Archivio tag

merra

Merra: “A dicembre il progetto definitivo per la Matera – Ferrandina”

in Economia

Merra: “A dicembre il progetto definitivo per la Matera – Ferrandina”. E’ una delle novità illustrate dalla commissaria Vera Fiorani nel corso di un incontro organizzato per fare il punto sul percorso procedurale.

Presumibilmente a dicembre, dopo il rilascio della Valutazione di Impatto ambientale da parte del ministero della Transizione ecologica, Vera Fiorani, commissaria straordinaria di alcune opere di rilevanza nazionale e amministratrice delegata di Rete Ferroviaria Italiana (Rfi) sarà nuovamente in Basilicata per firmare, insieme al presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, il progetto definitivo per il completamento della tratta ferroviaria Ferrandina – Matera.

E’ una delle novità emerse nel corso di un incontro, svoltosi questo pomeriggio nel Palazzo della Regione di Matera, presieduto dall’assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti, Donatella Merra, e a cui hanno partecipato il sindaco di Matera, Domenico Bennardi, l’assessore comunale all’Urbanistica, Rossella Nicoletti, funzionari di Rfi e Italfer. Tra i partecipanti alla riunione, di carattere prettamente operativo, anche i dirigenti degli uffici Trasporti e Infrastrutture della Regione, Donato Arcieri e Giovanni Di Bello e il responsabile investimenti Area Sud di Rfi, Roberto Pagone.

Nel corso dell’incontro è stato ricordato che l’investimento complessivo è di 365 milioni di euro di cui 50 milioni già disponibili grazie al Pnrr per un tracciato lungo circa 20 chilometri lungo il quale si snodano la galleria denominata “Miglionico” e 12 viadotti.

Ad oggi si stanno concludendo gli iter autorizzativi presso tutti gli enti e le istituzioni coinvolte. Dopo la firma congiunta Regione Basilicata e Commissaria si procederà alla gara di appalto per il progetto esecutivo che dovrebbe avvenire entro l’estate del prossimo anno. L’opera dovrebbe entrare funzionante nel 2026.

“Oggi – afferma l’assessore Merra – è un’altra tappa importantissima con l’annuncio da parte della commissaria Fiorani della firma a dicembre del progetto definitivo. Nella riunione odierna siamo scesi un po’ più nel dettaglio degli interventi come, solo per fare un esempio, il controguscio che sarà realizzato nella galleria Miglionico per aumentare la sicurezza. Sono molto soddisfatta – aggiunge Merra – perché si tratta di impegni molto concreti. Rfi sta seguendo la Basilicata con grande attenzione tanto che sta già ragionando intorno a tre ipotesi per collegare Matera alla dorsale adriatica. Ma oggi per noi è stato fondamentale mettere un punto fermo sul progetto della Ferrandina – Matera perché per troppo tempo si sono spese tante parole e tanti soldi senza portare a nulla. Oggi invece possiamo dire con assoluta certezza che la Matera La Martella – Ferrandina comincia a essere realtà grazie anche al prezioso lavoro della struttura commissariale, grazie a un grande alleato come a Rfi e all’impegno della Regione Basilicata. Insieme cambieremo il volto di questa regione”. La Commissaria Fiorani ha anche annunciato che Rfi sta iniziando a ragionare intorno ai collegamenti fra la Stazione Ferroviaria di La Martella e Matera città anche con soluzioni molto moderne ed innovative. Queste ipotesi verranno presentate al Comune e alla Regione nelle prossime settimane.

