Archivio tag

basilicata - page 5

Covid-19, sono 212 i nuovi positivi in Basilicata. 4 casi a Scanzano Jonico e Rotondella, 7 a Policoro

in Emergenza Covid-19

Nel Metapontino 24: altri 4 casi a Scanzano Jonico, altrettanti a Rotondella, 7 a Policoro, 5 a Pisticci, 2 a Montalbano Jonico. Un  nuovo positivo a Bernalda, un altro a  Nova Siri. Sono 212 i nuovi positivi in regione, 10 i ricoverati nelle terapie intensive fra Matera e Potenza.

La task force regionale comunica che ieri, 8 aprile, sono stati processati 1.773 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui212 (e fra questi 201 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi.

Le positività riguardano: 1 persona residente in Lombardia e in isolamento a Francavilla in Sinni, 2 persone residenti in Toscana e in isolamento a Montalbano Jonico, 6 persone residenti e in isolamento in Puglia, 1 persona residente e in isolamento in Piemonte, 1 persona residente e in isolamento in Calabria, 1 persona residente ad Abriola, 1 ad Accettura, 1 ad Atella, 3 ad Avigliano (di cui 1 in isolamento a Filiano), 1 a Balvano, 2 a Bella, 1 a Bernalda, 4 a Cancellara, 5 a Castelmezzano, 1 a Episcopia, 1 a Ferrandina, 5 a Filiano, 4 a Francavilla in Sinni, 4 a Grassano, 4 a Laurenzana, 1 a Lavello, 1 a Marsicovetere, 47  Matera, 10 a Melfi, 2 a Montalbano Jonico, 1 a Montemurro (in isolamento a Potenza), 2 a Montescaglioso, 2 a Muro Lucano, 1 a Nemoli, 1 a Nova Siri, 1 a Oppido Lucano, 2 a Palazzo San Gervasio, 3 a Picerno, 5 a Pietragalla, 5 a Pisticci, 7 a Policoro, 13 a Pomarico, 19 a Potenza, 1 a Rapolla, 3 a Rionero in Vulture, 1 a Ripacandida, 6 a Rotonda, 4 a Rotondella, 1 a San Costantino Albanese, 3 a San Fele, 1 a Savoia di Lucania, 4 a Scanzano Jonico, 1 a Stigliano, 4 a Tolve e 11 a Venosa.

Nella stessa giornata risultano decedute 4 persone residenti a Matera e sono state registrate 158 guarigioni di residenti in Basilicata

– a cui si aggiungono le guarigioni di 1 persona residente in Calabria e in isolamento a Policoro, 1 persona residente in Veneto e in isolamento a Potenza, 2 persone residenti nel Lazio e in isolamento a Matera, 1 persona residente e in isolamento in Puglia –, così distribuite sul territorio lucano: 1 a Bernalda (in isolamento a Potenza), 2 a Brienza, 2 a Cancellara, 1 a Cersosimo (in isolamento a Nova Siri), 4 a Ferrandina, 8 a Forenza      (di cui una guarigione relativa a persona in isolamento a Venosa), 1 a Lagonegro, 1 a Laurenzana, 8 a Lauria, 14 a Matera, 11 a Melfi, 1 a Montescaglioso, 1 a Nova Siri, 4 a Pescopagano, 1 a Pisticci, 2 a Policoro, 1 a Pomarico, 56 a Potenza, 2 a Rapolla, 1 a San Fele, 11 a Sant’Angelo le Fratte (di cui una relativa a persona in isolamento a Brienza), 1 a Sant’Arcangelo, 3 a Scanzano Jonico (di cui una  relativa a persona in isolamento a Policoro e un’altra a persona in isolamento a Tursi), 18 a Tursi (di cui una relativa a persona in isolamento a Policoro), 1 a Valsinni      (in isolamento a Potenza) e 2 a Venosa.

 Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 4.781, di cui 4.602 in isolamento domiciliare. Sono 14.802 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 462 quelle decedute. Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 179: a Potenza 34 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 33 in Pneumologia, 14 in Medicina d’urgenza, 18 nel reparto di Medicina interna Covid e 3 in Terapia intensiva dell’ospedale San Carlo; a Matera 30 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 18 in Pneumologia, 22 nel reparto di Medicina interna Covid e 7 in Terapia intensiva dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 292.205 tamponi molecolari, di cui 269.101 sono risultati negativi, e sono state testate172.967 persone.

