Archivio tag

scanzano jonico - page 2

Covid-19, in Basilicata 194 nuovi casi su 1610 tamponi. Sei le persone decedute, sono 109 quelle guarite

in Emergenza Covid-19

La task force regionale comunica che nei giorni 27 e 28 marzo sono stati processati 1.610 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 194 (e fra questi 167 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi.

Le positività riguardano: 1 persona residente in Puglia in isolamento a Matera, 13 cittadini stranieri in isolamento a Corleto Perticara, 13 persone residenti e in isolamento in Puglia, 1 persona residente ad Atella, 4 ad Avigliano, 4 a Banzi, 1 a Baragiano, 2 a Bella, 6 a Bernalda, 1 a Chiaromonte in isolamento a Corleto Perticara, 1 a Filiano, 1 a Forenza, 3 a Grassano di cui 1 in isolamento a Matera, 7 a Lavello, 2 a Maratea, 1 a Maschito, 21 a Matera, 6 a Melfi, 1 a Miglionico, 1 a Moliterno, 4 a Montalbano Jonico, 3 a Montescaglioso, 1 a Nova Siri, 1 a Oppido Lucano, 10 a Palazzo San Gervasio di cui 1 in isolamento a Montemilone, 1 a Paterno, 2 a Pescopagano, 5 a Picerno, 6 a Pignola, 6 a Pisticci di cui 1 in isolamento a Venosa, 11 a Policoro, 8 a Pomarico, 21 a Potenza, 1 a Rapolla in isolamento a Rionero in Vulture, 1 a Rionero in Vulture, 5 a San Fele di cui 1 in isolamento ad Avigliano, 1 a Satriano di Lucania, 1 a Scanzano Jonico, 3 a Tito, 1 a Tramutola, 2 a Trecchina, 8 a Venosa, 2 a Vietri di Potenza.

Nelle stesse giornate sono decedute 6 persone (1 residente a Latronico, 1 a Melfi, 2 a Potenza, 1 a Sant’Arcangelo, 1 a Senise) e sono state registrate 109 guarigioni (108 di residenti in Basilicata e 1 di un non residente):

2 di Avigliano, 1 di Bernalda, 1 di Calvera, 1 di Carbone in isolamento a Sant’Arcangelo, 1 di Chiaromonte, 3 di Corleto Perticara, 2 di Episcopia, 1 di Fardella, 1 di Forenza 5 di Francavilla in Sinni, 1 di Lagonegro, 2 di Lauria, 7 di Maratea, 1 di Marsicovetere in isolamento a Corleto Perticara, 11 di Matera, 7 di Melfi, 2 di Montescaglioso, 1 di Oppido Lucano, 2 di Pisticci, 14 di Policoro, 1 di Pomarico, 6 di Potenza di cui 1 in isolamento a Savoia di Lucania, 2 di Rapolla, 12 di Rionero in Vulture, 2 di Rivello, 4 di Roccanova di cui 2 in isolamento a Castronuovo di Sant’Andrea, 5 di Senise, 5 di Stigliano, 1 di Teana, 1 di Trecchina, 3 di Vaglio di Basilicata, 1 di un residente in Campania in isolamento a Maratea. Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 4.551, di cui 4.371 in isolamento domiciliare. Sono 13.715 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 425 quelle decedute.
Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 180: a Potenza 36 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 34 in Pneumologia, 16 in Medicina d’urgenza, 20 in Medicina interna Covid e 4 in Terapia intensiva dell’ospedale San Carlo; a Matera 36 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 22 in Pneumologia, 4 in Medicina interna Covid e 8 in Terapia intensiva dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 278.109 tamponi molecolari, di cui 256.443 sono risultati negativi, e sono state testate 166.975 persone

Nel fine settimana processati 1488 tamponi in Basilicata: 134 i nuovi positivi al Covid-19. Nel Metapontino 20 casi, 8 a Policoro

in Emergenza Covid-19

Emergenza Covid-19, aggiornamento del 22 marzo rispetto ai dati del 20 e del 21 marzo

La task force regionale comunica che del 20 e del 21 marzo sono stati processati 1.488 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 134 (e fra questi 128 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi.

