Archivio tag

matera - page 3

Adriana Cappena nuovo Vicario del Questore di Matera

in Cronaca

Il Primo Dirigente della Polizia di Stato Adriana Cappena è il nuovo Vicario del Questore di Matera

Dal 9 dicembre il Primo Dirigente della Polizia di Stato Adriana Cappena è il nuovo Vicario del Questore di Matera. Prende il posto del dottor Michele De Tullio, che dal 22 novembre scorso ha assunto l’incarico di Vicario del Questore di Taranto.
Il nuovo Vicario di Matera è stato presentato oggi dal Questore Eliseo Nicolì nel corso di un incontro con i giornalisti in questa Sala Palatucci. Originaria di Bari,

la dottoressa Cappena proviene dalla Questura di Sondrio dove ha svolto le funzioni di Vicario del Questore.

In precedenza ha prestato servizio presso la Squadra Mobile di Reggio Calabria, è stata dirigente della Sezione della Polizia Stradale di Foggia e poi di Brindisi; presso la Questura di Bari è stata, in tempi diversi, Dirigente dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, Vice Dirigente della Digos e Dirigente della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale e Immigrazione. È stata dirigente della Divisione Amministrativa e Sociale e Immigrazione anche presso la Questura di Foggia; in quella sede si è occupata altresì del C.A.R.A. di Borgo Mezzanone e degli insediamenti di immigrati extracomunitari nella zona, dove si erano registrate gravi problematiche sotto il profilo dell’ordine e della sicurezza pubblica.
Ha svolto numerosi servizi di ordine pubblico in occasione di eventi di rilievo, tra cui la manifestazione di inaugurazione di Matera Capitale Europea della Cultura il 19 gennaio 2019.
Dopo la presentazione del nuovo Vicario, a cui tutti i presenti hanno augurato il benvenuto e buon lavoro, il Questore Eliseo Nicolì ha voluto richiamare l’attenzione su un fenomeno, quello delle truffe, che purtroppo si ripresenta specialmente in occasione delle feste e in particolare in una città turistica come Matera che richiama comunque molti visitatori. Ha quindi lasciato la parola al Dirigente dell’U.P.G.-S.P.

Commissario Capo Marco Piliero, il quale ha riferito di un episodio recentemente accaduto, che ha portato alla denuncia di due persone. Hanno pensato bene di approfittare dell’affluenza di turisti nel pieno centro di Matera il giorno dell’Immacolata, due cittadini rumeni residenti a Bari che, fingendosi sordomuti

e appartenenti a una associazione di persone non udenti e disabili, chiedevano soldi ai passanti facendo intendere che le donazioni raccolte sarebbero state destinate all’apertura di un centro internazionale per l’assistenza di bambini poveri.
I due, un uomo ed una donna, sono stati individuati, e subito fermati su via del Corso, da un equipaggio della Squadra Volante, proprio all’atto di intascare una banconota da 20 euro loro donata da un ignaro cittadino materano.
Il denaro raccolto fino a quel momento e le cartelline contenenti dei moduli che i due facevano sottoscrivere ai cittadini di buon cuore, favorevoli allo scopo benefico della fantomatica associazione che i truffatori promuovevano sono stati sequestrati e i due denunciati.
Per vero, non è la prima volta che questa tipologia di truffa, perpetrata con le modalità appena descritte, viene commessa nel centro cittadino: alcuni mesi fa, infatti, sempre la Squadra Volante ha denunciato altri due soggetti.
La Questura di Matera invita, dunque, i commercianti di zona e la cittadinanza materana a mantenere alta l’attenzione nei confronti di questo tipo di illecito ed a segnalare al 113 eventuali soggetti sospetti.
Il Questore ha poi risposto ad alcune domande dei giornalisti presenti in merito ai controlli sul rispetto delle norme vigenti sulla prevenzione della diffusione del Covid-19, precisando che dai controlli finora effettuati a Matera come in provincia è stata riscontrata una sostanziale osservanza delle regole, anche sui mezzi pubblici, sul possesso del Green Pass.

Covid19 Basilicata: 96 nuovi contagi e 21 guariti

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilicata: 96 nuovi contagi e 21 guariti. Nel Metaponto 5 casi. A Matera città 24 nuovi casi

Covid19 Basilicata: 96 nuovi contagi e 21 guariti. Tasso di positività in regione all’8,9%. I tamponi molecolari processati nelle ultime 24 ore sono 1071. Un paziente in terapia intensiva. Nel Metapontino 5 nuovi casi: 2 a Nova Siri e 3 a Tursi. I guariti nel comprensorio jonico: 1 a Rotondella, 2 a Scanzano Jonico. A Matera città i nuovi contagiati sono 24.

Vaccinazioni e test covid-19, aggiornamento del 10/12 (dati 9/12)

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 9 dicembre, sono state effettuate 6.293 vaccinazioni. A ieri sono 440.094 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (79,5 per cento) e 408.089 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (73,8 per cento) e 86.246 (15,6 per cento) quelli che hanno ricevuto la terza dose per un totale di somministrazioni effettuate pari a 934.429 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane). Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 1.071 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 99 (e di questi 96 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 23 guarigioni, 21 delle quali di residenti in Basilicata. Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi consultabile collegandosi alla pagina web dedicata.

