Archivio tag

bernalda - page 2

Metaponto di Bernalda: la Polizia di Stato arresta due uomini per droga

in Cronaca

Metaponto di Bernalda: la Polizia di Stato arresta due uomini per droga: l’ipotesi è detenzione di stupefacenti finalizzata all’uso non personale

La Polizia di Stato di Matera ha arrestato due persone, stranieri rispettivamente di 30 e 47 anni, residenti in Metaponto di Bernalda, “per il reato ipotizzato di detenzione di sostanze stupefacenti finalizzata all’uso non personale”, è riportato in un comunicato stampa del 14 luglio.

Gli operatori del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Pisticci hanno eseguito la perquisizione dell’abitazione in cui si trovavano, azione estesa alle relative pertinenze, come precisato nel comunicato stampa della Questura, “consentendo di rinvenire 220 gr. di sostanza stupefacente del tipo hashish, 86 gr. di eroina e 13 gr. di cocaina. L’hashish era contenuto all’interno di una busta in cellophane nascosta nel vano avvolgibile della camera da letto, mentre eroina e cocaina, custodite in altri involucri, erano state occultate in un anfratto del solaio, dietro a un termosifone, unitamente a bilancini di precisione e vario materiale per il confezionamento”.

“Quanto rinvenuto è stato posto sotto sequestro e i due uomini, atteso lo stato di flagranza, sono stati arrestati e condotti presso la casa circondariale di Matera. Successivamente, il Giudice per le Indagini Preliminari ha convalidato l’arresto in carcere. Gli accertamenti compiuti nei confronti dei soggetti sono nella fase delle indagini preliminari, che necessita della successiva verifica nel contraddittorio con la difesa”.

 

Al Pitagora di Bernalda educazione alla legalità

in Cronaca

Al Pitagora di Bernalda educazione alla legalità: i comportamenti corretti da tenere in strada

Si è da poco concluso presso l’I.C. Pitagora di Bernalda il progetto Piccoli cittadini in strada strutturato nei suoi obiettivi e contenuti dall’insegnante Angela Di Barbaro e realizzato nel plesso di Scuola dell’Infanzia Matine Angeliche con la finalità di educare i bambini alla legalità e alla convivenza e promuovere una nuova cultura dell’educazione stradale e civica.
Si è trattato di un progetto importante, per la sua grande valenza formativa e per la partecipazione delle istituzioni. E tale valenza è ancor più evidente se si considera che il progetto è stato rivolto ai più piccoli tra gli utenti dell’istituto affinché, attraverso l’esperienza sul campo e l’attività ludica, potessero imparare quali sono i comportamenti corretti da tenere in strada e interiorizzare regole che, sebbene afferenti a un determinato aspetto della vita sociale, assumono un significato fondamentale nel percorso di crescita del bambino in quanto futuro cittadino consapevole e responsabile.
Una didattica operativa assolutamente in linea con l’idea che per imparare occorre fare, è stata la chiave di volta del percorso di apprendimento che ha interessato i piccoli del plesso Matine Angeliche sin dal mese di gennaio e fino al mese di giugno 2023, periodo durante il quale, oltre alle molteplici attività in aula, sono state previste diverse uscite sul territorio al fine di poter mettere in pratica le regole della strada, individuare i maggiori pericoli connessi alla viabilità, comprendere come agire nelle più disparate situazioni e meritare, così, la patente del piccolo pedone.
Di grande interesse per i bambini si sono rivelate le esperienze svolte, grazie alle partnership instaurate con il Comune di Bernalda e la Polizia Locale, con i Carabinieri di Bernalda e la Polizia di Stato. Ciascuna delle istituzioni coinvolte ha rappresentato un tassello imprescindibile del percorso perché ha fornito chiavi di lettura diversi sul tema della sicurezza e della legalità.
Decisamente istruttiva si è rivelata la passeggiata per le vie di Bernalda guidata dagli agenti di Polizia municipale, che ha consentito ai piccoli di poter osservare i vigili all’opera, di riconoscere i segnali stradali, di scrutare i veicoli in movimento ed entrare in contatto con le varie strutture cittadine. Importantissima da questo punto di vista si è rivelata la collaborazione con l’ente comunale, grazie alla quale i bambini hanno fatto la conoscenza del primo cittadino, il Sindaco dott. Domenico Tataranno, e hanno avuto occasione di visitare la sede della casa comunale e gli uffici della Polizia Municipale.
Affascinante, ancora, è stata la visita al locale Comando Stazione Carabinieri, ove i piccoli sono stati calorosamente accolti dal luogotenente Salvatore Fanuzzi e hanno fatto la conoscenza del capitano Antonio Belardo. Presso la stazione i bambini hanno visionato un contenuto video sull’arma dei Carabinieri e hanno avuto la possibilità di visitare la caserma, di osservare un carabiniere in alta uniforme, di scoprire com’è fatta una macchina di servizio e, tra lo stupore generale, di azionare la sirena. Non sono mancati, naturalmente, i momenti conviviali. I bambini sono stati invitati a una ricca colazione e hanno ricevuto numerosi gadget a coronamento dell’esperienza.
Anche la Polizia di Stato ha avuto un ruolo determinante nel percorso formativo realizzato con il progetto. Nel plesso scolastico Matine Angeliche i bambini hanno ricevuto in visita due agenti della Polizia Stradale, Specialità della Polizia di Stato che si occupa in via principale del settore strategico del controllo e della regolazione della mobilità su strada. L’incontro è stato assai proficuo perché ha dato ai piccoli la possibilità di rivolgere agli agenti le molte curiosità sorte nel lungo percorso di apprendimento portato avanti nei mesi.
A conclusione del percorso si sono tenute due manifestazioni, con la presenza e la partecipazione del comandante della polizia locale Giuseppe Pizzolla e della D.S., la prof.ssa Grazia Maria Marciuliano, particolarmente attenta ai temi dell’educazione civica, al punto da farne priorità strategica dell’offerta formativa dell’istituto. L’auspicio è naturalmente quello che le attenzioni che l’I.C. Pitagora rivolge ai temi del civismo attivo si tramutino in atti di sensibilità e azioni a sostegno della legalità da parte di tutti i propri studenti, piccoli cittadini di oggi, adulti coscienziosi e responsabili domani.

