Archivio tag

covid19 - page 4

Covid19 Basilicata: 1.396 nuovi positivi e tre decessi

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilicata: 1.396 nuovi positivi e tre decessi a Potenza, Lauria, Tursi. Sono 780 i pazienti guariti.

Nuovi contagi nel Metapontino, Bernalda: 29, Craco: 4, Montalbano Jonico: 13, Nova Siri: 9, Pisticci: 29, Policoro: 27, Rotondella: 10, Scanzano Jonico: 33, Tursi 9, Valsinni 2

Vaccinazioni e test Covid-19, aggiornamento del 20 gennaio (dati 19/01)

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 19 gennaio, sono state effettuate 5.145 vaccinazioni.

A ieri sono 457.052 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (82,6 per cento), 418.749 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (75,7 per cento) e 250.820 (45,3 per cento) quelli che hanno ricevuto la terza dose per un totale di somministrazioni effettuate pari a 1.126.621 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane).

In totale sono 95 le persone ricoverate: 51 nell’ospedale San Carlo di Potenza, di cui 3 in terapia intensiva, e 44 nell’ospedale Madonna delle Grazie di Matera, di cui 1 in terapia intensiva.

Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 7.055 tamponi (molecolari ed antigenici) per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 1.396 sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 780 guarigioni.

Si segnalano, inoltre, 3 nuovi decessi di persone residenti a Potenza, Lauria, e Tursi.

COSA SI PUO’ FARE SENZA GREEN PASS

Senza il green pass si potrà andare agli ipermercati per fare la spesa ma non sarà consentito acquistare beni non primari. O si potrà andare in questura, ma solo per presentare una denuncia e non per rinnovare il passaporto:

il governo chiude il Dpcm con l’elenco dei servizi e delle attività essenziali per accedere alle quali non servirà il certificato verde introducendo la possibilità che anche in questi contesti vengano effettuati dai titolari dei negozi controlli a campione, per evitare che la norma possa essere aggirata dai no vax. Per soddisfare le “esigenze alimentari e di prima necessità” si potrà dunque accedere oltre che nei negozi di alimentari anche in quelli “non specializzati”, ma “con prevalenza di prodotti alimentari e bevande” come ipermercati, supermercati, discount, minimercati e altri esercizi di “alimentari vari”, mentre sono escluse le enoteche in cui è possibile anche bere e mangiare.

Consentito accedere senza il pass anche dai benzinai, nei negozi che vendono legna, pellet e ogni tipo di combustibile per uso domestico e per il riscaldamento,

“esercizi specializzati e non in articoli igienico-sanitari”, farmacie, parafarmacie e altri articoli “specializzati per la vendita di articoli medicali, ortopedici e di ottica anche non soggetti a prescrizione medica”. Quanto alle esigenze di salute, nella bozza si legge che “è sempre consentito l’accesso per l’approvvigionamento di farmaci e dispositivi medici e, comunque, alle strutture sanitarie e sociosanitarie nonché a quelle veterinarie per ogni finalità di prevenzione, diagnosi e cura”. Senza il pass si potrà andare inoltre negli uffici delle forze di polizia e in quelli delle polizie locali per “assicurare lo svolgimento delle attività istituzionali indifferibili” [ansa]

 

Covid19 Basilicata: 1213 nuovi positivi e 4 decessi

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilicata: 1213 nuovi positivi e 4 decessi. Poste Italiane annuncia l’arrivo in Basilicata di 7.7 00 dosi di vaccino Moderna

Vaccinazioni e test covid-19, aggiornamento del 19/01 (dati 18/01)

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 18 gennaio, sono state effettuate 7.002 vaccinazioni.
A ieri sono 456.715 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (82,6 per cento), 418.501 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (75,6 per cento) e 246.198 (44,5 per cento) quelli che hanno ricevuto la terza dose per un totale di somministrazioni effettuate pari a 1.121.414 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane). In totale sono 93 le persone ricoverate: 50 nell’ospedale San Carlo di Potenza, di cui 2 in terapia intensiva, e 43 nell’ospedale Madonna delle Grazie di Matera, di cui 1 in terapia intensiva. Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 6.874 tamponi (molecolari ed antigenici) per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 1.213 sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 692 guarigioni.
Si segnalano, inoltre, 4 nuovi decessi di persone residenti a Matera, Acerenza, Lauria e Viggianello.

