Archivio tag

metaverso

Metapontion di Pitagora: prima edizione di Scuola Expo

in Cultura

Metapontion di Pitagora: prima edizione di Scuola Expo. Il museo nel Metaverso

 

Metapontion di Pitagora, nel solco della migliore tradizione e sotto gli auspici del DICEM-Università di Basilicata diretto dal prof. Aldo Corcellla e dell’EPLI presieduto dal dr. Pasquale Ciurleo, ha tenuto a battesimo la prima edizione di SCUOLA EXPO. Una giornata-evento tra visite guidate, parte convegnistica, libri, teatro, danza, che presso il Castello di Torremare ha ospitato settanta tra studenti e docenti del Liceo G.B. Vico di Laterza.
Giunto a Metaponto in mattinata, il gruppo ha potuto vivere l’esperienza della visita al piccolo museo non statale “MMMG – Museo nel Metaverso”, sostenuto dalla Direzione Generale dei Musei di Roma, presente in una delle sale del castello, e visitare il monumento dedicato a Pitagora nell’agorà di Metaponto.
Subito dopo l’accensione rituale della fiamma beneaugurale effettuata dalla prima Naiade Ilde Calvello, sono state avviate le attività previste nel programma pomeridiano sotto lo sguardo attento e incuriosito dei numerosi partecipanti.
L’Istituto pugliese, diretto dalla prof.ssa Luciana Lo Vecchio, ha realizzato, in collaborazione con l’OCCSE, un eccellente lavoro su Pitagora, poi presentato dalle docenti, prof.sse Ornella Lazzaro e Vita Tria, e da alcuni studenti nel corso del convegno, a cui hanno preso parte i rappresentanti delle scuole che hanno costituito il primo nucleo della rete di scopo PITAGORA NETWORK, con capofila l’IIS Bernalda-Ferrandina, diretto dal prof. Giosué Ferruzzi, e soggetto attuatore l’associazione OCCSE.
Una rete che, come illustrato dalla referente, prof.ssa Barbara Lombardi, oggi comprende, oltre alla scuola capofila, l’I.C. Pitagora di Bernalda, diretto dalla prof.ssa Grazia Marciuliano, e l’IIS Pitagora di Pozzuoli, diretto dal prof. Antonio Vitagliano, e che è destinata ad allargarsi nei prossimi mesi all’intera area dell’antica Magna Grecia. La rete si propone di dare vita a progetti ed iniziative culturali volti a rafforzare l’identità e a valorizzare il patrimonio materiale ed immateriale del nostro territorio.
La presenza del filosofo ed etnomusicologo Pierpaolo De Giorgi che, con il supporto di Saverio De Florio, ha presentato il suo ultimo libro, ha impreziosito una giornata ricca di illuminanti spunti di riflessione.
La giornata si è conclusa con le performances di ben due gruppi di rievocazione storica, le Naiadi di Metapontion, dirette dalla prof. ssa Milena Proto, e le Nereidi di Taras, dirette da Clelia Madaro, che hanno presentato rispettivamente “La rinascita a Metapontion” e “Omaggio alla dea”.
L’evento è stato supportato dalla preziosa opera dell’Associazione Metapontum, presieduta da Daniele Calvello, e dalla DEAGEST srl dell’ing. Antonello Desantis.
Ringraziamo tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione di questo significativo evento, in particolare gli studenti e gli instancabili volontari dell’OCCSE: il Presidente dr. Giuseppe Barberino, la prof.ssa Filomena Musillo, Gianni Mauriello, Anna Dragone, Rita del Castello e le meravigliose Naiadi (Melissa, Angela, Silvia, Giusy, Sibora).
Annotiamo con orgoglio un altro ulteriore e deciso passo teso al recupero e alla valorizzazione identitaria e culturale della Magna Grecia, dove il maestro Pitagora insegnò, visse e morì, e dove non pochi avvertono la necessità del recupero di antichi insegnamenti.

Realverso Lucanum Metaverso: il lancio pubblico il prossimo 10 Maggio

in Cultura

Realverso Lucanum Metaverso: il lancio pubblico il prossimo 10 Maggio. L’evento si svolgerà a Matera all’Open Space di APT Basilicata

Tutto pronto per il lancio pubblico del Realverso Lucanum, metaverso che fa scoprire il territorio lucano sensibilizzando e formando la comunità sugli obiettivi dell’Agenda ONU 2030, che avverrà durante l’evento del 10 Maggio alle ore 11 presso Open Space di APT Basilicata in Piazza Vittorio Veneto a Matera.

