Archivio tag

mascia - page 2

Policoro, mozione di sfiducia al sindaco

in Politica

Policoro, mozione di sfiducia al sindaco Enrico Mascia, l’atto è fra i tre punti all’ordine del giorno. Il consiglio sei svolgerà in remoto e sarà trasmesso online

Convocazione in seduta pubblica straordinaria del Consiglio Comunale della Città di Policoro per mercoledì 23 giugno 2021, alle ore 18.00, con seconda convocazione prevista per giovedì 24 alle ore 19.30. A darne notizia, il Presidente del Consiglio Comunale, Francesco Mitidieri (nella foto). Tre i punti all’ordine del giorno: la mozione di sfiducia nei confronti del Sindaco di Policoro, Enrico Mascia, presentata da sette consiglieri comunali; la mozione presentata dal Consigliere Comunale Gianluca Modarelli sulla parità di genere nella toponomastica cittadina e sulla proposta di intitolazione di strade o piazze alle vittime di femminicidio; l’ultimo punto riguarda l’interrogazione a risposta orale presentata dal Consigliere Comunale Giuseppe Maiuri circa lo stato in cui versa del “Casolare Paolo Gioacchino” e sul suo futuro. LA

A causa dell’emergenza sanitaria legata al Covid-19, il Consiglio Comunale si terrà da remoto su apposita piattaforma informatica.

Il Consiglio comunale potrà essere seguito mediante diretta streaming collegandosi al Sito Istituzionale dell’Ente.

LA CRISI DEL 2019

Di seguito i collegamenti alla crisi politica del 2019 quando il sindaco Enrico Mascia fu invitato dalle minoranze a dimettersi, in seguito il sindaco ha ricomposto la maggioranza e ripreso la guida politica-amministrativa dell’Ente.

Febbraio 2019, il sindaco di Policoro, Enrico Mascia, ritira le dimissioni

Gennaio 2019, la minoranza incalza il sindaco di Policoro, Enrico Mascia, e lo invita a dimettersi.

L’ELEZIONE DI ENRICO MASCIA
Enrico Mascia, medico e già ammiraglio della Marina Militare, è stato eletto sindaco della città di Policoro nel 2017 in occasione delle elezioni amministrative. Nella circostanza ha sfidato, al ballottaggio, il sindaco uscente e pediatra,  Rocco Leone, attualmente assessore regionale alla Sanità regionale della Basilicata. Enrico Mascia ottenne il 50,7% dei voti.

Policoro, turismo accessibile: bandiera lilla

in Cultura

Policoro, turismo accessibile: bandiera lilla. Di recente al centro ionico è stata conferita anche la Bandiera Blu.

 

Non solo di Blu, Policoro presto si tingerà anche di…Lilla. Dopo aver ottenuto, per il sesto anno consecutivo il prestigioso titolo di Bandiera Blu, la Città di Policoro avrà anche la Bandiera Lilla, nata circa 10 anni fa da un’idea della omonima Cooperativa sociale con sede in Liguria, per favorire a livello nazionale il turismo di persone con disabilità e per premiare e

supportare i Comuni che, con lungimiranza, prestano una particolare attenzione al turismo accessibile.