Prenotazione vaccini in Basilicata, Bardi: “comunicare codice fiscale e tessera sanitaria al numero verde: 800 00 99 66”

in Emergenza Covid-19

“Sono stati comunicati i dati di 1610 persone che ieri non sono riuscite a prenotare i vaccini ma, a quanto sembra, nel frattempo in tanti hanno già provveduto. Coloro che non riescono ancora ad accedere alla piattaforma di Poste Italiane devono comunicare il proprio Codice fiscale e numero di tessera sanitaria al numero verde 800 00 99 66.
Il vaccino Astrazeneca è stato consigliato dal ministero della salute per gli over 60 ed è sicuro. In Basilicata non è stata registrata alcuna criticità.

Confermo che per i cittadini “fragili” e per quelli che presentano patologie sono stati e saranno somministrati i vaccini Pfizer e Moderna.

La bontà del nostro lavoro è stata riconosciuta anche da youtrend ma tanto c’è ancora da fare”.
Lo dichiara, in una nota, il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi

Pisticci, quelle sul viso della statua della Madonna non sono lacrime: Non ci sono cellule e nemmeno materiale organico”

in Cronaca

L’Arcidiocesi di Matera–Irsina ha seguito con attenzione, scrupolosità e prudenza la vicenda della presunta lacrimazione della Statua dell’Addolorata di Pisticci Scalo.
Pur avendo elementi sufficienti, dopo le osservazioni del Vicario Episcopale, Mons. Filippo Lombardi, di Padre Pietro Anastasi e del Dott. Erasmo Bitetti, per
concludere che non si trattasse di lacrimazione ma di un fenomeno di rifrazione della luce sulla superfice del volto della Madonna, ricoperto da materiali traslucidi intesi a
generare tale suggestione, si è ritenuto di affidare un’ulteriore indagine al Dott. Salvatore Mastrogiulio, medico patologo Dirigente medico dell’U.O. di Patologia
Clinica dell’Ospedale di Tinchi-Pisticci. Dopo il sopralluogo effettuato il 6 aprile 2021 a partire dalle ore 17:00, iniziato con l’osservazione attenta dei particolari dell’effige e proseguito con il prelievo di campioni multipli dal volto della statua, il Dott. Mastrogiulio ha sottoposto gli stessi ad indagine con microscopia ottica pervenendo a queste conclusioni:

Non si evidenzia materiale organico né presenza di cellule

L’Arcidiocesi, alla luce di quest’ulteriore indagine, ritiene definitivamente conclusa la vicenda. Pur comprendendo lo stato d’animo di quanti affermano di aver assistito ad una lacrimazione, si ribadisce che questa Curia da subito si è attivata, con senso di responsabilità, raccogliendo, scrupolosamente e scientificamente, elementi tali da escludere che tale fenomeno sia mai avvenuto. L’evidenza dei fatti ci è di aiuto ad uscire dall’errore.La Risurrezione di nostro Signore Gesù Cristo, che la Chiesa in questi giorni celebra e che da sempre annuncia come unica speranza di salvezza per tutta l’umanità, fondamento essenziale della nostra fede, ci è di aiuto a guardare fiduciosi e con speranza sotto lo sguardo materno della Vergine Madre, Maria.

LA LETTERA. Studenti: “rientro a scuola ma in sicurezza”

