Archivio tag

pensioni

Poste italiane comunicate le date per il pagamento delle pensioni di Dicembre 2023

in Economia

Poste italiane comunicate le date per il pagamento delle pensioni di Dicembre 2023. Dal 1° dicembre i cognomi dalla A alla lettera C per chiudere il 5 con Q-Z.

 

E’ possibile ritirare la pensione nei 180 Uffici Postali e nei 135 ATM Postamat della provincia

Potenza, 30 novembre 2023 – Poste Italiane comunica che in tutti i 180 Uffici Postai lucani le pensioni del mese di dicembre, comprensive di tredicesima, saranno in pagamento a partire da venerdì 1.

Per una migliore fruizione del servizio, è consigliabile, per il ritiro delle pensioni in contanti, seguire la turnazione alfabetica suggerita nell’avviso specifico posto all’esterno di ciascun Ufficio Postale, come nell’esempio:

i cognomi dalla A alla C venerdì 1° dicembre
dalla D alla K sabato (solo mattina) 2 dicembre
dalla L alla P lunedì 4 dicembre
dalla Q alla Z martedì 5 dicembre

Le pensioni di dicembre saranno disponibili a partire da venerdì 1, anche per i titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution che abbiano scelto l’accredito. I possessori di Carta di Debito associate a conti/libretti o di Postepay Evolution, quindi, potranno prelevare in contanti dai XXX ATM Postamat della provincia, senza recarsi allo sportello. Inoltre, i possessori di Carta di Debito associate a conti/libretti potranno usufruire gratuitamente di una polizza assicurativa che consente un risarcimento fino a € 700 all’anno sui furti di contante subiti nelle due ore successive al prelievo effettuato sia dagli sportelli postali sia dagli ATM Postamat.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito  o contattare 06 45263322.

Basilicata: le date per il ritiro delle pensioni in Posta

in Economia

Basilicata: le date per il ritiro delle pensioni in Posta. E’ possibile ritirare la pensioni nei 180 uffici e nei 135 Postamat della regione

Potenza, 28 febbraio 2022 – Poste Italiane comunica che le pensioni del mese di marzo saranno in pagamento a partire da mercoledì 1° in tutti i 180 Uffici Postali lucani.

In continuità con quanto fatto finora, con l’obiettivo di evitare assembramenti, il pagamento delle pensioni in contanti avverrà preferibilmente secondo la seguente turnazione alfabetica, che potrà variare in base al numero di giorni di apertura della sede di riferimento:
Pertanto, i cognomi dalla A alla C mercoledì 1° marzo
dalla D alla K giovedì 2 marzo
dalla L alla P venerdì 3 marzo
dalla Q alla Z sabato 4 marzo (solo la mattina)

Le pensioni di marzo saranno disponibili, a partire da mercoledì 1° anche per i titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution che abbiano scelto l’accredito. I possessori di Carta di Debito associate a conti/libretti o di Postepay Evolution, quindi, potranno prelevare i contanti dai 135 ATM Postamat della regione senza recarsi allo sportello. Inoltre, i possessori di Carta di Debito associate a conti/libretti potranno usufruire gratuitamente di una polizza assicurativa che consente un risarcimento fino a € 700 all’anno sui furti di contante subiti nelle due ore successive al prelievo effettuato sia dagli sportelli postali sia dagli ATM Postamat.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www.poste.it o contattare il numero verde 800 00 33 22.

Poste Italiane comunica il calendario delle pensioni di dicembre

in Economia

Poste Italiane comunica il calendario delle pensioni di dicembre

E’ possibile ritirare la pensione nei 180 Uffici Postali e nei 135 ATM Postamat

Potenza, 30 novembre 2022 – Poste Italiane comunica che le pensioni del mese di dicembre saranno in pagamento a partire da giovedì 1° in tutti i 180 Uffici Postali lucani.