Il bollettino quotidiano  con i dati riassuntivi sarà consultabile dopo le ore 18,00 di oggi collegandosi alla pagina web dedicata.

Domani, Poste Italiane, tramite il suo corriere espresso Sda, scortato da militari dell’Esercito Italiano distribuirà in Basilicata 7.7 00 dosi di vaccino “Moderna”. 5.100 dosi a Venosa e 2.600 a Matera. L’azienda, che già da tempo collabora con il Commissario Straordinario, ha attrezzato 40 furgoni con celle frigo da 1.300 litri ognuna e si occupa della consegna sul territorio nazionale con un network dedicato..

Covid19 Basilicata: 1540 nuovi positivi dal dato aggregato dei tamponi molecolari e antigenici

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilicata: 1540 nuovi positivi dal dato aggregato dei tamponi molecolari e antigenici. In totale i test effettuati sono stati 7977.  Due i pazienti in terapia intensiva. Nella stessa giornata si sono registrate 523 guarigioni. In Italia invece altissimo il numero dei decessi, 434. Non accadeva da aprile 2021.

Nel Metapontino (molecolari + antigenici) Bernalda: 39, Colobraro: 1, Montalbano Jonico 16, Nova Siri 20, Pisticci 68, Policoro 77,
Rotondella: 7, Scanzano Jonico 18, Tursi: 5,

 

Vaccinazioni e test covid-19, aggiornamento del 18/1 (dati 17/1)

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 17 gennaio, sono state effettuate 5.059 vaccinazioni. A ieri sono 456.193 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (82,5 per cento) e 418.130 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (75,6 per cento) e 240.079 (43,4 per cento) quelli che hanno ricevuto la terza dose per un totale di somministrazioni effettuate pari a 1.114.402 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane). In totale sono 88 le persone ricoverate: 48 nell’ospedale San Carlo di Potenza, di cui 1 in terapia intensiva, e 40 nell’ospedale Madonna delle Grazie di Matera, di cui 1 in terapia intensiva. Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 7.977 tamponi (molecolari ed antigenici) per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 1.540 sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 523 guarigioni.

ISTANTANEA NAZIONALE. IN ITALIA 434 VITTIME: NUMERO IMPRESSONANTE, NON ACCADEVA DA APRILE

Le vittime sono invece 434 mentre ieri erano state 287. Era dal 14 aprile 2021 che non si registravano così tante vittime: furono 469 e due giorni dopo 429. Gli oltre 228mila casi registrati nelle ultime 24 ore sono rappresentano invece il record nella quarta ondata e quindi di sempre. Secondo il bollettino del ministero della Salute, sono 2.562.156 gli attualmente positivi al Covid in Italia, con un incremento di 6.878 nelle ultime 24 ore. Dall’inizio della pandemia i casi totali sono 9.018.425 mentre i morti sono 141.825. I dimessi e i guariti sono invece 6.314.444, con un incremento di 220.811 rispetto a ieri.
Sono 1.481.349 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 541.298. Il tasso di positività è al 15,4%, esattamente come ieri. Sono 1.715 i pazienti in terapia intensiva, 2 in meno nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 150. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 19.448, ovvero 160 in più rispetto a ieri [ansa]

 

