Archivio tag

magna grecia

Orchestra Magna Grecia: presentata la Stagione Concertistica 2023/2024

in Appuntamenti

Orchestra Magna Grecia: presentata la Stagione Concertistica 2023/2024. Piero Romano: “Una nuova stagione di incredibili emozioni musicali. Grazie al pubblico che ha esaurito i posti disponibili con la sottoscrizione di abbonamenti”

E’ stata presentata la Stagione Concertistica 2023 – 2024 dell’Orchestra della Magna Grecia, nel corso di una conferenza stampa tenutasi nell’Auditorium “Gervasio” di Matera. Quindici appuntamenti, grandi artisti, stili musicali eterogenei per assecondare tutti i gusti musicali, la garanzia della qualità musicale dell’Orchestra ICO Magna Grecia: sono gli ingredienti della nuova stagione, che prenderà il via il prossimo 27 settembre con il primo appuntamento dedicato alla “Canzone Napoletana”.

“Dopo il successo straordinario della passata stagione in cui abbiamo celebrato i nostri primi 30 anni di attività – ha detto il M° Piero Romano, Direttore Artistico Orchestra Magna Grecia – siamo pronti per offrire al nostro pubblico un nuovo cartellone denso di emozioni musicali: virtuosismo pianistico, jazz, blues, canzoni argentine, un omaggio a Ezio Bosso, Paganini in versione jazz. In definitiva, continuiamo a sperimentare accostamenti musicali di grande qualità, che incontrano l’apprezzamento del nostro pubblico”.

Nell’occasione, Piero Romano ha dichiarato che “i posti disponibili dell’Auditorium sono andati esauriti in abbonamento. Da una parte questo testimonia la fedeltà del nostro pubblico, dall’altra ci ripropone l’urgenza di pensare a contenitori culturali più adeguati rispetto alle potenzialità di una città importante come Matera”.

Alla conferenza stampa ha preso parte anche Tiziana D’Oppido, assessore alla cultura del Comune di Matera, che ha ribadito “il valore della proposta artistica dell’Orchestra Magna Grecia, che rappresenta un riferimento prezioso nel panorama culturale della Città dei Sassi, che trova in modo naturale il consenso ed il sostegno dell’istituzione comunale”.

La Stagione Concertistica 2023 – 2024 dell’Orchestra Magna Grecia è realizzata in collaborazione con l’Associazione “Luis Bacalov”, con il sussidio istituzionale del Comune di Matera, Ministero della Cultura, Regione Basilicata e il fondamentale sostegno delle attività economiche e commerciali del territorio: BAWER, De Angelis Bus, Grieco Abbigliamento, IP Fratelli Gaudiano, Farmacia D’Aria.

Di seguito, il programma dettagliato della stagione concertistica:

 

Venerdì 27 ottobre

CARTOLINE DA NAPOLI

EMILIA ZAMUNER – voce

RICCARDO ZAMUNER – violino

MAURIZIO LOMARTIRE – direttore

ORCHESTRA MAGNA GRECIA

 

Martedì 07 novembre

BEETHOVEN IN VERMONT

Francesco Pepicelli – violoncello

 

Venerdì 10 novembre

CANZONI ARGENTINE

JOSE’ CURA – voce e direttore

ORCHESTRA MAGNA GRECIA

 

Venerdì 24 novembre

EZIO BOSSO…È MUSICA

SERGEJ KRYLOV – violino

GIANLUCA MARCIANÒ – direttore

ORCHESTRA MAGNA GRECIA

 

Mercoledì 29 novembre

START IN BLUES

SERENA BRANCALE – special guest

RICHARD BONA SEXSTET

ORCHESTRA MAGNA GRECIA

 

Giovedì 14 dicembre

PAGANINI JAZZ

ETTORE PELLEGRINO – violino

ROBERTO MOLINELLI – direttore
Trio Nosso Brasil

ORCHESTRA MAGNA GRECIA

 

Martedì 19 dicembre

CHRISTMAS VIBES

FRANCESCO SARCINA – voce

ORCHESTRA MAGNA GRECIA

 

Sabato 13 gennaio

NADA: TRA MUSICA E PAROLE

NADA – voce

ORCHESTRA MAGNA GRECIA

 

Venerdì 19 gennaio

ANIMA SOUL

OLA ONABULÉ – voce

MARCO BATTIGELLI – direttore

ORCHESTRA MAGNA GRECIA

 

