Cariello: Saremo un punto di riferimento per cittadini e imprese

in Politica

Cariello: Saremo un punto di riferimento per cittadini e imprese. L’aspirante sindaco per Scanzano Rinasce replica ai suoi avversari. “Noi portiamo il programma nelle case. Non gettiamo fango”

“Manca una settimana per poter decidere a chi affidare l’Amministrazione, a persone che siano punto di riferimento per la città di Scanzano. In questa campagna elettorale ogni cittadino ci apre le porte di casa. Nelle vostre case portiamo il programma elettorale, non veniamo a buttare fango sugli altri candidati”, così Pasquale Cariello, il consigliere regionale (Lega) e aspirante sindaco di Scanzano Rinasce nel suo comizio di sabato sera “in risposta” ai precedenti delle liste avversarie: SìAmo Scanzano  e Patto Civico per Scanzano .

Cariello ha poi detto: “Per questa squadra ogni imprenditore, ogni giovane, ogni cittadino è onesto. Saremo l’amministrazione di ogni singolo cittadino e lo dimostreremo dal 16”.

“Vengono su questo palco a parlare di zona artigianale dopo 22 anni quando ancora mancano l’acqua e la fogna, motivi per cui alcuni imprenditori scelgono di non investire a Scanzano. E voglio ricordare che nessuno di noi è stato al governo in questi ultimi anni”.

Sulla gestione commissariale: “C’è stato chi li ha ringraziati ma io non ringrazio chi ha trattato noi come inutili cittadini”

Nel parlare dell’ampliamento del cimitero: “Finalmente una commissione si è resa conto dell’esigenza di ampliare ma non ci hanno detto ancora come avverrà. Siamo stati amministrati da chi non vive a Scanzano. E chi ha amministrato prima non è stato un punto di riferimento importante per la comunità. Noi candideremo il progetto di ampliamento sulla base dei fondi FSC. Poi stralceremo quella delibera fatta da un’amministrazione politica, a cui mi sono opposto, della divisione in termini economici dei nostri defunti. Prezzo unitario e loculo come capita”

“C’è chi parla dei referenti di quartiere. A cosa servono i referenti di quartieri? Servono a chi non conosce gli angoli di questa città, a chi non conosce il cuore di questa città. Questa squadra conosce ogni singolo cittadino e non ha bisogno dei referenti di quartiere”.

Su scuola e istruzione: “Solo con noi al governo regionale, la Provincia ha mandato la richiesta di Istituto Superiore Liceo Sportivo per Scanzano Jonico. La città ha bisogno di un asilo nido per non costringere le mamme lavoratrici a portare i loro bambini in costose strutture private. Noi destineremo il palazzo del vecchio comune di Santa Sofia per farci l’asilo nido comunale”.

E, ancora: “Realizzare una cucina comunale e far mangiare ai bambini dell’asilo i prodotti del nostro territorio. Candideremo il progetto scuolabus per Scanzano con gli accompagnatori negli autobus.

Sulle concessioni per costruire, Cariello: “Chiameremo nella prima settimana gli imprenditori e rinnoveremo le concessioni. A Scanzano non ci sono più case e i cittadini vanno a comprare fuori”.

“Sulla base di un finanziamento regionale, ripartiranno i lavori per la chiesa. Per quanto riguarda il campo sportivo e il palazzetto utilizzeremo i finanziamenti ‘Sport e periferie’ per rifare il campo sportivo e riaprire il Palazzetto dello Sport”. Occorre ridare dignità ai cittadini che vivono a Santa Sofia”.

Sul piano d’ambito: “Siamo a favore dell’approvazione ma vogliamo rivisitarlo. Apriremo un tavolo a cui partecipino imprenditori e Regione. Destagionalizzeremo il turismo. Vogliamo anche un lido destinato ai disabili, la Regione voleva già cederci lo scorso anno una fetta di suolo demaniale”. Gli altri spunti programmatici: “Un canile comunale per la sicurezza dei cittadini. Affrontare l’emergenza cinghiali anche con l’aiuto dei cacciatori. Per il parco giochi ci sono già pronti 47mila euro”.

Ultimi articoli in Politica

Torna su