Archivio tag

matera - page 3

Operatrice Cup aggredita verbalmente: intervengono anche i carabinieri

in Cronaca

Operatrice Cup aggredita verbalmente: intervengono anche i carabinieri. La malcapitata finisce ricoverata al Pronto Soccorso

Gli operatori del CUP dell’Ospedale Madonna delle Grazie, dipendenti di un’azienda privata che gestisce il Centro Unico Prenotazioni, denunciano una grave episodio di violenza e intimidazione avvenuto questa mattina nei locali del nosocomio materano.

Un utente, recatosi per il secondo giorno al CUP per prenotare una visita medica con livello di priorità B, non avendo trovato una data disponibile, si è scagliato fisicamente contro il vetro dello sportello, imprecando.

L’operatrice gli ha spiegato che non dipendeva da loro l’indisponibilità di una data per la prenotazione, ma l’utente ha continuato a minacciare pesantemente la collega, prendendo a pugni il vetro e costringendo la Vigilanza a intervenire. L’operatrice coinvolta si è sentita male, accusando un picco di pressione, ed è stata portata al Pronto Soccorso con una prognosi di tre giorni. Subito dopo sono arrivati anche i Carabinieri, chiedendo se si volesse sporgere denuncia.

Gli operatori del CUP intendono denunciare a mezzo stampa all’opinione pubblica e, soprattutto, alle istituzioni che hanno realmente la responsabilità di gestire un servizio sanitario sempre più inefficiente, che il clima di intimidazione e, adesso, anche di violenza fisica e psicologica cui sono sottoposti tutti i giorni non è più sostenibile per coloro che svolgono il proprio lavoro con serietà e pazienza.

Tanto più se – a prescindere dalle intemperanze esecrabili e dai comportamenti condannabili di utenti che non sono comunque giustificabili – il sistema delle prenotazioni sconta l’inefficienza di una sanità pubblica che a Matera è praticamente allo sfascio.

Episodi del genere ormai sono sempre più frequenti e i lavoratori chiedono di essere tutelati e di poter svolgere il proprio lavoro con serenità.

 

Fonte: comunicato stampa Operatori Cup Madonna delle Grazie di Matera

Spopolamento e scuola: l’impegno della Provincia di Matera

in Cronaca

Spopolamento e scuola: l’impegno della Provincia di Matera. Tema difficile perché la provincia di Matera ha perso poco più di 500 alunni

Dimensionamento scolastico, il presidente della Provincia di Matera, Piero Marrese, ha incontrato i rappresentanti dei Comuni, della scuola e delle parti sociali per “ascoltare al fine di proporre soluzioni condivise e che non penalizzino nessuno”. Le problematiche della scuola indotte dallo spopolamento e, segnatamente, il tema del dimensionamento scolastico sono state all’ordine del giorno di un incontro che si è svolto stamane, in modalità mista presenza-remoto, nella sala consiliare della Provincia di Matera. Il presidente, Piero Marrese, ha convocato sindaci, dirigenti scolastici, sindacalisti e rappresentati degli Uffici scolastici regionale e provinciale, prima di partecipare domani mattina al tavolo regionale convocato per discutere delle stesse problematiche.

“E’ stato un incontro proficuo – ha dichiarato Marrese – perché tutti hanno avuto modo di ascoltare le richieste altrui e formulare le proprie, sempre tenendo conto di due elementi che non possiamo ignorare: i limiti numerici imposti dalla legge, che anche per l’anno prossimo, in deroga, saranno di 300 e 500, a seconda che si tratti di centri montani o meno, e l’impetuoso spopolamento che, solo quest’anno, ha visto la provincia di Matera perdere, nel complesso, poco più di 500 alunni.

