Olio e olive: nel 2022 crollo verticale della produzione in Basilicata

in Economia

Olio e olive: nel 2022 crollo verticale della produzione in Basilicata. Lo scorso anno furono circa 40 mila le tonnellate di olive, quest’anno se ne stimano 8-12mila

I costi di produzione altissimi e i rincari assurdi:  170% i concimi, 120% il gasolio a cui va ad aggiungersi l’ostinata la siccità. Sono le principali motivazioni della carenza di olive e di conseguenza di olio. Le stime in Basilicata sono impietose.
Secondo Coldiretti tutto ciò farà segnare un -80%.  La produzione andrà dalle 8 alle 12mila tonnellate di olive. Nel 2021 furono quasi 40mila.
Dei 120 frantoi attivi in Basilicata il 10% resterà fermo, il “caro energia”  dissuade non poco i frantoiani.
Ci sarà meno olio Made in Italy e chiaramente il prezzi saranno molto alti.