ISTANTANEA NAZIONALE: 6 MILIONI GLI ITALIANI NON VACCINATI

Sono oltre 6 milioni gli italiani che non hanno alcuna copertura contro il Covid. E’ quanto emerge dal report del governo sui vaccini, aggiornato a questa mattina, in base al quale ad oggi ci sono 6.103.160 persone che non hanno fatto la prima dose. In termini assoluti, il numero più alto di non vaccinati è tra i 40-49 anni (1.289.003) e in quella 50-59 anni (1.097.620); in percentuale è invece tra i 12-19enni che c’è la fetta più ampia: il 20,90%, che corrisponde a 967.264 persone su una platea di 4.627.514. “Siamo ancora in una fase non facile, questa nuova ondata di Covid sta toccando molto significativamente l’Europa e anche in Italia c’è una oggettiva crescita dei nuovi contagi, anche se siamo ancora uno dei Paesi con un quadro epidemiologico migliore, e ciò grazie alla campagna di vaccinazione che è la leva primaria. Dobbiamo avere fiducia nella scienza”. Lo ha detto il ministro della salute, Roberto Speranza, intervenendo all’Assemblea nazionale della Confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola e media impresa (Cna), ricordando che ieri è stata superata la soglia dei 100 milioni di dosi somministrate. [ansa]

ASM Matera: prenotazioni terze dosi 60-79 anni

in Emergenza Covid-19

ASM Matera: prenotazioni terze dosi 60-79 anni. Dal 12 dicembre i punti vaccinali di Matera, Policoro e Pisticci aperti anche nei festivi

L’ Azienda Sanitaria di Matera di concerto con la Regione Basilicata comunica che a partire dalle ore 10:00 del 09/12/2021 anche per la fascia di età 60-79 anni, l’accesso alla somministrazione vaccinale per la terza dose Covid avverrà solo previa prenotazione sull’apposita piattaforma di Poste Italiane.

Pertanto a partire dal 09/12/21 sarà attivo il sistema di prenotazione su tutta la fascia di età dai 18 ai 79 anni per la somministrazione della dose addizionale (booster )

Si comunica altresì che a far data dal 12/12/2021 i punti vaccinali di maggiore afflusso dell’ASM, PVT di Matera, di Policoro e di Pisticci (Tinchi) saranno aperti anche nei giorni festivi dalle ore 08:00 alle ore 14:00.

Il bollettino Covid19 della Basilicata del 7 Dicembre 2021

L’ISTANTANEA NAZIONALE DAI DATI FIASO 

Covid, in due settimane +32% no vax e -33% vax in Terapia intensiva

I dati degli ospedali sentinella Fiaso (Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere) confermano il trend di aumento dei ricoverati in gravi condizioni non vaccinati. Tra i vaccinati tutti soggetti con ciclo vaccinale completato oltre i 4 mesi. I dati della rilevazione nell’ultima settimana del network degli ospedali sentinella di Fiaso mostrano un incremento complessivo delle ospedalizzazioni per Covid pari al 10,1%. Si passa da 810 pazienti del 30 novembre a 892 degenti del 7 dicembre.

L’età media di chi finisce in ospedale è più alta, pari a 75 anni, tra i vaccinati e più bassa, pari a 64 anni, tra i non vaccinati con uno scarto di ben 11 anni.

I numeri più significativi e indicativi dell’evoluzione della pandemia sono quelli dei reparti di Terapia intensiva dove finiscono i pazienti in gravi condizioni.

La malattia in forme gravi, infatti, colpisce sempre più i non vaccinati.

Il focus sulle terapie intensive
Crescono ancora i pazienti no vax in Terapia intensiva mentre continuano a diminuire quelli vaccinati. E, tra i ricoverati in gravi condizioni, non ci sono soggetti che hanno completato il ciclo vaccinale da meno di 4 mesi.
L’ultimo report del 7 dicembre degli ospedali sentinella di Fiaso conferma e consolida il trend, già evidenziato nella rilevazione del 30 novembre, delle ospedalizzazioni Covid nei reparti di Rianimazione: in una settimana sono aumentati del 15% i pazienti ospedalizzati non vaccinati e sono diminuiti del 22% i ricoverati vaccinati.

Dall’analisi della tendenza degli ultimi 15 giorni, dunque, emerge come i no vax in Terapia intensiva abbiano avuto un rapido incremento del 32% e, di contro, i vaccinati in Terapia intensiva si siano ridotti del 33%.

Complessivamente sono 97 i ricoverati nelle Terapie intensive dei 16 ospedali sentinella con un incremento del 2% rispetto a una settimana fa quando erano 95. I pazienti non vaccinati sono 77 mentre quelli vaccinati risultano 20. Da sottolineare come i vaccinati siano tutte persone che hanno completato il ciclo vaccinale da oltre 4 mesi. Si tratta, inoltre, per il 75% dei casi di soggetti affetti da gravi comorbidità e con un’età media di 69 anni. Numeri differenti, invece, per i no vax. I soggetti finiti in Rianimazione senza aver mai avuto una dose di vaccino sono in media più giovani, 62 anni, e nel 42% dei casi sono persone sane che non soffrono di altre patologie. Interessante anche la differenza del range di età che fra i vaccinati è fra 47 e 85 anni e fra i non vaccinati fra 21 e 83 anni.
“In una settimana si consolida il trend di crescita di ospedalizzazioni di pazienti non vaccinati in Terapia intensiva e di contestuale riduzione dei vaccinati in gravi condizioni – spiega il Presidente della Fiaso, Giovanni Migliore –. Si tratta di un’ulteriore conferma dell’efficacia della vaccinazione nella protezione dalle forme gravi del Covid. Abbiamo comunque scelto di analizzare la condizione dei pazienti vaccinati in Rianimazione e abbiamo rilevato come siano tutti soggetti che hanno completato il ciclo vaccinale da oltre 4 mesi: questo da una parte suggerisce la buona protezione della vaccinazione nei primi mesi, dall’altra conferma una volta di più l’importanza di una anticipazione della terza dose soprattutto per gli anziani fragili. Occorre dunque accelerare sulla somministrazione della terza dose allo scadere dei 5 mesi così come disposto dal Ministero della Salute”.