Covid19 Basilicata: 145 nuovi positivi e 276 guarigioni

in Emergenza Covid-19
Covid19 Basilicata: 145 nuovi positivi e 276 guarigioni.  Sono cinque i nuovi decessi in regione. Nuovi positivi nel Metapontino: 5 Montalbano Jonico, 9 Nova Siri, 3 Pisticci (n. 1 domiciliato a Montalbano Jonico), 14 Policoro, 4 Rotondella, 7 Scanzano Jonico, 5 Tursi
Vaccinazioni e test Covid-19, aggiornamento del 17 gennaio
La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 16 gennaio, sono state effettuate 3.530 vaccinazioni. A ieri sono 455.859 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (82,4 per cento), 417.909 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (75,5 per cento) e 235.571 (42,6 per cento) quelli che hanno ricevuto la terza dose per un totale di somministrazioni effettuate pari a 1.109.339 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane).
In totale sono 90 le persone ricoverate: 49 nell’ospedale San Carlo di Potenza, di cui 1 in terapia intensiva, e 41 nell’ospedale Madonna delle Grazie di Matera, di cui 1 in terapia intensiva.
Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 618 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 145 (e di questi 141 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi.
Nella stessa giornata si sono registrate 276 guarigioni, di cui 254 relative a residenti.
Inoltre, sul bollettino odierno sono riportati 5 decessi relativi a persone residenti a Venosa, Senise, Accettura, Matera e Pomarico.
Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi sarà consultabile nelle prossime ore collegandosi alla pagina web dedicata.
Segui ilMet su Instagram
ISTANTANEA NAZIONALE
La percentuale di posti nei reparti di area non critica occupati da pazienti Covid sale al 29% in Italia
e in Valle d’Aosta arriva al 69%. In 24 ore, cresce in altre 11 regioni: Abruzzo (al 29%), Basilicata (26%), Calabria (41%), Campania (29%), Emilia Romagna (27%), Lombardia (34%), Marche (27%), Piemonte (30%), Puglia (21%), Sardegna (15%), Toscana (25%). Cala in Umbria (33%) e Veneto (23%). Stabile Friuli (29%), Lazio (27%), Liguria (38%), Molise (13%), Pa Bolzano (18%), Pa Trento (25%), Sicilia (35%). Questi i dati Agenas aggiornati al 16 gennaio. Superano la soglia del 30%: Calabria, Liguria, Lombardia, Sicilia, Valle d’Aosta.
Sempre secondo i dati Agenas, la percentuale di terapie intensiva occupate da pazienti Covid è stabile al 18% in Italia, ma 8 regioni superano la soglia del 20% (Abruzzo, Friuli, Lazio, Marche, Trento, Toscana, Piemonte, Valle d’Aosta). A livello giornaliero, il tasso cresce in Puglia (12%) e Sicilia (20%). Cala in Campania (12%), Liguria (19%), Lombardia (15%), Marche (24%), Bolzano (17%). Stabile in 14 regioni: Abruzzo (al 21%), Basilicata (3%), Calabria (19%), Emilia Romagna (17%), Fvg (23%), Lazio (22%), Molise (5%), Trento (23%), Piemonte (23%), Sardegna (14%), Toscana (22%), Umbria (14%), Val d’Aosta (24%), Veneto (18%). [ansa]

Basilicata e Covid19: le novità su tamponi, piattaforma, certificazioni

in Emergenza Covid-19

Basilicata e Covid19: le novità su tamponi, piattaforma, certificazioni. Il documento di resoconto degli incontri fra Regione e Medici.

TAMPONI

E’ già attiva l’interconnessione fra Sistema TS e Piattaforma Covid regionale; in linea con le disposizioni nazionali è necessario procedere alla registrazione del tampone in piattaforma regionale.

E’ stato chiarito chi sono i soggetti privati abilitati ad effettuare i tamponi e cioè i Medici di famiglia, i Pediatri di libera scelta, le farmacie e i laboratori accreditati. I restanti operatori, non essendo abilitati ad accedere al sistema Tessera Sanitaria, non sono riconosciuti e invito tutti ad essere rigorosi nel non accettare tamponi fatti da altri soggetti.

Obbligo dell’erogatore di registrare il tampone effettuato sulla Piattaforma COVID. Sarà la piattaforma ad inviare la comunicazione dell’esito al cittadino tramite SMS o mail.

PIATTAFORMA COVID

Validazione del numero di cellulare e/o mail del cittadino: dovrebbe essere lo stesso medico che apre una scheda sulla piattaforma COVID a validare il numero di cellulare e/o la mail del cittadino, o attraverso il recepimento di un OCT direttamente sul numero di cellulare del medico o anche direttamente senza questo ulteriore passaggio.

Nell’attività di tracciamento sarà possibile aggiungere fra i conviventi e i casi collegati di un soggetto positivo anche i cittadini non in carico al medico titolare della scelta del positivo.

CERTIFICAZIONI

In linea con la normativa nazionale, il tampone antigenico è stato equiparato a quello molecolare per cui d’ora in avanti (e direi anche a partire dal 30 dicembre 2001) non c’è più bisogno di richiedere un tampone molecolare di conferma per un tampone antigenico. Altre regioni hanno fatto una distinzione fra tampone rapido di seconda e terza generazione, la nostra si è allineata alle circolari ministeriali.
Nella piattaforma sarà possibile anche al Mmg e al PLS rilasciare il certificato di guarigione laddove siano rispettati i criteri previsti dalla normativa. La funzione è già presente in piattaforma: si tratta di essere abilitati, cosa che dovrebbe essere ad horas.