Balneabilità media “Eccellente” nello Jonio metapontino

in Cronaca

Balneabilità media “Eccellente” nello Jonio metapontino. I dati del Ministero della Salute promuovono le acque dello Jonio

I primi bagni nelle acque dello Jonio nel Metapontino sono stati fatti: ma qual è lo stato di salute delle acque dal punto di vista della “balneabilità”? I dati diffusi dal Ministero della Salute sono incoraggianti, il giudizio è “Eccellente” nella maggior parte dei casi, in alcuni casi è “buono” e in altri ancora “sufficiente”. Sono stati svolti prelievi nelle settimane scorse per la ricerca di enterococchi e escherichia coli.

Segui ilMet su Instagram

Scanzano Jonico | Stagione balneare dal 25/05/2023 al 30/09/2023

CANALE BUFALORIA – 100 MT. MARGINE NORD Balneabile | Qualità delle acque giudicata “Buona”.

CANALE BUFALORIA – 100 MT. MARGINE SUD Balneabile | Qualità delle acque giudicata “Eccellente”

FOCE AGRI – 250 MT. MARGINE NORD Balneabile | Qualità delle acque “Eccellente”

FOCE CAVONE – 150 MT. MARGINE SUD Balneabile | Qualità delle acque “Eccellente”

FOCE CAVONE – 2000 MT. MARGINE SUD Balneabile | Qualità delle acque “Eccellente”

IDROVORA SCANZANO ION.-100 MT. MARG. SUD Balneabile | Qualità delle acque “Eccellente”

IDROVORA SCANZANO ION.-100 MT.MARG. NORD Balneabile | Qualità delle acque “Eccellente”

Date dei prelievi per la ricerca di enterococchi e escherichia coli: 18/04/2023 – 09/05/2023

Nova Siri | Stagione balneare dal 25/05/2023 al 30/09/2023

IDROVORA NOVA SIRI-150 MT. MARGINE NORD Balneabile | Qualità delle acque giudicata “Eccellente”

IDROVORA NOVA SIRI-150 MT. MARGINE SUD Balneabile | Qualità delle acque giudicata “Eccellente”

NOVA SIRI LIDO Balneabile |Qualità delle acque giudicata “Eccellente”

Date dei prelievi per la ricerca di enterococchi e escherichia coli: 17/04/2023 e 10/05/2023