Venerdì 26 gennaio

RACH 3

Evelyne Berezovsky – pianoforte

PIERO ROMANO – direttore

ORCHESTRA MAGNA GRECIA

 

Mercoledi 13 marzo

THE QUEEN’S SIX

Stand by Me

 

Venerdì 12 aprile

CHOPIN CONCERTO

GIUSEPPE GRECO – pianoforte

ORCHESTRA MAGNA GRECIA

 

Mercoledì 17 aprile

N3XT GENERATION EVENT
ORCHESTRA MAGNA GRECIA

 

data da definire

CONCERTO A SORPRESA

 

Torna il Triathlon olimpico: domenica 300 atleti si sfidano nell’ultima tappa del Trofeo Magna Grecia

in Cronaca

 

Torna il Triathlon olimpico: domenica 300 atleti si sfidano nell’ultima tappa del Trofeo Magna Grecia. Il Comune di Pisticci ha concesso il patrocinio.

Pisticci 19 ottobre 2023 – Domenica 22 ottobre sulla costa jonica pisticcese si terrà la terza edizione del Triathlon olimpico, ospitato dal Porto degli Argonauti. È l’ultima tappa con assegnazione del titolo 2023 del Trofeo Triathlon Magna Grecia, cui partecipano gli atleti di cinque regioni (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) della Macro Area Sud della Federazione Italiana Triathlon.
Sono circa 300 gli iscritti.
Il Comune di Pisticci ha concesso il patrocinio all’evento e garantirà la presenza di agenti della Polizia locale, addetti alla sicurezza e volontari della Protezione civile. Oltre alla predisposizione del servizio di raccolta differenziata e di transenne lungo il percorso, per garantire che la competizione si svolga in sicurezza sia per i partecipanti sia per gli spettatori.
La gara comporterà l’interdizione al traffico su alcune strade durante le ore del suo svolgimento: dalle 10:00 alle 13:30 e/o al passaggio dell’ultimo ciclista.
In queste ore sono previsti divieti di transito sulle seguenti strade:

TRATTO BLU Circuito ciclistico da ripetere due volte.
– Partenza Porto degli Argonauti
– BOA A rotonda Porto Località Macchia
– Via Giasone
– Viale Quarantotto
– Via Nausicaa
– Località San Basilio
– BOA B SP Pozzitello-Pisticci-San Basilio
– Località San Basilio
– Via Nausicaa
– Viale Quarantotto
– Via Giasone
– BOA A rotonda Porto Località Macchia

Festival della Filosofia in Magna Grecia” 12-16 aprile

in Cultura

“Festival della Filosofia in Magna Grecia” 12-16 aprile 2023, Matera, Metaponto, Miglionico, Pisticci

 

“Un Festival dedicato a Pitagora e che vuol portare la filosofia agli studenti in un modo diverso, più interessante, più ricco di contenuti e di emozioni”. Lo ha dichiarato Giuseppina Russo, ideatrice e presidente del Festival della filosofia in Magna Grecia nel corso della presentazione dell’unico festival interamente dedicato agli adolescenti in Basilicata dal 12 al 16 aprile con il titolo “UNO”.

Questa edizione è stata aperta dallo spettacolo teatrale “Pitagora show”, diretto e interpretato da Dino Paradiso. Il Festival, come ogni anno, è ricco di tante esperienze con il responsabile dell’analisi dialogica e della metodica didattica scientifico Salvatore Ferrara (che svolge anche il laboratorio dell’empatia) e il direttore scientifico Annalisa Di Nuzzo. I dialoghi filosofici vedono protagonisti i professori Alessandro Volpone e Massimo Donà.

Per gli studenti sono previsti i laboratori di filosofia pratica coordinati da Alessio Ferrara – Laboratori Filosofici: Yoga e meditazione con Giovanni Pisano, Mina di Maio, Teatro con Roberto Caccioppoli, Davide Mazzella, Street Art con Gino Rota, Teo Santagata, Espressioni visive con Danilo Piscopo, Paolo Martino, Fantasiologia con Massimo Gerardo Carrese, Resi Tale, Fotografia con Sebastiano Cautiero, Tommaso Vitiello, Radiosofia con Mario Migliaccio, Salvatore Esposito, Musica con Luca Cioffi, Mario Di Bonito, Movimento espressivo con Alessio Ferrara, Ilaria Cecere. Philosophy for children a cura del CRIF (Centro ricerca indagine filosofica) è tenuto dalla professoressa Giuseppina Giuliano. Le passeggiate filosofico-teatrale a Matera nel Sasso Barisano dal titolo “L’Uno il cammino del pensiero” hanno come protagonisti Temistoclea Fabiana Fazio; Anassimandro e Anassimene Raffaele Ausiello Emanuele D’Errico; Eraclito Giampiero Schiano; Plotino Francesca De Nicolais e Alfonso D’Auria.

