Archivio tag

coronavirus - page 8

131 i tamponi risultati positivi all’infezione da Covid-19, in Basilicata ne sono stati processati altri 1826

in Emergenza Covid-19

La task force regionale comunica che ieri, 29 ottobre, sono stati processati 1.826 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 131 sono risultati positivi. Le positività riscontrate riguardano 32 residenti in Puglia e lì in isolamento, 2 residenti in Campania e lì in isolamento, 1 residente in Campania in isolamento nel Comune di Ferrandina, 1 residente in Calabria e lì in isolamento, 1 residente in Sicilia e lì in isolamento, 1 cittadino nigeriano in isolamento a Missanello, 1 cittadino indiano in isolamento a Pignola, 3 persone residenti a Rotonda di cui 1 di nazionalità argentina e in isolamento a Rotonda, 1 persona residente ad Albano, 2 ad Avigliano, 1 a Baragiano, 2 a Calvera, 1 a Castronuovo, 5 a Ferrandina, 1 a Genzano, 1 a Lagonegro, 6 a Lauria, 8 a Lavello, 1 a Marsiconuovo, 18 a Matera, 1 a Melfi, 2 a Moliterno, 1 a Oppido, 2 a Pisticci, 1 a Policoro, 14 a Potenza, 2 a Rapolla, 2 a Rionero, 3 a Roccanova, 1 a Sant’Angelo Le Fratte, 3 a Scanzano, 2 a Tito, 1 a Tolve, 1 a Trecchina, 1 a Tricarico, 3 a Venosa e 2 a Viggiano.

Nella stessa giornata è deceduta 1 persona residente a Roccanova e sono state registrate 15 guarigioni (1 a Potenza, 5 a Brienza, 3 a Sant’Arcangelo, 1 a Matera, 1 a Montescaglioso, 1 a Paterno, 1 a Moliterno, 1 a Marsiconuovo e 1 a Castelsaraceno).

Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 1.220 (1.145 all’ultimo aggiornamento, a cui si aggiungono 91 nuove positività di residenti e si sottraggono 15 guarigioni e 1 decesso) e di questi 1.139 si trovano in isolamento domiciliare.

Ai positivi vanno aggiunti nel complesso 48 deceduti (2 Spinoso, 9 Potenza, 4 Paterno, 4 Moliterno, 3 Villa D’Agri/Marsicovetere, 1 Irsina, 2 Rapolla; 2 Montemurro, 2 Pisticci; 2 Matera; 1 San Costantino Albanese, 2 Avigliano, 1 Tursi, 1 Aliano; 1 Bernalda; 2 Grumento, 2 Tramutola; 2 Marsiconuovo; 1 Viggiano; 1 San Chirico Raparo; 1 Sarconi, 2 Roccanova); 620 guariti; 1 cittadino campano in isolamento a Lavello; 1 persona residente in Sardegna in isolamento a Rionero; 1 persona residente in Piemonte in isolamento a Marsicovetere; 1 persona residente in Piemonte in isolamento a Potenza; 1 persona residente in Campania attualmente ricoverata all’ospedale San Carlo; 1 cittadino calabrese in isolamento a Lavello; 1 persona residente in Sardegna in isolamento a Rionero; 1 persona di nazionalità estera diagnosticata in Puglia e in isolamento a Matera; 5 persone di nazionalità estera in isolamento in Basilicata (1 a Matera, 1 a Lavello, 1 a Scanzano, 1 a Barile, 1 a Potenza); 1 persona di nazionalità estera domiciliata a Venosa e ricoverata al San Carlo; 4 cittadini residenti in Emilia Romagna in isolamento in Basilicata; 18 cittadini stranieri in isolamento in una struttura dedicata della regione; 1 cittadino residente in Basilicata in isolamento nel Lazio;  cittadino residente e isolato in Basilicata diagnosticato in Puglia; 3 cittadini stranieri lavoratori stagionali a Palazzo S.G.; 1 cittadino svizzero in isolamento a Matera; 1 cittadino ucraino in isolamento a Policoro; 1 persona residente in Puglia in isolamento a Montemilone; 1 cittadino argentino in isolamento a Moliterno; 1 persona residente nel Lazio e in isolamento a Noepoli; 1 persona residente in Calabria in isolamento a Potenza; 1 residente in Puglia in isolamento a Matera; 1 cittadino straniero in isolamento a Lavello; 1 residente in Toscana in isolamento a Corleto; 1 residente in Calabria in isolamento a Potenza; 1 residente nl Lazio in isolamento a Brienza; 1 residente in Veneto in isolamento a Palazzo S.G.; 1 cittadino campano in isolamento a Brienza; 1 residente in Lombardia in isolamento a Muro Lucano; 1 residente in Veneto in isolamento nel comune di Palazzo S.G.; 1 residente in Puglia in isolamento a Matera; 1 residente nel Lazio in isolamento a Matera; 1 residente in Campania in isolamento nel Comune di Ferrandina; 1 cittadino di nazionalità nigeriana in isolamento a Missanello; 1 cittadino di nazionalità indiana in isolamento a Pignola; 1 cittadino di nazionalità argentina in isolamento a Rotonda.

Sono 81 le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane: a Potenza 20 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 2 in Terapia intensiva, 18 in Pneumologia e 8 in Medicina d’urgenza dell’ospedale San Carlo; a Matera 24 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 5 in Terapia intensiva e 4 in Pneumologia dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 102.296 tamponi, di cui 99.915 risultati negativi.