Partendo da questi due presupposti, ho ascoltato le richieste e le segnalazioni di tutti per poter far presente, in sede di tavolo regionale, quelle che sono le esigenze del nostro territorio. Il tutto, evidentemente, con un unico obiettivo: valorizzare il più possibile ogni realtà scolastica e non disperdere energie in inutili, sterili e dannose guerre di campanile. Come sempre – ha concluso il presidente della Provincia di Matera – mi spenderò per l’intero ambito provinciale e cercherò di rispettare l’obiettivo di continuare ad offrire al mondo della scuola il massimo possibile, anche in termini di servizi pur sapendo che il tema è estremamente complesso”.

Qualità della vita: male Matera e Potenza

in Economia

Qualità della vita: male Matera e Potenza. L’indagine de Il Sole 24 Ore è impietosa con le città lucane rispettivamente al 76mo e 94mo posto

Anche quest’anno l’indagine de Il Sole 24 ore, giunta alla 33ma edizione, fornisce un’idea del solco che divide il Nord e il Sud del Paese. Gli ambiti presi in esame sono stati: ricchezza, affari, lavoro, consumi. E, ancora: demografia,  salute, ambiente e servizi, cultura e tempo libero, giustizia e sicurezza. Sei ambiti, 90 indicatori, per valutare la qualità della vita nelle province.

A guidare la classifica sono infatti Bologna, Bolzano e Firenze, agli ultimi posti troviamo Caltanissetta, Isernia e Crotone, 107ma. Le province lucane non fanno purtroppo eccezione: Matera è 76ma, due posti in meno rispetto allo scorso anno; va peggio Potenza, che scivola al 94mo posto e segna -9 sulla classifica 2021.

Il Potentino perde 38 posizioni nell’indicatore Giustizia e sicurezza: pesano soprattutto la lentezza dei procedimenti giudiziari e le denunce per incendi, ma anche la mortalità per incidenti stradali.
Potenza cala anche nell’ambito Demografia, salute e società, dove incide l’alto tasso di emigrazione e la carenza di medici specialisti.
Nel settore economico, la provincia è ultima per numero di imprese straniere e penultima per il numero di ore di cassa integrazione.
Si piazza nelle prime posizioni, invece, per la scarsa inflazione dei costi di energia e gas, per la presenza di start up innovative e per la qualità dell’aria.
Nel Materano, l’indicatore con maggiore saldo negativo è quello per Cultura e tempo libero, con 39 punti in meno rispetto allo scorso anno: le performance peggiori soprattutto nell’ambito Sport, ma anche per la presenza di librerie.
Maglia nera per le denunce di incendi, ma al primo posto per qualità dell’aria e i bassi costi energetici.

(Nella foto a mero scopo illustrativo, una vista della città di Matera)

A Matera la presentazione “Osterie d’Italia 2023”

in Economia

A Matera la presentazione “Osterie d’Italia 2023” appuntamento a Matera alla Mensa della Fraternità Don Giovanni Mele il 13 Dicembre

Una bussola tarata sull’autenticità, la sostenibilità e la territorialità
A Matera la Condotta Slow Food presenta “Osterie d’Italia 2023” in un luogo simbolo dei valori dell’associazione dedicata al buon cibo

Martedì 13 dicembre la Condotta Slow Food di Matera presenta la guida “Osterie d’Italia” alle ore 19:00 presso la Mensa della Fraternità “Don Giovanni Mele” insieme agli osti materani entrati in guida, ai soci e a tutti gli appassionati del buon cibo.
Una guida dedicata alla cucina autentica, un’agenda legata ai territori, una bussola per orientarsi tra le proposte gastronomiche di tutta Italia, anche quest’anno la guida “Osterie d’Italia” di Slow Food Editore è in tutte le librerie.
Lo storico sussidiario del mangiarbene è arrivato alla sua trentesima edizione, grazie ad una rete capillare di collaboratori che anche in Basilicata hanno visitato osterie, agriturismi, enoteche con cucina e ristoranti alla ricerca della ristorazione italiana più autentica e di qualità, luoghi segnalati per la cucina territoriale, la rigorosa selezione degli ingredienti e il prezzo giusto.