Gerardo Larocca, sindaco di Brindisi Montagna e Vito Santarcangelo, amministratore della iinformatica dichiarano “L’evento di lancio pubblico sarà un momento di confronto istituzionale e tecnico-scientifico di notevole rilevanza nazionale dove verranno mostrate le opportunità offerte dal metaverso e dal digital twin. Inoltre, tramite il pass cartolina che sarà consegnato ai partecipanti all’evento sarà possibile accedere dal proprio browser con il proprio avatar alla prima versione sperimentale del Realverso Lucanum che vedrà già attive le città di Brindisi Montagna, Potenza, Pisticci e Barile, quattro dei nove comuni lucani già aderenti al progetto”.

A Brindisi Montagna sarà possibile, collezionando conio etico, attivare le luci del digital twin che sarà installato in una vetrina pubblicamente visibile presso la Martulli Viaggi a Matera a partire dalle ore 10.30 del giorno dell’evento. A tal proposito Michele Martulli afferma “Siamo convinti delle potenzialità del metaverso, e abbiamo da subito creduto nel Realverso Lucanum quale nuovo strumento digitale per promuovere maggiormente l’offerta dei nostri servizi di tour operator che guardano ad una promozione territoriale dell’hinterland della Basilicata. Offriremo quindi nella nostra agenzia una finestra gratuita per l’accesso al metaverso da parte dei turisti”.

L’evento lancio vedrà la partecipazione istituzionale del Direttore di APT Basilicata Antonio Nicoletti, della Regione Basilicata rappresentata dal consigliere Gerardina Sileo, del Presidente della Provincia di Matera Piero Marrese, del Sindaco di Matera Domenico Bennardi, del presidente ANCI Basilicata Andrea Bernardo, del direttore di Asset Basilicata Vito Signati, del Presidente dell’Ente Pro Loco Italiane Pasquale Ciurleo con la moderazione di Rocco Franciosa Presidente Ente Pro Loco Basilicata.

Segui ilMet su Instagram

 

L’INTERVISTA. Il “Realverso” lucano: “luogo innovativo e visionario”

L’INTERVISTA. Il “Realverso” lucano: “luogo innovativo e visionario”

in Economia

 Il “Realverso” lucano: “luogo innovativo e visionario”.  A parlarne l’amministratore unico, Vito Santarcangelo, della iInformatica e il concepteur Alessandro D’Alcantara

Su Instagram la gallery fotografica

Un ingegnere informatico nonché amministratore unico della iInformatica Srl, Vito Santarcangelo di Matera, e un concepteur, della stessa azienda, laureatosi all’Accademia delle Belle Arti di Bari, Alessandro D’Alcantara di Ferrandina, hanno dato vita al “Realverso” lucano, uno spazio che è un concentrato di creatività e tecnologia, capace di accogliere tradizioni e cultura, metterle in rete e valorizzare la condivisione e l’interazione. “Lucanum Realverso” è un prodotto innovativo e visionario quale ulteriore declinazione delle iniziative territoriali precedenti”.

Già, il percorso che ha condotto il team al progetto è fatto di tanti passi e iniziative di successo: le carte da gioco Lucanum, il Lucanum Route, il Caggiulino Lucanum, Lucanum Town, il gioco di carte Lucanum Elements. E, adesso, il progetto Realverso Lucanum, che ha visto inoltre l’impegno di brillanti risorse del team iInformatica: Diego Sinitò, Michele Di Lecce, Davide Scintu, Alessandro Verderame, Fabio Stasi, Antonio Ruoto e Giuseppe Oddo. La iInformatica S.r.l. è una PMI Innovativa fondata nel 2014 con sede a Matera, Trapani Catania e Napoli. La società collabora con imprenditori e aziende che credono nel potere dell’innovazione, occupandosi di ricerca industriale e sviluppo sperimentale negli ambiti software, sistemi embedded, strumenti editoriali e product design. Le attività di ricerca hanno condotto all’ottenimento di 21 privative industriali (18 brevetti per invenzione industriale e 3 brevetti per modello di utilità) e sono state oggetto di pubblicazione in contesti scientifici nazionali e internazionali. Nella provincia di Matera i primi comuni a patrocinare l’iniziativa Realverso sono stati Pisticci, Craco e Stigliano. Si spera chiaramente nella massiccia adesione di tutti.