Segui ilMet su Instagram

Foto archivio, non si riferisce al fatto descritto nell’articolo

Biglietterie Maratea e Metaponto aperte fino al 3 Ottobre

in Economia

Biglietterie Maratea e Metaponto aperte fino al 3 Ottobre. Il servizio, proposta per l’estate, è stato prorogato

L’assessore regionale ad Infrastrutture e Mobilità ha annunciato la proroga del servizio, attivato nei mesi scorsi per il potenziamento complessivo dell’offerta estiva

“Le biglietterie delle stazioni di Maratea e di Metaponto non solo non sono state chiuse, ma resteranno regolarmente a disposizione di turisti e viaggiatori fino a domenica 3 ottobre, ben oltre il periodo estivo per il quale era stata prevista la riattivazione del servizio. Alle illazioni di una parte dei sindacati preferiamo rispondere con atti e con fatti concreti”. Ad affermarlo, l’assessore regionale ad Infrastrutture e Trasporti, Donatella Merra, in replica alle dichiarazioni di una organizzazione di categoria (la Fit-Cisl), che parlava di “irresponsabile scadenza delle chiusure delle biglietterie di Maratea e Metaponto il 31 agosto”. “Altro che fallimento della giunta Bardi e mio personale: il servizio proseguirà ben oltre la data stabilita”, ha aggiunto l’esponente dell’esecutivo lucano, evidenziando alla stesso tempo “il ruolo importante, attivo e propositivo del primo cittadino di Maratea, Daniele Stoppelli e del già sindaco di Bernalda, Domenico Tataranno, che tempo fa avevano iniziato con me il percorso che ha portato alla riattivazione delle biglietterie nelle due località turistiche lucane e che in questi giorni hanno contribuito con l’Assessorato e con Trenitalia alla proroga fino al 3 ottobre. È bene ricordare – ha detto ancora l’assessore Merra – che la riapertura delle biglietterie era stata richiesta nell’ambito di una serie di attività per potenziare l’offerta complessiva nel periodo estivo. La riattivazione dei due punti nelle stazioni di Maratea e di Metaponto, quindi, era stata inizialmente programmata fino al termine del mese di agosto e non certo ai primi di ottobre. Tutto questo – ha concluso – avviene in Basilicata, grazie all’attenzione dell’Assessorato regionale e di amministratori locali, mentre in altre realtà del territorio nazionale, a dir la verità, i servizi di biglietteria continuano ad essere ridotti”.

Segui ilMet su Instagram

Sgomberi: in Basilicata fondi per le famiglie

in Politica

Sgomberi: in Basilicata fondi per le famiglie. contributo di 250mila euro per i canoni di locazione nei comuni di Irsina, Pisticci, Pomarico e Maratea.

 La giunta regionale su iniziativa dell’assessore ad Infrastrutture e Mobilità ha deliberato un contributo di 250 mila euro per i canoni di locazione nei comuni di Irsina, Pisticci, Pomarico e Maratea 

 Un contributo straordinario in favore dei comuni di Irsina, Pisticci, Maratea e Pomarico sarà concesso dal Dipartimento Infrastrutture e Mobilità della Regione Basilicata per far fronte “alle spese sostenute per la diversa sistemazione residenziale dei nuclei familiari interessati dagli sgomberi nel proprio territorio”. Lo ha stabilito una delibera della giunta regionale, approvata su iniziativa dell’assessore ad Infrastrutture e Trasporti, Donatella Merra. Ecco il riparto dei contributi:

57.400 euro a Pisticci; 65.583 euro a Irsina, 47 mila euro circa a Maratea, 80 mila euro a Pomarico.

