Archivio tag

scanzano jonico - page 8

Sono 2250 i tamponi processati in Basilicata, 271 i positivi all’infezione da Covid-19

in Emergenza Covid-19

La task force regionale comunica che ieri, 13 novembre, sono stati processati 2250 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 271 sono risultati positivi. Le positività riscontrate riguardano: 6 residenti in Puglia diagnosticati in Basilicata, un cittadino estero in isolamento a Matera, 1 cittadino estero in isolamento a Picerno, 5 ad Abriola, 1 ad Albano, 2 ad Avigliano, 1 a Balvano, 9 a Baragiano, 2 a Barile, 1 a Bella, 2 a Bernalda, 1 a Brienza, 1 a Calciano, 1 a Calvello, 1 a Castelluccio Inferiore, 2 a Castelmezzano, 6 a Ferrandina, 1 a Filiano, 1 a Forenza, 5 a Genzano, 1 a Ginestra in isolamento a Rionero, 1 a Gorgoglione, 3 a Grassano, 4 a Lagonegro, 21 a Latronico, 16 a Lauria, 5 a Lavello, 2 a Maratea, 1 a Marsico Nuovo, 1 a Marsicovetere, 40 a Matera di cui 1 in isolamento o a Bernalda, 6 a Melfi, 6 a Montescaglioso, 2 a Nova Siri, 1 a Paterno, 1 a Pietragalla, 1 a Pietrapertosa, 2 a Pignola di cui 1 in isolamento a Potenza, 3 a Pisticci, 6 a Policoro di cui 1 in isolamento a San Costantino Albanese, 1 a Pomarico, 40 a Potenza di cui 1 in isolamento a Roma, 2 a Rapolla, 3 a Rionero, 1 a Ripacandida, 1 a Rivello, 7 a Rotonda di cui 1 in isolamento a Viggianello, 1 a Ruoti, 4 a San Costantino Albanese, 1 a San Severino Lucano, 6 a Sant’Arcangelo, 1 a Sasso di Castalda, 1 a Scanzano, 4 a Stigliano, 8 a Terranova, 1 Tramutola, 2 Tricarico, 2 Tursi, 4 Venosa di cui 1 in isolamento a Rionero, 8 a Viggianello.

Nella stessa giornata risultano guarite 27 persone: 1 di Genzano, 1 di Ferrandina, 1 di Castronuovo, 1 di Latronico, 2 di Matera, 2 di Melfi, 2 di Moliterno, 1 di Montescaglioso, 1 di Nova Siri, 1 di Potenza, 2 di Rotonda, 1 di Sant’Angelo le Fratte, 3 di Tramutola, 7 di  Venosa, 1 di Viggianello.

Sono decedute 5 persone: 1 di Melfi, 1 di Potenza, 1 di Sant’Angelo le Fratte, 1 di Matera e 1 di Montescaglioso

Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 3670 (3439 all’ultimo aggiornamento a cui si aggiungono 263 positività di residenti e si sottraggono 27 guarigioni di residenti e 5 decessi) e di questi 3505 si trovano in isolamento domiciliare. Ai positivi vanno aggiunti nel complesso: 78 deceduti (2 Spinoso, 13 Potenza, 4 Paterno, 4 Moliterno, 4 Villa D’agri/Marsicovetere, 2 Irsina, 2 Rapolla; 2 Montemurro, 3 Pisticci; 5 Matera; 1 San Costantino Albanese, 3 Avigliano, 1 Tursi, 1 Aliano; 1 Bernalda; 2 Grumento, 2 Tramutola; 2 Marsiconuovo; 1 Viggiano; 1 San Chirico Raparo; 1 Sarconi, 2 Roccanova; 1 Garaguso, 1 Pietrapertosa; 1 Tolve, 1 Castelsaraceno, 1 Rotonda; 1 Venosa; 4 Lavello; 1 San Fele; 1 Rionero in V.; 1 Latronico: 3 Melfi; 1 San Mauro Forte; 1 S. Angelo le Fratte; 1 Montescaglioso),  831 guariti ed altre 108 persone, fra stranieri e residenti in altre regioni italiane che si trovano in isolamento in Basilicata e cittadini lucani positivi in isolamento in altre regioni (il dettaglio nel bollettino epidemiologico).

Sono 165 le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane: a Potenza 37 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 11 in Terapia intensiva, 20 in Pneumologia e 17 in Medicina d’urgenza dell’ospedale San Carlo; a Matera 57 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 10 in Terapia intensiva e 13 in Pneumologia dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 125266 tamponi, di cui 119681 risultati negativi.