Se un nonno lucano qualsiasi ti chiedesse di spiegargli cos’è il metaverso come glielo descriveresti in poche battute?

Il metaverso è un mondo digitale (alternativo al mondo reale) che permette alle persone di incontrarsi e interagire tra loro e con il mondo reale, anche comodamente da casa utilizzando internet. Si può quindi fare due passi nella adorata piazza cittadina e fare due chiacchiere con gli amici direttamente da casa e preservare nello stesso tempo memorie e tradizioni della nostra cultura per le future generazioni”, ha raccontato Alessandro.

Alessandro, cosa serve, in senso molto pratico, per “accedere” nel realverso lucano?

A breve sarà reso pubblico e sarà sufficiente disporre di un pc o un tablet o un visore e di una connessione ad internet. La semplicità del Realverso Lucanum risiede tanto nella sua accessibilità quanto nella sua fruibilità. Nato per essere a portata di tutti grazie alla grafica dei prodotti di gamificazione, rompe le barriere inter e intra generazionali e si sviluppa in un prodotto culturale facile, immediato e coinvolgente. E’ semplice e inclusivo nell’interfaccia e nelle interazioni”.

Dalle carte e i giochi da tavola al “metaverso”, anzi “realverso”, per Lucanum il passo è stato breve… ce lo racconti? 

Lucanum nasce come gioco da tavolo della Basilicata, un prodotto culturale che vuole valorizzare il territorio lucano e le sue peculiarità. Il gran successo di questo primo prodotto ha fatto emergere l’esigenza di un continuum, un vero e proprio progetto cross mediale. E da lì son nati il Lucanum con le Pro Loco (sinergia con 84 Pro Loco Lucane), le carte da gioco Lucanum, il Lucanum Route (roulette digitale territoriale, vincitore del premio Top of The Pid Mirabilia 2021), il Caggiulino Lucanum in giro per la Basilicata tramite cartoni animati e disegni da colorare, l’arredo urbano giocabile Lucanum Town, il gioco di carte Lucanum Elements ed ora il Realverso. Lucanum Realverso è un prodotto innovativo e visionario quale ulteriore declinazione delle iniziative territoriali precedenti, vocato ad una maggiore valorizzazione culturale territoriale ed un miglior coinvolgimento dei suoi cittadini, sensibilizzando la comunità sugli obiettivi di sviluppo sostenibile”, ha spiegato Vito.

Agenda ONU 2030, cosa mi dici a tal proposito, Vito?

L’agenda 2030 è una guida d’azione e d’intervento, in linea con i nostri valori e obiettivi aziendali e del Realverso, volta a salvaguardare il pianeta, a incrementare il benessere delle popolazioni e promuovere l’economia circolare. Una visione resiliente di sviluppo, in sintonia con le nostre azioni, che andrà a influenzare il futuro dei nostri figli e delle prossime generazioni”.

Il realverso ha a che fare con il turismo, città e borghi lucani. Per il Metapontino avete già lavorato a qualcosa? E’ possibile vedere un frame o qualcosa?

Il Realverso è lo strumento di valorizzazione delle attrattività locali delle città e dei borghi della Basilicata. Uno strumento turistico strategico che implementa la bellezza dei luoghi con l’utilizzo dell’alta tecnologia e le tecniche più moderne di coinvolgimento dei fruitori. Il progetto è appena iniziato e puntiamo a svilupparlo capillarmente in tutto il territorio lucano in sinergia con le amministrazioni comunali e le pro loco del territorio.

Al momento nella provincia di Matera abbiamo intrapreso lo sviluppo dei luoghi dei primi comuni che hanno già patrocinato il progetto, quali Pisticci, Craco e Stigliano”.

Facciamo qualche passo indietro: nel metaverso cosa si “mangia”? E cosa si “beve”? Quali specialità eno-gastronomiche saranno rintracciabili?

Ad oggi, nel Realverso, abbiamo la possibilità di conoscere e promuovere le bontà culinarie enogastronomiche del territorio grazie alle sinergiche collaborazioni che stiamo stringendo con le aziende del territorio e botteghe locali. Una nuova modalità di sviluppo locale che tiene conto delle peculiarità dei singoli prodotti enogastronomici e li immette in un mercato internazionale”, ha aggiunto Vito.

Torna su