Utic e cardiologia a rischio chiusura? A Policoro è scontro Marrese – Mascia

in Politica

Utic e cardiologia a rischio chiusura? A Policoro è scontro Marrese – Mascia. A far da sfondo al botta e risposta la campagna elettorale cittadina di primavera

“Rischio chiusura Utic e Cardiologia a Policoro” è quanto dichiarato da Gianluca Marrese in queste ore. A replicare al suo ex vice sindaco è proprio il primo cittadino di Policoro, Enrico Mascia che taccia di allarmismo l’uscita di Marrese, il quale attraverso un nuovo post su facebook torna sulla questione: “Uscita infelice smentirmi”. E’ il botta e risposta rimbalzato sulla stampa locale, sui social e su WhatsApp in queste ore. A far da sfondo alla disputa la “campagna elettorale” che al momento vede due candidati di estrazione del centro destra, Enrico Bianco e Nicola Lopatriello e a sinistra proprio Gianluca Marrese. Centrosinistra che potrebbe esprimere anch’esso un’altra opzione.

 

Si seguito le posizioni espresse da Marrese e Mascia sulla presunta chiusura dei reparti ospedalieri

 

 

MARRESE: RISCHIO CHIUSURA UTIC E CARDIOLOGIA DI POLICORO
Sento di intervenire pubblicamente su una questione che se fosse vera, preoccupa e richiede una necessaria e pronta soluzione.
Sembrerebbe che dal 16 del mese di maggio i reparti di UTIC e CARDIOLOGIA del P.O. di Policoro sono a rischio chiusura, in quanto due dei 5 cardiologi ad oggi in servizio presso il nosocomio andranno via , uno a Bari ed un altro a Matera.
Spero per davvero che questa notizia non sia vera in quanto con 3 cardiologi sarà impossibile garantire tutte le attività ed i servizi minimi essenziali.
Questa cosa va assolutamente evitata.
Bisogna intervenire sulla dirigenza dell’ASM affinché si verifichi l’esistenza di una graduatoria unica regionale di cardiologi dalla quale attingere per assumere nuove figure e solo successivamente consentire le legittime aspettative di trasferimento dei vari professionisti.
L’ospedale di Policoro continua ad essere maltrattato e mortificato da una politica regionale assente ed impegnata in altre deplorevoli situazioni.
Mi incuriosisce sapere cosa ne pensano a riguardo gli altri due candidati sindaco Nicolino Lopatriello e Enrico Bianco.
Chiedo altresì ai consiglieri Regionali Roberto Cifarelli, Pasquale Cariello, Rocco Leone, Luca Braia e tutti gli altri di interessarsi prontamente alla vicenda e scongiurare questa situazione.
L’estate è alle porte ed una tale notizia arrecherebbe seri danni ai nostri operatori turistici ed all’intera economia di un vasto territorio a forte vocazione turistica.
Chiedo a tutti loro di unirci e lottare per la difesa del nostro presidio nell’interesse di un vasto territorio a forte vocazione turistica e dei suoi cittadini.

 

Mascia su rischio chiusura UTIC e Cardiologia Ospedale di Policoro: “Accertarsi alla fonte, per evitare inutili allarmismi”

“Un po’ per deformazione professionale, un po’ per il profondo rispetto che ho verso il ruolo che ricopro, sono abituato ad andare alla fonte delle informazioni, per comprendere da vicino le reali situazioni, per conoscere attraverso la voce dei diretti interessati,ciò che accade, soprattutto nel territorio che amministro”. A dichiararlo, il Sindaco, Enrico Mascia, che interviene sulle notizie diffuse circa l’ipotetica “chiusura” di due reparti strategici dell’Ospedale di Policoro, UTIC e Cardiologia. “Nel corso della giornata odierna – prosegue il primo cittadino – ho ricevuto rassicurazioni direttamente dal Direttore Sanitario, dott. Giuseppe Magno, e dal Direttore Generale, d.ssa Sabrina Pulvirenti, circa il riassetto generale del personale di tutta l’Azienda Sanitaria di Matera previsto con l’approvazione del Piano triennale 2022-2024 dei fabbisogni di Personale ASM, che prevede l’assunzione, per il 2022, di circa 250 unità, di cui oltre 200 a tempo indeterminato; Piano, come sostiene la stessa Pulvirenti in un comunicato stampa, che rappresenta <<la migliore risposta a quanti alludono a un presunto smantellamento della sanità materana>>”. “Nel caso specifico di Policoro – prosegue Mascia – si tratta della richiesta di un medico-cardiologo di trasferirsi presso l’ospedale di Matera, richiesta subordinata alla disponibilità di idonea sostituzione di altra professionalità di pari livello; e di richiesta di aspettativa, ancora non ufficializzata, di altro medico in quanto risultato vincitore di un avviso pubblico di 1 anno a Bari; in entrambi i casi, i trasferimenti saranno possibili, come hanno rassicurato i vertici ASM, se e solo se vi sarà adeguata sostituzione”. “Lanciare ipotetici allarmismi senza la verifica dei fatti direttamente dalle fonti – conclude il sindaco Enrico Mascia – a volte può essere controproducente, può essere dannoso, può diventare fonte di cattiva informazione”.

MARRESE: MASCIA QUESTA INFELICE USCITA PER SMENTIRE ME SE LA POTEVA EVITARE
Ho letto sulla pagina Facebook del sindaco Mascia che, un po’ per deformazione professionale, un po’ per rispetto al ruolo che ricopre, ha voluto accertare alla fonte quello che lui ha definito un inutile allarmismo, riferendosi al mio post di ieri sulla chiusura di UTIC e RIANIMAZIONE dell’ospedale di Policoro, dandomi quasi del visionario o dell’ irresponsabile come se mi fossi svegliato ed inventato di punto in bianco quanto contenuto nel post.
Invece dico che posso ritenermi soddisfatto perché mi par di capire che il post ha sortito l’effetto desiderato, cioè quello di scongiurare la chiusura dei reparti in questione, sensibilizzando la direzione strategica dell’ASM, che ringrazio, ad utilizzare l’unica graduatoria disponibile, altro che inutili allarmismi.
Speriamo che il sindaco si sia voluto contestualmente informare anche delle altre situazioni critiche interne al nosocomio, come la radiologia con un solo radiologo, l’ortopedia con tre soli ortopedici, il punto nascita con due soli professionisti, il pronto soccorso sotto organico con l’estate ormai prossima, la risonanza magnetica ormai inutilizzata e tante altre situazioni …, così ci aiuterà a capire se si tratta anche per queste questioni di inutili allarmismi. Si informi il sindaco alla fonte, lo faccio per il suo ruolo, lo faccia per i cittadini.
Mi verrebbe da chiedere altresì a Mascia se per lui non é una curiosa coincidenza che solo nella giornata di ieri, in concomitanza con il mio post, sia stata interpellata la prima cardiologa nella graduatoria che aveva espresso come preferenza l’ASM?
Questo è facilmente verificabile e sarebbe opportuno che verificasse, essendo la stessa professionista anche di Policoro.
Dico solo dopo questa strana, inspiegabile e rancorosa uscita del sindaco, che quando si ricoprono cariche importanti non credo serva screditare i comportamenti altrui per giustificare le proprie assenze.