Emergenza Covid-19: 354 tamponi positivi in Basilicata sui 2.269 processati

in Emergenza Covid-19

La task force regionale comunica che ieri, 12 novembre, sono stati processati 2.269 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 354 sono risultati positivi. Le positività riscontrate riguardano: 44 residenti in Puglia e lì in isolamento; 1 residente in Emilia Romagna, 1 residente in Toscana, 1 residente in Campania, 2 residenti in Campania in isolamento a Marsicovetere, 1 residente in Sicilia in isolamento a Rotonda, 1 residente in Puglia in isolamento a Matera, 1 residente in Calabria in isolamento a Stigliano, 1 residente in Lombardia in isolamento a Potenza,  1 residente in Lombardia in isolamento a Ripacandida, 6 residenti ad Accettura, 1 ad Albano di Lucania, 1 ad Anzi, 1 ad Atella, 2 ad Avigliano, 1 a Balvano, 1 a Baragiano, 1 a Barile, 2 a Bella, 6 a Bernalda, 1 a Brindisi di Montagna, 2 a Episcopia, 17 a Ferrandina, 1 a Forenza, 1 a Francavilla in Sinni, 4 a Genzano di Lucania, 3 a Grassano, 2 a Grottole, 2 a Irsina di cui 1 in isolamento a Matera,18 a Lagonegro di cui 1 in isolamento a Potenza, 3 a Latronico, 1 a Laurenzana, 7 a Lauria, 29 a Lavello, 3 a Maratea, 3 a Marsico Nuovo, 6 a Marsicovetere di cui 1 in isolamento a San Chirico Raparo, 57 a Matera di cui 1 in isolamento a Bernalda, 13 a Melfi, 1 a Montalbano, 1 a Montemilone, 4 a Montescaglioso, 5 a Paterno, 5 a Policoro di cui 1 in isolamento a Scanzano, 5 a Pomarico, 39 a Potenza di cui 1 in isolamento a Gallicchio, 4 a Rionero in Vulture, 2 a Ripacandida, 2 a Rotonda, 1 a Rotondella, 1 a San Fele, 1 a San Mauro Forte, 3 a Scanzano Jonico, 1 a Senise, 5 a Spinoso, 4 a Stigliano, 1 a Terranova di Pollino, 2 a Tito, 1 a Tolve, 1 a Trecchina, 3 a Tricarico, 1 a Tursi, 7 a Venosa, 5 a Viggianello.

 Nella stessa giornata risultano guarite 46 persone: 18 di Genzano di Lucania, 1 di Venosa, 1 di Potenza, 13 di Avigliano, 1 di Banzi, 1 di Baragiano, 5 di Brienza, 1 di Matera; 1 di Maratea, 1 di Nemoli, 1 di Potenza, 1 di Rionero in Vulture, 1 di Vaglio Basilicata.

Una persona di Lavello è deceduta.

 Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 3.439 (3.187 all’ultimo aggiornamento a cui si aggiungono 300 positività di residenti e si sottraggono 46 guarigioni di residenti, 1 decesso e  1 positività erroneamente conteggiata ieri) e di questi 3.275 si trovano in isolamento domiciliare.

Ai positivi vanno aggiunti nel complesso: 73 deceduti (2 Spinoso, 12 Potenza, 4 Paterno, 4 Moliterno, 4 Villa D’agri/Marsicovetere, 2 Irsina, 2 Rapolla; 2 Montemurro, 3 Pisticci; 4 Matera; 1 San Costantino Albanese, 3 Avigliano, 1 Tursi, 1 Aliano; 1 Bernalda; 2 Grumento, 2 Tramutola; 2 Marsico Nuovo; 1 Viggiano; 1 San Chirico Raparo; 1 Sarconi, 2 Roccanova; 1 Garaguso, 1 Pietrapertosa; 1 Tolve, 1 Castelsaraceno, 1 Rotonda; 1 Venosa; 4 Lavello; 1 San Fele; 1 Rionero in V.; 1 Latronico, 2 Melfi, 1 San Mauro Forte);  804 guariti ed altre 106 persone, fra stranieri e residenti in altre regioni italiane che si trovano in isolamento in Basilicata e cittadini lucani positivi in isolamento in altre regioni (il dettaglio nel bollettino epidemiologico).

Sono 164 le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane: a Potenza 38 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 11 in Terapia intensiva, 19 in Pneumologia e 16 in Medicina d’urgenza dell’ospedale San Carlo; a Matera 56 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 12 in Terapia intensiva e 12 in Pneumologia dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 123.016 tamponi, di cui 117.702 risultati negativi.