Divenuto itinerante dal 2012, il Festival raggiunge i luoghi dell’approdo dei greci in Italia e nel resto d’Europa per celebrare la vocazione culturale della Magna Grecia. In Italia è l’unico Festival della Filosofia dedicato agli adolescenti, un evento di approfondimento culturale con una spiccata connotazione sociale: la divulgazione della filosofia, in forma esperienziale, tra gli studenti dei licei. La manifestazione consente inoltre di mettere insieme proposte culturali e di azioni territoriali attraverso la riscoperta e la riqualificazione della realtà in cui si svolge.

Il Festival ha già coinvolto in questi anni oltre ventimila studenti, che hanno seguito con estremo interesse l’iniziativa. L’evento porta nuova linfa e crea un importante indotto in termini non solo d’immagine e di qualità della vita, ma anche di occupazione e di presa di coscienza del patrimonio culturale, archeologico, architettonico e artistico della zona. L’intento del Festival è “far uscire” la filosofia dalle mura accademiche e riportarla nell’agorà, sviluppando un approccio emotivo al sapere e alla conoscenza, rendendola  un’esperienza “viva”. Il Festival colloca al centro dei propri percorsi metodologici “l’incontro con gli altri”, “il valore della persona” e “l’esperienza”. L’intera iniziativa è un’officina, un luogo di sperimentazione sottesa al principio di relazione e all’incontro che, attraverso la maieutica, spingono alla ricerca di un’espressione dinamica del proprio sé, seguendo un percorso di scoperta, con la volontà di ricostruire un’identità individuale e collettiva entrando in relazione gli uni con gli altri e con le proprie diversità.

“L’iniziativa si colloca tra gli eventi nazionali di approfondimento culturale ed è, dunque, uno strumento di valorizzazione del territorio che innesta in una più ampia strategia di riqualificazione l’offerta culturale. L’evoluzione dell’iniziativa passa naturalmente anche attraverso intese con le istituzioni territoriali e culturali e con quanti tra gli organismi impegnati nello sviluppo delle economie locali, vorranno partecipare, per avviare una rete di relazioni internazionali e scambi socio-culturali, nell’intento di favorire, promuovere e sviluppare la cultura dei territori della Magna Grecia”, ha concluso la presidente del Festival Giuseppina Russo.

Nella foto gli studenti alle Tavole Palatine di Metaponto | Fonte Ufficio Stampa Festival della Filosofia

Christmas in Reggae: Natale sinfonico e giamaicano

in Appuntamenti

Christmas in Reggae: Natale sinfonico e giamaicano con l’Orchestra Magna Grecia diretta dal maestro Roberto Molinelli,  la voce di Mitchell Brunings. Appuntamento venerdi 23 dicembre, ore 21.00 Auditorium “Gervasio” – Matera

Avrà l’inconfondibile ritmo giamaicano della musica reggae il concerto di Natale in programma a Matera nell’Auditorium “Gervasio” il prossimo Venerdi 23 dicembre, alle ore 21.00: “CHRISTMAS IN REGGAE”, appuntamento della stagione concertistica dell’Orchestra Magna Grecia.

Da “Last Christmas” a “Jingle bells”, proseguendo con “The Christmas song”, per proseguire con un omaggio a Gregory Porter e, naturalmente, a Bob Marley. Il tutto eseguito dall’Orchestra della Magna Grecia diretta dal Maestro Roberto Molinelli e un interprete d’eccezione: Mitchell Brunings.

La Stagione Eventi musicali, con la direzione artistica del M° Piero Romano, è organizzata dall’associazione musicale “Luis Bacalov” in collaborazione con l’Orchestra Magna Grecia, con il sussidio istituzionale del Comune di Matera, Ministero della Cultura, Regione Basilicata e il fondamentale sostegno delle attività economiche e commerciali del territorio: BPER – Banca Popolare Emilia Romagna, BAWER, De Angelis Bus, Grieco Abbigliamento, ItalCementi, IP Fratelli Gaudiano, Farmacia D’Aria.