Rotondella | Stagione balneare dal 25/05/2023 al 30/09/2023

FOCE SINNI – 250 MT. MARGINE SUD Balenabile | Qualità delle acque giudicata “Eccellente”

FOCE SINNI – 800 MT. MARGINE SUD Balneabile | Qualità delle acque giudicata “Eccellente”

FOSSO DELLA RIVOLTA-50 MT. MARGINE NORD Balenabile | Qualità delle acque “Eccellente”

FOSSO DELLA RIVOLTA-50 MT. MARGINE SUD Balneabile | Qualita dell’acqua giudicata “Buona”

ROTONDELLA LIDO Balneabile | Qualità dell’acqua giudicata “Eccellente”

Date dei prelievi per la ricerca di enterococchi e escherichia coli: 17/04/2023 e 08/05/2023

Pisticci | Stagione balneare dal 25/05/2023 al 30/09/2023

CASELLO 48 LIDO Balneabile | Qualità delle acque giudicata “Eccellente”

FOCE BASENTO – 450 MT. MARGINE SUD Balneabile | Qualità delle acque giudicata “Eccellente”

FOCE CAVONE – 150 MT. MARGINE NORD Balneabile | Qualità delle acque giudicata “Buona”

IDROVORA CASELLO 48-50 MT. MARGINE NORD Balneabile | Qualità delle acque giudicata “Eccellente”

IDROVORA CASELLO 48-50 MT. MARGINE SUD Balneabilità | Qualità delle acque giudicata “Eccellente”

SAN BASILIO LIDO Balneabile | Qualità delle acque giudicata “Eccellente”

Date dei prelievi per la ricerca di enterococchi e escherichia coli: 18/04/2023 e 09/05/2023

Bernalda | Stagione balneare dal 25/05/2023 al 30/09/2023

FOCE BASENTO – 2000 MT. – MARGINE NORD Balneabile | Qualità delle acque giudicata “Eccellente”

FOCE BASENTO – 300 MT. MARGINE NORD Balneabile | Qualità delle acque giudicata “Eccellente”

FOCE BRADANO – 1000 MT. MARGINE NORD Balneabile | Qualità delle acque giudicata “Sufficiente”

FOCE BRADANO – 150 MT. MARGINE SUD Balneabile | Qualità delle acque giudicata “Eccellente”

FOCE BRADANO – 15O MT. MARGINE NORD Balneabile | Qualità delle acque giudicata “Sufficiente”

FOCE BRADANO 1800 MT. – MARGINE SUD Balneabile | Qualità delle acque giudicata “Eccellente”

IDROVORA METAPONTO – 50 MT. MARGINE NORD Balneabile | Qualità delle acque giudicata “Eccellente”

IDROVORA METAPONTO – 50 MT. MARGINE SUD balneabile | Qualità delle acque giudicata “Eccellente”

METAPONTO LIDO Balneabile | Qualità delle acque giudicata “Eccellente”

Date dei prelievi per la ricerca di enterococchi e escherichia coli: 17/04/2023 e 08/05/2023

Policoro | Stagione balneare dal 25/05/2023 al 30/09/2023

CANALE SCOLMATORE – 50 MT. MARGINE NORD Balneabile | Qualità delle acque giudicata “Eccellente”

CANALE SCOLMATORE – 50 MT. MARGINE SUD Balneabile | Qualità delle acque giudicata “Eccellente”

FOCE AGRI – 1500 MT. MARGINE SUD Balneabile | Qualità delle acque giudicata “Eccellente”

FOCE AGRI – 250 MT. MARGINE SUD Balneabile | Qualità delle acque giudicata “Eccellente”

FOCE SINNI – 250 MT. MARGINE NORD Balneabile | Qualità delle acque giudicata “Eccellente”

IDROVORA DEL CONCIO-50 MT. MARGINE NORD Balneabile | Qualità delle acque giudicata “Eccellente”

IDROVORA DEL CONCIO-50 MT. MARGINE SUD Balneabile | Qualità delle acque giudicata “Eccellente”

IDROVORA TORRE MOZZA-150 MT. MARGINE SUD Balneabile | Qualità delle acque giudicata “Eccellente”

IDROVORA TORRE MOZZA-150 MT. MARGINE NORD balneabile | Qualità delle acque giudicata “Eccellente”

POLICORO LIDO – LATO NORD Balneabile | Qualità delle acque giudicata “Eccellente”