Le positività riguardano: 4 persone residenti in Puglia di cui 2 in isolamento a Irsina, 1 a Policoro e l’altra a Tursi, due persone residenti in Puglia e lì in isolamento, 1 persona di Anzi in isolamento a Potenza, 1 di Banzi, 1 di Barile in isolamento a Potenza, 1 di Bella, 3 di Bernalda, 2 di Castelgrande, 2 di Chiaromonte, 3 di Episcopia, 1 di Ferrandina, 4 di Filiano di cui 1 in isolamento a Potenza, 4 di Forenza di cui 1 in isolamento a Policoro, 1 di Francavilla in Sinni, 1 di Grottole, 4 di Latronico, 10 di Lauria, 8 di Lavello, 1 di Marsico Nuovo, 10 di Matera, 9 di Melfi, 1 di Miglionico, 7 di Montescaglioso, 1 di Noepoli, 3 di Nova Siri, 1 di Palazzo San Gervasio, 5 di Pietragalla, 4 di Pisticci, 8 di Policoro, 4 di Pomarico di cui 1 in isolamento a Matera, 13 di Potenza, 3 di Rionero in Vulture, 1 di Rotonda, 3 di San Fele, 1 di Scanzano Jonico, 1 di Senise, 2 di Stigliano, 1 di Tolve, 1 di Trecchina, 1 di Tursi.

Sempre nelle giornate di ieri e di avantieri si sono registrati 13 decessi: 1 di Balvano, 1 di Calvera, 1 di Chiaromonte, 1 di Francavilla sul Sinni, 1 di Matera, 2 di Melfi, 1 di Montescaglioso, 1 di Palazzo San Gervasio, 1 di Pietrapertosa, 2 di Potenza, 1 di Tursi.

Sono 77 le persone guarite di cui 73 residenti in Basilicata: 1 di Acerenza, 2 di Barile, 1 di Forenza, 2 di Ferrandina, 1 di Irsina, 1 di Lavello, 12 di Matera di cui 1 in isolamento a Tricarico, 6         di Melfi, 2 di Montalbano Jonico di cui 1 in isolamento a Montescaglioso, 8 di Montescaglioso, 1 di Nova Siri in isolamento a Tursi, 1 di Pescopagano, 1 di Picerno in isolamento a Tito, 1 di Pisticci, 5 di Policoro, 1 di Potenza, 3 di Rionero in Vulture, 1 di Rotondella, 1 di Scanzano Jonico, 1 di Stigliano, 1 di Tito, 2 di Tolve, 2 di Tursi, 16 di Venosa, 1 residente in Campania in isolamento a Pescopagano, 1 residente in Puglia in isolamento a Matera, 2 residente in Puglia e lì in isolamento.

Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 4.239, di cui 4.067 in isolamento domiciliare. Sono 13.274 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 406 quelle decedute.

Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 172:

a Potenza 34 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 33 in Pneumologia, 14 in Medicina d’urgenza, 21 nel reparto di Medicina interna Covid e 5 in Terapia intensiva dell’ospedale San Carlo; a Matera 31 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 22 in Pneumologia, 3 nel reparto di Medicina interna Covid e 9 in Terapia intensiva dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 269.686 tamponi molecolari, di cui 248.865 sono risultati negativi, e sono state testate 163.079 persone.

Covid-19, in Basilicata 121 nuovi positivi su 1362 tamponi. Nel Metapontino, a Tursi e a Policoro rispettivamente 10 casi

in Emergenza Covid-19

Basilicata, Covid-19: aggiornamento del 19 marzo (dati 18 marzo)

 

La task force regionale comunica che ieri, 18 marzo, sono stati processati 1.362 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 121 (e fra questi 116 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi.

Le positività riguardano: 2 persone residenti e in isolamento in Campania, 3 persone residenti e in isolamento in Puglia, 1 residente ad Anzi (in isolamento a Potenza), 4 a Avigliano, 2 a Baragiano, 3 a Bernalda, 4 a Episcopia, 8 a Ferrandina, 1 a Filiano, 1 a Forenza, 1 a Garaguso, 1 a Lauria, 9 a Matera, 6 a Melfi, 2 a Muro Lucano (di cui 1 in isolamento in Campania), 1 a Paterno, 1 a Pescopagano, 1 a Picerno, 1 a Pietragalla, 1 a Pisticci, 10 a Policoro, 11 a Pomarico (di cui 1 in isolamento a Pisticci), 15 a Potenza, 2 a Rionero in Vulture, 2 a Rotondella, 1 a Ruoti, 2 a Sant’Angelo Le Fratte, 1 a Satriano di Lucania, 2 a Scanzano Jonico, 1 a Senise, 3 a Teana, 2 a Terranova di Pollino, 3 a Tito, 1 a Trecchina, 10 a Tursi, 1 a Valsinni, 1 a Viggiano.