La Condotta di Matera ha scelto di festeggiare questo importante appuntamento in un luogo fortemente rappresentativo dei valori di Slow Food: la Mensa della Fraternità “Don Giovanni Mele”, inaugurata lo scorso 4 dicembre è un luogo dedicato ai più bisognosi, un punto di riferimento per chi è meno fortunato ma che offre pasti di qualità nel pieno rispetto delle materie prime locali e con una grande attenzione agli sprechi. Dopo la presentazione della guida alle ore 19:00 alle 20:30 gli osti materani – che dopo qualche anno di assenza dalle pagine della guida sono tornati a raccontare la Murgia, i Sassi e i prodotti del territorio – prepareranno la cena con i piatti iconici della cucina materana: La Latteria Rizzi preparerà Fave e Cicorie, a seguire arriverà in tavola la Crapiata del Ristorante Da Nico e per finire Trattoria Stano chiuderà con La Pignata. Il servizio è affidato ai volontari della condotta per un momento non solo di convivialità ma soprattutto di condivisione.

Il prezzo della cena è di €25 – € 20 per i soci Slow Food è possibile prenotare al numero 339.3792491

La Mensa della Fraternità “Don Giovanni Mele” si trova in via Cererie n. 61 a Matera

 

Slow Food: nel sussidiario “mangiarbene” 22 osterie. Due sono del Metapontino

“On the Road” per favorire le politiche giovanili e scolastiche

in Cronaca

“On the Road” per favorire le politiche giovanili e scolastiche: Contrastare la dispersione scolastica e favorire l’orientamento personale e professionale dei giovani.

E’ l’obiettivo del progetto “On The Road”, di cui la Provincia di Matera è ente capofila, avviato dal 5 dicembre 2022, che rientra nell’ambito di “Azione ProvincEgiovani Anno 2021”, l’accordo tra Presidenza del Consiglio dei Ministri e UPI (Unione delle Province d’Italia) destinato a favorire le politiche giovanili delle Province italiane.

Il progetto, le cui attività termineranno a giugno 2023, è destinato a una fascia d’età ricompresa tra i 16 e i 24 anni e interesserà il territorio provinciale e Matera città quale contesto fortemente caratterizzato da una presenza di giovani con condizioni di fragilità sociale che si rilevano nel fenomeno della dispersione scolastica,

esplicita ed implicita; un fenomeno divenuto più evidente a seguito della pandemia da Covid-19.

L’intervento che il progetto propone è quello di un contenitore di strumenti volti a fronteggiare gli effetti della dispersione scolastica, a prevenirli e a comprenderli sia a livello individuale che di gruppo con l’obiettivo di rendere consapevoli i beneficiari delle proprie attitudini mediante l’acquisizione di strumenti per superare criticità individuali, sociali e di contesto territoriale. Il fine ultimo sarà quello di aumentare e migliorare la propria autostima alla volta di una costruzione ecologica del proprio futuro scolastico e lavorativo.

Due le azioni principali: analisi e sostegno allo sviluppo individuale per la messa a punto dei talenti, mediante il supporto e lo sviluppo delle life skills, e la formazione e l’accompagnamento al lavoro. Previste attività esperienziali per l’educazione di strada, lo sviluppo della creatività per potenziare le life skills, attraverso tecniche di analisi dell’audio-visivo e la condivisione di esperienze nei lavori di gruppo. Il progetto si avvale di un partenariato costituito da soggetti pubblico-privati che operano a vario titolo sull’educazione, la formazione e l’orientamento dei soggetti giovani.

Sabato 3 dicembre elezioni di secondo grado in Provincia: Piero Marrese unico candidato

in Politica

Sabato 3 dicembre elezioni di secondo grado in Provincia: Piero Marrese unico candidato. La platea degli aventi diritto al voto è composta da 379 amministratori locali, tra sindaci e consiglieri comunali

Sabato 3 dicembre si vota per l’elezione del nuovo presidente della Provincia di Matera. Seggi aperti dalle 8 alle 20. Il presidente uscente, Piero Marrese, unico candidato.

