Archivio tag

eustachio follia

Vince il “campo largo” di Bardi in Basilicata: conferme per il centrodestra

in Politica

Vince il “campo largo” di Bardi (56,63%) in Basilicata: conferme per il centrodestra. Ha votato poco meno del 50% degli aventi diritto. Marrese al 42.16, Follia 1.21%

Conferma per il governatore della Basilicata Vito Bardi (Forza Italia) con il 56,63% dei voti. Per Piero Marrese il 42,16% dei consensi. All’altro contendente in quota Volt, Eustachio Follia, è andato l’1,21%. Fratelli d’Italia risulta il partito più votato in Basilicata, con il 17,39%. Poi il Partito Democratico col 13,87%. Nella coalizione di centrodestra Forza Italia ottiene il 13,01% dei voti, mentre la Lega si ferma al 7,81% dei consensi seguita da Azione con il 7,51%. Nel centrosinistra il Movimento 5 stelle ottiene il 7,66%, dietro a Basilicata casa comune (11,18%). Alle urne si sono recati il 49,8% dei lucani.

Quanto ai nomi che comporranno il nuovo consiglio regionale: il Movimento cinque stelle ha eletto, per la provincia di Potenza, Alessia Araneo, e per quella di Matera, Viviana Verri.
Fratelli d’Italia ha eletto in provincia di Potenza Maddalena Fazzari.

I colleghi di sesso maschile sono: Carmine Cicala (Fratelli d’Italia), Marcello Pittella (Azione), Mario Polese (esponente di Italia Viva, in lista con la civica Orgoglio Lucano), Gianuario Aliandro (Forza Italia), Roberto Cifarelli (Pd) e Giovanni Vizziello (Basilicata Casa Comune). Gli altri nove consiglieri regionali eletti sono: Michele Napoli (FdI), Francesco Cupparo (FI), Nicola Massimo Morea (Azione), Pasquale Pepe e Domenico Raffaele Tataranno (Lega), Angelo Chiorazzo (Basilicata Casa Comune), Piero Lacorazza (Pd), Antonio Bochicchio (Avs-Si-Psi-Basilicata possibile) e il candidato governatore del centrosinistra Piero Marrese (Pd).

Non sono stati rieletti il vicepresidente uscente Francesco Fanelli (Lega), Alessandro Galella (Fdi) e Gerardina Sileo (Lega).

Bardi: “Ha vinto la politica delle cose concrete”

“È stata premiata la politica delle cose concrete. I cittadini sono stanchi di ascoltare parole, vogliono vedere i fatti, e quando li vedono premiano. La condivisione di programmi con il campo allargato può dare nuovi risultati, realizzando le iniziative e i processi che sono già stati avviati. La vera sfida è quella di continuare su questa strada”. Lo ha detto Vito Bardi, riconfermato presidente della Regione Basilicata alle elezioni del 21 e 22 aprile 2024, in un incontro con i giornalisti che si è svolto oggi a Potenza.

“È stata una campagna elettorale non semplice e molto intensa – ha aggiunto Bardi -, sono soddisfatto per il calore con cui sono stato accolto e per i candidati, molto attenti e presenti, che hanno avuto un dialogo costruttivo con il territorio. L’opposizione ha pagato le difficoltà nella scelta del candidato, che li ha indeboliti anche dal punto di vista dell’immagine. Ma quando si vince con un distacco come questo vuol dire che la gente ha fiducia e vuole continuare a lavorare con chi ha dato riposte al territorio. Ci sono presupposti per proseguire sul cammino del cambiamento, che richiede tempo e attenzione”.

Quanto all’allargamento della coalizione di centrodestra ad Azione ed IV, Bardi ha ribadito che “si tratta di accordi presi a livello nazionale e poi a livello locale. Il fatto di essere riusciti ad allargare la coalizione è un risultato positivo per la Basilicata, basato sulla condivisione dei programmi: il campo largo si fa perché si condividono i programmi. Le due iniziative comuni che abbiamo discusso con Azione riguardano la necessità di condividere le scelte e le iniziative per una sanità migliore, e l’altro punto è quello delle infrastrutture. Credo che con le competenze di ognuno, potremo fare il meglio”.
Riguardo alla formazione del nuovo governo regionale, Bardi ha infine annunciato che avrà un’interlocuzione con tutti i protagonisti della vittoria e poi farà le sue valutazioni sulla Giunta.