POLICORO LIDO – LATO SUD | Balneabile | Qualità delle acque giudicata “Eccellente”

Date dei prelievi per la ricerca di enterococchi e escherichia coli: 19/04/2023 e 10/05/2023

“Metaponto…Non solo mare”

in Cronaca

“Metaponto…Non solo mare”: percorso didattico-educativo messo in campo dall’I.C. Pitagora Bernalda

 

Un soleggiato pomeriggio e una location d’eccezione – l’anfiteatro del Village Mondial Camping di Metaponto – hanno fatto da scenario all’evento conclusivo del progetto Metaponto… Non solo mare. Un percorso didattico-educativo messo in campo dall’I.C. Pitagora Bernalda nell’ambito di un’offerta formativa di tipo laboratoriale, fortemente voluto dalla D.S. prof.ssa Grazia Maria Marciuliano e abilmente condotto per la parte artistica, nelle sue diverse fasi, dal prof. Giovanni Spinazzola, docente in servizio nel plesso scolastico di Metaponto e referente del progetto insieme all’insegnante Marilena Derario.
Con l’intento di focalizzare l’attenzione sull’importanza delle dinamiche relazionali e favorire il ben-essere in ambito scolastico, sono state messe in campo esperienze significative di apprendimento fuori dal contesto d’aula, che hanno consentito agli studenti di imparare facendo.
Si è posto l’accento sulla necessità per i più giovani di connettersi con il patrimonio naturalistico, storico e archeologico di Metaponto, ridente località del litorale jonico in Basilicata; un patrimonio di incommensurabile valore che spesso passa inosservato per l’erronea tendenza a ritenere la frazione bernaldese una mera località balneare.
Ed invero il mare a Metaponto è meraviglioso! Le acque limpide e le spiagge dorate rappresentano la cornice ideale per chi decida di far vacanza in un piccolo angolo di paradiso.
Ma Metaponto non è solo questo, è molto più che una semplice località di mare. Metaponto è un luogo denso di percorsi naturalistici, di zone di riserva, di aree archeologiche, necropoli e reperti di una Magna Grecia fiorente e ricca di storie da evocare.
Come quella di Pitagora, il grandioso matematico.
Grazie a un percorso fatto di racconti, leggende, interviste e attività di manipolazione, gli studenti della scuola dell’infanzia, della scuola primaria “Gianni Rodari” e della secondaria di primo grado del plesso di Metaponto, nonché della scuola dell’Infanzia di via Anacreonte di Bernalda, hanno imparato a conoscere, rispettare e proteggere l’ambiente marino, hanno scoperto le cause e le nefaste conseguenze dell’erosione delle coste, hanno conosciuto gli operatori turistici della loro terra, hanno approfondito la conoscenza dei siti di interesse archeologico, hanno partecipato a laboratori di lavorazione della ceramica e di fusione del bronzo.
Le diverse attività realizzate sono state tutte parte di un più ampio percorso di contrasto alla dispersione scolastica, ma altresì di contrasto alla fuga di persone da un borgo che vive il dramma dello spopolamento perché non riesce a sfruttare al meglio le proprie risorse.
È – quello della dispersione delle risorse umane dai nostri luoghi – un fenomeno da contrastare duramente e con le più sottili e tenaci strategie; su questo hanno convenuto gli illustri relatori della serata, la D.S. dell’I.C. Pitagora Bernalda, la prof.ssa Grazia Maria Marciuliano, la vicesindaca dott.ssa Francesca Matarazzo, la dott.ssa Anna Lanza intervenuta in rappresentanza dell’EGRIB, il referente FIPSAS Giancarlo Casamassima che ha realizzato un percorso di pesca sportiva con i ragazzi in orario extrascolastico, la referente dell’associazione RIMANI Lucia Durante, il dott. Giuseppe Barberino referente di OCSSE e Naiadi di Metapontion e non ultima la dott.ssa Chiara Avallone in rappresentanza dell’associazione Leucippo degli operatori turistici, nonché titolare della struttura ospitante.
Un’occasione di dialogo e confronto senz’altro proficua ha visto l’interfacciarsi di tutte le personalità del parterre in un confronto ricco di spunti di riflessione, azioni programmatiche e idee per il futuro, allietato da un vivace coro composto dai bambini e dagli studenti tutti del plesso scolastico di Metaponto, diretto dalla prof.ssa Silvia Russo, docente di musica dell’I.C. Pitagora.
Alessandra D’Angella

Autismo in età adulta: se n’è discusso a Bernalda

in Cronaca

Autismo in età adulta: se n’è discusso a Bernalda. L’appuntamento si è tenuto alla presenza di luminari del settore.