Saranno aperti dalle 8 alle 20 del 3 dicembre, nella sala consiliare di via Ridola, a Matera, i seggi per l’elezione del nuovo presidente della Provincia.

Unico candidato il presidente uscente, Piero Marrese, sindaco di Montalbano Jonico, eletto per la prima volta nel 2018, quando, con 400.608 voti ponderati superò il suo predecessore, Francesco De Giacomo (248.954 voti), divenendo, così, il più giovane presidente al momento dell’elezione nella storia dell’ente.

La platea degli aventi diritto al voto è composta da 379 amministratori locali, tra sindaci e consiglieri comunali. I Comuni sono suddivisi in 5 fasce, a seconda della popolazione residente: fino a 3.000 abitanti; da 3.001 a 5.000; da 5.001 a 10.000; da 10.001 a 30.000; da 30.001 a 100.000. La consultazione prevede l’applicazione del cosiddetto voto ponderato che fa riferimento proprio alle fasce di popolazione residente.

Alla chiusura dei seggi si procederà subito allo spoglio, cui seguirà la proclamazione del vincitore.

Studentato di Matera: 7,5 milioni per immediato completamento

in Cultura

Studentato di Matera: 7,5 milioni per immediato completamento. Si tratta del secondo padiglione dell’ex ospedale di Matera, che sarà adibito a residenza per studenti universitari

 

 

Per il completamento dello studentato di Matera sono stati recentemente stanziati ulteriori 7,5 mln di euro, fondi che la Regione ha saputo intercettare grazie a intese sui tavoli nazionali e ad un lavoro di programmazione valido ed encomiabile. Lo dichiara l’assessore alle Infrastrutture, Donatella Merra, la quale aggiunge che questi contributi vanno a rimpinguare la dotazione complessiva di somme già disponibili, ma non sufficienti, in virtù delle quali si potrà ora procedere all’aggiornamento del progetto e all’appalto dei lavori entro la fine dell’anno.

Siamo estremamente soddisfatti di questo risultato – ha commentato – ora avvieremo il bando di gara per il completamento dell’opera che verrà pubblicato nei prossimi mesi. Dopo anni di tribolazioni siamo riusciti a sbloccare una situazione diventata difficile a seguito di un appalto eseguito in condizioni tecniche ed economiche non adeguate che ne hanno dunque causato il blocco delle attività; ora siamo finalmente in grado di dare certezze sul futuro di quest’opera che sarà conclusa nei tempi stabiliti.

L’immobile oggetto di recupero e di ristrutturazione edilizia è il secondo padiglione dell’ex ospedale di Matera, che sarà adibito a residenza per studenti universitari.

I finanziamenti coprono l’importo necessario per l’aggiornamento del progetto ed il nuovo appalto dei lavori, che riguarderà le opere impiantistiche, di completamento e finitura, nonché l’acquisto degli arredi per la funzionalità e fruibilità della struttura.

Ricordiamo – ha proseguito l’assessore – che si è proceduto sinora allo smantellamento del cantiere, alla rescissione contrattuale con l’impresa che non si era dimostrata in grado di completare l’opera ed allo scorrimento della graduatoria relativa alla prima procedura di gara per verificare la disponibilità delle imprese in elenco a completare l’opera con le risorse attestate, invero evidentemente insufficienti alla chiusura dell’opera a regola d’arte.

Nei prossimi giorni verrà convocata una riunione di coordinamento con Ardsu Basilicata per affrontare gli altri aspetti amministrativi del procedimento. Gli universitari – ha concluso Merra – vedranno soddisfatte le loro istanze, in particolar modo gli studenti “fuori sede” che per troppo tempo hanno dovuto subire i forti disagi legati a questa condizione, onerosa sotto il profilo economico e impervia sotto quello logistico. La sede universitaria di Matera potrà contare, come doveroso, di un servizio cha amplierà ulteriormente le possibilità e l’appetibilità dell’Ateneo.

