Autonomia differenziata: “potrebbe minare l’unità d’Italia”

in Politica

Nei giorni scorsi si è riunito il Comitato per la difesa della costituzione, dell’ambiente e del territorio, per una prima valutazione in merito alla spinosa e gravosa questione dell’autonomia differenziata richiesta dalle Regioni Emilia Romagna , Veneto e Lombardia.

Il medesimo comitato, già impegnato nelle lotte contro la indiscriminata trivellazione del territorio Lucano per le ricerche ed estrazioni petrolifere e la difesa della costituzione della Repubblica Italiana, sottolinea la necessità di impegnarsi per contribuire allo sviluppo di un vasto movimento al fine di impedire che venga attuato il disegno antinazionale delle autonomie differenziate delle regioni sopra citate.

Se tale disegno non sarà impedito, si metterà in moto un percorso che potrebbe minare l’unità d’Italia, con conseguenze gravi per il nostro mezzogiorno.

Consapevoli dei gravi rischi che potrebbero comportare rispetto alla tenuta democratica del paese, il comitato si rivolge alle istituzioni della Basilicata (Regione, Province e Comuni ) affinchè mettano in atto tutte le iniziative necessarie per impedire l’attuazione del disegno avviato.

Il portavoce, Antonio Fedele