“Il Dipartimento ha provveduto, come da impegni assunti- ha evidenziato l’esponente dell’esecutivo lucano – a stanziare fondi per contribuire al pagamento dell’affitto, per quei cittadini dei comuni di Irsina, Pisticci e Maratea, che sono stati oggetto di ordinanza di sgombero in seguito ad interventi sull’edilizia popolare da parte di Ater”. L’assessore Merra ha specificato inoltre che “sullo stesso fondo abbiamo provveduto a stanziare contributi anche in favore dei cittadini sfollati di Pomarico, costretti a lasciare le proprie abitazioni in seguito al noto evento franoso. Anche su questa vicenda – ha sottolineato – precisi impegni erano stati presi dallo stesso presidente Bardi, che li ha pienamente rispettati. Questi contributi – ha proseguito Merra – saranno liquidati per sanare una situazione di grave difficoltà di alcune comunità lucane, fermo restando che il Dipartimento sta in questi giorni verificando in modo serrato le attività delle Ater, in particolare i motivi per cui Ater Matera non ha dato ancora seguito alla realizzazione delle nuove palazzine di Via Lamarmora ad Irsina, in favore delle quali la Regione Basilicata lo scorso anno ha liquidato un contributo di oltre 1 milione di euro per la edificazione di nuovi degni alloggi di edilizia residenziale per le famiglie, che oggi rappresentano una esigenza che non possiamo ignorare”.

Segui ilMet su Instagram

Nella categoria dedicata le notizie di politica.

Trasporto ferroviario: 4 miliardi per la Basilicata

in Economia

Trasporto ferroviario: 4 miliardi per la Basilicata. Incontro fra l’assessore Merra e Vera Fiorani, ad RFI

Un nuovo concetto di mobilità e alcune proposte riguardanti le tratte ferroviarie lucane al centro di un incontro che si è tenuto oggi tra l’assessore regionale ad Infrastrutture e Trasporti, Donatella Merra,  e l’ad e direttrice generale di Rfi, Vera Fiorani 

Un nuovo concetto di mobilità fondata sul trasporto ferroviario e sulla velocizzazione di alcuni interventi infrastrutturali molto attesi dalla comunità lucana, ma soprattutto, una cifra pari a 4 miliardi di euro, da investire con l’adeguamento dei contratti di programma per interventi che interessano la Basilicata. È quanto emerso oggi, a Potenza, nel corso dell’incontro tra l’amministratrice delegata di Rfi e commissaria governativa di alcune opere di rilevanza nazionale, Vera Fiorani e l’assessore regionale ad Infrastrutture e Trasporti, Donatella Merra. Presenti alla riunione, tra gli altri, il direttore generale del Dipartimento Infrastrutture, Alberto Caivano, il dirigente regionale dell’Ufficio Trasporti, Donato Arcieri, il direttore Investimenti Area Sud di Rfi, Roberto Pagone e funzionari e tecnici regionali e della società. Dal tavolo è emerso che entro la fine del mese partirà l’iter per la nuova linea Ferrandina-Matera, con una fase di condivisione con la Regione Basilicata e con l’obiettivo di partire con le gare entro la fine dell’anno. Il cronoprogramma prevede quindi l’apertura dei cantieri per la fine del 2022. Si è discusso inoltre del prolungamento delle linee ferroviarie da Matera verso la Puglia e dell’ammodernamento della Potenza-Foggia. Nello specifico, l’assessore Merra – dopo aver sottolineato la strategicità e l’alto tasso di pendolarismo della linea ferroviaria in questione – ha ottenuto dalla commissaria Fiorani la possibilità di valutare un collegamento della tratta con la zona industriale di San Nicola di Melfi, già richiesto nel 2019, anche in vista dei progetti di sviluppo di Stellantis. I partecipanti alla riunione si sono poi soffermati sull’Alta Velocità Salerno-Reggio Calabria e sul tratto Praia-Tarsia che interessa l’area lucana, così come sulla direttrice Battipaglia-Potenza-Metaponto-Taranto, nell’ottica della velocizzazione e dell’ammodernamento tecnologico.

“Abbiamo fatto un punto importante che segna una fase di controtendenza rispetto a tutto quello che è stato programmato e progettato sulla mobilità in Basilicata fino ad oggi”. Ad affermarlo, l’assessore Donatella Merra, che aggiunge: “Siamo di fronte a investimenti per quasi 4 miliardi di euro che interesseranno la Basilicata, di cui una metà da mettere in campo immediatamente, grazie alle opere soggette a commissariamento e un’altra metà già in fase di progettazione e programmazione. Si tratta di un investimento importantissimo che cambierà il volto della Basilicata da qui ai prossimi dieci anni.