L’Amministrazione Comunale di Policoro, su forte impulso dell’Assessore alle Politiche Sociali, Maria Teresa Prestera, ha avviato le procedure per il riconoscimento di questo nuovo importante requisito che intende unire turismo e accessibilità. Una comunicazione capillare sulla fruibilità di strutture in grado di ospitare persone con disabilità e dei principali monumenti, musei e strutture culturali e ricreative; accesso alle aree verdi; presenza di progetti per accompagnamento in impianti sportivi o in passeggiate di persone con problemi motori; accessibilità delle principali attrattive culturali del territorio e prossimità di parcheggi per disabili; progetti tesi a facilitare la fruibilità del territorio comunale da parte di turisti con disabilità; questi tra i parametri di valutazione dell’importante riconoscimento che favorisce l’implementazione di questo target turistico. “Si tratta – dichiara il primo cittadino, Enrico Mascia – di un percorso avviato da diverso tempo e teso a garantire una maggiore fruibilità del nostro territorio, da sempre accogliente con il mondo delle diverse abilità; per rafforzare tale percorso e per ottenere la Bandiera Lilla, grazie al forte impegno profuso dall’assessore al ramo, Maria Teresa Prestera, abbiamo anche provveduto ad acquistare 9 sedie “sand&sea (carrozzine da mare per persone disabili con ridotte mobilità che permettono di entrare in acqua rimanendo seduti, che si aggiungono alle 9 Sedie Job già in dotazione al Comune da diversi anni), 1 bicicletta per il trasporto di disabili in carrozzina (si tratta di progetto di mobilità sociale, sostenibile, ecologico nonché piacevole per il trasporto di persone con diverse disabilità), 3 totem multimediali per la divulgazione di informazioni di interesse pubblico e turistico, 5 mappe tattili con lettura braille per non vedenti e ipovedenti da allestire nelle principali vie e piazze cittadine e sul lungomare, e diversi audiolibri, libri in braille, libri tattili, in dotazione alla Biblioteca comunale”. “A completamento della fornitura di strumenti accessibili – concludono il Sindaco Mascia e l’Assessore Prestera – abbiamo deliberato anche l’implementazione delle funzioni del portale istituzionale dell’Ente per aumentarne l’accessibilità, la riqualificazione del Parco Giochi sito nella Villa comunale della Città mediante il Parco giochi inclusivo e la possibilità di rendere le docce delle spiagge libere accessibili con inserimento di ulteriori passerelle: l’ultimo tassello è attendere l’ufficialità della Bandiera Lilla, un altro importante riconoscimento per la nostra Città, da sempre accogliente ed oggi ancora più inclusiva”.

Nella foto un esempio dei dispositivi utili a favorire l’accessibilità, fonte ufficio stampa comune di Policoro

Policoro, censiti tre alberi monumentali: i primi nel Metapontino

in Storie di Frutta

Il MIPAAF – Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali “premia” Policoro

Oltre a vantare una storia millenaria, il territorio di Policoro, da oggi, può fregiarsi di avere i primi Alberi Monumentali del Metapontino. È di pochi giorni fa la pubblicazione del Decreto del Ministero delle Politiche Agricole Agroalimentari e Forestali – Dipartimento delle Politiche Europee e Internazionali e dello Sviluppo Rurale, che vede la Città di Policoro premiata per ben tre volte grazie ad altrettante specie arboree di elevato pregio. Si tratta dell’imponente “Ficus macrophylla”, situato in Rione Pascoli, di n.14 esemplari di “Pinus Pinea”, cresciuti da oltre 120 anni lungo via Cristoforo Colombo, la suggestiva strada “Varatizzo” che porta al Museo Nazionale della Siritide, e della “Farnia”, importante specie situata in via Giumenteria che arricchisce il grande patrimonio del Bosco Pantano. Il riconoscimento, che nel panorama nazionale conta più di 3500 alberi o sistemi omogenei di alberi, è regolamentato da una apposita legge (n.10/2013 di “Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani”) e viene dato a particolari specie dall’importante valore biologico ed ecologico, cresciute in ambienti territoriali di importanza storica, culturale e religiosa, e valorizzate dallo stretto rapporto con lo sviluppo architettonico del territorio in cui vi abitano.

L’iter per il riconoscimento di queste importanti specie arboree è iniziato grazie alla segnalazione fatta pervenire al Comune di Policoro, per le prime due specie, da parte della AgriFood Design, Società di servizi nei settori agroalimentari, ambientali e forestali che ha effettuato il Censimento Arboreo e degli spazi verdi della Città, per la terza, da parte di Legambiente.

L’Ente Locale ha dato avvio alla procedura che ha visto coinvolto anche l’Ufficio Parchi, Biodiversità e Tutela della Natura del Dipartimento Ambiente della Regione Basilicata. “E’ un grande orgoglio, per la Città di Policoro, vedersi riconosciuto anche questo titolo di rilevanza nazionale”, dichiara il Sindaco, Enrico Mascia. “La valorizzazione di un territorio passa anche dal riconoscimento dell’immenso patrimonio naturale di cui è dotato e la nostra Città, oltre a vantare una storia millenaria, da oggi, potrà fregiarsi anche di questo importante riconoscimento, il primo della costa metapontina”. “Un altro tassello importante – conclude il primo cittadino – per rendere Policoro sempre più turistica ed accessibile agli amanti della natura e dell’ambiente”.