228 tamponi positivi in Basilicata per l’emergenza Covid-19, ieri ne sono stati processati 1.615

in Emergenza Covid-19

La task force regionale comunica che ieri, 11 novembre, sono stati processati 1.615 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 228 sono risultati positivi. Le positività riscontrate riguardano: 22 residenti in Puglia e lì in isolamento, 8 persone di nazionalità estera in isolamento presso la casa alloggio Rionero (6 di nazionalità Indiana, 1 Senegal, 1 Somalia) 8 persone di nazionalità estera in isolamento presso la casa alloggio di San Fele (1 Pakistan, 7 Bangladesh), 1 residente in Regione Abruzzo in isolamento a Venosa, 1 residente in Lazio in isolamento a San Fele, 1 residente in Calabria e lì in isolamento, 1 residente in Campania e lì in isolamento, 1 residente in Piemonte e lì in isolamento, 4 di Albano, 1 di Avigliano, 1 di Banzi, 1 di Baragiano, 1 di Barile, 3 di Brienza, 1 di Chiaromonte, 11 di Episcopia, 4 di Ferrandina, 1 di Francavilla, 1 di Genzano, 1 di Ginosa, 1 di Grassano, 1 di Irsina, 1 di Lagonegro, 7 di Lauria, 4 di Lavello, 2 di Marsiconuovo, 2 di Marsicovetere di cui 1 in isolamento a Potenza, 19 di Matera, 10 di Melfi, 2 di Miglionico, 9 di Moliterno, 9 di Montalbano, 3 di Montescaglioso, 5 di Paterno, 3 di Pietragalla, 2 di Pignola, 3 di Policoro di cui 1 in isolamento a Scanzano, 1 di Pomarico, 9 di Potenza, 1 di Rapolla, 11 di Rionero, 5 di Ripacandida, 6 di Rivello, 1 di Roccanova, 1 di San Chirico Nuovo, 4 di San Costantino Albanese, 1 di San Fele, 6 di Sant’Arcangelo, 1 di Scanzano Jonico, 1 di Senise, 1 di Spinoso, 5 di Terranova, 3 di Tricarico, 1 di Vaglio in isolamento a Potenza, 10 di Venosa, 4 di Vietri.

Nella stessa giornata risultano guarite 7 persone:  2 di Genzano, 2 di Venosa, 1 di Potenza, 1 di Melfi, 1 di Rapolla.

Le persone decedute sono tre: 1 di Melfi, 1 di Pisticci, 1 di San Mauro Forte. Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 3.187 (3.012 all’ultimo aggiornamento a cui si aggiungono 185 positività di residenti e si sottraggono 7 guarigioni di residenti e 3 decessi) e di questi 3.034 si trovano in isolamento domiciliare.

Ai positivi vanno aggiunti nel complesso: 72 deceduti (2 Spinoso, 12 Potenza, 4 Paterno, 4 Moliterno, 4 Villa D’agri/Marsicovetere, 2 Irsina, 2 Rapolla; 2 Montemurro, 3 Pisticci; 4 Matera; 1 San Costantino Albanese, 3 Avigliano, 1 Tursi, 1 Aliano; 1 Bernalda; 2 Grumento, 2 Tramutola; 2 Marsico Nuovo; 1 Viggiano; 1 San Chirico Raparo; 1 Sarconi, 2 Roccanova; 1 Garaguso, 1 Pietrapertosa; 1 Tolve, 1 Castelsaraceno, 1 Rotonda; 1 Venosa; 3 Lavello; 1 San Fele; 1 Rionero in V.; 1 Latronico, 2 Melfi, 1 San Mauro Forte);  758 guariti ed altre 99 persone, fra stranieri e residenti in altre regioni italiane che si trovano in isolamento in Basilicata e cittadini lucani positivi in isolamento in altre regioni (il dettaglio nel bollettino epidemiologico).

Sono 153 le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane: a Potenza 36 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 8 in Terapia intensiva, 19 in Pneumologia e 13 in Medicina d’urgenza dell’ospedale San Carlo; a Matera 55 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 11 in Terapia intensiva e 11 in Pneumologia dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 120.747 tamponi, di cui 115.787

risultati negativi.

Fra il 7 e l’8 novembre processati 1967 tamponi in Basilicata, 422 i positivi al Covid-19

in Emergenza Covid-19

Emergenza Covid-19, aggiornamento del 9 novembre (dati 7 e 8 novembre)

 

La task force regionale comunica che nei giorni 7 e 8 novembre, sono stati processati 1.967 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 422 sono risultati positivi.