Emergenza Coronavirus, processati 1.004 tamponi, sono 106 quelli positivi in Basilicata

in Emergenza Covid-19

La task force regionale comunica che ieri, 28 ottobre, sono stati processati 1.004 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 106 sono risultati positivi. Le positività riscontrate riguardano 17 persone residenti in Puglia e diagnosticate in Basilicata, 1 residente in Campania e lì in isolamento, 1 residente in Calabria e lì in isolamento, 1 residente in Toscana e lì in isolamento, 1 di Albano, 2 di Avigliano, 1 di Banzi, 4 di Brienza, 4 di Ferrandina, 22 di Genzano, 1 di Lagonegro, 1 di Latronico, 4 di Lavello, 8 di Matera, 6 di Melfi, 1 di Moliterno, 2 di Montemilone, 2 di Montescaglioso, 1 di Nova Siri, 1 di Policoro, 16 di Potenza, 1 di San Giorgio Lucano, 3 di Sant’Angelo Le Fratte, 1 di Sarconi, 1 di Spinoso, 1 di Tramutola, 1 di Venosa e 1 di Viggiano. Nella stessa giornata sono guarite 14 persone: 5 di Potenza, 1 di Brienza, 1 di Acerenza, 1 di Sarconi, 2 di Tramutola, 1 di Marsicovetere, 1 di Lavello, 1 di Sasso di Castalda e 1 di Viggiano. Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 1.145 (1.073 all’ultimo aggiornamento, a cui si aggiungono 86 nuove positività di residenti e si sottraggono 14 guarigioni di residenti) e di questi 1.064 si trovano in isolamento domiciliare.

Ai positivi vanno aggiunti nel complesso 47 persone decedute (2 Spinoso, 9 Potenza, 4 Paterno, 4 Moliterno, 3 Villa d’Agri / Marsicovetere, 1 Irsina, 2 Rapolla; 2 Montemurro, 2 Pisticci; 2 Matera; 1 San Costantino Albanese, 2 Avigliano, 1 Tursi, 1 Aliano; 1 Bernalda; 2 Grumento, 2 Tramutola; 2 Marsiconuovo; 1 Viggiano; 1 San Chirico Raparo, 1 Sarconi, 1 Roccanova); 605 guariti; 1 persona residente in Campania in isolamento a Lavello; 1 persona residente in Sardegna in isolamento a Rionero in Vulture; 1 persona residente in Piemonte in isolamento a Marsicovetere; 1 persona residente in Piemonte in isolamento a Potenza; 1 persona residente in Campania attualmente ricoverata all’ospedale San Carlo; 1 persona residente in Calabria in isolamento a Lavello; 1 persona residente in Sardegna in isolamento a Rionero; 1 persona di nazionalità estera diagnosticata in Puglia e in isolamento a Matera; 5 persone di nazionalità estera (in isolamento 1 a Matera, 1 a Lavello, 1 a Scanzano, 1 a Barile, 1 a Potenza); 1 persona di nazionalità estera domiciliata a Venosa e ricoverata al San Carlo; 4 persone residenti in Regione Emilia Romagna in isolamento in Basilicata; 18 cittadini stranieri in isolamento in struttura dedicata in Regione Basilicata; 1 persona residente in Basilicata in isolamento nel Lazio; 1 persona residente e in isolamento in Basilicata, diagnosticata in Puglia; 3 cittadini stranieri lavoratori stagionali a Palazzo San Gervasio; 1 cittadino svizzero in isolamento a Matera; 1 cittadino ucraino in isolamento a Policoro; 1 persona residente in Puglia e in isolamento a Montemilone; 1 cittadino argentino in isolamento a Moliterno; 1 persona residente nel Lazio e in isolamento a Noepoli; 1 persona residente in Calabria in isolamento a Potenza; 1 persona residente in Puglia e in isolamento a Matera; 1 cittadino straniero in isolamento a Lavello; 1 persona residente in Toscana in isolamento a Corleto Perticara; 1 persona residente in Calabria in isolamento a Potenza; 1 persona residente nel Lazio in isolamento a Brienza; 1 persona residente in Veneto in isolamento a Palazzo San Gervasio; 1 persona residente in Campania in isolamento a Brienza; 1 persona residente in Lombardia in isolamento a Muro Lucano; 1 persona residente in Veneto in isolamento a Palazzo San Gervasio; 1 persona residente in Puglia in isolamento a Matera, 1 persona residente nel Lazio in isolamento a Matera.

Sono 81 le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane: a Potenza 23 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 2 in Terapia intensiva, 20 in Pneumologia e 1 in Medicina d’urgenza dell’ospedale San Carlo; a Matera 27 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 5 in Terapia intensiva e 3 in Pneumologia dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 100.470 tamponi, di cui 98.220 risultati negativi.

Processati 1451 tamponi, 161 quelli positivi in Basilicata all’infezione da Covid-19