Abbiamo anche chiesto che, considerato che i Dipartimenti di Prevenzione in questi due anni di pandemia hanno disatteso nella stragrande maggioranza dei casi l’obbligo di invio al medico curante degli estremi del provvedimento di isolamento dei soggetti positivi, di individuare anche i Mmg come soggetti autorizzati ad emettere questi provvedimenti.

Finora l’isolamento scattava automaticamente solo con la richiesta del tampone molecolare e solo quando la richiesta veniva fatta da Mmg e PLS, mentre il cittadino positivo con un tampone molecolare fatto presso un laboratorio o presso l’HUB aziendale rimaneva privo di un provvedimento di isolamento.

Queste sono le principali modifiche chieste ed ottenute. Chiaramente si dovrà attendere qualche giorno affinché tutto il sistema diventi efficiente, alcune modifiche dovranno essere testate, altre dovranno essere modificate in base alle necessità.
Ad esempio rimane insoluto il problema dei tanti cittadini rimasti sospesi perché inseriti in piattaforma con un tampone rapido positivo e non convocati per il tampone molecolare di conferma. Ho preso l’impegno col presidente Bardi di invitare i colleghi a farsi carico di queste situazioni: basterà acquisire il documento rilasciato dal sistema TS di positività e negatività ed emettere il certificato di guarigione sul sistema TS.
Altre proposte saranno valutate in corso d’opera: ad esempio l’introduzione in piattaforma dello stato vaccinale del soggetto al fine della definizione di isolamento/quarantena/auto-sorveglianza è fondamentale ma ciò dipende dalla interconnessione della piattaforma Covid e la piattaforma delle Poste Italiane. Abbiamo precisato che il tutto è fattibile, visto che è stato realizzato in altre regioni.
Quanto alle USCA abbiamo ricordato che le stesse furono istituite per garantire l’assistenza dei pazienti positivi a domicilio e il tracciamento dei contatti, mentre nel corso degli anni sono state e vengono utilizzate per altri compiti quali l’effettuazione di tamponi al Drive-in Ospedale Madonna delle Grazie di Matera o funzioni amministrative. Le ASL si sono impegnate a rivedere il tutto sottolineando però (specie l’ASM) le forti criticità derivanti dalle carenze di organico in tutti i servizi.

Ho ribadito al Presidente Bardi che la Medicina Generale (e credo anche la Pediatria di Libera Scelta) non è più disposta a svolgere ruoli di supplenza ad inadempienze strutturali e organizzative del sistema. In altre parole ad ognuno il suo, il nostro compito non è quello di rispondere a centinaia di richieste da parte di cittadini lasciati in pieno stato confusionale o passare ore davanti ad un computer per una piattaforma informatica andata in tilt, vogliano continuare ad offrire ai cittadini ciò che in tanti anni di studi e di professione abbiamo imparato sul campo, in altre parole vogliamo continuare a fare i medici della persona e non i medici del sistema.

Documento della Federazione italiana medici di famiglia (Basilicata)

Quarantena, le nuove regole.

Basilicata Covid19: tre decessi. Sono 611 i nuovi casi e 274 i guariti

in Emergenza Covid-19

Basilicata Covid19: tre decessi. Sono 611 i nuovi casi e 274 i guariti. Due i pazienti in terapia intensiva. La UIL regionale: “Situazione in Basilicata da non sottovalutare: dilaga Omicron”

Vaccinazioni e test covid-19, aggiornamento del 15/1 (dati 14/1)

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 14 gennaio, sono state effettuate 6.028 vaccinazioni. A ieri sono 453.176 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (81,9 per cento) e 417.419 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (75,4 per cento) e 227.858 (41,2 per cento) quelli che hanno ricevuto la terza dose per un totale di somministrazioni effettuate pari a 1.098.453 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane). In totale sono 89 le persone ricoverate: 47 nell’ospedale San Carlo di Potenza, di cui 2 in terapia intensiva, e 42 nell’ospedale Madonna delle Grazie di Matera, nessuno dei quali in terapia intensiva. Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 1.951 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 611 sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 274 guarigioni.

