Archivio tag

riuso

Basilicata: pneumatici fuori uso per fare strade

in Economia

Basilicata: pneumatici fuori uso per fare strade. Trenta mila tonnellate di Pneumatici Fuori Uso raccolte e recuperate solo in regione.

Dieci anni di strategia green e circolare al servizio del Paese:
in Basilicata 30 mila tonnellate di Pneumatici Fuori Uso gestiti da Ecopneus in 10 anni di attività nell’ultimo decennio in Basilicata l’equivalente in peso di oltre 3 milioni di Pneumatici Fuori Uso sono stati raccolti e riciclati da Ecopneus, la società senza scopo di lucro principale operatore della gestione dei PFU in Italia (circa il 60% del totale)

Oltre 700 km chilometri di strade “silenziose”, che resistono a buche e fessurazioni e che quindi durano anche di più oppure più di 150 innovativi campi da calcio di ultima generazione, performanti, sicuri e sostenibili. Sono quelli che si potrebbero realizzare con il recupero delle circa 30 mila tonnellate di Pneumatici Fuori Uso raccolte e recuperate solo in Basilicata nella filiera Ecopneus in 10 anni di attività, equivalenti in peso a oltre 3 milioni pneumatici da autovettura.
Questi i risultati nella Regione dei primi 10 anni di attività di Ecopneus, società senza scopo di lucro principale operatore della gestione dei Pneumatici Fuori Uso in Italia, diffusi in occasione della presentazione del Rapporto di Sostenibilità, elaborato dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile. La società, responsabile di circa il 60% dei PFU generati ogni anno in Italia, gestisce mediamente ogni anno circa 200.000 tonnellate di PFU, l’equivalente in peso di circa 22 milioni di pneumatici per automobile.
In 10 anni di attività in Basilicata Ecopneus ha raccolto e recuperato oltre 30mila tonnellate di Pneumatici Fuori Uso effettuando mediamente ogni anno circa 1.300 missioni di raccolta presso gommisti, stazioni di servizio e autofficine della Regione.
Risultati importanti che confermano la validità di un sistema che ha profuso un impegno unico nel panorama nazionale e che grazie al contributo di tutti gli attori coinvolti ha portato negli anni un beneficio concreto alla collettività e all’ambiente promuovendo con forza un sempre maggiore impiego della gomma riciclata in tante applicazioni utili per la vita quotidiana e favorendo lo sviluppo di una cultura del riciclo e della sostenibilità.

“Continueremo a fare innovazione dedicando grande attenzione alla ricerca e contribuendo allo sviluppo della cultura della sostenibilità attraverso attività di informazione e formazione, con lo scopo di massimizzare i benefici per la collettività derivanti dal recupero dei Pneumatici Fuori Uso” – ha dichiarato il Direttore Generale di Ecopneus Federico Dossena

“Negli anni Ecopneus si è fortemente impegnata per lo sviluppo dei mercati di sbocco della gomma riciclata, un materiale elastico, resistente all’usura, agli agenti atmosferici e chimici, che se inserita in un circuito virtuoso come quello che abbiamo costruito può fare davvero la differenza e contribuire all’economia circolare di molti settori, dall’edilizia, all’industria, allo sport, alle infrastrutture”

Al livello nazionale dal 2011 ad oggi Ecopneus ha gestito 2.220.090 tonnellate di Pneumatici Fuori Uso (come il peso di 20 super portaerei), 130 mila tonnellate in più rispetto agli obiettivi di legge (+6% in media ogni anno) ed effettuato oltre 700 mila missioni di raccolta presso circa 25 mila gommisti registrati su tutto il territorio nazionale, con un impegno straordinario per gli interventi negli stock storici e per il prelievo straordinario dei PFU abbandonati nei territori della Terra dei Fuochi, per un totale di 87 mila tonnellate di PFU prelevati.