 

“Intervenire ed operare nell’ambito dell’autismo è molto difficile. Con l’iniziativa di Bernalda abbiamo voluto mettere in evidenza la delicatezza del lavoro svolto dagli operatori, l’importanza della formazione, la necessità di fare rete fra enti pubblici, centri accreditati, aziende sanitarie e famiglie”. Ad affermarlo, il rettore dei Centri di riabilitazione di Venosa e Bernalda dei Padri Trinitari, Vito Campanale, che ha introdotto i lavori del convegno Ecm di formazione e divulgazione dal tema “Disturbi dello spettro Autistico: diagnosi e strategie di intervento nell’adulto”, in programma oggi 3 giugno nella Domus di Bernalda.

Alla presenza di esponenti istituzionali e del sistema sanitario, di operatori del settore ed esperti di riferimento, al centro del dibattito coordinato dal giornalista Giovanni Rivelli, le tematiche che interessano i disturbi dello spettro autistico, con una particolare attenzione alla condizione degli adulti. “L’autismo – spiega Campanale – è caratterizzato da una sintomatologia eterogenea, che presenta comorbilità neurologiche, psichiatriche e mediche che necessitano di una programmazione negli interventi. Le difficoltà sono molteplici, anche perché le sintomatologie dell’autismo non terminano con l’infanzia, nonostante molti di noi tendano ad associarle alla giovane età. La realtà è molto più complessa, anche per questo sarebbe auspicabile un intervento a sostegno delle strutture che operano nel settore da parte delle istituzioni regionali”.

Nella prima parte del convegno sono intervenuti, tra gli altri, il sindaco di Bernalda, Domenico Tataranno, il presidente dell’Aris (Associazione Religiosa Istituti Socio-Sanitari), don Mimmo Laddaga, consiglieri regionali della Basilicata, Tommaso Coviello – promotore della legge n. 40 del 2021 “Norme in materia di tutela delle persone con disturbi dello spettro autistico” – e Roberto Cifarelli. In videoconferenza, invece, i contributi del Ministro per le Disabilità, Alessandra Locatelli, che ha sottolineato “l’importante operato dei Padri Trinitari, nel seguire da vicino il percorso di crescita della persona con autismo” e del direttore generale dell’Azienda sanitaria di il sindaco di Matera, Sabrina Pulvirenti.

Nel corso dell’evento, che ha consentito ai partecipanti di conseguire 6 crediti formativi Ecm per le professioni sanitarie (medici, infermieri, fisioterapisti, educatori, psicologi) è stato spiegato in dettaglio l’intero processo di presa in carico degli assistiti: dagli aspetti organizzativi e di formazione del personale alla gestione diretta degli interventi. Si è discusso inoltre di disturbi del comportamento, sessualità, affettività, epilessia, genetica. Per quanto riguarda l’autismo in età adulta è stato sottolineato che “non ne è facile l’individuazione, soprattutto per il fatto che spesso i sintomi sono diversi e meno evidenti, e non è raro che vengano confusi con diagnosi di altro tipo, come disturbi dell’attenzione, depressivi o di personalità. Cosa fondamentale del nostro impegno verso ogni persona autistica è certamente la necessità di garantirne la dignità individuale ed un progetto di vita”.

Ad aprire la sessione scientifica, il luminare Roberto Keller, direttore del Centro regionale Autismo Adulti Piemonte (e componente del gruppo di lavori dell’Istituto superiore di Sanità per la redazione delle linee guida per soggetti autistici in età adulta), con il suo intervento “Diagnosi e progetti di vita dall’adolescenza all’età avanzata”. A seguire, la relazione del responsabile dell’Uosd-Laboratorio Genetica Medica dell’Asm di Matera, Domenico Dell’Edera, che si è soffermato su “Genetica dell’autismo e neurosviluppo”, mentre il direttore dell’Uoc-Irccs “Ass. Oasi Maria SS” di Troina (Enna), Maurizio Elia, ha parlato di “Epilessia ed autismo nel corso della vita”. La psicologa Chiara Ferrari, dell’associazione Ideando di Modena, ha tenuto invece una lezione magistrale dal titolo “Intervenire sui problemi comportamentali dell’adulto”. I relatori del pomeriggio: la presidente del Centro Benedetta D’Intino di Milano, Aurelia Rivarola (“Utilizzo della Comunicazione aumentativa a nell’autismo”); il coordinatore sanitario del Centro di riabilitazione dei Padri Trinitari di Medea (Gorizia), Davide Carlino (“Autismo adulto e stress genitoriale”); lo psicologo dell’Istituto di riabilitazione Madre Divina Provvidenza di Arezzo, Fabrizio Giorgeschi (“Affettività e sessualità tra sfide e progetto vita”), in videoconferenza.