Il focus sui pazienti pediatrici
Il totale dei pazienti di età inferiore ai 18 anni ricoverati negli ospedali sentinella Fiaso è di 19 di cui 1 in terapia intensiva. In una settimana le ospedalizzazioni sono state complessivamente stabili. La metà dei ricoverati ha più di 5 anni.
“Il 50% dei bambini ricoverati per Covid, secondo i dati Fiaso, rientra nella fascia di età che potrà accedere alla vaccinazione – analizza Migliore -. L’avvio della campagna vaccinale per i pazienti tra 5 e 11 anni, a partire dalla prossima settimana, dunque, ci consentirà di proteggere anche i più piccoli. Le Aziende sono al lavoro per organizzare sedute vaccinali a misura di bambino con clown, supereroi e babbi Natale perché il momento della vaccinazione si trasformi in festa”.

Segui ilMet su Instagram

Il Consorzio Industriale nel Palazzo di via Ridola

in Economia/Politica

Il Consorzio Industriale nel Palazzo di via Ridola. L’obiettivo è rendere l’edificio della Provincia un contenitore per i servizi delle imprese e dei cittadini

“La Provincia di Matera vuol portare avanti un percorso condiviso con il Consorzio di Sviluppo Industriale finalizzato a rendere il Palazzo di via Ridola un contenitore per i servizi delle imprese e dei cittadini”. È quanto afferma il presidente Piero Marrese, nel ribadire la disponibilità al trasferimento degli uffici del Consorzio di Sviluppo Industriale della Provincia di Matera all’interno del palazzo dell’amministrazione provinciale, che in questo periodo vive una fase di riorganizzazione degli uffici e degli spazi.
Il presidente Marrese, in sinergia con il consigliere provinciale Lapolla, ha voluto apportare un servizio ulteriore alle imprese, agevolandone il percorso burocratico nell’accesso ai servizi. “Vogliamo rendere la Provincia un incubatore per imprese e imprenditori, ai cui servizi i cittadini potranno far riferimento – aggiunge il presidente Marrese -. Nell’ambito di una leale collaborazione tra enti, la Provincia crede nello sviluppo delle imprese e del territorio, e l’ingresso del Consorzio nel Palazzo, che avverrà in breve tempo, rappresenta un segnale importante anche in prospettiva di un impegno congiunto per la realizzazione della piattaforma logistica agroalimentare, un’opera strategica per la Regione che sarà ubicata nell’area industriale della Valbasento e potrà diventare lo snodo centrale per la logistica dello sviluppo agroalimentare, dando lo slancio per la crescita del territorio circostante e la creazione di nuove opportunità dal punto di vista occupazionale”.
Il consigliere provinciale Angelo Lapolla, che ha dato il suo contributo sulla questione, ha spiegato che la presenza del Consorzio di Sviluppo Industriale nella Provincia rappresenta un ulteriore tassello che va ad aggiungersi ad una serie di enti (Egrib, Apea, Sviluppo Basilicata ed ora il Consorzio per lo Sviluppo Industriale) cui poter far capo in un’unica sede, al fine di ridurre ulteriormente i tempi per l’istruttoria delle pratiche e agevolare l’iter burocratico delle imprese e dei cittadini.

A Policoro si è discusso di sanità: “Se paghi puoi curarti”

in Cronaca

A Policoro si è discusso di sanità: “Se paghi puoi curarti”. Sotto i riflettori delle associazioni la governance della Sanità in Basilicata

Un incontro con il Prefetto e l’inoltro delle segnalazioni alla Corte dei Conti: ad annunciarlo è stata Maria Antonietta Tarsia, presidente regionale Cittadinanza Attiva Basilicata, nel corso della conferenza pubblica svoltasi sabato pomeriggio nella sala consiliare di Policoro.

La disanima fatta nel corso dell’iniziativa “Sanità in Basilicata: dove andremo a curarci?” è stata impietosa: mancanza di interlocuzione con i cittadini, poco personale medico-santario, la “mancanza di date” per prestazione come Tac, risonanza, mammografia, urologia, turni assurdi e strutture mortificate nelle loro funzioni. “Il Pronto Soccorso di Policoro è utilizzato come centro di accettazione: i pazienti arrivano per essere poi accompagnati in altri presidi”, ha detto Maria Antonietta Tarsia. Che nel corso dell’intervento, nel parlare dell’insufficienza di personale, ha precisato:

“Un ringraziamento va a tutti gli operatori, medici, infermieri, OSS e personale in generale, tutti impegnati a fare ore di lavoro non programmate pur di fronteggiare la situazione”.

Nel parlare dell’ospedale di Tinchi (Pisticci) ha aggiunto: “E’ ormai una struttura vuota, svolge la funzione di poliambulatorio”.

La relazione ha toccato le diverse strutture sanitarie che operano in Basilicata e ha messo in evidenza le tantissime criticità e quelli che secondo Cittadinanza Attiva rappresentano sprechi finanziari meritevoli di essere posti all’attenzione dei magistrati della Corte dei Conti. “invieremo i dati in nostro possesso alla Corte dei Conti per segnalare lo spreco di denaro per la Riabilitazione Pneumologia territoriale di Matera fuori regione con 200 mila euro, visto che abbiamo una stanza super attrezzata nel Distretto di Matera”.

Infine la triste considerazione legata alle prestazioni e ai “tempi” necessari per erogarle: “Quando sono intramoenia vengono erogate subito. In sostanza chi ha i soldi può curarsi. Chi non li ha non può curarsi”.

Annamaria Lardo, Cittadinanza Attiva Policoro, ha messo in evidenza la mancanza di dialogo fra aziende sanitarie e cittadini.

I saluti iniziali sono stati affidati al vicesindaco di Policoro, Nicola Celano.

Hanno inoltre partecipato Francesco Labriola del Comitato cittadino Pro Ospedale, il quale, nel suo intervento,  ha sottolineato la carenza di personale: “l’ospedale di Policoro opera con la metà dei lavoratori che servirebbero. Endoscopia a Policoro si fonda su un medico e un infermiere sui quali gravano migliaia di prestazioni ogni anno”.

