Archivio tag

green pass - page 4

Certificazione verde, dove e come ottenerla

in Emergenza Covid-19

Certificazione verde, dove e come ottenerla: sul sito istituzionale , tramite fascicolo regionale (Basilicata) elettronico, con tessere sanitaria o carta d’identità, attraverso Appimmuni o App Io, con l’aiuto di medici e farmacisti

La Certificazione verde COVID-19 – (EU digital COVID certificate) nasce su proposta della Commissione europea per agevolare la libera circolazione in sicurezza dei cittadini nell’Unione europea durante la pandemia di COVID-19. È una certificazione digitale e stampabile (cartacea), che contiene un codice a barre bidimensionale (QR Code) e un sigillo elettronico qualificato. In Italia, viene emessa soltanto attraverso la piattaforma nazionale del Ministero della Salute.

La Certificazione attesta una delle seguenti condizioni:aver fatto la vaccinazione anti COVID-19 essere negativi al test molecolare o antigenico rapido nelle ultime 48 ore, essere guariti dal COVID-19 negli ultimi sei mesi.

La Certificazione verde COVID-19 può essere richiesta, in Italia,  per partecipare a eventi pubblici, per accedere a residenze sanitarie assistenziali o altre strutture, spostarsi in entrata e in uscita da territori classificati in “zona rossa” o “zona arancione”. Regioni e Province autonome possono prevedere altri utilizzi della Certificazione verde COVID-19. Dal 1 luglio la Certificazione verde COVID-19 sarà valida come EU digital COVID certificate e renderà più semplice viaggiare da e per tutti i Paesi dell’Unione europea e dell’area Schengen

COME OTTENERE LA CERTIFICAZIONE
Tramite questo sito dgc.gov

Con identità digitale. Dopo esserti autenticato con le tue credenziali SPID o CIE, puoi acquisire la Certificazione verde COVID–19. Richiedi tramite Spid e Cie

Con Tessera Sanitaria o documento di identità. Puoi ottenere la Certificazione verde COVID–19 senza utilizzare l’identità digitale (SPID o CIE).

Tramite il Fascicolo Sanitario Elettronico. Puoi acquisire la certificazione verde COVID-19 accedendo al tuo Fascicolo Sanitario Elettronico, con le modalità previste nella tua Regione di assistenza (Basilicata):

La Certificazione verde COVID-19 è messa a disposizione in formato scaricabile e stampabile (PDF)

La certificazione può essere ottenuta tramite App Immuni. Puoi acquisire la Certificazione verde COVID-19 utilizzando l’App Immuni attraverso l’apposita sezione “EU digital COVID certificate” visibile nella schermata iniziale della APP. Puoi acquisire la Certificazione verde COVID-19 utilizzando l’App IO.

Con l’aiuto di medici di medicina generale, pediatri di libera scelta, farmacie. Il medico e il farmacista, accedendo con le proprie credenziali al Sistema Tessera Sanitaria, potranno recuperare la tua Certificazione verde COVID-19. Serviranno il tuo codice fiscale e i dati della Tessera Sanitaria che dovrai mostrare loro. La Certificazione verde COVID-19 ti sarà consegnata in formato cartaceo o digitale.

Covid19, in Basilicata zero decessi e nessun paziente in terapia intensiva

in Emergenza Covid-19

In Basilicata tasso di positività al 2,1%, “0” decessi e “0” pazienti in terapia intensiva, 14  nuovi contagi e 51+2 guariti.

Nel Metapontino 2 nuovi casi a Pisticci. Guariti: 5 Policoro 2 Nova Siri, 1 Scanzano Jonico

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 17 giugno, sono state effettuate 4.424 vaccinazioni. A ieri sono 264.863 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (47,9 per cento) e 139.631 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (25,2 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 404.494 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane). Sempre nella giornata di ieri sono stati processati 660 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 14 (tutti di residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata sono state registrate 53 guarigioni, 51 residenti e 2 domiciliati.

Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi sarà consultabile dopo le ore 14,00 di oggi collegandosi alla pagina web

 

COVID19, RISCHIO MODERATO PER LA BASILICATA

Sono, secondo quanto si apprende, i dati contenuti nella bozza di monitoraggio Iss-Ministero della Salute, ora all’esame della cabina di regia, che saranno presentati oggi.
Secondo il rapporto, tutte le Regioni e le province autonome sono classificate a rischio basso, tranne tre: Basilicata, Friuli-Venezia Giulia e Molise, che sono invece classificate a rischio moderato. Tutte hanno comunque un valore dell’Rt compatibile con uno scenario di tipo uno.

GREEN PASS PER VIAGGI IN EUROPA

Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha firmato il Decreto che definisce le modalità di rilascio delle Certificazioni verdi digitali COVID-19 che faciliteranno la partecipazione ad eventi pubblici, l’accesso alle strutture sanitarie assistenziali (RSA) e gli spostamenti sul territorio nazionale. Con la firma del Dpcm – informa una nota – si realizzano le condizioni per l’operatività del Regolamento Ue sul “Green Pass”, che a partire dal prossimo 1° luglio garantirà la piena interoperabilità delle certificazioni digitali di tutti i Paesi dell’Unione. Sarà possibile ottenere una delle certificazioni verdi Covid 19 anche in farmacia.

 

Ultima modifica 15:44 del 18 Giugno 2021

Covid19, calendario riaperture. Coprifuoco stop dal 21 Giugno

in Economia

Covid19 calendario riaperture e coprifuoco

I dati a livello nazionale migliorano, nelle ultime 36 ore sono 3.455 i positivi al test del coronavirus in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Il 16 Maggio erano stati 5.753 . Sono invece 140 le vittime in un giorno, 93 ieri. Sono 118.924 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia. Ieri i test erano stati 202.573. Il tasso di positività è del 2,9%, stabile rispetto al 2,8% di ieri. Sono 1.754 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, in calo di 25 rispetto a ieri nel saldo quotidiano tra entrate e uscite, mentre gli ingressi giornalieri sono stati 69 (ieri 60). Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 12.024 persone, 110 meno di ieri

Sulla base di questi dati, presidente del consiglio Mario Draghi, con la cabina di regia, ha ridisegnato il calendario delle riaperture e le nuove regole che riguardano il coprifuoco, quest’ultimo già da oggi 18 Maggio slitta di un’ora avanti, quindi dalle 22 alle 23.

Il 1 Giugno riaprono bar e ristoranti che non hanno spazi all’aperto: si potrà prendere il caffè al bancone del bar o pranzare e cenare fuori anche nei locali al chiuso. Via libera alla riapertura dei centri commerciali, mercati, gallerie, parchi commerciali nel fine settimana. Le palestre dovranno attendere il 24 Maggio e non più il 1 Giugno come era previsto dal decreto del 22 Aprile.

Le feste di matrimonio saranno consentite dal prossimo 15 Giugno ma servirà il green pass ossia il certificato di avvenuta vaccinazione, di guarigione o un tampone negativo effettuato nelle 48 ore precedenti.

Il 21 Giugno sparisce il coprifuoco.

Ultimi ad aprire, 1 Luglio,  le piscine al chiuso, i centri termali, le sale giochi, bingo e casinò, i centri ricreativi e sociali, i corsi di formazione pubblici e privati. Sarà anche questa la data in cui si potrà tornare ad assistere ad una competizione sportiva al chiuso: la capienza sarà limitata al 25% del totale e comunque non potranno esserci più di 500 spettatori. Il 1 luglio è anche la data di ripartenza dei congressi ma si sta ragionando di anticiparla al 15 di giugno con il green pass. Gli impianti di risalita nelle località di montagna, chiusi dall’estate scorsa 2020, saranno riaperti già dal 22 Maggio 2021.

Il bollettino con i dati aggregati in Basilicata 15 e 16 Maggio 2021

Torna su