Archivio tag

scanzano jonico - page 2

L’INTERVISTA. Ripoli: “Attenzione ai tornaconti personali”

in Politica

Ripoli: “Attenzione ai tornaconti personali”.

L’ex sindaco di Scanzano Jonico:  “per chiunque volesse candidarsi, utile parlare di programmi”

Candidabile ed eleggibile: dipende solo da lui se attivare le rispettive facoltà. Raffaello Ripoli, ultimo sindaco eletto a Scanzano Jonico prima del sopraggiunto provvedimento di scioglimento per “infiltrazioni mafiose”, ha affrontato numerosi argomenti e non ha risparmiato una considerazione forte: “c’è chi è disposto a svendere il territorio ed a vendere l’anima al diavolo pur di ottenere tornaconti personali”. La città di Scanzano Jonico, dalle ultime notizie utili, nel prossimo autunno-inverno sarà chiamata a eleggere il consiglio comunale e il sindaco, le settimane che verranno quindi saranno caratterizzate da fasi interlocutorie e clamorosi colpi di scena, come è naturale che sia. Al momento due sono gli elementi certi: esiste un laboratorio politico avviato da Partito Democratico e Movimento 5 Stelle. E c’è già una candidatura annunciata, quella dell’ex sindaco di Scanzano Jonico, Mario Altieri.

 “Candidabile”, innanzitutto che significa giuridicamente?

Significa godere del diritto di elettorato passivo, cioè del diritto ad essere votati e dunque a presentarsi alle prossime elezioni senza limitazione alcuna, sempre che io decida di farlo ovviamente.

Approfondiamo il tema: diamo per buona una sua candidatura e successiva elezione, la sua ipotetica elezione potrebbe essere in qualche modo “inficiata”?

Assolutamente no. Guardi, sono passato al vaglio della Magistratura su istanza del Ministero dell’Interno che aveva chiesto al Tribunale Collegiale di Matera di dichiararmi incandidabile. Il Tribunale ha rigettato tale richiesta rilasciandomi, dunque, per usare una analogia, il “green pass” per scendere legittimamente e regolarmente nell’agone politico alle prossime elezioni e, quindi, in alcun modo la mia eventuale elezione potrebbe essere inficiata.

Parentesi “giuridica” chiusa. Parliamo di politica. Lei, uomo di centro destra da sempre, è stato l’ultimo sindaco eletto in città con una civica. Stiamo ai fatti: negli ultimi mesi in città è nato un laboratorio politico che almeno nelle intenzioni metterebbe insieme il centrosinistra e il Movimento 5 Stelle. Più di recente è accaduto che un ex sindaco di centrodestra, Mario Altieri,  ha annunciato la sua candidatura a sindaco. Poi c’è che come sempre accade in queste fasi di voci ne circolano tantissime e altrettanti sono i nomi di possibili aspiranti sindaci, ma a parte il chiacchiericcio fisiologico:  in questo contesto, lei che  viene da una cultura politica ben precisa come vede la situazione cittadina del centro destra? Mi spiego: ci sarà un progetto unitario, a prescindere da qualsiasi ruolo o candidatura che potrebbe riguardarla?

Preliminarmente, da uomo ideologicamente moderato e liberale di centro destra – e lo sono perché fondamentalmente credo nella centralità dell’uomo e non dello Stato che dovrebbe soltanto accompagnare nel percorso di crescita la libera iniziativa economica dei privati e non accentrare i poteri a livello centrale, peraltro con sperpero di denaro pubblico in forme di assistenzialismo inutile e dannoso – le dico che non ho mai creduto in cartelli elettorali partitici, tanto poiché a lungo andare le differenze ideologiche sulle principali questioni squisitamente politiche, che pure capitano nelle amministrazioni comunali, tendono a creare fratture e divisioni insanabili che pregiudicano il buon Governo, creando stallo amministrativo se non la fine anticipata delle consiliature. E questo per me è un discorso che vale sia a livello centrale che a livello comunale. Detto ciò e guardando all’area di centrodestra, almeno sulla carta, le dico che viste le recenti consultazioni elettorali che hanno visto contrapposte anime di centrodestra, non mi sembra che la situazione sia cambiata. Anche nella stessa area ideologica, d’altronde, vi possono essere, così come ci sono, differenti modi di intendere la politica e soprattutto l’amministrazione della cosa pubblica. Per dirla in termini poveri

c’è chi è disposto a svendere il territorio ed a vendere l’anima al diavolo pur di ottenere tornaconti personali e chi no e questa è una convinzione che ho sempre avuto.