in Emergenza Covid-19

La task force regionale comunica che ieri, 27 ottobre, sono stati processati 1451 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 161 sono risultati positivi. Le positività riscontrate riguardano 38 persone residenti in Puglia e diagnosticate in Basilicata, 2 persone residenti in Veneto e lì in isolamento, un residente in Campania e lì in isolamento; 3 di Accettura, 1 di Aliano, 4 di Avigliano, 1 Banzi, 1 Bernalda, 1 Calciano, 2 Castelluccio, 2 Roccanova, 2 Corleto, 2 Ferrandina, 1 Garaguso, 10 Genzano, 1 Grassano, 1 Irsina, 2 Lagonegro, 1 Latronico, 3 Lauria di cui uno in isolamento nel Comune di Praia a mare, 1 Lavello, 1 Sasso di Castalda, 18 Matera, 3 Melfi, 2 Moliterno, 1 Montemilone, 2 Montescaglioso, 1 Muro Lucano, 1 Nova Siri, 2 Palazzo, 2 Pescopagano, 4 Picerno, 6 Pietragalla, 1 Pignola in isolamento a Potenza, 19 Potenza, 2 Rionero, 1 Ruoti in isolamento a Avigliano, 1 Salandra, 1 San Fele, 1 San Martino d’agri, 1 Spinoso, 1 Stigliano, 1 Tramutola, 5 Tricarico, 1 Tursi, 1 Venosa, 1 residente in Puglia in isolamento a Matera, 1 residente in Lazio e in isolamento a Matera.
Nella stessa giornata sono state registrate 9 guarigioni, di cui 1 Viggiano, 1 Marsicovetere, 1 Lauria, 4 Pescopagano, 1 Paterno, 1 Rionero.
Nella giornata in esame risultano decedute n. 3 persone: 1 Sarconi, 1 Marsiconuovo, 1 Roccanova
Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 1073 (967 all’ultimo aggiornamento, a cui si aggiungono 118 nuove positività di residenti e si sottraggono 9 guarigioni e 3 deceduti) e di questi 993 si trovano in isolamento domiciliare.
Sono 80 i ricoverati nelle strutture ospedaliere lucane: a Potenza 19 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 2 in Terapia intensiva, 20 in Pneumologia e 5 in Medicina d’urgenza dell’ospedale San Carlo; a Matera 26 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 5 in Terapia intensiva e 3 in Pneumologia dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.
Ai positivi vanno aggiunti nel complesso 47 persone decedute (2 Spinoso, 9 Potenza, 4 Paterno, 4 Moliterno, 3 Villa D’agri/Marsicovetere, 1 Irsina, 2 Rapolla; 2 Montemurro, 2 Pisticci; 2 Matera; 1 San Costantino Albanese, 2 Avigliano, 1 Tursi, 1 Aliano; 1 Bernalda; 2 Grumento, 2 Tramutola; 2 Marsiconuovo; 1 Viggiano; 1 San Chirico Raparo, 1 Sarconi, 1 Roccanova.); 591 guariti; 1 cittadino campano in isolamento a Lavello; 1 persona residente in Sardegna in isolamento nel comune di Rionero; 1 persona residente in Piemonte e in isolamento nel comune di Marsicovetere; 1 persona residente in Regone Piemonte e in isolamento a Potenza; 1 persona residente in Campania attualmente ricoverata all’ospedale San Carlo; 1 cittadino calabrese in isolamento a Lavello; 1 persona residente in Sardegna e in isolamento a Rionero; 1 persona di nazionalità estera diagnosticata in Puglia e in isolamento a Matera; 5 persone di nazionalità estera (in isolamento 1 a Matera, 1 a Lavello, 1 a Scanzano, 1 a Barile, 1 a Potenza); 1 persona di nazionalità estera domiciliata a Venosa e ricoverata al San Carlo; 4 cittadini residenti in comune della Regione Emilia Romagna in isolamento in Basilicata; 18 cittadini stranieri in isolamento in struttura dedicata in Regione Basilicata; 1 cittadino residente in Basilicata in isolamento nel Lazio; 1 cittadino residente e isolato in Basilicata, diagnosticato in Puglia; 3 cittadini stranieri lavoratori stagionali a Palazzo S.G.; 1 cittadino svizzero in isolamento nel comune di Matera; 1 cittadino ucraino in isolamento nel comune di Policoro; 1 persona residente in Puglia e in isolamento nel Comune di Montemilone; 1 cittadino argentino in isolamento nel comune di Moliterno; 1 persona residente nel Lazio e in isolamento a Noepoli; 1 persona residente in Calabria in isolamento nel comune di Potenza; 1 residente in Puglia e in isolamento a Matera; 1 cittadino straniero in isolamento a Lavello; 1 residente in Toscana in isolamento a Corleto; 1 residente in Calabria in isolamento a Potenza; residente nel Lazio in isolamento a Brienza; 1 residente in Veneto in isolamento a Palazzo S.G.; 1 cittadino campano in isolamento a Brienza; 1 residente in Lombardia e in isolamento a Muro Lucano; 1 residente in Veneto in isolamento nel comune di Palazzo S.G.; 1 Residente in Regione Puglia in isolamento a Matera, 1 Residente in Regione Lazio in isolamento a Matera.
Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 99.466 tamponi, di cui 97.322 risultati negativi.

 

Coronavirus, in Basilicata 95 nuovi positivi. Processati altri 1459 tamponi

in Emergenza Covid-19

La task force regionale comunica che ieri, 26 ottobre, sono stati processati 1459 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 95 sono risultati positivi. Le positività riscontrate riguardano 16 persone residenti in Puglia e diagnosticate in Basilicata, 1 residente in Calabria e lì in isolamento, 1 residente in Campania e lì in isolamento, 1 residente ad Abriola, 1 ad Albano, 6 ad Avigliano, 1 a Baragiano, 2 a Brienza, 1 a Castelsaraceno, 1 a Ferrandina, 3 a Genzano, 1 a Grumento, 1 a Lagonegro, 1 Latronico, 1 a Laurenzana, 2 a Lavello, 2 a Marsicovetere, 12 a Matera, 1 a Melfi, 7 a Moliterno, 1 a Montescaglioso, 1 a Palazzo S.G., 1 a Pignola, 1 a Pisticci, 22 a Potenza, 1 a Ruoti, 1 a Satriano, 2 a Tito, 1 a Tramutola, 2 a Tricarico.

Nella stessa giornata sono state registrate 10 guarigioni, di cui 3 a Brienza, 2 a Marsicovetere, 1 a Potenza, 2 a Pescopagano, 1 a Paterno e 1 a Melfi.

 Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 967 (900 all’ultimo aggiornamento, a cui si aggiungono 77 nuove positività di residenti e si sottraggono 10 guarigioni) e di questi 892 si trovano in isolamento domiciliare. Sono 75 i ricoverati nelle strutture ospedaliere lucane: a Potenza 22 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 2 in Terapia intensiva, 20 in Pneumologia e 3 in Medicina d’urgenza dell’ospedale San Carlo; a Matera 21 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 5 in Terapia intensiva e 2 in Pneumologia dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.

