Asm: “Osservati tutti i protocolli di sicurezza, evitare ritorsioni”

in Emergenza Covid-19

Nonostante la materia sia alquanto delicata e meriti la massima attenzione nella diffusione delle informazioni e senso di responsabilità ad ogni livello, si registrano notizie fuorvianti, infondate e sovente così assurde da far sorgere il sospetto che si tratti di ritorsioni legate essenzialmente a questioni di assegnazione del personale

 

Nel reparto “osservazionale” dell’Ospedale Madonna delle Grazie di Matera (dove sono momentaneamente collocati i nuovi ricoverati giudicati non sospetti Covid-19 dal Pronto Soccorso ed in attesa dell’esito dei tamponi, circa 12 ore) vengono rigidamente osservati i protocolli di sicurezza. Il personale è munito dei dispositivi individuali di protezione (mascherine, guanti, tuta etc.) e viene assegnato per quelle mansioni in ragione del suo bagaglio professionale e formativo. Il medico di guardia del reparto assicura il monitoraggio medico generico, mentre in caso di necessità il paziente che viene lì sistemato, è direttamente ed immediatamente assistito dal medico del reparto in cui sarà ricoverato una volta ricevuto l’esito del tampone (che è sempre negativo, essendo come si diceva un paziente non sospetto Covid-19). Nonostante la materia sia alquanto delicata e meriti la massima attenzione nella diffusione delle informazioni e senso di responsabilità ad ogni livello, si registrano notizie fuorvianti, infondate e sovente così assurde da far sorgere il sospetto che si tratti di ritorsioni legate essenzialmente a questioni di assegnazione del personale. L’opinione pubblica ha la garanzia che l’Azienda Sanitaria, grazie all’immane sacrificio di tutti gli operatori sanitari (medici, infermieri, professioni di supporto) e con la continua revisione e monitoraggio della task force Asm, produce ogni sforzo per proseguire un lavoro che sta dando risultati eccellenti.

Lo dicono i fatti, lo provano i numeri.

Fonte: Ufficio stampa Asm

Ultimi articoli in Emergenza Covid-19

Torna su