In continuità con quanto fatto finora e con l’obiettivo di evitare assembramenti, il pagamento delle pensioni e delle tredicesime, in contanti, avverrà preferibilmente secondo la seguente turnazione alfabetica che potrà variare in base al numero di giorni di apertura dell’Ufficio Postale di riferimento:
Pertanto, i cognomi dalla A alla C giovedì 1° dicembre
dalla D alla K venerdì 2 dicembre
dalla L alla P sabato mattina 3 dicembre
dalla Q alla Z lunedì 5 dicembre

Poste Italiane comunica inoltre che le pensioni del mese di dicembre saranno disponibili, sempre a partire da giovedì 1°dicembre, anche per i titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution che abbiano scelto l’accredito. I possessori di Carta di Debito associate a conti/libretti o di Postepay Evolution, quindi, potranno prelevare i contanti dai XXX ATM Postamat della provincia senza bisogno di recarsi allo sportello.

Inoltre,

i possessori di Carta di Debito associate a conti/libretti potranno usufruire gratuitamente di una polizza assicurativa che consente un risarcimento fino a € 700 all’anno sui furti di contante subiti nelle due ore successive al prelievo effettuato sia dagli sportelli postali sia dagli ATM Postamat.

Per ulteriori informazioni, è possibile consultare il sito www.poste.it o contattare il numero verde 800 00 33 22.

 

Poste Italiane, in Basilicata le pensioni di Gennaio in pagamento dal 28 Dicembre

in Economia

 

Per chi ha scelto l’accredito, ritiro possibile dagli ATM Postamat . Turnazione in ordine alfabetico per chi ritira in contanti negli uffici postali

 

Potenza, 23 dicembre 2020 – Poste Italiane comunica che in Basilicata le pensioni del mese di gennaio verranno accreditate a partire da lunedì 28 dicembre per i titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution. I titolari di carta Postamat, Carta Libretto o di Postepay Evolution potranno prelevare i contanti dagli ATM Postamat disponibili, senza bisogno di recarsi allo sportello. In funzione della diffusione del virus Covid-19, l’Azienda ricorda l’esigenza di agire con responsabilità nel rispetto delle indicazioni delle autorità.In tal senso, la volontà di continuare a garantire un servizio essenziale per la vita del nostro Paese, coniugata con la necessità di tutelare la salute di clienti e dipendenti, impone l’adozione di provvedimenti rispondenti alle disposizioni normative attualmente in vigore. Pertanto, coloro che non possono evitare di ritirare la pensione in contanti in un Ufficio Postale, dovranno presentarsi agli sportelli rispettando la turnazione alfabetica prevista dal seguente calendario che potrà variare a seconda del numero di giorni di apertura dell’ufficio postale di riferimento:

I cognomi  dalla A alla C lunedì 28 dicembre

dalla D alla G martedì 29 dicembre

dalla H alla M mercoledì 30 dicembre

dalla N alla R giovedì mattina 31 dicembre

dalla S alla Z   sabato mattina 2 gennaio.

Poste Italiane ricorda che i cittadini di età pari o superiore a 75 anni che percepiscono prestazioni previdenziali presso gli uffici postali, che riscuotono normalmente la pensione in contanti e che non hanno già delegato altri soggetti al ritiro della pensione, possono chiedere di ricevere gratuitamente le somme in denaro presso il loro domicilio, delegando al ritiro i Carabinieri. Poste Italiane comunica inoltre che in undici uffici postali della provincia di Potenza e in altri tre della provincia di Matera è possibile prenotare il proprio turno allo sportello tramite WhatsApp. Richiedere il ticket elettronico con questa modalità è molto semplice: basterà memorizzare sul proprio smartphone il numero 3715003715 e seguire le indicazioni utili a conseguire la prenotazione del ticket. Per gli uffici abilitati alla prenotazione su WhatsApp, è stata riattivata anche la possibilità di prenotare il proprio turno allo sportello da remoto direttamente da smartphone e tablet utilizzando l’app “Ufficio Postale” oppure da pc collegandosi al sito poste.it, senza la necessità di registrarsi. Negli uffici postali con possibilità di prenotazione “a distanza”, è inoltre possibile tornare ad attendere il proprio turno allo sportello all’interno dei locali. Per conoscere gli uffici abilitati alla prenotazione del ticket da remoto e per ulteriori informazioni, è possibile consultare il sito www.poste.it o contattare il numero verde 800 00 33 22.

