Perché gli estrattori di succo piacciono a tutti?

in Storie di Frutta

Gli estrattori di succo appassionano sempre più persone. Chi lo acquista, infatti, non riesce a non passare parola ad amici e persone care e la moda si diffonde a macchia d’olio. Perché gli estrattori di succo piacciono a tutti? Lo vediamo in questo articolo.

I migliori estrattori di succo tra cui scegliere

Gli estrattori, come immagini, non sono tutti uguali. Ce ne sono alcuni misti, che fungono più da elettrodomestico per la cucina. Essi frullano, estraggono, centrifugano e riescono addirittura a preparare gelati e sorbetti. I modelli così versatili fanno un po’ di tutto ma non sono “eccellenti” in nessuna specifica funzione. Per scegliere un buon estrattore dovrai escludere dalla scelta tutti i modelli che fingono di esserlo. Te ne accordi analizzando il pezzo che distingue un estrattore da una comune centrifuga: la coclea. Si tratta di una spirale molto robusta che ruotando è in grado di estrarre il succo separandolo dalla polpa del frutto. Se non c’è coclea quello che hai davanti è una centrifuga o un frullatore. Il discorso si complica per i modelli a freddo, ovvero gli estrattori di succo a freddo 40 giri. Essi lavorano con un motore costruito per girare con decisione ma a basso numero di giri. In questo modo non si surriscalda e non altera le vitamine e le proteine vegetali sensibili al calore.

A cosa serve la coclea e perché è così importante per gli estrattori di succo?

Essa estrae il succo dal frutto senza frullare la polpa. In questo modo preserva tutti i nutrienti vegetali senza alterarne la qualità ed il sapore. Il vantaggio del succo estratto risiede quindi nel suo eccezionale valore nutrizionale e nel sapore che, a differenza di un succo di frutta commerciale è qualitativamente migliore. Un estrattore di succo è utile per realizzare spuntini e colazioni salutari senza rinunciare al gusto e ai pasti sfiziosi. In un estratto potrai inserire la tua frutta o verdura preferita e berla all’istante, fresca di spremitura. Se scegli un modello a freddo otterrai una bevanda sana e ricca di vitamine e proteine che sono la base fondamentale per la costruzione di una sana alimentazione. Quanto alla coclea essa deve sempre essere di buona qualità ed essere in grado di estrarre succhi senza intoppi e complicazioni. È risaputo, infatti, che un buon estrattore è in grado di lavorare inserendo frutta e verdura in pezzi interi, senza togliere semi o buccia. Se si intoppa di continuo l’estrattore non lo si può considerare di qualità.

Prezzi e opinioni: quali scegliere?

Il prezzo degli estrattori non è impegnativo, anche di quelli a freddo. Un buon modello parte da venticinque euro a salire. I marchi sul mercato sono tanti e per sceglierli ti consigliamo prima di capire quanto vuoi spendere. Difatti esistono aziende specializzate nella produzione di estrattori i cui modelli arrivano a costare diverse centinaia di euro e offrono solo le migliori performance. I modelli medi sono generalmente prodotti dalle maggiori aziende di elettronica di consumo e non superano gli ottanta euro. Al di sotto dei trenta euro, infime, trovi un po’ di tutto e, soprattutto, sarà complicato trovare veri estrattori che lavorano a meno di quaranta giri. Ecco perché troverai tantissime recensioni online ma dovrai sempre fare affidamento a quelle dettagliate e specifiche, meglio se corredate di foto dimostrative.