In scaletta, oltre a “Last Christmas”, “The Christmas song”, “Jingle bells” e altro ancora, un omaggio alla musica di Gregory Porter con “Work song”, “On my way to Harlem”, “Liquid spirits” e “Holding on”, proseguendo con un immancabile e sentito tributo a Bob Marley. Le strepitose “I shot the sheriff”, “Redemption song”, “No woman no cry” e “Could you be loved”, a seguire “Buffalo soldier”, “So much trouble in the world”, “Three little birds”, “One love” e “Is this love”.

Mitchell Brunings, vincitore di numerosi talent, spesso accostato al suo “maestro virtuale”, ha compiuto non sappiamo nemmeno quante volte è stato ospite nei teatri e nelle arene di tutto il mondo. La voce di Bob Marley sembrava inimitabile, fino a quando non abbiamo sentito la voce, strepitosa, di Mitchell, bella e somigliante a quella del re del reggae prematuramente scomparso.

Detto di uno spettacolo in chiave sinfonica e “natalizia”, il programma non mancherà di incuriosire anche quanti hanno assistito in tv e cercato uno dei tanti video virali di Brunings su internet. Giovane atletico che in un amen ha sbaragliato la concorrenza nelle diverse edizioni di “The Voice” alle quali ha partecipato, dalla Francia all’Olanda.

A dirigere l’Orchestra della Magna Grecia e Brunings, Roberto Molinelli, compositore e violista. Fin da giovanissimo, Molinelli suona come solista con orchestre e in recital con pianoforte, vincendo nel contempo primi premi assoluti in concorsi nazionali e internazionali ed esibendosi in alcune delle più prestigiose sale da concerto italiane ed estere. RAI International ha recentemente dedicato alle sue opere e alle sue incisioni un’intera trasmissione.

 

“CHRISTMAS IN REGGAE”
Biglietti disponibili su www.ticketsms.it – Cartoleria Manicone (Via delle Beccherie, Matera) – Sede Orchestra Magna Grecia, via De Viti De Marco 13 – Matera (Tel. 0835.1973420, 392.9199743).

 

L’orchestra Magna Grecia ha la bacchetta rosa Gianna Fratta

in Cultura

L’orchestra Magna Grecia ha la bacchetta rosa Gianna Fratta:  la direttrice di orchestra che ha stregato Piero Pelù

Sabato 27 novembre, ore 21.00, Auditorium Cava del Sole, Matera: secondo appuntamento della stagione con un concerto interamente dedicato a Tchaikovsky. Sarà una donna a guidare l’orchestra della Magna Grecia nel concerto in programma Sabato 27 novembre a Matera, presso l’Auditorium Cava del Sole, per il secondo appuntamento della stagione concertistica.

Gianna Fratta, pianista e direttrice d’orchestra con una carriera in costante ascesa, dirigerà il concerto interamente dedicato a Tchaikovsky, con l’esecuzione, tra l’altro, del trascendentale concerto per violino e orchestra op. 35 eseguito dal solista Oleksandr Semchuk.

“Sarà un concerto straordinario – ci anticipa Gianna Fratta – con due grandi capolavori, connotati da un’atmosfera profondamente “russa” capace di cattuurare l’attenzione di chi ascolta. Tornare a dirigere l’Orchestra della Magna Grecia è per me sempre piacevole, dato il legame quasi ventennale che ho con questa realtà. Pensi che Piero Romano, attuale direttore artistico della OMG, mi parlava di questo suo sogno di creare questa orchestra ICO prima ancora che la stessa fosse fondata. In pratica, conosco l’Orchestra Magna Grecia fin dalla idea del suo concepimento”.

Gianna Fratta, che nel 2019 ha sposato Piero Pelù, già leader dei Litfiba, conserva sempre un rapporto speciale con la Puglia, sua terra di origine, in particolare con Foggia.

“È vero, Foggia rappresenta un punto fermo nella mia vita, qui insegno in Conservatorio ed è la città di Giordano. Non a caso ho voluto che questo concerto fosse replicato anche a Foggia”.

A chi le chiede cosa ha unito una donna dalla robusta formazione musicale classica e un rocker ribelle come Piero Pelù lei risponde che “ad unirci è la musica. Ciò che accomuna chi, come noi, lavora con la musica, sebbene di generi differenti e apparentemente lontani, è il rigore nel fare le cose con grande serietà. Anzi, a pensarci bene, Piero è più rigoroso di me, nonostante sia un rocker”.