Ferrandina-Matera: nel 2026

 

Abbiamo discusso – ha proseguito l’assessore – della Matera-Ferrandina, che verrà cantierizzata nel 2022 e completata entro il 2026, ma anche della Potenza-Metaponto e della Salerno-Reggio Calabria, che avrà ricadute importanti per l’occupazione e per il territorio. Da segnalare, inoltre, l’elettrificazione della Potenza-Foggia, per la quale sarà data una importante accelerata, con la giusta attenzione all’area industriale di San Nicola di Melfi e all’area Nord lucana. La cura del ferro, di cui avevamo parlato con il presidente Bardi a inizio mandato – ha messo in chiaro Merra – si concretizzerà di qui ai prossimi cinque anni, grazie al decreto Semplificazioni e all’impegno di tutte le strutture di Rfi che stanno dedicando grande attenzione alla Basilicata”. “È stato un incontro molto proficuo e approfondito, a testimonianza di un metodo che credo sia l’unico da perseguire per realizzare sia le opere previste in Basilicata, che quelle per tutto il territorio nazionale con il Pnrr: confronto sui temi e sulle criticità, per portare avanti i progetti”, ha detto Vera Fiorani, amministratrice delegata di Rfi, ma anche commissaria straordinaria per alcune opere importanti come la tratta ferroviaria Ferrandina-Matera La Martella, la Battipaglia-Potenza-Metaponto-Taranto e la nuova linea Salerno-Reggio Calabria. “Quello di oggi – ha continuato Fiorani – è stato il primo di una serie di incontri che programmeremo con l’assessore Merra e con la Regione Basilicata.

Il 2026 è una scadenza Paese e la rispetteremo. Il Decreto Semplificazioni ci sta aiutando in questo.

Sul progetto definitivo della Ferrandina Matera avvieremo presto una condivisione con i territori e le comunità, valutando la possibilità di una infrastruttura leggera con La Martella ideale per questo tipo di connessione”. Il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, in collegamento con l’amministratrice delegata e direttrice generale di Rete Ferroviaria Italiana, Vera Fiorani e con l’assessore alle Infrastrutture e ai Trasporti, Donatella Merra, ha ribadito la centralità e la necessità della linea tra Ferrandina e Matera. “Le infrastrutture sono la sfida più importante per la Basilicata. Con Vera Fiorani c’è sintonia su tutto e siamo sicuri che dopo anni di immobilismo – anche grazie al Pnrr – daremo ai lucani le risposte e i servizi che meritano. La Ferrandina – Matera colmerà un vuoto storico e darà nuove opportunità a tutta la Regione Basilicata”.

Segui ilMet su Instagram

Basilicata, treni regionali estate 2021

in Economia

Basilicata, treni regionali estate 2021, fermate intermedie: Nova Siri, Policoro e Scanzano. Dal 18 luglio al 29 agosto saranno messi in circolazione come prolungamento da Rocca Imperiale a Metaponto i seguenti 6 nuovi treni con fermate nelle stazioni intermedie lucane di Nova Siri, Policoro e Scanzano Jonico.  Si tratta di tre coppie di treni con partenza da Cosenza  ed arrivo a Metaponto