 

Nella stessa giornata risultano decedute 5 persone (residenti 1 ad Anzi, 1 a Filiano, 1 a Lagonegro, 1 a Pietragalla e 1 a Potenza) e sono state registrate 84 guarigioni di residenti in Basilicata – a cui si aggiungono le guarigioni di 1 persona di nazionalità estera in isolamento a Maschito, 1 persona residente in Lombardia e in isolamento a Rotondella e di 1 persona residente e in isolamento in Calabria –, così distribuite sul territorio: 1 ad Atella, 1 ad Avigliano, 2 a Baragiano, 1 a Ferrandina, 1 a Genzano di Lucania, 4    a Lauria, 5 a Lavello, 4 a Maratea, 1 a Marsicovetere, 13 a Matera, 5 a Melfi, 2 a Montalbano Jonico, 1 a Montescaglioso, 2 a Palazzo San Gervasio, 1 a Pisticci, 5 a Policoro (di cui 2 guarigioni relative a persone in isolamento a Sant’Arcangelo), 10 a Potenza, 3 a Rotondella, 7 a Sant’Arcangelo (di cui 1 relativa di persona in isolamento a Policoro), 1 a Satriano di Lucania, 2 a Stigliano, 1 a Tito (relativa a persona in isolamento a Potenza), 2 a Tolve, 1 a Tursi, 7 a Venosa e 1 Viggiano (relativa a persona in isolamento a Castelsaraceno).

 

Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 4.123, di cui 3.943 in isolamento domiciliare. Sono 13.130 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 393 quelle decedute.

 

Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 180: a Potenza 35 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 30 in Pneumologia, 15 in Medicina d’urgenza, 29 nel reparto di Medicina interna Covid e 3 in Terapia intensiva dell’ospedale San Carlo; a Matera 34 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 19 in Pneumologia, 5 nel reparto di Medicina interna Covid e 10 in Terapia intensiva dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 266.674 tamponi molecolari, di cui 246.138 sono risultati negativi, e sono state testate 161.680 persone.

Scanzano Jonico, Aliquote Imu, il PD segnala alla Commissione Prefettizia: “I contribuenti hanno versato di più del dovuto”

in Politica

In data 25/02/2021 siamo stati ricevuti dalla Commissione Prefettizia preposta all’Amministrazione del Comune di Scanzano Jonico e abbiamo sollevato alla stessa la problematica relativa alla illegittimità della delibera n. 5 del 30/04/2020. La delibera suindicata adottata dal Comune di Scanzano Jonico approvava le  aliquote IMU per l’anno d’imposta 2020 e, nello specifico, fissava l’aliquota IMU altri fabbricati ed aree edificabili all’1,11 per cento.

Invero l’aliquota IMU fissata dallo Stato per gli altri fabbricati e aree edificabili doveva essere fissata all’1,06 anziché all’1,11 per cento. Pertanto la delibera suddetta del Comune di Scanzano Jonico doveva ritenersi illegittima. Abbiamo sottoposto tale problema alla Commissione e abbiamo invitato la stessa a modificare la delibera poiché i contribuenti, per l’anno d’imposta 2020, hanno versato delle somme maggiori rispetto a quanto avrebbero dovuto versare applicando l’aliquota corretta.

Orbene, stante l’inerzia della Commissione Prefettizia, abbiamo scritto al Ministero dell’Economia Dipartimento delle Finanze, il quale, con missiva del 12/03/2021 inviata al Circolo PD di Scanzano Jonico e per conoscenza al Comune di Scanzano Jonico, sosteneva la nostra tesi e invitava il comune a modificare la delibera n. 5 del 30/04/2020.

La risposta ricevuta dal Ministero è per noi motivo d’orgoglio e conferma che, quando i dirigenti e gli iscritti di un partito mettono a disposizione le proprie competenze e professionalità adoperandosi per il bene comune, si raggiunge l’obiettivo-guida di un partito: la tutela del cittadino e dei suoi diritti. La questione legata alla maggiorazione dell’IMU non è di second’ordine: i contribuenti scanzanesi non sono tenuti a versare più del dovuto sulla base di una delibera illegittima.

