Archivio tag

sostenibilità

A Rotondella concluso il festival della sostenibilità

in Cultura

A Rotondella concluso il festival della sostenibilità. La prima edizione inserita nel percorso “ORA, parliamo noi”

Si è conclusa, con i risultati di presenze e riscontri positivi, la prima edizione del Festival della Sostenibilità a Rotondella, evento inserito nel percorso “ORA,parliamo di noi”. Una manifestazione nata con l’obiettivo specifico di creare una rete di stakeholders locali e non (associazioni, enti pubblici, cittadini, imprese) per la diffusione di buoni modelli di crescita e conservazione dell’artigianato e delle produzioni agroalimentari tradizionali, promuovendo azioni e buoni esempi di sostenibilità ambientale e turismo sostenibile. Oltre alle organizzazioni Confartigianato Matera, CIA Agricoltori Italiani, Slow Food Magna Grecia e ProLoco Rotondella era presente tutto il sistema “Ambiente Basilicata” con l’Assessore Regionale Gianni Rosa e i Dirigenti di Alsia, Farbas, Egrib; Arpab, Comunità del Cibo, GAC FLAG Coast to Coast, Oprol, Città dell’Olio, Città di Matera e naturalmente il GAL Start2020 con il Comune di Rotondella sostenitori dell’azione nell’ambito delle attività “Ultimo Miglio”. Una giornata condotta da Agostino Marottoli esperto di Turismo Sostenibile e due big della comunicazione sostenibile Peppone Calabrese (conduttore Linea Verde Rai Uno) e Ludovica Casellati (direttrice dei magazine Viaggi in Bici e Viaggi del Gusto). Le conclusioni della giornata hanno posto il piccolo comune jonico sul piedistallo nazionale con la presenza e il contributo di Alessandro Mastrocinque Presidente delle 5mila sedi CAF di CIA e Davide Peli Presidente Giovani Confartigianato Impresa che ha sottolineato l’importanza dell’artigianato per lo sviluppo delle aree interne e dei piccoli borghi. “anche Steve Jobs era un artigiano – ha esordito il Presidente dei Giovani di Confartigianato Impresa – sottolineando che la ripartenza post-covid19 e il cambio di paradigma nel modello di sviluppo per un’Italia più sostenibile sul piano economico, sociale e ambientale debba partire necessariamente dal mondo imprenditoriale”. Il Presidente Nazionale dei Giovani Artigiani si è soffermato sulla necessità di accelerare il decoupling tra crescita economica e pressione ambientale, per affrontare la dimensione sociale della transizione ecologica del sistema produttivo, per favorire lo sviluppo dei territori e la loro resilienza e per promuovere un modello economico orientato allo sviluppo sostenibile. Rosa Gentile – Dirigente Nazionale Confartigianato – nel ringraziare Davide Peli per la presenza a Rotondella, ha ribadito l’importante ruolo della piccola bottega artigiana per lo sviluppo sostenibile dei piccoli borghi.

Durante le attività è stato proiettato il docufilm di comunità ROTONDELLA realizzato da Giuseppe Losignore e Rudy Marranchelli e non sono mancate le “incursioni” sul palco e tra la gente dei personaggi che animeranno le passeggiate circolari nel borgo a caccia della Monachella dispettosa, con un nuovo appuntamento sabato 9 ottobre 2021 con partenza alle ore 17.00 da C.so Garibaldi.

La giuria del Premio V.Valicenti composta da Annibale Formica (Presidente Comunità del Cibo del Pollino) Marta Valicenti (Agronoma, nipote di Vincenzo Valicenti) Filippo Radogna (Giornalista, autore della biografia di V.Valicenti) e Presieduta da Agostino Marottoli (Immaginario Turistico LAB) “per la cura di un rapporto equilibrato tra terra, tradizioni e comunità e per la crescente propensione alla ricerca innovativa nel condurre la transizione ecologica” ha riconosciuto la storia dell’imprenditore vitivinicolo siciliano Gianfranco Maltese vincitore del Premio Vincenzo Valicenti 2021.

Segui ilMet su Instagram

Basilicata: pneumatici fuori uso per fare strade

in Economia

Basilicata: pneumatici fuori uso per fare strade. Trenta mila tonnellate di Pneumatici Fuori Uso raccolte e recuperate solo in regione.