Le positività riscontrate riguardano: 37 residenti in Puglia e lì in isolamento, 1 residente in Piemonte e in isolamento a Banzi, un residente in Calabria e lì in isolamento, 1 residente in Emilia Romagna e lì in isolamento, 1 residente in Lombardia e lì in isolamento, 2 residenti in Campania e lì in isolamento, 2 residenti in Calabria e lì in isolamento, 1 residente in Umbria ed in isolamento a Matera, 1 Aliano, 5 Atella, 8 Avigliano di cui due in isolamento a Filiano, 1 di Bella, 3 di Bernalda, 10 Ferrandina di cui 1 in isolamento a Salandra, 4 Filiano, 2 Forenza, 4 Garaguso, 11 Genzano, 13 Grassano, 2 Grottole, 1 Latronico, 8 Lauria, 16 Lavello, 3 Marsicovetere, 79 Matera di cui uno in isolamento a Pisticci,19 Melfi, 32 Montalbano Jonico, 14 Montescaglioso, 1 Nova Siri, 4 Palazzo, 7 Paterno, 1 Picerno, 1 Pignola, 2 Pisticci di cui 1 in isolamento a Matera, 1 Pomarico, 18 Potenza di cui uno in isolamento a Latronico 1 a Tito e 1 a Tricarico, 5 Rapolla, 6 Rionero, 1 Rotonda, 12 Ruoti, 1 Ruvo del Monte, 10 Sant’Arcangelo di cui 1 in isolamento a Matera, 1 di Savoia di Lucania in isolamento a Picerno, 2 Stigliano di cui 1 in isolamento a Matera, 5 Tito, 2 Tramutola di cui 1 in isolamento a Sasso di Castalda, 2 di Tricarico, 4 di Trivigno di cui 1 in isolamento a Calvello, 7 Venosa, 1 Vietri di Potenza, 1 Viggianello, 1 di Anzi, 4 Banzi di cui 2 domiciliati a Palazzo, 24 di Calvello di cui 1 in isolamento a Laurenzana, 1 di irsina, 3 Marsicovetere, 7 Montemilione, 4 Policoro, 1 di Ripacandida, 1 Scanzano, 1 Tursi, 1 di Viggiano in isolamento a Calvello.

Nelle stesse giornate risultano guarite 15 persone: 3 di Corleto, 1 di Anzi, 1 di Brienza, 1 di Marsicovetere, 5 di Lavello, 1 di Melfi, 1 di Missanello, 1 di Rionero, 1 di Banzi.

Inoltre risulta deceduta una persona di Matera.

Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 2.641 (2.281 all’ultimo aggiornamento a cui si aggiungono 376 positività di residenti e si sottraggono 15 guarigioni di residenti e 1 decesso) e di questi 2.512 si trovano in isolamento domiciliare.

Ai positivi vanno aggiunti nel complesso: 64 deceduti (2 Spinoso, 11 Potenza, 4 Paterno, 4 Moliterno, 4 Villa D’agri/Marsicovetere, 2 Irsina, 2 Rapolla; 2 Montemurro, 2 Pisticci; 4 Matera; 1 San Costantino Albanese, 3 Avigliano, 1 Tursi, 1 Aliano; 1 Bernalda; 2 Grumento, 2 Tramutola; 2 Marsiconuovo; 1 Viggiano; 1 San Chirico Raparo; 1 Sarconi, 2 Roccanova; 1 Garaguso, 1 Pietrapertosa; 1 Tolve, 1 Castelsaraceno, 1 Rotonda; 1 Venosa; 2 Lavello; 1 San Fele); 735 guariti ed altre 82 persone, fra stranieri e residenti in altre regioni italiane che si trovano in isolamento in Basilicata e cittadini lucani positivi in isolamento in altre regioni (il dettaglio nel bollettino epidemiologico).

Sono 129 le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane: a Potenza 33 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 8 in Terapia intensiva, 20 in Pneumologia e 15 in Medicina d’urgenza dell’ospedale San Carlo; a Matera 32 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 10 in Terapia intensiva e 11 in Pneumologia dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 116.105 tamponi, di cui 111.826 risultati negativi.

“Abuso di ufficio in concorso”, la DDA di Potenza esegue accertamenti nei confronti del consigliere regionale, Pasquale Cariello

in Cronaca

“Concorso in abuso di ufficio”, è l’ipotesi avanzata dalla Procura antimafia di Potenza, diretta dal dottor Francesco Curcio, nei confronti del consigliere regionale Pasquale Cariello (Lega). Sotto la lente della magistratura i fatti che avrebbero portato allo scioglimento del consiglio comunale di Scanzano Jonico per infiltrazioni mafiose.