Ieri, inoltre, è stato registrato il decesso di 3 persone: un uomo e una donna residenti a Lavello e una donna residente a Matera.

l bollettino Covid19 di ieri in Basilicata.

COVID: TORTORELLI (UIL), SITUAZIONE IN BASILICATA TUTT’ALTRO DA SOTTOVALUTARE

Vincenzo Tortorelli, segretario regionale Uil Basilicata

Per la UIL è assolutamente necessario mantenere il massimo dell’informazione e della trasparenza sullo stato della diffusione del Covid-19.

La situazione della Basilicata – che vedrà da lunedì confermata la “zona bianca” ma con la variante Omicron al 100 per cento dei casi, segnando un primato negativo tra le regioni italiane, l’incremento quotidiano di contagi e del ricorso in ospedali – è tutt’altro che da sottovalutare.

Per questa ragione l’ipotesi ventilata a livello nazionale di passare da una comunicazione giornaliera dei contagi ad una settimanale è profondamente sbagliata. Occorre continuare a garantire la trasparenza della situazione pandemica e raccogliere dati fondamentali per la ricerca scientifica. La diffusione del virus nella nostra regione come in tutto il nostro Paese richiede la massima prudenza, ed eliminare l’aggiornamento giornaliero dei contagi avrebbe l’effetto di sottovalutare la gravità dell’emergenza. Altra priorità da affrontare è il superamento delle criticità rilevate da alcuni sindaci in riferimento alla piattaforma per il rilevamento e il censimento dei tamponi eseguiti e dei positivi. Credo che la task force regionale debba tenerne conto sia per il necessario controllo della popolazione anziana e dei malati cronici che per i ragazzi che hanno ripreso le lezioni a scuola.

 

L’Italia verso l’arancione: 1.2 milioni in 7 giorni

L’enorme quantità di casi – 1,2 milioni in 7 giorni – “incontrando una popolazione suscettibile troppo numerosa, sta progressivamente saturando gli ospedali. E, di conseguenza, molte regioni si avviano verso la zona arancione entro fine mese”. La cabina di regia si riunirà nelle prossime ore e solo dopo che i tecnici avranno analizzato i numeri il ministro della salute Roberto Speranza firmerà le ordinanze. Stando ai dati dell’Agenas, già da lunedì potrebbero però passare in arancione la Calabria, che ha le intensive al 20% e i reparti ordinari al 38%, il Piemonte, rispettivamente 23% e 33%, e la Sicilia, che ha le rianimazioni al 20% e i reparti Covid al 33%. Ma se il trend non si inverte, le prossime settimane vedranno altre 10 regioni cambiare colore: Friuli Venezia Giulia, Lazio, Marche, provincia di Trento, Toscana e Veneto hanno sforato la soglia del 20% nelle intensive mentre Liguria, Umbria Lombardia, e Valle d’Aosta sono già oltre il 30% dell’occupazione nei reparti Covid [ansa]

 

Covid19 Basilicata: 921 nuovi positivi. Un decesso. 286 i guariti

in Emergenza Covid-19
Covid19 Basilicata: 921 nuovi positivi. Un decesso. 286 i guariti. Nel Metapontino il maggior numero di nuovi casi a Policoro e Scanzano Jonico
Tamponi molecolari processati 2.648 di cui positivi 921. Positivi residenti 878. Positivi residenti provincia di Potenza 614. Positivi residenti provincia di Matera:264. Sono 286 i guariti totali . I nuovi casi nel Metapontino: 11 Bernalda, 1 Craco, 1 Colobraro, 12 a Montalbano Jonico, 17 Nova Siri,  7 a Pisticci, 60 a Policoro, 5 Rotondella, 22 Scanzano Jonico, 3 Tursi, 2 a Valsinni.
Casi attuali residenti: 13.082
Positivi residenti in isolamento domiciliare: 12.997
Deceduti residenti: 626
Guariti residenti:  32.281
Quarantena Covid19, le nuove regole
Vaccinazioni e test Covid-19, aggiornamento del 14 gennaio
La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 13 gennaio, sono state effettuate 6.880 vaccinazioni. A ieri sono 452.496 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (81,8 per cento), 417.117 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (75,4 per cento) e 221.961 (40,1 per cento) quelli che hanno ricevuto la terza dose per un totale di somministrazioni effettuate pari a 1.091.574 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane).
In totale sono 85 le persone ricoverate: 45 nell’ospedale San Carlo di Potenza, di cui 1 in terapia intensiva, e 40 nell’ospedale Madonna delle Grazie di Matera, di cui nessuno in terapia intensiva. Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 2.648 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 921 (e di questi 878 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 286 guarigioni, di cui 271 relative a residenti. Registrato inoltre 1 decesso all’ospedale San Carlo di un paziente residente a Lagonegro.
Segui ilMet su Instagram