Si tratta di coppie di treni speciali per la costa ionica dal 18 luglio al 29 agosto, “con fermate intermedie in alcune località da tempo non coperte da servizio su rotaie”. L’assessore regionale ai trasporti,  Donatella Merra, ha così commentato: “Avendo la possibilità di impiegare risorse destinate a specifici progetti di miglioramento dei servizi di trasporto anche per finalità turistiche”, il Dipartimento regionale ad Infrastrutture e Mobilità ha chiesto a Trenitalia di programmare una serie di corse provenienti dalla Calabria con fermate nelle stazioni di Nova Siri, Policoro e Scanzano (Matera), in orari il più possibile coordinati con i servizi esistenti sulla linea Potenza-Taranto, in modo da favorire l’interscambio a Metaponto. Insieme alla Calabria, nel tratto di sua competenza in provincia di Cosenza da Rocca Imperiale a Sibari, anche la Basilicata – ha spiegato l’assessore Merra – ripristinerà un servizio, interrotto da alcuni anni, per quanto riguarda la fascia ionica tra Nova Siri, Policoro e Scanzano. L’intento è quello di riattivare le corse su ferro ed anche i servizi sostitutivi su gomma almeno nel periodo estivo, prevedendo allo stesso tempo corse per la fascia ionica che è completamente sprovvista, almeno da tre anni a questa parte, di collegamento su ferro e su gomma”. 

Il dettaglio dei “treni di due mari”

Dal 18 luglio al 29 agosto saranno messi in circolazione come prolungamento da Rocca Imperiale a Metaponto i seguenti 6 nuovi treni con fermate nelle stazioni intermedie lucane di Nova Siri, Policoro e Scanzano Jonico.  Si tratta di tre coppie di treni con partenza da Cosenza (alle 08:25; 10:00; 16:17) ed arrivo a Metaponto (alle 10:40; 12:15; 18:20) dopo le fermate intermedie di Nova Siri (10:18; 11:48; 17:56), Policoro (10:25; 11:57; 18:03)e Scanzano (10:30; 12:03; 18:08) e di altre tre coppie di treni con partenza da Metaponto (11:40; 12:35; 18:35) ed arrivo a Cosenza (13:55;15:00;20:40) dopo le tappe intermedie Scanzano Jonico (11:48; 12:44; 18:44), Policoro (11:54; 12:49; 18:50) e Nova Siri (12:04; 12:55; 18:56). 

Le Frecce a Maratea

Lo stesso impegno inoltre è stato chiesto a Trenitalia dall’assessore regionale ad Infrastrutture e Trasporti, Donatella Merra, in relazione alla stazione di Maratea, con la previsione di Frecce nel periodo estivo.  

Si tratta, nello specifico, dei seguenti treni: 

Frecciarossa 

  • Reggio Calabria-Maratea-Roma Termini-Milano Centrale 
  • Torino-Milano-Roma Termini-Maratea-Reggio Calabria

Frecciargento

  • Reggio Calabria-Maratea-Roma
  • Roma-Maratea-Reggio Calabria
  • Sibari-Maratea-Bolzano (per il periodo estivo grazie ad un accordo tra le Regioni Basilicata e Calabria)

 “La fermata di questi treni a Maratea – ha sottolineato l’assessore Merra – consentirà il collegamento con i treni dell’Alta Velocità in tempi più brevi e quindi con le maggiori città italiane, garantendo un grande impulso ad un turismo locale che ha bisogno di respiro”. 

Trasporto su gomma

Dal primo luglio al 29 agosto sarà istituita una coppia di servizi sostitutivi su gomma Maratea-Ferrandina, con tempo di percorrenza pari a 2 ore e 20’ minuti. 

Biglietterie

Prevista inoltre la riapertura delle biglietterie. 17 giugno il punto di Maratea (Potenza) per la fascia tirrenica 12 luglio biglietteria di Metaponto (Matera) per la fascia ionica.

