Archivio tag

papa

Papa Francesco a Matera: il programma della visita del prossimo 25 Settembre

in Appuntamenti

Papa Francesco a Matera: il programma della visita del prossimo 25 Settembre. Il pontefice sarà a Matera per la conclusione del XXVII Congresso Eucaristico Nazionale

 

Le Chiese in Italia esprimono profonda gratitudine al Santo Padre che, domenica 25 settembre, sarà a Matera per la conclusione del XXVII Congresso Eucaristico Nazionale. “Ringrazio Papa Francesco che condivide con noi una tappa decisiva del nostro Cammino sinodale: ritrovarsi intorno a Gesù, gustare il pane della sua presenza. Camminare con Lui ci fa camminare insieme tra noi e con i tanti pellegrini della vita, che sono i nostri compagni di viaggio”, commenta il Cardinale Matteo Zuppi, Arcivescovo di Bologna e Presidente della CEI. “L’appuntamento – aggiunge – sarà anche occasione per rilanciare l’attualità del messaggio del Concilio Vaticano II, alla vigilia del 60° anniversario della sua apertura. Vogliamo rivivere la ‘sobria ebrezza’ di quella Pentecoste e gustare la bellezza dell’Eucaristia, fonte e culmine della vita e della missione della Chiesa, che genera e rigenera la comunità cristiana e la apre al mondo. Se condividiamo il pane del cielo, come non condivideremo quello terreno?, si chiedeva il Cardinale Lercaro”.
L’appuntamento, che si terrà dal 22 al 25 settembre nella “città dei Sassi” sul tema “Torniamo al gusto del pane. Per una Chiesa eucaristica e sinodale”, è parte integrante del Cammino sinodale e richiama le dimensioni della comunione, della partecipazione e della missione, in un’ottica di conversione ecologica, pastorale e culturale.
Le giornate che precederanno l’arrivo di Papa Francesco saranno, infatti, scandite da momenti di celebrazione, da testimonianze, da gesti significativi che aiuteranno a leggere il tempo presente e permetteranno di lanciare un messaggio di speranza e di pace. “Tornare al gusto del pane – sottolinea il Cardinale Presidente – assume un valore ancora più profondo in un momento in cui le pandemie del Covid e della guerra ci chiedono di spezzare il pane dell’amore, specialmente con quanti si trovano in situazioni di fragilità e povertà”.
“Aspettiamo Papa Francesco a Matera a braccia aperte e fin d’ora – conclude il Presidente della CEI – ci prepariamo a questo incontro con la preghiera”.

Programma visita pastorale del Santo Padre Francesco a Matera

ore 7.00 Decollo dall’eliporto del Vaticano
ore 8.30 Atterraggio nello Stadio comunale XXI Settembre a Matera

Il Santo Padre è accolto da:
1. Card. Matteo Maria Zuppi, Arcivescovo di Bologna, Presidente della Conferenza Episcopale Italiana
2. S. E. Mons. Antonio Giuseppe Caiazzo, Arcivescovo di Matera- Irsina, Presidente dei Congressi Eucaristici Italiani
3. On. Vito Bardi, Presidente della Regione Basilicata
4. S. E. Dott. Sante Copponi, Prefetto di Matera
5. Dott. Domenico Bennardi, Sindaco di Matera
6. Dott. Piero Marrese, Presidente Provincia di Matera

Immediato trasferimento in auto in Cattedrale

ore 9.00 In Cattedrale: incontro con Profughi, rifugiati, situazioni varie di povertà presenti nelle strutture diocesane di accoglienza
Presentazione di S. E. Mons. Antonio Giuseppe Caiazzo, Arcivescovo di Matera-Irsina
* parole di saluto del Santo Padre

ore 9.30 Il Santo Padre lascia la Cattedrale in auto
ore 10.00 In Piazza Matteotti: Concelebrazione eucaristica per la conclusione del Congresso Eucaristico Nazionale
*Omelia del Santo Padre
*Angelus
– parole di ringraziamento del Card. Matteo Maria Zuppi, Arcivescovo di Bologna, Presidente della Conferenza Episcopale Italiana

ore 11.45 Il Santo Padre raggiunge in auto la Mensa della Fraternità intitolata a “Don Giovanni Mele” in via Giacomo Raccioppi: benedizione e inaugurazione ufficiale della nuova struttura

ore 12.30 Stadio comunale XXI Settembre: il Santo Padre si congeda dalle autorità che lo hanno accolto all’arrivo
Decollo dallo Stadio comunale di Matera

ore 14.00 atterraggio nell’eliporto del Vaticano

Segui ilMet su Instagram

Papa Francesco a Matera il 25 settembre 2022

in Appuntamenti

Papa Francesco a Matera il 25 settembre 2022. Vito Bardi: “sarà giornata storica”. Il pontefice chiuderà il ventisettesimo Congresso Eucaristico nella Città dei Sassi

 

“Aspettiamo con ansia e devozione Papà Francesco a Matera, il 25 settembre prossimo per la chiusura del ventisettesimo Congresso eucaristico che si terrà nella città dei Sassi a partire dal 22 settembre. Si tratta di un evento fortissimamente voluto dalla Diocesi di Matera-Irsina e che vedrà il decisivo impegno economico diretto da parte della Regione Basilicata, perché abbiamo voluto sostenere ancora una volta la Città dei Sassi, che è oggi il volto internazionale della Basilicata nel mondo e quindi abbiamo stanziato tantissime risorse per dare a Matera e a tutta la Basilicata questa ennesima giornata storica. I fedeli di tutta la Basilicata hanno il cuore pieno di gioia. Aspettiamo Papa Francesco nella bellissima Matera”. Lo afferma in una nota il Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi.

La conferma dell’arrivo del Papa a Matera è giunta dall’arcivescovo di Matera-Irsina, monsignor Giuseppe Antonio Caiazzo, che ha presentato il programma del congresso, che prenderà inizio il 22 settembre: “Prima della Santa Messa in piazza Matteotti, la mattina del 25 settembre – ha aggiunto il presule – Papa Francesco farà un giro in auto a Matera, lungo un itinerario che comprende anche gli antichi rioni sassi, Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco”. La Messa celebrata dal Pontefice “sarà l’unica a cui tutti parteciperanno insieme, a coronamento delle giornate congressuali”.

L’ evento sarà ripreso da Tv2000 e Avvenire. Nel corso delle giornate, che prevedono ogni giorno l’arrivo in media di 1.500 ospiti ufficiali (delegazioni di sette compreso il Vescovo per ciascuna delle 223 diocesi) e di pellegrini, si svolgeranno momenti di riflessione, preghiera, testimonianze. Riferendosi al tema del congresso e alle preoccupazioni per la guerra in Ucraina l’arcivescovo ha detto che “‘Tornare al gusto del pane’ significa che da Matera, una delle città più antiche del mondo, come Chiesa Italiana, lanceremo un forte messaggio di speranza affinché non si arrivi ad un semplice trattato di pace ma alla condivisione dello stesso pane. Una pace ‘a tavolino’ – ha concluso – senza la consapevolezza della fratellanza e la necessità della giustizia, è peggio della guerra”.

Il Congresso lascerà anche alcuni segni tangibili. Riguardano l’ inaugurazione a Matera della mensa dei poveri dedicata a don Giovanni Mele, la nascita della casa dei migranti a Serramarina di Bernalda (Matera), l’apertura della “casa degli autistici” a Pisticci (MAtera), l’inaugurazione a Matera di nuovi spazi del polo culturale per la Biblioteca, l’Archivio storico e il Museo diocesano.

Segui ilMet su Instagram

Torna su