950 mila euro per la Ciclovia Giuliana a Matera

in Economia

Merra: 950 mila euro per la Ciclovia Giuliana a Matera

La Regione finanzierà il progetto della Ciclovia Giuliana nella città di Matera, con 950 mila euro rivenienti da fondi europei del Po/Fesr Basilicata 2014/2020, come stabilito nel Comitato di Coordinamento e di Monitoraggio dello scorso 26 maggio riguardante l’ITI di Matera e presieduto dall’assessore alle Infrastrutture Donatella Merra insieme all’Autorità di Gestione del Po Fesr.
“Si tratta – ha commentato l’assessore Merra – di una operazione fortemente innovativa che mira a sostenere la cosiddetta mobilità lenta e cicloamatoriale in linea con le esigenze turistiche, ecologiche e di valorizzazione dei percorsi paesaggistici del nostro territorio, tutti elementi sui quali stiamo puntando già da tempo. Non dimentichiamo – ha aggiunto l’assessore – che la Basilicata è interessata fino al 4 giugno dall’Oscar del cicloturismo, manifestazione che mette al centro dell’attenzione nazionale le nostre vie storico-naturalistiche tra le più belle d’Italia.
L’intento è quello di creare – ha proseguito l’assessore – un’infrastruttura che percorra alcuni dei luoghi più suggestivi dell’agro di Matera, come il lago di San Giuliano, sito dell’Oasi faunistica del Wwf, ove è stato ritrovato il più grande cetaceo del pleistocene e la cripta del Peccato Originale, sito rupestre ipogeo, situato all’interno del “Masseria Dragone”.
Con la creazione della ciclopedonale turistica – ha evidenziato l’assessore – intendiamo fornire al territorio un ennesimo fattore di crescita sia sociale che economica, lo sport e le attività all’aria aperta fanno bene alla salute, migliorano la qualità della vita ma sono anche l’occasione per visitare luoghi incantevoli e contesti naturali affascinanti, come quelli di cui disponiamo nel nostro territorio. Queste meritevoli iniziative servono a valorizzarli e farli conoscere ad un pubblico più vasto, sia di adulti che di giovani, dopo una fase di incuria e di abbandono, soprattutto per il loro valore storico, artistico, culturale. Inoltre, ci aspettiamo che anche il tessuto imprenditoriale si avvantaggi di questa scelta che riporta in auge i luoghi delle nostre radici, quelli dove sono nate e rivivono le tradizioni enogastronomiche e storico-culturali.
A breve – ha concluso l’assessore – la scheda progettuale della Ciclovia Giuliana sarà sottoposta al vaglio e all’approvazione della Giunta Regionale, contiamo di portare a termine questo decisivo intervento entro la fine del 2023”.

Cicloturismo, Latronico: “Grande opportunità per la Basilicata”
“La Basilicata, con i suoi parchi nazionali e regionali, con le riserve naturalistiche, i laghi e i suoi borghi accoglienti, si presta molto bene al cicloturismo, ambito in forte crescita e da promuovere anche per le potenziali ricadute economiche e occupazionali che può favorire sul territorio, dal momento che ogni anno in Italia i turisti che scelgono la bicicletta fanno registrare 55 milioni di pernottamenti e investono circa 4,6 miliardi di euro. Inoltre, oltre a rappresentare un manifesto che anticipa tanti progetti legati alla transizione ecologica, le due ruote fanno parte da sempre dell’immaginario culturale e sentimentale dei lucani, come molti di noi ricordano pensando alla mobilità dei lavoratori di una volta”.
È quanto ha dichiarato, dopo aver portato i saluti del presidente Vito Bardi, l’assessore regionale all’Ambiente ed energia, Cosimo Latronico, intervenendo questa mattina all’Oscar del cicloturismo in corso a Matera.
“L’ambiente, nel nostro territorio, rappresenta il cuore del turismo. E come governo regionale – ha aggiunto Latronico – stiamo lavorando anche alla valorizzazione dei nostri borghi, attraverso i fondi del Pnrr e con risorse proprie dell’ente, come è avvenuto nei giorni scorsi con l’individuazione di strumenti per promuovere Irsina, Aliano, Colobraro, Rotonda, i laghi di Monticchio e come continueremo a fare per accompagnare sempre più visitatori alla scoperta della cultura, dei paesaggi e delle bontà enogastronomiche dei 131 Comuni lucani”.
L’assessore ha espresso soddisfazione per la menzione speciale di Legambiente dello scorso anno alla ciclovia che dalla città di Matera conduce alle Dolomiti Lucane, attraversando il Parco della Murgia Materana e passando per quello di Gallipoli Cognato, assicurando l’impegno del governo regionale per incentivare e sostenere tutte le iniziative orientate al turismo sostenibile.

foto archivio, non si riferisce ai fatti descritti nei comunicati