Per la Basilicata è zona arancione, intanto sono 141 i nuovi positivi su 1473 tamponi molecolari. Nel Metapontino 26 nuovi casi

in Emergenza Covid-19

Emergenza Covid-19, aggiornamento 13 marzo su dati del 12 marzo

 La Basilicata da martedì 16 Marzo 2021 sarà “zona arancione”: la decisione è maturata nelle ultime ore dopo il serrato confronto fra Ministero della Salute e Regione. Nel frattempo la task force regionale ha comunicato  che ieri, 12 marzo, sono stati processati 1.473 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 141 (e fra questi 134 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Le positività riguardano: 1 persona residente in Campania e in isolamento a Pescopagano, 1 persona residente in Umbria e in isolamento a Policoro, 1 persona di nazionalità estera in isolamento a Rionero in Vulture, 2 persone residenti e in isolamento in Campania, 2 persone residenti e in isolamento in Puglia, 1 residente ad Abriola, 2 ad Accettura, 1 ad Atella, 8 ad Avigliano, 1 a Baragiano, 7 a Bernalda, 1 a Castronuovo di S. Andrea, 3 a Fardella, 3 a Ferrandina, 2 a Forenza, 2 a Francavilla in Sinni, 1 a Grumento Nova, 1 a Lagonegro, 2 a Latronico, 4 a Lavello, 1 a Marsicovetere, 14 a Matera, 4 a Melfi, 9 a Montescaglioso, 2 a Nova Siri, 1 a Palazzo San Gervasio, 1 a Picerno, 1 a Pietrapertosa (in isolamento a Potenza), 3 a Pisticci, 4 a Policoro, 8 a Pomarico, 13 a Potenza (di cui 2 in isolamento a San Chirico Nuovo), 3 a Rapolla, 6 a Rionero in Vulture, 1 a Rotondella, 2 a Ruoti, 2 a Salandra, 2 a Sant’Arcangelo, 5 a Scanzano Jonico (di cui 3 in isolamento a Bernalda e 1 in isolamento a Tursi), 3 a Stigliano, 1 a Tito, 1 a Tolve, 1 a Trivigno, 4 a Tursi, 2 a Venosa e 1 a Viggiano. Nella stessa giornata è deceduta 1 persona residente a Montescaglioso e sono state registrate 39 guarigioni di residenti, a cui si aggiunge quella di una persona residente in Campania, così distribuite sul territorio lucano: 2 ad Avigliano, 1 a Barile, 1 a Filiano, 8 a Lauria, 2 a Maratea, 6 a Matera, 8 a Melfi, 1 a Policoro, 1 a Potenza, 1 a Rapolla, 1 a Rionero in Vulture, 2 a Rotondella, 1 a Ruoti, 2 a Satriano di Lucania, 1 a Scanzano Jonico e 1 a Tito. Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 3.808, di cui 3.672 in isolamento domiciliare. Sono 12.711 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 373 quelle decedute. Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 136: a Potenza 34 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 22 in Pneumologia, 15 in Medicina d’urgenza e 7 in Terapia intensiva dell’ospedale San Carlo; a Matera 35 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 16 in Pneumologia e 7 in Terapia intensiva dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 258.806 tamponi molecolari, di cui 239.064 sono risultati negativi, e sono state testate 157.618 persone.

ZONA ARANCIONE: COSA E’ CONSENTITO E COSA NO. 

– “È vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dai territori in zona arancione salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute».
– «consentiti gli spostamenti strettamente necessari ad assicurare lo svolgimento della didattica in presenza nei limiti in cui la stessa è consentita».
– È permesso “il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza”.
– Il transito “sui territori in zona arancione è consentito qualora necessario a raggiungere ulteriori territori non soggetti a restrizioni negli spostamenti o nei casi in cui gli spostamenti sono consentiti ai sensi del decreto”.

– “È vietato ogni spostamento con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un comune diverso da quello di residenza,

domicilio o abitazione, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili in tale comune”.

Parenti e amici

“Dal 15 marzo al 2 aprile 2021 e nella giornata del 6 aprile 2021, nelle Regioni nelle quali si applicano le misure stabilite per la zona arancione, è consentito, in ambito comunale, lo spostamento verso una sola abitazione privata abitata, una volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le ore 5 e le ore 22, e nei limiti di due persone ulteriori rispetto a quelle ivi già conviventi, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la responsabilità genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi”.

Bar – ristoranti

Chiusi bar e ristoranti:
– Resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio.
– Fino alle 22 è consentita la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze per ristoranti, enoteche.
– Per i bar l’asporto è consentito esclusivamente fino alle ore 18,00.

Ultimi articoli in Emergenza Covid-19

Torna su