Differenziata, a Taranto la comunicazione con “Inchiostro di Puglia”

in Economia

Differenziata a Taranto la comunicazione con “Inchiostro di Puglia”. Novità: la funzione “ingombranti” e la “bacheca del riuso”

Nuovi strumenti per una corretta raccolta differenziata a Taranto. Con l’applicazione “Riciclario” sono attive due preziose funzioni, tra le altre già disponibili, dedicate agli utenti: la prima è quella “Ingombranti”, che dà la possibilità ai cittadini di prenotare il ritiro gratuito degli ingombranti a casa. La nuova funzione si affianca al numero verde 800 013 739, attivo per lo stesso scopo. La seconda funzione è la cosiddetta “Bacheca del Riuso”, che offre all’utente la possibilità di disfarsi di un ingombrante semplicemente caricando una foto dell’oggetto sulla finestra digitale. In caso di feedback positivo da parte di un altro utente, l’azione si può chiudere in pochi e semplici passaggi. Riciclario è l’app che aiuta a migliorare le performance di raccolta differenziata, a ridurre la produzione dei rifiuti e a veicolare le informazioni. È un’applicazione innovativa pensata per aiutare i cittadini nella corretta gestione dei propri rifiuti. Aumenta l’efficacia dei servizi, permette di migliorare la qualità dei rifiuti differenziati e facilita la comunicazione tra cittadino, Comune di Taranto e azienda.

Kyma Ambiente, Comune di Taranto e Riciclario, in collaborazione con Inchiostro di Puglia, lanciano inoltre una simpatica campagna di comunicazione ambientale dedicata alla raccolta differenziata, ispirata alla saggezza popolare, che coinvolge emotivamente i cittadini. Attraverso l’utilizzo di modi di dire dialettali, riprodotti su 100 tavole che verranno affisse in apposite cornici sulle pensiline di Kyma Mobilità, l’obiettivo è quello di aiutare i cittadini a districarsi correttamente con la raccolta differenziata. Alla conferenza stampa di questa mattina nella sede di Kyma Ambiente a Paolo VI hanno partecipato il presidente Giampiero Mancarelli, l’assessore alle Partecipate e all’Ambiente Paolo Castronovi e la sales account manager di “Riciclario” Valentina Di Lauro.  «Con queste due nuove funzioni di “Riciclario” – ha commentato il presidente Mancarelli – offriamo ai cittadini la possibilità di prenotare via app il ritiro gratuito degli ingombranti a casa, evitando eventuali attese del numero verde. Maggiore interazione con i cittadini, quindi, migliorando inoltre il ventaglio dei servizi grazie alla “Bacheca del Riuso”. Questo strumento permette di disfarsi di un ingombrante, semplicemente caricando la foto dell’oggetto nella vetrina virtuale. Pochi passaggi intuitivi e pochi clic per completare l’operazione, in caso di interesse da parte di un altro utente. Con la campagna di comunicazione ambientale che coinvolge la pagina social “Inchiostro di Puglia”, vogliamo dare ai cittadini la possibilità di districarsi con la raccolta differenziata con il sorriso, sfruttando citazioni in vernacolo che possano arrivare a tutti. Fare la raccolta differenziata non è mai stato così semplice». «Il Comune di Taranto – ha spiegato l’assessore Castronovi – si è dotato di un nuovo strumento che consente ai cittadini non solo di effettuare correttamente la raccolta differenziata, ma anche di disfarsi degli ingombranti in pochi e semplici clic grazie all’applicazione “Riciclario”. L’amministrazione Melucci crede nella raccolta differenziata e nella possibilità di migliorare il servizio, grazie ai cittadini che saranno sempre più coinvolti e informati. E con le applicazioni “Ingombranti” e “Bacheca del Riuso” vogliamo dare una risposta efficace al fenomeno degli abbandoni: gli incivili non avranno più scuse».  «Siamo contenti di questa collaborazione con Kyma Ambiente – ha dichiarato Valentina Di Lauro -, e lo siamo anche per queste due funzioni fortemente volute dal presidente Mancarelli e dal Comune di Taranto. Consea e “Riciclario” sono dalla parte dell’ambiente, e offrono strumenti innovativi per una corretta raccolta differenziata».

 

Iniziativa digitale anche nel Metapontino, con APPolicoro, l’app sviluppata dal team di creativi Officine Creative

Torna su