 

 

Poste Italiane: “Pensioni di Dicembre e tredicesima in pagamento già a Novembre”

in Emergenza Covid-19

Per chi ha scelto l’accredito, ritiro possibile dagli ATM Postamat

Turnazione in ordine alfabetico per chi ritira in contanti negli uffici postali

Poste Italiane comunica che in Basilicata le pensioni del mese di dicembre, comprensive di treedicesima, verranno accreditate a partire da mercoledì 25 novembre per i titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution. I titolari di carta Postamat, Carta Libretto o di Postepay Evolution potranno prelevare i contanti dagli ATM Postamat disponibili in provincia, senza bisogno di recarsi allo sportello. In funzione di una nuova ed importante diffusione del virus Covid-19, l’Azienda ricorda l’esigenza di agire con responsabilità nel rispetto delle indicazioni delle autorità. In tal senso, la volontà di continuare a garantire un servizio essenziale per la vita del nostro Paese, coniugata con la necessità di tutelare la salute di clienti e dipendenti, impone l’adozione di provvedimenti rispondenti alle disposizioni normative attualmente in vigore. Pertanto, coloro che non possono evitare di ritirare la pensione in contanti in un Ufficio Postale, dovranno presentarsi agli sportelli rispettando la turnazione alfabetica prevista dal seguente calendario che potrà variare a seconda del numero di giorni di apertura dell’ufficio postale di riferimento:

I cognomi  dalla A alla B   mercoledì 25 novembre

dalla C alla D giovedì 26 novembre

dalla E alla K venerdì 27 novembre

dalla L alla O sabato mattina 28 novembre

dalla P alla R lunedì 30 novembre

dalla S alla Z   martedì 1° dicembre.

Poste Italiane ricorda che i cittadini di età pari o superiore a 75 anni che percepiscono prestazioni previdenziali presso gli uffici postali, che riscuotono normalmente la pensione in contanti e che non hanno già delegato altri soggetti al ritiro della pensione, possono chiedere di ricevere gratuitamente le somme in denaro presso il loro domicilio, delegando al ritiro i Carabinieri.

Poste Italiane comunica inoltre che in quattordici uffici postali lucani è possibile prenotare il proprio turno allo sportello tramite WhatsApp. Richiedere il ticket elettronico con questa modalità è molto semplice: basterà memorizzare sul proprio smartphone il numero 3715003715 e seguire le indicazioni utili a conseguire la prenotazione del ticket. Per gli uffici abilitati alla prenotazione su WhatsApp, è stata riattivata anche la possibilità di prenotare il proprio turno allo sportello da remoto direttamente da smartphone e tablet utilizzando l’app “Ufficio Postale” oppure da pc collegandosi al sito poste.it, senza la necessità di registrarsi. Negli uffici postali con possibilità di prenotazione “a distanza”, è inoltre possibile tornare ad attendere il proprio turno allo sportello all’interno dei locali. Per conoscere gli uffici abilitati alla prenotazione del ticket da remoto e per ulteriori informazioni, è possibile consultare il sito www.poste.it o contattare il numero verde 800 00 33 22.

 

 

 

Pensioni, sindacati bancari: “chi ha il conto prelevi allo sportello”

in Emergenza Covid-19
Rivolgiamo un appello ai pensionati e alle pensionate lucani che hanno l’accredito della loro pensione su un conto corrente presso un istituto bancario affinché, a partire dall’1 di aprile, prelevino la loro pensione dagli sportelli bancomat senza accedere in filiale.
Per coloro che fossero sprovvisti di carta bancomat ricordiamo che, in questo periodo di assoluta emergenza sanitaria nazionale, l’accesso alle filiali può avvenire solo previo appuntamento telefonico.
Queste misure sono necessarie per evitare inutili assembramenti, pericolosi in quanto potenziali diffusori del contagio da Covid19.
Facciamo appello al senso di responsabilità di ognuno necessario per la salvaguardia della vostra salute e di quella dei dipendenti bancari che sono obbligati a lavorare per assicurare un “servizio pubblico essenziale”.
Siamo lavoratrici e lavoratori che non possono rispondere all’appello “io resto a casa” perché obbligati a uscire per recarsi al proprio posto di lavoro mettendo a repentaglio la propria salute e quella dei propri familiari. Lavoro che stiamo svolgendo con senso di responsabilità, abnegazione e sacrificio per non abbandonare clientela, famiglie e imprese.
Fabi – FIrst Cisl – Fisac Cgil – Uilca – Unisin
Torna su