Fra gli altri relatori: Francesco Manolio, “Giustizia per i diritti” Cittadinanza Attiva, Francesca Picciani, coordinatrice regionale Tribunale per i diritti del malato e Anna Padula dell’associazione Autismo in Movimento. Il dibattito è stato moderato dal medico e giornalista, Filippo Mele.

 

 

DDA: “In Basilicata innegabile la presenza criminale mafiosa”

in Cronaca
Giustizia: il tribunale di Potenza

DDA: “In Basilicata innegabile la presenza criminale mafiosa”. Secondo la Direzione distrettuale antimafia il fenomeno è diffuso in egual misura nelle province di Matera e Potenza

In Basilicata “la presenza criminale, a base marcatamente mafiosa, rappresenta una realtà ormai innegabile che investe, in egual misura, le province di Potenza e Matera”.
Lo sostiene la Direzione distrettuale antimafia di Potenza, valutando le conclusioni dell’inchiesta che ha portato all’esecuzione, oggi, di 37 arresti (28 in cercare e nove ai domiciliari) a carico dei presunti componenti del clan guidato da Renato Martorano e Dorino Stefanutti.
Nel rilevare che la “consorteria potentina” è “ampiamente riconosciuta dalla ‘ndrangheta calabrese e dai clan mafiosi lucani, siciliani e pugliesi”, la Dda ha parlato di “capillare compenetrazione del sodalizio potentino nel tessuto economico ed imprenditoriale cittadino, perseguita anche attraverso il reiterato ricorso ad eclatanti azioni intimidatorie”. In sostanza, le indagini della Polizia hanno consentito di “tracciare il solco di un nuovo corso criminale attivo nella città di Potenza”, entrato fino “nelle sfere istituzionali, come nel caso di una sigla sindacale attiva nel comparto sanitario”[ansa]

Bardi su operazione antimafia in Basilicata

Il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, esprime a nome suo, del governo regionale e di tutti i lucani il più vivo e sincero sentimento di gratitudine nei confronti delle forze dell’ordine per la operazione compiuta oggi contro il clan Martorano-Stefanutti, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Potenza, che ha portato all’adozione di misure restrittive nei confronti di 37 persone.
“Ringrazio il ministro degli Interni Lamorgese, la Direzione distrettuale antimafia di Potenza e la Polizia di Stato per questo duro colpo inferto alla criminalità organizzata. E’ la testimonianza più concreta che in Basilicata lo Stato c’è”.

Foto a scopo illustrativo, non si riferisce al fatto descritto nell’articolo

Elezioni Provincia di Matera: tre liste presentate

in Politica

Elezioni Provincia di Matera: tre liste presentate. Le elezioni di “secondo grado” avranno luogo il prossimo 18 Dicembre

Sono state consegnate questa mattina nel Palazzo della Provincia di Matera le liste dei candidati al Consiglio Provinciale di Matera, che sarà rinnovato il prossimo sabato 18 dicembre. Sono tre le liste presentate. Si tratta di Provincia Unita, composta da dieci candidati (Viviana Verri, Emanuele Pilato, Francesco Mancini, Pasquale Doria, Filomena Bucello, Carmine Alba, Antonietta Rago, Giuseppe Candela, Giovanni De Santis, Beatrice Di Fesca), Provincia Civica, composta da otto candidati (Nunzio Carriero, Nunzio Gallotta, Gianluca Modarelli, Francesco Micucci, Stefania Cuccarese, Carmen Tufaro, Nicola Domenico Verde, Adriana Violetto), e Uniti per la Provincia di Matera, composta da cinque candidati (Augusto Toto, Sergio Pascale, Maria Pina Cosentino, Camillo Donato Pierro, Antinesca Petrigliano).

L’Ufficio elettorale della Provincia provvederà ora alle verifiche dei documenti presentati e ufficializzerà le candidature per le elezioni del prossimo 18 dicembre.

PROVINCE, ELEZIONI DI SECONDO GRADO: PROCEDURE ELETTORALI
Sono eleggibili a consigliere provinciale i sindaci e i consiglieri comunali in carica. Il Consiglio dura in carica 2 anni. Sono eleggibili a presidente della Provincia tutti i sindaci della provincia. Il Presidente dura in carica 4 anni. Eleggono il presidente e il consiglio provinciale, i sindaci e i consiglieri dei comuni della provincia. l consiglio provinciale è composto da:
– il Presidente della Provincia
– 16 componenti nelle province con popolazione superiore a 700.000 abitanti;
– 12 componenti nelle province con popolazione da 300.000 a 700.000 abitanti;
– 10 componenti nelle province con popolazione fino a 300.000 abitanti.
(Legge 56/14 comma 67)
Per l’elezione dei consigli provinciali è prevista l’espressione di un voto di lista. Ciascun elettore può inoltre esprimere un voto di preferenza per uno dei
candidati alla carica di consigliere provinciale compreso nella lista.

Due ristoranti lucani stellati nella “Guida Michelin”

in Storie di Frutta

Due ristoranti lucani stellati nella “Guida Michelin”: Stella confermata, nella 67esima edizione della “Guida Michelin”, per due ristoranti lucani: “Don Alfonso 1890 San Barbato” di Lavello e “Vitantonio Lombardo” di Matera

Gli Ispettori della Guida MICHELIN sono riusciti a trovare – anche quest’anno – ottimi standard ed originalità, che sono poi i tratti costitutivi del DNA nazionale

