Covid19 Basilicata: 50 positivi di cui 6 a Scanzano Jonico

in Emergenza Covid-19

Covid19 Basilicata: 50 positivi, 8 nuovi casi nel Metapontino di cui sei a Scanzano Jonico. In regione il tasso di positività è al 10,4%. Sono 20 le persone ricoverate, un paziente in terapia intensiva. Nel metapontino due guariti, uno a Montalbano Jonico e uno a Rotondella.

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 3 agosto, sono state effettuate 5.034 vaccinazioni. A ieri sono 360.689 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (65,2 per cento) e 264.911 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (47,9 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 625.600 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane).

Sempre nella giornata di ieri sono stati processati 480 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 53 (fra i quali 50 relativi residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata sono state registrate 23 guarigioni, 22 delle quali relative a residenti in Basilicata.

Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi è consultabile alla pagina web. Green Pass, come ottenerlo. Delle 19.000 dosi di vaccino consegnate ieri in Basilicata, le 10.000 dosi di vaccino Astra Zeneca e 5.600 dosi di vaccino Moderna sono state consegnate da SDA del Gruppo Poste Italiane, mentre le 3.510 dosi di vaccino Pfizer da EDF Eurodifarm.

COVID 19. L’ISTANTANEA NAZIONALE SU “TERAPIE INTENSIVE”

Resta fermo al 3%, a livello nazionale, il tasso di occupazione delle terapie intensive da parte dei pazienti affetti da Covid, ma una regione, la Puglia, è in crescita dell’1% rispetto al giorno precedente, mentre Marche, Sicilia e Provincia autonoma di Bolzano vedono un calo del -1%.

Nessuna regione supera la soglia di saturazione del 10%, indicata come uno dei nuovi parametri principali per il cambio di colore delle regioni.

Questi i valori delle singole regioni: Abruzzo (1%), Basilicata (1%), Calabria (3%), Campania (2%), Emilia Romagna (3%), Friuli Venezia Giulia (2%), Lazio (5%), Liguria (6%), Lombardia (2%), Marche (2%, con -1%), Molise (3%), Bolzano (2%, con -1%), Trento (1%), Piemonte (1%), Puglia (3%, con +1%), Sardegna (10%), Sicilia (4%, con il -1%), Toscana (4%), Umbria (2%), Valle d’Aosta (0%) e Veneto (2%).

Resta stabile al 4%, a livello nazionale, l’occupazione dei posti letto da parte di pazienti affetti da Covid-19 nei reparti ospedalieri, ma 4 regioni vedono un aumento giornaliero dell’1%, ovvero Friuli Venezia Giulia (che sale a quota 2%), Lazio (che sale al 6%), Lombardia (sale al 4%), Puglia (che arriva al 3%); mentre l’Umbria segna il -1%.

Certificazione verde, dove e come ottenerla

Ultimi articoli in Emergenza Covid-19

Torna su