in Emergenza Covid-19
Per tali ragioni richiediamo uno screening per il rientro, come hanno fatto in alcuni paesi della provincia, trovando, tra l’altro positivi, e uno screening periodico e adeguato per tutti gli studenti, finché non potremo essere anche noi vaccinati.
Siamo un nutrito gruppo di studenti degli istituti superiori di secondo grado di Potenza.
Una parte delle classi, il cui rientro era previsto in presenza, nella giornata odierna non si sono presentate in classe
e hanno comunicato ai docenti di essere tutti pronti per seguire le lezioni in DAD.
Seppur nella consapevolezza che il rientro a scuola è dettato da un nuovo Dpcm, riteniamo che il rientro in presenza nell’attuale contingenza, con le varianti più contagiose e aggressive, anche nei confronti dei bambini e ragazzi, rappresenti un grande rischio per tutti gli studenti, per gli stessi docenti, vaccinati con la sola prima dose, e di conseguenza per tutte le famiglie coinvolte, quando ormai si è vicini a immunizzare almeno i soggetti più fragili, che da un anno stiamo provando a tutelare, rinunciando, non senza sacrifici, alla nostra vita di adolescenti.
Visti anche i risultati fallimentari degli scorsi tentativi di ritorno alla didattica in presenza, seguiti da subitanee nuove chiusure, e i mezzi di trasporto per i pendolari insufficienti e sovraffollati,
quest’oggi abbiamo deciso di non presentarci in presenza, ma di collegarci sulla piattaforma teams, avvisando ovviamente i professori della nostra disponibilità a fare lezione da remoto. I docenti, tuttavia, non hanno potuto autonomamente decidere di farci fare lezione in questa modalità senza autorizzazioni e siamo risultati assenti.
La nostra intenzione, però, non è mai stata quella di indire uno sciopero o di fare un’assenza, tuttavia quella di continuare a fare scuola, ma in sicurezza.  Per tali ragioni richiediamo uno screening per il rientro, come hanno fatto in alcuni paesi della provincia, trovando, tra l’altro positivi, e uno screening periodico e adeguato per tutti gli studenti, finché non potremo essere anche noi vaccinati. Auspichiamo che vengano colte le nostre ragioni e preoccupazioni e che la nostra richiesta venga ascoltata, compresa e accolta, permettendoci, finalmente, di fare lezione regolarmente.
Cogliamo l’occasione per porgere cordiali saluti e augurare buon lavoro e buona giornata.
Un gruppo di studenti degli Istituti Superiori di secondo grado di Potenza

145 i nuovi positivi al Covid-19 in Basilicata. Nel Metapontino 1 caso. 8 decessi, 130 guariti

in Emergenza Covid-19

La task force regionale comunica che ieri, 6 aprile, sono stati processati 1.596 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 145 (e fra questi 141) relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi.  Le positività riguardano: 1 persona residente ad Atella, 2 ad Avigliano (di cui 1 in isolamento a Melfi), 3 a Banzi, 2 a barile, 2 a Bella, 2 a Castelluccio Inferiore,  2 a Castelluccio Superiore, 11 a Castelmezzano, 1 a Grassano, 1 a Irsina, 1 a Lauria, 13 a Lavello, 2 a Marsicovetere, 2 a Maschito, 19 a Matera, 8 a Melfi (di cui 1 in isolamento in Toscana), 1 a Montalbano Jonico, 1 a Montemilone, 8 a Montescaglioso,  2 a Nemoli, 4 a Palazzo San Gervasio, 1 a Pescopagano, 3 a Picerno, 4 a Pietragalla, 1 a Pignola, 10 a Pomarico, 11 a Potenza, 1 a Rapolla, 9 a Rionero in Vulture, 1 a Rotonda, 1 a Ruoti, 3 a Ruvo del Monte (di cui 1 in isolamento a Rapone), 1 a Tito, 2 a Tolve, 5 a Venosa, 1 persona residente in Umbria (in isolamento ad Atella), 3 persone residenti in Puglia e lì in isolamento.

 Nelle stesse giornate risultano decedute 8 persone, di cui 7 residenti in Basilicata: 1 ad Accettura, 1 ad Avigliano, 1 a Baragiano, 1 a Francavilla in Sinni, 1 a Lauria, 1 a Tolve, 1 a Tursi, 1 residente in Calabria. Due decessi del bollettino odierno (1 Tursi e 1 Accettura), si sono verificati, rispettivamente, nelle giornate del 30 marzo e del 1° aprile.