Ai positivi vanno aggiunti nel complesso 44 persone decedute (2 Spinoso, 9 Potenza, 4 Paterno, 4 Moliterno, 3 Villa D’agri/Marsicovetere, 1 Irsina, 2 Rapolla; 2 Montemurro, 2 Pisticci; 2 Matera; 1 San Costantino Albanese, 2 Avigliano, 1 Tursi, 1 Aliano; 1 Bernalda; 2 Grumento, 2 Tramutola; 1 Marsiconuovo; 1 Viggiano; 1 San Chirico Raparo); 582 guariti; 1 cittadino campano in isolamento a Lavello; 1 persona residente in Sardegna in isolamento nel comune di Rionero; 1 persona residente in Piemonte e in isolamento nel comune di Marsicovetere; 1 persona residente in Regone Piemonte e in isolamento a Potenza; 1 persona residente in Campania attualmente ricoverata all’ospedale San Carlo; 1 cittadino calabrese in isolamento a Lavello; 1 persona residente in Sardegna e in isolamento a Rionero; 1 persona di nazionalità estera diagnosticata in Puglia e in isolamento a Matera; 5 persone di nazionalità estera (in isolamento 1 a Matera, 1 a Lavello, 1 a Scanzano, 1 a Barile, 1 a Potenza); 1 persona di nazionalità estera domiciliata a Venosa e ricoverata al San Carlo; 4 cittadini residenti in comune della Regione Emilia Romagna in isolamento in Basilicata; 18 cittadini stranieri in isolamento in struttura dedicata in Regione Basilicata; 1 cittadino residente in Basilicata in isolamento nel Lazio; 1 cittadino residente e isolato in Basilicata, diagnosticato in Puglia; 3 cittadini stranieri lavoratori stagionali a Palazzo S.G.; 1 cittadino svizzero in isolamento nel comune di Matera; 1 cittadino ucraino in isolamento nel comune di Policoro; 1 persona residente in Puglia e in isolamento nel Comune di Montemilone; 1 cittadino argentino in isolamento nel comune di Moliterno; 1 persona residente nel Lazio e in isolamento a Noepoli; 1 persona residente in Calabria in isolamento nel comune di Potenza; 1 residente in Puglia e in isolamento a Matera; 1 cittadino straniero in isolamento a Lavello; 1 residente in Toscana in isolamento a Corleto; 1 residente in Calabria in isolamento a Potenza; residente nel Lazio in isolamento a Brienza; 1 residente in Veneto in isolamento a Palazzo S.G.; 1 cittadino campano in isolamento a Brienza; 1 residente in Lombardia e in isolamento a Muro Lucano; 1 residente in Veneto in isolamento nel comune di Palazzo S.G.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 98.015 tamponi, di cui 96.032 risultati negativi.

“Sostegno a Pmi e a professioni”, approvata nuova delibera in Regione Basilicata

in Economia

Cupparo: è anche questo un segnale di impegno che intendiamo inviare alle imprese lucane che stanno affrontando una nuova fase di grandi difficoltà per effetto dell’ultimo dpcm

Al fine di consentire a un numero elevatissimo di imprese che hanno già raggiunto o sono prossime a raggiungere il plafond dei 200 mila euro previsto dal “regime de minimis” (di cui al Reg. n. 1407/2013), di poter partecipare all’Avviso pubblico “Sostegno alla ripresa della Pmi e delle professioni lucane” (30 settembre scorso) e di consentire pertanto l’accesso alle agevolazioni previste dallo stesso avviso, la Giunta regionale ha approvato ieri una nuova deliberazione. A darne notizia è l’assessore alle Attività produttive Francesco Cupparo spiegando che per il perdurare dell’emergenza da Covid 19, la Commissione Europea ha valutato la necessità di prorogare gli aiuti nell’ambito del quadro temporaneo, in considerazione dei seguenti fattori: da un lato, l’evoluzione della situazione economica nelle circostanze eccezionali della pandemia di Covid-19 e, dall’altro, l’adeguatezza del quadro temporaneo come strumento per garantire che le misure di sostegno nazionali aiutino in modo efficace le imprese colpite durante la pandemia, limitando nel contempo le indebite distorsioni del mercato interno e garantendo parità di condizioni. Sempre la Commissione Europea ha stabilito, tra l’altro, di prorogare fino al 30 giugno 2021, e, per quanto riguarda alcune attività, fino al 30 settembre 2021, le misure previste dal quadro temporaneo di aiuti messi in campo per l’emergenza Covid 19. Di qui la nuova delibera di giunta, che a seguito di tale proroga concessa dalla Commissione europea, consente l’accesso alle agevolazioni previste dall’Avviso Pubblico “Sostegno alla ripresa della Pmi e delle professioni lucane”, anche per il tramite del regime di aiuto previsto dal “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di stato, al fine di consentire ad un numero elevatissimo di imprese che hanno già raggiunto o sono prossime a raggiungere il plafond dei 200 mila euro previsto dal regime de minimis di cui al Reg. n. 1407/2013, di poter partecipare all’Avviso Pubblico “Sostegno alla ripresa della Pmi e delle professioni lucane”, accedendo così al regime di aiuto previsto dal “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19” di cui alla Comunicazione della Commissione europea COM(2020) 112 final del 13 marzo 2020 e s.m.i, che consente aiuti ad una medesima impresa fino ad € 800.000. Con tale apertura è stato differito anche il termine di chiusura dello sportello. Le domande potranno essere presentate dalle ore 8 del 2 novembre 2020 e fino alle ore 18 dell’11 gennaio 2021.

“E’ anche questo un segnale di impegno – commenta l’assessore Cupparo – che intendiamo inviare alle imprese lucane che stanno affrontando una nuova fase di grandi difficoltà per effetto dell’ultimo dpcm che, come ha evidenziato il presidente Bardi, è avvenuto sulla testa delle Regioni e sta producendo danni notevoli in alcuni settori importanti. Tutto quello che è possibile fare per aiutare le piccole imprese, come abbiamo già fatto con i precedenti Avvisi, continueremo a fare, mentre incalzeremo il Governo di fronte alle sue responsabilità”.