Aggiungo che essa si è rafforzata con l’esperienza negativa dello scioglimento dalla quale ho cercato, comunque, di trarre insegnamento e di farne tesoro. Dalla lettura degli atti, sopratutto di quelli secretati e/o riservati e dei quali non si possono divulgare i contenuti, ha trovato conferma l’assunto per cui la mia amministrazione ha pagato ingiustamente colpe non sue, che arrivavano suggestivamente da lontano, da molto lontano, e francamente ributtare nel fuoco una intera comunità, con la consapevolezza di farlo, non mi appartiene. Parlo a titolo personale e non mi chieda di aggiungere altro perché non posso. Dunque, in conclusione, non mi meraviglierei se non ci fosse un progetto unitario di centrodestra.

In un suo recente post pubblico apparso su Facebook ha scritto che “sono sempre stato un uomo libero e sempre lo sarò”:  pensa che la politica cittadina anche dopo le recenti vicissitudini resterà imbrigliata nelle solite logiche “tribali” e piccoli interessi di bottega? “Libertà” potrebbe significare anche apertura a progetti nuovi e come si dice in questi casi “trasversali”?  Cerco di esser ancora più chiaro: non crede che a Scanzano potrebbe far bene un governo cittadino composto da culture politiche diverse ma che uniscono le forze per recuperare un po’ di terreno utile?

Mi auguro che le logiche tribali e gli interessi di bottega non prevalgano sull’interesse pubblico perché significherebbe tornare indietro negli anni ed è proprio quello che ho cercato di evitare da quando sono sceso in campo politicamente, guardando convintamente all’inclusione ed attentamente alle novità, purché contraddistinte da spirito di servizio ed abnegazione in favore della comunità. Bisogna guardare avanti e riprendere un cammino di crescita e sviluppo. A tal proposito e tanto per tornare al tema della sua domanda,  riprendo per un attimo il concetto espresso sopra.

Non credo in cartelli elettorali partitici ma credo fermamente  che ci sia la possibilità che persone di buona volontà, appassionate ed innamorate del proprio territorio, anche di estrazioni ideologiche differenti, possano mettersi insieme per un progetto di sviluppo e di crescita del territorio stesso.

Ovviamente con dei limiti. Non si può mettere assieme il diavolo e l’acquasanta ovvero tutto ed il contrario di tutto, altrimenti emergerebbero comunque problemi di stabilità, di stallo e di ingovernabilità. Anime moderate, cittadini attivi, associazioni di volontariato apartitiche ed apolitiche, donne e uomini liberi vogliosi di impegnarsi a servizio della comunità, a titolo esemplificativo e non esaustivo, ben potrebbero dar vita ad un progetto programmatico civico che li veda protagonisti. D’altronde è noto che a livello comunale si votano le persone, sopratutto nei piccoli centri come il nostro dove ci si conosce un po’ tutti, sia personalmente che politicamente. Ma la cosa più importante in assoluto è il programma elettorale perché sono convinto che al popolo, unico ed ultimo giudice sovrano, di alleanze, accordi sopra e sotto banco, non frega assolutamente nulla. Mi piacerebbe che si parlasse di cosa si vuole fare, a partire dalle piccole cose che servirebbero a ripristinare il decoro ordinario, per finire ai progetti più significativi. In merito ricordo che la mia amministrazione, in pochissimo tempo, ha programmato tanti interventi, alcuni realizzati o parzialmente realizzati, quali il ripristino del decoro urbano e verde pubblico, il contenimento della spesa con tagli strutturali annui agli sprechi per circa cinquecentomila euro, l’istituzione della tassa di soggiorno con introiti strutturali annui pari circa a quattrocentomila euro, riqualificazione Terzo Madonna, riqualificazione Santa Sofia, riqualificazione zona vecchio Comune, illuminazione via Pietro Nenni, redazione progetto ed atti per la partenza della differenziata che oggi, grazie alla validità del progetto, dopo un solo anno, ha oltrepassato la soglia del settanta per cento, cartelloni estivi ricchi di eventi anche di spessore, servizio civile come opportunità ai giovani, centri antiviolenza, sblocco iter caserma carabinieri, scuole di legalità etc. etc., ed altri già finanziati ed ancora non realizzati quali la riqualificazione della vecchia zona artigianale, la costruzione del centro comunale di raccolta differenziata dei rifiuti, la realizzazione di un centro diurno socio-educativo polivalente per minori a via Morlino, i lavori di infrastrutturazione della nuova zona artigianale, la riqualificazione del lungomare Lido Torre, la realizzazione della ciclovia del Golfo di Taranto della quale il Comune di Scanzano è capofila, il progetto per la videosorveglianza, la compartecipazione con altri comuni ad un progetto di valorizzazione dei percorsi e delle aree storiche ed archeologiche già finanziato dal Mibact, etc. etc.. Mi piacerebbe che si parlasse di questo, che si portasse a compimento tutte le opere programmate, già finanziate ed in cantiere della mia amministrazione, di idee, di opere nuove da intraprendere grazie alle prossime programmazioni dei fondi europei, statali e regionali i cui bandi auspico che la Regione concordi con i territori locali ascoltandone le istanze e comprendendone le esigenze. Ecco, un buon nuovo inizio per chiunque volesse candidarsi, sarebbe quello di parlare finalmente di programmi.

