Archivio tag

Stellantis

Auto elettriche: transizione ecologica con protagonista la Basilicata

in Economia

Auto elettriche: transizione ecologica con protagonista la Basilicata, la nuova mobilità partirà dal Sud

Auto elettriche e batterie al litio: la nuova mobilità partirà dal Sud
Transizione ecologica, Intervista a Paolo Scudieri (Adler Group e Anfia): “Convertire un intero settore dell’auto è una sfida complessa che richiede investimenti e comporta rischi”

L’industria delle auto elettriche e delle batterie a litio che fa rotta a Sud puntando a portare le nuove produzioni nel Mezzogiorno è il focus al centro del prossimo numero del Rapporto Sud in edicola con il Sole 24 Ore venerdì 23 luglio in Campania, Calabria, Puglia, Basilicata, Sicilia e Sardegna. Primo tassello: Stellantis, il colosso automobilistico nato dalla fusione tra Fca e Psa, ha scelto Melfi per produrre dal 2024 nuove vetture full elettric. Al Sud, insomma, un cambio epocale attende lo stabilimento di Melfi che diventa il primo plant della galassia Stellantis a ospitare la nuova piattaforma elettrica 2030 ready (Stla Medium) con autonomia fino a 700 km e lo sviluppo di quattro nuove vetture tutte elettriche, multibrand, da distribuire sui mercati domestici europei. Secondo tassello del rilancio industriale del Sud: dopo una lunga attesa, il 12 luglio è stato pubblicato in «Gazzetta» il decreto interministeriale che dà il via libera tra l’altro al finanziamento di 500 milioni per la fabbrica di batterie al litio del gruppo Seri Industrial a Teverola (Ipcei) dove sono previste 625 assunzioni da metà 2023.

Nell’intervista a Paolo Scudieri, presidente di Adler group e presidente di Anfia, l’associazione di categoria dei produttori di componenti per l’auto: “Il passaggio alla nuova mobilità è necessario, ma è bene precisare che avrà costi molto alti. Proprio per difendere produzioni, industria e occupazione è necessario che coinvolga tutti i Paesi. Il cammino verso la nuova mobilità – chiarisce Scudieri – richiede all’industria sforzi economici e organizzativi importanti. L’impatto in termini di emissioni di CO2 che attengono al settore auto rappresenta lo 0,9 del totale emesso. Dobbiamo quindi essere consapevoli che c’è in ballo, per una causa senza dubbio nobile quale la transizione verso una mobilità sostenibile, un settore da 1,2 milioni di posti di lavoro, 80 miliardi di gettito fiscale, e che produce il 20% del Pil”.

Gigafactory Stellantis: scartata la Basilicata

Le inchieste del Rapporto Sud del Sole 24 Ore
In edicola venerdì 23 luglio in Campania, Calabria, Puglia, Basilicata, Sicilia e Sardegna

Nuovi collegamenti dal Metapontino verso lo stabilimento Stellantis di Melfi

in Politica

“I nuovi collegamenti istituiti da Grassano e Montalbano verso lo stabilimento Stellantis di Melfi, che interessano anche altri comuni,  rappresentano un bel successo del lavoro di squadra avviato su iniziativa della Provincia nell’anno 2019 e condotto a ogni livello istituzionale. Grande merito va ai sindaci che sono stati parte attiva”. Il presidente della Provincia di Matera Piero Marrese esprime soddisfazione per il potenziamento di linee bus che permetteranno ai lavoratori e agli utenti dei comuni di Bernalda, Ferrandina, Garaguso, Grassano, Montalbano Jonico, Nova Siri, Oliveto Lucano, Pisticci, Salandra e Scanzano Jonico di raggiungere lo stabilimento di Melfi ottimizzando tempi e orari.

“Da circa due anni, con tutti i sindaci di questi comuni, abbiamo sollecitato l’assessore regionale ai trasporti Merra sul tema, con proposte concrete e ipotesi a medio-lungo termine, individuate per facilitare e rendere più sicuro il percorso dei lavoratori verso San Nicola di Melfi – evidenzia il presidente Marrese -. Grazie al lavoro portato avanti in sinergia, abbiamo ottenuto un primo risultato, atteso da anni, che garantirà uno snellimento e una maggiore efficienza al servizio dal territorio materano allo stabilimento Stellantis, a beneficio dei lavoratori. Colgo l’occasione per ringraziare i sindaci dei comuni interessati, e in particolare il sindaco di Grassano Filippo Luberto, che più volte ha attenzionato la delicata questione. Un ringraziamento va rivolto all’assessore Merra e al Consorzio Trasporti Aziende Basilicata (Cotrab), con cui abbiamo condiviso l’idea di lavorare su un progetto elaborato qualche anno fa dalla Provincia. La Provincia, dal suo canto, nel confermare il proprio impegno a tutto campo, è sempre parte attiva in un lavoro di cooperazione con i Sindaci del territorio volto a individuare soluzioni rapide,ottimali e positive per dare risposte concrete e tangibili alle esigenze e necessità dei cittadini. La collaborazione con l’assessore Merra e con tutti i soggetti istituzionali andrà ora avanti per la sottoscrizione dello schema d’intesa per avviare i nuovi servizi e definire in modo completo e chiaro il quadro dei trasporti in Basilicata”.

 

Torna su