Al PD di Scanzano Jonico, dunque, va il merito di aver sollevato la questione e di averla portata all’attenzione del Ministero che gli ha dato ragione. Ora sarà responsabilità del PD di Scanzano Jonico vigilare sul prosieguo della vicenda a tutela degli interessi dei cittadini scanzanesi.

Per la Basilicata è zona arancione, intanto sono 141 i nuovi positivi su 1473 tamponi molecolari. Nel Metapontino 26 nuovi casi

in Emergenza Covid-19

Emergenza Covid-19, aggiornamento 13 marzo su dati del 12 marzo

 La Basilicata da martedì 16 Marzo 2021 sarà “zona arancione”: la decisione è maturata nelle ultime ore dopo il serrato confronto fra Ministero della Salute e Regione. Nel frattempo la task force regionale ha comunicato  che ieri, 12 marzo, sono stati processati 1.473 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 141 (e fra questi 134 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Le positività riguardano: 1 persona residente in Campania e in isolamento a Pescopagano, 1 persona residente in Umbria e in isolamento a Policoro, 1 persona di nazionalità estera in isolamento a Rionero in Vulture, 2 persone residenti e in isolamento in Campania, 2 persone residenti e in isolamento in Puglia, 1 residente ad Abriola, 2 ad Accettura, 1 ad Atella, 8 ad Avigliano, 1 a Baragiano, 7 a Bernalda, 1 a Castronuovo di S. Andrea, 3 a Fardella, 3 a Ferrandina, 2 a Forenza, 2 a Francavilla in Sinni, 1 a Grumento Nova, 1 a Lagonegro, 2 a Latronico, 4 a Lavello, 1 a Marsicovetere, 14 a Matera, 4 a Melfi, 9 a Montescaglioso, 2 a Nova Siri, 1 a Palazzo San Gervasio, 1 a Picerno, 1 a Pietrapertosa (in isolamento a Potenza), 3 a Pisticci, 4 a Policoro, 8 a Pomarico, 13 a Potenza (di cui 2 in isolamento a San Chirico Nuovo), 3 a Rapolla, 6 a Rionero in Vulture, 1 a Rotondella, 2 a Ruoti, 2 a Salandra, 2 a Sant’Arcangelo, 5 a Scanzano Jonico (di cui 3 in isolamento a Bernalda e 1 in isolamento a Tursi), 3 a Stigliano, 1 a Tito, 1 a Tolve, 1 a Trivigno, 4 a Tursi, 2 a Venosa e 1 a Viggiano. Nella stessa giornata è deceduta 1 persona residente a Montescaglioso e sono state registrate 39 guarigioni di residenti, a cui si aggiunge quella di una persona residente in Campania, così distribuite sul territorio lucano: 2 ad Avigliano, 1 a Barile, 1 a Filiano, 8 a Lauria, 2 a Maratea, 6 a Matera, 8 a Melfi, 1 a Policoro, 1 a Potenza, 1 a Rapolla, 1 a Rionero in Vulture, 2 a Rotondella, 1 a Ruoti, 2 a Satriano di Lucania, 1 a Scanzano Jonico e 1 a Tito. Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 3.808, di cui 3.672 in isolamento domiciliare. Sono 12.711 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 373 quelle decedute. Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 136: a Potenza 34 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 22 in Pneumologia, 15 in Medicina d’urgenza e 7 in Terapia intensiva dell’ospedale San Carlo; a Matera 35 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 16 in Pneumologia e 7 in Terapia intensiva dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 258.806 tamponi molecolari, di cui 239.064 sono risultati negativi, e sono state testate 157.618 persone.

ZONA ARANCIONE: COSA E’ CONSENTITO E COSA NO. 

– “È vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dai territori in zona arancione salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute».
– «consentiti gli spostamenti strettamente necessari ad assicurare lo svolgimento della didattica in presenza nei limiti in cui la stessa è consentita».
– È permesso “il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza”.
– Il transito “sui territori in zona arancione è consentito qualora necessario a raggiungere ulteriori territori non soggetti a restrizioni negli spostamenti o nei casi in cui gli spostamenti sono consentiti ai sensi del decreto”.

– “È vietato ogni spostamento con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un comune diverso da quello di residenza,

domicilio o abitazione, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili in tale comune”.