 

L’autismo in età adulta: convegno a Bernalda il 3 Giugno

in Appuntamenti

L’autismo in età adulta: se ne parlerà sabato 3 giugno a Bernalda in un convegno dei Padri Trinitari

Operatori, esperti del settore, docenti universitari e rappresentanti del mondo istituzionale ed ecclesiastico parteciperanno ad una giornata di formazione ed approfondimento sui disturbi dello spettro autistico

“L’eterogeneità della sintomatologia nell’autismo e la presenza, assai frequente, di comorbilità neurologiche, psichiatriche e mediche richiede grande attenzione nell’organizzazione dei servizi e degli interventi. La nostra iniziativa intende illustrare l’intero processo di presa in carico, con particolare attenzione alla sfera adulta dell’assistito”. Con queste parole, il rettore dei Centri di riabilitazione (Cdr) di Venosa e Bernalda, Vito Campanale, introduce il convegno di formazione e divulgazione dal tema “Disturbi dello spettro Autistico: diagnosi e strategie di intervento nell’adulto”. L’iniziativa, promossa dall’Istituto dei Padri Trinitari si svolgerà sabato 3 giugno, con inizio alle ore 9, nella Domus Padri Trinitari in contrada Scorzone a Bernalda, in provincia di Matera. Alla presenza di operatori del settore, di esponenti istituzionali, del mondo ecclesiastico e del sistema sanitario lucano interverranno luminari ed esperti di riferimento per affrontare tematiche che interessano i disturbi dello spettro autistico, con una particolare attenzione alla condizione degli adulti. Oltre ad offrire un significativo momento di approfondimento, il convegno consentirà ai partecipanti di conseguire 6 crediti formativi Ecm per le professioni sanitarie (medici, infermieri, fisioterapisti, educatori, psicologi)”.

Padri Trinitari: in campo per promuovere lo sport fra le persone con disabilità psichica

in Cronaca

Padri Trinitari, l’associazione “Nike” in campo per promuovere lo sport fra le persone con disabilità psichica

 

I ragazzi dei Centri di riabilitazione di Venosa e Bernalda sono stati protagonisti a maggio di manifestazioni a Potenza, Banzi e in Calabria. Per il rettore Campanale, però, c’è bisogno di “maggiore attenzione da parte delle istituzioni”

 

