La casa dopo il 2020: gli interventi di ristrutturazione più richiesti

in Economia

La pandemia ha segnato profondamente gran parte del 2020 e ha cambiato la quotidianità di ognuno, andando a modificare le nostre abitudini e il modo in cui concepiamo gli ambienti e i luoghi. Anche l’idea della casa è cambiata radicalmente durante e dopo i lunghi mesi di lockdown: molti italiani hanno, infatti, rivalutato alcune caratteristiche specifiche della propria abitazione e ripensato al ruolo di questo luogo. Vediamo nello specifico quali sono stati gli interventi più richiesti dagli italiani e in che modo è possibile ammortizzare le spese.

Bagni e living sono la priorità

Secondo i dati raccolti da uno studio condotto da CasaDoxa nel primo semestre del 2020, gli italiani sono molto più disposti a investire sugli interventi di rinnovo della propria casa rispetto al passato; dall’indagine risulta infatti che il 46% dei rispondenti ha affermato di aver avviato o di voler avviare al più presto degli interventi di ristrutturazione. Sono in particolare i bagni e le zone living a preoccupare la maggior parte degli intervistati (50% del totale), seguiti da cucina e camere da letto (25%). Un trend dettato dalla necessità di disporre di spazi più ampi e da abitare nel massimo comfort. Anche gli spazi esterni sono stati rivalutati profondamente dopo i mesi di isolamento forzato, come conferma l’interesse per il rinnovo di terrazzi e balconi. Tale tendenza, com’è intuibile, è legata principalmente alle nuove routine imposte dall’emergenza sanitaria, che implicano un maggior tempo trascorso all’interno delle proprie abitazioni, causa smart working e didattica a distanza.

Cosa considerare prima di ristrutturare casa

 Ci sono alcuni fattori che non bisognerebbe trascurare mai prima di ristrutturare casa, per evitare ripensamenti o problemi di altra natura. La prima cosa da considerare è la spesa necessaria: a tal proposito è bene sapere che è possibile sfruttare incentivi e finanziamenti progettati proprio per sostenere i costi in maniera sostenibile; tra le soluzioni più comode in questo senso troviamo prestiti come quelli proposti da Santander, richiedibili anche online, con i quali è possibile affrontare le uscite necessarie con maggiore tranquillità. In secondo luogo, bisognerà confrontare le diverse opzioni a disposizione richiedendo preventivi a più imprese (anche sulle piattaforme pensate ad hoc) e facendo dei confronti utili per capire qual è effettivamente la soluzione più adatta al proprio budget e alle proprie esigenze. Per essere certi che l’impresa in questione sia quella giusta e che sia affidabile, inoltre, è sempre bene verificare i lavori realizzati in passato (basta una semplice visita al sito internet o una verifica presso conoscenti che hanno ristrutturato casa); per maggiore sicurezza è possibile anche richiedere l’ITP, ossia l’Idoneità Tecnico Professionale. In questo modo ci si accerterà dell’affidabilità dell’impresa che ristrutturerà casa e non si correranno rischi.