Carrelli elevatori: tutto quello che c’è da sapere

in Economia

Una gestione efficiente e accurata della logistica e del magazzino è fondamentale per ogni attività imprenditoriale, dalla più piccola fino alla più grande delle industrie. Un magazzino ben organizzato permette di risparmiare tempo prezioso e di evitare rallentamenti nello stoccaggio.Anche la tecnologia entra in campo per garantire la massima efficienza.

L’utilizzo di muletti all’avanguardia è sicuramente il primo passo per garantire un flusso di lavoro senza intoppi. Proprio per l’importanza che questi macchinari avranno in azienda, è di primaria importanza informarsi sulle varie tipologie in commercio prima di effettuarne l’acquisto, in modo da investire al meglio i propri soldi. Cercando informazioni sulle varie tipologie di carrelli elevatori, vi ritroverete davanti un’offerta molto ampia, in grado di coprire ogni esigenza.Criteri da tenere in considerazione per la scelta sono per esempio la capacità di caricol’altezza di sollevamento, l’alimentazione del motore e l’ergonomia.

Per quel che riguarda l’alimentazione, troverete sul mercato carrelli elevatori:

  • Diesel
  • Elettrici
  • A Gas

La prima selezione dovrà essere fatta in base all’ambiente di utilizzo, poiché nel caso in cui il vostro magazzino sia uno spazio chiuso la vostra scelta sarà ristretta a macchinari elettrici o alimentati a gas.

Carrelli elevatori elettrici

Un muletto elettrico è la scelta giusta se l’ambiente di lavoro è interno e il carico sarà inferiore a 3 tonnellate.È consigliato se:

  • Siete attenti all’ambiente: sono a zero emissioni e quindi garantiscono un uso sicuro in ambienti chiusi, anche se sprovvisti di impianto di aerazione;
  • Volete costi di manutenzione bassi: questi carrelli hanno una vita molto lunga, occorrerà solamente cambiare la batteria, con un costo di gestione decisamente contenuto;
  • Cercate una soluzione non rumorosa: non avendo motore a combustione, un muletto di questo tipo garantisce maggior tranquillità all’ambiente di lavoro;
  • Volete maneggevolezza e compattezza: hanno dimensioni ridotte e questo li rende ideali in caso di corsie strette.

Carrelli elevatori diesel

Un muletto diesel è la scelta ideale se l’ambiente di lavoro è esterno e se avete carichi importanti. È consigliato se:

 

  • Cercate lunga autonomia: il suo motore garantisce un’autonomia considerevolmente più lunga di uno elettrico;
  • Il carico è considerevole: sollevano carichi fino a 50 tonnellate;
  • Lo utilizzerete sporadicamente: il diesel è la scelta giusta se vi occorre un macchinario da usare sporadicamente. In questo modo non risentiràdi temperature rigide e umidità e non si deteriorerà.

Carrelli elevatori a gas

La vostra scelta ricadrà su un muletto alimentato a gas se avete bisogno di sollevare carichi fino 6 tonnellate in ambienti esterni o interni (se dotati di adeguati impianti di ventilazione). È consigliato se:

  • Avete un budget limitato: il prezzo è decisamente basso;
  • Volete un macchinario duraturo: un muletto a gas ha una vita lunga.

La scelta non finisce qui

Una volta individuata l’alimentazione ideale per le vostre esigenze, non vi resta che scegliere il modello.

Se il vostro magazzino ha spazi di manovra molto ridotti, optate per un carrello quadrilaterale, che si muove su quattro lati e solleva merce da ogni lato.

In alternativa,potete acquistare un carrello trilaterale, adatto anch’esso a corsie ristrette, in quanto gestisce il carico da tre lati: frontale, laterale sinistro e destro. Se lo spazio di lavoro è davvero ridotto potete scegliere un carrello retrattile al quale sono sufficienti 2,5 metri di corridoio.

Avete bisogno principalmente di sollevare ed accatastare la merce? Un commissionatore o uno stoccatorepotrebbe bastarvi, la loro capacità di carico è di circa 1-2 tonnellate per il commissionatore e di 10-16 quintali per lo stoccatore.