Archivio tag

arance

In Basilicata l’appuntamento nazionale biennale sulla difesa fitosanitaria degli agrumi

in Appuntamenti

Si terrà giovedì 19 dicembre a Metaponto, nella sala convegni dell’Azienda “Pantanello” dell’ALSIA (Agenzia lucana di sviluppo e innovazione in agricoltura), il “Bilancio fitosanitario 2018 e 2019 degli agrumi”, importante appuntamento biennale organizzato dall’AIPP (Associazione italiana per la protezione delle piante) e “Giornate fitopatologiche”, in collaborazione con l’ALSIA e l’ARPTRA (Associazione regionale pugliese tecnici e ricercatori in agricoltura).

La giornata di studio sugli agrumi rientra in un ciclo di “bilanci fitosanitari” nazionali che stanno interessando le principali colture italiane (vite, olivo, drupacee, agrumi, pomacee e pomodoro).

Gli incontri hanno l’obiettivo di condividere e divulgare le conoscenze sull’andamento fitosanitario dell’ultimo biennio per le avversità della singola coltura nonché di promuovere e armonizzare i metodi di monitoraggio territoriale e di diffusione dell’informazione, con particolare riferimento all’applicazione dei metodi di difesa integrata e biologica per l’uso sostenibile degli agrofarmaci.

Per ciascuna coltura, su scala regionale, esperti del settore discutono:

l’andamento epidemiologico delle principali avversità;
le strategie di difesa adottate;
le criticità riscontrate;
i casi di resistenza, sospetta e accertata;
eventuali criticità o temi emergenti.
Le sintesi dei singoli “consuntivi” saranno presentati in occasione delle “Giornate fitopatologiche”, importante appuntamento biennale del mondo della fitoiatria italiana, che si terranno a Bologna a marzo 2020.

Per questa edizione del “Bilancio agrumi”, l’AIPP ha individuato Metaponto per la sua posizione baricentrica nell’Arco Jonico, dove si concentra la produzione agrumicola dell’Italia peninsulare (Calabria, Basilicata e Puglia). E la scelta dell’Azienda sperimentale “Pantanello” dell’ALSIA non è casuale ma deriva sia dalla disponibilità dell’Agenzia lucana a collaborare per iniziative tecnico-divulgative importanti come questa, sia per il suo l’impegno nell’innovazione nel settore agrumicolo. Difatti, in contemporanea si terrà la “XXIII Giornata di Agrumicoltura” e l’annessa mostra pomologica delle innovazioni varietali, appuntamento annuale di confronto tra gli esperti e gli operatori del settore.

Asia Fruit Logistica 2019, positiva l’esperienza di Asso Fruit Italia

in Economia

Necessario un forte impegno politico per la commercializzazione verso la Cina

Hong Kong – “Positiva l’esperienza fatta a Hong Kong, numerosi gli incontri con delegazioni di buyer provenienti dalla Cina e da Hong Kong”, ha spiegato Andrea Badursi, direttore generale di Asso Fruit Italia.

Che ha aggiunto: “L’interesse degli operatori economici italiani verso il mercato cinese è molto alto e lo testimonia la folta presenza di rappresentanze italiane, tuttavia resta il nodo da sciogliere che riguarda i protocolli e i dossier che diano il via libera alla commercializzazione in Cina di arance bionde e uva da tavola. Dunque, un’azione politica incisiva in questa direzione, diversamente gli effetti di tale inibizione saranno negativi per l’export delle nostre aziende. Ovviamente,  tutto ciò più in generale va a  discapito del Made in Italy e della tenuta commerciale di molte aziende italiane”, ha aggiunto Badursi.

Federico Nicodemo, presente a Hong Kong in rappresentanza della Frutthera Growers  in qualità di responsabile export, ha aggiunto: “I mercati che si potrebbero aprire in Cina consentirebbero un netto miglioramento dei volumi di export realizzabili, in parte lo abbiamo constatato con i kiwi per esempio che hanno avuto il via libera, infatti per il capodanno cinese abbiamo già spedito importanti quantitativi. Ora però è necessario spingere affinché abbiano il benestare anche le arance bionde come già accaduto per le rosse. L’auspicio poi è che qualcosa cominci a muoversi anche per l’uva da tavola, su questo fronte purtroppo nulla è stato ancora fatto. Attendiamo che dossier e protocolli siano approntati dalle competenti autorità. A tal proposito è opportuno ricordare che la Spagna ha ottenuto il disco verde per commercializzare l’uva da tavola in Cina. E’ una situazione che vista dall’Italia – dove la produzione di uva da tavola è molto forte e di ottima qualità – presenta forti tratti di incongruenza. Arrivare tardi sui mercati significa pregiudicare le aziende italiane a tutto vantaggio dei competitor che in questo caso sono proprio gli spagnoli”, ha concluso Nicodemo.

Infine, Badursi ha aggiunto: “La partecipazione a questo importantissimo evento è stata possibile grazie a Italia Ortofrutta con la quale abbiamo condiviso l’esperienza. Il valore dell’aggregazione si esprime anche in queste circostanze, se non ci fossero realtà come quella rappresentata da Italia Ortofrutta sarebbe impensabile per i singoli produttori trovare forme di visibilità in contesti così prestigiosi”.

Torna su