 

La foto non si riferisce al fatto descritto nell’articolo, fonte PX 

Papa Francesco a Matera il 25 settembre 2022

in Appuntamenti

Papa Francesco a Matera il 25 settembre 2022. Vito Bardi: “sarà giornata storica”. Il pontefice chiuderà il ventisettesimo Congresso Eucaristico nella Città dei Sassi

 

“Aspettiamo con ansia e devozione Papà Francesco a Matera, il 25 settembre prossimo per la chiusura del ventisettesimo Congresso eucaristico che si terrà nella città dei Sassi a partire dal 22 settembre. Si tratta di un evento fortissimamente voluto dalla Diocesi di Matera-Irsina e che vedrà il decisivo impegno economico diretto da parte della Regione Basilicata, perché abbiamo voluto sostenere ancora una volta la Città dei Sassi, che è oggi il volto internazionale della Basilicata nel mondo e quindi abbiamo stanziato tantissime risorse per dare a Matera e a tutta la Basilicata questa ennesima giornata storica. I fedeli di tutta la Basilicata hanno il cuore pieno di gioia. Aspettiamo Papa Francesco nella bellissima Matera”. Lo afferma in una nota il Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi.

La conferma dell’arrivo del Papa a Matera è giunta dall’arcivescovo di Matera-Irsina, monsignor Giuseppe Antonio Caiazzo, che ha presentato il programma del congresso, che prenderà inizio il 22 settembre: “Prima della Santa Messa in piazza Matteotti, la mattina del 25 settembre – ha aggiunto il presule – Papa Francesco farà un giro in auto a Matera, lungo un itinerario che comprende anche gli antichi rioni sassi, Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco”. La Messa celebrata dal Pontefice “sarà l’unica a cui tutti parteciperanno insieme, a coronamento delle giornate congressuali”.

L’ evento sarà ripreso da Tv2000 e Avvenire. Nel corso delle giornate, che prevedono ogni giorno l’arrivo in media di 1.500 ospiti ufficiali (delegazioni di sette compreso il Vescovo per ciascuna delle 223 diocesi) e di pellegrini, si svolgeranno momenti di riflessione, preghiera, testimonianze. Riferendosi al tema del congresso e alle preoccupazioni per la guerra in Ucraina l’arcivescovo ha detto che “‘Tornare al gusto del pane’ significa che da Matera, una delle città più antiche del mondo, come Chiesa Italiana, lanceremo un forte messaggio di speranza affinché non si arrivi ad un semplice trattato di pace ma alla condivisione dello stesso pane. Una pace ‘a tavolino’ – ha concluso – senza la consapevolezza della fratellanza e la necessità della giustizia, è peggio della guerra”.

Il Congresso lascerà anche alcuni segni tangibili. Riguardano l’ inaugurazione a Matera della mensa dei poveri dedicata a don Giovanni Mele, la nascita della casa dei migranti a Serramarina di Bernalda (Matera), l’apertura della “casa degli autistici” a Pisticci (MAtera), l’inaugurazione a Matera di nuovi spazi del polo culturale per la Biblioteca, l’Archivio storico e il Museo diocesano.

Segui ilMet su Instagram

Provincia di Matera: deleghe ai consiglieri

in Politica

Provincia di Matera: deleghe ai consiglieri. Vice presidente della Provincia di Matera, Piero Marrese, è stato nominato il consigliere Emanuele Pilato.

Il presidente della Provincia di Matera, Piero Marrese, ha nominato il vice presidente dell’ente e conferito le deleghe ai consiglieri eletti a seguito della consultazione elettorale del 18 dicembre scorso. Questo, nel dettaglio quanto deciso dal presidente:
Vice presidente della Provincia di Matera è stato nominato il consigliere Emanuele Pilato, con deleghe in materia di patrimonio, programma valorizzazione area vasta, piano palestre scolastiche provinciali.