Segui ilMet su Instagram

Covid19 Basilicata: somministrate 673.507 dosi di vaccino

in Emergenza Covid-19

Covid19 in Basilicata: sono state somministrate 673.507 dosi di vaccino (prima e seconda dose) su 553.254 residenti. Dai dati aggregati del 14 e 15 Agosto 2021 (info-grafica apertura): nel Metapontino 1 positivo a Bernalda, uno a Colobraro e un altro a Tursi. I guariti: 2 a Scanzano Jonico, 2 a Policoro e 1 a Pisticci.

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 15 luglio 2021, sono state effettuate 2.706 vaccinazioni.  A ieri sono 378.219 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (68,4 per cento) e 295.288 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (53,4 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 673.507 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane).

Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 53 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 2 relativi a residenti in Basilicata sono risultati positivi. Nella stessa giornata sono state registrate 8 guarigioni di residenti in Basilicata. Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi consultabile collegandosi alla pagina web.

Per prenotare il tampone molecolare gratuito anche all’ospedale di Policoro: prenotazione.

 

VACCINI FASCIA 12-19 ANNI, IN PROVINCIA DI POTENZA OK ALLE PRENOTAZIONI

L’Asp Basilicata ha già dal 29 luglio 2021 aperto su piattaforma regionale le prenotazioni per la fascia d’età 12-19 anni

Si comunica che, in continuità, verrà mantenuto il sistema di prenotazione anche per la fascia d’età 12-19 anni quale strumento necessario di programmazione della turnistica in funzione dei carichi di lavoro previsti nonché di governo del rischio di “assembramenti”. Vale richiamare che la vaccinazione dei minori, necessariamente accompagnati, implica un rischio di assembramenti maggiore rispetto ad adulti autonomi.

Come già comunicato il 12 agosto scorso, cogliendo l’opportunità resa dalla maggiore disponibilità di dosi vaccinali, l’Asp Basilicata, di concerto con la Regione Basilicata, ha strutturato oltremodo l’offerta prestazionale già incrementata dal 29 luglio 2021 con l’attivazione di nuovi slot prenotabili per le fasce di età 12-19 anni e 60-69 anni, anticipando in tal modo le indicazioni del Commissario per l’emergenza Covid, il Gen. Francesco Figliuolo, di dare impulso alla vaccinazione dei più giovani in previsione della riapertura delle scuole.

Nello specifico, a partire dal 13 agosto 2021, sono stati attivati ulteriori 43.477 nuovi slot di prenotazione dedicati alla macro categoria 12-69 anni.
Le prenotazioni potranno essere fatte sul doppio canale: su sistema Poste Italiane e sulla piattaforma regionale (https://prenota.sanita.basilicata.it). Tanto per ampliare le possibilità di prenotazione al fine di intercettare il maggiore numero di utenti non ancora vaccinati nelle varie categorie target.

Tale assetto del sistema di prenotazioni sarà mantenuto anche a partire dal 1 settembre 2021 costituendo, di fatto, l’assetto strutturato dell’offerta di prestazioni vaccinali per Covid dell’Asp Basilicata.