Covid-19, Basilicata: 93 positivi su 1315 tamponi processati

in Emergenza Covid-19

I lucani attualmente positivi sono 900 (838 all’ultimo aggiornamento, a cui si aggiungono 84 positività di residenti e si sottraggono 21 guarigioni di residenti e 1 scheda relativa ad una persona positiva di Lauria che nel report del 23 ottobre era stata erroneamente contabilizzata due volte) e di questi 828 si trovano in isolamento domiciliare

La task force regionale comunica che nei giorni 24 e 25 ottobre sono stati processati 1.315 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 93 sono risultati positivi. Le positività riscontrate riguardano: 8 residenti in Puglia e lì in isolamento diagnosticati in Basilicata, 1 residente in Veneto e in isolamento a Palazzo San Gervasio, 3 di Avigliano, 1 di Baragiano, 2 di Episcopia, 2 di Ferrandina, 8 di Genzano, 1 di Lagonegro, 1 di Irsina, 1 di Latronico, 5 di Lauria, 1 di Lavello, 6 di Maratea, 6 di Matera, 3 di Melfi, 1 di Nova Siri, 3 di Oppido Lucano, 2 di Palazzo San Gervasio, 3 di Pietragalla, 1 di Pignola, 15 di Potenza, 1 di  Rionero, 1 di Rivello, 3 di Ruoti, 1 di Sant’Arcangelo, 1 di Senise, 3 di Stigliano, 1 di Tito, 1 di Tramutola, 1 di Venosa, 3 di Viggianello, 3 di Viggiano di cui 1 in isolamento a Marsicovetere.

Negli stessi giorni sono guarite 22 persone: 5 di Brienza, 2 di Melfi, 1 residente in Toscana in isolamento a Corleto Perticara, 1 di Forenza in isolamento a Rionero, 1 di Pignola in isolamento a Potenza, 7 di Pescopagano e 5 di Potenza. I lucani attualmente positivi sono 900 (838 all’ultimo aggiornamento, a cui si aggiungono 84 positività di residenti e si sottraggono 21 guarigioni di residenti e 1 scheda relativa ad una persona positiva di Lauria che nel report del 23 ottobre era stata erroneamente contabilizzata due volte) e di questi 828 si trovano in isolamento domiciliare. Ai positivi vanno aggiunti nel complesso 44 persone decedute (2 di Spinoso, 9 di Potenza, 4 di Paterno, 4 di Moliterno, 3 di Villa D’Agri / Marsicovetere, 1 di Irsina, 2 di Rapolla; 2 di Montemurro, 2 di Pisticci; 2 di Matera; 1 di San Costantino Albanese, 2 di Avigliano, 1 di Tursi, 1 di Aliano; 1 di Bernalda; 2 di Grumento, 2 di Tramutola; 1 di Marsiconuovo; 1 di Viggiano; 1 di San Chirico Raparo), 572 guariti; 1 persona residente in Campania in isolamento a Lavello; 1 persona residente in Sardegna in isolamento a Rionero; 1 persona residente in Piemonte in isolamento a Marsicovetere; 1 persona residente in Piemonte in isolamento a Potenza; 1 persona residente in Campania attualmente ricoverata al San Carlo di Potenza; 1 persona residente in Calabria in isolamento a Lavello; 1 persona residente in Sardegna e in isolamento a Rionero in Vulture; 1 persona di nazionalità estera diagnostica in Puglia e in isolamento a Matera; 5 persone di nazionalità estera in isolamento 1 a Matera, 1 a Lavello, 1 a Scanzano, 1 a Barile, 1 a Potenza; 1 persona di nazionalità estera domiciliata a Venosa e ricoverata al San Carlo; 1 cittadino residente in Toscana e in isolamento in Basilicata; 4 cittadini residenti in Emila Romagna in isolamento in Basilicata; 18 cittadini stranieri in isolamento in struttura dedicata in Basilicata; 1 cittadino residente in Basilicata in isolamento nel Lazio; 1 cittadino residente e isolato in Basilicata ma diagnosticato in Puglia; 3 cittadini stranieri lavoratori stagionali a Palazzo San Gervasio; 1 cittadino svizzero in isolamento a Matera; 1 cittadino ucraino in isolamento a Policoro; 1 persona residente in Puglia e in isolamento a Montemilone; 1 cittadino argentino in isolamento a Moliterno; 1 persona residente nel Lazio e in isolamento a Noepoli; 1 persona residente in Calabria e in isolamento a Potenza; 1 persona residente in Puglia e in isolamento a Matera; 1 cittadino straniero in isolamento a Lavello; 1 persona residente in Toscana e in isolamento a Corleto Perticara; 1 persona residente in Calabria in isolamento a Potenza; 1 persona residente nel Lazio in isolamento a Brienza; 1 persona residente in Veneto in isolamento a Palazzo San Gervasio; 1 persona residente in Campania in isolamento a Brienza; 1 persona residente in Lombardia ed in isolamento a Muro Lucano; 1 persona residente nel Veneto e in isolamento a Palazzo San Gervasio.Sono 72 i ricoverati nelle strutture ospedaliere lucane: all’ospedale San Carlo di Potenza 22 persone sono ricoverate nel reparto di Malattie infettive, 20 nel reparto di Pneumologia, 2 nel reparto di Medicina d’Urgenza, 3 nel reparto di Terapia Intensiva; all’ospedale ‘Madonna delle Grazie’ di Matera 18 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 3 nel reparto di Pneumologia e 4 in quello di Terapia intensiva.
Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 96.556 tamponi, di cui 94.668 sono risultati negativi

Confartigianato: la pandemia ha provocato in Basilicata la cessazione di 378 imprese artigiane

in Emergenza Covid-19

“La cessazione negli ultimi sei mesi in Basilicata di 378 imprese artigiane, di cui 243 in provincia di Potenza e 135 in quella di Matera, solo in parte attutita dalle nuove iscrizioni che consentono di ridimensionare il numero di imprese non attive, fotografa l’impatto della crisi provocata dalla pandemia”. Ad affermarlo è la presidente di Confartigianato Matera Rosa Gentile che aggiunge: “con il nuovo Dpcm la preoccupazione è maggiore in particolare per le piccole e medie aziende dei settori alimentare, commerciale, servizi che risentiranno delle nuove restrizioni dovute principalmente ai nuovi limitati orari di attività con ripercussioni più accentuate nella filiera food. Le conseguenze saranno molto più profonde di quanto previsto per le piccole imprese che continueranno ad avere bisogno di strumenti efficaci e duraturi per soddisfare il loro fabbisogno di liquidità”.
“Le PMI– continua la presidente di Confartigianato – stanno soffrendo molto per lo shock economico causato dalla pandemia globale. In attesa degli aiuti annunciati dal Premier Conte, chiediamo quindi alla Commissione europea di prendere in considerazione le nostre richieste e di proporre a breve una proroga più lunga, almeno fino al 31 dicembre 2021, e di considerare ulteriori modalità di supporto per far sì che le PMI beneficino maggiormente degli aiuti di Stato e per ripristinare la fiducia degli imprenditori”.

