti con intensità. I parchi letterari, come quello di Valsinni dedicato alla poetessa Isabella Morra, ogni anno propongono sia d’estate, ma anche d’inverno, eventi di alto spessore. E poi gli itinerari magici, nella cittadina di Colobraro, con evocazioni storiche e antropologiche.  La rassegna “Sogno di Una Notte a Quel Paese” – che è un percorso teatralizzato che si conclude con la degustazione di prodotti tipici attrae migliaia di visitatori che da protagonisti assistono al racconto affascinante e misterioso della “magia”; un’esperienza  intrisa di leggenda, antropologia e letteratura.  La vacanza in Basilicata inoltre consente un’innumerevole scelta di itinerari fatti di paesaggi e sport: nei calanchi di Montalbano Jonico, Pisticci, Aliano, è possibile praticare trekking, mountain bike in scenari lunari mozzafiato. La cittadina di Aliano, nota perché è l’ambientazione di Cristo si è fermato a Eboli, nel periodo estivo propone l’evento “La Luna e i Calanchi”, rassegna culturale che ha dato corpo all’idea di slow tourism nella sua essenza più aulica, ideata e diretta dal paesologo, Franco Arminio.   Gli itinerari della magia si completano con l’immancabile escursione in una delle Ghost Town più famose al mondo: Craco.  A tratti spettrale, a tratti incantevole. La passeggiata nel percorso in sicurezza appositamente studiato arricchisce il bagaglio emotivo del visitatore portandolo in una dimensione in cui la magia di fa esperienza concreta e vitale. Gli elementi naturali incontaminati che caratterizzano la Basilicata hanno permesso nuove formule di intrattenimento turistico, così è possibile letteralmente volare da una cima all’altra restando appesi a un filo d’acciaio: il Volo dell’Angelo, per la sua originalità e per la carica di emozioni che offre non ha certo bisogno di presentazioni.  E’ possibile vivere l’esperienza nei comuni di Castelmezzano e Pietrapertosa, uniti dal “filo” sospeso fra immensità e bellezza.  Un’altra fantastica esperienza è quella del “Ponte alla Luna”, sospesi fra “storia e avventura”. Il percorso dei ponti tibetani di Sasso di Castalda si sviluppa sulle sponde del “Fosso Arenazzo” che si apre proprio ai piedi del suggestivo centro storico. Per chi non vuole rinunciare alla pedalata, nei più suggestivi percorsi nel cuore del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano, si può scegliere l’uscita in mountain bike e per chi non è molto allenato l’alternativa è l’e-bike con pedalata assistita.

Basilicata e mare

Spiagge con spazi molto ampi, le dune morbide e popolate, con la tipica vegetazione marina in cui si distingue per la sua bellezza il giglio marino, annunciano la sabbia morbida. Si presenta così il paesaggio marino tipico della Basilicata, poi l’azzurro del cielo e il blu del Mar Jonio che risvegliano emozioni e sensazioni  autentiche. L’acqua, limpida e cristallina, ha profondità graduale. Nel 2020, le città di Policoro, Nova Siri e Pisticci (Marina) sono state insignite con il prestigiosissimo riconoscimento della Bandiera Blu. Ad arricchire di cromie e profumi le spiagge la folta vegetazione rappresentata dai caratteristici pini marittimi e l’abbondante presenza di specie della macchia mediterranea: lentisco, rosmarino e oleandri.

A Policoro gli itinerari marittimi – naturalistici si completano con  la Riserva Regionale Bosco Pantano, luogo incantevole e dal pregio naturalistico eccezionale. Lo scrittore francese Richard de Saint-Non lo descrisse così:  Una foresta sacra, dominata dal silenzio e dall’oscurità misteriosa che regna sotto le immense querce vecchie come il mondo… popolata da una folla pacifica di animali e di ogni specie di selvaggina; dai cinghiali, dai daini, dai cervi, dai caprioli per non parlare delle martore e degli scoiattoli di cui vedemmo una gran quantità passeggiare sulle nostre teste, di albero in albero.