Gianna Fratta, nella sua brillante carriera, è stata la prima donna a dirigere i Berliner Symphoniker e la prima italiana a guidare l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma e del Teatro Petruzzelli di Bari. Dallo scorso maggio è stata nominata Direttrice Artistica dell’Orchestra Sinfonica Siciliana.

Esiste – le chiediamo – il fascino della “bacchetta rosa”? “Oggi le risponderei che questo fascino esiste, è forse finanche un fenomeno di moda. Tuttavia, le assicuro che diversi anni addietro esisteva una sorta di diffidenza verso le donne con la bacchetta”.

La stagione artistica 2021-2022 dell’Orchestra Magna Grecia è realizzata in collaborazione con il Comune di Matera, insieme con Ministero della Cultura, Regione Basilicata e l’Auditorium Cava del Sole. Prezioso, come sempre, il supporto delle realtà imprenditoriali che scelgono di affiancare l’offerta culturale proposta dall’OMG: BPER (main sponsor), Grieco Abbigliamento, De Angelis Bus, ItalCementi, Bolletta-ok, IP Fratelli Gaudiano, Archinnova, Calia Italia.

foto: ufficio stampa orchestramagnagrecia.it

Strada della Magna Grecia, proposta di Marrese per Jonica 106

in Politica

“Strada della Magna Grecia”, proposta di Marrese per Jonica SS106

Chiamare “Strada della Magna Grecia” l’attuale strada statale 106 Jonica. È quanto chiede il presidente della Provincia di Matera Piero Marrese, che in un decreto si rivolge al Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità e all’Anas, condividendo la medesima proposta presentata dal Comune e della Provincia di Crotone. I motivi di questa richiesta nascono dal fatto che la strada è stata oggetto di numerosi interventi di ammodernamento che l’hanno interessata e che in parte ancora la interessano, anche se non nel tratto lucano, e che permetteranno di fatto la realizzazione di un itinerario turistico-paesaggistico, storico e culturale unico nel suo genere che è legato proprio dal comune denominatore dell’antica Magna Grecia che attraversa nella sua interezza questa arteria.

Il nostro intento  è quello di mettere nel giusto risalto l’omogeneità di carattere storico-culturale

che viene dai luoghi attraversati dall’arteria e dalla presenza di una direttrice dalle caratteristiche sostanzialmente analoghe. Per questi motivi si rende necessario modificare il nome della strada, in modo da rendere la stessa facilmente individuabile anche nelle caratteristiche che l’accomunano, un aspetto fortemente identitario che deriva comuni radici storiche e che ha una valenza trasversale, e va considerato come valore aggiunto per tutte le iniziative di carattere socio-economico e anche di sviluppo turistico di attrattività turistica che si intendono realizzare su questi territori, che possono così riappropriarsi della propria identità e delle proprie tradizioni millenarie”.

CENNI STORICI “MAGNA GRECIA”

Il Museo Archeologico Nazionale di Metaponto
I reperti rinvenuti, non solo nell’area del parco archeologico ma anche in altre zone del Metapontino, sono custoditi nel Museo Archeologico Nazionale di Metaponto.
L’importante contenitore culturale, presenta la ricostruzione del quadro archeologico del territorio metapontino connotandosi come una delle testimonianze più autorevoli della cultura e della storia della Magna Grecia.
Policoro, l’antica Herakleia (Eraclea)
L’aurea atmosfera della Magna Grecia pervade anche Policoro, l’antica Herakleia compresa nella regione della Siritide vicino Siris.  A connotare Policoro fra i centri più importanti dell’antichità fu la sua posizione strategica, che gli consentì di partecipare attivamente agli scambi commerciali dell’epoca. La città ebbe anche un ruolo militare di prim’ordine, infatti fu teatro della più famosa battaglia di Pirro contro l’esercito romano nel 280 a.C.
I rinvenimenti più significativi relativi alle città greche di Siris e di Herakleia sono raccolti ed esposti nel Museo archeologico nazionale della Siritide. Degni di nota tesoretti di monete e gioielli, tra cui pregiate parure in ambra e corallo, e l’imponente corredo funerario rinvenuto nella tomba del “pittore di Policoro” che comprende 23 vasi con scene che si rifanno alla mitologia greca.
Oltre a reperti di origine ellenica, nel Museo sono esposti anche testimonianze di età preistorica e medievale. Le prime attività di scavo si devono al noto archeologo Dino Adamesteanu negli anni Sessanta del Novecento.

Magna Grecia, per approfondire clicca qui

 

Torna su