Nei confronti di Pasquale Cariello, che ha ricoperto il ruolo di consigliere comunale prima del sopraggiungere del ridetto decreto di scioglimento, nella giornata di oggi sarebbero stati eseguiti atti di indagini, quindi perquisizioni private e negli uffici del consigliere a Potenza.

Cariello in un post su facebook ha precisato: “Il consigliere regionale Pasquale Cariello comunica di aver subìto questa mattina una perquisizione svolta dalla DDA di Potenza, in merito a dei fatti che si sarebbero verificati quando ricopriva la carica di consigliere comunale di opposizione a Scanzano Jonico. L’ipotesi di reato è di abuso di ufficio in concorso. Dopo aver collaborato con gli organi di polizia nell’esecuzione della perquisizione, Cariello manifesta la sua fiducia nell’operato dei magistrati e si augura che la questione personale, per quanto gli riguarda, possa essere chiarita nel più breve tempo possibile. Fiducioso e sereno, Cariello ha incaricato il proprio difensore di chiedere al giudice di essere sentito per portare qualsiasi chiarimento in merito ai fatti che gli vengono contestati”.

In Regione, il consigliere Cariello presiede la Commissione Affari Istituzionali. I fatti oggetto di accertamento da parte dell’autorità si riferirebbero all’epoca in cui era consigliere comunale.

Ultima modifica ore 16:53 del 4 Nov 2020

Piano regionale delle coste, la giunta adotta Documento programmatico

in Politica

Annunciati “programmi ad hoc per mitigare l’erosione delle spiagge dei litorali lucani. Manteniamo un altro impegno assunto”

Entro dicembre 2020 un piano per mitigare l’erosione e l’arretramento della costa jonica. Entro giugno 2021, invece, sarà predisposto un piano di interventi per la costa tirrenica. Sono queste le principali novità contenute nel Documento programmatico al Piano regionale delle coste, uno degli impegni assunti dal governo Bardi, ora in via di realizzazione.
Il Documento, approvato ieri dall’esecutivo lucano su proposta dell’assessore regionale all’Ambiente ed Energia Gianni Rosa, traccia le linee strategiche per un’attenta valutazione delle condizioni dei litorali della Basilicata. Nello stesso tempo, definisce in quale modo operare per difendere le coste e ristabilire gli equilibri ambientali compromessi, perseguendo l’obiettivo della ricostruzione delle spiagge in crisi strutturale.
“Con l’approvazione di questo documento – ha commentato l’assessore Rosa – riprendiamo un tema importante per lo sviluppo e la salvaguardia delle aree costiere, tema fermo al 2016, quando l’allora giunta regionale adottò una versione non completa di un piano di gestione delle aree che non ha concluso mai il suo iter di approvazione. Abbiamo scelto la strada del Documento programmatico per facilitare anche il lavoro del Commissario straordinario delegato volto alla realizzazione degli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico e alla verifica dell’efficacia dei sistemi di difesa adottati fino ad oggi”.
“Il Documento conferma – ha aggiunto Rosa – l’impegno politico a redigere e ad approvare nella prima metà del 2021 non solo il Piano regionale delle coste ma anche di procedere alla revisione dell’intero impianto normativo in merito alla gestione delle aree del demanio marittimo. Intanto stiamo lavorando anche alla revisione della legge regionale n. 39 del 2009 che disciplina le funzioni di programmazione, pianificazione e gestione integrata degli interventi di difesa della costa”.
Per raggiungere questo obiettivo, la Regione ha già sottoscritto un Accordo di collaborazione con l’Agenzia spaziale italiana per l’accesso e utilizzo di prodotti Cosmo-Skymed necessari alla mappatura delle linee di costa e sta definendo un’ulteriore collaborazione con l’Istituto nazionale di geofisica e Vulcanologia per comprendere meglio i fenomeni che modificano la linea di costa nell’area jonica e tirrenica.
Il Documento programmatico sarà pubblicato integralmente sul Bollettino ufficiale della Regione Basilicata e sul sito istituzionale nella sezione Trasparenza.