Le recensioni dedicate ai due ristoranti, nella guida stellata, puntano sulla creatività e l’elevato standard qualitativo offerto dalle strutture lucane, con particolare attenzione alle materie prime e alla rivisitazione dei piatti della nostra terra.
Per il “Don Alfonso 1890 San Barbato” di Lavello, “troviamo l’ispirazione non solo dei proverbiali classici – è scritto nella ‘Guida Michelin’ – ma anche rivisitazioni di ricette più regionali con la massima esaltazione d’ingredienti locali come il peperone crusco. Una cucina moderna, tecnica, volta a dare voce a piccole produzioni del territorio e a sapori dimenticati. Ottima selezione di vini del sud, e non solo, a complemento di una tappa gastronomica da non perdere.”
Parole di elogio anche per il ristorante “Vitantonio Lombardo” di Matera: “Piatti creativi si affiancano ad una linea più territoriale, ma pur sempre rivisitata con gusto moderno, e nuove ricette in un menu che può andare dalle cinque alle dodici portate. Di origini lucane, Vitantonio Lombardo ha il merito di aver portato la prima stella Michelin nella storia di Matera”.
“Siamo orgogliosi per l’ambito riconoscimento ottenuto da due ristoranti della Basilicata che si confermano nuovamente tra i big dell’alta cucina italiana – commenta il vicepresidente e assessore alle Politiche agricole, alimentari e forestali Francesco Fanelli – dando lustro a un intero territorio, dove la ristorazione può contare su materie prime della migliore qualità e chef di comprovate esperienze.

“All’insegna dell’inventiva e della qualità, la gastronomia italiana è sempre pronta a rinnovarsi, tra idee originali, grandi firme e – talvolta – anche un pizzico di follia che in momenti come questi, dopo mesi di “pausa forzata”, certamente è di grande sprono”, è riportato nel sito ufficiale di Guida Michelin.
“E’ difficile stare al passo con la continua evoluzione del Bel Paese, nazione per eccellenza vocata al dinamismo e al cambiamento per quanto concerne la buona tavola; la quantità di nuove aperture e tendenze più alla moda non si è lasciata, infatti, scoraggiare dalle difficoltà della contingenza socio-sanitaria, e in un territorio così esteso in lunghezza ed articolato come il nostro, gli Ispettori della Guida MICHELIN sono riusciti a trovare – anche quest’anno – ottimi standard ed originalità, che sono poi i tratti costitutivi del DNA nazionale”.

LA BASILICATA NELLA GUIDA MICHELIN

 

Abruzzo (4)
Civitella Casanova (PE) – La Bandiera
Guardiagrele (CH) – Villa Maiella
Roseto degli Abruzzi / Montepagano (TE) – D.One Restaurant
San Salvo / San Salvo Marina (CH) – Al Metrò

Basilicata (2)
Lavello (PZ) – Don Alfonso 1890 San Barbato
Matera (MT) – Vitantonio Lombardo

Calabria (7)
Catanzaro (CZ) – Abbruzzino
Isola di Capo Rizzuto / Praialonga (KR) – Pietramare Natural Food
Lamezia Terme (CZ) – Luigi Lepore N
Marina di Gioiosa Ionica (RC) – Gambero Rosso
San Giovanni in Fiore (CS) – Hyle N
Santa Cristina d’Aspromonte (RC) – Qafiz
Strongoli (KR) – Dattilo

Campania (40)
Amalfi (SA) – La Caravella dal 1959
Amalfi (SA) – Glicine
Bacoli (NA) – Caracol
Isola di Capri / Capri (NA) – Mammà
Isola di Capri / Capri (NA) – Le Monzù
Castellammare di Stabia (NA) – Piazzetta Milù
Conca dei Marini (SA) – Il Refettorio
Eboli (SA) – Il Papavero
Isola d’Ischia / Lacco Ameno (NA) – Indaco
Maiori (SA) – Il Faro di Capo d’Orso
Massa Lubrense / Nerano (NA) – Taverna del Capitano
Massa Lubrense / Termini (NA) – Relais Blu
Napoli (NA) – ARIA N
Napoli (NA) – Il Comandante
Napoli (NA) – George Restaurant
Napoli (NA) – Palazzo Petrucci
Napoli (NA) – Veritas
Nola (NA) – Rear Restaurant N
Nola (NA) – Re Santi e Leoni
Paestum (SA) – Osteria Arbustico
Paestum (SA) – Le Trabem
Pompei (NA) – President
Positano (SA) – Li Galli N
Positano (SA) – La Serra
Positano (SA) – Zass
Quarto (NA) – Sud
Ravello (SA) – Il Flauto di Pan
Ravello (SA) – Rossellinis
Salerno (SA) – Re Maurì
Sant’Agnello (NA) – Don Geppi
Somma Vesuviana (NA) – Contaminazioni Restaurant N
Sorrento (NA) – Il Buco
Sorrento (NA) – Lorelei
Sorrento (NA) – Terrazza Bosquet
Telese Terme (BN) – La Locanda del Borgo
Torre del Greco (NA) – Josè Restaurant – Tenuta Villa Guerra
Vallesaccarda (AV) – Oasis – Sapori Antichi
Vico Equense (NA) – Antica Osteria Nonna Rosa
Vico Equense / sulla SS 145 Sorrentina (NA) – Maxi
Vico Equense / Ticciano (NA) – Cannavacciuolo Countryside N

Città di San Marino (1)
San Marino – Righi

Emilia-Romagna (19)
Bagno di Romagna / San Piero in Bagno (FC) – Da Gorini
Bologna (BO) – I Portici
Borgonovo Val Tidone (PC) – La Palta
Carpaneto Piacentino (PC) – Nido del Picchio
Castel Maggiore (BO) – Iacobucci
Cesenatico (FC) – La Buca
Codigoro (FE) – La Capanna di Eraclio
Codigoro (FE) – La Zanzara
Modena (MO) – L’Erba del Re
Parma (PR) – Inkiostro
Parma (PR) – Parizzi
Pennabilli (RN) – Il Piastrino
Polesine Parmense (PR) – Antica Corte Pallavicina
Quattro Castella / Rubbianino (RE) – Ca’ Matilde
Rimini (RN) – Abocar Due Cucine
Rimini / Miramare (RN) – Guido
Rubiera (RE) – Arnaldo – Clinica Gastronomica
Savigno (BO) – Trattoria da Amerigo
Torriana (RN) – Osteria del Povero Diavolo