“Al momento – sottolinea Gentile – le PMI stanno cercando di mantenere il più possibile le loro attività e l’occupazione. Dare un breve periodo di tempo per rimborsare i prestiti concessi sulla base di questo quadro, unito ad altri impegni finanziari come le tasse e il pagamento degli affitti, aumenterà le loro vulnerabilità e inficerà la capacità di tutelare le loro attività e i posti di lavoro. L’economia nel suo complesso ne risentirà in quanto le PMI ne costituiscono la spina dorsale. Inoltre, chiediamo che i sistemi di garanzia dei prestiti possano essere applicati non solo ai prestiti, ma anche ad altre formule come il finanziamento temporaneo nel capitale sociale delle PMI e i prestiti partecipativi. Riteniamo che queste modalità siano necessarie per evitare difficoltà di solvibilità che possono avere gravi conseguenze per le istituzioni finanziarie. A questo proposito dobbiamo ricordare che nel periodo marzo-settembre i rapporti di indebitamento delle PMI sono peggiorati in modo sostanziale”.

DPCM, Covid-19: giro di vite pub e ristoranti. Chiuse palestre e piscine. I governatori non ci stanno.

in Emergenza Covid-19

Un bel pezzo dell’economia italiana chiuderà da domani, 26 Ottobre, alle 18:00, infatti le attività dei servizi di ristorazione – i bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie – sono sospese la domenica e i giorni festivi.  Negli altri giorni le ridette attività sono consentite dalle ore 5.00 fino alle 18.00. Il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi;  dopo le ore 18,00 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico. Resta consentita senza limiti di orario la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti.

Resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto, nonché fino alle ore 24,00 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze. Nel Decreto del presidente del consiglio, Giuseppe Conte, è precisato che:  “le attività di cui al primo periodo restano consentite a condizione che le Regioni e le Province autonome abbiano preventivamente accertato la compatibilità dello svolgimento delle suddette attività con l’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori e che individuino i protocolli o le linee guida applicabili idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in settori analoghi; detti protocolli o linee guida sono adottati dalle Regioni o dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome nel rispetto dei principi contenuti nei protocolli o nelle linee guida nazionali e comunque in coerenza con i criteri di cui all’allegato 10; continuano a essere consentite le attivita’ delle mense e del catering continuativo su base contrattuale, che garantiscono la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, nei limiti e alle condizioni di cui al periodo precedente”.

Restano comunque aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande siti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situate lungo le autostrade, negli ospedali e negli aeroporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro.

Nel DPCM è fatta raccomandazione inoltre non accogliere amici e parenti a casa e di non lasciare il proprio comune di residenza.

Quanto ai negozi, gli orari di apertura e chiusura rimangono identici a quelli già in vigore.  “Le attività commerciali al dettaglio si svolgono a condizione che sia assicurato, oltre alla distanza interpersonale di almeno un metro, che gli ingressi avvengano in modo dilazionato e che venga impedito di sostare all’interno dei locali più del tempo necessario all’acquisto dei beni”.

OBBLIGO MASCHERINA. Ai fini del contenimento della diffusione del virus COVID-19, è fatto obbligo sull’intero territorio nazionale di avere sempre con sé dispositivi di protezione delle vie respiratorie, nonché obbligo di indossarli nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private. Sono esclusi dal ridetto obbligo i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva, i bambini di età inferiore ai sei anni,  i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina, nonché per coloro che per interagire con i predetti versino nella stessa incompatibilità. È fortemente raccomandato l’uso dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie anche all’interno delle abitazioni private in presenza di persone non conviventi.

VIETATE LE FESTE. “Sono vietate le feste nei luoghi al chiuso e all’aperto, comprese quelle conseguenti alle cerimonie civili e religiose”, quindi niente banchetti per matrimoni, battesimi e altre ricorrenze. Restano “sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso”. “Nelle abitazioni private, è fortemente raccomandato di non ricevere persone diverse dai conviventi, salvo che per comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità e urgenza”

CALCIO A 5. Sono vietati “gli sport di contatto – salvo che per le competizioni professionistiche nonché dilettantistiche di livello nazionale – a livello dilettantistico», ma adesso anche “le scuole e l’attività formativa di avviamento, le gare, le competizioni e le attività connesse agli sport di contatto aventi carattere ludico-amatoriale”.

PALESTRE E PISCINE. Sono «sospese le attività di palestre, piscine, impianti nei comprensori sciistici, centri natatori, centri benessere, centri termali, fatta eccezione per l’assistenza, nonché centri culturali, centri sociali e centri ricreativi».

SPORT ALL’ARIA APERTA. Si può «svolgere attività sportiva o attività motoria all’aperto, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici, nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività».

SPORT AGONISTICO.  Restano consentiti gli eventi e le competizioni sportive, nonché le sedute di allenamento degli atleti agonisti, riguardanti gli sport individuali e di squadra – riconosciuti dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), dal Comitato italiano paralimpico (CIP) e dalle rispettive federazioni sportive nazionali, , ovvero organizzati da organismi sportivi internazionali all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico, nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni sportive nazionali

CINEMA, MUSE E TEATRI. “Sospesi gli spettacoli aperti al pubblicoin sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto». Si è invece deciso di lasciare aperti «i musei e gli altri istituti e luoghi della cultura è assicurato a condizione che detti istituti e luoghi, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali aperti al pubblico, nonché dei flussi di visitatori contingentati o comunque tali da evitare assembramenti di persone e da consentire che i visitatori possano rispettare la distanza tra loro di almeno un metro».