Treni: biglietteria Maratea riapre il 18, si lavora su Metaponto

in Politica

L’annuncio dell’assessore regionale ad Infrastrutture e Trasporti, Donatella Merra, che a breve presenterà i nuovi servizi che potenzieranno il flusso turistico sui due mari

“La biglietteria di Maratea riapre il 18 maggio, ma si lavora anche per riattivare quella di Metaponto”. Ad annunciarlo, l’assessore regionale ad Infrastrutture e Trasporti, Donatella Merra. “In funzione dell’offerta estiva del trasporto pubblico locale che verrà presentata entro la settimana prossima, con nuovi servizi che potenzieranno il flusso turistico sui due mari – ha evidenziato la componente della giunta lucana – è stato raggiunto con Trenitalia l’accordo per la riapertura della biglietteria di Maratea, presumibilmente già dal 18 maggio. Si tratta, dunque, di un primo risultato di un percorso lungo che ha come unico obiettivo l’ottimizzazione del trasporto in funzione dell’offerta turistica, grande volano di sviluppo della nostra regione”. Allo stesso tempo, l’assessore ha sottolineato che

“la riattivazione dei treni sull’arco ionico, su cui ci stiamo impegnando per un’offerta ad hoc per il periodo estivo, sarà la vera innovazione nel sistema del trasporto turistico regionale, che rafforzerà ulteriormente il progetto di riaprire anche la biglietteria di Metaponto,

sul quale assessorato e amministrazione comunale avevano già ampiamente discusso e lavorato”

Somme urgenze, Merra: “280 mila euro per interventi in 5 Comuni” 

in Politica

Su iniziativa dell’assessore regionale alle Infrastrutture la giunta lucana ha approvato alcuni provvedimenti per interventi di messa in sicurezza nei comuni di San Paolo Albanese, Maratea, Pignola, Rapolla e Nova Siri 

 Su proposta dell’assessore alle Infrastrutture, Donatella Merra sono stati approvati dalla Giunta regionale interventi di somma urgenza per cinque centri lucani (quattro nella provincia di Potenza ed uno in quella di Matera) per un importo totale di 279.100 euro: le risorse – con cinque distinte delibere – sono state destinate ai comuni di San Paolo Albanese (100 mila euro), Maratea (67.100), Pignola (55 mila), Rapolla (22 mila) e per il materano a Nova Siri (35 mila).

In dettaglio: con i contributi messi a disposizione, pari a 100 mila euro, il Comune di San Paolo Albanese potrà realizzare i lavori urgenti di messa in sicurezza del muro di contenimento a protezione dell’area Paip lungo la sponda idraulica del fiume Sarmento. Con circa 67 mila euro, si provvederà a ripristinare e restaurare invece la barriera paramassi a monte della frazione di Marina di Maratea, in località Serra di Castrocucco. Una cifra pari a 22 mila euro è stata destinata al Comune di Rapolla per i lavori di messa in sicurezza della parete rocciosa a monte della statale 93 al chilometro 7+700, in un tratto interno all’abitato in via Estramurale, mentre con 55 mila euro, a Pignola, si ripareranno i danni alla strada comunale Gabelle in contrada Tora, in seguito ad uno smottamento del terreno in diversi tratti. Per quanto riguarda la provincia di Matera, il Comune di Nova Siri beneficerà di un contributo pari a 35 mila euro per lavori urgenti di messa in sicurezza degli argini e degli attraversamenti del torrente San Nicola nel tratto in località Piedarmi.

“Si tratta – ha evidenziato l’assessore Merra – di interventi importanti e molto attesi dalle comunità interessate. Le situazioni da risolvere con l’esiguo fondo a disposizione del Dipartimento alle Infrastrutture per le somme urgenze sono tante. Ma con gli uffici facciamo il possibile per andare incontro alle esigenze del territorio e per intervenire su quelle che riteniamo essere le maggiori criticità. A valere su questo fondo – ha proseguito – sono stati finanziati nel corso del 2020 già diversi interventi. Ed oggi abbiamo dato una importante risposta ai Comuni di Pignola, Rapolla, San Paolo Albanese, Maratea e Nova Siri”.