Sono invece 130 le persone guarite, di cui 129 residenti in Basilicata:

1 residente a Balvano, 1 a Barile, 2 a Bella, 2 a Bernalda, 1 a Cancellara (in isolamento a Potenza), 3 a Ferrandina, 3 a Francavilla in Sinni, 1 a Grassano, 9 a Lauria, 1 a Montescaglioso, 1 a Nova Siri, 2 a Oppido Lucano, 2 a Pescopagano, 15 a Picerno, 4 a Pietragalla, 1 a Pietrapertosa, 3 a Pignola, 19 a Policoro, 39 a Potenza, 1 a ruoti, 1 a San Giorgio Lucano, 1 a San Martino d’Agri (in isolamento a Potenza), 8 a Tito, 3 a Tolve, 5 a Tursi (di cui 1 in isolamento a Policoro), 1 persona residente in Campania in isolamento a Potenza. Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 4.671, di cui 4.483 in isolamento domiciliare. Sono 14.556 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 454 quelle decedute. Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 188: a Potenza 36 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 35 in Pneumologia, 15 in Medicina d’urgenza, 17 nel reparto di Medicina interna Covid e 4 in Terapia intensiva dell’ospedale San Carlo; a Matera 30 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 18 in Pneumologia, 25 nel reparto di Medicina interna Covid e 8 in Terapia intensiva dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 288.992 tamponi molecolari, di cui 266.269 sono risultati negativi, e sono state testate 171.649 persone.

In Basilicata 160 nuovi casi di Covid-19 su 1972 tamponi processati. 19 nel Metapontino. 12 i decessi totali

in Emergenza Covid-19

Emergenza Covid-19, aggiornamento del 6 aprile (dati 3-4-5 aprile): 12 i decessi totali, 19 nuovi casi nel Metapontino. Sono invece 215   le persone guarite

Nel Metapontino: 2 a Montalbano, 3 a Pisticci, 9 a Policoro, 2 a Rotondella, 2 a Scanzano Jonico, 1 a Tursi.

La task force regionale comunica che nei giorni 3-4-5 aprile sono stati processati 1.972 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 160  (e fra questi 155)  relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi.
Le positività riguardano: 1 persona residente ad Avigliano, 4 a Barile (di cui 3 in isolamento a Rionero in Vulture), 3 a Bella, 1 a Brienza, 1 a Carbone, 2 a Episcopia, 2 a Fardella (di cui 1 in isolamento a Policoro), 1 a Ferrandina, 7 a Filiano, 2 a Forenza, 7 a Grassano, 1 a Irsina, 1 a Lauria, 3 a Lavello, 20 a Matera, 1 a Maratea (in isolamento a Potenza), 1 a Marsico Nuovo, 3 a Melfi, 2 a Montalbano Jonico, 2 a Montescaglioso, 1 a Muro Lucano, 3 a Palazzo San Gervasio, 1 a Paterno, 3 a Pescopagano, 1 a Picerno, 3 a Pisticci, 9 a Policoro, 9 a Pomarico, 18 a Potenza, 1 a Rapolla, 1 a Rapone, 6 a Rionero in Vulture, 2 a Ripacandida, 2 a Rotondella, 1 a San Fele,  6 a Sant’Arcangelo (di cui 1 in isolamento a Chiaromonte), 1 a Sasso di Castalda, 4 a Satriano di Lucania, 2 a Scanzano Jonico (di cui 1 in isolamento a Tursi), 1 a Stigliano, 1 a Tolve, 2 a Tramutola, 1 a Tursi, 10 a Venosa, 1 a Vietri di Potenza, 4 persone residenti in Puglia e lì in isolamento, 1 persona residente in Umbria e in isolamento ad Atella.

Nelle stesse giornate risultano decedute 12 persone,

di cui 11 residenti in Basilicata: 1 residente a Lauria, 1 a Vietri di Potenza, 1 ad Anzi, 1 a Genzano di Lucania, 1 a Bernalda, 1 a Grottole, 4 a Matera, 1 a Ruoti.

Sono invece 215   le persone guarite

(di cui 213 residenti in Basilicata): 2 residenti ad Atella (di cui 1 in isolamento a Rionero in Vulture), 15 ad Avigliano, 2 a Banzi, 1 a Brienza, 2 a Ferrandina, 4 a Filiano (di cui 1 in isolamento a Venosa), 1 a Francavilla in Sinni (in isolamento a Policoro), 8 a Genzano di Lucania, 2 a Lagonegro, 3 a Lauria, 27 a Lavello (di cui 1 in isolamento a Filiano), 13 a Melfi, 1 a Miglionico,  6 a Montalbano Jonico, 1 a Montemilone, 1 a Muro Lucano,1 a Nova Siri, 17 a Palazzo San Gervasio, 1 a Paterno, 2 a Pescopagano, 1 a Pietragalla, 1 a Pisticci, 3 a Policoro, 1 a Potenza, 1 a Rapolla, 4 a Rapone (di cui 1 in isolamento a Rionero in Vulture), 6 a Rionero in Vulture, 1 a Rivello, 1 a Rotondella, 1 a Salandra, 1 a San Chirico Nuovo, 1 a San Giorgio Lucano, 3 a Sant’Angelo Le Fratte, 1 a Scanzano Jonico, 1 a Senise, 5 a Stigliano, 2 a Tolve, 1 a Valsinni, 45 a Venosa, 1 persona residente in Puglia (in isolamento a Matera), 1 persona di nazionalità straniera (in isolamento a Rionero in Vulture).

Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 4.666, di cui 4.479 in isolamento domiciliare. Sono 14.427 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 447 quelle decedute.
Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 187: a Potenza 36 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 34 in Pneumologia, 12 in Medicina d’urgenza, 16 nel reparto di Medicina interna Covid e 5 in Terapia intensiva dell’ospedale San Carlo; a Matera 31 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 19 in Pneumologia, 26 nel reparto di Medicina interna Covid e 8 in Terapia intensiva dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.
Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 287.396 tamponi molecolari, di cui 264.818 sono risultati negativi, e sono state testate 170.974 persone.

Vaccini anti-Covid, in Basilicata prenotazione su piattaforma Poste Italiane dal 6 Aprile

in Emergenza Covid-19

i cittadini lucani appartenenti alle categorie più fragili potranno prenotarsi inserendo esclusivamente codice fiscale e numero di tessera sanitaria al seguente link https://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it/ e al numero verde 800.00.99.66

Anche in Basilicata sarà operativo il sistema di prenotazione online del vaccino anti Covid, predisposto dalla Struttura commissariale nazionale per l’emergenza pandemica e realizzato da Poste Italiane. A partire dalle ore 14.00 di martedì 6 aprile, infatti, i cittadini lucani appartenenti alle categorie più fragili potranno prenotarsi inserendo esclusivamente codice fiscale e numero di tessera sanitaria al seguente link https://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it/ e al numero verde 800.00.99.66, attivo dal lunedì alla domenica dalle ore 8 alle ore 20. Sono oltre 50.000 i cittadini lucani che hanno diritto a questa priorità. Successivamente sarà il turno degli over 70.

“Con Poste c’è stata una lunga collaborazione per poter finalmente partire con un sistema moderno ed efficiente che mette il cittadino al centro, il quale potrà scegliere automaticamente giorno e orario per fare il vaccino, senza dover chiedere informazioni o dettagli all’amministrazione di turno. Si tratta di un concetto innovativo per la burocrazia lucana, che mette al centro il servizio al cittadino e che mi auguro possa essere esportata anche negli altri settori. In Basilicata abbiamo già vaccinato l’80% degli Over80 e adesso abbiamo dato priorità ai più fragili. Una scelta doverosa e che funziona, dato che proprio oggi l’ISS afferma che la Basilicata ha una classificazione a rischio basso”, afferma il Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi.

La piattaforma, oltre a essere un servizio per i cittadini, è uno strumento in grado di supportare l’attività dei Centri vaccinali attraverso una ‘dashboard’, ovvero un sistema di visualizzazione e di monitoraggio dei dati, e un help desk dedicato agli operatori dei Centri, offrendo assistenza anche nelle attività di stoccaggio e distribuzione di questi farmaci.

Oltre che dalla piattaforma online, messa a disposizione da Poste Italiane, sarà possibile prenotarsi attraverso i 134 Atm Postamat e i 290 portalettere presenti sul territorio lucano.

L’Azienda guidata dall’Amministratore Delegato Matteo Del Fante, infatti, ha messo a disposizione le proprie competenze, le strutture logistiche e informatiche per contribuire alla realizzazione di una campagna vaccinale senza precedenti. La vaccinazione, quando sarà aperta a tutti coloro che ne faranno richiesta dopo la prima fase dedicata alle categorie protette, potrà essere prenotata oltre che online e tramite call center, direttamente all’Atm Postamat inserendo la propria tessera sanitaria (selezione tasto 6), o attraverso i palmari in dotazione ai portalettere.

