Covid19 Basilicata: 1078 nuovi positivi e due decessi

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilicata: 1078 nuovi positivi e due decessi. Nella stessa giornata si sono registrate 622 guarigioni. Sono in totale 3 i pazienti ricoverati in terapia intensiva.

Vaccinazioni e test Covid-19, aggiornamento del 1° aprile

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 31 marzo, sono state effettuate 263 vaccinazioni. A ieri sono 467.898 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (84,6 per cento), 441.099 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (79,7 per cento) e 351.903 (63,6 per cento) quelli che hanno ricevuto la terza dose per un totale di somministrazioni effettuate pari a 1.261.147 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane). In totale sono 108 le persone ricoverate: 57 nell’ospedale San Carlo di Potenza, di cui 1 in terapia intensiva, e 51 nell’ospedale Madonna delle Grazie di Matera, di cui 2 in terapia intensiva. Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 4.549 tamponi (molecolari ed antigenici) per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 1.078 sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 622 guarigioni. Inoltre, sono stati registrati i decessi di due persone, una residente a  Castronuovo Sant’Andrea e l’altra a Matera.

ISTANTANEA NAZIONALE: IN AUMENTO TERAPIE INTENSIVE E REPARTI

Per l’area medica e’ sempre l’Umbria con il valore piu’ alto di occupazione dei posti letto con 34,6%, seguita dalla Calabria 34,3% e la Basilicata rispetto al 15,2 di valore nazionale. Per le terapie intensive la Sardegna e’ al 10,3%

Covid, in aumento terapie intensive e reparti, Rt mai così alto dalla fine di dicembre. Monitoraggio settimanale Iss-ministero Salute, in lieve calo l’incidenza dei casi: 836 ogni 100.000 abitanti. E’ in lieve calo l’incidenza settimanale dei casi di Covid a livello nazionale: 836 ogni 100.000 abitanti (25/03/2022 -31/03/2022) contro 848 ogni 100.000 abitanti della settimana precedente.Nel periodo 9 – 22 marzo 2022, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato invece pari a 1,24 (range 1,14 – 1,31), in aumento rispetto alla settimana precedente (quando è stato pari a 1,12) e con un range che supera la soglia epidemica anche nel limite inferiore, a livelli mai così alti dalla fine di dicembre.Era dallo scorso fine dicembre che l’indice di trasmissibilità Rt non superava il valore di 1,24.
Per l’area medica e’ sempre l’Umbria con il valore piu’ alto di occupazione dei posti letto con 34,6%, seguita dalla Calabria 34,3% e la Basilicata rispetto al 15,2 di valore nazionale. Per le terapie intensive la Sardegna e’ al 10,3% [ansa]