Parenti e amici

“Dal 15 marzo al 2 aprile 2021 e nella giornata del 6 aprile 2021, nelle Regioni nelle quali si applicano le misure stabilite per la zona arancione, è consentito, in ambito comunale, lo spostamento verso una sola abitazione privata abitata, una volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le ore 5 e le ore 22, e nei limiti di due persone ulteriori rispetto a quelle ivi già conviventi, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la responsabilità genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi”.

Bar – ristoranti

Chiusi bar e ristoranti:
– Resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio.
– Fino alle 22 è consentita la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze per ristoranti, enoteche.
– Per i bar l’asporto è consentito esclusivamente fino alle ore 18,00.

Città della Pace, PD Scanzano Jonico: non sia un’occasione persa per la comunità

in Politica

Bisogna fare presto! La Città della Pace rischia di diventare una cattedrale nel deserto e soprattutto l’ennesima occasione persa per Scanzano Jonico e il Metapontino. È ormai palese che il presidente Bardi e la sua giunta stiano rallentando se non bloccando il completamento di questa struttura e non agire in tempi rapidi significherà perdere i fondi dedicati e non avviare il progetto. Come Partito Democratico di Scanzano Jonico crediamo fermamente nell’accoglienza e ogni occasione che possa contrastare il fenomeno del caporalato e dello sfruttamento lavorativo non deve andare perduta. Da più parti giunge l’invito ad agire e a fare fronte comune contro il caporalato: lo stesso prefetto di Matera, Rinaldo Argentieri, ha sottolineato recentemente l’importanza di operare a favore della dignità dei braccianti stranieri, che rappresentano una risorsa rilevante per l’economia del Metapontino. Non è questo, dunque, il tempo delle strategie politiche e dei facili allarmismi, è il tempo di cominciare a costruire qualcosa di serio che, in primis, possa rendere ancora più bella e accogliente la nostra comunità, in secondo luogo possa opporre una solida risposta alla piaga del caporalato. Non è il tempo del terrorismo psicologico né quello delle teorie del complotto, è tempo di tornare a investire sul territorio in nome della pace, della solidarietà, dell’integrazione e del rispetto della dignità umana e dei diritti dei lavoratori. Ci rivolgiamo direttamente al concittadino, il consigliere Pasquale Cariello: lui crede come noi nell’importanza della lotta al caporalato? Lui crede come noi nell’importanza dell’accoglienza degli stranieri e dei lavoratori stagionali in particolare in alloggi dignitosi e non alla mercé di quanti speculano su di loro? Lui crede come noi nell’importanza di avviare dei programmi di formazione rivolti ai braccianti, nell’organizzazione di un sistema di trasporto adeguato da e verso i luoghi di lavoro, nella possibilità di avviare percorsi di autoimprenditorialità rivolti alla manodopera straniera? Lui crede come noi nella prospettiva di integrare nella società i cittadini extracomunitari? Lui crede come noi che, se i lavori non verranno completati, la Città della Pace sarà una cattedrale del deserto, l’ennesimo regalo vuoto di questi primi due anni della sua esperienza di consigliere regionale?

Scanzano Jonico, al via il “cantiere politico”: PD e M5S prove d’intesa e aperture

in Politica

Il segretario cittadino del Partito Democratico di Scanzano, Rocco Durante, e l’attivista del Movimento 5 Stelle, Michele Di Tursi, spiegano il significato del “cantiere politico” avviato e aprono alle forze civiche, politiche e sociali presenti a Scanzano Jonico.

 

Covid-19, in Basilicata 120 casi. A Pisticci 4, Bernalda e Policoro 3, a Scanzano 1

in Emergenza Covid-19

Emergenza Covid-19, aggiornamento 23 febbraio, dati 22 febbraio 2021. Fra l’ospedale Madonna delle Grazie di Matera e il San Carlo di Potenza, 5 in totale i pazienti in terapia intensiva

La task force regionale comunica che ieri, 22 febbraio, sono stati processati 1.430 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 120 (e fra questi 114 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Le positività riguardano: 1 persona residente in Lombardia e in isolamento a Matera, 5 persone residenti e in isolamento in Puglia, 2 residenti ad Accettura, 1 ad Avigliano, 3 a Bernalda, 1 a Ferrandina, 7 a Genzano di Lucania, 1 a Grottole, 1 a Lauria, 9 a Maratea, 18 a Matera, 5 a Melfi, 2 a Moliterno, 7 a Montescaglioso, 2 a Oppido Lucano, 3 a Palazzo San Gervasio, 1 a Picerno, 2 a Pignola, 4 a Pisticci, 3 a Policoro, 21 a Potenza, 1 a Rapone, 3 a Rionero in Vulture, 1 a Scanzano Jonico, 16 a Venosa.