“La pratica sportiva è fondamentale per le persone con disabilità psichica, sia dal punto di vista riabilitativo che della qualità della vita. Ne siamo fermamente convinti, tanto da promuovere e sostenere la preparazione atletica dei nostri ragazzi in diverse discipline. Si tratta di un’attività complessa, che richiede l’impegno di educatori, operatori, esperti di medicina dello sport. Attività che svolgiamo con entusiasmo e serietà. Ma vorremmo un maggiore sostegno da parte delle istituzioni, che potrebbero individuare risorse ad hoc per progetti di sport-terapia, investire in strutture sportive, promuovere studi e ricerche sulla materia”. Lo sostiene Vito Campanale, rettore dei Centri di riabilitazione dei Padri Trinitari di Venosa e Bernalda, ma anche presidente della Nike, l’associazione sportiva dilettantistica che prende il nome dalla mitologica dea alata della vittoria e che permette agli ospiti delle strutture dei Trinitari di partecipare agli eventi sportivi. L’ultimo, in ordine di tempo, è il Play The Game: la tre giorni di gare interregionali di atletica, bocce ed ippica organizzata dalla federazione Special Olympics della Basilicata nello scorso fine settimana a Potenza. “La nostra squadra – prosegue Campanale – ha fatto parte con orgoglio del team Basilicata, confrontandosi con partecipanti provenienti da altre regioni del Centro Sud. A Potenza erano in 23, accompagnati dai nostri educatori e operatori, per partecipare alle gare di atletica, bocce ed ippica. Ogni mattina, quando salivano sull’autobus per Potenza dove si svolgevano le gare, i ragazzi erano felici, emozionati, pronti alle sfide che avrebbero affrontato. La pratica sportiva è molto importante. I ragazzi vengono da noi preparati per tutto l’anno, in modo da arrivare pronti agli appuntamenti di natura agonistica che vengono promossi dalle organizzazioni sportive. L’attività riabilitativa nell’ambito della sport-terapia aiuta sia dal punto di vista fisico che della socializzazione e della integrazione. Consente ai ragazzi di aumentare la propria autostima, le proprie capacità e la coscienza di loro stessi, così da superare i propri limiti”. Il mese di maggio è stato particolarmente intenso per i campioni dell’associazione Nike dei Padri Trinitari. Non solo il Play The Game a Potenza. Il 13 maggio in 19 hanno erano alla Sei Ore dei Templari che si è svolta a Banzi. Il 6 maggio, invece, il gruppo dei Padri Trinitari di Venosa e Bernalda ha partecipato, vincendo, un torneo interregionale di Calcio a 5 organizzato dalla federazione Special Olympics a Siderno, in Calabria. “I nostri ragazzi – sottolinea il vicepresidente dell’associazione Nike, Gennaro Ungolo – sono molto motivati. Fare sport per loro è anche una valvola di sfogo, soprattutto dopo l’inattività forzata dovuta alla pandemia. Prima di partecipare alle manifestazioni sportive, però, i nostri campioni sono sottoposti a visite accurate da parte di un medico dello sport. Il lavoro di preparazione è lungo e accurato. Prima scegliamo le discipline in base alle attitudini dei ragazzi e alle loro abilità, per dare maggiore validità al progetto riabilitativo. Poi passiamo alla fesa della preparazione, che dà ai nostri ospiti una valida alternativa per trascorrere le giornate”.

“Solo stanotte” atteso il primo singolo di Controsenso

in Cultura

“Solo stanotte” atteso il primo singolo di Controsenso in collaborazione con Rsø che nel 2015 ha iniziato a produrre a Bernalda

Esce martedì 23 maggio in tutti gli store digitali “Solo stanotte”, il primo singolo di Controsenso, giovane artista lucano (classe 2004). Prodotto da Lukania Sound Digital, il brano è stato scritto per una ragazza e per infondere tanta forza in lei e in chi lo ascolta. Gabriele Grippa, in arte Controsenso, si affaccia così – con una preziosa collaborazione col producer Rsø – sulla scena cantautorale dalle vibe un po’ urban un po’ hip hop.

Controsenso bio

Gabriele Grippa, in arte Controsenso, lucano, classe 2004.

Si è avvicinato alla musica da poco più di un anno per il bisogno di un dialogo più intimo esprimendo emozioni secondo concetti astratti. La sua metrica, lineare, ti trasporta in una condizione di riflessione personale, verso un’analisi profonda dell’inconscio.

SOLO STANOTTE, in uscita il 23 maggio 2023, sarà il suo primo brano edito.

Rsø bio

Loris Santorsola, in arte Rsø, classe 2000.

Fra le sue influenze musicali c’è tutta la scena hip hop italiana e non solo. Nasce come tecnico del suono e immediatamente si appassiona alla produzione musicale. Nel 2015 inizia a produrre a Bernalda (MT), poi arriva a Milano dove il confronto con gli altri produttori della scena milanese gli porta nuovi stimoli. Nei suoi beat costante è la ricerca di dar forma a emozioni nuove e attenta è la cura dei dettagli.

 

 

Credits brano – Solo stanotte

Testo – Gabriele Grippa

Musica – Rsø Loris Santorsola

Voce – Gabriele Grippa

Arrangiamenti e preproduzione – Loris Santorsola

Post produzione, mix e master – Loris Santorsola, Dino Di Biase e Manuel Brando

Autismo nell’età adulta: convegno a Bernalda

in Appuntamenti

Autismo nell’età adulta: convegno a Bernalda dei Padri Trinitari. Diagnosi e strategie di intervento nell’adulto

Luminari, esperti, operatori del settore, ma anche esponenti delle istituzioni e del sistema sanitario, si daranno appuntamento alla Domus di Bernalda, per una giornata di formazione ed approfondimento sui disturbi dello spettro autistico