131 i tamponi risultati positivi all’infezione da Covid-19, in Basilicata ne sono stati processati altri 1826

in Emergenza Covid-19

La task force regionale comunica che ieri, 29 ottobre, sono stati processati 1.826 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 131 sono risultati positivi. Le positività riscontrate riguardano 32 residenti in Puglia e lì in isolamento, 2 residenti in Campania e lì in isolamento, 1 residente in Campania in isolamento nel Comune di Ferrandina, 1 residente in Calabria e lì in isolamento, 1 residente in Sicilia e lì in isolamento, 1 cittadino nigeriano in isolamento a Missanello, 1 cittadino indiano in isolamento a Pignola, 3 persone residenti a Rotonda di cui 1 di nazionalità argentina e in isolamento a Rotonda, 1 persona residente ad Albano, 2 ad Avigliano, 1 a Baragiano, 2 a Calvera, 1 a Castronuovo, 5 a Ferrandina, 1 a Genzano, 1 a Lagonegro, 6 a Lauria, 8 a Lavello, 1 a Marsiconuovo, 18 a Matera, 1 a Melfi, 2 a Moliterno, 1 a Oppido, 2 a Pisticci, 1 a Policoro, 14 a Potenza, 2 a Rapolla, 2 a Rionero, 3 a Roccanova, 1 a Sant’Angelo Le Fratte, 3 a Scanzano, 2 a Tito, 1 a Tolve, 1 a Trecchina, 1 a Tricarico, 3 a Venosa e 2 a Viggiano.

Nella stessa giornata è deceduta 1 persona residente a Roccanova e sono state registrate 15 guarigioni (1 a Potenza, 5 a Brienza, 3 a Sant’Arcangelo, 1 a Matera, 1 a Montescaglioso, 1 a Paterno, 1 a Moliterno, 1 a Marsiconuovo e 1 a Castelsaraceno).

Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 1.220 (1.145 all’ultimo aggiornamento, a cui si aggiungono 91 nuove positività di residenti e si sottraggono 15 guarigioni e 1 decesso) e di questi 1.139 si trovano in isolamento domiciliare.

Ai positivi vanno aggiunti nel complesso 48 deceduti (2 Spinoso, 9 Potenza, 4 Paterno, 4 Moliterno, 3 Villa D’Agri/Marsicovetere, 1 Irsina, 2 Rapolla; 2 Montemurro, 2 Pisticci; 2 Matera; 1 San Costantino Albanese, 2 Avigliano, 1 Tursi, 1 Aliano; 1 Bernalda; 2 Grumento, 2 Tramutola; 2 Marsiconuovo; 1 Viggiano; 1 San Chirico Raparo; 1 Sarconi, 2 Roccanova); 620 guariti; 1 cittadino campano in isolamento a Lavello; 1 persona residente in Sardegna in isolamento a Rionero; 1 persona residente in Piemonte in isolamento a Marsicovetere; 1 persona residente in Piemonte in isolamento a Potenza; 1 persona residente in Campania attualmente ricoverata all’ospedale San Carlo; 1 cittadino calabrese in isolamento a Lavello; 1 persona residente in Sardegna in isolamento a Rionero; 1 persona di nazionalità estera diagnosticata in Puglia e in isolamento a Matera; 5 persone di nazionalità estera in isolamento in Basilicata (1 a Matera, 1 a Lavello, 1 a Scanzano, 1 a Barile, 1 a Potenza); 1 persona di nazionalità estera domiciliata a Venosa e ricoverata al San Carlo; 4 cittadini residenti in Emilia Romagna in isolamento in Basilicata; 18 cittadini stranieri in isolamento in una struttura dedicata della regione; 1 cittadino residente in Basilicata in isolamento nel Lazio;  cittadino residente e isolato in Basilicata diagnosticato in Puglia; 3 cittadini stranieri lavoratori stagionali a Palazzo S.G.; 1 cittadino svizzero in isolamento a Matera; 1 cittadino ucraino in isolamento a Policoro; 1 persona residente in Puglia in isolamento a Montemilone; 1 cittadino argentino in isolamento a Moliterno; 1 persona residente nel Lazio e in isolamento a Noepoli; 1 persona residente in Calabria in isolamento a Potenza; 1 residente in Puglia in isolamento a Matera; 1 cittadino straniero in isolamento a Lavello; 1 residente in Toscana in isolamento a Corleto; 1 residente in Calabria in isolamento a Potenza; 1 residente nl Lazio in isolamento a Brienza; 1 residente in Veneto in isolamento a Palazzo S.G.; 1 cittadino campano in isolamento a Brienza; 1 residente in Lombardia in isolamento a Muro Lucano; 1 residente in Veneto in isolamento nel comune di Palazzo S.G.; 1 residente in Puglia in isolamento a Matera; 1 residente nel Lazio in isolamento a Matera; 1 residente in Campania in isolamento nel Comune di Ferrandina; 1 cittadino di nazionalità nigeriana in isolamento a Missanello; 1 cittadino di nazionalità indiana in isolamento a Pignola; 1 cittadino di nazionalità argentina in isolamento a Rotonda.