Rottamazione tributi, il sindaco di Policoro, Enrico Mascia, replica a Di Pierri e Maiuri

in Politica

In riferimento a quanto pubblicato in questi giorni da parte dei consiglieri comunali del Gruppo “Policoro Futura”, Giuseppe Maiuri e Gianni Di Pierri, riguardo la possibilità di rottamazione per IMU, TASI, TARI e multe, si comunica quanto segue: “Quanto evidenziato non trova alcun riferimento rispetto al Comune di Policoro in quanto la facoltà prevista dall’art. 15 del Decreto Legge 30.04.2019, nr.34 (cd. “dl Crescita”) riguarda esclusivamente quegli Enti Locali che, per la riscossione coattiva delle proprie entrate tributarie e patrimoniali si avvalgono dello strumento dell’ingiunzione di pagamento e non dello strumento del ruolo di esclusiva competenza dell’Agenzia Entrate Riscossione (ex Equitalia) come, invece, avviene per questo Comune. La finalità perseguita dal legislatore ha, quindi, l’esclusivo intento di ristabilire uniformità di trattamento tra i contribuenti nei confronti dei quali sia stata attivata la riscossione coattiva mediante ruolo attraverso l’Agenzia Entrate Riscossione (ex Equitalia) già inclusi ope legis nella procedura di definizione agevolata ( in cui ricade il Comune di Policoro) e quelli per i quali sia stata utilizzata la procedura dell’ingiunzione di pagamento che devono necessariamente adottare gli atti conseguenziali nei termini indicati dalla citata normativa.
Per completezza di informazioni, si precisa che, alla data odierna, i cittadini interessati hanno già aderito presso il Concessionario della Riscossione per un importo pari ad € 74.660,65, così come risulta dalla rendicontazione online di Agenzia Entrate Riscossione”.

La nota in precedenza inviata dal gruppo consiliare Policoro Futura è disponibile alla seguente pagina

 

Policoro, l’Amministrazione sollecita la creazione del Forum Giovani

in Politica

L’Amministrazione comunale di Policoro, tra i vari punti del programma elettorale presentato agli elettori, ha previsto l’attivazione del FORUM GIOVANI.

“Fortemente convinti che questo strumento di democrazia sia un organismo di rappresentanza delle giovani generazioni che garantisce i diritti di cittadinanza mediante la loro autonoma partecipazione alla vita della comunità, si invitano tutti i giovani compresi tra i 15 e i 29 anni, residenti o domiciliati a Policoro, a formare un comitato promotore inteso a raccogliere le più numerose iscrizioni per dare inizio alla costituzione del FORUM GIOVANI a Policoro, in ossequio al regolamento di cui il comune è già dotato e reperibile sul sito

Al fine di contribuire alla costituzione del FORUM, i giovani interessati potranno segnalare il loro interesse compilando il modulo presente sulla pagina istituzionale con le proprie generalità entro i 60 giorni dalla pubblicazione del presente comunicato”, si legge in una nota congiunta diffusa dal sindaco di Policoro, Enrico Mascia, e dall’Assessore alla Democrazia Partecipata,  Nicola Buongiorno.

 

Policoro, il sindaco Mascia ritira le dimissioni. Trifoglio fuori dalla prossima giunta

in Politica

Il sindaco di Policoro, Enrico Mascia (centrosinistra), ha ritirato le dimissioni che aveva presentato il 14 gennaio scorso dopo il passaggio del consigliere Giuseppe Montano (Più Policoro) all’opposizione e la conseguente mancanza di maggioranza.

Il termine ultimo per revocare la decisione che avrebbe mandato la città d’Ercole a elezioni anticipate dopo meno di due anni dall’elezione dell’ammiraglio sarebbe stato oggi a mezzanotte. Da quanto trapela alle 23,30 di ieri 3 febbraio è stato trovato l’accordo tra i tre gruppo che compongono la maggioranza (Pd, Più Policoro e Futuro Comune). Rientra, quindi, nella compagine governativa il gruppo che fa capo a Gianluca Marrese, ex vicesindaco e primo degli eletti, dimessosi a settembre scorso.

Al momento non sono chiari i termini dell’accordo e da chi sarà composta la nuova giunta. L’unica certezza sarà la mancanza di Giovanni Trifoglio, ex assessore al bilancio che in una nota su facebook ha comunicato le sue dimissioni. “È stata una decisione presa con la massima serenità – ha spiegato Trifoglio – sapendo che le stesse saranno determinanti a ricomporre una nuova maggioranza consigliare ed un nuovo esecutivo, nel supremo interesse della città e dei suoi cittadini”. Sembrerebbe che l’esclusione di Trifoglio sarebbe stata chiesta dal gruppo di Marrese per poter rientrare in maggioranza.

Maggiori chiarimenti e sviluppi li scopriremo nelle prossime ore.

Torna su