 

“Disturbi dello spettro Autistico: diagnosi e strategie di intervento nell’adulto”: è il titolo di un convegno di formazione e divulgazione in programma il 3 giugno in Basilicata, su iniziativa dell’Istituto dei Padri Trinitari di Venosa e Bernalda. L’iniziativa si terrà nella Domus Padri Trinitari in contrada Scorzone a Bernalda, in provincia di Matera, con inizio alle ore 9. Alla presenza di esponenti istituzionali e del sistema sanitario lucano e di operatori del settore, interverranno luminari ed esperti di riferimento per affrontare tematiche che interessano i disturbi dello spettro autistico, con una particolare attenzione alla condizione degli adulti. Oltre ad offrire un significativo momento di approfondimento, il convegno consentirà ai partecipanti di conseguire 6 crediti formativi Ecm per le professioni sanitarie (medici, infermieri, fisioterapisti, educatori, psicologi). “Il nostro obiettivo – spiega il rettore dei Centri di riabilitazione (Cdr) di Venosa e Bernalda, Vito Campanale – è quello di illustrare l’intero processo di presa in carico: dagli aspetti organizzativi che qualificano i servizi, declinati sia a livello nazionale che regionale, alla gestione degli interventi, con tutte le implicazioni di complessità in termini di strategie di intervento. Abbiamo voluto affrontare temi importanti, concentrando però l’attenzione sull’autismo in età adulta, di cui oggi si parla ancora poco”. Il convegno inizierà con i saluti del rettore dei Cdr di Venosa e Bernalda, Vito Campanale, del sindaco di Bernalda, Domenico Tataranno, del direttore generale dell’Azienda sanitaria di Matera, Sabrina Pulvirenti e dell’assessore regionale alla Sanità, Francesco Fanelli. Dopo un’introduzione ai lavori del direttore generale dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas), Domenico Mantoan inizieranno le lezioni magistrali di luminari ed esperti del settore. Di “Diagnosi e progetti di vita dall’adolescenza all’età avanzata” parlerà Roberto Keller, direttore del Centro regionale Autismo Adulti Piemonte, mentre il responsabile dell’Uosd-Laboratorio Genetica Medica dell’Asm di Matera, Domenico Dell’Edera, si soffermerà su “Genetica dell’autismo e neurosviluppo” ed il direttore dell’Uoc-Irccs “Ass. Oasi Maria SS” di Troina (Enna), Maurizio Elia, illustrerà invece l’argomento “Epilessia ed autismo nel corso della vita”. Gli interventi riprenderanno nel pomeriggio con la psicologa Chiara Ferrari, dell’associazione Ideando di Modena, con la sua lezione magistrale dal titolo “Intervenire sui problemi comportamentali dell’adulto”. Toccherà poi al terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva del Centro Benedetta D’Intimo di Milano, Alessandro Chiari (“L’utilizzo della Comunicazione aumentativa alternativa nell’autismo”); allo psicologo dell’Istituto di riabilitazione Madre Divina Provvidenza di Arezzo, Fabrizio Giorgeschi (“Affettività e sessualità tra sfide e progetto vita”); e alla responsabile dell’Uosd-Psichiatria di Chiaromonte (Asp di Potenza), Laura Isgrò (“Intervento ambulatoriale-territoriale in Basilicata”). Le conclusioni dell’evento, moderato dal giornalista Giovanni Rivelli, saranno affidate al presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi.

A Bernalda il Trofeo San Bernardino per giovanissimi under 13

in Appuntamenti

FCI Basilicata: ecco di nuovo a Bernalda il Trofeo San Bernardino per giovanissimi under 13

Può considerarsi a buon punto la messa in cantiere del Trofeo San Bernardino, la manifestazione ciclistica baby di età compresa tra i 7 e i 12 anni che avrà luogo domenica 14 maggio a Bernalda. Speciale cura è stata posta quest’anno dagli organizzatori di Re-Cycling Bernalda per accogliere la prima prova del campionato regionale giovanissimi per società gimkana-sprint e anche la seconda fase regionale di BicImparo Joy of Moving per celebrare al meglio l’abbinamento con i festeggiamenti del santo patrono di Bernalda (San Bernardino). Appuntamento a partire dalle 15:00 in Largo San Donato antistante il parcheggio Palacampagna.

Torna su