Dieci anni di strategia green e circolare al servizio del Paese:
in Basilicata 30 mila tonnellate di Pneumatici Fuori Uso gestiti da Ecopneus in 10 anni di attività nell’ultimo decennio in Basilicata l’equivalente in peso di oltre 3 milioni di Pneumatici Fuori Uso sono stati raccolti e riciclati da Ecopneus, la società senza scopo di lucro principale operatore della gestione dei PFU in Italia (circa il 60% del totale)

Oltre 700 km chilometri di strade “silenziose”, che resistono a buche e fessurazioni e che quindi durano anche di più oppure più di 150 innovativi campi da calcio di ultima generazione, performanti, sicuri e sostenibili. Sono quelli che si potrebbero realizzare con il recupero delle circa 30 mila tonnellate di Pneumatici Fuori Uso raccolte e recuperate solo in Basilicata nella filiera Ecopneus in 10 anni di attività, equivalenti in peso a oltre 3 milioni pneumatici da autovettura.
Questi i risultati nella Regione dei primi 10 anni di attività di Ecopneus, società senza scopo di lucro principale operatore della gestione dei Pneumatici Fuori Uso in Italia, diffusi in occasione della presentazione del Rapporto di Sostenibilità, elaborato dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile. La società, responsabile di circa il 60% dei PFU generati ogni anno in Italia, gestisce mediamente ogni anno circa 200.000 tonnellate di PFU, l’equivalente in peso di circa 22 milioni di pneumatici per automobile.
In 10 anni di attività in Basilicata Ecopneus ha raccolto e recuperato oltre 30mila tonnellate di Pneumatici Fuori Uso effettuando mediamente ogni anno circa 1.300 missioni di raccolta presso gommisti, stazioni di servizio e autofficine della Regione.
Risultati importanti che confermano la validità di un sistema che ha profuso un impegno unico nel panorama nazionale e che grazie al contributo di tutti gli attori coinvolti ha portato negli anni un beneficio concreto alla collettività e all’ambiente promuovendo con forza un sempre maggiore impiego della gomma riciclata in tante applicazioni utili per la vita quotidiana e favorendo lo sviluppo di una cultura del riciclo e della sostenibilità.

“Continueremo a fare innovazione dedicando grande attenzione alla ricerca e contribuendo allo sviluppo della cultura della sostenibilità attraverso attività di informazione e formazione, con lo scopo di massimizzare i benefici per la collettività derivanti dal recupero dei Pneumatici Fuori Uso” – ha dichiarato il Direttore Generale di Ecopneus Federico Dossena

“Negli anni Ecopneus si è fortemente impegnata per lo sviluppo dei mercati di sbocco della gomma riciclata, un materiale elastico, resistente all’usura, agli agenti atmosferici e chimici, che se inserita in un circuito virtuoso come quello che abbiamo costruito può fare davvero la differenza e contribuire all’economia circolare di molti settori, dall’edilizia, all’industria, allo sport, alle infrastrutture”

Al livello nazionale dal 2011 ad oggi Ecopneus ha gestito 2.220.090 tonnellate di Pneumatici Fuori Uso (come il peso di 20 super portaerei), 130 mila tonnellate in più rispetto agli obiettivi di legge (+6% in media ogni anno) ed effettuato oltre 700 mila missioni di raccolta presso circa 25 mila gommisti registrati su tutto il territorio nazionale, con un impegno straordinario per gli interventi negli stock storici e per il prelievo straordinario dei PFU abbandonati nei territori della Terra dei Fuochi, per un totale di 87 mila tonnellate di PFU prelevati.

A Pisticci le colonnine elettriche

in Economia

A Pisticci le colonnine elettriche: piazzale Giulio Cesare a Pisticci Centro, delegazione comunale a Marconia e viale Nausicaa a Marina di Pisticci

Il progetto “I Sassi e la Costa Lucana” presentato dalla Regione Basilicata nell’ambito del “Bando a favore delle regioni per il finanziamento di reti di ricarica dedicate ai veicoli elettrici” al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, che riguarda l’installazione di colonnine per la ricarica dei mezzi di trasporto elettrici, finalmente si concretizza.

Tre sono i punti di ricarica individuati dall’Amministrazione comunale che rispettano le reali esigenze logistiche e di mobilità a favore degli utenti proprietari di mezzi elettrici: piazzale Giulio Cesare a Pisticci Centro, delegazione comunale a Marconia e viale Nausicaa a Marina di Pisticci (nei pressi del villaggio turistico TiBlu).

Negli ultimi giorni, infatti, il personale di Enel X ha provveduto all’installazione delle colonnine di ricarica nel nostro territorio che saranno operative ed utilizzabili nel giro di poco tempo. Non a caso sono state scelte delle aree oggetto di passaggio o sosta dei turisti che beneficeranno di questi strumenti innovativi ormai parte integrante degli odierni sistemi di mobilità.

Questi interventi si pongono come elemento chiave per rendere le nostre cittadine più “smart”, recependo i comportamenti e le abitudini dei cittadini e dei visitatori, sempre più trasformati dalla digitalizzazione, che influenzano profondamente la vita dei centri urbani e pongono alle nostre città sfide nuove ed importanti ogni giorno.

Fare il pieno alla propria auto elettrica a Pisticci sarà facile e veloce. Inoltre, sul portale Enelx.com  è possibile individuare sulla mappa la colonnina più vicina, raggiungerla e azionare la ricarica con estrema semplicità. Il progetto è stato candidato nel 2014 dalla Regione Basilicata nell’ambito del Piano nazionale infrastrutturale.

 

 

 

Poste Italiana, in Basilicata prosegue la svolta green: 5 nuovi tricicli elettrici

Torna su