Friuli-Venezia Giulia (5)
Cormons (GO) – Trattoria al Cacciatore – La Subida
Dolegna del Collio / Vencò (GO) – L’Argine a Vencò
Ruda (UD) – Osteria Altran
San Quirino (PN) – La Primula

Sappada (BL) – Laite

Lazio (25)
Acquapendente / Trevinano (VT) – La Parolina
Acuto (FR) – Colline Ciociare
Fiumicino (RM) – Pascucci al Porticciolo
Fiumicino (RM) – Il Tino
Genazzano (RM) – Aminta Resort
Labico (RM) – Antonello Colonna Labico
Pontinia (LT) – Mater1apr1ma N
Isola di Ponza / Ponza (LT) – Acqua Pazza
Roma / Centro storico (RM) – Acquolina
Roma / Centro storico (RM) – Il Convivio Troiani
Roma / Centro storico (RM) – Idylio by Apreda
Roma / Centro storico (RM) – Imàgo
Roma / Centro storico (RM) – Per Me Giulio Terrinoni
Roma / Centro storico (RM) – Pipero Roma
Roma / Parioli (RM) – All’Oro
Roma / Roma antica (RM) – Aroma
Roma / Roma antica (RM) – Marco Martini Restaurant
Roma / San Pietro-Città del Vaticano (RM) – Enoteca La Torre
Roma / Stazione Termini (RM) – Moma
Roma / Stazione Termini (RM) – La Terrazza
Roma / Trastevere-Testaccio (RM) – Glass Hostaria
Roma / Trastevere-Testaccio (RM) – Zia
Terracina (LT) – Essenza
Viterbo (VT) – Danilo Ciavattini
Vitorchiano (VT) – Casa Iozzìa

Liguria (9)
Alassio (SV) – Nove
Bergeggi (SV) – Claudio
Genova (GE) – The Cook
Genova (GE) – San Giorgio N
Imperia / Porto Maurizio (IM) – Sarri
Lavagna / Cavi (GE) – Impronta d’Acqua
Moneglia (GE) – Orto by Jorg Giubbani N
Noli (SV) – Il Vescovado
San Remo (IM) – Paolo e Barbara

Lombardia (48)
Albavilla (CO) – Il Cantuccio
Almè (BG) – Frosio
Bellagio (CO) – Mistral
Bergamo (BG) – Casual
Bergamo (BG) – Impronte
Calvisano (BS) – Al Gambero
Campione d’Italia (CO) – Da Candida
Cavernago (BG) – Il Saraceno
Cernobbio (CO) – Materia
Certosa di Pavia (PV) – Locanda Vecchia Pavia “Al Mulino”
Como (CO) – Kitchen
Como (CO) – I Tigli in Theoria
Corte Franca / Borgonato (BS) – Due Colombe
Desenzano del Garda (BS) – Esplanade
Fagnano Olona (VA) – Acquerello
Gardone Riviera / Fasano (BS) – Lido 84
Gargnano (BS) – La Tortuga
Laveno-Mombello (VA) – La Tavola
Madesimo (SO) – Il Cantinone e Sport Hotel Alpina
Manerba del Garda (BS) – Capriccio
Mantello (SO) – La Présef
Milano / Centro storico (MI) – Cracco
Milano / City Life-Sempione (MI) – Iyo
Milano / City Life-Sempione (MI) – Tano Passami l’Olio
Milano / Isola-Porta Nuova (MI) – AALTO
Milano / Isola-Porta Nuova (MI) – Berton
Milano / Isola-Porta Nuova (MI) – Viva Viviana Varese
Milano / Navigli (MI) – Contraste
Milano / Navigli (MI) – Sadler
Milano / Porta Romana-Porta Vittoria (MI) – L’Alchimia
Milano / Stazione Centrale (MI) – Felix Lo Basso home & restaurant N

Felix Lo Basso home & restaurant ©Modestino Tozzi
Felix Lo Basso home & restaurant ©Modestino Tozzi
Milano / Stazione Centrale (MI) – Joia
Milano / Zona urbana Nord-Ovest (MI) – Innocenti Evasioni
Oggiono (LC) – Bianca sul Lago by Emanuele Petrosino N
Olgiate Olona (VA) – Ma.Ri.Na.
Orzinuovi (BS) – Sedicesimo Secolo
Pralboino (BS) – Leon d’Oro
San Paolo d’Argon (BG) – Umberto De Martino
Sirmione (BS) – La Rucola 2.0
Sirmione (BS) – La Speranzina Restaurant & Relais N
Sorisole (BG) – Osteria degli Assonica N
Stradella (PV) – Villa Naj
Trescore Balneario (BG) – LoRo
Treviglio (BG) – San Martino
Viganò (LC) – Pierino Penati
Vigevano (PV) – I Castagni
Villa d’Almè (BG) – Osteria della Brughiera
Villa di Chiavenna (SO) – Lanterna Verde

Marche (4)
Loreto (AN) – Andreina
Pesaro (PU) – Nostrano
Porto San Giorgio (FM) – L’Arcade N
Porto San Giorgio (FM) – Retroscena N