 

I consiglieri e i voti ottenuti

Piero Marrese (PD) – candidato governatore coalizione centrosinistra 44.796 voti

1. Angelo Chiorazzo (Basilicata casa comune) – 7.284 voti
2. Maurizio Marcello Claudio Pittella (Azione) – 7.157 voti
3. Carmine Cicala (FDI) – 4.913 voti
4. Roberto Cifarelli (PD) – 4.967 voti
5. Maddalena Fazzari (FDI)- 4.782 voti
6. Piero Lacorazza (PD)- 4.707 voti
7. Pasquale Pepe (Lega) – 4.565 voti
8. Francesco Cupparo (FI) – 4.372 voti
9. Michele Napoli (FDI) – 4.319 voti
10. Mario Polese (IV) – 3.492 voti
11. Cosimo Latronico (FDI) – 3.440 voti
12. Alessia Araneo (M5S) – 3.254 voti
13. Gianuario Aliandro (FI) – 3.045 voti
14. Michele Casino (FI) – 2.853 voti
15. Nicola Massimo Morea (Azione) – 2.722 voti
16. Giovanni Vizziello (Basilicata casa comune) – 2.419 voti
17. Domenico Raffaele Tataranno (Lega) – 2.294 voti
18. Viviana Verri (M5S) – 2.161 voti
19. Antonio Bochicchio (AVS) – 1.843 voti

Elezioni regionali Basilicata 2024: Piero Marrese (PD) candidato governatore

in Politica

Elezioni regionali Basilicata: Piero Marrese (PD) candidato governatore. Chiorazzo fa sapere che non ritira la sua candidatura. Pittella (Azione con Bardi (Forza Italia)

Il Partito Democratico, il Movimento 5 Stelle, il PSI e +Europa hanno trovato l’accordo su Piero Marrese, attuale sindaco di Montalbano Jonico e presidente della Provincia di Matera.
Nei giorni scorsi la rinuncia del medico (oculista) Domenico Lacerenza, poi nella giornata di domenica 17 Marzo la notizia.

 

Non si è fatta attendere, sempre nella giornata di domenica, il comunicato di Basilicata Casa Comune che aveva avviato un confronto con le forze progressiste e proposto la candidato di Angelo Chiorazzo. “Le notizie su una trattativa in atto tra Pd e Chiorazzo sono destituite da ogni fondamento. Non è in atto alcuna trattativa e Chiorazzo va avanti con la candidatura”, è riportato nella nota.

Piero Marrese, attraverso i suoi social ufficiali, ha scritto: “Umiltà, determinazione e perseveranza sono sempre stati i miei valori ispiratori, da quando, sin da giovane, ho deciso di abbracciare l’impegno sociale e politico, dopo la laurea in Giurisprudenza e il dottorato di ricerca presso l’Università di Bari, scegliendo di tornare nella mia amata Basilicata.
Tornato a Montalbano Jonico la fiducia e la stima dei miei concittadini mi ha permesso di diventare sindaco nel 2015 con un ampio consenso.
Nel corso degli anni abbiamo raggiunto insieme traguardi significativi: nel 2018 sono diventato presidente della Provincia di Matera, nel 2020 con il 90% dei consensi sono stato riconfermato con la mia squadra alla guida della mia comunità.
Nel 2022 la vostra forza mi ha spinto a ripresentare la candidatura a presidente della Provincia e grazie all’unanime sostegno ricevuto dagli amministratori del territorio, sono stato riconfermato alla guida della Provincia di Matera, riprova della fiducia e della stima nel mio operato.
Ora è tempo di un nuovo impegno, dobbiamo proseguire insieme in questo nuovo percorso innovativo e come sempre il vostro sostegno sarà fondamentale per la crescita e lo sviluppo della nostra Lucania! Sono grato al PD, al M5S, al PSI, a +Europa, all’AVS e Basilicata Possibile per aver creduto in me e a tutte le forze politiche che mi daranno il loro sostegno.
Sono pronto ad affrontare le sfide future, lavorando instancabilmente insieme a tutti voi per costruire un futuro migliore per la nostra meravigliosa Basilicata”.

Quanto alle altre “situazioni” attive, l’ex governatore di centrosinistra Marcello Pittella (Azione) pare che aderirà al progetto politico regionale di Centrodestra con Vito Bardi, attuale

Basilicata, politica, Marcello Pittella

governatore della Basilicata, in quota Forza Italia e confermato alla candidatura.

Altro candidato governatore in Basilicata è Eustachio Follia, per Volt.

Domenica 21 e lunedì 22 aprile 2024 si voterà per le Elezioni Regionali in Basilicata.

Con decreto del Presidente della Giunta Regionale numero 42/2024 i venti seggi del Consiglio regionale della Basilicata sono ripartiti come segue: Circoscrizione elettorale Matera, (popolazione 191.552) seggi assegnati 7; Circoscrizione elettorale Potenza (popolazione 349.616) seggi assegnati 13.

Entro il 23 marzo 2024 dovrà avvenire la presentazione delle liste.

 

 

 

Ultima modifica ore 14.42 del 18 Marzo 2024

Torna su