Tanto riguarderà tutti i seguenti punti vaccinali dell’ASP:

1) Potenza: Tensostruttura Qatar, in Potenza nelle vicinanze dell’Ospedale San Carlo;
2) Melfi: Palestra comunale via della Cittadinanza attiva;
3) Villa D’Agri: Palestra Istituto Comprensivo di Villa D’Agri in Via Verdi;
4) Lauria: Palestra I.S.I.S Lauria in Via Cerse dello Speziale;
5) Senise: Complesso Monumentale San Francesco Piazza Municipio 2;
6) Venosa: Palestra “Scuola media De Luca, Via Appia n. 36.

Possono prenotarsi anche coloro che hanno già una prenotazione in Piattaforma Poste Italiane.

In sede di prenotazione sarà possibile scaricare la modulistica da compilare e consegnare presso il Punto Vaccinale di prenotazione.

Prenotazione tamponi molecolari Covid19 gratuiti a Policoro e Matera

 

 

 

Covid19 Basilicata: 59 nuovi positivi

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilicata: 59 nuovi positivi. Sono 793 i tamponi molecolari processati. Ventisei le persone ricoverate di cui una in terapia intensiva. Tasso di positività regionale al 7,4%. Sono quasi 660mila le somministrazioni di vaccino (prima e seconda dose)

Nel Metapontino i nuovi positivi: 1 a Bernalda, 1 a Scanzano Jonico. I guariti nel comprensorio jonico lucano: 1 a Pisticci 1 a Scanzano Jonico.

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 11 agosto, sono state effettuate 4.402 vaccinazioni.
A ieri sono 372.261 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (67,3 per cento) e 287.408 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (51,9 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 659.669 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane). Sempre nella giornata di ieri sono stati processati 793 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 66 sono risultati positivi. Nella stessa giornata sono state registrate 36 guarigioni (tutte di residenti in Basilicata). Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi consultabile collegandosi alla pagina web.

Segui ilMet su Instagram

Basilicata, campagna vaccinale Asm rivolta ai lavoratori stagionali

L’Azienda sanitaria di Matera, in collaborazione con la Prefettura di Matera e con il team vaccinale delle unità mobili della Difesa messe a disposizione dal Generale Figliuolo, dal 18 agosto inizierà

la campagna vaccinale nei Centri di Accoglienza stranieri attivi nei comuni di Ferrandina, Irsina, Miglionico, La Martella e di Tinchi. Dal 23 agosto il team vaccinale si sposterà a Metaponto borgo.

Saranno sottoposti a vaccinazione tutti i migranti, compresi i minori.
Infine, per assicurare la partecipazione anche dei braccianti agricoli, le vaccinazioni inizieranno dopo le ore 17.
“Con questa specifica campagna vaccinale rivolta ai lavoratori extracomunitari – afferma l’assessore regionale alla Salute, Rocco Leone – la Basilicata fa un altro importante passo in avanti nella lotta al Covid – 19 coprendo le necessità di un target sensibile che difficilmente avrebbe raggiunto i centri vaccinali. Ringrazio ancora una volta il generale Figliuolo per aver messo a disposizione l’unità mobile dell’esercito capace di spostarsi con rapidità per effettuare le somministrazioni”.
“Vogliamo lanciare un segnale di vicinanza ai nostri cittadini, vogliamo – spiega Sabrina Pulvirenti, commissario Asm – che sappiano che noi ci siamo sempre, che non li lasciamo soli. La nostra sfida è vaccinare gran parte dei cittadini, senza lasciare indietro nessuno, specie le categorie più deboli, ancora più a rischio di ammalarsi a causa della diffusione delle varianti. Voglio sottolineare la preziosa collaborazione della prefettura di Matera e, in particolare, del viceprefetto Mariarita Iaculli che ringrazio per la sua sensibilità e disponibilità”.

Prenotazione tamponi molecolari Covid19 gratuiti a Policoro e Matera

Covid19: Basilicata 60 contagi e 25 guariti

in Emergenza Covid-19

Covid19: Basilicata 60 contagi e 25 guariti. Sono 834 i tamponi molecolari processati. Tasso di positività al 6.4% e 1 nuovo decesso

Nel Metapontino: 2 positivi a Bernalda, 1 a Nova Siri, 1 Policoro, 1 Scanzano Jonico, 1 a Tursi. 4 guariti nel Metapontino

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 10 agosto, sono state effettuate 4.402 vaccinazioni. A ieri sono 370.766 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (67,0 per cento) e 285.132 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (51,5 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 655.898 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane).
Sempre nella giornata di ieri sono stati processati 938 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 66 ( e tra questi 60 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata sono state registrate 25 guarigioni (tutte di residenti in Basilicata) ed è deceduta una persona.
Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi consultabile collegandosi alla pagina web dedicata.