Di seguito, invece, le deleghe assegnate ai consiglieri provinciali: Carmine Alba: personale, biblioteca, edilizia scolastica città di Matera;
Filomena Bucello: viabilità area Metapontino, governance, fondi comunitari, forestazione, valorizzazione aree naturalistiche; Nunzio Carriero: dissesto idrogeologico, pianificazione territoriale di coordinamento, sviluppo del territorio; Giovanni Desantis: trasparenza e anticorruzione; ciclo dei rifiuti, lavoro e formazione; Nunzio Gallotta: controllo e valorizzazione dell’ambiente, valorizzazione habitat costieri, turismo;
Francesco Mancini: trasporto pubblico locale e trasporto privato, viabilità collina Materana, viabilità area interna, vigilanza ittico-venatoria (delega regionale; Gianluca Modarelli: salute, sanità, politiche sociali; Nicola Domenico Verde: attività produttive, sviluppo economico, bilancio e programmazione finanziaria; Viviana Verri: edilizia scolastica area Metapontino e area interna, pari opportunità, affari generali.

“Al vice presidente e ai consiglieri delegati va il mio augurio di buon lavoro: sono certo che sapranno interpretare al meglio le funzioni loro delegate nell’interesse dei cittadini della nostra provincia. Da parte mia – ha concluso il presidente della Provincia di Matera – massima collaborazione e rispetto, anche nell’ottica di un progetto sinergico che contribuisca a far crescere il nostro territorio”.

PNRR: Cinque progetti che riguardano le scuole candidati dalla Provincia di Matera

in Politica

PNRR: Cinque progetti che riguardano le scuole candidati dalla Provincia di Matera. Implementare e migliorare l’offerta scolastica e dei relativi servizi nel territorio provinciale

 

La Provincia di Matera ha candidato cinque progetti al PNRR (Piano Nazionale Ripresa e Resilienza) su due diversi ambiti.

Il primo, relativo alla Missione 2 “Rivoluzione verde e transizione ecologica” – componente 3 “Efficienza energetica e riqualificazione degli edifici” – Investimento 1.1 “Costruzione di nuove scuole mediante sostituzione di edifici”, concerne la costruzione di un nuovo edificio scolastico da adibire a succursale dell’Iis “A. Turi” di Matera nell’area di via Matarazzo mediante la sostituzione degli edifici da demolire delle succursali di via Gramsci e via Parini, per un importo di 7.320.000,00.

Gli altri quattro, invece, sono tutti relativi alla Missione 4 “Istruzione e Ricerca” – componente 1 “Potenziamento dell’offerta dei servizi di istruzione: dagli asili nido alle Università” – investimento 1.3 “Piano per le infrastrutture per lo sport nelle scuole”. Nel dettaglio, i progetti riguardano la demolizione e la ricostruzione delle palestre a servizio del liceo classico Duni di Matera, per un importo di 1.400.000,00; la riqualificazione di aree sportive all’aperto che insistono nell’area di pertinenza dell’Iis “E. Fermi” di Policoro, per un importo di 615.454,80 euro; la riqualificazione dell’area sportiva all’aperto a servizio dell’Iis Polivalente “G. Fortunato” di Pisticci, per un importo di 455.000,00 euro; la riqualificazione di aree sportive all’aperto che insistono nell’are di pertinenza dell’Iis “Pitagora” di Policoro, per un totale di 420.000,00 euro.

“Con questi progetti – ha dichiarato il presidente della Provincia di Matera, Piero Marrese – vogliamo implementare e migliorare l’offerta scolastica e dei relativi servizi nel territorio provinciale. Il nostro obiettivo è rendere il settore dell’istruzione sempre più moderno ed efficiente per offrire alle nuove generazioni servizi scolastici, intesi in sensi ampio, che siano idonei e al passo con i tempi. C’è ottimismo sulla possibilità che le candidature riscuotano successo e vengano approvate”.

 

Torna su