La misura del mondo di Daniel Kehlmann. Non solo formule matematiche e dati cartografici

in Cultura/Storie d'Inchiostro

Titolo: La misura del mondo

Autore: Daniel Kehlmann

Genere: Narrativa

Casa editrice: Feltrinelli

Data di pubblicazione: maggio 2006

Formato: cartaceo

Pagine: 254

5 stelle

Quando si ha paura delle cose bisogna misurarle

Carl Friderich Gauss

Ecco un libro con il quale è un piacere misurarsi (lo dice il titolo stesso) e che ci concede di  conoscere persone dal quoziente intellettivo piuttosto alto come il fisico  Carl Friederich  Gauss e  il geografo esploratore  Alexander von Humboldt. Fuori dai tanti odiati libri di scuola e svincolati da asettiche formule fisiche e dati sulle altezze dei monti,  i due scienziati sono alle prese con la missione di conoscere le leggi della natura e con la loro vita “disagiata” di bambino prodigio in un mondo che “va troppo lento”, come fu per Gauss,  o di martire per la scienza , come per  Humboldt, capace di calarsi nel cuore dei vulcani e  di legarsi durante una tempesta all’albero maestro per calcolare l’altezza delle onde (per tutti un pazzo o l’incarnazione del diavolo).

Alexander von Humnboldt

Due modi diversi di fare la conoscenza scientifica del mondo, una comodamente  a tavolino nel proprio studio  e l’altra per le  aree sperdute del mondo . Il loro giovane compatriota  Daniel Kehlmann, nato a Monaco nel 1975,  fa animare con la storia del loro incontro, avvenuto a Berlino nel 1828, le pagine del suo libro. Un ‘opera profumata di avventura e ilarità, e impregnata dallo spirito di uomini fuori dal “comune” che si interrogano su ciò che è comune e scontato della natura per il resto del mondo. Se vi siete qualche volta chiesti cosa si cela dietro ad una scoperta scientifica o dietro le quinte della vita di uomini straordinari , e se volete anche prendervi la vostra rivincita personale su Gauss e le sue formule, scoprendo dettagli scabrosi sulla sua vita familiare, La misura del mondo è la via ironica da battere. Buona lettura.

 

Daniel Kehlmann (Monaco 1975) scrittore di lingua tedesca. Trasferitosi con la famiglia a Vienna, ha esordito nel 1997 con Lo spettacolo di Beerholm (Beerholms Vorstellung, nt). Spesso i protagonisti di K. sono uomini che cercano la celebrità, come l’insignificakehlmannnte biografo protagonista di Io e Kaminski (Ich und Kaminski, 2003) o i personaggi reali di La misura del mondo (Die Vermessung der Welt, 2005), romanzo che ha ottenuto grande successo, o il padre e i tre figli al centro de I fratelli Friedland (2014), «conte philosophique» sulla vita inautentica. È uscito nel 2019 Tyll – Il re, il cuoco e il buffone (Feltrinelli).