ISTANTANEA NAZIONALE.

Vaccino covid19 e corsie preferenziali per i più giovani.

Come già annunciato nei giorni scorsi, dalla seconda metà di agosto la fascia 12-18 anni potrà vaccinarsi anche senza prenotazione. E’ quanto scrive il commissario straordinario all’emergenza coronavirus, Francesco Paolo Figliuolo, nella lettera inviata alle Regioni e alle Province Autonome. ”Per dare ulteriore impulso alla vaccinazione dei più giovani, ovvero della popolazione nella fascia di età 12-18 anni, in previsione della riapertura delle scuole e anche dell’avvio della prossima stagione sportiva”, dal prossimo 16 agosto si predispongano corsie preferenziali per ”l’ammissione alle somministrazioni” dei vaccini anti-covid dei giovani ”anche senza preventiva prenotazione” [adnkronos]

GREEN PASS, COME OTTENERE LA CERTIFICAZIONE VERDE.

Certificazione verde, dove e come ottenerla

Covid19 Basilicata: 44 nuovi positivi e 21 guariti

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilicata: 44 nuovi positivi e 21 guariti. Tasso di positività al 5.3 in regione.

Tasso di positività al 5.3 in Basilicata. Sono 44 i nuovi positivi, 834 i tamponi processati. Sono 21 i guariti. Nel Metapontino: un contagio a Montalbano Jonico, due a Policoro, uno a Scanzano Jonico, uno a Tursi e un altro a Valsinni.

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 9 agosto, sono state effettuate 4.024 vaccinazioni. A ieri sono 369.177 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (66,7 per cento) e 282.319 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (51 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 651.496 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane). Sempre nella giornata di ieri sono stati processati 834 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 49 ( 44 residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata sono state registrate 23 guarigioni, (21 residenti in Basilicata). Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi consultabile collegandosi alla pagina web.

COVID19, ISTANTANEA NAZIONALE: POSITIVITA’ AL 4,1% NEL PAESE.

Sale al 4,1% (dal 2,8%) il tasso di positività in Italia. Secondo il bollettino del 9 agosto sono stati 4.200 i nuovi contagi da Coronavirus su 102.864 tamponi. In aumento anche i pazienti in terapia intensiva, dove ci sono 323 persone (+24) e negli altri reparti 2.786 (+155). E mentre il il commissario straordinario all’emergenza coronavirus, Francesco Paolo Figliuolo annuncia 10 milioni di dosi disponibili di vaccino e corsie preferenziali per i giovani, Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità (Css) e coordinatore del Comitato tecnico scientifico (Cts) parla della possibilità di una terza dose per i pazienti che hanno un’alterata funzionalità del sistema immunitario”.

PRANZO DI FERRAGOSTO? “MEGLIO ALL’APERTO”

“Il pranzo di Ferragosto? Sicuramente all’aria aperta, c’è meno rischio” che al chiuso, nonostante il Green pass. Lo dice all’Adnkronos Salute il virologo Fabrizio Pregliasco, docente dell’Università Statale di Milano. Ovviamente, aggiunge il virologo, “nella speranza che ci siano comunque tanti vaccinati, certo se poi intorno abbiamo tutti no-vax… è una scommessa.

Io? Lo passerò in un rifugio in montagna”.

Certificazione verde, dove e come ottenerla

 

Basilicata: 36 nuovi positivi al Covid19

in Emergenza Covid-19

Basilicata: 36 nuovi positivi al Covid19. Nel Metapontino: 3 contagi a Bernalda, 3 a Scanzano Jonico, 1 a Colobraro, 1 a Tursi

Sono 854 i tamponi processati in Basilicata di cui 36 quelli risultati positivi. Sono invece 18 i guariti totali. Un paziente in terapia intensiva e tasso di positività regionale al 4%. Nel Metapontino: 3 contagi a Bernalda, 3 a Scanzano Jonico, 1 a Colobraro, 1 a Tursi. I guariti nel comprensorio jonico lucano: 2 a Bernalda, 2 a Policoro.

La task force regionale comunica, inoltre,  che nella giornata di ieri, 5 agosto, sono state effettuate 4.582 vaccinazioni.

A ieri sono 363.551 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (65,7 per cento) e 271.344 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (49 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 634.895 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane).

