Non metanizzati: le domande dal 5 dicembre. Bonus gas: superate le 100mila autocertificazioni

in Economia

Dal 5 dicembre possibile presentare domanda per bando “non metanizzati”. Nel frattempo, per quanto riguarda il bonus gas, raggiunte le 100mila autocertificazioni

 

Bando per i non metanizzati: la seconda gamba della strategia energetica della Regione Basilicata ha esaurito il proprio iter e quindi da lunedì 5 dicembre sarà possibile prenotare le risorse a fondo perduto per l’acquisto e l’installazione di impianti di produzione di energia elettrica e/o termica alimentati da fonti rinnovabili e/o sistemi di accumulo di energia elettrica. Nell’ordine: Impianto Fotovoltaico connesso in rete, Impianto Solare Termico, Impianto micro eolico, Sistema di accumulo, Pompa di calore. I beneficiari della misura hanno diritto al consumo gratuito dell’energia elettrica prodotta attraverso gli impianti oggetto dell’avviso. Il contributo di cui alla presente misura può coprire fino al 100% della spesa ammissibile (IVA inclusa) ed è cumulabile con altre agevolazioni pubbliche. Sono coperte anche le spese tecniche e i costi delle pratiche amministrative connesse alla realizzazione degli interventi. La potenza massima installabile non deve essere superiore alla potenza impegnata dall’utenza a cui l’impianto di produzione viene connesso e i sistemi di accumulo possono essere abbinati ad un impianto fotovoltaico esistente.

Sul sito della Regione Basilicata tutte le FAQ 

 

Bardi: “Superate le 100.000 autocertificazioni per il bonus gas”

“In soli 15 giorni abbiamo raggiunto le 100.000 autocertificazioni per il bonus gas. Si tratta di un risultato che ci attendevamo, dato che il 59% della popolazione maggiorenne in Basilicata ha lo SPID, con circa 244 mila identità rilasciate, come rilevato dalla “Ricerca 2022 dell’Osservatorio Digital Identity del Politecnico di Milano – www.osservatori.net”. I lucani hanno aderito in massa all’iniziativa, dimostrando di essere molto più avanti di come vengono raccontati dagli specialisti del lamento, i quali nelle ultime settimane hanno dipinto i lucani come “analfabeti digitali”, sbagliando clamorosamente”. Lo afferma in una nota il Presidente della regione Basilicata, Vito Bardi.

“Le 100.000 autocertificazioni erano il nostro obiettivo minimo, che però non ci aspettavamo di raggiungere in così breve tempo. Ricordiamo che non ci sono limiti di tempo per presentare l’autocertificazione e che è sempre possibile correggere la propria documentazione in seguito a eventuali modifiche di residenza o di fornitore. La nostra strategia energetica non ha precedenti in Europa e non a caso sta attirando l’attenzione dei media nazionali ed europei, si basa su due gambe – bonus gas e bando per i non metanizzati – e punta nel breve termine a dare un sostegno immediato ai lucani e nel lungo termine all’autosufficienza energetica delle famiglie lucane. Così si costruiscono le basi del futuro della Basilicata. Voglio ringraziare i consiglieri regionali di maggioranza e minoranza che stanno illustrando i provvedimenti sul territorio, le tante associazioni, i CAF e tutti coloro che stanno aiutando i lucani ad accedere a un beneficio senza precedenti”, conclude Bardi.