Piemonte (40)
Acqui Terme (AL) – I Caffi
Alba (CN) – Larossa
Alba (CN) – Locanda del Pilone
Alessandria / Spinetta Marengo (AL) – La Fermata
Caluso (TO) – Gardenia
Canale (CN) – All’Enoteca
Cherasco (CN) – Da Francesco
Domodossola (VB) – Atelier
Isola d’Asti (AT) – Il Cascinalenuovo
La Morra (CN) – Damiano Nigro N
La Morra (CN) – Massimo Camia
La Morra / Annunziata (CN) – Osteria Arborina
Monforte d’Alba (CN) – Borgo Sant’Anna
Monforte d’Alba (CN) – Fre
Novara (NO) – Cannavacciuolo Cafè & Bistrot
Novara (NO) – Tantris
Orta San Giulio (NO) – Locanda di Orta
Penango / Cioccaro (AT) – Locanda Sant’Uffizio Enrico Bartolini
Pinerolo (TO) – Zappatori
Piobesi d’Alba (CN) – 21.9
Pollone (BI) – Il Patio
Priocca (CN) – Il Centro
San Maurizio Canavese (TO) – La Credenza
Santo Stefano Belbo (CN) – Il Ristorante di Guido da Costigliole
Serralunga d’Alba / Fontanafredda (CN) – Guido
Soriso (NO) – Al Sorriso
Tigliole (AT) – Ca’ Vittoria
Torino (TO) – Del Cambio
Torino (TO) – Cannavacciuolo Bistrot
Torino (TO) – Carignano
Torino (TO) – Casa Vicina
Torino (TO) – Condividere
Torino (TO) – Magorabin
Torino (TO) – Piano 35
Torino (TO) – Spazio7
Torino (TO) – Unforgettable N
Torino (TO) – Vintage 1997
Treiso (CN) – La Ciau del Tornavento
Venaria Reale (TO) – Dolce Stil Novo alla Reggia
Vernante (CN) – Nazionale N

Puglia (11)
Carovigno (BR) – Già Sotto l’Arco
Conversano (BA) – Pashà
Lecce (LE) – Bros’
Lecce (LE) – Primo Restaurant N
Manduria (TA) – Casamattam
Ostuni (BR) – Cielo
Peschici (FG) – Porta di Basso N
Putignano (BA) – Angelo Sabatelli
Savelletri (BR) – Due Camini
Trani (BT) – Casa Sgarra
Trani (BT) – Quintessenza

Sardegna (5)
Arzachena / Baia Sardinia (OT) – Somu N
Arzachena / Porto Cervo (OT) – ConFusion
Cagliari (CA) – Dal Corsaro
Pula (CA) – Fradis Minoris N
San Teodoro (OT) – Gusto by Sadler N

Sicilia (14)
Bagheria (PA) – I Pupi
Caltagirone (CT) – Coria
Catania (CT) – Sapio
Isole Eolie / Vulcano (ME) – Il Cappero
Isole Eolie / Salina (ME) – Signum
Linguaglossa (CT) – Shalai
Modica (RG) – Accursio
Palermo (PA) – Gagini Restaurant N
Ragusa (RG) – Locanda Don Serafino
Riposto / Archi (CT) – Zash
Taormina (ME) – Otto Geleng
Taormina (ME) – St. George by Heinz Beck
Taormina / Lido di Spisone (ME) – La Capinera
Terrasini (PA) – Il Bavaglino

Toscana (34)
Arezzo (AR) – Octavin N
Castelnuovo Berardenga (SI) – L’Asinello
Castelnuovo Berardenga (SI) – La Bottega del 30
Castelnuovo Berardenga (SI) – Poggio Rosso
Castiglione d’Orcia / Rocca d’Orcia (SI) – Osteria Perillà
Castiglione della Pescaia / Badiola (GR) – La Trattoria Enrico Bartolini
Chiusdino (SI) – Meo Modo
Chiusi (SI) – I Salotti
Cortona / San Martino (AR) – Il Falconiere
Firenze (FI) – Borgo San Jacopo
Firenze (FI) – Gucci Osteria da Massimo Bottura
Firenze (FI) – La Leggenda dei Frati
Firenze (FI) – Il Palagio
Forte dei Marmi (LU) – Bistrot
Forte dei Marmi (LU) – Lorenzo
Forte dei Marmi (LU) – Lux Lucis
Forte dei Marmi (LU) – La Magnolia
Forte dei Marmi (LU) – Il Parco di Villa Grey
Gaiole in Chianti (SI) – Il Pievano
Lamporecchio (PT) – Atman a Villa Rospigliosi
Lucca (LU) – Giglio
Lucca / Marlia (LU) – Butterfly
Marina di Bibbona (LI) – La Pineta
Marina di Grosseto (GR) – Gabbiano 3.0
Marina di Pietrasanta (LU) – Franco Mare
Montalcino / Poggio alle Mura (SI) – Sala dei Grappoli
Porto Ercole (GR) – Il Pellicano
San Casciano dei Bagni / Fighine (SI) – Ristorante Castello di Fighine
San Gimignano (SI) – Linfa
Scarperia / Lucigliano (FI) – Virtuoso Gourmet – Tenuta Le Tre Virtù
Seggiano (GR) – Silene
Tavarnelle Val di Pesa (FI) – La Torre
Tavarnelle Val di Pesa / Badia a Passignano (FI) – Osteria di Passignano
Viareggio (LU) – Lunasia
Viareggio (LU) – Romano

Trentino-Alto Adige (24)
Appiano sulla Strada del Vino / San Michele (BZ) – Osteria Acquarol N

Osteria Acquarol ©Laura
Osteria Acquarol ©Laura
Appiano sulla Strada del Vino / San Michele (BZ) – Zur Rose
Arco (TN) – Peter Brunel Ristorante Gourmet
Bolzano (BZ) – In Viaggio – Claudio Melis
Bressanone (BZ) – Apostelstube
Castelbello Ciardes (BZ) – Kuppelrain
Cavalese (TN) – El Molin
Collepietra (BZ) – Astra
Dobbiaco (BZ) – Tilia
Falzes / Molini (BZ) – Schöneck
Madonna di Campiglio (TN) – Dolomieu
Madonna di Campiglio (TN) – Il Gallo Cedrone
Madonna di Campiglio (TN) – Stube Hermitage
Merano (BZ) – Sissi
Merano / Freiberg (BZ) – Prezioso
Moena (TN) – Malga Panna
Nova Levante (BZ) – Johannesstube
Ortisei (BZ) – Anna Stuben
Renon / Soprabolzano (BZ) – 1908 N
Rovereto (TN) – Senso Alfio Ghezzi Mart
Selva di Val Gardena (BZ) – Alpenroyal Gourmet
Tesimo (BZ) – Zum Löwen
Trento / Ravina (TN) – Locanda Margon
Vigo di Fassa / Tamion (TN) – ‘L Chimpl