Sviluppo rurale, ok a 5 nuovi avvisi. Attivo nuovo bando anche per il biologico

in Economia

Psr, la Giunta regionale approva 5 avvisi pubblici

 

Sono stati approvati dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore alle Politiche agricole e forestali Francesco Fanelli, cinque schemi di avvisi pubblici relativi alle Misure 10, 11, 12 e 13 del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) 2014-2020 della Regione Basilicata. A tal fine va sottolineato che si tratta della prima delle due annualità di transizione che condurranno all’avvio della nuova programmazione a partire dal 2023, per le quali si prevede la disponibilità di nuove risorse rivenienti dal Feasr e, in modo straordinario, dal Next Generation EU.

Confermando la particolare attenzione all’agricoltura biologica è stato attivato un nuovo bando per l’introduzione al bio e il mantenimento di tale pratica per le numerose aziende che già operano in tale logica, fra cui le circa 2.300 che, nel quinquennio appena trascorso, hanno avuto accesso al premio previsto dal PSR Basilicata. Le risorse finanziarie programmate con tale avviso ammontano a 60 milioni di euro di spesa pubblica, per il triennio riferito agli anni 2021-2023; la durata del periodo di impegno per entrambe le Sottomisure 11.1 e 11.2, nel rispetto di quanto previsto dal Regolamento comunitario per il periodo di transizione 2021-2022, è fissato in 3 anni, a decorrere dalla data del 15 maggio 2021. “È opportuno e strategico garantire la continuità del sostegno pubblico a favore delle aziende biologiche – ha spiegato Fanelli – per perseguire gli obiettivi di natura ambientale definiti dalla strategia regionale e per assicurare il mantenimento di un’adeguata base produttiva del comparto delle produzioni biologiche regionali”. Approvato lo schema di avviso pubblico di proroga degli impegni della Misura 10 – Pagamenti agro-climatico-ambientali – Sottomisura 10.1.3 “Biodiversità – Allevatori custodi”, estendendo da 5 a 7 anni il periodo d’impegno. “L’adesione al biennio 2021/2022 è su base volontaria, poiché il periodo quinquennale obbligatorio si è chiuso con le domande presentate nell’annualità 2020; dunque, i beneficiari che non intendano aderire alla suddetta estensione – ha precisato l’assessore Fanelli – non incorreranno in sanzioni”.

È stato approvato, per l’annualità 2021 lo schema di avviso pubblico per la presentazione delle domande di sostegno relative alla Misura 13 “Indennità a favore delle zone soggette a vincoli naturali o ad altri vincoli specifici”, Sottomisura 13.1 “Indennità compensativa per gli agricoltori delle aree svantaggiate di montagna”, con una dotazione complessiva di 5.600.000 euro. “L’esigenza di tutelare e sostenere la permanenza dei presidi territoriali richiede interventi di contrasto alle dinamiche dell’abbandono delle superfici agricole e forestali. L’indennità erogata a favore delle aree montane – ha aggiunto Fanelli – punta a compensare i costi aggiuntivi ed i mancati redditi generati dalle difficoltà presenti in loco e gravanti sulle aziende agricole, attraverso un premio annuale per ettaro di superficie agricola”.

La Giunta regionale, infine, ha approvato, per l’annualità 2021 gli schemi di avviso pubblico per la presentazione delle domande di sostegno relative alla Misura 12 – “Indennità Natura 2000 e Indennità connesse alla Direttiva acque”, Sottomisura 12.1 – “Salvaguardia prati da sfalcio e turnazione e riduzione del carico di bestiame” e Sottomisura 12.2 – “Indennità evoluzione naturale cedui/avviamento alto fusto”, per un importo complessivo di due milioni di euro (un milione di euro per ciascuna sottomisura). In particolare, la Sottomisura 12.1 è stata programmata per compensare i mancati ricavi e i costi aggiuntivi sostenuti dagli agricoltori per gli obblighi connessi alla conservazione degli habitat prativi localizzati nei siti Natura 2000 della Regione Basilicata. La Sottomisura 12.2 prevede, invece, la concessione di un sostegno annuale per ettaro di superficie per la perdita di reddito causata dall’impossibilità di effettuare il taglio a fine turno del bosco governato a ceduo per obblighi collegati alla regolamentazione forestale delle aree Rete Natura 2000 e delle aree naturali protette in Basilicata, che contribuiscono all’attuazione dell’art. 10 della Direttiva 92/43/CEE. Gli interessati ai suddetti avvisi pubblici potranno presentare domanda esclusivamente in forma telematica, utilizzando le funzionalità on-line messe a disposizione dall’Organismo pagatore Agea sul portale Sian, per il tramite di un Centro di Assistenza Agricola mandatario, entro il 17 maggio 2021. “È opportuno precisare che l’erogazione degli aiuti spettanti di cui ai suddetti avvisi pubblici – ha concluso l’assessore – resta subordinata all’approvazione, da parte della Commissione Europea, del Piano finanziario del P.S.R. 2014/2020 relativo al periodo di estensione 2021/2022”.