La task force fa sapere che al computo delle positività totali della Regione, per successivo caricamento in piattaforma Covid-19, si aggiungono ulteriori 36 positività riferite allo scorso 20 febbraio, data a partire dalla quale le persone interessate sono state comunque prese in carico dall’Azienda sanitaria territorialmente competente.

Le 36 positività sono relative a 1 persone di nazionalità estera in isolamento a Matera, 3 residenti ad Accettura, 1 a Colobraro, 3 a Ferrandina, 1 a Matera, 1 a Montalbano Jonico, 10 a Montescaglioso, 3 a Pisticci, 11 a Policoro, 1 a Scanzano Jonico, 1 a Tursi (in isolamento a Policoro). Nella giornata di ieri 22 febbraio è deceduta 1 persone residente a Potenza e sono guariti 44 lucani, a cui si aggiungono 1 residente nel Lazio in isolamento a Muro Lucano, 1 residente nelle Marche in isolamento a Castelgrande, 1 persona residente e in isolamento in Campania e 1 persona residente e in isolamento in Puglia.

Le 44 guarigioni di residenti sono così distribuite sul territorio regionale: 1 ad Avigliano, 1 a Castelgrande, 3 a Lagonegro, 4 a Lauria, 1 a Marsicovetere, 7 Matera, 6 a Melfi, 1 a Miglionico, 1 a Montalbano Jonico, 1 a Muro Lucano, 3 a Paterno, 2 a Pietragalla, 2 a Pignola, 3 a Policoro, 1 a Pomarico, 1 a Potenza, 1 a Rionero in Vulture, 1 a Tito e 4 a Tolve. Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 3.476, di cui 3.392 in isolamento domiciliare. Sono 10.786 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 357 quelle decedute. Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 84: a Potenza 27 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 21 in Pneumologia, 9 in Medicina d’urgenza e 2 in Terapia intensiva dell’ospedale San Carlo; a Matera 13 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 9 in Pneumologia e 3 in Terapia intensiva dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 232.955 tamponi molecolari, di cui 215.589 sono risultati negativi, e sono state testate 142.341persone.

Covid-19, in Basilicata 113 nuovi casi. A Pisticci 12, 3 a Policoro, 1 Rotondella.

in Emergenza Covid-19

Ad annunciare la positività anche il sindaco di Montalbano, Piero Marrese, che ha fatto il test antigienico rapido

 

La task force regionale comunica che ieri, 17 febbraio, sono stati processati 1.262 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 113 (e fra questi 109 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Le positività riguardano: 1 residente nel Lazio in isolamento a Lavello, 1 residente in Piemonte in isolamento a Venosa, 1 persona residente e in isolamento in Calabria, 1 persona residente e in isolamento in Campania, 2 residenti ad Avigliano, 3 a Castelluccio inferiore, 4 a Castelsaraceno, 1 a Castronuovo Sant’Andrea, 1 a Chiaromonte, 1 a Garaguso, 1 a Genzano di Lucania, 1 residente a Grassano in isolamento a Matera, 3 residenti a Grottole, 1 a Lauria, 1 a Lavello, 2 a Maratea, 10 a Matera, 4 a Melfi, 4 a Miglionico, 1 a Moliterno, 1 a Montescaglioso, 1 a Oppido Lucano, 1 a Palazzo San Gervasio, 1 a Pietragalla, 1 a Pignola, 12 a Pisticci, 3 a Policoro, 8 a Potenza, 4 a Rionero in Vulture, 8 a Roccanova, 1 a Rotondella, 1 residente a San Fele in isolamento a Rionero in Vulture, 6 residenti a Sant’Arcangelo, 1 a Scanzano Jonico, 3 residenti a Senise di cui uno in isolamento a Matera), 4 residenti a Tricarico, 8 a Venosa, 3 a Viggianello e 2 a Viggiano di cui uno in isolamento a Castelsaraceno.

Positivo al Covid-19, stando al test antigenico effettuato, anche il primo cittadino di Montalbano nonché presidente della Provincia di Matera, Piero Marrese. Il sindaco ha divulgato la notizia attraverso il suo canale facebook. Marrese ha poi precisato:

“Rassicuro tutti sulle mie condizioni di salute comunicando che le stesse risultano essere buone e che continuerò ad essere costante,

anche da casa, nel mio impegno di primo cittadino per svolgere, insieme alla squadra di governo, il ruolo istituzionale di Sindaco e Presidente della Provincia di Matera”.