FIERE E CONGRESSI. “Sono sospese tutte le attività convegnistiche o congressuali i convegni, i congressi e gli altri eventi, ad eccezione di quelle quelli che si svolgono con modalità a distanza». La stessa norma prevede che «tutte le cerimonie pubbliche si svolgono nel rispetto dei protocolli e linee guida vigenti e in assenza di pubblico». Nel settore pubblico “le riunioni si svolgono in modalità a distanza» e lo stesso «è fortemente raccomandato per le riunioni private”.

SALE GIOCHI . Resteranno chiuse  “le attività di sale giochi, sale scommesse, e sale bingo e casinò”.

L’entrata in vigore del provvedimento è prevista per lunedì e la durata è fissata fino al 24 novembre, tuttavia si prevedono cambiamenti viste le forti pressioni dei governatori in particolare per il settore della ristorazione fra i più colpiti dal giro di vite insieme con palestre e centri sportivi in generale.

 

112 nuovi casi Covid-19 in Basilicata, in Regione proseguono gli incontri per il coordinamento dell’emergenza

in Emergenza Covid-19

Si sta valutando l’individuazione di ulteriori strutture da destinare ai ricoveri dei pazienti positivi al covid-19 asintomatici o paucisintomatici

La task force regionale comunica che ieri, 22 ottobre, sono stati processati 1.434 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 112 sono risultati positivi.
Le positività riscontrate riguardano: 20 residenti in Puglia e lì in isolamento diagnosticati in Basilicata, 1 residente in Veneto e lì in isolamento, 1 residente in Campania e lì in isolamento, 1 residente in Emilia Romagna e lì in isolamento, 15 di Matera, 5 di Montescaglioso, 10 di Irsina, 3 di Nova Siri, 1 di Oliveto Lucano, 2 di Roccanova, 1 di Episcopia, 13 di Potenza, 2 di Accettura, 1 residente in Lombardia in isolamento a Muro Lucano, 1 di Anzi, 5 di Avigliano, 2 di Tito, 5 di Moliterno, 1 di Bernalda, 1 di Picerno, 1 di Vaglio, 1 di Castelmezzano, 5 di Genzano, 1 di Francavilla, 3 di Palazzo, 1 di Oppido, 1 di Melfi, 1 di Lavello, 1 di Cancellara, 5 di Lauria, 1 di San Chirico Nuovo domiciliato ad Irsina. Nella giornata di ieri sono guarite 10 persone: 4 di Sant’Arcangelo, 1 di Atella, 1 di Brienza, 1 di Tramutola, 1 di Marsicovetere, 1 di Sasso di Castalda, 1 di Marsiconuovo.
I lucani attualmente positivi sono 799 (721 all’ultimo aggiornamento, a cui si aggiungono 88 positività di residenti e si sottraggono 10 guarigioni di residenti) e di questi 741 si trovano in isolamento domiciliare.
Ai positivi vanno aggiunti nel complesso 42 persone decedute (2 di Spinoso, 9 di Potenza, 3 di Paterno, 3 di Moliterno, 3 di Villa D’Agri / Marsicovetere, 1 di Irsina, 2 di Rapolla; 2 di Montemurro, 2 di Pisticci; 2 di Matera; 1 di San Costantino Albanese, 2 di Avigliano, 1 di Tursi, 1 di Aliano; 1 di Bernalda; 2 di Grumento, 2 di Tramutola; 1 di Marsiconuovo; 1 di Viggiano; 1 di San Chirico Raparo), 542 guariti; 1 persona residente in Campania in isolamento a Lavello; 1 persona residente in Sardegna in isolamento a Rionero; 1 persona residente in Piemonte in isolamento a Marsicovetere; 1 persona residente in Piemonte in isolamento a Potenza; 1 persona residente in Campania attualmente ricoverata al San Carlo di Potenza; 1 persona residente in Calabria in isolamento a Lavello; 1 persona residente in Sardegna e in isolamento a Rionero in Vulture; 1 persona di nazionalità estera diagnostica in Puglia e in isolamento a Matera; 5 persone di nazionalità estera in isolamento 1 a Matera, 1 a Lavello, 1 a Scanzano, 1 a Barile, 1 a Potenza; 1 persona di nazionalità estera domiciliata a Venosa e ricoverata al San Carlo; 1 cittadino residente in Toscana e in isolamento in Basilicata; 4 cittadini residenti in Emila Romagna in isolamento in Basilicata; 18 cittadini stranieri in isolamento in struttura dedicata in Basilicata; 1 cittadino residente in Basilicata in isolamento nel Lazio; 1 cittadino residente e isolato in Basilicata ma diagnosticato in Puglia; 3 cittadini stranieri lavoratori stagionali a Palazzo San Gervasio; 1 cittadino svizzero in isolamento a Matera; 1 cittadino ucraino in isolamento a Policoro; 1 persona residente in Puglia e in isolamento a Montemilone;
1 cittadino argentino in isolamento a Moliterno; 1 persona residente nel Lazio e in isolamento a Noepoli; 1 persona residente in Calabria e in isolamento a Potenza; 1 persona residente in Puglia e in isolamento a Matera; 1 cittadino straniero in isolamento a Lavello; 1 persona residente in Toscana e in isolamento a Corleto Perticara; 1 persona residente in Calabria in isolamento a Potenza, 1 persona residente nel Lazio in isolamento a Brienza, 1 persona residente in Veneto in isolamento a Palazzo San Gervasio, 1 persona residente in Campania in isolamento a Brienza, 1 persona residente in Lombardia ed in isolamento a Muro Lucano.
Sono 58 i ricoverati nelle strutture ospedaliere lucane: all’ospedale San Carlo di Potenza 22 persone sono ricoverate nel reparto di Malattie infettive, 20 nel reparto di Pneumologia, 2 nel reparto di Medicina d’Urgenza, 1 nel reparto di Terapia Intensiva; all’ospedale ‘Madonna delle Grazie’ di Matera 10 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive e 3 in quello di Terapia intensiva. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 94027 tamponi, di cui 92301 sono risultati negativi.