Umbria (3)
Baschi (TR) – Casa Vissani
Norcia (PG) – Vespasia
Perugia (PG) – L’Acciuga N

Valle d’Aosta (2)
Aosta (AO) – Vecchio Ristoro
Courmayeur (AO) – Petit Royal

Veneto (31)
Altissimo (VI) – Casin del Gamba
Arzignano (VI) – Damini Macelleria & Affini
Asiago (VI) – Stube Gourmet
Asiago (VI) – La Tana Gourmet
Barbarano Vicentino (VI) – Aqua Crua
Bardolino (VR) – La Veranda del Color
Borgoricco (PD) – Storie d’Amore
Castelfranco Veneto (TV) – Feva
Cavaion Veronese (VR) – Oseleta
Cortina d’Ampezzo (BL) – Sanbrite
Cortina d’Ampezzo (BL) – Tivoli
Malcesine (VR) – Vecchia Malcesine
Malo (VI) – La Favellina N
Oderzo (TV) – Gellius
Pieve d’Alpago (BL) – Dolada
Pontelongo (PD) – Lazzaro 1915
Puos d’Alpago (BL) – Locanda San Lorenzo
Romagnano (VR) – La Cru
Roverchiara (VR) – Locanda le 4 Ciacole N
San Pietro in Cariano / Corrubbio (VR) – Amistà
Schio (VI) – Spinechile
Scorzè (VE) – San Martino
Venezia (VE) – Local N
Venezia (VE) – Oro Restaurant
Venezia (VE) – Quadri
Venezia (VE) – Wistèria N
Venezia (VE) – Zanze XVI N
Venezia/Mazzorbo (VE) – Venissa
Verona (VR) – Il Desco
Verona (VR) – 12 Apostoli
Vicenza (VI) – Matteo Gran

Le notizie e le storie legate alle “materie prime” della cucina della Basilicata e non solo. Le storie di aziende che fanno dell’agricoltura e della sostenibilità la loro forza raccontate nella categoria Storie di Frutta.

Cocaina: arrestato perché sospettato di spaccio

in Cronaca

Cocaina: arrestato perché sospettato di spaccio. L’uomo di Montascaglioso “trovato in possesso con 120 gr circa di cocaina”

La Polizia di Stato di Matera ha arrestato “in flagranza di reato un 51enne di Montescaglioso per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e sequestrato quasi 120 gr di cocaina”, è scritto in una nota della Questura di Matera diffusa in queste ore.

E, ancora: “Nel corso di specifici servizi finalizzati al contrasto del traffico e dello spaccio di droga, sulla SP ex SS n.175 gli agenti della Squadra Mobile hanno fermato per un controllo un’autovettura che viaggiava in direzione Montescaglioso. Ma all’alt intimato dagli operatori, l’autista anziché fermarsi ha accelerato bruscamente cercando di dileguarsi. È stato allora prontamente inseguito dai poliziotti sull’auto di servizio, che lo hanno in breve raggiunto e bloccato. Alla guida, c’era il 51enne, unica persona a bordo, già conosciuto per precedenti specifici in materia di stupefacenti, che non ha saputo dare giustificazioni per non essersi fermato all’alt”.

Nella nota stampa è poi riportato: “Nei suoi confronti gli agenti hanno proceduto alla perquisizione personale, veicolare e domiciliare, rinvenendo un involucro in cellophane contenente 118,3 gr di cocaina nella tasca interna del giubbino che indossava e una dose di 1,1 gr della stessa sostanza nascosta sotto il tappetino del lato guida dell’auto. In un locale nella disponibilità dell’individuo è stato poi rinvenuto del materiale impiegato per il confezionamento delle dosi di stupefacente: un pentolino, ritagli di carta stagnola, un rotolo di nastro isolante e alcuni fogli di cellophane. La droga e il materiale per il suo confezionamento sono stati sequestrati insieme alla somma di 430 euro in banconote da piccolo taglio detenuta dal soggetto nel portafogli, ritenuta provento dell’illecita attività di spaccio.L’uomo è stato arrestato e condotto nella casa circondariale di Matera a disposizione dell’Autorità giudiziaria. Il Gip del Tribunale di Matera ha successivamente convalidato l’arresto confermando la custodia in carcere”.

Nella categoria dedicata le notizie di cronaca della regione e del territorio

Scanzano Jonico: il Prefetto nomina la dottoressa Camerini

in Cronaca

Scanzano Jonico: il Prefetto nomina la dottoressa Camerini. Al commissario sono conferiti i poteri spettanti al sindaco, alla Giunta e al Consiglio comunale sino a quando non saranno rinnovati con altra elezione

La Prefettura di Matera ha decretato: “la dottoressa Rosalia Ermelinda Camerini, viceprefetto in quiescenza, è nominata commissario prefettizio per la provvisoria gestione del comune di Scanzano Jonico”.

Il segretario comunale di Scanzano Jonico è incaricato dell’esecuzione nonché della notifica de presente provvedimento.

“Avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso giurisdizionale al T.A.R. di Basilicata ovvero ricorso straordinario al presidente della Repubblica rispettivamente nel termine di 60 e 120 giorni decorrenti dalla data di notifica.

Nel prima parte del documento, che ha come data quella del 9 Novembre 2021,  del Prefetto è scritto che: “da successivi accertamenti è emerso a carico del signor Mario Altieri risulta sussistere causa di incandidabilità ai sensi dell’articolo 10 comma 1 lettera C. Detta circostanza è stata notificata, da parte della competente Commissione elettorale circondariale di Matera ai sensi e per gli effetti di cui agli articoli 10, c 3 e 12 c 4 del suddetto decreto legislativo 235 del 2012, al presidente dell’adunanza dei presidenti di sezione per gli adempimenti di competenza, in sede di proclamazione degli eletti.

Torna su