Sempre nella giornata di ieri sono stati processati 897 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 38 (fra i quali 36 relativi residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata sono state registrate 19 guarigioni, 18 delle quali relative a residenti in Basilicata. Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi sarà consultabile dopo le ore 14,00 di oggi collegandosi alla pagina web.

A Scanzano Jonico iniziativa in spiaggia: tamponi rapidi ai turisti al Lido Sabbia D’Oro.

BASILICATA, NEL POTENTINO CAMPAGNA VACCINALE MONODOSE.

Sarà somministrato Janssen-Johnson&Johnson agli utenti 60-69 anni

L’Asp Basilicata di concerto con la Regione Basilicata avvia la campagna vaccinale dedicata agli utenti della fascia di età 60-69 anni. Tanto al fine di un’offerta più strutturata a questa fascia di età in cui si registrano percentuali ancora apprezzabili di persone non inserite nel circuito vaccinale (non vaccinate o non prenotate).

Nel ribadire nuovamente l’importanza di aderire alla campagna vaccinale per COVID-19 si dettaglia che l’iniziativa interesserà tutti i punti vaccinali

dell’ASP e si svolgerà dal 7 al 19 agosto 2021 presso i seguenti punti vaccinali territoriali:

Potenza: Complesso Sportivo “Rocco Mazzola” Via Roma;
Melfi: Palestra comunale via della Cittadinanza attiva;
Villa D’Agri: Palestra Istituto Comprensivo di Villa D’Agri in Via Verdi;
Lauria: Palestra I.S.I.S Lauria in Via Cerse dello Speziale;
Senise: Complesso Monumentale San Francesco Piazza Municipio 2;
Venosa: Palestra “Scuola media De Luca, Via Appia n. 36.
Sarà somministrato, nel rispetto delle prescrizioni/limitazioni previste dalla vigente normativa, il vaccino monodose Janssen-Johnson&Johnson.

Tramite il “Portale delle prenotazioni della Regione Basilicata” l’utente potrà raggiungere il seguente link https://prenota.sanita.basilicata.it su cui sarà resa disponibile la nuova funzionalità di prenotazione della presente campagna vaccinale a partire dalle ore 13.00 di venerdì 6 agosto 2021e fino all’esaurimento dei posti disponibili.

Possono prenotarsi anche coloro che hanno già una prenotazione in Piattaforma Poste Italiana in data successiva al 7 agosto 2021.

In sede di prenotazione sarà possibile scaricare la modulistica da compilare e consegnare presso il Punto Vaccinale di prenotazione.

 

CAMPAGNA VACCINALE “JOHNSON & JOHNSON” FASCIA DI ETA’ 60-69 ANNI

ISTANTANEA NAZIONALE COVID19

In Italia lieve calo dell’indice RT

Lieve discesa per l’indice Rt a livello nazionale che scende a 1,56. La scorsa settimana era a 1,57. E’ quanto riporta l’Istituto Superiore di Sanità nella bozza del rapporto sul monitoraggio Covid. Secondo quanto riporta l’Iss la variante Delta è prevalente in Italia. “L’incidenza settimanale a livello nazionale evidenza un forte aumento dei casi diagnosticati e supera la soglia di 50 casi settimanali per 100.000 abitanti” scrive l’Iss nella bozza dell’ultimo monitoraggio sull’andamento dell’epidemia in Italia, i cui dati sono dati riferiti al periodo 26 luglio -1 agosto. “Continua – si legge nella bozza del report – l’aumento dell’incidenza settimanale a livello nazionale: 62 per 100.000 abitanti nel periodo di riferimento contro 50 per 100.000 abitanti dal 19 al 25 luglio” (L’intera notizia qui)

Tamponi rapidi ai turisti in spiaggia a Scanzano Jonico

Tamponi rapidi ai turisti in spiaggia a Scanzano Jonico

in Emergenza Covid-19

Tamponi rapidi ai turisti in spiaggia: si parte 7 agosto. L’iniziativa sollecitata dalla proposta di Giuseppe Ferrara, manager del Lido Sabbia D’Oro a Scanzano Jonico. Tutte le date previste: 7 – 8 – 14 e 15 Agosto 2021

Un Hub dove poter effettuare tamponi rapidi ai turisti che ne facciano richiesta, al fine di garantire la sicurezza sulle spiagge. È l’iniziativa promossa dal Sabbia D’oro Beach Club di Scanzano Jonico, che la Provincia di Matera ha accolto favorevolmente e sostenuto per l’importanza che riveste in termini di prevenzione, sicurezza e tutela della salute.