Sono 81 le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane: a Potenza 20 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 2 in Terapia intensiva, 18 in Pneumologia e 8 in Medicina d’urgenza dell’ospedale San Carlo; a Matera 24 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 5 in Terapia intensiva e 4 in Pneumologia dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 102.296 tamponi, di cui 99.915 risultati negativi.

Covid-19, 95 nuovi positivi in Basilicata, 1201 i tamponi processati nelle ultime 24 ore in Basilicata

in Emergenza Covid-19

La task force regionale comunica che ieri, 20 ottobre, sono stati processati 1201 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 95 sono risultati positivi. Le positività riscontrate riguardano: 9 residenti in Puglia e lì in isolamento; 1 residente in Campania e lì in isolamento; 1 residente ad Abriola; 1 a Tolve; 2 a Sant’Arcangelo; 1 a Marsicovetere; 5 a Tramutola; 1 a Vaglio in isolamento a Potenza; 1 residente a Regione Calabria in isolamento a Potenza; 1 a Senise; 2 a Lauria; 3 a Montemilone; 5 a Melfi; 2 a Rionero; 3 a Venosa; 14 a Potenza; 3 a Oliveto Lucano; 1 a Oppido; 2 residenti a Pietrapertosa di cui 1 in isolamento a Matera; 1 a Roccanova; 1 a Barile; 1 a Lavello; 4 a Genzano; 9 ad Accettura; 1 a Grassano; 6 a San Mauro Forte; 1 a Montalbano Jonico; 4 a Stigliano; 1 a Scanzano Jonico; 1 a Calciano; 5 a Matera; 1 a Irsina; 1 a Montescaglioso.

 Nella giornata di ieri risultano guarite 23 persone: 2 a Sarconi; 8 a San Severino Lucano; 2 a Senise; 3 a Marsicovetere; 4 a Tramutola; 3 a Lauria; 1 a Viggiano. I lucani attualmente positivi sono 671 (610 all’ultimo aggiornamento, a cui si aggiungono 84 positività di residenti e si sottraggono 23 guarigioni) e di questi 619 si trovano in isolamento domiciliare. Sono 52 i ricoverati nelle strutture ospedaliere lucane: all’ospedale San Carlo di Potenza 17 persone sono ricoverate nel reparto di Malattie infettive, 18 nel reparto di Pneumologia, 3 nel reparto di Medicina d’Urgenza, 1 nel reparto di Terapia Intensiva; all’ospedale ‘Madonna delle Grazie’ di Matera 10 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive e 3 in quello di Terapia intensiva.

 Ai positivi vanno aggiunti nel complesso 39 persone decedute (9 di Potenza, 3 di Paterno, 2 di Spinoso, 3 di Moliterno, 3 di Villa d’Agri / Marsicovetere, 2 di Rapolla, 1 di Irsina, 2 di Montemurro, 2 di Pisticci, 2 di Matera, 1 di San Costantino Albanese, 2 di Avigliano, 1 di Tursi, 1 di Aliano, 1 di Bernalda, 1 di Grumento, 2 di Tramutola e 1 di Marsico Nuovo), 505 guariti; 1 persona residente in Campania in isolamento a Lavello; 1 persona residente in Sardegna in isolamento a Rionero; 1 persona residente in Piemonte in isolamento a Marsicovetere; 1 persona residente in Piemonte in isolamento a Potenza; 1 persona residente in Campania attualmente ricoverata al San Carlo di Potenza; 1 persona residente in Calabria in isolamento a Lavello; 1 persona residente in Sardegna e in isolamento a Rionero in Vulture; 1 persona di nazionalità estera diagnostica in Puglia e in isolamento a Matera; 5 persone di nazionalità estera in isolamento 1 a Matera, 1 a Lavello, 1 a Scanzano, 1 a Barile, 1 a Potenza; 1 persona di nazionalità estera domiciliata a Venosa e ricoverata al San Carlo; 1 cittadino residente in Toscana e in isolamento in Basilicata; 4 cittadini residenti in Emila Romagna in isolamento in Basilicata; 18 cittadini stranieri in isolamento in struttura dedicata in Basilicata; 1 cittadino residente in Basilicata in isolamento nel Lazio; 1 cittadino residente e isolato in Basilicata ma diagnosticato in Puglia; 3 cittadini stranieri lavoratori stagionali a Palazzo San Gervasio; 1 cittadino svizzero in isolamento a Matera; 1 cittadino ucraino in isolamento a Policoro; 1 persona residente in Puglia e in isolamento a Montemilone; 1 cittadino argentino in isolamento a Moliterno; 1 persona residente nel Lazio e in isolamento a Noepoli; 1 persona residente in Calabria e in isolamento a Potenza; 1 persona residente in Puglia e in isolamento a Matera; 1 cittadino straniero in isolamento a Lavello; 1 persona residente in Toscana e in isolamento a Corleto Perticara; 1 cittadino residente in Calabria in isolamento a Potenza. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 91.337 tamponi, di cui 89.822 sono risultati negativi.