Tpl, Merra: “ristoro per le aziende del trasporto”

in Politica

Con la delibera – ha proseguito – la giunta ha provveduto all’assegnazione di un fondo pari a 1 milione e 665 mila euro, a sostegno delle aziende di trasporto

 

In arrivo fondi per il ristoro delle perdite economiche delle società di trasporto durante il lockdown. È quanto prevede una delibera della giunta lucana, con la quale è stato approvato il piano per “il riparto e l’assegnazione alle aziende esercenti servizi di trasporto pubblico locale e regionale, delle somme per compensare la riduzione dei ricavi tariffari relativi ai passeggeri nel periodo dal 23 febbraio 2020 al 3 maggio 2020”. “Il decreto Rilancio – ha detto l’assessore regionale ad Infrastrutture e Mobilità, Donatella Merra (nella foto) – ha messo le Regioni nella condizione di poter effettuare un primo riparto quale anticipazione per la compensazione dei mancati ricavi delle aziende per il periodo tra il 23 febbraio e il 3 maggio scorsi. Con la delibera – ha proseguito – la giunta ha provveduto all’assegnazione di un fondo pari a 1 milione e 665 mila euro, a sostegno delle aziende di trasporto; la liquidazione avverrà direttamente alle imprese titolari dei contratti sulla base dei dati certificati relativi al crollo degli introiti; purtroppo solo a fine ottobre il governo ha provveduto a varare il decreto di assegnazione delle prime risorse per le corse aggiuntive che si sono rese necessarie fino a qualche giorno fa per garantire la capienza all’80 per cento. Stiamo dando seguito anche lì al provvedimento di riparto. Si tratta – ha proseguito l’assessore – di soli 600 mila euro che non riusciranno a coprire purtroppo completamente il fabbisogno di mobilità necessario a garantire la sicurezza dei cittadini. Purtuttavia, così come abbiamo previsto nell’ultima ordinanza, il trasporto si sta ora calibrando sulla nuova capienza del 50 per cento. Questo comporta inevitabilmente nei primi giorni qualche disagio, per consentire alle aziende di rimodulare correttamente il servizio”.

Trasporti, Merra: “Al via i rimborsi per i viaggiatori pendolari”

in Cronaca

Approvate le linee guida per l’attuazione delle disposizioni del decreto rilancio: entro il 31 dicembre gli aventi diritto potranno presentare alle aziende la domanda per ottenere un voucher o l’estensione temporale degli abbonamenti non utilizzati durante il lockdown

I viaggiatori pendolari del trasporto ferroviario o su gomma, che non hanno potuto utilizzare un abbonamento o un titolo di viaggio valido nel periodo del lockdown intercorso tra i mesi di marzo e di maggio potranno presentare anche in Basilicata, entro il 31 dicembre, una domanda di rimborso al gestore del servizio che li ha emessi. Su iniziativa dell’assessore regionale ad Infrastrutture e Mobilità, Donatella Merra, la giunta regionale ha infatti approvato le linee guida per l’attuazione dell’art. 215 del decreto rilancio “Misure di tutela per i pendolari di trasporto ferroviario e Tpl”, in cui è previsto che

“in caso di mancata utilizzazione di titoli di viaggio, in conseguenza delle misure di contenimento del Covid-19, le aziende erogatrici di servizio di trasporto ferroviario ovvero di servizio di trasporto pubblico locale procedono al rimborso nei confronti degli aventi diritto”.