Covid19 Basilicata: 985 nuovi positivi. Tre decessi.

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilicata: 985 nuovi positivi. “Non sarà più necessario un tampone molecolare di conferma dopo un test rapido positivo”. I nuovi casi nel Metapontino: Bernalda: 15
Colobraro: 4, Craco: 1 , Montalbano Jonico: 10, Nova Siri: 10, Pisticci: 4, Policoro: 77
Scanzano Jonico: 18, Valsinni: 2, Tursi: 8

 

Vaccinazioni e test Covid-19, aggiornamento del 13 gennaio

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 12 gennaio, sono state effettuate 6.511 vaccinazioni. A ieri sono 451.989 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (81,7 per cento), 416.806 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (75,3 per cento) e 215.898 (39,0 per cento) quelli che hanno ricevuto la terza dose per un totale di somministrazioni effettuate pari a 1.084.693 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane).

Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 2.609 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 985 (e di questi 955 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 233 guarigioni, di cui 220 relative a residenti.

Al momento i ricoveri nelle strutture lucane sono 80 (di cui 1 in terapia intensiva all’ospedale San Carlo di Potenza), così suddivisi: 37 all’ospedale Madonna delle Grazie e 43 al San Carlo.

Inoltre, si comunica che i decessi registrati in data odierna sono 3 e riguardano una persona residente a Ruoti, una persona residente a Policoro e una persona residente a Ruvo del Monte.

 

BARDI INCONTRA LA FEDERAZIONE DEI MEDICI DI MEDICINA GENERALE

Non sarà più necessario un tampone molecolare di conferma dopo un test rapido positivo

Si è tenuto stamattina un incontro in Regione con il Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, e il Dr. Antonio Santangelo, Segretario Regionale FIMMG, per quanto riguarda la procedura inerente i tamponi.
Dalla prossima settimana tutte le strutture abilitate (farmacie, laboratori, MMG, PLS, etc.) dovranno caricare tutti i tipi di tamponi nella piattaforma regionale già esistente: è stata prevista l’equiparazione dei tamponi antigenici con quelli molecolari.
Pertanto, non sarà più necessario un tampone molecolare di conferma dopo un test rapido positivo. È stata ribadita la validità del tampone antigenico, se trasmesso alla piattaforma regionale, sia per quanto riguarda la dichiarazione della guarigione, sia per quanto riguarda la fine della quarantena e dell’autosorveglianza.
Per quanto riguarda l’autosorveglianza, i vaccinati che hanno già ricevuto la terza dose o il booster, i vaccinati con ciclo completo “primario” da meno di 120 giorni e i guariti dal Covid da meno di 4 mesi, se asintomatici, non devono più mettersi in quarantena né aspettare il risultato di un tampone per uscire di casa. Possono andare ovunque, ma devono fare massima attenzione alla comparsa di eventuali sintomi e indossare le mascherine Ffp2.
“Ho invitato il rappresentante dei Medici di medicina generale – che ringrazio per il loro ruolo cruciale in questa pandemia – in questa fase di transizione, ad accettare sin da subito il tampone antigenico negativo quale elemento per terminare l’isolamento in seguito alla positività, sempre previo giudizio clinico. In tal modo potremo “liberare” i tanti lucani in attesa, a causa del numero elevatissimo di positività rilevato nelle ultime settimane. Ringrazio il Dr. Antonio Santangelo, Segretario Regionale FIMMG, per la disponibilità e la collaborazione, che non è mai mancata. Ho avuto rassicurazioni dal gestore dei servizi informatici che dalla settimana prossima il sistema dovrebbe essere perfettamente funzionante”, afferma il Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi

 

Covid19: in Basilicata 938 nuovi positivi

in Emergenza Covid-19
Covid19: in Basilicata 938 nuovi positivi. Tamponi molecolari  2.745 Nel Metapontino nella sola Policoro 49 nuovi casi.
Vaccinazioni e test Covid-19, aggiornamento del 12 gennaio
La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 11 gennaio, sono state effettuate 6.807 vaccinazioni. A ieri sono 451.312 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (81,6 per cento), 416.538 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (75,3 per cento) e 210.298 (38,0 per cento) quelli che hanno ricevuto la terza dose per un totale di somministrazioni effettuate pari a 1.078.148 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane). In totale sono 74 le persone ricoverate: 41 nell’ospedale San Carlo di Potenza, di cui 1 in terapia intensiva, e 33 nell’ospedale Madonna delle Grazie di Matera, di cui nessuno in terapia intensiva. Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 2.745 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 938 (e di questi 909 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi.
Nella stessa giornata si sono registrate 267 guarigioni.
Quarantena: cosa fare in caso di contatto stretto con persona positiva: il link
RIFIUTI COVID, L’ASSESSORE ROSA: INVIATI IN TERMODISTRUZIONE
L’ordinanza n.13 emanata il 31 marzo 2020 dal presidente Bardi ha stabilito che i rifiuti urbani prodotti nelle abitazioni di ‘soggetti positivi al tampone in isolamento o in quarantena obbligatoria devono essere in via privilegiata inviati alla termodistruzione Td’. Grazie a un accordo tra Regione e la Rendina spa, i Comuni lucani hanno potuto conferire i rifiuti Covid al termodistruttore Fenice di Melfi. Questo servizio è stato assicurato per tutto il 2021, lo sarà per tutto il 2022 e per tutta la durata dello stato di emergenza. Questo senza che i Comuni versino un centesimo se non per le spese di trasporto. In questi giorni, l’impianto di Melfi è fermo per una manutenzione straordinaria. La società ha reso noto che il servizio di smaltimento dei rifiuti, compresi quelli Covid, riprenderà il 24 gennaio.
TAMPONI MOLECOLARI POSITIVI TOTALI N. 938 DI CUI NEL METAPONTINO:
9 Bernalda
7 Montalbano Jonico
16 Nova Siri
14 Pisticci
49 Policoro
1 Rotondella
4 San Giorgio Lucano
8 Scanzano Jonico
18 Tursi
Positivi non residenti ma domiciliati in regione Basilicata: 10.
Tamponi molecolari di giornata n. 2.745
TAMPONI MOLECOLARI POSITIVI TOTALI N. 938
Tamponi molecolari negativi n. 1.807
Segui ilMet su Instagram

Covid19 Basilicata: 868 nuovi contagi

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilicata: 868 nuovi contagi. Tasso di positività al 30,02 in regione. Nessun paziente deceduto, due pazienti in terapia intensiva.

Vaccinazioni e test Covid-19, aggiornamento del 11 gennaio

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 10 gennaio, sono state effettuate 5.678 vaccinazioni. A ieri sono 450.848 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (81,5 per cento), 416.218 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (75,2 per cento) e 204.259 (36,9 per cento) quelli che hanno ricevuto la terza dose per un totale di somministrazioni effettuate pari a 1.071.325 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane).
In totale sono 78 le persone ricoverate: 41 nell’ospedale San Carlo di Potenza, di cui 2 in terapia intensiva, e 37 nell’ospedale Madonna delle Grazie di Matera, di cui nessuno in terapia intensiva. Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 2.781 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 868 (e di questi 841 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 246 guarigioni.
Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi sarà consultabile dopo le ore 14,00 di oggi collegandosi alla pagina web dedicata.