Proseguono in Regione gli incontri di coordinamento tra i soggetti istituzionali coinvolti nella gestione dell’emergenza sanitaria. Questa mattina, affiancato dal direttore generale del dipartimento Politiche della persona, Ernesto Esposito, il presidente Vito Bardi ha ricevuto nuovamente, nel palazzo della giunta, i referenti delle aziende sanitarie per fare il punto sulle misure messe in campo per contrastare la pandemia.

Tra le novità emerse nel corso della riunione, quella di valutare l’individuazione di ulteriori strutture da destinare ai ricoveri dei pazienti positivi al covid-19 asintomatici o paucisintomatici. Questi posti letto si andrebbero ad aggiungere a quelli degli ospedali da campo donati dal Qatar e a quelli derivanti dall’ampliamento dei reparti Covid.

Covid-19, 95 nuovi positivi in Basilicata, 1201 i tamponi processati nelle ultime 24 ore in Basilicata

in Emergenza Covid-19

La task force regionale comunica che ieri, 20 ottobre, sono stati processati 1201 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 95 sono risultati positivi. Le positività riscontrate riguardano: 9 residenti in Puglia e lì in isolamento; 1 residente in Campania e lì in isolamento; 1 residente ad Abriola; 1 a Tolve; 2 a Sant’Arcangelo; 1 a Marsicovetere; 5 a Tramutola; 1 a Vaglio in isolamento a Potenza; 1 residente a Regione Calabria in isolamento a Potenza; 1 a Senise; 2 a Lauria; 3 a Montemilone; 5 a Melfi; 2 a Rionero; 3 a Venosa; 14 a Potenza; 3 a Oliveto Lucano; 1 a Oppido; 2 residenti a Pietrapertosa di cui 1 in isolamento a Matera; 1 a Roccanova; 1 a Barile; 1 a Lavello; 4 a Genzano; 9 ad Accettura; 1 a Grassano; 6 a San Mauro Forte; 1 a Montalbano Jonico; 4 a Stigliano; 1 a Scanzano Jonico; 1 a Calciano; 5 a Matera; 1 a Irsina; 1 a Montescaglioso.

 Nella giornata di ieri risultano guarite 23 persone: 2 a Sarconi; 8 a San Severino Lucano; 2 a Senise; 3 a Marsicovetere; 4 a Tramutola; 3 a Lauria; 1 a Viggiano. I lucani attualmente positivi sono 671 (610 all’ultimo aggiornamento, a cui si aggiungono 84 positività di residenti e si sottraggono 23 guarigioni) e di questi 619 si trovano in isolamento domiciliare. Sono 52 i ricoverati nelle strutture ospedaliere lucane: all’ospedale San Carlo di Potenza 17 persone sono ricoverate nel reparto di Malattie infettive, 18 nel reparto di Pneumologia, 3 nel reparto di Medicina d’Urgenza, 1 nel reparto di Terapia Intensiva; all’ospedale ‘Madonna delle Grazie’ di Matera 10 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive e 3 in quello di Terapia intensiva.

 Ai positivi vanno aggiunti nel complesso 39 persone decedute (9 di Potenza, 3 di Paterno, 2 di Spinoso, 3 di Moliterno, 3 di Villa d’Agri / Marsicovetere, 2 di Rapolla, 1 di Irsina, 2 di Montemurro, 2 di Pisticci, 2 di Matera, 1 di San Costantino Albanese, 2 di Avigliano, 1 di Tursi, 1 di Aliano, 1 di Bernalda, 1 di Grumento, 2 di Tramutola e 1 di Marsico Nuovo), 505 guariti; 1 persona residente in Campania in isolamento a Lavello; 1 persona residente in Sardegna in isolamento a Rionero; 1 persona residente in Piemonte in isolamento a Marsicovetere; 1 persona residente in Piemonte in isolamento a Potenza; 1 persona residente in Campania attualmente ricoverata al San Carlo di Potenza; 1 persona residente in Calabria in isolamento a Lavello; 1 persona residente in Sardegna e in isolamento a Rionero in Vulture; 1 persona di nazionalità estera diagnostica in Puglia e in isolamento a Matera; 5 persone di nazionalità estera in isolamento 1 a Matera, 1 a Lavello, 1 a Scanzano, 1 a Barile, 1 a Potenza; 1 persona di nazionalità estera domiciliata a Venosa e ricoverata al San Carlo; 1 cittadino residente in Toscana e in isolamento in Basilicata; 4 cittadini residenti in Emila Romagna in isolamento in Basilicata; 18 cittadini stranieri in isolamento in struttura dedicata in Basilicata; 1 cittadino residente in Basilicata in isolamento nel Lazio; 1 cittadino residente e isolato in Basilicata ma diagnosticato in Puglia; 3 cittadini stranieri lavoratori stagionali a Palazzo San Gervasio; 1 cittadino svizzero in isolamento a Matera; 1 cittadino ucraino in isolamento a Policoro; 1 persona residente in Puglia e in isolamento a Montemilone; 1 cittadino argentino in isolamento a Moliterno; 1 persona residente nel Lazio e in isolamento a Noepoli; 1 persona residente in Calabria e in isolamento a Potenza; 1 persona residente in Puglia e in isolamento a Matera; 1 cittadino straniero in isolamento a Lavello; 1 persona residente in Toscana e in isolamento a Corleto Perticara; 1 cittadino residente in Calabria in isolamento a Potenza. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 91.337 tamponi, di cui 89.822 sono risultati negativi.

Torna su