L’iniziativa, che vedrà anche la collaborazione della Protezione Civile di Scanzano Jonico, partirà sabato 7 agosto e proseguirà nelle giornate di domenica 8, sabato 14 e domenica 15 agosto (weekend di Ferragosto),

all’interno della struttura balneare sita in via Lido Torre 27 a Scanzano, dove verrà ubicato un apposito gazebo.

“Abbiamo accolto con favore la richiesta del Sabbia D’oro Beach Club, supportando l’iniziativa che, in un periodo così complesso, impegnativo e delicato, come quello che stiamo vivendo a livello sanitario, rappresenta un’azione utile a gestire l’emergenza e garantire al tempo stesso la sicurezza dei turisti e di quanti si riversano sulle nostre spiagge durante l’estate – spiega il presidente della provincia Piero Marrese -. Un ringraziamento a Giuseppe Ferrara gestore della struttura, all’Azienda Sanitaria di Matera, agli operatori sanitari, ai volontari della protezione civile e a quanti saranno impegnati in questa iniziativa, perché è anche grazie ad attività come queste che si promuove e sostiene il turismo della costa jonica che può vivere una nuova fase di rilancio e fare da precursore per iniziative simili a livello locale e nazionale”.

Segui ilMet su Instagram

Covid19 Basilicata: 50 positivi di cui 6 a Scanzano Jonico

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilicata: 50 positivi, 8 nuovi casi nel Metapontino di cui sei a Scanzano Jonico. In regione il tasso di positività è al 10,4%. Sono 20 le persone ricoverate, un paziente in terapia intensiva. Nel metapontino due guariti, uno a Montalbano Jonico e uno a Rotondella.

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 3 agosto, sono state effettuate 5.034 vaccinazioni. A ieri sono 360.689 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (65,2 per cento) e 264.911 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (47,9 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 625.600 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane).

Sempre nella giornata di ieri sono stati processati 480 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 53 (fra i quali 50 relativi residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata sono state registrate 23 guarigioni, 22 delle quali relative a residenti in Basilicata.

Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi è consultabile alla pagina web. Green Pass, come ottenerlo. Delle 19.000 dosi di vaccino consegnate ieri in Basilicata, le 10.000 dosi di vaccino Astra Zeneca e 5.600 dosi di vaccino Moderna sono state consegnate da SDA del Gruppo Poste Italiane, mentre le 3.510 dosi di vaccino Pfizer da EDF Eurodifarm.

COVID 19. L’ISTANTANEA NAZIONALE SU “TERAPIE INTENSIVE”

Resta fermo al 3%, a livello nazionale, il tasso di occupazione delle terapie intensive da parte dei pazienti affetti da Covid, ma una regione, la Puglia, è in crescita dell’1% rispetto al giorno precedente, mentre Marche, Sicilia e Provincia autonoma di Bolzano vedono un calo del -1%.

Nessuna regione supera la soglia di saturazione del 10%, indicata come uno dei nuovi parametri principali per il cambio di colore delle regioni.

Questi i valori delle singole regioni: Abruzzo (1%), Basilicata (1%), Calabria (3%), Campania (2%), Emilia Romagna (3%), Friuli Venezia Giulia (2%), Lazio (5%), Liguria (6%), Lombardia (2%), Marche (2%, con -1%), Molise (3%), Bolzano (2%, con -1%), Trento (1%), Piemonte (1%), Puglia (3%, con +1%), Sardegna (10%), Sicilia (4%, con il -1%), Toscana (4%), Umbria (2%), Valle d’Aosta (0%) e Veneto (2%).

Resta stabile al 4%, a livello nazionale, l’occupazione dei posti letto da parte di pazienti affetti da Covid-19 nei reparti ospedalieri, ma 4 regioni vedono un aumento giornaliero dell’1%, ovvero Friuli Venezia Giulia (che sale a quota 2%), Lazio (che sale al 6%), Lombardia (sale al 4%), Puglia (che arriva al 3%); mentre l’Umbria segna il -1%.

Certificazione verde, dove e come ottenerla

Covid19 Basilicata: sale il numero dei positivi e c’è una vittima

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilicata: sale il numero dei positivi e c’è una vittima. Processati 788 tamponi molecolari. 65 i positivi.
Un decesso a Viggianello. Un paziente in terapia intensiva.
Nel Metapontino: 8 a Bernalda, 2 a Policoro, 2 Scanzano Jonico, 2 a Tursi, 1 a Pisticci. Guariti: 1 Bernalda.