TAMPONI: IN PIATTAFORMA REGIONALE ABILITATE 250 FARMACIE

Si è tenuto stamattina un incontro in Regione Basilicata tra l’Assessore alla Sanità, Rocco Leone, il DG Salute, Domenico Tripaldi, il Direttore sanitario dell’ASP, Dr. Luigi D’Angola, il Direttore generale dell’ASM, Dr.ssa Sabrina Pulvirenti e il Dr. Antonio Santangelo, Segretario Regionale FIMMG, alla luce della missiva inviata al Dipartimento nella giornata di ieri, avente ad oggetto la procedura inerente i tamponi.
E’ stato stabilito che tutte le strutture abilitate (farmacie, laboratori, MMG, PLS, etc.) dovranno caricare tutti i tipi di tamponi nella piattaforma regionale già esistente – che poi trasmetterà automaticamente i dati al sistema TS – al fine di ottemperare alla prescrizione di cui al decreto legge del 30 Dicembre 2021, che prevede la validità del tampone antigenico con esito negativo – solo se trasmesso alla piattaforma regionale – per la cessazione del regime di quarantena o di auto-sorveglianza.
In piattaforma regionale sono state già abilitate oltre 250 farmacie: la trasmissione del tampone in tale sistema informatico è indispensabile ai fini della validità del tampone, della conoscenza dell’esito da parte dei medici di medicina generale e quindi dei cittadini. Il tampone non trasmesso alla piattaforma regionale, pertanto, non può essere visto dai medici di medicina generale e dalle aziende sanitarie, e non avrà dunque alcuna validità ai fini della cessazione del regime di quarantena o di auto-sorveglianza.
Nella riunione di domani, alla presenza del Presidente Bardi, saranno definite anche le tempistiche di questa nuova rimodulazione.

I CASI COVID19 IN BASILICATA, DATI DELL’11 GENNAIO 2022

2 Balvano (n. 1 domiciliato a Rotonda)
1 Banzi
5 Baragiano
2 Barile
2 Bella
2 Bernalda
3 Brienza
2 Brindisi di Montagna
1 Calciano
5 Calvello
5 Cancellara
2 Carbone
1 Castelgrande
20 Castelluccio Inferiore
5 Castelluccio Superiore
1 Castelmezzano
3 Castelsaraceno
4 Castronuovo di S. Andrea
1 Chiaromonte
1 Colobraro
1 Craco
2 Episcopia
1 Fardella
5 Ferrandina
4 Filiano(n. 1 domiciliato a Potenza)
3 Forenza
1 Gallicchio
5 Genzano di Lucania
9 Ginestra
1 Grassano
1 Grottole
1 Grumento Nova
2 Irsina
14 Lagonegro(n. 1 domiciliato a Marsicovetere, n.1 a Nemoli)
7 Latronico(n. 1 domiciliato in Lazio)
3 Laurenzana(n. 1 domiciliato a Calvello)
70 Lauria
63 Lavello
8 Maratea (n. 1 domiciliato a Lauria)
12 Marsico Nuovo
6 Marsicovetere
4 Maschito
81 Matera
7 Melfi
1 Miglionico
4 Moliterno
3 Montalbano Jonico
7 Montemurro
11 Montescaglioso(n. 1 domiciliato a Tricarico)
6 Muro Lucano
1 Nemoli
10 Nova Siri
10 Oppido Lucano (n. 1 domiciliato a Pietragalla)
4 Palazzo San Gervasio
2 Paterno
7 Pescopagano(n. 1 domiciliato a Castelgrande)
1 Picerno
4 Pietragalla (n. 1 domiciliato a Avigliano)
4 Pignola
3 Pisticci
35 Policoro
2 Pomarico
89 Potenza (n. 1 domiciliato a Rionero, n.1 a Satriano di L.)
4 Rapolla
2 Rapone
1 Rionero in Vulture
1 Ripacandida
10 Rivello
4 Roccanova
30 Rotonda
6 Rotondella
2 Ruoti
6 Salandra
2 San Fele
3 San Martino d’Agri (n. 2 domiciliati a Sant’Arcangelo)
1 San Severino Lucano
4 Sant’Arcangelo (n. 1 domiciliato a Missanello)
2 Sarconi
4 Satriano di Lucania
3 Savoia di Lucania
9 Scanzano Jonico
12 Senise
8 Spinoso
3 Teana
5 Terranova di Pollino
10 Tito
5 Tolve
16 Tramutola
3 Trecchina
2 Tricarico
3 Tursi (n. 1 domiciliato a Policoro)
31 Venosa
1 Vietri di Potenza
17 Viggianello (n. 1 domiciliato a Rotonda, n.1 in Piemonte)
5 Viggiano(n. 1 domiciliato a Marsicovetere)

Positivi non residenti ma domiciliati in regione Basilicata: n. 11

Torna su