 

Nella stessa giornata sono guarite 90 persone, tra cui 1 residente in Campania in isolamento a Brienza e 1 cittadino di nazionalità estera in isolamento a Vietri di Potenza.

Gli 88 guariti residenti in Basilicata sono così distribuiti: 1 ad Abriola, 1 ad Anzi (in isolamento a Brienza), 2 a Banzi, 3 a Brienza, 1 a Cancellara (in isolamento a Brienza), 1 a Castelmezzano (in isolamento a Brienza), 1 a Garaguso (in isolamento a Brienza), 3 a Genzano di Lucania, 2 a Ginestra, 1 a Laurenzana, 7 a Lavello (di cui 1 in isolamento a Venosa), 3 a Marsico Nuovo (in isolamento a Brienza), 2 a Marsicovetere (in isolamento a Brienza), 4 a Matera, 5 a Melfi, 1 a Missanello (in isolamento a Brienza), 3 a Montemilone, 1 a Montemurro (in isolamento a Brienza), 2 a Oppido Lucano, 6 a Palazzo San Gervasio, 3 a Paterno (in isolamento a Brienza), 1 a Picerno (in isolamento a Brienza), 1 a Pietragalla, 4 a Pignola, 2 a Pisticci (di cui 1 in isolamento a Brienza), 3 a Policoro, 2 a Potenza (di cui 1 in isolamento a Brienza), 1 a Rotondella, 2 a Ruoti (in isolamento a Brienza), 1 a San Fele, 4 a Sant’Angelo Le Fratte (di cui 3 in isolamento a Brienza), 1 a Satriano di Lucania, (in isolamento a Brienza), 2 a Scanzano Jonico, 2 a Tito, 2 a Tramutola  (di cui 1 in isolamento a Brienza), 4 a Venosa, 3 a Viggiano (in isolamento a Brienza)

Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 3.253, di cui 3.174 in isolamento domiciliare. Sono 10.541 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 347 quelle decedute.

 Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 79: a Potenza 29 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 21 in Pneumologia, 8 in Medicina d’urgenza e 4 in Terapia intensiva dell’ospedale San Carlo; a Matera 9 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 6 in Pneumologia e 2 in Terapia intensiva dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 226.744 tamponi molecolari, di cui 209.874 sono risultati negativi, e sono state testate 138.743 persone

Scanzano Jonico, dialogo PD e M5S, nasce il laboratorio

in Politica
Come Partito Democratico e Movimento Cinque Stelle di Scanzano Jonico, abbiamo ritenuto opportuno avviare un processo di collaborazione e pianificazione comune in vista delle prossime elezioni amministrative. Tale appuntamento rappresenta un momento cruciale per le sorti e il destino del nostro comune: esso, infatti, potrà verosimilmente definire l’andamento del prossimo decennio prendendo le mosse da un punto di partenza alquanto critico, a causa della pandemia e dello scioglimento dell’amministrazione comunale di fine 2019.
Per questo motivo, ci è sembrato urgente e doveroso sederci tutti intorno a un tavolo comune che possa attirare quanti hanno a cuore il futuro del nostro paese.
Si tratta di un laboratorio che non si chiude, anzi si presenta necessariamente aperto alle espressioni del mondo civile di Scanzano, nella consapevolezza che solo una sinergia ampia, nel nome della pluralità, possa traghettare il paese in questo passaggio non facile ma necessario.
Vi è, infatti, la necessità urgente di ricostruire un tessuto socio-culturale e di ripensare Scanzano, di costruire una visione che possa rendere il nostro paese competitivo e soprattutto aperto alle grandi innovazioni che ci aspettano nel prossimo decennio, di rafforzarlo in ambito turistico, di proiettarlo ancora più in alto in ambito agricolo, di renderlo all’avanguardia in termini di tecnologia e di green economy, di presentarlo ospitale, sicuro e attento alle categorie più fragili.
Pertanto, ribadiamo la nostra totale disponibilità al confronto e alla predisposizione di un progetto civico che possa trovare il sostegno della cittadinanza alle prossime elezioni amministrative e definire, così, il bene e il futuro di Scanzano. Lo dobbiamo al nostro paese!
Torna su