Tutti i bandi sono pubblicati sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata e sui siti http://europa.basilicata.it/feasr e www.basilicatanet.it.

Covid-19, in Basilicata altri 190 positivi. Nel Metapontino 18 nuovi casi, 8 a Tursi

in Emergenza Covid-19

Emergenza Covid-19, aggiornamento del 1° aprile (dati 31 marzo). Tredici i pazienti in terapia intensiva, due i decessi e 91 le persone guarite

 La task force regionale comunica che ieri, 31 marzo, sono stati processati 1.388 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 190 (e fra questi 178 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Le positività riguardano: 1 persona residente ad Accettura, 1 ad Avigliano, 2 a Barile, 1 a Bernalda, 1 a Brienza, 2 a Calciano, 2 a Episcopia, 3 a Ferrandina, 1 a Genzano di Lucania, 11 a Grassano, 2 a Lauria, 8 a Lavello, 2  a Maratea, 1 a Maschito, 33 a Matera, 13 a Melfi, 1 a Miglionico, 1 a Montalbano Jonico, 3 a Montemilone, 1 a Nova Siri, 2 a Paterno, 2 a Pietragalla, 2 a Pisticci, 3 a Policoro, 4 a Pomarico (di cui 1 in isolamento a Matera), 25 a Potenza, 3 a Rionero in Vulture, 1 a San Costantino Albanese, 1 a Sant’Angelo Le Fratte, 2 a Sant’Arcangelo, 10 a Satriano di Lucania, 1 a Savoia di Lucania (in isolamento a Satriano di Lucania), 2 a Scanzano Jonico (di cui 1 in isolamento a Tursi), 2 a Terranova di Pollino, 8 a Tito (di cui 2 in isolamento a Potenza), 1 a Tramutola, 8 a Tursi (di cui 4 in isolamento a Policoro), 9 a Venosa, 1 a Vietri di Potenza, 1 a Viggianello (in isolamento a Policoro), 2 persone residenti in Liguria (in isolamento a Satriano di Lucania), 1 persona residente in Sicilia (in isolamento a Melfi), 1 persona residente in Calabria e lì in isolamento, 1 persona residente in Campania e lì in isolamento, 6 persone residenti in Puglia e lì in isolamento.

 

Nella stessa giornata risultano decedute 2 persone, residenti una ad Abriola e l’altra a Potenza.

Sono invece 91 le persone guarite (di cui 90 residenti in Basilicata):

2 residenti ad Avigliano (di cui 1 in isolamento a Potenza), 3 a Castelluccio Inferiore, 2 a Grottole, 1 a Irsina, 10 a Matera, 3 a Melfi, 2 a Montescaglioso, 1 a Nova Siri (in isolamento a Policoro), 3 a Pisticci, 4 a Policoro, 50 a Potenza, 1 a Rapone, 3 a Rionero in Vulture, 2 a ruoti, 1 a Sant’Angelo Le Fratte (in isolamento a Brienza), 1 a Stigliano, 1 a Viggianello, 1 persona residente nel Lazio e in isolamento a Potenza.

 

Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 4.609, di cui 4.416 in isolamento domiciliare. Sono 14.087 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 431 quelle decedute. Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 193: a Potenza 35 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 31 in Pneumologia, 11 in Medicina d’urgenza, 19 nel reparto di Medicina interna Covid e 4 in Terapia intensiva dell’ospedale San Carlo; a Matera 34 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 20 in Pneumologia, 30 nel reparto di Medicina interna Covid e 9 in Terapia intensiva dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 282.117 tamponi molecolari, di cui 259.968 sono risultati negativi, e sono state testate 168.803 persone.