Capi “contraffatti” venduti online, due giovani sospettati di Scanzano Jonico

in Cronaca

Un sistema di vendita di capi contraffatti su internet è stato scoperto dai Finanzieri della Compagnia di Policoro, a seguito di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Matera.

I militari delle Fiamme Gialle hanno avviato un’approfondita e prolungata attività di presidio sui profili e sulle pagine presenti su un noto social network, individuando due giovani di Scanzano Jonico, “risultati evasori totali”, secondo i finanzieri, “dediti alla vendita online di prodotti di abbigliamento contraffatti di noti brand, quali: ADIDAS, NIKE, ALL STAR, SAUCONY, NAPAPIJRI”. 

“A seguito di un preliminare monitoraggio sulle modalità di commercializzazione dei capi, i finanzieri di Policoro hanno proceduto, con l’autorizzazione dell’Autorità Giudiziaria, ad accedere presso i domicili dei soggetti interessati, così interrompendo il prosieguo dell’attività delittuosa. Gli elementi nella circostanza acquisiti, anche attraverso l’approfondito esame del contenuto degli smartphone sequestrati ai due giovani, hanno permesso di tracciare numerose vendite online effettuate in varie Regioni italiane e di appurare una consistente commercializzazione di capi contraffatti in progressiva crescita”, è riportato nella nota diffusa dalla Guardia di Finanza di Policoro. E, ancora: “Gli organizzatori della rete di vendita, infatti, attraverso l’esposizione della merce su una nota piattaforma telematica, provvedevano a reperire e incrementare la clientela tramite gruppi di vendita attivi su applicazioni di messaggistica istantanea.

I responsabili dell’illecito traffico sono stati pertanto denunciati all’Autorità Giudiziaria materana per “Commercio di prodotti con segni falsi”, reato previsto e punito dall’art. 474 del codice penale, mentre agli acquirenti, ubicati in diverse Regioni italiane, sono stati sequestrati i capi contraffatti acquistati e comminate le previste sanzioni amministrative”.

Erosione costiera nel Metapontino, al via i primi interventi

in Economia

“I 200 milioni afferenti gli interventi di dissesto idrogeologico dopo lunghe trattative con il Ministero dell’Ambiente e diversi anni di incertezze tra istruttorie bloccate e perdita dei fondi, finalmente cominciano ad avere le prime concrete ricadute sul territorio. Con il decreto firmato oggi dal commissario per il dissesto idrogeologico sono stati stanziati i primi fondi per gli interventi urgenti volti alla mitigazione del fenomeno dell’erosione costiera, già lungamente oggetto di studio e di analisi, oltre che di precedenti interventi, da parte dell’ufficio Difesa del suolo del Dipartimento Infrastrutture della Regione”. Lo rende noto l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Donatella Merra.

“Negli ultimi mesi – afferma l’assessore – il fenomeno dell’erosione costiera nel Metapontino è stato lungamente dibattuto nel dipartimento Infrastrutture anche a seguito della valutazione relativa al primo progetto di fattibilità già approvato, che prevedeva delle barriere similari a quelle che ad oggi pare non abbiano sortito effetti positivi sulla costa. Con il decreto commissariale oggi emanato sono previsti i primi interventi per cercare di provvedere con un ripascimento dei punti maggiormente lesi dal fenomeno dell’erosione. A seguito del finanziamento dell’intervento nell’alveo del dell’elenco Rendis, per un totale di oltre 15 milioni di euro, il progetto per la mitigazione dell’erosione costiera del Metapontino e quindi la realizzazione di barriere per cercare di limitare il fenomeno erosivo, sempre più devastante negli ultimi anni, sarà ripreso e realizzato nella sua interezza”.

Torna su