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 2 agosto, sono state effettuate 4.641 vaccinazioni. A ieri sono 358.807 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (64,9 per cento) e 261.759 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (47,3 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 620.566 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane). Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 788 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 67 sono risultati positivi (65 residenti, 1 domiciliato e 1 fuori regione). Nella stessa giornata sono state registrate 9 guarigioni di residenti in Basilicata. Sono attualmente 20 le persone ricoverate di cui una in terapia intensiva. Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi è consultabile  collegandosi alla pagina web. Un decesso si è verificato a Viggianello.

Il bollettino di ieri.

ANTICORPI: POSSONO PREDIRE IL RISCHIO CONTAGIO

Gli anticorpi neutralizzanti presenti nel sangue possono predire il rischio di venir contagiati dal Sars-Cov-2 dopo esser stati vaccinati e possono essere un marcatore predittivo affidabile per valutare la necessità di una terza dose per proteggere dalle varianti emergenti. Lo dimostra uno studio basato sui dati di quasi 11.500 operatori sanitari in Israele, pubblicato sul New England Journal of medicine.
Tra gli operatori sanitari sono stati identificato 39 lavoratori che erano stati infettati da SARS-CoV-2 nonostante fossero completamente vaccinati con doppia dosa di Pfizer-BioNTech, andando incontro alla cosiddetta “breakthrough infection”. Tutti avevano sintomi lievi o nessuno. Per 22 dei 39 lavoratori gli autori sono stati in grado di ottenere misurazioni anticorpali effettuate il giorno in cui sono state rilevate le infezioni o nella settimana precedente. I ricercatori hanno anche esaminato i dati di 104 lavoratori completamente vaccinati che non sono stati infettati pur essendo stati a contatto con il virus. Il confronto ha mostrato che i livelli di anticorpi neutralizzanti erano più bassi tra coloro che sono stati infettati, fornendo la prima prova diretta di questo effetto. I risultati rafforzano i dati precedenti raccolti durante gli studi clinici sul vaccino Oxford-AstraZeneca relativi a un legame tra livelli più elevati di anticorpi neutralizzanti e una minore probabilità di infezione. Lo studio “è un passo importante nell’ulteriore convalida dell’uso del titolo di anticorpi neutralizzanti diretti contro il virus come un elemento correlato della protezione” o marker, afferma Miles Davenport, immunologo presso l’Università del New South Wales a Sydney, in Australia. (ANSA)

Segui ilMet su Instagram

Covid19 Basilicata: 29 i nuovi contagi

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilicata: 29 i nuovi contagi su 806 tamponi molecolari processati. 14 i guariti, zero i pazienti in terapia intensiva e nessun decesso. Positività a 3,6%.
Nel Metapontino: 1 Scanzano Jonico, 1 Policoro. Guariti: 1 Craco, 1 Bernalda, 1 Nova Siri, 2 Pisticci, 7 a Tursi

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 26 luglio, sono state effettuate 5.423 vaccinazioni. A ieri sono 345.602 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (62,5 per cento) e 241.160 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (43,6 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 586.762 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane).
Sempre nella giornata di ieri sono stati processati 806 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 29 sono risultati positivi. Nella stessa giornata sono state registrate 15 guarigioni, 14 delle quali relative a residenti in Basilicata.Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi consultabile collegandosi alla pagina web.

Vaccinazioni unità mobile, i comuni in cui si svolgeranno e le date previste in Basilicata.

SCUOLA: OBBLIGO VACCINALE? SPERANZA: NESSUNA IPOTESI ESCLUSA

“Nelle prossime ore valuteremo quale sarà lo strumento piu’ efficace per far tornare tutti a scuola in presenza, in sicurezza e senza dad”. E’ quanto ha dichiarato il ministro della Salute Roberto Speranza. Stiamo valutando e nessuna ipotesi è esclusa , ci impegneremo, perchè la scuola è una priorità”.  “Valuteremo se introdurre obblighi ma non va dimenticato che la risposta degli italiani e’ stata buona. Consumiamo tutti i vaccini a disposizione e facciamo oltre 500mila vaccinazioni al giorni. La risposta delle persone – ha cncluso – e’ stata all’altezza delle aspettative”. (ANSA).

 

Segui ilMet su Instagram

Torna su