 

Cibo: la tradizione culinaria della Basilicata e le sue straordinarie offerte

 

Le proposte gastronomiche della Basilicata rispecchiano l’eterogeneità del territorio, dalle specialità marinare del litorale Jonico – Metapontino, fino  ai cibi tipici dell’entroterra montuoso. Abbondante l’offerta di delizie fresche, la forte vocazione agricola consente di avere sempre frutta e ortaggi di stagione dal sapore intenso e vivo. La Candonga Fragola Top Quality® rappresenta la coltura che più di tutte rendono la cifra della qualità dell’agricoltura del Metapontino ed è possibile gustarla per tutto il periodo primaverile fino a Giugno. Altra varietà di fragola pregiata e dal gusto intenso e persistente è Rossetta®, introdotta di recente ha saputo conquistare il palato degli italiani. La Basilicata, con le sue specialità tradizionali, ha la naturale inclinazione a proporre ai suoi ospiti cibi che rientrano a pieno titolo nella Dieta Mediterranea.  Altri piatti tipici della cucina lucana sono i peperoni cruschi, il baccalà alla lucana a cui è dedicata la sagra nella cittadina di Avigliano.

Il mare poi offre spunti creativi che arricchiscono l’offerta gastronomica: pesce azzurro freschissimo, crostacei, bontà che suggeriscono primi e secondi dal sapore intenso e indimenticabile.

 

Dove alloggiare: hotel residence e centro benessere a due passi dal Lido di Policoro, Bandiera Blu

Nella Città di Policoro, che anche per il 2020 ha confermato di essere bandiera blu, in via Lido è situato L’Heraclea Hotel Residence Wellness & Spa struttura a quattro stelle a poche centinaia di metri dal mare. Professionalità, cura dei dettagli, accoglienza, ricerca gastronomica e servizi avanzati per la clientela sono i tratti che contraddistinguono l’hotel e il personale specializzato che opera in esso.  La città di Policoro è molto ben collegata con le località del litorale Jonico – Metapontino e dell’entroterra della Basilicata, con Matera, già Capitale della Cultura nel 2019, oltre che con le vicine Puglia e Calabria.

L’Heraclea Hotel Residence Wellness & Spa è il luogo ideale dove soggiornare, sia per chi cerca una vacanza all’insegna del totale relax, sia per chi vuole un’esperienza più attiva e non rinuncia alla visita di luoghi per praticare sport o vivere l’intensità dei percorsi storici e archeologici che contraddistinguono la Basilicata. La stessa città di Policoro ospita il museo della Siritide e relativa area archeologica dove ha operato l’indimenticato Dinu Adamesteanu.  Sempre a Policoro è presente e attiva l’Oasi WWF posta nella riserva naturale regionale Bosco Pantano.

L’Heraclea Hotel Residence Wellness & Spa mette a disposizione dei suoi ospiti uno dei centri benessere più moderni  della Basilicata, un luogo in cui trovare la pace dei sensi e il benessere totale, un hotel residence relax nel litorale Jonico – Metapontino, nel cuore delle spiagge joniche della Basilicata.

“About a Book”, Valsinni presente alla “Giornata mondiale del libro” con la sua iniziativa

in Cultura

C’è anche About a Book, l’evento proposto dal Comune di Valsinni, tra le oltre 2.500 iniziative che si terranno per la giornata mondiale del libro. Obiettivo dell’iniziativa è far scoprire la bellezza dei libri e il piacere della lettura. A causa del Coronavirus, l’iniziativa non potrà essere ospitata, come di consueto, nella Biblioteca Isabella Morra, ma si sposterà sui social.

A darne notizia in una nota diffusa alla stampa, Giuseppe Truncellito, assessore alle Attività Produttive, Cultura e Marketing Territoriale del Comune di Valsinni.

Un’opportunità per continuare a incontrarsi e coltivare anche sul web il piacere di Leggere per scoprire se stessi, Leggere per scoprire gli altri e Leggere per scoprire il mondo, come suggeriscono i tre filoni tematici che accompagnano il tema istituzionale di questa edizione Se leggo scopro

Anche questa edizione sarà realizzata con la collaborazione dei volontari del Servizio Civile Comune di Valsinni che, attraverso curiosità e aneddoti, ci porteranno nella scuola di magia più famosa del mondo , tra le nuvole in compagnia del Gabbiano Jonathan Livingstone, nella Terra di Mezzo creata da Tolkien, tra i Ragazzi dello Zoo di Berlino e alla scoperta di tanti altri libri.

All’iniziativa About a Book, possono partecipare tutti, taggando la pagina facebook Servizio Civile Comune di Valsinni e utilizzando gli hashtag #giornatamondialedellibro, #inostrilibridelcuore, #restoacasaeleggo. La Cultura non si ferma e non si fermano le nostre iniziative per coinvolgere i lettori di ogni età

Giuseppe Truncellito

Assessore Attività Produttive, Cultura e Marketing Territoriale

Comune di Valsinni

Torna su