Nel provvedimento dell’esecutivo lucano è stabilito che “hanno diritto al rimborso i pendolari che non hanno potuto utilizzare gli abbonamenti nel periodo dello stato di emergenza. Gli interessati dovranno presentare al gestore del servizio la necessaria documentazione ed i titoli di viaggio aventi validità durante il lockdown. L’azienda, una volta effettuata l’istruttoria, entro 30 giorni potrà disporre il rimborso sotto forma di voucher valevole per un anno, di importo pari all’ammontare della spesa effettivamente sostenuta dall’utente nei giorni di non utilizzo del titolo di viaggio o l’estensione dell’abbonamento per un periodo corrispondente allo stop del servizio”. Del provvedimento e della relativa modulistica sarà data adeguata comunicazione da parte delle stesse aziende. “Abbiamo approvato queste linee guida – ha commentato l’assessore Merra – allo scopo di omogeneizzare l’attuazione delle previsioni dell’articolo 215 del decreto rilancio da parte di tutte le aziende esercenti il trasporto pubblico locale sul territorio regionale, rispetto all’utenza titolare di un diritto in forza della normativa nazionale. I pendolari che non hanno potuto utilizzare il proprio abbonamento – ha sottolineato l’esponente della giunta regionale – avranno quindi la possibilità di chiedere e di ottenere una forma di rimborso da parte delle aziende, che a loro volta saranno ristorate dalle risorse del fondo nazionale istituito presso il Ministero dei Trasporti, nei tempi e con le modalità previste dal decreto di attuazione. Si tratta – ha concluso Merra – di un provvedimento sicuramente importante per tanti lavoratori pendolari che non hanno potuto usufruire di un servizio da loro già pagato”.

Dissesto, Merra: da Castronuovo a Pisticci, lavori per 6,5 milioni di euro 

in Politica

L’assessore regionale alle Infrastrutture ha annunciato una serie di interventi di messa in sicurezza in diverse località fra le province di Potenza e di Matera, al termine di una riunione del Comitato di Indirizzo e di Controllo 

Via libera ad una serie di interventi di messa in sicurezza in diverse località fra le province di Potenza e di Matera, per investimenti complessivi che sfiorano i 6,5 milioni di euro. Ad annunciarlo, l’assessore regionale ad Infrastrutture e Trasporti, Donatella Merra, in riferimento “all’intervento pari a 220 mila euro approvato dall’esecutivo per il ripristino della transitabilità e la messa in sicurezza della strada intercomunale Chiaromonte-Castronuovo Sant’Andrea-Roccanova” e ai “6,2 milioni per opere di consolidamento a Montemurro, San Martino d’Agri, Oppido Lucano, Pisticci, Pomarico”.

“L’intervento di Castronovo – ha evidenziato l’assessore – è uno dei più importanti ed attesi da un’intera comunità che lamenta una condizione di isolamento e che chiede a gran voce il ripristino della transitabilità: per l’intervento, che si è reso necessario in seguito agli eventi atmosferici di luglio e di agosto, sono state destinate somme pari a 220 mila euro, con risorse provenienti per una parte da Fondo di sviluppo e coesione (Fsc) 2007-2013 e per un’altra cospicua parte dai fondi per le somme urgenze, messi a disposizione dal Dipartimento Infrastrutture e che saranno interamente utilizzati e messi in opera attraverso l’Ufficio Difesa del Suolo”.

Ci sono poi gli interventi per 6,2 milioni di euro circa, rientranti nel Piano stralcio 2020 del Piano nazionale di Mitigazione del Dissesto idrogeologico, a valere sulle risorse del Bilancio dello stato 2020. “Il definitivo assenso al finanziamento dei sei progetti relativi agli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico, immediatamente attivabili ed inseriti nella Piattaforma Rendis web – dice in merito l’assessore Merra – è arrivato a conclusione della riunione del Comitato di Indirizzo e Controllo che si è tenuta oggi su convocazione del Ministero Ambiente. Per gli interventi in questione è stato registrato un livello di progettazione avanzato, tale da consentirne l’avvio degli atti di gara: la procedura sarà portata a completamento attraverso la sottoscrizione di apposito atto integrativo all’accordo di programma del 2010”. Gli interventi, nello specifico, riguardano: sistemazione idrogeologica in località Fosso Cutana a Pomarico (1,5 milioni di euro), consolidamento del versante Nord Ovest a San Martino d’Agri (1,9 milioni di euro), interventi in via Roma e in via Gramsci ad Oppido Lucano (1,8 milioni di euro), consolidamento di un costone in rione Gannano a Montemurro (318 mila euro), 700 mila euro per il consolidamento dell’abitato di Pisticci centro.

Torna su