In Basilicata 158 nuovi contagi da Covid-19, Ventitré in più del giorno precedente.

in Emergenza Covid-19

Sono stati processati 28 tamponi in più rispetto al rilevamento precedente di ieri 30 Marzo 2021, i contagi da Covid-19 in Basilicata crescono. Nel Metapontino 12 nuovi casi, di cui 4 a Pisticci. Due i decessi totali e 89 le guarigioni nel bollettino regionale odierno

La task force regionale comunica che ieri, 30 marzo, sono stati processati 1.324 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui158 (e fra questi 145 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Le positività riguardano: 1 persona residente nel Lazio e in isolamento a Francavilla in Sinni, 1 persona di nazionalità estera in isolamento a Matera, 1 residente in Puglia e in isolamento a Palazzo San Gervasio, 1 residente in Sicilia e in isolamento a Venosa, 1 persona residente e in isolamento in Lombardia, 8 persone residenti e in isolamento in Puglia, 1 residente a Banzi (in isolamento a Lavello), 2 a Baragiano, 4 a Barile, 1  Bernalda (in isolamento a Potenza), 3 a Ferrandina, 2 a Filiano, 2 a Forenza, 2 a Francavilla in Sinni, 1 a Garaguso, 1 a Genzano di Lucania, 2 a Grassano, 2 a Grottole, 2 a Irsina, 6 a Lavello, 28 a Matera, 11 a Melfi, 1 a Montalbano Jonico, 1 a Montemilone, 3 a Montescaglioso, 2 a Muro Lucano       (di cui 1 in isolamento a Baragiano), 1 a Nova Siri, 1 a Pescopagano, 10  Picerno, 2 a Pietragalla, 6 a Pignola, 4 a Pisticci, 2 a Policoro, 5 a Pomarico, 14 a Potenza (di cui 1 in isolamento a Grassano), 1 a Rapolla, 2 a Rionero in Vulture, 1 a San Chirico, Nuovo (in isolamento a Potenza), 7 a San Fele, 1 a Scanzano Jonico, 3 a Terranova di Pollino, 2 a Tito, 2 a Tursi, 4 a Venosa (di cui 1 in isolamento in Lazio).

Nella stessa giornata risultano decedute 2 persone (residenti una a Francavilla in Sinni e l’altra a Satriano di Lucania) e sono state registrate 89 guarigioni di residenti in Basilicata

– a cui si aggiungono le guarigioni di 1 persona di nazionalità estera in isolamento a San Chirico Nuovo e di 1 persona residente in Campania e in isolamento a Teana –, così distribuite sul territorio lucano: 1 ad Atella, 5 ad Avigliano, 1 a Banzi, 1 a Bella, 1 a Calvello, 1 a Cancellara, 1 a Fardella (relativa a persona in isolamento in Campania), 4 a Forenza, 3 a Francavilla in Sinni, 2 a Grumento Nova (di cui 1 riguardante persona in isolamento a Potenza), 1 a Maratea, 15 a Matera, 1 a Melfi (relativa a persona in isolamento a Potenza), 2 a Montalbano Jonico, 1 a Montescaglioso, 1 a Noepoli (relativa a persona in isolamento a Potenza), 7 a Nova Siri, 2 a Pescopagano, 1 a Policoro, 21 a Potenza (di 1 relativa a persona in isolamento a Rionero in Vulture e 4 a persone in isolamento a San Chirico Nuovo), 4 a Rapolla, 1 a Rionero in Vulture, 1 a San Chirico Nuovo, 1 a San Severino Lucano, 2 a Senise, 3 a Teana, 1 a Tolve e 4 a Viggiano.

 Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 4.523, di cui 4.339 in isolamento domiciliare. Sono 13.997 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 429 quelle decedute. 

 

Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 184: a Potenza 36 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 34 in Pneumologia, 11 in Medicina d’urgenza, 19 nel reparto di Medicina interna Covid e 5 in Terapia intensiva dell’ospedale San Carlo; a Matera 36 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 20 in Pneumologia, 14 nel reparto di Medicina interna Covid e 9 in Terapia intensiva dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.


Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 280.729 tamponi molecolari, di cui 258.770 sono risultati negativi, e sono state testate168.149 persone. 

Torna su