Bernalda celebra Francis Ford Coppola: avviso per giovani registi

in Cultura

Bernalda celebra Francis Ford Coppola: avviso per giovani registi per i cinquant’anni de Il Padrino che dovranno produrre uno short film

Un avviso pubblico per la selezione di giovani registi under 40 che operano nel settore della produzione cinematografica per la produzione di uno short film che attualizzi l’immaginario de “Il Padrino” assorbendone la linea estetica ed emozionale. La Città di Bernalda ha scelto questa iniziativa per omaggiare il cittadino onorario Francis Ford Coppola, regista di fama mondiale e originario proprio della città metapontina in cui spessissimo fa ritorno e in cui gestisce una importante struttura ricettiva.

“Per la festa dei 50 anni de Il Padrino è stato pubblicato il bando per la selezione di giovani registi under 40. Al via l’iter che porterà alle iniziative per celebrare il grande Maestro del cinema Francis Ford Coppola nostro cittadino onorario”,

è scritto sulla bacheca facebook istituzionale del comune di Bernalda.

Per il cinquantesimo anniversario dell’uscita originale del primo film, era il 24 marzo 1972, la Paramount e la casa di produzione di Coppola, la American Zoetrope, hanno restaurato la trilogia cinematografica, considerata come una delle più grandi della storia del cinema. Il film è stato proiettato  anche nei cinema italiani, distribuito dalla Eagle Pictures, dal 22 al 24 marzo 2022.

 

 

Francic Ford Coppola ha ricevuto cinque Academy Awards, sei Golden Globe Awards, due Palmes d’Or e un British Academy Film Award (BAFTA) .Ha co-scritto Patton (1970), che gli è valso l’ Oscar per la migliore sceneggiatura originale insieme a Edmund H. North.

Poi è arrivato “Il Padrino” che ha rivoluzionato il genere gangster del cinema. Ha vinto tre premi Oscar: Miglior film , Miglior attore e Miglior sceneggiatura non originale (condivisa con Mario Puzo ).

Il Padrino Parte II è diventato il primo sequel a vincere l’Oscar per il miglior film. Molto apprezzato anche dalla critica, ha fatto vincere a Coppola altri tre premi Oscar: miglior sceneggiatura adattata, miglior regista e miglior film, rendendolo il secondo regista (dopo Billy Wilder) a vincere questi tre premi per lo stesso film.

Segui ilMet su Instagram

Foto da pagina facebook ufficiale Città di Bernalda

Comunicato stampa Regione Basilicata

Basilicata in podcast, avviso per selezionare 10 giovani cineasti
Il comune di Bernalda ha pubblicato un concorso per selezionare short film in omaggio ai cinquant’anni de “Il Padrino” di Francis Ford Coppola.

Un concorso per giovani registi under 40 che dovranno realizzare cortometraggi, documentari o video-saggi della durata dai cinque ai 10 minuti attualizzando “Il padrino” di Francis Ford Coppola. Pubblicato dal comune di Bernalda l’avviso pubblico per selezionare 10 giovani registi/cineasti a cui andrà un contributo di 15 mila euro ciascuno. L’iniziativa, promossa dall’amministrazione comunale d’intesa con la Regione Basilicata, prende impulso dal 50 esimo anniversario dell’uscita del capolavoro di Francis Ford Coppola premiato con tre Oscar come miglior film, migliore attore protagonista (Marlon Brando) e migliore sceneggiatura (Mario Puzo, Francis Ford Coppola). Il Padrino approfondisce molti aspetti della vita degli italo-americani e punta a rappresentare le ambiguità e l’opacità di valori e codici di comportamento del fenomeno mafioso nel tempo in cui è ambientata la saga. Obiettivi del concorso, oltre alla rivisitazione e attualizzazione di tematiche legate alla saga della pellicola, sono la promozione del territorio e dei personaggi illustri di origine lucana attraverso l’industria creativa e culturale, valorizzando altresì giovani cineasti. Una delle sale del costituendo Museo del cinema dedicato all’opera di Francis Ford Coppola presso il Castello di Bernalda (MT). Nel podcast il sindaco di Bernalda, Domenico Tataranno illustra gli obiettivi dell’avviso. Termini e modalità delle candidature sul sito del comune di Bernalda (sezione albo pretorio).

Per saperne di più:  podcast

 

Ultimi articoli in Cultura

Torna su